La Cassazione su Sallusti: "Spiccata capacità a delinquere"

Nelle motivazioni della sentenza a 14 mesi di carcere, la Cassazione spiega: "Misura eccezionale ma legittima". Poi condanna: "Grave gogna contro il giudice". La replica di Sallusti: "Non si può giocare con la vita delle persone, il presidente della Cassazione dovrà risponderne anche a mio figlio". Arriva in Senato il ddl che abolisce il carcere per i giornalisti, prevedendo invece pene pecuniarie

Parla di Alessandro Sallusti come di un criminale incallito, ammette che la condanna è "eccezionale" e scarica la colpa sulla politica che non ha riformato la legge. Nei confronti del direttore del Giornale la Cassazione motiva la condanna a 14 mesi di carcere per la sua "spiccata capacità a delinquere" dimostrata da tanti precedenti e dalla "gravità" della "campagna intimidatoria" e "diffamatoria" condotta nei confronti del giudice Giuseppe Cocilovo quando nel 2007 dirigeva Libero. In realtà, quello che si "nasconde" dietro alle motivazioni dei giudici è una sentenza che mette le manette alla libertà di espressione. "Sono degli infami - ha commentato Sallusti - non si può giocare con la vita delle persone, il presidente della Cassazione dovrà risponderne anche a mio figlio". Nel frattempo si muove (a rilento) anche la politica. Questa mattina, a Palazzo Madama la commissione Giustizia ha, infatti, approvato il disegno di legge sulla diffamazione che abolisce la pena del carcere per i giornalisti.

Quattordici mesi di carcere. E una condanna durissima. Anche nelle motivazioni Nella sentenza 41249, la Suprema Corte ha spiegato per quale motivo, lo scorso 26 settembre, ha confermato la condanna a 14 mesi per diffamazione e omesso controllo a Sallusti per due articoli firmati da Dreyfus (ovvero Renato Farina), e pubblicati il 17 febbraio 2007. "Gli atti processuali - scrive la Cassazione - danno un quadro di forti tinte negative sulle modalità della plurima condotta trasgressiva di Sallusti ai danni non solo di Cocilovo ma anche dei genitori adottivi e di una minorenne sbattuti in prima pagina". Non solo. Replicando alla tesi della difesa, la Cassazione ha spiegato che "in una società, che vivono e si sviluppano grazie al confronto delle idee, non può avere alcun riconoscimento l’invocato diritto di mentire, al fine di esercitare la libertà di opinione". Più che una sentenza, quella della Suprema Corte sembra un'arringa moralizzatrice nei confronti del direttore che, su Libero, non aveva ospitato "un leale confronto di idee e di una lecita critica" alla legge sull’interruzione di gravidanza. Poi, però, la Suprema Corte scarica tutta la colpa sulla politica accusando il legislatore di non essere stato in grado di "raggiungere una condivisa scelta e una razionale e coerente riforma".

Dopo aver letto le motivazioni della sentenza, Sallusti ha criticato duramente anche Aldo Grassi, presidente della quinta sezione della Corte di Cassazione. "Il mio non è uno sfogo, ma un giudizio sereno che sarà oggetto di un mio editoriale che sarà pubblicato domani. Mi auguro che questo giudice venga cacciato dalla magistratura", ha commentato il direttore del Giornale spiegando che "non si può giocare con la vita delle persone". "Non si dà del delinquente ad un giornalista che non ha mai avuto condanna penale - ha continuato Sallusti - non c’è nessuna reiterazione del reato, c’è solo un articolo, neanche scritto da me, che a ben guardare non è neanche diffamatorio perchè non si cita nessuno e si parla per assurdo".

Finalmente, però, la politica sembra muoversi per fare in modo che un giornalista non venga mai più incarcerato per le proprie idee. Nato proprio dopo la condanna a Sallusti, il disegno di legge abolisce la pena del carcere per i giornalisti, prevedendo invece pene pecuniarie. "Sono contento che il disegno di legge vada avanti. Non può che essere un passo positivo, perchè bisogna superare il Codice Rocco - ha commentato Sallusti - non sono però così ottimista che si arrivi al via libera nei tempi utili per la mia causa, ma questa è la cosa meno importante". Le multe restano da 5mila a 100mila euro, ma è stato approvato un emendamento secondo cui sono commisurate alla gravità dell’offesa e alla diffusione della testata. Al termine della riunione il relatore Filippo Berselli (Pdl) ha riferito di aver proposto una rimodulazione dell’entità delle pene portando il massimo della multa da 100mila a 50mila euro, ma la maggioranza della Commissione ha bocciato la modifica lasciando il tetto massimo a 100mila euro. Prevista in caso di recidiva la sospensione dalla professione e dall’attività fino a sei mesi e poi come ulteriore aggravante, fino a tre anni. È stata approvata inoltre un’ulteriore ipotesi di aggravante in caso di coinvolgimento dell’editore nella diffamazione dolosa. La disciplina non è estesa ai blog, ma soltanto alle testate giornalistiche diffuse anche per via telematica. Non è infatti passato l’emendamento presentato dai senatori democratici Vincenzo Vita e Gerardo D’Ambrosio che chiedeva la non applicazione della normativa ad internet. Cancellata inoltre la riparazione come pena accessoria. Ritirato infine l’emendamento del senatore del pdl giacomo Caliendo che prevedeva la nullità delle clausole contrattuali che lasciavano solo in capo all’editore gli oneri derivanti da una condanna per diffamazione.

Anche dagli esponenti del centrosinistra arrivano dure critiche alla sentenza che manda in carcere Sallusti. "La Cassazione - scrive Marco Follini (Pd) su Twitter - sta facendo di tutto per rendere simpatico Sallusti. Che è un avversario, ma non un delinquente". E Antonio Di Pietro rincara la dose: "Personalmente ho diversi procedimenti contro Sallusti e il Giornale. Ma sono tra i primi a dire che non bisogna mandare in carcere i giornalisti". Prevedendo il carcere per i cronisti "è troppo alto il rischio che alla stampa venga impedito di esprimere le proprie idee".

"La sentenza della Cassazione su Sallusti è gravissima - dice il capogruppo del Pdl alla Camera, Fabrizio Cicchitto - perché è un manifesto politico di parte fondato per di più
su insulti e non una motivazione giuridica. L’espressione 'spiccata capacità a delinquere' attribuito al direttore del Giornale è un incredibile attacco politico".

Commenti
Ritratto di tulapadula

tulapadula

Mar, 23/10/2012 - 13:23

Bene cosi, anche se per risarcire i danni causati dalla diffamazione ad un imprenditore che veda la propria attività compormessa 100 mila euro sono una barzelletta. Mettiamo che a causa di diffamazione una modella perda dei contratto di centinaia di migliaia di euro con diverse aziende... forse la pena amministrativa andava commisurata al danno. Sennza individuare tetti massimi.

andrea monaco

Mar, 23/10/2012 - 13:25

Tutto a posto sallusti?

Ritratto di miladicodro

miladicodro

Mar, 23/10/2012 - 13:25

vincenzo vita & gerardo d'ambrosio,due ectoplasmi in cerca d'autore.Strano paese questo,che deve sorbirsi in eterno detti personaggi.Eppure il regno Berluscones cancellato (almeno sperava ) dall'assiso sul trespolo quirinalizio,continua a tormentare le notti di codesti giacobini d'antan.Sic transit gloria mundi,mai finira?

