"Difendiamo il Cav o finirà come i lanci di monetine a Craxi"

Il governatore campano Caldoro: "Non facciamo l'errore del Psi nel '93. Senza il leader saremo spazzati"

È il presidente della Regione Campania, la più grande a guida Pdl, ma è anche un uomo che ha vissuto la stagione dell'eliminazione giudiziaria di Bettino Craxi. Nel '92 Stefano Caldoro era parlamentare Psi, tra i più giovani e tra i pochi non inquisiti. Il crepuscolo della Prima Repubblica è ben stampato nella sua memoria. E quell'esperienza lo spinge a inviare un messaggio al Pdl: «Nessuno si illuda. Se non difendiamo Berlusconi veniamo spazzati via con lui. Esattamente come avvenne con Craxi».

Presidente Caldoro, sono passati poco più di 20 anni dalle monetine del Raphael.
«Ero lì con lui fisicamente, io abitavo al Raphael. Stavo con lui nella Hall. Ricordo l'assembramento fuori, lui che nervosamente camminava avanti e indietro. A un certo punto gli dicono: “È meglio che esca dal retro”. E lui: “Io dal retro non esco”».

Chi erano le persone in Largo Febo?
«Principalmente militanti del Pds. C'era stato un comizio di Occhetto a Piazza Navona».

Quale fu l'atteggiamento del Psi rispetto all'attacco giudiziario contro Craxi?
«Il Psi fece il tragico errore di dividersi e non difendere la leadership. Le uniche cose che non devi fare in una situazione di quel genere».

Ci fu chi pensò di lucrare sulla caduta di Craxi?
«Sì, ma la sua caduta non distrusse un leader, distrusse un partito. Un passaggio di leadership può avvenire solo attraverso i processi democratici, non attraverso fattori esterni».

Quante analogie ci sono rispetto a oggi?
«Molte. Ma le situazioni non sono simmetriche. Craxi era molto più debole politicamente rispetto a Berlusconi, aveva iniziato a perdere consenso. L'avvento della Lega aveva provocato una forte erosione nei ceti produttivi del Nord fino ad allora rappresentati dal Psi».

E la dinamica interna al partito, con falchi e colombe?
«Sì, lì vedo analogie. Se quando sei sotto attacco ti dividi diventi vulnerabile. Nel Psi quelli che qualche mese prima erano fedelissimi non si sono trovati più, compresi i supercraxiani. Quindi o tutti, falchi e colombe, lottiamo per l'agibilità politica, oppure il Pdl non sopravviverà a Berlusconi».

Martelli in quella fase sembrava in pole position...
«Tra i tanti in cattiva fede, su Martelli scommetto per la buona fede. Era quello più in vista, ritenne di assumere una guida fuori dalle giuste condizioni. Ma diede l'impressione di non difendere Craxi e non difendere il leader vuol dire non difendere te stesso e la tua storia».

È giusto collegare l'agibilità politica di Berlusconi alla tenuta del governo?
«Qualcuno può davvero pensare che non garantire agibilità al leader dei moderati che ha appena pareggiato le elezioni non abbia ripercussioni sul governo? Su, siamo seri. Berlusconi rappresenta milioni di cittadini che lo hanno votato sei mesi fa. E a lui, attraverso l'applicazione di una pena accessoria, il Pd pretende di togliere i diritti politici? Il nostro non è un diktat, è una banale conseguenza. Stiamo parlando dell'agibilità di un'intera area, non solo di Berlusconi».

Commenti
Ritratto di pipporm

pipporm

Lun, 26/08/2013 - 09:13

A Caldoro sfugge una cosa. Berlusconi, al di là dei guai giudiziari, ha un'età che gli permetterà di stare in campo per qualche anno. La mancanza di un successore è un reale problema del PdL, condizione creata dallo stesso Berlusconi. Il PdL è destinato a spaccarsi per la sua natura e non per responsabilità altrui.

