Io giudice vi svelo le vergogne della casta

Il codice non scritto prevede "vivi e lascia vivere". Decisivi gli appoggi politici al Csm

Quando entri in magistratura, è come dischiudere uno scrigno segreto e misterioso. Hai l'impressione d'essere stato ammesso in un regno proibito. Con le sue leggi, i suoi codici di comportamento. Rigorosamente non scritti, prima regola. Nulla di ufficiale. Quello che è ufficiale è demandato a Note, Circolari, Protocolli, utili per giustificare l'esistenza di un grande apparato.
Quando entri in magistratura, resti allibito; poi, lentamente, ne assorbi il clima, le consuetudini. Ti arriva subito forte e chiaro un messaggio: vivi e lascia vivere, camperai cent'anni. Il tuo ego cresce a dismisura, tanto quanto il peso della toga. Scopri come sia importante la difesa dei tuoi privilegi: questione di sopravvivenza. Non muovere le acque, non rompere gli equilibri, non discutere le tradizioni: ne puoi trarre vantaggio al pari degli altri. E, dunque, perché agitarsi? Non sei d'accordo? Finirai a smaltire l'arretrato dei colleghi lavativi. Sarai tollerato come un diverso, insidioso e pericoloso. Alla prima occasione, fuori.

Quando il tribunale si svuota, il collega del Sud che se ne va, vedendomi ancora chino sul lavoro, mi canzona ridendo: «Tanto, lo stipendio è sempre uguale...». In effetti non esistono orari d'ufficio. A che ora vengo a lavorare? Quando tieni udienza. Quando tengo udienza? Lo decidi tu. Perché non si lavora al pomeriggio? Perché manca il personale. Perché convochiamo testi, sapendo che l'udienza va rinviata? Il teste ha l'obbligo di comparire. Perché la stanza del mio collega è sempre vuota? Lavora da casa, s'è portato via i fascicoli, stende le sentenze nel tinello, dove può concentrarsi di più. Perché a Natale, a Ferragosto, a Pasqua i tribunali sono vuoti? Non ci sono attività istituzionali. Perché il collega è assente? È indisposto. Ha mandato il certificato medico, almeno? No, lo porterà al rientro. Perché il procuratore viene al lavoro con l'auto blindata partendo da casa sua, che dista decine di chilometri dall'ufficio? È stato autorizzato.

E ancora. Perché esiste la sospensione dei termini feriali e quindi non possiamo fissare udienze dal 31 luglio al 15 settembre? Perché gli avvocati vogliono andare in ferie. Perché non decidi subito sull'istanza di scarcerazione? Il codice mi assegna cinque giorni, dunque me li prendo tutti, così posso passare il fine settimana in famiglia. Perché non scrivi subito la sentenza? Devo farla decantare, ho fissato un termine di sei mesi, come il codice mi consente.
Vorrei fare domanda di trasferimento: devo andare al Csm a parlare con il consigliere che ho votato. Devo progredire in carriera: devo andare al Csm a parlare con il consigliere che ho votato. Ho un procedimento disciplinare in corso: devo andare al Csm a parlare con il consigliere che ho votato. Vado: «Sta' tranquillo, ho già parlato con gli altri colleghi della commissione disciplinare, andrà tutto per il meglio, nessuna sanzione». Il Consiglio superiore della magistratura salva i magistrati. È lì apposta. Ma perché ho in ballo un procedimento disciplinare? Trattasi di atto dovuto: ho messo in galera una persona per errore. E che sarà mai!

Al Csm entri nella guardiola esibendo il famoso tesserino verde, quello che ti frutta il rispetto sociale, i favoritismi, la visibilità sui mass media. Il clima è ovattato, esoterico. Cammini su tappeti rossi. Fai anticamera. Svolazzano di qua e di là tante impiegate, altrettante fanno capannello alla macchinetta del caffè. Commessi impettiti che potresti scambiare per presidenti di qualche tribunale. Il cortile sembra una concessionaria della Lancia, vi sono schierate decine di auto minacciosamente blu, appena uscite dall'autolavaggio.

Quando finalmente entri nella stanza del «tuo» consigliere, ti accorgi che gli hai interrotto una serie interminabile di telefonate e vedi dalle pile di fascicoli sulla sua scrivania, tutti blasonati col logo ministeriale o del Csm, che in quella stanza si discutono incarichi direttivi o semidirettivi in Procure e ministeri. Sei una nullità, con quella tua banale richiesta di poterti trasferire nella località di residenza dei tuoi genitori. In realtà, in quella stanza si decide chi sarà il procuratore generale della Cassazione o di Torino o di Palermo; chi dirigerà il tribunale di Roma o di Milano. Una specie di gioco a scacchi in cui le pedine si muovono in base a degli scambi. Per ogni posto importante vi è già tutta la filiera degli aventi diritto, concordati e spartiti fra le correnti. Come la «dinastia sabauda», così viene definita la cordata dei giudici piemontesi.

Te ne vai via dal Csm quasi subito con una bella stretta di mano rivestita dall'accento palermitano o napoletano. Riprendi il tuo trenino per il Nord. Hai vissuto una grande giornata, sei entrato anche tu, con tanto di tesserino spillato sulla giacca, nel Palazzo che decide il destino dei grandi magistrati, quelli potenti. Per la cui nomina si scomoda persino il capo dello Stato. Per te non si scomoderà nessuno. Anzi, devi stare attento alle prossime elezioni, il Csm si rinnova. Bisogna capire in fretta a quale corrente conviene aderire.
(*) Iudex è lo pseudonimo di un magistrato

Commenti

Matteo D'Agostino

Sab, 02/03/2013 - 09:01

caro il giornale, sono totalmente disgustato dal vostro comportamento aggressivo. siete decisamente cattivi, brutti, indegni di fare i giornalisti. infatti voi non siete giornalisti. voi siete segugi, mercenari. belpietro, sallusti, feltri. ignobili e pericolosi mercenari al servizio di un orribile corruttore, con il compito di infangare, ostacolare. ditruggere.