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Mar, 23/10/2012 - 13:25

Cosa prioritaria per l'Italia, il lavoro può attendere.

Ritratto di riccio.lino.porco.spino

riccio.lino.por...

Mar, 23/10/2012 - 13:38

retroattivo ad personam? fosse cosi' saro' a sputarti in faccia quando ti incontro.. ale.

gioch

Mar, 23/10/2012 - 13:38

Solito casino all'italiana,ma almeno si è evitata una stupidaggine.

baio1969@libero.it

Mar, 23/10/2012 - 13:40

Sallusti come i bambini che vogliono la caramella. Quando gliela dai, non piangono più.

Ritratto di Illuminato999

Illuminato999

Mar, 23/10/2012 - 13:40

Il governo doveva mandare gli ispettori in procura e rimuovere i magistrati politicizzati, altro che ddl...

Cosean

Mar, 23/10/2012 - 13:42

Da oggi, il più forte economicamente può distruggere, annichilire, umiliare e screditare attraverso la stampa, anche falsificando informazioni, chiunque possa creare ostacoli alle sue ambizioni. Bene!

baio1969@libero.it

Mar, 23/10/2012 - 13:48

Adesso che ti hanno dato la caramellina, non piangi più ?

baio1969@libero.it

Mar, 23/10/2012 - 13:50

Complimenti per questa vergognosa legge at personam, e, non bastasse, pure retroattiva. Peggio di così, non era possibile, neppure impegnandosi.

Ritratto di 02121940

02121940

Mar, 23/10/2012 - 13:54

La norma deve andare in aula per l'approvazione e non sono da escludere "sorprese". Poi dovrà andare alla Camera dove gli ostacoli sono notoriamente più forti, a partire dall'alto. Comunque qualcuno confonde la pena pecuniaria irrogabile a titolo di sanzione con il risarcimento del danno che è altra cosa. Rimanendo alla vicenda Sallusti risulta che egli abbia pagato 30mila € a titolo di risarcimento del danno e sembrerebbe che pagandone altrettanti avrebbe potuto ottenere il ritiro della querela e quindi la totale impunità. Se sono informato male gradirò essere corretto.

releone13

Mar, 23/10/2012 - 13:56

Tanto rumore per nulla, adesso non potrà più fare la vittima dicendo che va in gabbia ingiustamente. E noi abbiamo scomodato il parlamento per il Sig. Sallusti, mentre il lavoro, la situazione economica, i provvedimenti che giacciono da anni nei cassetti devono aspettare, mi sembra giusto...... MA A CHI POTEVA FREGARE SE QUESTO ANDAVA IN GABBIA?

edoardo fauro

Mar, 23/10/2012 - 13:58

Sallusti niente carcere, bene! Ma la prossima volta non scherzare con il fuoco perchè è stata una condanna che si poteva e si doveva evitare benissimo e che non bisogna mai mettere a rischio la LIBERTA' DI STAMPA di tutti per la PUBBLICITA' di un singolo: se ci saranno conseguenze sulle trasmissioni tipo REPORT od altro Sallusti ritieniti pienamente responsabile!

mariolino50

Mar, 23/10/2012 - 14:04

Questi reati di opinione andrebbero tolti dal codice penale, eventualmente solo codice civile, anche se sarebbero cose di difficissima dimostrazione.

michetta

Mar, 23/10/2012 - 14:06

mbe'! Ecco fatto! Adesso, pero', mi tocca rilevare, che anche lA categoria dei giornalisti diventa INTOCCABILE dalla giustizia (!?). Noi abbiamo fatto il nostro dovere di richiamare a gran voce all'ordine la Giustizia, attraverso i politici fasulli e non (pochi in verita'). Ora, pero', vogliamo che i giornalisti facciano interamente il proprio dovere, senza se e senza ma.....

Ritratto di dlux

dlux

Mar, 23/10/2012 - 14:18

State tranquilli. Quello che avevo ampiamente previsto si sta materializzando... Vedrete che alla fine era meglio il carcere.

Ritratto di tulapadula

tulapadula

Mar, 23/10/2012 - 14:23

@ 02121940 : Grazie per la precisazione riguardo pena pecuniaria e risarcimento. probabilemtne ho frinteso i termini del ddl. Ciao.

Ritratto di anto71

anto71

Mar, 23/10/2012 - 14:24

Noooooooooooooo, Sallusti non va in galera? Ma giuro che stà cosa mi lascia stupito e perplesso, ma che roba, ed io che ero convinto ci sarebbe andato, ma che storia malata!!! Ps, ed ora contro chi si scaglieranno i lettori di questo giornale? Restano solo i no tav, mastro lindo ed il pulcino pio!!!

Cosean

Mar, 23/10/2012 - 14:27

Il Quarto Potere è riuscito a scavalcare il Terzo. Solo che il Potere giudiziario è un potere istituzionale, scritto nella Costituzione. La stampa è più forte dei principi democratici. Parlo ai commentatori. Ma perche avete tifato sempre contro voi stessi?

andrea monaco

Mar, 23/10/2012 - 14:32

Fatemi capire. Adesso sallusti finirà in carcere? Su questo giornale si è sempre sostenuto che il reato era di OPINIONE. Ora depennano il reato di DIFFAMAZIONE. Com'è?

21v3

Mar, 23/10/2012 - 14:36

Della serie "la legge è uguale per tutti"... Ti pareva che uno di loro andasse dentro... nemmeno nelle favole...

Pinozzo

Mar, 23/10/2012 - 14:39

Ma va, chi l'avrebbe mai detto? Ora il nostro eroe che si inventera' di nuovo per poter atteggiarsi a vergine violata?

laura.canu

Mar, 23/10/2012 - 14:46

no caro ANTO71...resti TU, NO TAV, MASTRO LINDO E IL PULCINO PIO...

Amon

Mar, 23/10/2012 - 14:49

visto che rapidi quando c'e' da salvarne uno, intanto i nostri ospedali sono al collasso, abbiamo le tasse piu alte dell'universo conosciuto, le strade son sempre di benetton anche se le abbiamo cosstriute e pagate noi, le scuole ..stendiamo un velo pietoso...eh si era proprio un'urgenza questa legge.

Ritratto di GABRIELE FOGLIETTA

GABRIELE FOGLIETTA

Mar, 23/10/2012 - 15:08

No caro releone13, non hanno solo evitato il carcere a Sallusti, ma si è arrivati a dire che non si può andare in carcere per reato d'opinione. Se andava al gabbio o non era indifferente solo per gente come te, gente per la quale chi la pensa diversamente non ha il diritto di parola.

idleproc

Mar, 23/10/2012 - 15:14

Concordo con la valutazione di ieri di Sallusti sul ddl. Il problema resta immutato e ulteriormente aggravato. Non ci si può aspettare altro in una nazione (?) che è stata dichiarata ufficialmente con le sue estenazioni dalla più alta carica istituzionale uno Stato delle Banane. Esisteva una Costituzione magari malandata ma esisteva. E' caduta la Legittimità Istituzionale. Non è cosa da poco. A caduta, per chi ha giurato sulla Costituzione Repubblicana e per chi come cittadino ne fa un punto di riferimento etico e comportamentale potrebbe costituire un problemino. Forse non se ne rendono conto. Non è roba loro la Costituzione della Repubblica.

wolfma

Mar, 23/10/2012 - 15:18

Sì, svaligia le banche,rapina le vecchiette,violenta le minorenni,spaccia droga, ecc....... Si dice che in Italia c'è una fuga di "cervelli" . Quelli che non sono riusciti ad andare via sono finiti in magistratura !!!!

