Così gli ex Pci condizionano le procure

Inchieste insabbiate, politici protetti, giudici trasferiti: le anomalie da Nord a Sud nel libro "Tramonto rosso"

Il Pd e i suoi scandali, dal nord al sud d'Italia, dentro e fuori le Procure. Abusi, tangenti, speculazioni edilizie, scalate bancarie, interessi corporativi nel sistema sanitario, magistrati scomodi isolati, intimiditi, trasferiti. Potenti di turno miracolosamente soltanto sfiorati da certe indagini.

È un libro che farà discutere quello scritto da Ferruccio Pinotti, giornalista d'inchiesta autore di numerosi libri di indagine su temi scomodi, e Stefano Santachiara, blogger del Fatto. Atteso e temuto Tramonto rosso, edito da Chiarelettere, sarà in libreria a fine ottobre, nonostante le voci di un blocco, smentito dagli autori, e dopo un piccolo slittamento (inizialmente l'uscita era prevista a giugno 2013) dovuto, pare, ad un capitolo particolarmente spinoso su una forte influenza «rossa» che agirebbe all'interno di uno dei tribunali più importanti d'Italia, quello di Milano, dove indagini che imboccano direzioni non previste non sarebbero le benvenute mentre altre troverebbero la strada spianata. Il libro presenta un ritratto della classe politica di centrosinistra, quella che si dichiara pulita e pronta a prendere in mano le redini del Paese, ma che è sempre la stessa. Stessi nomi, stesse beghe, stessi affanni.

Un partito, il Pd, per niente diverso dagli altri nonostante si proclami tale. Gli uomini chiave della sinistra troveranno molte pagine dedicate a loro. Ce n'è per tutti. Per il tesoriere dei Ds Ugo Sposetti, che ha blindato in una serie di fondazioni il «patrimonio comunista» prima della fusione con la Margherita, per l'ex componente della segreteria di Bersani, Filippo Penati, accusato di corruzione e di finanziamento illecito, per l'ex tesoriere della Margherita Luigi Lusi, che avrebbe fatto sparire 22 milioni di euro di fondi elettorali. Gli autori passano dagli abusi edilizi e dalle infiltrazioni mafiose nell'Emilia rossa al pericoloso rapporto della sinistra con gli istituiti bancari, da Unipol a Monte dei Paschi.

Molto è stato scritto sulla scalata Unipol-Bnl, sulla partecipazione ai vertici Ds e sul sequestro di 94 milioni di euro di azioni di Antonveneta disposto nel 2005 dal gip Clementina Forleo. Poco si sa, invece, su cosa è accaduto dopo al giudice che si è trovato tra le mani un fascicolo con i nomi di pezzi molto grossi del Pd. «Tramonto rosso» riordina alcuni fatti e segnala circostanze, talvolta inquietanti, che certamente fanno riflettere. Come le gravi intimidazioni subite dalla Forleo, le minacce, gli attacchi politici, le azioni disciplinari, l'isolamento. Fino al trasferimento per incompatibilità ambientale, nel 2008, poi clamorosamente bocciato da Tar e Consiglio di Stato. Il tutto nel silenzio dei colleghi per i quali i guai del gip erano legati al suo brutto carattere e non certo ai suoi provvedimenti sulle scalate bancarie. «Questa pervicacia contra personam è l'emblema dell'intromissione politica nella magistratura», si legge nel testo.

Gli autori approfondiscono poi il noto salvataggio operato dalla Procura di Milano nei confronti di Massimo D'Alema e Nicola Latorre, descritti dalla Forleo nell'ordinanza del luglio 2007, finalizzata a chiedere il placet parlamentare all'uso delle telefonate nei procedimenti sulle scalate, come concorrenti del reato di aggiotaggio informativo del presidente di Unipol Gianni Consorte. Con la Forleo, sempre più nel mirino, oggetto di riunioni pomeridiane in cui alcuni colleghi milanesi avrebbero discusso la strategia contro di lei, come rivelato dal gip Guido Salvini.
Per trovare un altro esempio di come riescono ad essere minimizzate le inchieste che coinvolgono il Pd basta scendere a Bari. Qui a fare le spese di un'indagine scomoda su alcuni illeciti nel sistema sanitario regionale è stato il pm Desirèe Digeronimo, duramente osteggiata dai colleghi fino al trasferimento.

