Pdl, ecco chi si smarca dal Cavaliere

Incontro top secret: Alfano, Cicchitto, Gasparri, La Russa e Quagliariello pronti a isolare l'ex premier. Letta: ormai Silvio ha deciso. Il nodo dello Statuto: tocca al segretario presentare le liste

La specialità sono crudi e primi di pesce, ma per i cinque commensali seduti lunedì sera alla Pescheria Rossini di Roma il menu deve essere stato decisamente più indigesto. A cena nel cuore dei Parioli, infatti, Alfano, La Russa, Cicchitto, Gasparri e Quagliariello discutono a lungo delle contromosse da mettere in campo per cercare di arginare un Berlusconi con cui i rapporti sono ormai ai minimi termini. Un Cavaliere che sentono sempre più distante e che con i suoi mille stop and go ha abbondantemente usurato i vertici del Pdl. Una serata che doveva restare top secret, tanto che siccome «a via dell'Umiltà ormai parlano anche i muri» si decide non solo di non vedersi al partito ma pure di evitare il troppo centrale ristorante Archimede. Appuntamento ai Parioli, lontani - anche se inutilmente - dai Palazzi della politica.

Si parla soprattutto di legge elettorale, perché quello potrebbe essere il grimaldello per provare a disinnescare un Cavaliere sempre più deciso ad andare per la sua strada. Gasparri e Quagliariello - che al Senato si stanno occupando in prima persona della pratica - sono convinti che il Pdl debba votare la reintroduzione delle preferenze, in modo da mettere un freno all'ex premier al momento della costituzione delle liste. È chiaro, infatti, che sarebbe più difficile calare candidati dall'alto - come piace alle segreterie di tutti i partiti - anche se poi, ed è questa l'obiezione che fa un Berlusconi decisamente contrario, ci si mette in mano ai tanti Fiorito che i voti se li vanno a prendere in modo non certo ortodosso. Una guerra di posizione che, ipotizza qualcuno a via dell'Umiltà, si potrebbe risolvere con una sorta di blitz, andando al voto a Palazzo Madama nonostante la contrarietà del Cavaliere. Il quale, però, monitora la situazione, non perde occasione di chiamare al telefono alcuni senatori di cui si fida e, infine, giusto per evitare sorprese, decide di scendere a Roma e convoca per oggi a Palazzo Grazioli i vertici di via dell'Umiltà. Sul tavolo riforma elettorale e soprattutto l'election day.

Sul primo punto Berlusconi dovrebbe essere netto e respingere pure i tentativi di mediazione che potrebbe prospettare Quagliariello. Sul secondo, invece, c'è il rischio alzi un po' la voce. L'indicazione di mettere all'angolo il governo pretendendo l'election day per febbraio è stata infatti chiara ma in questi giorni il partito è rimasto in silenzio. Cosa che non farà il Cavaliere: «O si vota in un unico giorno e si risparmiano cento milioni di euro oppure stacchiamo la spina». Una posizione netta e durissima, dettata anche dal fatto che in una situazione del genere il tavolo della riforma elettorale andrebbe a farsi benedire. Senza contare che domani il Consiglio dei ministri ha all'ordine del giorno l'esame preliminare del decreto legislativo sull'incandidabilità di chi è condannato in via definitiva, un provvedimento che se venisse approvato potrebbe creare più di un problema all'ex premier nel caso la condanna sui diritti tv fosse confermata in Cassazione.

Berlusconi e il Pdl, insomma, sono ormai a una distanza siderale. Tanto che nella cena di lunedì si affronta anche il nodo dei soldi. Non ce ne sono e il partito ha disdetto i contratti di locazioni per le sedi di Roma (via dell'Umiltà), Milano (viale Monza) e Torino. E quei pochi che restano sono bloccati, visto che le dimissioni di Crimi da tesoriere rendono impossibile qualsiasi movimento (con il suo vice Bianconi la firma è congiunta). Si ragiona anche sul famoso articolo 16 bis dello Statuto del Pdl, quello che dà al segretario il potere di «presentare e depositare le liste elettorali».
Sarebbe Alfano, insomma, ad avere l'ultima parola. Anche perché quasi certamente arrivati a quel punto Berlusconi sarà già da un'altra parte. Pare che da ieri si sia arreso anche Letta. «Ormai ha deciso», confidava in privato l'ex sottosegretario.