Rossana Rossi

Mar, 23/10/2012 - 15:19

E' incredibile l'idiozia di certi commenti che si leggono qui. Povera Italia........

silviob2

Mar, 23/10/2012 - 15:21

Chi tocca i fili muore. Così una volta era scritto sui pali dell'alta tensione. Dopo tutti gli articoli molto critici nei confronti dei magistrati, c'era da aspettarsi una condanna pesante con queste motivazioni.

Ritratto di ALESSANDRO DI PROSPERO

ALESSANDRO DI P...

Mar, 23/10/2012 - 15:25

RAGIONAMENTO , SQUISITAMENTE POLITICO DEGNO DI UNA "PRETURA PROVINCIALE" E NON DA UNA CORTE COME LA CASSAZIONE:

silvio adopera

Mar, 23/10/2012 - 15:28

Ooooooh... meno male! Almeno così la pianterai di sfracellarci le gonadi.

Ritratto di stock47

stock47

Mar, 23/10/2012 - 15:30

Questa è un altra sentenza che fa il paio con i sismologi condannati per il terremoto dell'Aquila, solo che colpisce un giornalista e, quindi, la comunità internazionale non saprà niente di questa ulteriore vaccata del sistema giudiziario italiano.

ettore80

Mar, 23/10/2012 - 15:31

Credo che queste motivazioni non facciano una grinza, e siano il giusto coronamento per giornalisti di questo tipo.

Ritratto di MIKI59

MIKI59

Mar, 23/10/2012 - 15:34

E si lamentano del ventennio? Allora almeno era giustificato dal fatto che era una dittatura!

Ritratto di rapax

rapax

Mar, 23/10/2012 - 15:35

tulapadula guarda caso per la reputazione di gente per bene i giornalisti difficilmente pagano..al max un trafiletto di scuse dopo titoloni screditanti, quando si è trattato di sua "santità" togato..figuriamoci..giusto il risrcimento congruo al danno e le scuse altrettanto evidenti dei titoli diffamatori....

mister_B

Mar, 23/10/2012 - 15:38

Finalmente. Così finalmente sto piagnone finisce di fare la vittima e può continuare nella sua attività dedita al diffondere notizie false contro il nemico politico. 100mila euro per Berlusconi sono nulla, anzi sono spesi bene se c'è da rovinare qualcuno. Grillo, Bersani, Casini, ex An, Vendola sono avvisati.

Ritratto di wtrading

wtrading

Mar, 23/10/2012 - 15:40

A mio parere non si è fatta granchè giustizia. Rimane il marcio di questa magistratura fortemente politicizzata, fortemente astiosa, fortemente ingiusta, fortemente ipocrita, fortemente di parte, fortemente arrogante. E perche'? Perchè possono fare ciò che vogliono senza pagare dazio se sbagliano. No; cosi' non va. Non ci siamo proprio. E quegli idioti che scrivono su questo sito, non capendo ciò che scrivono,ma con la bava alla bocca perchè Sallusti non va in galera, non sono nemmeno degni della nostra compassione. Per loro un silenzio assoluto. Amen.

Magicofinx

Mar, 23/10/2012 - 15:41

Ribadisco: nonostante io sia "politicamente distante" trovo che questa vera e propria censura alla stampa sia degna del ventennio!

totoprest

Mar, 23/10/2012 - 15:42

Una sentenza non comincia "In nome delle TOGHE...", bensì..."In nome del POPOLO ITALIANO..." ED è DOVEROSO IL RISPETTO!

minestrone

Mar, 23/10/2012 - 15:44

chi sono gli infami scrivilo a chiare lettere se hai il coraggio

Klark

Mar, 23/10/2012 - 15:46

dura lex sed lex

onurb

Mar, 23/10/2012 - 15:51

Scusate, una str....ta rimane tale anche se l'ha detta un giudice. E più alto è lo scranno su cui siede il giudice, più grossa e puzzolente è la str....ta. In un paese dove gli assassini vengono rimandati a casa le persone perbene sono sottoposte alla gogna della carcerazione. Le motivazioni con cui si irroga il carcere a Sallusti sono semplicemente demenziali. Se non fossero scritte in una sentenza, sarebbero da querela penale. Su cosa sono fondate queste motivazioni? sul fatto che Sallusti non la pensa come il giudice o su dati di fatto inoppugnabili? Quali altri reati ha commesso Sallusti per essere definito persona con spiccata capacità a delinquere? E' ora che si ponga un limite allo strapotere dei giudici e che essi rispondano dei propri errori.

Ritratto di tulapadula

tulapadula

Mar, 23/10/2012 - 15:53

"Sono degli infami - ha commentato Sallusti - non si può giocare con la vita delle persone". Se ne è accorto? Bene, è già qualcosa...

Ritratto di lucianoch

lucianoch

Mar, 23/10/2012 - 15:54

Però abbiamo parecchio migliorato dal tempo dell'inquisizione perchè a quei tempi solo per aver detto che la terra gira attorno al sole lo avrebbero bruciato sul rogo.

Enrico II°

Mar, 23/10/2012 - 15:55

Ci sono ancora degli idioti, stupidi e beceri, che prendono per i fondelli Sallusti e che avrebbero ardentemente desiderato che andasse in carcere per 14 mesi, mesi che non scontano neppure i drogati/ubriachi che investono e uccidono degli inermi passanti. Questa è vera e propria acredine e malcelato odio nei confronti di un direttore che non è allineato con l'informazione ricurva ai poteri forti e ai santissimi, infallibili, magistrati (leggi motivazioni sentenza). Irrompere nei commenti di un quotidiano che vi fa schifo, vi fa sentire meglio? Siete appagati delle vostre frustrazioni? Ma cosa pensate di fare o di dire con la vostra volgare ed ideologica stupidità?

Ritratto di lucianoch

lucianoch

Mar, 23/10/2012 - 15:57

Ma non è grave gogna anche quando un giudice mette in galera un innocente e poi si accorge che è innocente?

igliano

Mar, 23/10/2012 - 15:58

Sono pienamente d'accordo con la cassazione

Ritratto di trebisonda

trebisonda

Mar, 23/10/2012 - 15:59

spero in una buona risoluzione per l'ottimo Sallustiperchè qui oramai si vive in uno stato di polizia.Ps vorrei chiedere a ANTO 71 eRiccio Lino se gentilmente vanno a scrivere volgarità e improperi da un'altra parte del resto non capisco perchè postano su un giornale che non sopportano andassero sulla loro repubblichella così siamo tutti più contenti.

losit3

Mar, 23/10/2012 - 16:02

e allora Di Pietro e travaglio con queste motivazioni dovrebbero avere 5 ergastoli visto che sparano sentenze prima di ogni processo e fanno loro da tribunali ambulanti, giudicando e diffamando in tutte le trasmissioni televisive, da questo si vede da che parte sta il vero potere e di che colore politico è dipinto ?.................poveri italiani non si CAMBIA.

Ritratto di mina2612

mina2612

Mar, 23/10/2012 - 16:05

@wtrating. Sono perfettamente in linea con lei: qui sopra postano molte m***e che credono che, mettendosi in mostra davanti agli altri, possano emergere dalla claca in cui vivono abitualmente. Ma in che Italia fiamo finiti? Da una parte ci sono i lobotomizzati secondo le regole imposte dal vecchio pci, dall'altra un manipolo di magistrati democratici che, ormai fuori dal potere giudiziario, seguono la strada della tirannia stalinista e filo cinese.