angelomaria

Sab, 02/03/2013 - 09:19

idd c'e' un mato in giro che si dice disgustato be caro disgustatato amante dei magistrati talebani io sono disgustato da gente come te perche sei il loro specchio e per questo unaltro benemerito scusate ma ci sta'proprio stronzo

ciannosecco

Sab, 02/03/2013 - 09:25

"Matteo D'Agostino"Dia un'occhiata qui,vediamo se si disgusta ancora.http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/page/Page-d7e6dd26-d74b-4738-9102-8fba8c7e35f7.html

kami

Sab, 02/03/2013 - 09:28

Matteo D'Agostino... e allora vattene da qui, comunista del ca..o. I tuoi amici a Repubblica che credi che fanno? Poi questa è la testimonianza di un giudice. Ti sta bene la corruzione che c'è nelle procure? Sì ? Bene sei un comunista del c...o perfetto...vattene vattene vattene.

ciannosecco

Sab, 02/03/2013 - 09:35

Per chi fosse tentato di criticare l'estensore dell'articolo perchè ha usato un pseudonimo e non il suo vero nome e cognome,invito a visionare il sito Teminera.it oppure i video presenti su youtube "Le interviste impossibili Gaetano DRAGOTTO"

franco delp

Sab, 02/03/2013 - 09:36

Spett.le Sig. Matteo D'Agostino, sinceramente non credo che l'articolo sia stato realmente scritto da un magistrato, ma putroppo le cose stanno realmente così: basta chiedere ad un qualunque avvocato assiduo frequentatore dei tribunali. Ma attenzione, non sto parlando di quei pochi fortunati titolari di studi in centro con segretarie, collaboratori, barca a mare, casa in montagna e via discorrendo, ma di coloro che prendono il treno alle 7.00 del mattino per fare la fila all'ufficio notifiche o per "mettersi a turno" per cause che inizieranno al più presto alle 9.30. Che i magistrati facciano udienza due giorni a settimana, si presentino all'orario che più gli aggrada, si portino i fascicoli a casa, non vengano in udienza senza motivo e senza avvisare con rinvii d'ufficio, adottino provvedimenti immotivati, facciano sentenze assurde e poi dicano "avvocato c'è l'appello" e via dindo è tutto tragicamente vero. Ci sono tanti magistrati che lavorano molto e bene, ma una buona parte effettivamente fa quello che più gli pare e piace, del tipo "io sono la via, la verità e la vita". Le auguro di non trovarsi mai davanti uno di questi giudici.

Ritratto di Civis

Civis

Sab, 02/03/2013 - 09:37

@Matteo D'Agostino. 09:01 "..infangare, ostacolare, distruggere", ma aggiunga "LO STATUS QUO"! La GIUSTIZIA ITALIANA è una VERGOGNA INTERNAZIONALE e tuttavia chi vuole riformarla muore, anche a costo di far morire eversivamente governi democraticamente eletti. Altro che De Gregorio.

Baloo

Sab, 02/03/2013 - 09:42

Il giudice non sfugge alla propria condizione umana ed è soggetto all'errore.Non raramente avviene e la legge venga piegata a finalità non conformi ai fini di giustizia peerseguiti dal legislatore. Non si può partire dalla quasi presunzione di infallibilità e/o di superiorità del tipo umano del magistrato.

Ritratto di nontelomandoadiretelodico

nontelomandoadi...

Sab, 02/03/2013 - 09:44

sono scioccato e terrorizzato, e i cittadini pagano tutto questo?, ora capisco perchè l' Italia viene sempre sanzionata in sede europea, nessuna meraviglia fanno il paio con gli onorevolissimi politici un bell' esempio di onestà e virtù.

duca di sciabbica

Sab, 02/03/2013 - 09:46

povero judex, fantaccino operoso ostacolato da generali pelandroni e, come se non bastasse, siciliani! Avevamo le toghe rosse, ci mancava la toga verde pisello, ora abbiamo rimediato con judex.

bingsdom

Sab, 02/03/2013 - 09:47

Due facce della stessa medaglia: ITALIA (in bancarotta). Una faccia è lo stato coi suoi apparati bizantini (non c'è niente che funzioni...) l'altra faccia è gente come matteo d'agostino, che questo stato vuole, giustifica, si merita.

topogigio100

Sab, 02/03/2013 - 09:53

RAGAZZI MA DI COSA PARLIAMO ? LA MAGISTRATURA E' IL TOP DELLE CASTE , SECONDO VOI PERCHE COME SI METTE MANO ALLA RIFORMA SI INCAZZANO A DESTRA E MANCA , NESSUNO DEVE OSARE TOCCARE QUESTA CASTA , A LORO NESSUNO LI CONTROLLA , E I NOSTRI SERVIZI SEGRETI FANNO DAVVERO RIDERE SE FOSSIMO IN AMERICA MOLTI MAGISTRATI GIA SAREBBERO IN GATTABUIA !

Mario Marcenaro

Sab, 02/03/2013 - 09:57

Ed ecco subito apparire i soliti commenti dei soliti simpatizzanti della violenza che vivono di odio, di risentimenti e di santa inquisizione: vogliono distruggere tutto e tutti coloro che esprimono liberamente le loro idee e poi accusano gli altri di volere dsitruggere tutto: un pò di coerenza. per favore. Cari amici assatanati, datevi una calmata. Gli argomenti ed i fatti di cui all'articolo di cui sopra sono ormai conosciuti da tempo da tutti, anche dagli dagli stessi assatanati. Ciò che rende la situazione ancor più grave sta nel fatto che nonostante i fatti descritti siano appunto già di dominio pubblico almeno da vent'anni, nessuno dei cosiddetti custodi della Costituzione, sia pure con tutti i suoi tanti altri difetti di quest'ultima, abbia avuto il coraggio e la dignità di farne rispettare il dettato in termini di salvaguardia della dignità di ciascun Italiano. Libera critica dunque, ma niente volgarità. Punto. Per ora cerchiamo di lavorare con impegno personale perché finalmente, senza tanti piagnistei, ipocrisie e vilenza ma con tanto senso di responsablità, ci sia qualcuno, con la schiena diritta, che dia la certezza a tutti di considerarsi persone libere e con la certezza di una giustizia giusta e soprattutto "responsabile".