Commenti

elalca

Mer, 05/12/2012 - 08:41

purtroppo raccoglie quello che ha seminato. negli anni si è circondato di magliari, ladri e minus habentes e ora questi hanno l'arroganza di pensare di poter camminare da soli. Forse sei ancora in tempo, rifonda tutto con facce nuove, pulite e giovani. Lascia perdere la gentaglia che ti circonda, tutti a casa a partire da Letta e Alfano. Via

gpl_srl@yahoo.it

Mer, 05/12/2012 - 08:41

forza italia da sola potrebbe tornare in tre mesi al 20%: loro tutti insieme non arriveranno mai neppure al cinque: ciò significa che dato che col PDL arriverebbero tutti al massimo al 16% , vale assolutamente la pena di arrivare ad una onorevole divisione

Ritratto di silviotorna

silviotorna

Mer, 05/12/2012 - 08:41

Diciamo basta a questa politica del tradimento e del voltafaccia. Chiediamo a Silvio di tornare in campo con una squadra giovane e leale su www.silviotorna.com

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Mer, 05/12/2012 - 08:58

Non serve a niente cav., può spacchettare tutto quel che vuole ma non si può opporre alla rinvigorita cultura fascio/com del paese che fa tappa presso il grillame e l'elezione del più bello del PD. La kultura fascio/com, diffusissima nel paese, vuole uno stato forte, come se già non fosse dittatoriale, quindi comunisti e camerati, che di stato forte se ne intendono, sono in prima linea ed alcuni curiosamente su sponde avverse (es.,Fini e Bersani sono gemelli). Voi, caro cav, ignorate che l'unica carta che vi resta è quella del liberalismo, onesta ma di pochi numeri, e loro, i fascio/com , non sanno che lo stato forte c'è già, nella magistratura sindacati istituzioni di varia risma etc. e li terrà a bada come pecore. Giocate a fare politica, non è colpa vostra. Però quel che conta non sono le idee politiche del giorno e le varie strategie di democristiana memoria ma la kultura depositata nel paese, presente nel profondo di un popolo.E per questo poco percepita. E quella kultura non è liberale. E' fascista e comunista, kulture gemelle adoratrici di uno stato forte e saturnino. Fatevene una ragione. La bella stagione è finita. Ed era illusoria.

Ritratto di paola29yes

paola29yes

Mer, 05/12/2012 - 09:01

Vai Berlusconi! Fai un partito tutto nuovo, giovane e che sia in gradi di farci sognare.

ludovik

Mer, 05/12/2012 - 09:27

ma qsti loschi personaggi senza silvio ma chi erano e chi sono??

mifra77

Mer, 05/12/2012 - 09:36

Quanta confusione!non è ora di chiudere il confronto interno e pensare che il tempo stringe,gli elettori prima o poi smettono di non partecipare e vanno altrove a cercare il meno peggio? Certo i colonnelli,come a suo tempo Fini, vorrebbero destabilizzare quel capo tanto ingombrante che dopo aver provato a lasciare spazio ad Alfano oggi si rende conto che potrebbe aver sbagliato persona e che quella fusione che portò al PDL fu prematura,troppo affrettata e per certi versi mancante di lealtà. Berlusconi oggi,proprio da questi vorrebbe e dovrebbe staccare la spina;sta zitto perché spera che finalmente capiscano da soli e tolgano il disturbo.Interessi di poltrona ora vengono allo scoperto e la consapevolezza della incapacità mostrata in questi anni fa capire loro che senza essere nominati da Berlusconi non hanno storia e vanno a casa. E allora? muoia sansone con tutti i filistei!

mifra77

Mer, 05/12/2012 - 09:43

Io direi:" ecco da chi si vuole smarcare il cavaliere!"

gianni marchetti

Mer, 05/12/2012 - 09:46

Altro che cena segreta io farei se fossi un dirigente del pdl....Ma come si fa a sopportare tutto ciò che sta facendo loro il capo? Questi non sono colonnelli, ma gregari.

Ritratto di 02121940

02121940

Mer, 05/12/2012 - 09:48

ALFAnò, La Russa, Cicchitto, Gasparri e Quagliariello sono pronti a “smarcarsi” da Silvio? Anche le pulci hanno la tosse.

stefanopiero

Mer, 05/12/2012 - 09:50

Vorrei sbagliare ma mi sa tanto di manfrina per far credere a una rottura col passato e rifare una verginità al PDL senza cambiare facce e senza verginità.