FrancescoCeC

Mar, 23/10/2012 - 16:05

Direttore ma basta con questa pagliacciata! Tanto non va in galera e nn lo ha mai veramente rischiato, darlo a credere per vendere più copie questo sì che è da infami.

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Mar, 23/10/2012 - 16:06

Povero giudice, Cocimileova voleva avere 60,000 Euro! da Sallusti, é adesso e diventato il pagliaccio della Giustizia Italiana, forse se tu avresti scritto per Debenedetti; il Pedofilo pescato con 2 minorenni in camera dalla Polizia, non saresti stato mai accusato di diffamazione!.

bruna.amorosi

Mar, 23/10/2012 - 16:07

però se gli avesse dato altri 30.000 euro allora non era niente di tutto questo .Se io fossi un magistrato quel collega lo incriminerei per corruzione .

bruna.amorosi

Mar, 23/10/2012 - 16:07

però se gli avesse dato altri 30.000 euro allora non era niente di tutto questo .Se io fossi un magistrato quel collega lo incriminerei per corruzione .

michele lascaro

Mar, 23/10/2012 - 16:12

Certi vecchi bacucchi hanno la presunzione di arrivare a conoscere l'animo umano, tranciando giudizi a casaccio. Freud consumò tutta la sua vita per capire solo alcuni momenti della complessa personalità dell'uomo. Complimenti per i nuovi premi Nobel!

bruna.amorosi

Mar, 23/10/2012 - 16:12

UN BEL TERREMOTO DENTRO IL PALAZZACCIO E TUTTO SAREBBE FINITO .però a pensarci bene chi dovrebbe non ci saranno quelli sono ben nascosti nel parlamento

Pazz84

Mar, 23/10/2012 - 16:13

a mah è bastato legere che è recidivo, il che significa che ha commesso lo stesso reato in precedenza. Non sarà giustificato il carcere, ma la condanna si. In base alla legge vigente è previsto il carcere, c'è l'aggravante della recidività e questo motiva la pena maggiore. Ora il parlamento finalmente modificherà la legge e non si assegneranno più pene così sproporzionate.

beale

Mar, 23/10/2012 - 16:13

Non hanno mai abbandonato le teorie di Lombroso. Sallusti, con la pelata, le occhiaie ed i lineamenti marcati, è lombrosianamente interessante.

Ritratto di corvo rosso

corvo rosso

Mar, 23/10/2012 - 16:16

Selezionando miliardi di persone, trovare un pirla come antonio vivaldi è difficilissimo.

vince50_19

Mar, 23/10/2012 - 16:17

Ergo e a parte certe fregnacce che ho letto qui dentro che trasudano solo puro odio e sfottò di infima categoria: Sallusti criminale incallito e quindi in galera per 14 mesi: ok, se nulla cambia, ci vada e finita lì! E quelli che ammazzano o provocano gravi ferimenti in incidenti ne fanno di meno perchè sono stati trovati drogati o ubriachi e quindi non nel pieno possesso delle loro facoltà mentali? Solo un esempio, questo: della serie siamo alla frutta dell'anno successivo.. La colpa è tutta dei politici che fanno leggi, spesso e volentieri, "ad capocchiam". I giudici applicano, talvolta "interpretano", ergo ci vorrebbero leggi chiare, efficaci e che limitino al massimo i poteri di "interpretazione". Consiglio a certi fobici che straparlano, la lettura di un interessante libro - L'Ultracasta dei magistrati, scritto da Livadiotti, giornalista dell'Espresso (non de Il Giornale), prima di lanciarsi in voli che definire "pindarici" è pura enfasi..

Ritratto di TAINA

TAINA

Mar, 23/10/2012 - 16:17

VERGOGNA ITALIANA - Altro che in galera, uno dei pochi uomini rimasti,......TUTTO DI UN PEZZO. Finalmente uno con le palle,.... non piagnucola, non chiede favori è disposto ad andare in galera senza alcuna motivazione. Vergognatevi magistrati rossi un uomo come Salusti lo vorrei premier a Palazzo Chigi solo cos' i i sinistrati tappano la bocca a chi non la pensa come loro.

Ritratto di gianni1950

gianni1950

Mar, 23/10/2012 - 16:18

ritorco la spiccata qualita a delinquere verso coloro che hanno emesso questa vergognosa sentenza. Perchè questi giudici sinistrorsi non si impegnano a mettere in galera coloro che violentano o uccidono delle donne o commettono crimini spaventosi?. Che vergogna per il paese Italia che sembra sempre più sotto la dittatura di piccola parte della magistratura. Mi domando perchèi magistrati onesti non si ribellano? Vana speranza, la democrazia nel paese è an data a farsi friggere.

ambrogio milani

Mar, 23/10/2012 - 16:23

Il Direttore Sallusti si è reso responsabile per 'omesso controllo'... e che dire allora dei direttori dell'unità, prima la signora Concita De Gregorio e ora il direttore Sardo che nei commenti dei suoi "integerrimi, educati e colti" commentatori si legge ogni sorta di insulti, maledizioni, sfregi, e chi più ne ha ne metta, lesivi nei confronti di Berlusconi premier e quindi responsabili di villipendio nei confronti di un'istituzione dello Stato?

Ritratto di pipporm

pipporm

Mar, 23/10/2012 - 16:29

"Spiccata capacità a delinquere" un profilo ineccepibile dato dalla Cassazione nei confronti di chi nel corso degli anni, sentitosi protetto politicamente, ha sentenziato su molte persone.

rebarbaro

Mar, 23/10/2012 - 16:33

Hanno fatto bene, hanno fatto solo quello che ingenui e, mi permetto di dire anche, pusillanimi hanno loro consentito stupidamente di fare. Sallusti come Berlusconi hanno creduto di avere a che fare colle verginelle innoccenti e candide, dalla purezza integerrima e dall'onestà assoluta. Mi dispiace ma questo é almeno da blefarospastici e da allocchi semplicioni, per volersi contenere. Se avessero chiesto ai milioni di gente veramente intelligente e onesta avrebbero saputo che invece si tratta di belve sataniche assetate di sangue, pronte a ogni abominio orrido e mostruoso e che l'unico rimedio é ed é sempre stato quello invocato disperatamente da tutti i milioni di gente veramente essa si onesta e perbene, vessata, dilaniata e abbandonata nelle fauci di questi sordidi assassini di ogni eminenza, di ogni giustizia. Evviva Craxi, benedetta memoria: neanche morto torno in questo paese Italia e alla sua lordura sordida chiamata svergognatamente giustizia insieme a tutte le sue istituzioni canaglia, fatte da canaglie per le canaglie. Continuate pure a non pubblicare e ve ne accorgerete di come vi fracasseranno ulteriormente. Buon appetito.

Camarillo

Mar, 23/10/2012 - 16:37

Credo sia doveroso fare un distinguo. Un conto è il reato di opinione (e qui credo che ogni persona dotata di buon senso debba essere contraria) e un conto è il reato ben diverso di diffamazione. Nello specifico il direttore non è accusato del primo reato bensì proprio di diffamazione. Dire che Tizio Caio ha "costretto" una minorenne ad abortire non si può certo definire una semplice "opinione" che si può condividere o meno ma è un reato bello e buono. A questo punto con questa legge non solo ogni giornalista potrà giustamente esprimere le proprie opinioni ma potrà permettersi di offendere, diffamare ed ingiuriare chiunque senza problemi...