Ritratto di pipporm

pipporm

Lun, 26/08/2013 - 09:13

A Caldoro sfugge una cosa. Berlusconi, al di là dei guai giudiziari, ha un'età che gli permetterà di stare in campo per qualche anno. La mancanza di un successore è un reale problema del PdL, condizione creata dallo stesso Berlusconi. Il PdL è destinato a spaccarsi per la sua natura e non per responsabilità altrui.

Ritratto di pipporm

pipporm

Lun, 26/08/2013 - 09:13

A Caldoro sfugge una cosa. Berlusconi, al di là dei guai giudiziari, ha un'età che gli permetterà di stare in campo per qualche anno. La mancanza di un successore è un reale problema del PdL, condizione creata dallo stesso Berlusconi. Il PdL è destinato a spaccarsi per la sua natura e non per responsabilità altrui.

Ritratto di pipporm

pipporm

Lun, 26/08/2013 - 09:14

A Caldoro sfugge una cosa. Berlusconi, al di là dei guai giudiziari, ha un'età che gli permetterà di stare in campo per qualche anno. La mancanza di un successore è un reale problema del PdL, condizione creata dallo stesso Berlusconi. Il PdL è destinato a spaccarsi per la sua natura e non per responsabilità altrui.

Ritratto di Carlito Brigante

Carlito Brigante

Lun, 26/08/2013 - 09:20

Le monetine a Craxi al di là di tutto sono state un gesto di esasperazione e rabbia della gente verso le grandi ruberie della politica che in questa sede non vogliamo ricordare. Lasciamo alla memoria dei posteri il ricordo del grande statista Bettino Craxi e ripuliamo la sua immagine dalle ruberie. Evviva il revisionismo storico!

al59ma63

Lun, 26/08/2013 - 09:22

Caldoro ha parlato per tutti. Il leader rappresenta tutti e tutti perdono se lui perde.....ma... VOLETE ESSERE FORCAIOLI? Bene, cominciamo ad ingabbiare TUTTI i dirigenti Monte Paschi COMPRESI i POLITICI che li hanno fatti assumere......COME DITE???? "La legge vale per tutti"?? Per tutti gli ALTRI dissero i komunisti!! Il PARTITO DEI GIUDICI vuole un ennesimo golpe ma stavolta ci facciamo sentire e vedere si preparino.

Cristina Ulcigrai

Lun, 26/08/2013 - 09:33

Penso che la fine politica di Craxi,(io sono sempre stata di destra e allora votavo MSI)non sia stata "giusta",per un uomo che è stato Presidente del Consiglio e che è stato in Parlamento tanti anni(anche se aveva idee non in linea come il mio modo di vedere).Ciao Cristina.

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Lun, 26/08/2013 - 09:38

"Nel '92 Stefano Caldoro era parlamentare Psi, tra i più giovani e tra i pochi non inquisiti." ......... poi però ha recuperato brillantemente. Nessuno sembra volerlo ricordare ma il capo della principale forza politica italiana è un condannato in via definitiva che per tale motivo HA SCELTO di non sedere in Parlamento e ciononostante continua a guidare il suo movimento senza il minimo problema. Non è che a Silvio più che l'agibilità politica (che definizione del ciufolo, ricorda tanto l'utilizzatore finale) serva l'immunità parlamentare?

Vfor

Lun, 26/08/2013 - 09:50

Ecco le direttive per spartirsi l'eredità di Silvio; politica ed economica.

no b.

Lun, 26/08/2013 - 09:54

la differenza è che al posto delle monetine ci saranno le pietre

Ritratto di Marco_Aurelio

Marco_Aurelio

Lun, 26/08/2013 - 10:06

"Difendiamo il Cav o finirà come i lanci di monetine a Craxi"...implora Caldoro ma forse non si rende conto che se sarà "graziato" Berlusconi verrà condamnnato dal Popolo Sovrano e seppellito da un lancio di monetine e qualche altra cosa!!! Pur di rimanere a galla questi signori "prestati alla politica" farebbero di tutto e rinnegherebbero anche il Cristo più di tre volte!!! Una cosa è certa: il PDL è solo di Berlusconi che ne ha le chiavi....finito lui non ne rimane nulla in quanto il PDL non è un ideale ma solo un'azienda creata in campo politico da Berlusconi in quanto non aveva più alcun referente politico con l'uscita di scena di Craxi!!! A Berlusconi interessa solo "salvarsi" in qualche modo! Dal 1994 lotta per questo "spacciando" se stesso per una vittima del sistema!!! Gli italiani, o almeno una parte, ci hanno creduto e stanno ancora aspettando il famoso "miracolo italiano" che non avverrà mai......! Amen