Ritratto di 02121940

02121940

Mer, 05/12/2012 - 09:51

A quanto pare ALFAnò, La Russa, Cicchitto, Gasparri e Quagliariello sono pronti a “smarcarsi” da Silvio. Benissimo, anche noi siamo tutti pronti a smarcarsi da loro. Non sarà con il “nostro” voto che andranno in parlamento. A casa!!!

ex d.c.

Mer, 05/12/2012 - 09:58

Il PDL senza il premier non ha futuro. Le elettori si augurano un partito unito con Berlusconi e tutti al voto in Febbraio

Ritratto di 02121940

02121940

Mer, 05/12/2012 - 10:00

#mifra77 - Senza Silvio "Sansone" i filistei miserrimi andranno ai giardinetti. Quanto a Silvio non lo darei per morto: lui può decidere come vuole e un gruppo di fedelissimi lo troverà sempre. Alfano no. ALFAnò, il cui gioco mi è chiaro da tempo, da solo non andrà da nessuna parte: senza il suo Pigmalione morirà, per la politica naturalmente.

Ritratto di pinoavellino

pinoavellino

Mer, 05/12/2012 - 10:01

Meglio per tutti trovare l'intesa e subito altrimenti io, iscritto al PDL,voterò M5S pur di non far vincere la sinistra e come me saranno in tanti ex-pidiellini a farlo. Ricordate il ballottaggio a Parma? Bersani & C., che stanno vendendo la pelle dell'orso prima di averlo preso, sono avvisati!

cicero08

Mer, 05/12/2012 - 10:05

Anche di questa vicenda vuol farsi a forza una telenovela: basta! Se quei prodi hanno coraggio bene. Altrimenti è lo stesso! E' noto a tutti che Berlusconi può fare a meno di loro...ma anche di tanti altri.

roliboni258

Mer, 05/12/2012 - 10:09

senza Berlusconi questi tre andranno zappare,

Atlantico

Mer, 05/12/2012 - 10:10

E' incredibile il livello siderale cui può giungere l'umana ingratitudine. Queste persone sono state tratte dalla strada dal cavaliere che li ha resi presentabili, li ha fatti diventare ministri, segretari, capigruppo, ecc. ed ora loro che fanno, lo pugnalano come fu pugnalato Giulio Cesare alle Idi di marzo ( le politiche ). Senza contare poi che il decreto sulla non candidabilità dei condannati è ovviamente una trama oscura delle toghe rosse in combutta con i comunisti per sbarrare la strada al cavaliere. Come se non ci fossero fior di gentiluomini anche tra i condannati ! Il cavaliere deve scendere in campo lancia in resta come nel 1994 e certamente sbaraglierà il campo avverso. Avanti, Silvio !

Rossana Rossi

Mer, 05/12/2012 - 10:20

Forza Silvio, liberati da tutta quella fuffa che ti si è messa intorno in questi anni e fai una bella lista da solo con gente seria e i voti li trovi..........

Ritratto di demistotele

demistotele

Mer, 05/12/2012 - 10:20

e chi no nsi smarcherebbe da Berlusconi. Ormai quell'uomo è al delirio totale, ha fatto comodo a tutti essergli servitori fedeli, ora è come tenersi un morto in casa!

Ritratto di pinox

pinox

Mer, 05/12/2012 - 10:40

ah la russa , quello dell'ordine delle 19 maserati per i colonnelli (è giusto che viaggino in masertati ce lo possiamo permettere non è un problema) e che ha il fratello in regione e il figlio all'A.C.I., ai vertici del nuovo partito ci sara' anche scajola quello che al rogito della casa del colosseo si è trovato uno sconosciuto tra lui e il notaio che gli ha pagato la casa, si quello che s'è fatto il volo di linea roma albenga.......siamo in buone mani con loro non vedo l'ora che annuncino la scissione.

conte edmond dantes

Mer, 05/12/2012 - 10:42

Ecco i traditori! Gente che è lì solo grazie al Presidente. Forza Silvio, buttali tutti fuori e vai per la tua strada. La gente è con te!

Ritratto di fask

fask

Mer, 05/12/2012 - 10:43

I colonnelli che cercano il colpo di stato contro il padre fondatore. E' una storia vista e rivista ma il Cav, aveva previsto tutto, anche questo colpo di coda. La sua lungimiranza politica ha fatto si che questi personaggi, che soli hanno causato il discredito del partito, si siano messi in un angolo da soli, con la loro pochezza, e che ora cerchino di combattere contro un gigante politico come Lui con armi spuntate. Alfano, aspirante novello Bruto, è stato il dolore più grande al Cav, che in lui vedeva un figlio politico, ed era disposto a farne il suo delfino. E' giunto quindi il momento di creare un movimento snello e forte sorretto dalle idee del Cav e devoto ad Esso. Largo al prof. Brunetta all’economia ed alla pasionaria sig.ra Garnero. Solo così si potrà uscire dalla crisi politica ed economica in cui i sinistri ci hanno portato. I sinistri, dal canto loro, stanno già tremando di paura.