Ritratto di _alb_

_alb_

Mar, 23/10/2012 - 16:37

Caro Sallusti, crede davvero che in ItaGlia si possa appoggiare Berlusconi ed uscirne impuniti? Ancora non si è capito chi comanda qui? Punirne uno per educarne 100.

a.zoin

Mar, 23/10/2012 - 16:38

Quando i Governanti del belpaese, pensano solamente al loro conto in -BANKA-,la MAGISTRATURA diventa fascista. A un delinquente, uno spacciatore di droga,un assassino,danno pene molto più leggere o vengono lasciati liberi l`indamani. PER SALUSTI invece,essendo alle dipendenze di BERLUSCONI,viene incarcerato, PER AVER SENTITO -D I R E-. Tutta questa gente che vive nell`odio,dovrebbe essere messa in conventi di clausura.

mariett

Mar, 23/10/2012 - 16:41

Dice Sallusti: "Sono degli infami, non si può giocare con la vita delle persone". Verissimo, il Magistrato che il Sign. Sallusti ha denunciato di omicidio ed al quale ha augurato la morte, non è anche lui una Persona?

mariett

Mar, 23/10/2012 - 16:41

Dice Sallusti: "Sono degli infami, non si può giocare con la vita delle persone". Verissimo, il Magistrato che il Sign. Sallusti ha denunciato di omicidio ed al quale ha augurato la morte, non è anche lui una Persona?

Ritratto di MIKI59

MIKI59

Mar, 23/10/2012 - 16:47

Cara Taina, ma è proprio qui la risposta. Se si lascia libero un uomo come Sallusti, si potrebbe rischiare di averne altri come lui, cioé come lo definisci te, con le palle, e allora per qualcuno sarebbero guai.

Walter78

Mar, 23/10/2012 - 16:48

sette pregresse condanne per diffamazione.... con precedenti così, in un paese normale, non si dovrebbe dirigere neanche il giornalino della parrocchia... in Italia con sette condanne pregresse per il medesimo reato si dirige un quotidiano nazionale

enzo1944

Mar, 23/10/2012 - 16:48

.............a quando una denuncia per estorsione al giudice coccimelovo???

nonsisamai

Mar, 23/10/2012 - 16:54

Censura fascista da parte di giudici sinistri! Eh gia’, applicano con solerzia , norme del codice Rocco!!! Ahahahahaha…..che ridicoli! Ridicoli e pericolosi . L’italia e’ sotto la dittatura dei togati!! Ma tutti zitti, i togati, quando i giornalisti di sinistra hanno offeso, calunniato, diffamato, demonizzato il Cavaliere. ! Attenzione, in Italia non c’e’ la democrazia ma la dittatura E solo perche' Sallusti ha idee politiche DIVERSE dalle loro!!!!

Gianna Lorella

Mar, 23/10/2012 - 16:56

Andrebbero delegittimati immediatamente.

gedeone@libero.it

Mar, 23/10/2012 - 16:56

""Spiccata tendenza a delinquere"" di Sallusti??? Questa "sentenza" fa il paio con quella della condanna alla commissione grandi rischi inferta dal tribunale dell'Aquila che sta facendo ridere l'intero globo terraqueo. Una domanda ai bloggisti: Secondo voi, sono peggiori queste sentenze o i commenti dei frequentatori sinistratisinistri-forcaioliasensounico del sito di questo giornale??? Non so per voi; per me pari sono...

@ollel63

Mar, 23/10/2012 - 16:59

Gli infami infamatori 'con spiccata capacità a delinquere' accompagnata e condotta da 'grave campagna intimidatoria e diffamatoria' sono proprio loro: gli appartenenti a questa casta di certa magistratura da porcile.

gbsirio_1962

Mar, 23/10/2012 - 17:00

A 'NFAMONIII !!!

Howl

Mar, 23/10/2012 - 17:01

"Spiccata capacità a delinquere" ( riferendosi al reato di diffamazione di cui ,credo, sia recidivo ) - "Grave gogna mediatica"........... Caro Sallusti se lei scrive o permetta si scriva sul quotidiano che dirige ogni santissimo giorno 3/4 articoli pieni di inesattezze ( soprattutto usando l'omissione ), sproloqui, offese, strali di ogni tipo anche immotivati e talvolta anche falsità contro la magistratura non è che si può stupire delle motivazioni della condanna. Se moltissimi del Pdl e anche il loro capo sono presunti o meno delinquenti non è che la colpa è dei magistrati che, cosa di cui lei si è ben guardato di sottolineare,NON FANNO LE LEGGI MA LE APPLICANO; lei sbaglia bersaglio ed è ovvio che quelli "impallinati" al posto di altri si arrabbiano. Se la prenda con chi quelle leggi o le ha fatte o non le ha riformate : nel suo caso perchè in tutti gli anni in cui ha governato il Pdl l'articolo 594 cp 3° capoverso non è mai stato cambiato abolendo il carcere ? no ! lei se la deve prendere con i giudici. Errare è umano ma perseverare è diabolico……….continuare perché Lei è convinto di avere ragione è leggermente arrogante e superbo. Le stanno dicendo che certe cose per legge non si possono dire o fare lei continua e monta una campagna di autodifesa sulla pretesa di illegalità……..se poi la mandano dentro non rompa

Americo

Mar, 23/10/2012 - 17:02

Credo che sia arrivata l'ora di eliminare al nostro sistema giudiziario la condizione di corporazione che gode per i suoi membri di una autodifesa e assoluzione automatica e che ha il potere di giudicare i cittadini senza avere avuto alcuna legittimitá popolare . Quando parla il presidente della Cassazione lo fa con tutta la solennitá di un papa. Mi domando, chi gli ha dato questa autoritá? Non certo il popolo che lo ha dato all'Esecutivo, al Legislativo ed in forma imdiretta alla Presidenza della Repubblica. Il nostro sistema giudiziario é come una compagnia anonima, senza responsabili diretti, e che come i beni ecclesistici non muore mai. Il vero generatore di legittimitá, in una democrazia, é il popolo, ma quí per la perversione di un aborto Costituzionale npn ha voce.

moranma

Mar, 23/10/2012 - 17:02

povero Sallusti, ora che i politici hanno messo su l'ennesima legge ad personam, sarà contento...niente carcere ma solo un ammenda e nemmeno elevata se si considera che per diffamazione si può stroncare una carriera. la libertà di espressione non c'entra assolutamente nulla con questo caso, la diffamazione è una cosa seria, per di più quando viene ripetuta più volte e senza smentita pubblica. Si parla tanto di casta dei politici, ma anche la casta dei giornalisti non è da meno.....

Howl

Mar, 23/10/2012 - 17:06

"Non si può giocare con la vita delle persone"...........ha ragione e quindi perchè ha permesso il caso Boffo e ha permesso di diffamare un giudice ? e un'infinità di altre falsità e offese ?

Demostene2010

Mar, 23/10/2012 - 17:07

"Finalmente, però, la politica sembra muoversi per fare in modo che un giornalista non venga mai più incarcerato per le proprie idee." Ancora una volta, il Giornale si difende dall'accusa di pubblicare falsita' con altre falsita'. Sallusti e' stato condannato perche' l'articolo da lui ammesso alla pubblicazione affermava che un giudice aveva COSTRETTO una ragazza di 13 anni ad abortire.