Ritratto di Nopci

Nopci

Sab, 02/03/2013 - 09:59

ECCO I PARAMAGISTRATI sono sempre LORO.CHI? I "FETUSI" travaglini SENZA SE E SENZA MA. BELLA GENTE ITALICA!

Ritratto di Ovidio Gentiloni

Ovidio Gentiloni

Sab, 02/03/2013 - 10:05

Da paura! Avrebbe fatto bene Cossiga a farli arrestare tutti. Li ci vuole una rivoluzione totale, drastica, risolutiva. La Grande Fogna della magistratura italiana va disinfettata, sanitizzata e sterilizzata, poi rifondata secondo criteri civili!

Ritratto di Ovidio Gentiloni

Ovidio Gentiloni

Sab, 02/03/2013 - 10:10

Caro Marcenaro, finché una parte politica userá, venedo a sua volta usata, la magistratura per ottenere la distruzione dell'avversario, non ci saranno speranze di soluzione pacifica della questione. È necessario intervenire drasticamente. Tanto, peggio di cosí......

ilPavo

Sab, 02/03/2013 - 10:18

La Giustizia è un'altra cosa ! Peccato che se lo afferma Berlusconi automaticamente si debba dire il contrario, ma se vi documentate sui rapporti di Amnesty International ed altri organismi esteri la magistratura italiana è da fondo classifica del terzo mondo.

barretta gennaro

Sab, 02/03/2013 - 10:20

Franco delp ha ragione . In sostanza questo è il modus operandi e vivendi che si respira nelle aule dei tribunali !

barretta gennaro

Sab, 02/03/2013 - 10:21

Franco delp ha ragione . In sostanza questo è il modus operandi e vivendi che si respira nelle aule dei tribunali !

Robin.Hood

Sab, 02/03/2013 - 10:25

Fossi nella magistratura, non mi limiterei ad indagare sui politici ma anche su chi li vota. Possibile che ci siano ancora tanti imbecilli contenti di farsi rappresentare da un maiale mafioso ladro corruttore piduista pitreista e golpista e dalla sua colossale associazione a delinquere di stampo mafioso? Certo in italia gli imbecilli non mancano (visto che la cultura e l'educazione è formata principalmente dalle nostre televisioni), tuttavia non è possibile che siano tutti così imbecilli, molti di loro devono essere per forza dei farabutti come quelli che eleggono!

Ritratto di 02121940

02121940

Sab, 02/03/2013 - 10:28

Illuminante il primo commento. Un esempio al livello di democrazia a cui ci vuole portare la sinistra finalmente trionfante, orfana di Stalin e sopravvissuta proprio sul terreno del nemico antico. Ma non andrà lontano e il prezzo lo pagheremo noi, anzi già lo stiamo pagando.

wainer

Sab, 02/03/2013 - 10:31

Matteo D'Agostin,o la tartaruga ritrae il collo nel suo carapace per chiudersi nel suo mondo ignorando quello che accade all'esterno! Sappiamo che per farlo uscire (il collo) spesso si deve usare un dito... infilandolo nella parte opposta...vuoi fare la tartaruga per noi, o tieni aperti gli occhi? W.

barretta gennaro

Sab, 02/03/2013 - 10:31

Voglio solo dire che il giorno in cui sarà fatta una vera riforma della Giustizia , l'Italia farà un passo da gigante verso la cosidetta democrazia ....chissà perchè mai mi sto chiedendo se Grillo ha mai parlato di riforma della Giustizia .

barretta gennaro

Sab, 02/03/2013 - 10:32

Franco delp ha ragione . In sostanza questo è il modus operandi e vivendi che si respira nelle aule dei tribunali !

bruna.amorosi

Sab, 02/03/2013 - 10:35

MATTEO D'AGOSTINO invece Travaglio, FELTRI ,(GIOVANE )BARBACETTO .sono delle mammole da odorare vero?? ma perchè non riesci a vedere oltre il tuo naso? solo alle persone ideologiate come te ed i tuoi magistrati credete a quello che dite ..LA MAGISTRATURA IN ITALIA E' IL CANCRO DI TUTTI GLI ITALIANI e non solo x BERLUSCONI e..ti dico una cosa possa provare tu tutto il loro peso di malaffare .

bruna.amorosi

Sab, 02/03/2013 - 10:45

ROBIN . HOOD.vedo con costernazione che sei ancora peggio di quanto si intravedeva nei tuoi precedenti scritti ,però questa volta penso tu abbia esagerato nel giudicare tutta la gente che NON vuole essere assoggettata ad una magistratura corrotta madredi tutto l'arretramento del nostro paese altrimenti saresti il primo a fargli dare tutte le notizie riguardantila sozzeria che c'è in casa dei kompagni .

Ritratto di ludaucr

ludaucr

Sab, 02/03/2013 - 10:49

non capisco. C'è chi, come in questo caso, ti descrive esattamente come va la giustizia in Italia e c'è chi, come questo DAGOSTINO, che vomita insulti, offese, ingiurie etc...Povera Italia, abitata da elementi di tal fatta. Comunque, la botte dà il vini che ha e questo signore in corpo ha solo aceto, di quello rancido!

Ritratto di Ovidio Gentiloni

Ovidio Gentiloni

Sab, 02/03/2013 - 10:54

Robin.Hood, le rivolgo lo stesso augurio che bruna amorosi ha rivolto a matteo d'agostino. Lei è la dimostrazione che l'ideologia puó, anzi sicuramente fa, andare in pappa il cervello. Si legga il fatto e la smetta di romperci le scatole.

supermario46

Sab, 02/03/2013 - 11:12

Scusate, ma sapete dove ci troviamo? in Italia. il paradiso delle caste. Mussolini andò al potere perchè fece una cosa che qualsiasi imbecille capiva: le caste le istituzionalizzò e cambiò loro il nome chiamandole corporazioni, punto. Da allora non è cambiato NIENTE. L'italia continua ed essere piena di imbecilli che le caste le appoggiano come tifoserie a prescindere. Poi quando qualche itagliano (con la g apposta, dispregiativa) si accorge di essere colpito nei suoi interessi, si accoda al primo pifferiaio matto che passa vicino. La caste lottano tra di loro, ed appoggiate dalle tifoserie si maciullano e si assottigliano, vince il più furbo: checchè ne dicano i soloni solo due sono le sopravvissute, una silente non à nemmeno il nome ma hà il notro danaro e lo usa, l'altra è la magistratura ove tutti indistintamente per statuto sono una spanna sopra DIO. Lo scopo è unico, il POTERE ragazzi, mentre qualcuno pensa solo a smacchiare il giaguaro. Buona fortuna!