Ritratto di W£aKasta.

W£aKasta.

Mer, 05/12/2012 - 10:44

solitamente quando una nave marcia affonda i topi cominciano a scappare

vince50

Mer, 05/12/2012 - 11:03

Non ho mai votato Berlusconi,ma avrei quasi voglia di farlo.Il PDL è morto punto e Berlusconi ha sue rasponsabilità,non ci sono dubbi.Però,visto il comportamento di quanti gli sono stati attorno(per puro opportunismo),appena ottenuta un minimo di notorietà sono pronti a tradire e disfarsene.In particolare gli ex AN,che si stanno rivelando degni a tutti gli effetti del loro ex leader Fini.Ecco perchè in Italia detta lagge la sinistra,perchè non ci sono "UOMINI" di destra che abbiano un minimo di coerenza e dignità.Mi auguro chi eventuali elettori lo tengano presente,in qualche occasione si può essere traditi,MA I TRADITORI RESTERANNO SEMPRE INFAMI.

cosiminu

Mer, 05/12/2012 - 11:07

spero tanto che Berlusconi decida di scendere in campo e per quei quattro gatti che intendono distaccarsi, meglio così, faranno la fine che ha fatto Fini, ossia, in futuro non conteranno NULLA!!!!! pertanto chi li voterà mai ?????

Ritratto di 49olimpio

49olimpio

Mer, 05/12/2012 - 11:15

Io voto per Berlusconi, Silvio abbandona il Pdl. Torniamo a Forza Italia.

Ritratto di Gio47

Gio47

Mer, 05/12/2012 - 11:15

Forza Silvio, con i colonelli si fà poca strada e poi faranno la fine del Fini-to, facciamo crepare i rossi sinistri comunisti che ancora i cittadini pensanti sono con te, dei 4 o 5 si potrebbe salvare solo ALFAnò gli altri buttiamoli a mare o magari a scopare il mare.

therock

Mer, 05/12/2012 - 11:17

alla fine dell'articolo si dice che nel frattempo berlusconi sarà andato da un'altra parte...si ma quale? e con chi? concordo con molti lettori sulla mediocrità politica dei colonnelli citati ma chi li ha fatti colonnelli? chi li ha resi protagonisti della nostra vicenda politico-istituzionale? possibile che neanche in questa occasione gli ultra berlusconiani vedano approssimazione ed errori nell'incedere del loro condottiero? possibile che sia sempre e solo colpa degli altri?

Giorgio Rubiu

Mer, 05/12/2012 - 11:26

@demistotele - Non si smarcano da Berlusconi perché lo ritengono impresentabile. Stanno solo cercando di assicurarsi le loro comode poltroncine con un loro smilzo PdL (comunque si chiamerà) perché non riescono ancora a capire cosa vorrà fare Berlusconi. Berlusconi, probabilmente, non farà un bel niente poiché non ha bisogno di essere in Parlamento per "sbarcare il lunario" mentre loro, invece, si. Berlusconi li sta facendo sparire dalla mappa politica senza alcun bisogno di scendere in campo con un suo nuovo partito che, se così fosse, impresentabile fin che si vuole, raccoglierebbe assai più consensi di quanti ne avrebbero quelle quattro nullità che (e la prego di credere che non sto cantando le lodi di Berlusconi) senza di lui non sarebbero mai stati niente più che dei marginali nessuno. Hanno voglia di fare cene segrete! Cordialità. Giorgio

eovero

Mer, 05/12/2012 - 11:27

guardate bene la fotografia...sembra che cerchino di capire..ma che ci credono ancora sti f...i d'Italiani?!...Cavaliere via tutti questi"caporali"

giovanni26R

Mer, 05/12/2012 - 11:28

Tutti a casa a fare la calza, i giuda figli di Fini e Carlucci ecc.. Ma chi li vota Alfano chi? Gasparri chi? senti senti Cicchitto ma siamo seri. Caro presidente faccia una sua lista di giovani,fedeli, preparati e che girino di casa in casa non aspettare la promozione dall'alto. Forza presidente come nel 1994 l'armata comunista sarà sconfitta. Cordialità

Il giusto

Mer, 05/12/2012 - 11:33

Certamente chi vuol fare una cena segreta và in un ristorante dei parioli...la verità è che...finito soldi finito amore!