MDV

Mar, 23/10/2012 - 17:13

Continuo a leggere commenti che plaudono alla richiesta di carcerazione del direttore Sallusti in quanto la “diffamazione” va punita col carcere. Chiederei a queste persone di leggersi le informazioni riportate a questo link http://it.wikipedia.org/wiki/Marco_Travaglio e scorrere fino alla voce “Sentenze di condanna”. Ma si sa, basta che il giornalista sia dalla parte “giusta” perché’ tutto sia consentito in nome della libertà di stampa. Saluti.

nonsisamai

Mar, 23/10/2012 - 17:18

ma questi sinistri sono tutti dei minus habens? leggendo i loro interventi, certamente si'.Ecco perche' non capiscono che condannare col carcere chi esprime liberamente un'opinione,e' tipico delle dittature. E infatti il comunismo, in Italia , esiste ancora. basta leggere i penosi e ANTIDEMOCRATICI interventi dei compagni......

Ritratto di depil

depil

Mar, 23/10/2012 - 17:19

... questi infami sembra quasi un dovere.

MEFEL68

Mar, 23/10/2012 - 17:19

Francamente non capisco l'odio verso Sallusti. A sinistra dovrebbero essere contenti che venga allentato il bavaglio alla stampa. Se la stessa cosa fosse capitata a Santoro o Travaglio, che per gettare fango hanno usato la ruspa, non so cosa sarebbe successo. Probabilmente niente. Neanche una multa per divieto di sosta.

@ollel63

Mar, 23/10/2012 - 17:21

Quanti iper-intelli-dioti sinistrati, ahimè, da queste parti! Ma perché non lasciate la gacà nei vostri abituali gessi? Vi hanno cacciato a calcincalo?

Ritratto di anto71

anto71

Mar, 23/10/2012 - 17:21

@laura.canu non sono d'accordo. giurerei che mastro lindo è colpevole, il pulcino pio forse, ma non ne sono sicuro. non giuro nemmeno sui no tav. stai a vedere che mettono dentro me. maledette toghe rosse, qualunque cosa io abbia fatto giuro che l'ho fatta a mia insaputa!!!

nonsisamai

Mar, 23/10/2012 - 17:23

VIA le toghe politicizzate!!!! Sono uno dei cancri dell' Italia.

Labronico-bis

Mar, 23/10/2012 - 17:25

Se va in galera Sallusti vadano in galera tutti quei delinquenti giornalisti comunisti che hanno infamato e distrutto la vita di molte persone. Vedi Repubblica

Ritratto di pischello

pischello

Mar, 23/10/2012 - 17:26

come avevo previsto nel mio post sallusti non farà nemmeno un giorno di galera, ma in compenso aumenterà le vendite del giornale ed avrà superato la sparata del suo degno compare di merende belpietro( ricordate la storia del... falso attentato?). il risultato di tutta questa caciara è che sallusti potrà continuare a diffamare chiunque( tanto il suo padrone non ha problemi di soldi) alla faccia di tutti quei giornalisti ( veri) che fanno il lora lavoro in maniera pulita. saluti

epesce098

Mar, 23/10/2012 - 17:26

Credevo che i lettori de "IL GIORNALE" avessero un po' più di sale in zucca. Ma alcuni sono dei beceri con la bava alla bocca. E io ne godo nel vederli sbavare, rido nel vederli ica..ati neri, gioisco nel vedere quanta rabbia stanno masticando. Sono anche contento che questo giornale venga letto anche da quei cafoni di sinistra nemici della libertà di espressione. VIVA SALLUSTI E CON LUI TUTTI I REDATTORI DE "IL GIORNALE"

nonsisamai

Mar, 23/10/2012 - 17:27

a riccioli'.....sono certa che, prima o poi, incapperai in qualche giudice che non gradira' i tuoi riccioli e per questo TI CONDANNERA'. Sarebbe proprio quello che ti meriti! Stupido.

curatola

Mar, 23/10/2012 - 17:27

il giustizialismo attuale é deprecabile specie se usato come compensatorio ad una cultura della certificazione che manca.Peggio,alla base di esso c'é un infantile quanto persistente abitudine al ricorrere all'autorità superiore,al deus ex machina anziché alla democrazia.L'autorità indipendente e superiore non emendabile piuttosto che misure che trovino il consenso collettivo,le sentenze collegiali. Poi c'é la mania dei ricorsi che svalorizza le sentenze e rende un cattivo servizio alla giustizia. Un pm fa e disfa,una corte di pochi eletti disfa una legge di un parlamento con mille persone. Ammette o non ammette referendum che hanno il consenso popolare. Il tutto poi dilungato degli anni e qualche volta nei decenni. Povera Italia.

antonio squarcella

Mar, 23/10/2012 - 17:27

Caro Sallusti, questi "deficienti" che si ostinano a riconoscere un qualcosa di razionale nell'operato di alcuni giudici hanno solamente la ventura di non essere mai finiti nel tritacarne giudiziario. Altrimenti, capirebbero che in molti casi gli esimi giudici sono delle persone completamente avulse dalla realtà che, come tu dici, fanno sfoggio della loro presunta scienza giuridica e della loro arrogante presunzione di avere una spiegazione per ogni loro decisione, anche la più infame, giocando con la pelle delle persone. Coraggio, caro Direttore, che prima o poi questa merda di rivoluzione giustizialista finirà in italia e finirà lo stomachevole delirio di onnipotenza di questi funzionari dello Stato pagati con i nostri soldi.

beale

Mar, 23/10/2012 - 17:29

pipporm:"Spiccata capacità a delinquere" un profilo ineccepibile dato dalla Cassazione nei confronti di chi nel corso degli anni, sentitosi protetto politicamente, ha sentenziato su molte persone." Cari pipporm, ma lei ha vissuto in Italia negli ultimi anni, dal 1994 ad esempio? Parla di protezioni politiche.E meno male! Se non ci fossero state invece dei processi si sarebbe fatto ricorso a giustizia sommaria? E come si sostanzia la protezione politica? Infine copre di più quella politica o quella giudiziaria?

Ritratto di marystip

marystip

Mar, 23/10/2012 - 17:29

Le procure sono rosse e queste sono le conseguenze.

Ritratto di Ninaninafvg

Ninaninafvg

Mar, 23/10/2012 - 17:29

Direttore Sallusti, se non ci fosse da aver paura si potrebbe persino ridere. Peccato che queste follie appartengano a coloro che hanno il potere di privare della propria libertà le persone.

silverio.cerroni

Mar, 23/10/2012 - 17:29

@- Comunque finisca, sarà ricordata come una brutta storia una delle tante brutte storie di questi ultimi tempi.