Commenti

umberto nordio

Dom, 15/09/2013 - 09:26

Dai palazzi di giustizia emana un fetore perfino superiore a quello dei palazzi della politica.

Ritratto di 02121940

02121940

Dom, 15/09/2013 - 09:30

Mi sono già rovinato il fegato qualche anno fa leggendo "La casta" di Stella e Rizzo. Vedrò se sia il caso di dare una nuova botta alla salute per avere un’altra testimonianza di quanto già tutti sappiamo per conoscenza "deduttiva ed epidermica".

Ritratto di Scassa

Scassa

Dom, 15/09/2013 - 09:57

scassa Domenica15settembre Che strano ,neppure un commento !!!!! Evidentemente l'argomento non essendo di alta letteratura o di alta finanza,non interessa o non viene recepito come interessante . Sig.Feltri ,per favore ,faccia anche lei un copia incolla e introduca una B in qua e la ,altrimenti ........ci addormentiamo !

gigi0000

Dom, 15/09/2013 - 10:00

Ne ho prova e documenti dell'inerzia di taluni magistrati nei confronti di fatti che coinvolgerebbero i SINISTRI BUFFONI. Ho presentato le denunce circostanziate e documentate, ho ricorso contro la proposta d'archiviazione, ove fosse il caso, ma le indagini proseguono anche dopo 2, 5, 6, 12 anni, cioè sono state insabbiate. Qualcuno che conosco è anche ricorso alla Corte d'Appello per l'avocazione, ma nessuna risposta è mai giunta, qualcun'altro ha addirittura interessato il tribunale dei giudici, per stigmatizzare l'incomprensibile indifferenza dei magistrati, ma non è successo niente. Conclusione, quando è possibile, dobbiamo farci giustizia da soli, altrimenti dobbiamo subire la doppia ingiustizia, quella del fatto-reato e quella dei giudici cialtroni.

millycarlino

Dom, 15/09/2013 - 10:01

Ve lo dico io come funziona il sistema: fanno far carriera agli incompetenti, pur che siano coministi ed anzitutto anti berlusconiani, il che è un tuttuno. Milly Carlino

HoIlMonitorSpento

Dom, 15/09/2013 - 10:09

sì certo, è tutto un gomblottone!1!!1!!!

LAMBRO

Dom, 15/09/2013 - 10:10

FINALMENTE QUALCUNO CHE RIVELA L'INTRIGO FRA PCI-PDS-DS-PD E LA MAGISTRATURA!!! COMPLIMENTI AVETE UN BEL CORAGGIO!! MPS DOCET!!

cast49

Dom, 15/09/2013 - 10:13

niente di nuovo, queste sono le anime belle komuniste...non vedo l'ora di leggere Tramonto rosso, si preparino i disgraziati del forum.

terzino

Dom, 15/09/2013 - 10:14

Strano che ci si accorge solo ora. Tutti come le tre scimmiette: non vedo, non sento e non parlo.Insabbiare, sminuire, non parlare, mistificare e possibilmente scaricare le responsabilità sugli altri.

unosolo

Dom, 15/09/2013 - 10:15

purtroppo sono cose che pochi notano , sappiamo benissimo e non da ora che per aggiustare qualcosa a volte basta ungere l'ingranaggio giusto , ho espresso il mio pensiero ,cattivo, tempo dietro , dicendo che i sessantottini sono ai vertici , cioè coloro che militavano nei vari gruppi politici estremisti di sx , oggi hanno praticamente in mano alcune procure , almeno questo traspare dalle sentenze scandalose , per noi che le apprendiamo da ignoranti , ma comunque strane e si notano differenze di trattamento tra i vari personaggi , chi esce pulito per ritardi , chi per cavilli , insomma altri pagano per quelli cattivoni , ovviamente non tutte le procure o quelli che occupano quei posti sono schierati ma non possono contrastare ormai quel sistema che decide chi e dove spostare a seconda del personaggio .Sarebbe il caso di far riprendere la vera strada alla giustizia tutta.