Ritratto di 02121940

02121940

Mer, 05/12/2012 - 11:40

#fask - ALFAnò è stato uno dei numerosi errori di Silvio. Non soltanto per la sua da tempo manifesta volontà di scaricare il suo Pigmalione, motivo per cui ha voluto le primarie per passare da segretario "designato" a segretario "eletto", ma soprattutto per la sua ormai evidente incapacità politica, che ne ha fatto da circa un anno lo zerbino di Bersani. Da gettare tra i rifiuti, come del resto scrivo da tempo.

Ritratto di 02121940

02121940

Mer, 05/12/2012 - 11:48

Su ognuno dei 5 “campioni” qui citati ci sarebbe da fare un elenco di “cose” dette o fatte che mi sono risultate assolutamente ”indigeste”. Ma non meritano e mi limito a ricordare il Ministro della Difesa che ha detto che il Questore di Roma era in stato di alterazione etilica per aver comunicato che gli intervenuti ad un comizio del Pdl in piazza S.Giovanni in Laterano erano “solo” 150mila: da ricovero.

Ritratto di Nazario49

Nazario49

Mer, 05/12/2012 - 11:54

Non si fa una cena Top Secret alla Pescheria Rossini... Magari con una cimice piazzata sotto il tavolo, riservatissimo...

roliboni258

Mer, 05/12/2012 - 12:01

senza Silvio questi "tre moschettieri da strapazzo" non hanno futuro,

Ritratto di Fritz49

Fritz49

Mer, 05/12/2012 - 12:53

Paola29yes,Ma dopo vent'anni ci crede ancora?Poveretta...

Ritratto di Curtis Mayfield

Curtis Mayfield

Mer, 05/12/2012 - 12:59

Personaggi come Gasparri e Cicchitto hanno raggiunto il successo grazie a voi silvioti che li avete votati per quasi 20 anni. Grazie. Grazie per averli sostenuti e per aver portato l'Italia nell'abisso culturale e economico.

Ritratto di oliveto

oliveto

Mer, 05/12/2012 - 13:01

Ma dove credete di andare, senza idee. Se continuate così, fate vincere le sinistre di bersani e vendola che di idee non ne hanno mai avute, però vinceranno per mancanza di avversari. Tale è la situazione disastrosa costruita con mediocrità da tutta la classe dirigente PDL, nessuno escluso. Avete pagato il Dazio del noviziato, non tutti novizi purtroppo. E allora datelo questo benedetto di colpo di ala (lo dice cicchito, non certo novizio ). Ci vuole una lista di personaggi nè di sinistra nè di destra e nè di centro. Insomma, un vero leader che metta insieme 800 persone pulite, note e non note. L'importante e che queste poche centinaie di persone sappiano aggregare il popolo italiano sano ed orgoglioso su veri e raggiungili obiettivi nazionali, ovviamente che contengano le principali esigenze nazionali. Il resto sono chiacchiere, inutili e dannose per tutti.

Amelia Tersigni

Mer, 05/12/2012 - 13:05

Di Berlusconi si può dire qualsiasi cosa, meno che si è approfittato del denaro dei contribuenti. E di questi tempi... non è poco!!. Al contrario di "tutti" e quando dico "tutti" intendo dire proprio "tutti": di destra, di sinistra e di centro attaccati alle poltrone per vivere, e si è visto in questi giorni quanto sono...incollati. E' sceso in campo per aiutare... L'Italia, ma gli sono stati tutti contro, per primi proprio i ...."suoi" beneficiati. Bossi al primo mandato. Casini al secondo e Fini al terzo. Vai!!, fidati solo del... "tuo"... popolo....

conchito

Mer, 05/12/2012 - 13:20

Silvio mollali tutti, questi ingrati arraffapoltrone, e lasciati solo le persone più serie ed affidabili quali: Verdini, Dell'Utri, Scaiola, Cosentino, Lavitola e consimili.....