soldellavvenire

Lun, 26/08/2013 - 10:09

ragazzi, da un momento all'altro il "lider" può cessare. le monetine, andremo a depositarle sulla sua tomba ad antigua (con pellegrinaggio di massa low cost, s'intende)

Ritratto di Carlito Brigante

Carlito Brigante

Lun, 26/08/2013 - 10:15

@no b.: sarebbe un altro effetto della crisi

a.zoin

Lun, 26/08/2013 - 10:19

Non bisogna diffendere il Cavaliere, Se nella Democrazia c`è troppa corruzzione e falsità, BISOGNA CAMBIARE IL SISTEMA "D E M O C R A T I C O". NELLA DEMOCRAZIA C`È`TROPPO MANGIA-MANGIA E SE NON SEI DEI NOSTRI,USANO METODI MAFIOSI PER ELIMINARE LA CONCORRENZA, COPRENDOSI UNO CON L`ALTRO,CON METODI MESCHINI. AVESSERO LA POSSIBILITÀ CORROMPEREBBERO ANCHE IL PADRETERNO!!!

Libertà75

Lun, 26/08/2013 - 10:21

@Carlito Brigante, lungi da me l'intenzione di fare revisionismo, ma anche lei dopo 20 anni ancora non vedere le cose come stanno e stavano è veramente triste. Oggi i partiti senza vergogna si riempiono di soldi con leggi apposite, una volta avevano la faccia tosta di fingere di vivere con piccole quote, tessere, contributi volontari e poi prendevano delle tangenti. Ma se per un attimo non facciamo morale, chi crede che paghi in entrambi i sistemi? sempre il cittadino comunque, infatti il sistema degli appalti ai soliti noti o agli amici degli amici continua a funzionare uguale a prima. Però prima i soldi finivano nelle tasche dei partiti ora chissà dove. Per quanto riguarda Craxi, l'odio fu alzato a sinistra dal Pds e a destra dalla Lega. Con i soldi raccolti, Craxi in primis, spesso facevano politica internazionale, tra cui anche la presa di potere di Ben-ali in Tunisia. Lei magari che è filoislamico e anticristiano lo troverà assurdo, con il senno di oggi in cui si vedono i cosidetti "fratelli mussulmani" perorare con costante violenza il loro pensiero, beh allora possiamo dire che gente come Craxi manca non solo all'Italia ma al mondo intero.

Ritratto di sergio pianese

sergio pianese

Lun, 26/08/2013 - 10:37

bene Caldoro tutti per uno uno per tutti si vive solo una volta si muore tutti insieme.Nel 92 poteri marci e sinistra si vendettero a MD il vero potere marcio.

Ritratto di bergat

bergat

Lun, 26/08/2013 - 10:40

Le monetine a Craxi furono lanciate perché mostrava segni evidenti di stupidità. Continuava a ripetere che aveva rubato per il partito. Che scemo! Possibile che uno rubi per il partito? allora era ancora più scemo. L'avesse fatto per arricchimento personale, la gente non si sarebbe tanto incavolata con lui.

bruna.amorosi

Lun, 26/08/2013 - 10:44

l'onore e l'onestà dei sinistri kompagni è arcinota oramai loro perdonano tutto ai loro kompagni ma guai a ricordar loro che LA LEGGE DEVE ESSERE UGUALE PER TUTTI ANCHE PER I KOMPAGNI basta fare nomi VENDOLA E PENATI la banca di FASSINO la banca del M.P.S ma se a loro va bene questa giustizia non hanno il diritto di dire alcun che .e non finirà come CRAXI non questa volta .