LAMBRO

Dom, 15/09/2013 - 10:18

DITTATURA ROSSA!!! ALTRO CHE TRAMONTO!

paomoto

Dom, 15/09/2013 - 10:23

Un altro libro da comprare e leggere, come quello di Stefano Livadiotti "Magistrati l'ultracasta". (Senza dimenticare l'ultimo lavoro di G. Pansa "Sesso Sangue Soldi".

honhil

Dom, 15/09/2013 - 10:32

Forse sarebbe meglio dire: Così le procure, i figli dell’ex Pci e la cosiddetta stampa libera condizionato l’Italia.

LAMBRO

Dom, 15/09/2013 - 10:37

DIMENTICAVO!!! NON VEDO L'ORA DI COMPRARLO PER FARE IL PAIO CON ""IL LIBRO NERO DEL COMUNISMO"" CHE CONSERVO GELOSAMENTE!!

Ritratto di 02121940

02121940

Dom, 15/09/2013 - 10:43

Riprovo. Vedremo se arriverà in libreria. Da alcuni nomi e fatti qui citati si può dedurre che forse lo bloccheranno prima?

Ritratto di Gimand

Gimand

Dom, 15/09/2013 - 10:59

Perché "Tramonto"? Visto e considerato che ormai i "rossi" controllano tutti gli snodi più importanti della Pubblica (mal)amministrazione italiana, quindi anche la magistratura, si dovrebbe parlare di "Alba rossa" o "bel sol dell'avvenire". Altro che tramonto.

Ritratto di Zione

Zione

Dom, 15/09/2013 - 11:07

Compagno, Io Fatico e Tu Magni !!!

killkoms

Dom, 15/09/2013 - 11:15

ai comunisti piace vincere facile,spalleggiati da un'ipocrita magistratura spietata con gli altri,e garantista con loro!

neta942

Dom, 15/09/2013 - 11:25

ANDIAMO TUTTI A FIRMARE PER IL REFERENDUM INDETTO DAI RADICALI SULLA GIUSTIZIA

tonipier

Dom, 15/09/2013 - 11:31

" L'ERRORE DEL GIUDICE" In nessun caso la incapacità può essere addotta od assunta come motivo di giustificazione dell'errore del giudice. Un giudice incapace non può essere mantenuto in servizio, ma deve immediatamente essere rimosso dall'ufficio.... ( COME AVVIENE IN ITALIA). L'esempio del Sud Africa, dove la magistratura è eccezionalmente seria e preparata perchè sottoposta alla epurazione degli incapaci, dovrebbe essere almeno ogni tanto imitato in Italia dove vi è assoluto bisogno di igiene morale e sociale.

tonipier

Dom, 15/09/2013 - 11:31

" L'ERRORE DEL GIUDICE" In nessun caso la incapacità può essere addotta od assunta come motivo di giustificazione dell'errore del giudice. Un giudice incapace non può essere mantenuto in servizio, ma deve immediatamente essere rimosso dall'ufficio.... ( COME AVVIENE IN ITALIA). L'esempio del Sud Africa, dove la magistratura è eccezionalmente seria e preparata perchè sottoposta alla epurazione degli incapaci, dovrebbe essere almeno ogni tanto imitato in Italia dove vi è assoluto bisogno di igiene morale e sociale.

vince50_19

Dom, 15/09/2013 - 11:32

Comprerò anche questo libro di sicuro interessante. Sperando che certi "timorosi rossi" non si diano da fare per comprare tutte le copie e farle sparire dalla circolazione. Lo hanno già fatto in passato e continueranno a farlo in futuro. A Napoli definirebbero sti personaggi omm'e lota o mota o 'e mmmmm...

Ritratto di rapax

rapax

Dom, 15/09/2013 - 11:39

non poteva essere così tutto quello che la sinistra tocca diventa merda!