Ritratto di tony68

tony68

Mer, 05/12/2012 - 13:21

salve ,silvo purtroppo si è fidato di troppe persone sbagliate che gli hanno impedito di poter portare avanti delle riforme cruciali del sistema ,doveva sbarazzarsene gia da molto tempo ,purtroppo si è cullato per troppo tempo sugli allori ,la riforma che andava fatta per prima era la riforma della giustizia e sulla responsabilita dei magistrati che non hanno fatto altro che sputtare silvio,e far aprire la bocca ai sinistroidi , silvio si ritrova nella stessa situazione di benito mussolini e la repubblica di salo,per me silvio è un mito, il solo consiglio che posso dargli è ,riposo ,riposo ,e stare a guardare all opera gli incompetenti sinistroidi e il guru sparcazzate er grillo

Ritratto di Kasparov77

Kasparov77

Mer, 05/12/2012 - 13:38

La triste, inevitabile resa dei conti nella destra. Salvabili solo Gianni Letta e Frattini. Berlusconi ha firmato la sua uscita dalla politica con poco onore e nel peggiore dei modi : dando le sue colpe a dei mediocri che ripetevano con fede canina le sue frasi e la sua visione di una politica disastrosa. 13:37

senator

Mer, 05/12/2012 - 13:50

forza Silvio costruisci una nuova FORZA ITALIA con persone giovani e pulite. Manda a c....e tutti i cialtroni che finora ti sono stati a rimorchio.

Ritratto di dlux

dlux

Mer, 05/12/2012 - 14:00

Lo dico per l'ennesima volta. Finché c'è vita c'è speranza ed io spero, continuo a sperare, che qualcuno a destra accolga la mia, come quella di tanti altri, istanza per una presa di coscienza di quello che è stato il padr di tutti gli errori fin qui commessi dal PDL: L'APPOGGIO A MONTI. Nessuno dei grandi strateghi all'interno del PDL ha avuto il coraggio, l'orgoglio, la correttezza, la coerenza, la dignità di riconoscere subito l'errore commesso e di tirarsi fuori. Ora avrebbe il mio appoggio incondizionato e, con me, di chissà quanti altri. Loro stanno lì a confabulare, a tramare, a speculare su questioni marginali, seppure importanti, ma non determinanti per l'elettorato sempre più disorientato, disamorato, umiliato, offeso, bastonato, frustrato. Fumo negli occhi ed oppio per la mente. Si accontentano di questionare in politichese piuttosto che prendere atto della situazione a dir poco inquietante. E non si rendono conto che il gregge è composto solo da loro e da poche altre pecore, che, supinamente li seguiranno verso il precipizio. DESTRA dove sei?

Ritratto di w la rivoluzione

w la rivoluzione

Mer, 05/12/2012 - 14:02

Forza Presidente che solo Lei puo' risollevare il Paese, venga fuori con la nuova FI e chiudiamo con i traditori ed i ruffiani altrimenti il bersanov, (che si crede gia' um primo ministro) lo fara' veramente. Nei sondaggi ci sono quasi un 40% di votanti che sono in attesa

Ritratto di demistotele

demistotele

Mer, 05/12/2012 - 14:04

@Giorgio Rubiu. Concordo in parte alla sua tesi, che comunque non sbugiarda la mia. Comunque sì, cercano di salvare la loro pellaccia. Vili e senza spessore. In quanto a Berlusconi non concordo: pare non abbia più voglia di far niente, ma alla fine penso che tornerà, rifonderà un nuovo partito costruito su sè stesso, magari circondato da uno stuolo di gente nuova e fuori dal giro, imprenditori e qualche sindaco, e andrà in cntro all'inevitabile tonfo. Restasse a Malindi farebbe un affare.

pinux3

Mer, 05/12/2012 - 14:38

@ elalca...Forse perchè hanno capito che ha fatto il suo tempo e che con lui rischiano solo di andare a sbattere...L'hanno capito quasi tutti tranne qualche...tifoso...

pinux3

Mer, 05/12/2012 - 14:40

@ silviotorna...E poi che fate, Silvio contro tutti?

pinux3

Mer, 05/12/2012 - 14:49

Tranquillo Atlantico...Non c'è assolutamente alcun bisogno di sbarrare la strada a Silvio, se l'è già ampiamente "sbarrata" da solo...

pinux3

Mer, 05/12/2012 - 15:14

@ fask...ma il senso del ridicolo ce l'avete? La crisi economica colpa della sinistra? Cos'è, una barzelletta? La sinistra che "trema di paura" per Silvio? Ma se stiamo tutti stappando lo spumante...Personalmente CI METTEREI LA FIRMA, purtroppo temo che non succederà...