Ritratto di sgt.slaughter

sgt.slaughter

Sab, 02/03/2013 - 11:40

Matteo D'agostino quelli come te fanno schifo e non meriterebbero neanche la cittadinanza italiana. Evidentemente non hai mai sperimentato cosa significhi difendere i propri diritti in un tribunale o vedere la propria carriera rovinata da un magistrato che.....poverino "sbaglia". Ma a voi comunistoidi fintantochè una parte politicizzata della magistratura perseguita un avversario politico (con il compiacimento del PD ex, si fa per dire PCI) va tutto bene. Ecco perchè la gentaglia come te mi fa vomitare. Ma fattene una ragione, nonostante gli sforzi dei vostri amichetti togati continueremo ad esistere ed a costituire di nuovo la maggioranza di questo martoriato Paese pseudo comunista e, prima poi, riusciremo a riformare questo apparato simbolo di persecuzione politica ed inneficenza. PS: uno dei rapinatori catturati ieri a Roma era "in permesso". W la giustizia!

Ritratto di Nanuq

Nanuq

Sab, 02/03/2013 - 11:51

Matteo D'Agostino: Ottuso idiota, oppure facente parte della casta?

Ritratto di Nanuq

Nanuq

Sab, 02/03/2013 - 12:02

Robin.Hood: caro imbecille grazie per gli insulti (Sempre starò dalla parte del "Berlusconi" del momento), io invece non trovando insulto che ti vada a pennello, mi limito a "pensarti" decorazione occasionale per lampioni (Sai ormai nelle grandi città gli alberi son talmente rari). :-) Ciao rottame.

ugsirio

Sab, 02/03/2013 - 12:17

Questo l'avevamo già capito da soli da anni. Non mi sorprende per nulla. Questa è la ragione per cui lottare contro questa casta è come lottare contro i mulini a vento, visto le protezioni politiche di cui dispongono. Lascio a voi ipotizzare qual è l’unico modo per riformare la magistratura.

SAMING

Sab, 02/03/2013 - 12:25

A MATTEO D'AGOSTINO. da che pulpito vien la predica. Sarà veritiera l'UNITA che ha taciuto e lodato per anni il comunismo che ha sulla coscienza milioni di morti innocenti, sarè veritiera REPUBBLICA che tace costantenmente sui milioni di persone oppresse, uccise, incarcerate nei paesi comunisti moderni. Guareschi vi aveva definiti alla perfezione: trinariciuti.

rossini

Sab, 02/03/2013 - 12:35

Il ritratto della Magistratura Italiana fatto nell'articolo, da uno che, per come si esprime e per i dettagli che riferisce, dimostra di conoscerla intimamente dall'interno, è SCONVOLGENTE. Cari lettori, rassegnatevi, le cose stanno proprio così come le riferisce l'articolo. E questo spiega perchè la Giustizia Italiana è da terzo mondo.

squalotigre

Sab, 02/03/2013 - 12:40

Robin.Hood- Ma non si vergogna almeno un po' nello sparare le enormi fesserie che dice? Dunque, secondo lei, i giudici dovrebbero indagare su chi vota ed esprime liberamente il suo consenso? Crede di vivere a Cuba? Lei ha un'idea della democrazia uguale uguale a quella che aveva Stalin ed il suo fido Procuratore Wishinski. Anche io mi vergogno. La mia vergogna è di respirare la stessa aria che respira lei. Sono anni che dico che alcuni magistrati sono il cancro della nostra Italia. Sono anni che dico che non ci può essere non solo un briciolo di democrazia ma neanche libertà individuale lasciando che ci sia una categoria professionale di funzionari pubblici che hanno vinto un concorso e che si atteggiano a semidei. Funzionari che possono distruggere la vita e l'immagine di chiunque senza rispondere a nessuno del loro operato; funzionari che vengono pagati profumatamente senza recarsi mai in ufficio. Funzionari che giustamente aprono fascicoli ed incriminano coloro che timbrano il cartellino e vanno a fare i loro comodi, e cioè fanno quello che loro fanno abitualmente senza neanche prendersi la briga di timbrare la loro presenza in tribunale. Hanno ridotto la giustizia ad una specie di lotteria nella quale non si ha alcuna certezza del diritto. Giustizia che è stata condannata in tutti i livelli dai tribunali internazionali. Naturalmente la colpa di tutto questo non è della loro categoria che rigurgita di fancazzisti ma della mancanza di personale e di mille altre scuse. Personale che è il doppio di quello degli altri paesi il cui sistema giudiziario funziona in tempi accettabili. Cambi spacciatore. Quello che la rifornisce lo sta turlupinando.

beep

Sab, 02/03/2013 - 12:46

Se nella vita ti è capitato di frequentare, aule di tribunale, sai benissimo cosa succede. Però il nostro parere non conta nulla. Ma che ne parli qualcuno dall'interno è molto importante. Chi si scandalizza di questo è uno che ha degli interessi personali legati al mondo della Magistratura. Attenzione Magistrati i Grillini arriveranno presto anche da voi e saranno cazzi vostri.