LAMBRO

Lun, 26/08/2013 - 10:49

Ha perfettamente RAGIONE!!! DOBBIAMO STARE UNITI altrimenti CI SOTTERRERANNO e CON NOI gli ITALIANI!! SARA' DITTATURA KOMUNFASCISTA PIENA!! NON E' DETTO CHE CI RISPARMINO L'OLIO DI RICINO !!!

Dario40

Lun, 26/08/2013 - 11:16

finalmente qualcuno che ha capito la situazione e parla chiaro ! Complimenti !

Ritratto di IoSperiamoCheMeLaCavo

IoSperiamoCheMe...

Lun, 26/08/2013 - 11:16

@Libertà75 Ecco quale il problema in Italia "...Ma se per un attimo non facciamo morale...". Tutti rubano questo é il modo con cui funzionava il sistema 20 anni fa e questo é il modo in cui funziona il nuovo sistema dopo 20 anni e quindi tutti erano ladri, tutti sono ladri e quindi secondo il suo personalissimo pensiero e modo di vedere i ladri di ieri e di oggi "manca(no) non solo all'Italia ma al mondo intero". Finché ci sarà gente come lei che giustifica e apprezza chi infrange la legge allora continueranno ad esistere i Craxi, i Bersani, i D'Alema, i Berlusconi e cosi via. Non é che magari sta a noi cittadini con il nostro voto far capire ai Craxi, ai Bersani ed ai Berlusconi che non vogliamo piu' questo sistema e li mandiamo tutti a casa con il nostro voto? O devo capire che a Lei questo sistema di rubare le é sempre stato bene e le da solo fastidio di non sapere dove vanno i soldi oggi mentre la faceva sentire meglio che i soldi che le hanno rubato 20 anni fa andavano ai partiti?

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Lun, 26/08/2013 - 11:24

Il PSI era un grande partito,un partito che ha fatto la storia d'Italia,dal'unità,alla lotta al fascismo,alla nascita della Repubblica,alla Costituzione,al boom economico,fino agli anni ottanta.Poi quando dopo i Turati i Nenni,i Pertini,sono arrivati I craxi,i nani e le ballerine,quella storia è degenerata in corruzione.Corruzione personale prima che di partito.Che poi di partito,mica è una giustificazione,ma ad certo punto della nostra storia,pare lo sia diventato.Dicevo corruzione personale,che è qualcosa che esula completamente dalla politica,è un reato personale grave e odioso tanto più che fatto dai rappresentanti del popolo che di privilegi ne hanno tanti quanti ne bastano a non cadere in tentazione.Invece Craxi,come molti suoi lacchè si riempirono le casse di famiglia con i conti all'estero su cui furono travati miliardi e lingotti,frutto di tangenti personali.Hanno distrutto una storia politica che non condividevo,essendo liberale,ma rispettavo,nel senso che riconoscevo agli uomini prima citati una statura ed una onestà politca,intellettuale e morale vera,alta.Il PSI fece l'errore non già di dividersi,ma di non processare internamente i suoi traditori e sostituirli con una nuova classe dirigente giovane,e magari di restituire alla collettività quanto i suoi ladri avevano rubato,con pubbliche scuse.Poi la situzione nazionale dell'epoca fu come un onda che tutto travolse,ed oggi un serio partito socialista e di sinistra ci manca terribilmente.Detto da destra,con sincerità,per chi ritiene che la buona politica si fa con tutte le sue componenti,e non con l'eliminazione degli altri.