Lino1234

Mar, 23/10/2012 - 17:32

Esistono ancora persone che ritengono giusto mandare in galera un giornalista perché ha criticato, seppur aspramente, un Magistrato che condanna un medico la cui colpa e stata quella di evitare, tacendo alla partoriente, un difetto congenito del nascituro, con conseguente procurato aborto legalizzato. Quindi la pena di morte del feto. Condannando il medico che, con il suo comportamento, seppur poco ortodosso, gli ha evitato la morte certa. Gli stessi genitori hanno dichiarato, pubblicamente, a distanza di oltre un decennio che la bambina, che doveva essere soppressa, è ora la loro felicità e ringraziano Dio ed il medico che,indirettamente, l'ha salvata. Le persone di cui sopra che invocano la condanna del giornalista e neanche si vergognano. Gente senz'anima che non sa cos’è la pietà. Saluti. Lino

Pazz84

Mar, 23/10/2012 - 17:33

@MDV E' facile fare copia incolla da Wikipedia, più difficile è ragionare a quanto pare. Se infatti guardi bene, le condanne sono tutte in sede civile, tranne una in sede penale. Ergo niente recidiva. Sallusti dal canto suo è recidivo, in quanto per il reato di diffamazione a mezzo stampa è stato già condannato in sede penale. Questo equivale a recidiva.

nonsisamai

Mar, 23/10/2012 - 17:33

eh no, labronico, quelli non vanno in galera! quelli sono sinistri....come i giudici. Figuriamoci se si morsicano tra loro!!! In Italia la giustizia e' solo un sostantivo ,singolare femminile!!!

rossini

Mar, 23/10/2012 - 17:38

Caro Direttore, il Giornale è ancora in tempo a farsi promotore di una campagna di stampa tambureggiante perché al Senato venga votato ed approvato, senza alcuna modifica, l'emendamento Pini sulla responsabilità civile diretta dei magistrati. L'emendamento è già stato approvato alla Camera. Basta l'approvazione del Senato perché diventi legge dello Stato. I senatori sono pronti, magari a scrutinio segreto, al voto favorevole a grande maggioranza Finalmente si affermerebbe il principio che tutti, senza distinzioni, devono essere responsabili delle loro azioni e che non c'è potere senza responsabilità. Troppo comodo condannare i membri della Commissione Grandi Rischi per non aver previsto il terremoto. Troppo comodo per la Supercasta degli Magistrati chiamarsi sempre fuori quando si tratta di discutere della responsabilità e dei gravissimi errori commessi dai suoi esponenti. Sotto, dunque, con una campagna sulla responsabilità civile diretta dei giudici.

giovanni PERINCIOLO

Mar, 23/10/2012 - 17:39

I vari baio1969, cosean e avvoltoi trinariciuti vari saprebbero spiegare con parole semplici come mai la legge che dovrebbe essere approvata (dovrebbe perché al momento siamo alle buone intenzioni) ricalca quanto avviene in tutti i paesi civili e sopratutto democratici??? La legge attuale é una legge fascista ma, con tutta evidenza, se viene applicata a uno di destra é cosa bella e buona se invece alla gogna ci fosse stato che so io un mauro o un santoro saremmo già alle dimostrazioni "pacifiche oceaniche", vero cari "democratici" dei miei stivali?? Quando é che riuscirete a giudicare un provvedimento o una legge per quello che é in se stessa, se é buona o meno, invece di giudicarla soltanto in base al cui prodest??? Già ma per arrivare a tanto nel cranio dovreste avere almeno un pochino di materia grigia invece della materia marrone che trabocca!

makeng

Mar, 23/10/2012 - 17:50

A QUESTO PUNTO OCCORRE SOLO OPPORSI A QUESTA "GIUSTIZIA" ROSSA E AL MANDATO DI ARRESTO. NOI IL POPOLO VERO RIFIUTIAMO QUESTA BARBARIE DELLA CASTA DEI GIUDICI. E' ORA DI FINIRLA! MOBILITIAMOCI PER IMPEDIRE L'ARRESTO E PER UNA STAGIONE DI "MANI PULITE" DELLA GIUSTIZIA. LA DITTATURA ROSSA DEI GIUDICI SOVIETICI DEVE ESSERE ESTIRPATA. BASTA !!!!!!

sergio linari

Mar, 23/10/2012 - 17:52

anto 71 ma che ti è capitato mai per farti diventare così malefico! Sei un povero forcaiolo complessato. Ti consiglierei una decina d'anni di analisi ma penso che ormai tu sia inguaribile! Non rispondere che tanto non ti leggo.

Pinozzo

Mar, 23/10/2012 - 17:53

Non si puo' giocare con la vita delle persone..", "Ne risponderete a mio figlio..". Che buffone, speriamo resti fuori senno' chi ci fara' sbellicare altrettanto?

Ritratto di wtrading

wtrading

Mar, 23/10/2012 - 17:53

Se Sallusti ha una "spiccata capacità a delinquere" come si potrebbe definire la personalità del magistrato ( emme minuscola per carità ) Fabio de Pasquale, responsabile della morte in carcere di Cagliari, mentre lui se la godeva al mare ? E come quella di Di Pietro responsabile di altre morti ? E' troppo dire che sono degli assassini ? ( Omicidio colposo beninteso, non volontario, ci mancherebbe.... ). Gli idioti che si permettono di scrivere su "il Giornale" le loro puttanate potrebbero rispondere ?

Ritratto di Zago

Zago

Mar, 23/10/2012 - 17:56

Non c'è equità nella giustizia italiana. Sentenze che allibiscono. Sentenze emesse tanta ingiustizia come quella che i giudici abruzzesi hanno emesso condannango i responsabili della protezione civile. L'indignazione fra i cittadini è tanta, ma anche all'estero ci guardano da vicino e questo non è un bel viatico per l'Italia che deve attirare gli imprenditori, invece li allontana. A mio avviso, certi giudici dovrebbero essere allontanati dalla magistratura perchè non abbastanza preparati.

baio57

Mar, 23/10/2012 - 18:00

@ Howl - Hai ragione i magistrati applicano le leggi .Talvolta però ,anzi spesso , le INTERPETRANO .

Ritratto di nuvmar

nuvmar

Mar, 23/10/2012 - 18:03

CARO DIRETTORE ricorda : tale Silvio Pellico scrisse "le mie prigioni".......

Ritratto di nuvmar

nuvmar

Mar, 23/10/2012 - 18:03

CARO DIRETTORE ricorda : tale Silvio Pellico scrisse "le mie prigioni".......

Ritratto di carla s.

carla s.

Mar, 23/10/2012 - 18:04

Mania di onnipotenza!!!

Pinozzo

Mar, 23/10/2012 - 18:04

"Povero diavoloooo, che pena mi faaaa.."

nonsisamai

Mar, 23/10/2012 - 18:05

Scusa Rossini ma ormai delle campagne di stampa, delle indignazioni, delle critiche , se ne fregano i nostri cialtroni politici!!! Nostri si', perche' li abbiamo votati noi e guarda in che mani ci hanno lasciato!Forse questi cialtroni si asccorgerebbero che esistiamo, solo se "marciassimo "contro di loro ! La verita' e' che noi siamo piu' cialtroni di loro. Ma stavolta mi riprendo la mia dignita' e non votero' per nessuno . Non c'e' piu' nessuno con cui condividere le mie idee politiche e non solo. Pero' sono certa che milioni di cialtroni voteranno ANCORA per questa CIALTRONA e INGORDA classe politica che ci ha depredato e saccheggiato col sorriso.

nonsisamai

Mar, 23/10/2012 - 18:07

Direttore Sallusti, finalmente un uomo con le palle !!