Ritratto di ilsaturato

ilsaturato

Sab, 02/03/2013 - 12:59

Quinto, Sesto, Settimo Potere?... Noooo, qui siamo di fronte al micidiale "Potere Assoluto"!!! Quale altro potere, infatti, è così autoreferente, autorigenerante, intoccabile, indestituibile, autolegittimante, e al tempo stesso così male organizzato, così settario, così schierato, così... lazzarone e costosissimo? Ci lasciano giocare con impotenti e inutili "pratiche democratiche" per farci accapigliare tra noi senza porre troppa attenzione sulla dittatura eversiva da loro operata e strettamente controllata. Puoi essere intimamente un bravo magistrato quanto vuoi, ma o ti uniformi e assoggetti alle strettissime "regole non scritte interne" e alle gerarchie palesemente rosse, o finisci alla procura di Lanusei (Ogliastra… vorrei sapere quanti sanno dell’esistenza di questa provincia sarda) a indagare furti di pecore… o peggio, vieni perseguitato e obbligato ad alzare bandiera bianca. Quando è il popolo a doversi disgaziatamente confrontare con magistratura-(IN)giustizia italiane, bisogna ammettere che giudici e pm applicano una democrazia totale; siamo davvero tutti uguali davanti alla Legge… siamo tutti delle nullità (che si sia di sinistra, centro, destra, apolitici…è uguale!), delle “cose” da bistrattare e demoralizzare in ogni modo, siamo trasparenti e indegni di qualsiasi attenzione per minimizzare il danno, siamo un “disturbo” e un “fastidio” che annoia e pretende di distrarli dal loro vero lavoro che è quello di fare carriera (possibilmente anche politica “in prospettiva”) e di lavorare davvero il meno possibilie… Certo, diverso è il discorso quando sul tavolo c’è qualche azione da “soccorso rosso” per insabbiare, lasciare andare in prescrizione, sviare qualsiasi attacco alla politica rossa che ha creato la loro casta intoccabile, oppure (meglio ancora) quando mettono sul tavolo qualche azione mirabolente per “far fuori” (o almeno infangare e delegittimare) un “nemico” delle sinistre. Il problema è che non solo questa intoccabile oligarchia dittatoriale influenza, plasma, indirizza ogni cosa della nostra società, ma anche paralizza le legittime aspettative di giustizia giusta e veloce dalla società economica-civile-lavorativa. Siamo di fronte a una fortezza pesantemente armata e corazzata e in grado di raggiungere e colpire chiunque e dovunque senza dover rendere conto a nessuno; come si può pensare di cambiare lo stato delle cose con le parole e le ridicole e poche armi “democratiche” che ci lasciano benevolmente usare? La fortezza va messa sotto duro assedio quotidiano da tutti, va cannoneggiata e smantellata, e ai suoi occupanti non deve essere più permesso di avvicinarsi a nessuna carica pubblica o politica. Si, lo so, è un sogno destinato a rimanere tale, ma quando non ci sarà più nemmeno un’ ITALIA da manipolare… cosa faranno questi nemici di tutti NOI? Loro sanno benissimo cosa gli succederà…. Per questo non mollano!

ciannosecco

Sab, 02/03/2013 - 13:26

"Robin.Hood"Evidentemente le sfugge il concetto ,direi abbastanza elementare,della parola incensurato.

Robin.Hood

Sab, 02/03/2013 - 14:08

Ma cari Amorosi e Gentiloni, è la prima volta che scrivo, mi sono registrato stamattina (in effetti ho dovuto mettere il pinto fra le due parole perchè senza o con l'underscore, non me lo accettava perchè già presi). Per cui non ho mai scritto altro e non ho alcuna ideologia. Però ho un'IDEA! Un'idea di un paese libero dai malaffaristi, faccendieri corrotti e corruttori del partito dei ladri e anche dai boiardi del partito dei decrepiti: i primi in galera e i secondi all'ospizio, dove entrambi meritano di stare. Eccolo lì il grillino direte voi: e invece no, non l'ho votato, ma sono contento che abbia sottratto 160 poltrone a quelli di cui sopra, riempiendole di giovani e di donne per bene (almeno sono incensurati!). E se riuscirà a ripulire anche il resto del parlamento, alle prossime avrà sicuramente il mio voto e quello di moltissimi altri italiani onesti.

Robin.Hood

Sab, 02/03/2013 - 14:13

SQUALOTIGRE, sei l'unico che non ha colto l'iperbole del discorso e che lo ha preso alla lettera. Evidentemente non fai parte della schiera dei farabutti…

Ritratto di Ovidio Gentiloni

Ovidio Gentiloni

Sab, 02/03/2013 - 14:41

Robin.Hood, ma lei ha letto cosa ha scritto? Indagare chi vota i politici? Tutti coloro che liberamente votano chi non le piace sono rincoglioniti dalla tele? Sempre gli stessi sarebbero farabutti come coloro che hanno votato? Ma è pazzo? Chi si crede di essere? Pensa di essere il Padreterno e di avere la chiave della veritá? Lo conosce il significato di parole come libertá d'opinione, democrazia, rispetto delle opinioni altrui? Con una magistratura criminale come la nostra, che fa piú politica che altro, lei ancora crede ai loro processi, alle loro accuse farneticanti? Si faccia un bagno di realtá prima di vomitare sentenze e giudizi su tutto e su tutti!

Ritratto di Ovidio Gentiloni

Ovidio Gentiloni

Sab, 02/03/2013 - 14:45

Robin.Hood. P. S. Occhio a dare dell'onesto al buon Grillo. Se i magistrati dovessero decidere che non gli sta bene, vedrebbe quanti casini!!! Un ultimo consiglio, anche se non richiesto: non si erga a Essere Superiore e Onesto di fronte ai delinquenti. Potrebbe prendere una colossale cantonata! Non esiste la superioritá antropologica e culturale; né quella dei sinistrati, ne tantomeno quella dei grillini!

bruna.amorosi

Sab, 02/03/2013 - 14:48

allora ROBIN HOOD TI DICO UNA COSA ,PERCHè SE NUOVO NN LO SAI .per 297 metri di terreno quei farabutti dei magistrati mi hanno tenuta in piedi una causa x 22 anni .e quel terreno in più serviva per una coop guarda caso rossa . ,PS HO VINTO IO . adesso a te non sembra strano che un magistrato amico di famiglia assolve VENDOLA dopo e ci sono foto esserci andato apranzo insieme ? sono questi i magistrati che piacciono a te ? bene A ME NO .