nalegior63

Lun, 26/08/2013 - 11:37

x no.b@...dici che questa volta al posto delle monetine ci saranno le PIETRE...certo ,solo che al posto di CRAXI ci sarete voi sinistri parassiti, lapidati dal popolo stufo di babbei votanti e politici parassiti rossi (cancro della societa)i religiosi aspettano il giudizio universale,i laici aspettano i tribunali di piazza del popolo con esecuzioni della pena immediate.(sequestri-galera-confische anche di beni dei famigliari o prestanome-espulsioni ecc...)e restituzione del maltolto immediata...MPS-COOP-FONDAZIONI. insomma tutti i beni occultati dalla sinistra ladrona e il risarcimento dei danni da noi ITALIANI subiti,da un giorno all altro noi piu liberi e meno tassati e loro mendicanti senza un euro in tasca senza ferrari/barche/ville/privilegi,ridotti alla fame e scherniti da tutti sull orlo del suicidio cosi da evitarci l applicazione della pena capitale che va contro i nostri principi

chinawa58

Lun, 26/08/2013 - 11:45

XMarco Aurelio:devo riconoscere che di regale ha solamente il nick,per il resto si può dare la mano e brindare alla stupidità con IoSperiamoCheMe..non finisce mai di inculcarci la sua insipienza culturale.Spiace solo ricordare a lor signori che il sistema se di ciò bisogna parlare,non è da 20 anni ad oggi,ma da molto tempo addietro ossia da 50/60 anni fa,e non è che il exPCI,PD ora ne sia stato immune,solo che qualche personaggio pensò bene di salvaguardarlo con le indagini con mani pulite,sappiamo tutti chi era vero.

bruna.amorosi

Lun, 26/08/2013 - 11:45

bravo IOSperiamoCheMe ...ecco allora mandiamo in galera soltanto l'ultimo e così stiamo a posto ,dici non li votiamo chi ? se sono sempre quelli? poi sei sicuro di una magistratura che assolve oppure condanna in base ad una bandiera politica ? perchè tu puoi negarlo quando vuoi ma è QUESTO CHE MANDA AL CITTADINO LA NOSTRA MAGISTRATURA allora prima si cambia la MAGISTRATURA poi forse si tornerà alla verità perchè se è vero che tutti sono ladri quei nomi vanno scritti A CARATTERI CUBITALI e di esempi ci sono la banca del M.D.S..perchè non esce nulla ? ecco mi aspetto che anche lei vorrebbe quei nomi non farli sotterrare da magistrati amici di famiglia .altrimenti finisce con la violenza questa storia di IPOCRISIA .

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Lun, 26/08/2013 - 11:49

Intanto lo spread che Letta aveva fatto scendere sta risalendo grazie a berlusconi

Ritratto di nowhere71

nowhere71

Lun, 26/08/2013 - 12:00

...e allora 'agibiliamo' Berlusconi, pero' poi si fa tutti cio' che si vuole, senza magistrati che ci giudichino. Tutti contro tutti, niente regole. Liberate dunque anche quel povero innocente che gli ha spaccato sul naso quella cosa in plastica! Torneremo al feudalesimo, dove si dichiarerà fedeltà al Signore. Vassalli, valvassini, valvassori e servi della gleba.

Ritratto di IoSperiamoCheMeLaCavo

IoSperiamoCheMe...

Lun, 26/08/2013 - 12:10

@bruna.amorosi Cara signora ho sempre evitato di risponderle perché ho idee completatmente diverse dalle sue e quindi é tempo perso fare scambi di opinioni. Ma visto che é già la seconda volta che commenta una mia opinione allora ritengo corretto risponderle. Io credo nel rispetto della legge e che vada applicata a qualsiasi soggetto (Craxi, Bersani o Berlusconi), se lei no é una scelta sua la rispetto e non la commento, ma lei non puo' cercare di convicenrmi del contrario non ci riuscirà mai, si parli di Craxi, Prodi, D'alema, Bersani, Fassino o Berlusconi, ha visto i nomi glieli ho fatti. Condivido il fatto che la nostra giustizia va riformata e migliorata ma non assoggettata al potere politico, ma deve restare una forza indipendente ma essa stessa soggetta a sanzioni nel momento in cui sbaglia. E io non sono di sinistra e non ho mai votato sinistra. Ultimo mi conforta quello che ha scritto "...ecco allora mandiamo in galera soltanto l'ultimo" perché mi da l'impressione che anche lei pensa che Berlusconi proprio santo non lo sia, e quindi essendo Berlusconi prima di tutto un cittadino normale come lei e me prima di essere un politico é giusto che non venga esentato dalle leggi dello stato italiano con lodi o passacondoti speciali anche se rappresenta 10 milioni di italiani. Il fatto che altri siano in qualche modo riusciti a scamparla e a non essere condannati personalmente non giustifica il fatto che Berlusconi non debba pagare, nel casso commetta un reato. Questa é la grossa differenza tra lei e me. Le auguro una buona giornata.