doris39

Dom, 15/09/2013 - 11:51

Chi ricorda la vicenda Forleo-Finocchiaro? Ecco un pro memoria. Anna Finocchiaro (capogruppo Pd al Senato, magistrato in aspettativa) ha querelato il gip di Cremona, Clementina Forleo (...). La Forleo a sua volta ha denunciato la Finocchiaro per calunnia. (...)La vicenda riguarda un “summit” che si è tenuto il 6 giugno 2007 nell’ufficio della Finocchiaro. L’incontro è stato raccontato da Ferdinando Imposimato – ex senatore Ds ed ex magistrato – in due verbali ai magistrati di Brescia. Fu un incontro – dice Imposimato – in cui si decise di inviare un’ispezione ministeriale alla procura di Milano, il cui fine nemmeno tanto coperto era quello di mettere sotto procedimento disciplinare per “incompatibilità ambientale” l’allora gip di Milano, Forleo, che si stava occupando delle famose scalate bancarie dei “furbetti del quartierino”.l’allora procuratore aggiunto di Milano, Edmondo Bruti Liberati, avesse sentito l’impellente bisogno di scrivere (online, nelle mailing list dei magistrati) un duro quanto inopportuno commento contro la pronuncia del Tar Lazio che dava ragione alla Forleo e sconfessava il Csm che l’aveva cacciata da Milano e trasferita a Cremona (immaginate se una cosa del genere l’avesse fatta un altro, o la stessa Forleo)(http://www.stampalibera.com/?p=17576) E poi i comuni mortali dovrebbero fidarsi di certa Magistratura? No.Grazie

moshe

Dom, 15/09/2013 - 11:53

Hanno scoperto l'acqua calda!

Ritratto di Ignazio.Picardi

Ignazio.Picardi

Dom, 15/09/2013 - 11:55

Desidero ricordare che anche prima D'Alema - Occhetto uscirono indenni dall'interrogatorio di Roma piazzale Clodio (se non sbaglio ) ma quello che fu determinate che "un signore d'alto rassicuro la coppia di andare tranquilli, questo era Scalfaro ). Comunque quello più sorprendente CHE QUESTI SIGNORI SIANO SEMPRE PRESENTE IN OGNI LEGISLATURA DAI TEMPI E DEI TEMPI, SEMBRANO CHE ABBIANO LA COLLA SOTTO IL CULO QUANDO SI SIEDONO IN PARLAMENTO. Quello che leggo in questo paragrafo è veramente grave, mi piace riportarlo:-->> Gli autori approfondiscono poi il noto salvataggio operato dalla Procura di Milano nei confronti di Massimo D'Alema e Nicola Latorre, descritti dalla Forleo nell'ordinanza del luglio 2007, finalizzata a chiedere il placet parlamentare all'uso delle telefonate nei procedimenti sulle scalate, come concorrenti del reato di aggiotaggio informativo del presidente di Unipol Gianni Consorte. Con la Forleo, sempre più nel mirino, oggetto di riunioni pomeridiane in cui alcuni colleghi milanesi avrebbero discusso la strategia contro di lei, come rivelato dal gip Guido Salvini. Per trovare un altro esempio di come riescono ad essere minimizzate le inchieste che coinvolgono il Pd basta scendere a Bari. Qui a fare le spese di un'indagine scomoda su alcuni illeciti nel sistema sanitario regionale è stato il pm Desirèe Digeronimo, duramente osteggiata dai colleghi fino al trasferimento.

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Dom, 15/09/2013 - 12:07

Io, mi meraviglio dei 15 commenti pubblicati su questo Blog nessuno é dei Komunisti che difendono sempre il partito piu ladrone e criminale d,Italia?, ma dove sono i signori del "non poteva non sapere?", certo queste persone Hanno la faccia peggio delle puttane anche se le puttane sono piu sincere dei sinistronzi che infestano questo Blog, ma io ho il dubbio che i vari xgerico, Luigi lopiscio, Paul vara, maxmello e birocco lo sciocco; con tutti i loro associati vengono pagati per pubblicare su questo Blog le loro cazzate é bugie, ma sia quel che sia questi individui non potranno mai farci cambiare opinione sui Komunisti Italiani che sono i piu disonesti del Mondo, per i "signori" Komunisti citati sopra non ci saranno mai i processi come per Berlusconi vero? AH! IO DIMENTICAVO I KOMUNISTI ITALIANI HANNO TUTTI L;AUREOLA DI SANTI RILASCIATA DALLA PROCURA DI MILANO!!!!.

mzee3

Dom, 15/09/2013 - 12:21

gigi0000 Non faccia il solito cialtroncello! Faccia i nomi e cognomi e poi si firmi con il suo vero nome e cognome, le verrà chiesto di dare conto e se ha ragione verrà assolro altrimenti farà la fine di Sallusti. Un calunnioso!