Antonio43

Sab, 02/03/2013 - 15:02

Robin.Hood C'è da dire che del nick che ti sei dato non c'è proprio niente. Hai la testa piena di odio, risentimento, sei fuso, tu così non ci arrivi alla pensione. Pensa a quanto guadagna al mese il tuo Ingroia, che adesso cacchio cacchio se ne ritorna in magistratura e magari si fa rimandare in Guatemala con uno stipendio oltre i trentamila € al mese. Sai, ha avuto delle spese ultimamente e a te questi tipi vanno bene vero? Fra un pò arriva la primavera, alzati presto la mattina e vai a passeggiare in collina e cerca di rilassarti! E la sera a letto presto e non leggere più La Repubblica, non vedi che ti fa male!

killkoms

Sab, 02/03/2013 - 15:08

@matteodagostino,disgustato sì! ma dalla tua ignoranza!lo spettacolo descritto,è simile a quanto si vede negli edifici della cssta parlamentare,solo che la ostanziale differenza è che i parlamentari sono eletti e non possono contare su una sicura rielezione,mentre questi vivono così fino a 75 anni!se vogliono.

sale.nero

Sab, 02/03/2013 - 15:09

Caro Iudex, cosa ti ha spinto a 'confessare' quello che tutti già sanno non lo so, ovvero capisco che ti sei reso conto di essere collocato 'border line' nel sistema. Grazie per averci ricordato le miserie di questa civiltà, che tutti condannano ma che alimentano e difendono il sistema.

Robin.Hood

Sab, 02/03/2013 - 15:23

Gentiloni, non si faccia ripetere quello che ho già detto a Squalotigre… lei mi sembra un po' più attrezzato, come pensiero. Io non credo che Grillo sia onesto: credo che sia uno scaltro commediante che è riuscito a farla pagare alla RAI e ai democristo-social-comunisti (oggi tutti in PDL e PD) che l'avevano cacciato, creandosi un palcoscenico ancora più grande. Come clown mediatico devo dire che è l'unico più grande persino del nostro Sempiterno Clown Nazionale. E per questo non mi piace. E per questo non ho votato per il suo movimento. Del resto lui, coerentemente col pensiero del movimento, non era candidato perché è un condannato. E invece il fatto che gli eletti del suo movimento abbiano la fedina penale immacolata come un carabiniere o un bidello di scuola elementare, mi piace. E per questo mi fa piacere che abbiano preso tanti voti. E probabilmente in futuro ne avranno molti di più, e forse anche il mio e, chissà, anche il suo. Quanto alla magistratura, facciamogli prima ripulire il parlamento, a cominciare dal Sommo Padrino, poi, perché no, si potrà ripulire anche lei, la Magistratura, con riforme moderne fatte da persone per bene, senza conflitti di interessi di alcun genere, inclusi quelli che hanno creato problemi alla povera Amorosi. Alla quale però dico di non leggere solo i giornali di una parte sola: rischia di farsi raccontare una montagna di frottole. Almeno le confronti con le frottole che raccontano gli altri, così scoprirebbe che la verità ha più facce.

eureka

Sab, 02/03/2013 - 15:28

Se qualcuno ha conosciuto gente che lavora in Tribunale sa che è esattamente così, meno male che qualcuno di loro ha cominciato a elencarne il malcostume. E' una vita che i togati si portano i fascicoli a casa (che non è il tribunale), ed ogni persona è libera di pensare che questi fascicoli possano venire persi, corretti o sostituiti. Uno in casa propria può fare ciò che vuole in Tribunale no. Si dovrebbe lavorare in Tribunale come in tutti gli altri uffici.

Robin.Hood

Sab, 02/03/2013 - 15:35

Caro Antonio43, Ingroia non è "mio" e sinceramente credo avrebbe fatto molto meglio a restare in Guatemala dov'era. Fra un po' arriva la primavera e io non so dove trovare i soldi per le tasse che servono a ripagare le ruberie degli esponenti del Partito dei Ladri. E non leggo solo Repubblica, ma parecchi altri giornali, blog ed altre cose. Confrontare mi serve a farmi un'opinione MIA. E leggo anche il Giornale: sennò come potrei essere qui?

Ritratto di Zione

Zione

Sab, 02/03/2013 - 15:44

A proposito di Woodcock e della fu inchiesta sulla Motorizzazione (con grande rumore, gravi danni e moltissimi arresti) sarebbe utile che codesta chiarissima Redazione cercasse di sapere come è andata a finire quest’altra maledetta faccenda; visto che dal momento che fu affidata a questo irresponsabile Reazionario (e sciagurato Dissacratore, indegno discendente del “mio” amico Pascariell), quando e chissà per quali oscuri meriti, ottenne il trasferimento alla Procura di Napoli e risvegliò il caso, ingigantendo di colpo il sopito clamore che già aveva fatto il suo decorso, aggiungendo originali provvedimenti coercitivi tesi ad aumentare la sofferenza, soprattutto a qualche povero Cristo che non c’entrava affatto in tale calderone; ma che dovette essere infilato per forza, in base al doveroso ossequio alla Legge del Giudiciume, che va tanto di moda; la quale recita indefessa: “Qualche Arresto in più fa sempre bene, perché fa crescere la Carriera e aumenta l’interesse della notizia …” e si continua di questo passo; con la compiacente partigianeria di asserviti mezzi di comunicazione e del vile e CRIMINALE comportamento di avallo, da parte chi Dovrebbe vigilare e intervenire su cotanto Ludibrio.