no b.

Lun, 26/08/2013 - 12:13

"voi" chi? io non sono un politico e non ho votato certamente per loro. Quindi rivolgi la tua spremuta d'odio a qualcun'altro, grazie. Invece le pietre a chi ha distrutto la reputazione dell'Italia nel mondo sono sacrosante

Libertà75

Lun, 26/08/2013 - 12:15

@IoSperiamoCheMe... vede io ho una cultura economica e se prima di fare un ragionamento socioeconomico non azzero la componente moralistica il discorso diventa solo di mera fazione e di grottesca visione, come è avvenuto nel suo caso. Ho spiegato che certi costi, che esistono, vengono sempre scaricati sul cittadino finale. I costi esistono, anche se lei non li vuole vedere per cecità, le faccio un esempio che spero comprenda: il PD in alcune regioni è ben finanziato da un sistema imprenditoriale di coop rosse, dove crede che prendano i soldi queste coop? li stampano? no, da appalti pubblici e quindi parte dell'utile torna nelle tasche del partito di riferimento, ma se quell'extra-utile si fosse azzerato per sana concorrenza alla fine il cittadino avrebbe risparmiato. E' possibile portare a zero quell'extra-utile? No, per tutta una serie di motivazioni abbastanza lunghe e che le rimando volentieri a farsi una ricerca perché non è il forum il posto giusto dove iniziare. Sta di fatto che esiste una Corte dei Conti apposta per raddrizzare i fenomeni distorti. Infine, tornando sull'argomento Craxi, lei non vuole vedere che per esempio il Presidente USA ha i suoi fondi segreti per fare politica (soldi dei cittadini) coi quali per esempio ha finanziato varie primavere arabe, così è per la Gran Bretagna, ecc... In Italia abbiamo avuto capi di partito che facevano politica segreta internazionale (tutti i partiti, anche quello che si è salvato). Lei si potrà scandalizzare, ma in Italia la politica la facevano i partiti e non il Presidente del Governo e così è in tutti quei sistemi centrati sui partiti e non su un Premier. Detto questo, pare evidente che io ho un'onesta per leggere le cose e poi eventualmente scandalizzarmi, lei invece possiede una facile morale di turno da usare in primis ancora prima di comprendere la questione. Buona giornata a lei.

ale76

Lun, 26/08/2013 - 12:23

Penso che le monetine ce le teniamo. In questi anni di crisi, causati da berlusconi e dal berlusconismo, le monetine sono importanti. Rimangono i sanpietrini...