Massimo Bocci

Dom, 15/09/2013 - 12:24

Come il PCI, COMUNISTI VETERO, IL REGIME 47!!! Son un ex, non ERA LA GIUSTIZIA VERA,TERZA,IMPARZIALE,a diventare EX!!! Cioè mai conosciuta In questo regime DI MERDE!!! COMUNISTE, una desaparecidos,profuga,esule,prescritta a uso e consumo COMUNISTA!!

Ilgenerale

Dom, 15/09/2013 - 12:24

Solo i sinistri fanno finta di non vedere! La verità e' sotto gli occhi di tutti! L'errore e' stato togliere l'immunità parlamentare, va ripristinata subito.

mzee3

Dom, 15/09/2013 - 12:32

gigi0000 Non faccia il solito cialtroncello! Faccia i nomi e cognomi e poi si firmi con il suo vero nome e cognome, le verrà chiesto di dare conto e se ha ragione verrà assolro altrimenti farà la fine di Sallusti. Un calunnioso!

mzee3

Dom, 15/09/2013 - 12:32

gigi0000 Non faccia il solito cialtroncello! Faccia i nomi e cognomi e poi si firmi con il suo vero nome e cognome, le verrà chiesto di dare conto e se ha ragione verrà assolro altrimenti farà la fine di Sallusti. Un calunnioso!

mzee3

Dom, 15/09/2013 - 12:32

gigi0000 Non faccia il solito cialtroncello! Faccia i nomi e cognomi e poi si firmi con il suo vero nome e cognome, le verrà chiesto di dare conto e se ha ragione verrà assolro altrimenti farà la fine di Sallusti. Un calunnioso!

tiro

Dom, 15/09/2013 - 12:41

Credo che sia importante rimarcare i retroscena di un’indagine, ostacolata per tempo e a dovere, sugli illeciti del sistema sanitario pugliese, il quale, è giusto rammentare, ha anche prodotto un’insolita vicenda processuale, raccapricciante in uno stato di diritto, con un’assoluzione che ha come protagonisti amici degli amici! Conosciamo l’imputato e il giudice. Ebbene mi sento di affermare che episodi di questa natura dalle nostre parti, nella mia terra fatta di amici degli amici, sono diventati purtroppo “normale consuetudine”. Quasi tutti i Palazzi amministrativi sono diventati luoghi in cui gli illeciti sono deducibili respirando la sola aria, viziata, che circola nelle varie stanze dirigenziali, e degli amministratori. Non è casuale se a qualsiasi ora ti capita di vedere imprenditori e pusher aggirarsi con borse 24 ore presso abitazioni o domicili eletti, per recapitare il "vil malloppo", corrispettivo della truffa pubblica. Gare pubbliche assegnate prima dello stesso bando di gara; reiterati accomodamenti, in barba agli atti pubblici, durante le fasi esecutive dei lavori appaltati con il beneplacito di funzionari e dirigenti molto acquiescenti evidentemente con gli amministratori e gli appaltatori. Tutto questo procede in maniera spedita e con la massima tranquillità da parte di questi attori “delinquenti”. Ma c’è di più una tantum va in scena qualche blitz delle forze dell’ordine le quali assalgono militarmente gli uffici pubblici sequestrando documenti e computer, ma misteriosamente dell’ardita azione non si sa più nulla, perché il tutto s’infrange contro il muro del silenzio sinistrorso. Domanda. Come mai dinanzi a questo “inspiegabile silenzio” predomina l’atteggiamento silente dei magistrati delle Procure? Come mai molti PM perdono l’ardire della parola e della chiacchiera di popolo? Forse solo nell’ordinario (per ordinario s’intende ovviamente tutto ciò che non riguarda Silvio Berlusconi) si esercita l’operato silente dei giudici? E allorquando assistiamo attoniti alle eiaculazioni verbali di certi giornalisti perbenisti puritani, della solita sinistra comunista, che sulla vicenda Berlusconi, rivendicano purezza trasparenza e pulizia, mi chiedo, come mai questi mestieranti del giornalismo ideologicamente puro e casto non agiscono con la stessa onestà intellettuale per denunciare questi episodi sconcertanti che prescindono dalle regole della legalità?. Guardate, non ci vuole mica tanto impegno per carpire e sviscerare fatti e misfatti di cui sopra. Ad esempio come è concepibile l’atteggiamento intransigente di questi opinionisti della morale sulla questione del reato pregresso alla legge Severino in vigore dal 2012 (chiaramente contro la causa Berlusconi) con l’atteggiamento indifferente invece nei confronti dell’assoluzione emessa da un giudice amica dell’imputato (ovviamente di sinistra e entrambi beoni). Il problema evidentemente di questi indefessi moralisti dell’ipocrisia, è che i giudizi sono condizionati dell’appartenenza politica degli individui chiamati in causa; quando i protagonisti sono di sinistra tutto è lecito e tutto è normale, quando i protagonisti sono di destra tutto è illecito, tutto è di matrice mafiosa. Fate pena, siete solo servi e schiavi dell’asse malefico costituito dalla “politica di Centrosinistra e dalla Magistratura democratica ”. Vergognatevi!