Ritratto di Zione

Zione

Sab, 02/03/2013 - 15:54

Ma boja fauss, min-chia; purtroppo quà, fino a che non si farà una seria e rivoluzionaria Riforma della Giustizia POLITICA, il perseguitato Cavaliere (del LAVORO …) a parte il Cielo, resta l’unica SPERANZA che hanno gli Offesi e gli Oppressi di potersi affrancare dalla cancrenosa Piaga della VERGOGNA D’ITALIA (quella turpe Tirannide di certi tristi e indegni magistrati, compagni dell’Alta Scuola (degli Ignoranti di Torino ?) dei Pirla, dei Venduti e dei Traditori) e di poter forse vedere realizzato questo Miracolo. ----- Onde evitare il baratro di un ritorno di fiamma del Caos Sociale o di una latente e naturale Insurrezione Popolare è necessario che l’Antimafia e il CSM che sono enti IMPURI e Inquinati da velenosi Serpenti di grosso calibro, siano rifatti e gestiti con altri criteri, perché così come sono, servono solo a certi Sovversivi Giudicioni per ingrassarsi sfacciatamente e per continuare fare il proprio porco comodo a dispregio e danno dei Derelitti, e dei poveri Cristi che incappano sotto le grinfie di quest’Infame BANDA di Scellerati. ----- Costoro, sfaccimamente minacciano, coartano, Calunniano e SEQUESTRANO le persone per bene a loro “Antipatiche” e arrecano così solo gravi e incommensurabili danni alla già afflitta Nazione; ragion per cui non c’è niente da meravigliarsi se il Presidente EMERITO Silvio Berlusconi continua ad essere stimato, oltre i suoi chiari e grandi meriti di geniale Imprenditore di successo, anche perché è considerato il vessillifero di questa tormentata Giustizia e l’unico in grado di poter fermare (grazie a Dio) quest’Orda di Barbari e Revisionarla (Cialtroni e Felloni permettendo …), che viene perennemente Seviziata da un’Ignobile manipolo della Società dei MALFATTORI Tribunalizi, ben supportata da un assortito battaglione al seguito, composto da Ruffiani scribacchini di amene bischerate o perfide Carognate, compiacenti gendarmi, servili Magnaccioni e affini e tutto questo col silente beneplacito di qualche “Autorità” distratta, compiacente o Fedifraga.

bruna.amorosi

Sab, 02/03/2013 - 15:56

ROBIN HOOD della povera dalla atua madre io non sono povera per niente e guarda caso sono una che non i è fatta mai indottrinare da nessun partito e con la mia veneranda età 86 anni ho votato da pertutto MA MAI VOTERO' COMUNISTA ne ho viste troppe di sozzerie da quelle parti .in quanto a leggere lo sò fare e bene .forse ascrivere no ma so discernere le differenze e prima di mandare a casa uno eletto dalla gente sarebbe il caso che si mettesse in ordine la magistratura .a proposito che ne pensi dato che ti dimostri attento alla legalità di ciòche succede alla banca SENESE?

Robin.Hood

Sab, 02/03/2013 - 16:16

Carissima Bruna, ora che mi hai detto che hai 86 anni mi sei ancora più simpatica (mia madre aveva la tua età) e ritiro il "povera" che non voleva essere offensivo, ma al contrario affettuoso. Votare comunista? E chi te lo ha chiesto? a me la sola parola COMUNISTA mi fa morire dalle risate, mi fa pensare a qualche vecchio col naso rosso e l'occhio spento che passa il suo tempo al bar a giocare a carte. O a qualche signora borghese radical-chic con l'erre moscia. Allora che ne penso del Monte dei Paschi di Siena? Che domande, TUTTI IN GALERA: gli amministratori responsabili di allora, ma non solo. Andrei anche a guardare i loro amici politici: tipo ex sindaco PD e Verdini PDL, che guarda caso quando si tratta di fregarci i soldi diventano temporaneamente amici, e anche quelli dello IOR, che, gratta gratta, con malaffare e mafia c'entra sempre!

eureka

Sab, 02/03/2013 - 16:18

Internet è senz'altro un pozzo di notizie: www.giustiziavera.altervista.org Il n/s Sistema Istituzionale Cosa è questo modello 45 è presto detto. Quando il PM indaga, ha l’obbligo di chiudere le indagini in un tempo predeterminato dalla legge, diverso a seconda dei reati in esame. Al termine del tempo previsto egli ha due possibilità: può chiedere l’archiviazione o chiedere il rinvio a giudizio. Il codice non prevede una terza possibilità: cioè che il PM non chieda nulla. In tal caso il processo è insabbiato per sempre e viene inserito nel cosiddetto modello 45, il modello della denunce non costituenti reato. Sarà quello che succederà per il MpS?

Ritratto di simpatizzante

simpatizzante

Sab, 02/03/2013 - 16:29

Siate clementi!!!!!!!!!!! @ Robin.Hood (benvenuto nella foresta) Non fare caso ai commenti in questa "foresta" vorrebbero che le cose funzionassero in modo equanime per tutti compresi i Magistrati purtroppo così non è. PS. : l'articolo riporta una sfaccettatura di questa societa degradata in cui gli onesti debbono abbozzare per sopravvivere auguriamoci un ravvedimento generale prima che sia troppo tardi.

eureka

Sab, 02/03/2013 - 16:31

E il concorso in magistratura? Al concorso del 2002 un magistrato (non un magistrato qualsiasi si badi; ma un magistrato di CASSAZIONE) venne beccato con le mani nella marmellata, mentre truccava un elaborato; il concorso non è stato annullato; tutta la commissione si schierò a sua difesa; e tutto è finito a tarallucci a vino. Non si poteva certo mandare in galera tutta la commissione di magistrati, professori universitari, ecc., e rifare tutto il concorso. http://www.lavocedirobinhood.it/Articol....ISTRATI Per non parlare dell’ultimo concorso in cui molti concorrenti hanno copiato l’elaborato, nel silenzio e nell’inerzia della commissione, con uno scandalo finito su tutti i giornali, ma che dopo qualche giorno è tornato nel dimenticatoio. Quando la selezione dei futuri magistrati e dei futuri avvocati avviene con queste premesse… che pretendiamo? (copia-incolla dal n/s Sistema Istituzionale-giustizia vera.org)

Amelia Tersigni

Sab, 02/03/2013 - 16:52

Per decidere che un tribunale non era competente, ci hanno messo 7 (dico sette) anni. In una causa durata 20 anni dove si richiedeva, fra le altre cose, un risarcimento per l'occupazione abusiva di un terreno che, prima dell'avvento dell'Euro, era stato valutato 110 milioni di "Lire", è stata chiusa nel 2007 confermando la somma, ma in 110 milioni di...EURO !!!!. Dobbiamo ridere o piangere !?!?.

laura.canu

Sab, 02/03/2013 - 17:04

MATTEO D?AGOSTINO il primo istinto, a leggere il suo post, è stato quello di mandarla aff....eh..già!..perchè avendo lavorato per molti anni in uno studio legale in quel di torino, le cose sopra descritte le conoscevamo tutti ma proprio tutti...

lerioVaC

Sab, 02/03/2013 - 17:16

Ho perso le parole L.L.