thepaul

Lun, 26/08/2013 - 12:28

Complimenti, Caldoro, finalmente sono riuscito a leggere un'analisi politica attenta e precisa. Al PDL di salvare berlusconi dai suoi guai non interessa niente, dal punto di vista politico e dal punto di vista del paese. Che l'abbiano votato milioni di persone non significa niente e non deve significare niente, perché se uno è un delinquente deve andare in galera senza se e senza ma. Il vero problema - e Caldolo lo ammette tranquillamente - è che se muore berlusconi muoiono tutti i suoi lacchè. Oggi si cerca di far passare Craxi, il pregiudicato, come un grande statista. Ai tempi di Mani Pulite (io c'ero e me lo ricordo benissimo) gli italiani erano stufi di tante ruberie smascherate dai magistrati. Ecco il perché delle monetine. La Lega era nata proprio con questo spirito: la "rottura" con la politica tradizionale. Poi, però, la Lega si è "politicizzata", quindi ha mangiato soldi anche lei, ha fatto nepotismo (vedi il Trota). Urlano contro Roma ladrona, ma poi i soldi di Roma ladrona gli piacciono eccome. Analogamente, i lacchè di berlusconi oggi temono di scomparire. Del resto, il PDL esiste solo perché esiste berlusconi, visto che è un partito senza idee, senza classe dirigente, senza un programma. Solo un'accozzaglia di proclami e slogan mai rispettati. Quando tireranno le monetine a berlusconi, si concluderà un ciclo. P.S. Voglio far notare a chi ancora non se ne è accorto, che se il 30% (a voler abbonandare) degli italiani ha votato per berlusconi, il 70% non ne vuole sentire parlare, quindi cosa è più corretto, dal punto di vista politico: concedere l'amnistia mascherata da "agibilità", assecondando il 30% di italiani, o mandarlo come si merita in galera, corrispondendo al sogno del 70% di italiani???

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Lun, 26/08/2013 - 12:32

Questo dovrebbero sapere le "colombe" del PDL : se SB viene assassinato il PDL ritorna ai numeri di Altissimo, 1,6%. E loro, le colombe di oggi, ovunque si rintaneranno saranno sempre trattate con pregiudizio. Come signorine ravvedute che tornano in famiglia: "Zitta tu che puttana sei sempre stata!".

Ritratto di nowhere71

nowhere71

Lun, 26/08/2013 - 12:35

@liberta75, ho letto il suo messaggio. Le ricordo che nella Storia chi ha provato ad azzerare la componente moralistica per evitare grottesche visioni ha creato i campi di sterminio. E' dunque pericoloso mettere da parte l'etica, fondamento del Diritto. Mi pare che attraverso esempi di altre nazioni moderne lei intenda giustificare una sorta di legibus solutus per chi governa, ma il modello di Stato che lei cosi' propone e' stato spazzato via dalla Storia duecento anni fa. Non ci possono essere ragioni per giustificare e/o assolvere chi ha violato la Legge.

Ritratto di fabiobonari

fabiobonari

Lun, 26/08/2013 - 12:39

I pidiellini che non avranno capito di esistere solo grazie a Sivio, e gli si rivolteranno contro, avranno meritato di sparire.

inizca

Lun, 26/08/2013 - 12:47

Ha già fatto quella fine... tre gradi di giudizio! E' colpevole, deve andarsene.

itsaianl

Lun, 26/08/2013 - 13:01

Chi vi scrive ha sempre votato per il "pregiudicato", come molti cervelli in fuga lo chiamano. Sono un lavoratore dipendente, onesto, sempre pagato le tasse, credo nei valori della destra, detesto i fancazzisti e i delinquenti (veri), siano essi italiani, europei o extra europei, non ho più alcuna fiducia nella Giustizia (per casi personali), e mi sono sempre fatto un culo così per arrivare dove sono ed avere quel poco che ho. E penso che moltissimi degli 8 milioni di voti che SB (e non il PdL) ha preso arrivino da gente come me: gente che fatica ed ha faticato, che vuole salvaguardare dall'invidia sociale e dai rapinatori di Stato quello che ha, e che non accetterà MAI di essere ghettizzato o giudicato da una dottrina che negli anni ha creato solo miseria e milioni di morti. Francamente non capisco. O il responsabile dei forum del Giornale è un infiltrato (e quindi va cacciato), oppure è un imbecille (e va cacciato). Se la "democrazia" qui sbandierata permette a tutti - e proprio a tutti (compresi psicopatici, frustrati, invidiosi, faziosi, o professionisti dell'insulto) - di dare aria ai denti su tutti i forum, allora NON siate democratici. Allineatevi agli stessi modi delle Pravda della sinistra forcaiola (Corriere, Il Fatto, Repubblica), che non fanno passare alcun commento contrario alla (loro) linea. Il momento non permette più di rispondere o di leggere sproloqui o insulti degni di essere studiati dalla psichiatria.