Ritratto di PAYBACK59

PAYBACK59

Dom, 15/09/2013 - 13:08

A LUIGIPISIO E KOMPAGNI GLI SI E' ROTTO IL PC.......NESSUN COMMENTO !!!!! O VUOI VEDERE CHE FACENDO NOMI E COGNOMI DI POLITICI DI SX PROTETTI DALLE PROCURE ROSSE LA COSA DIVENTA FASTIDIOSA ???????

Ritratto di manasse

manasse

Dom, 15/09/2013 - 13:18

mi chiedo e vi domando ma come abbiamo fatto tutti noi di cdx lasciare che questi fottuti COMUNISTI abbiano avuto la possibilità di impossessarsi della scuola della magistratura e di tutto e di più coop in primis

Ritratto di Reinhard

Reinhard

Dom, 15/09/2013 - 13:20

La Forleo... Porella, le sono morti i genitori in uno "strano" incidente d'auto... Anche lei ha avuto uno "strano" incidente d'auto dal quale si è salvata per miracolo. Copio-incollo... (su internet c'è tutta la storia). [Potrebbe essere un incidente come tanti altri. E invece e' un sinistro sospetto perche' è preceduto da inquietanti segnali, da lettere, da telefonate anonime, da danneggiamenti che si sviluppano secondo questo impressionante crescendo: 5 maggio 2005: viene distrutta una villa di campagna dei Forleo a Francavilla Fontana; 20 giugno 2005: viene incendiato l'intero raccolto di foraggio dell'azienda agricola di famiglia; 21 luglio 2005 la Forleo riceve una lettera in cui si dice: "Andrai dietro la bara dei tuoi genitori. E poi toccherà anche a te". Il 25 agosto 2005, appena 34 giorni dopo, l’incidente stradale mortale, praticamente profetizzato. Se l'auto della Forleo non avesse avuto l'air bag sarebbe stato profetizzato anche il secondo incidente stradale quello occorso venerdì 4 dicembre u.s. Ma d'altra parte è facile essere profeti di sventure quando si fa parte dei servizi segreti paralleli. ] Ovviamente nessuno ha indagato.

rossini

Dom, 15/09/2013 - 13:25

Il rimedio c'è ed è a portata di mano di tutti. Una seria legge sulla responsabilità civile dei magistrati. Ricordate, la responsabilità civile per i magistrati è come l'aglio per i vampiri!!! Andate tutti a firmare i referendum dei Radicali sulla Giustizia Giusta. Fra quei referendum c'è anche quello che mira a ripristinare una seria responsabilità civile nei confronti dei magistrati che, con colpa grave, sbagliano procurando ai cittadini danni insopportabili, irreparabili, ingiustificabili.

Ritratto di llull

llull

Dom, 15/09/2013 - 13:37

Io ricordo un giovane magistrato a La Spezia, tale Cardino, che stava indagando su dei politici (si capì che erano di sinistra). Lo misero sotto accusa disciplinare semplicemente per aver fatto delle dichiarazioni alla stampa "senza valutare le incertezze che avrebbero provocato nel Paese". Chiaramente si trattava di un pretesto ma la conseguenza fu che evidentemente l'inchiesta fu insabbiata nel senso che chi come me aspettava clamorosi sviluppi rimase con un palmo di naso perché non se ne seppe più nulla. Che fine poi abbia fatto tale Cardino poi lo ignoro. Mi chiedo poi se adoperando lo stesso metro usato con Cardino, quanti magistrati sarebbero dovuti finire sotto inchiesta per le dichiarazioni rese alla stampa?

agosvac

Dom, 15/09/2013 - 13:37

Credo che bene farebbero questi due autori a trasferirsi, per tempo, in altro paese del mondo civile, prima di essere o suicidati o inquisiti!!!