Raoul Pontalti

Sab, 02/03/2013 - 18:27

Ma quel iudex in realtà non ha mai visto se non dall'esterno un palazzo di giustizia. Perché non dice come viene realmente promossa l'iniziativa penale in molti casi? con riunioni tra magistrati delle varie procure che assemblano le notitiae criminis dalla lettura dell'Unità e di Repubblica? Gente che va in galera per errore? e quelli che ci finiscono per dolo del magistrato il quale fa il partigiano ideologico? E ancora: le denunce penali che vanno in cavalleria perché coinvolgono, anche solo collateralmente, l'operato negligente di appartenenti alla casta togata? E mi fermo qui perché non ho l'immunità.

Ritratto di Ovidio Gentiloni

Ovidio Gentiloni

Sab, 02/03/2013 - 18:54

Caro Robin.Hood. Vede che spiegandosi ci si capisce meglio? Il suo primo post, se lo rilegga per favore, era un calcio in faccia ai lettori che la pensano diversamente da lei. Man mano che risponde, invece, si inizia a capire meglio il suo pensiero. Se avesse scritto subito bene, magari avremmo evitato noi di arrabbiarci, lei di prendersi delle parole. Comunque, per quanto riguarda gli eletti grillini, si ricordi che è l'occasione che fa l'uomo ladro. Giudichiamoli dopo che avranno assaporato la casta..... Finora molti di loro non sono stati altro che normalissimi cittadini, impossibilitati a fregare alcunché! A parte questo, secondo me Grillo non si è fatto eleggere non perché coerente, ma perché cosí puó fare il diversamente eterosessuale con i deretani dei suoi eletti, rimanendo, esternamente, sempre ben pulito e "verginale";-)

Ritratto di Ovidio Gentiloni

Ovidio Gentiloni

Sab, 02/03/2013 - 19:03

Accidenti, Robin.Hood, continuo a risponderle a pezzi. La magistratura, secondo il mio umilissimo parere, prima di ripulire alcunchè dovrebbe ripulirsi o essere ripulita lei per prima! Una lavastoviglie sudicia non puó lavare piatti e bicchieri!

domenico.fumante

Sab, 02/03/2013 - 19:29

matteo d'agostino mi fai orrendemente schifooooooooooooooooooooo insieme alla casta di cessi che difendi comunista di mer...............................................................

silverio.cerroni

Sab, 02/03/2013 - 19:36

@- Coloro che in un futuro, certamente non prossimo, dovranno pur mettere mano alla riforma della Giustizia, comincino a prendere nota di queste vergogne, che costituiscono un primo spunto utile. Un doveroso ringraziamento va ai bravi giornalisti che ci portano a conoscenza, se mai ve ne fosse ancora bisogno, dell'esistenza di quest'altro malcostume in seno alla macchina dello Stato.

killkoms

Sab, 02/03/2013 - 19:48

@eureka,ha ragione!il modello 45 è un vero e proprio dimenticatoio,anche perchè quel che vi è vergato rimane segreto!

Valerio64

Sab, 02/03/2013 - 21:05

Certo che i potentati che contano hanno ordito proprio un bel cavallo di Troia con il Mov.5stelle al loro soldo: relativisti e stile new age, comunisti e anticristiani al midollo.I Cattolici che lo hanno votato saranno presto belle cornuti,mazziati e relegati...nelle catacombe moderne!

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Dom, 03/03/2013 - 07:09

E lì in mezzo, nemmeno l'ombra di un mafioso? E poi, chi è il Presidente del CSM?

guidode.zolt

Dom, 03/03/2013 - 07:58

Altrochè se ci vuole Grillo...per non dire qualcosa di peggio...! e pure velocemente!!! La magistratura va prima smontata e poi ricostruita dalle fondamenta con regole nuove e ci vuole una ramazza grande, grande!!!

gicchio38

Dom, 03/03/2013 - 09:17

CHE BELLA VITA E CHE SITUAZIONE ASSURDA. EPPURE LA COSTITUZIONE PONE QUESTA "ORDA" NEL POTERE "ESECUTIVO", MA ESSI SE NE STRAFOTTONO E SI SONO COLLOCATI DI "PREPOTENZA" NEL POTERE "DIRETTIVO" AL COMANDO DI TUTTI E DI TUTTO, COME DIO IN TERRA PRATICAMENTE. QUANTO DURERA' ANCORA QUESTA STORIA? QUANDO FINIRANNO DI ESSERE ELETTI PRESIDENTI DELLA REPUBBLICA CON IDEE COMUNISTE. SPERIAMO CHE SIA LA VOLTA BUONA QUESTA E CHE IL SIGNORE IMMENSO E POTENTE NON CI COSTRINGA A SOPPORTARE OLTRE OGNI LIMITE DI SOPPORTAZIONE.

Ritratto di pietrom

pietrom

Dom, 03/03/2013 - 16:03

Se e' vero che solo una parte della Magistratura si comporta come un terzo potere abusivo, mi aspetto in un prossimo futuro di vedere molti altri magistrati scrivere articoli simili. E mi basta lo pseudonimo.

nalegior63

Dom, 03/03/2013 - 20:35

matteo si vede chiaramente che sei uno di quelli....meriteresti la forca si ma sui piedi intendo ti deve far male ogni giorno neghi cio che oramai tutti sanno poi dopo un po te la infilo io personalmente dalla parte del manico maledetto parassita

Pitocco

Dom, 10/02/2019 - 23:54

Attenzione, non è stato detto che una minima parte di questa combriccola di manigoldi. Se a loro aggiugiamo anche quella dei cancellieri allora potremmo andare a scopa, ma manca ancora qualcosa...