82masso

Lun, 26/08/2013 - 13:38

itsaianl...Valori di dx? legalità, laicità, conservatorismo e tu questi valori gli riconosci nel Pdl? Almirante si gira nella tomba. I voti a SB? te lo dico io, innamorati di lui e anzianotti teleimboniti dai suoi canali, disperati, creduloni (vedi IMU) e aggiungici pure Balotelli a Gennaio, la parte produttiva ormai non crede più a Lui, lasciatelo dire da uno che per lavoro tasta il polso, quotidianamente, all'imprenditoria (medio/piccola) del nord/est.

Ritratto di IoSperiamoCheMeLaCavo

IoSperiamoCheMe...

Lun, 26/08/2013 - 13:45

@Liberta75 il discorso economico non puo' essere scisso dal discorso morale visto che l'argomento in questione era Craxi, o i nostri politici in generale e il paese intero e non un discorso socio-economico al di fuori di un contesto nazionale. Ed é il motivo per cui io non condivido assolutamente il suo commento sulla rivalutazione di Craxi e su dove andavano a finire i soldi prima e dove vanno a finire adesso. Poi su i partiti che fanno la politica in Italia é una banalità cosi' ovvia visto che l'Italia é una republica parlamentare dove il parlamento eletto dal popolo fa le leggi con la supervisione del presidente della republica, e non una repubblica presidenziale. Riguardo all'esempio del presidente USA li esiste l'impeacchment per il presidente e anche pubblico (si ricorda Johnson, Nixon and Clinton) e quando capita o é capitato nessun si scandalizza o fa guerre contro magistrati e magistratura, qui in Italia sembra che i politici sia una classe per definizione al di sopra di qualsiasi ordinamento legislativo, altro che immunità parlamentare. Detto questo pare evidente che lei ha un'onestà per leggere non so cosa e poi scandalizzarsi, mentre io ho certamente una morale, che a lei potrà sembrare facile, basata sul rispetto degli altri e della legge. Per chiudere e chiarire io non sono di sinistra, visto che in Italia c'é l'idea sbagliata che chiunque sia contro Berlusconi debba essere per forza di sinistra e non é autorizzato ad avere idee di cdx.

Ritratto di Carlito Brigante

Carlito Brigante

Lun, 26/08/2013 - 14:17

@IoSperiamoCheMe...: grazie infinite per i suoi commenti. Sono molto rinfrancato nel vedere che nel cdx ci sono anche voci indipendenti e diverse dal coro monotono dei sostenitori di Berlusconi

inizca

Lun, 26/08/2013 - 14:37

Io sono di destra, la destra era Fini, onestà... lungimiranza e anche compromessi per la società che cambia. Il signor Silvio non è mai stato nient'altro che i suoi interessi e le sue aziende. E' ora di andare oltre. Il centro destra cos'è? E' tutto li? quelle cose riguardavano solo i soldi. L'Italia deve ritrovare i suoi valori, le sue eccellenze e il suo orgoglio.

cast49

Lun, 26/08/2013 - 16:12

El Presidente, quella sentenza non vale un cazzo e si deve buttare nel cesso...prova tu a metterti nei panni di B., con giudici che già ti dicono che ti odiano, che non ti possono vedere e che sei un delinquente, mentre tu sei consapevole di non aver frodato lo stato; uno come B. non si fa l'Unico da solo ma ha fior di commercialisti, e se ha sbagliato il commercialista? e se ha frodato qualcuno dei suoi dipendenti? non si saprà mai, perchè nessun teste a discarica è stato ascoltato da quei giudici. Per non parlare delle pene accessorie che non si danno neanche a chi ha ucciso; le sentenze politiche sono la peggiore cosa che si può fare e i giudici hanno dimostrato che la sentenza è politica perchè succubi dei politici komunisti che vogliono il potere con qualunque mezzo, senza accorgersi della figura di merda che stanno facendo.