Ritratto di thunder

thunder

Dom, 15/09/2013 - 13:44

in Francia tempo fa si sono sono i c.....i e hanno fatto un po di pulizia. Se aspettate che qualcuno lo faccia per voi state freschi. buona giornata.

agosvac

Dom, 15/09/2013 - 13:47

Egregio mzee3, perchè non dà il buon esempio e si firma lei stesso con il suo vero nome???

cammi21

Dom, 15/09/2013 - 14:04

Il problema di questa disgraziatissima Nazione sta nel fatto che almeno almeno un terzo degli aventi diritto, poveri idioti, votano, a prescindere, questi stramaledetti rossi. Gente livorosa, con il cervello annebbiato dalle menzogne e dagli occultamenti delle verità abilmente orchestrate da quella gentaglia che, al confronto, totò riina appare un dilettante. CHI VOTA A SINISTRA E' UN NEMICO DEGLI ITALIANI!!!!!!!!!!!!

Ritratto di thunder

thunder

Dom, 15/09/2013 - 14:23

basta uscire dall'Italia per rendersi conto,che siamo il paese con la percentuale di lobotizzati che votano ancora a sx, gente che non ha un minimo di ragionamento proprio!

giovanni PERINCIOLO

Dom, 15/09/2013 - 14:57

x mzee3. Invece di dire agli altri di firmarsi con nome e cognome perché non dai il buon esempio?? tra l'altro lo pseudoino dietro cui ti nascondi in swahili sta normalmente per "vecchio saggio" e tu di saggio direi che non hai proprio nulla, solo tanta arroganza!

Ritratto di giangilo

giangilo

Dom, 15/09/2013 - 17:01

Bisognerebbe scrivere di piu', far sapere a tutti e dico a TUTTI cosa succede. Il presidente della repubblica, c'e' oppure interessa solo quello che gli pare?

claudio faleri

Dom, 15/09/2013 - 17:04

sono 50 anni che fanno i meravigliosi io capisco i ruffiani che ci guadagnano a dare voce alle lo c...........e, non capisco gli schiavi creduloni che da 50 anni lo prendono in c........o

claudio faleri

Dom, 15/09/2013 - 17:05

umberto nordio, semplicemente stupendo quello che dici

linoalo1

Dom, 15/09/2013 - 17:22

Bisognerebbe che questo libro fosse regalato atutti i Comunisti ed i suoi sostenitori con l'obbligo di leggerlo ad alta voce!Perchè?Perche,forse,è l'unico modo per sovrastare la potenza del lavaggio del cervello a cui sono stati sottoposti da quando sono nati!Lino.

giovanni PERINCIOLO

Dom, 15/09/2013 - 18:06

Nulla di nuovo sotto il sole per chi non é obnubilato dalla malafede partitica e dai troppi anni di passiva obbedienza totale alle dichiarazioni/ingiunzioni del partito, unico dispensatore di «verità» assolute «democraticamente» non discutibili ma doverosamente imposte/accettate come dogmi di fede! Purtroppo anche questa volta sono sicuro che i trinariciuti, benché un co-autore sia uno dei blogger del Fatto, negheranno l’evidenza e dichiareranno che si tratta di «fango» lanciato da Il Giornale. Il Fatto e il co-autore non verrano neanche citati e la solita stampa «democratica», corriere della sega in testa, ignoreranno del tutto la notizia e il libro. Non sia mai detto che qualcuno osi rivelare ai trinariciuti la cruda verità, primo perché sono troppo ottusi per recepirla e secondo perché non sono ancora pronti a usare, una volta tanto, il loro cervello in modo autonomo! Tanto che saranno in circolazione fini pensatori alla luigipiso, eso71, hotmilk73, giovanni70zz e via elencando non ci sono grandi speranze per questa povera Italia!

killkoms

Dom, 15/09/2013 - 20:51

@umberto nordio,la classe politica può essere cambiata col voto;quella giudiziaria no!

killkoms

Lun, 16/09/2013 - 10:20

@giovanniperinciolo,forse è solo vecchio,il che non è un offesa, però rispetto al passato la vecchiaia non ngarantisce automaticamente la saggezza!