Ritratto di illuso

illuso

Mar, 23/10/2012 - 18:10

Quando il 50% del popolo inneggia alla magistratura e l'altro 50% la denigra,significa che nell'italietta c'è qualcosa che non va. La magistratura italiana è composta da dipendenti statali, super pagati che non devono rendere conto a nessuno del loro operato. E'notorio che lavorano pochissimo, sono super politicizzati e per convenienza partitica indirizzano la maggior parte delle indagini secondo la loro discrezionalità. Se sbagliano non rischiano nulla. Personalmente a me va benissimo che ci siano giornalisti fuori dal coro, guai se ci fossero solo i giornali politicamente ben allineati con il potere vedi republichella, il corrierino e tanti altri. In quanto al direttore Sallusti, se ha sbagliato è giusto che paghi una pena pecuniaria adeguata al danno che ha arrecato.Il carcere mi sembra una cosa assurda roba da Cuba o da Cina. Per il resto mi piacerebbe leggere commenti meno aggressivi e meno offensivi, ma si sa, questa è una speranza vana. Cordialità a tutti. P/S leggo che con la sentenza sulla commissione Grandi Rischi mezzo mondo ride di noi, specialmente americani e giapponesi che di terremoti e tsunami se ne intendono credo più della magistratura italica.

nonsisamai

Mar, 23/10/2012 - 18:11

Pinozzo...non ridere troppo.....ti puo' andare di traverso la saliva! Poveraccio! E poi, anche tu potresti incontrare un giudice che non gradisce il tuo nick....e ti manda in galera! Stupido.

baio57

Mar, 23/10/2012 - 18:15

@ Pinozzo - Tutto qui il commento ? Ti sembra di essere intelligente ? Contento tu...

Rosario46

Mar, 23/10/2012 - 18:15

Siamo tutti indignati e tutti solidali con Sallusti. Però nessuno muove un dito, anzi una gamba, per andare in piazza a farci sentire. Pensate dopo B. colpiscono gli alleati e i sostenitori. Poi toccherà ai simpatizzanti e, a seguire, gli elettori del PdL. Saluti

Ritratto di Markos

Markos

Mar, 23/10/2012 - 18:16

IO AUGURO FORTEMENTE AGLI AMANTI DI QUESTI MAGISTRATI-DIPENDENTI STATALI DI FINIRE NELLE LORO GRINFIE E SE NON LORO I LORO FAMILIARI E MESSI IN GATTABUIA POSSIBILMENTE INNOCENTI. FARE DENTRO IN QUESTO GIRONE INFERNALE UN PO DI ANNI , O GIUSTO IL TEMPO NECESSARIO PER IMPARARE A CONOSCERE DIO . CONOSCERE COME SI VIVE IN QUESTI ALBERGHI DI LUSSO , DOVE SI FA SESSO DI BOCCA ED DI DIETRO , SI SENTE IL PROFUMO DEL LEZZO E DELLA CAC_A. INVOCARE DI ESSERE SENTITO DAL MAGISTRATO DI TURNO CHE PERO' E MALATO , E IN FERIE E IN MATERNITÀ' STA FACENDO UNA CORSO . MOLTA GENTE CHE STA AL MONDO NON SI RENDE CONTO DI ESSERE MONDEZZA UMANA.

nonmi2011

Mar, 23/10/2012 - 18:18

Speriamo che questa triste telenovela finisca presto. Gli amici degli amici si muovono per salvare dal carcere un diffamatore abituale, socialmente pericoloso? Facciano pure. Resta il punto, inequivocabile che trattasi di diffamatore seriale che in qualunque altro paese farebbe l'archivista mentre qui fa il direttore grazie ad un editore pluripregiudicato. Poi li faccia o non li faccia, si benedetti 14 mesi di galera, a noi persone perbene interessa poco. Basta si sia chiarito, una volta per tutte, chi è veramente alessandro sallusti. Cosa chiara ad un mucchio di gente, tranne ai soliti, incolti, avvilenti bananas. p.s. caro censore, capisco che la pagnotta è la pagnotta, ma se fa passare i post di mentecatti alla depil o alla cast, fai passare anche quelli scritti da una persona perbene.

Ritratto di marco_68

marco_68

Mar, 23/10/2012 - 18:18

Ahhhh! Era ora. Finalmente si potrà ricominciare la caccia ai calzini dei magistrati comunisti, alle devianze sessuali dei preti troppo critici col padrone e ai giudici abortisti assassini. Tanto per la piccola multa c'è Papi.

berve

Mar, 23/10/2012 - 18:20

"Non si può giocare con la vita delle persone" Parole sante.......

Ritratto di MARINA58

MARINA58

Mar, 23/10/2012 - 18:28

Egregio Dottor Sallusti:ed io, ancora mi chiedo,tra il suo caso divenuto ormai patologico,l'articolo sul sisma, tanto commentato in passato,(con grande ed indimenticabile partecipazione)papponi, escort,(eufemismo) di sinistra, destra e centro, che mettono in piazza, senza pudore, le loro performance, per boccaloni,giudici, privi, di obiettività, che giocano con la vita del prossimo;di casa dovrei sentirmi fiera? di un Paese, di incompetenti, che stanno ormai portando il suddetto, allo sfascio...completo, totale! no! con grande amarezza e disincanto ribadisco il mio NO!! CON STIMA, sempre più crescente Marina.ps...su quel criminale incallito, con"spiccata capacità a delinquere" davvero stenderei un velo pietosissimo;anche perchè, son certa non ne valga la pena...eppure di pensieri, da esprimere, in totale Libertà, ce ne sarebbero a iosa!! grazie!!

Ritratto di MARINA58

MARINA58

Mar, 23/10/2012 - 18:28

Egregio Dottor Sallusti:ed io, ancora mi chiedo,tra il suo caso divenuto ormai patologico,l'articolo sul sisma, tanto commentato in passato,(con grande ed indimenticabile partecipazione)papponi, escort,(eufemismo) di sinistra, destra e centro, che mettono in piazza, senza pudore, le loro performance, per boccaloni,giudici, privi, di obiettività, che giocano con la vita del prossimo;di casa dovrei sentirmi fiera? di un Paese, di incompetenti, che stanno ormai portando il suddetto, allo sfascio...completo, totale! no! con grande amarezza e disincanto ribadisco il mio NO!! CON STIMA, sempre più crescente Marina.ps...su quel criminale incallito, con"spiccata capacità a delinquere" davvero stenderei un velo pietosissimo;anche perchè, son certa non ne valga la pena...eppure di pensieri, da esprimere, in totale Libertà, ce ne sarebbero a iosa!! grazie!!

cast49

Mar, 23/10/2012 - 18:28

e la Repubblica e il Corriere, nonchè il Fatto ed altri giornaletti da strapazzo ma si sinistra, cosa dovrebbero subire, visto che per 20 anni hanno diffamato ogni giorno Berlusconi? Qualche denuncia l'ha fatta, specialmente a travaglio, (sì, quello che andava in ferie coi mafiosi), ha pagato ma non con la reclusione in galera, quel grandissimo diflio di put.....

cast49

Mar, 23/10/2012 - 18:30

baio1969@libero.it, vergognati e poi vai a farti fottere, testa di cazzo...

Ritratto di andrea626390

andrea626390

Mar, 23/10/2012 - 18:31

Dalla sentenza della Cassazione si ravvisa "una plurima condotta trasgressiva di Sallusti ai danni non solo di Cocilovo ma anche dei genitori adottivi e di una minorenne sbattuti in prima pagina Qualcuno mi può dire perchè non si sente mai una voce in difesa dei diffamati?

Ritratto di KNight

KNight

Mar, 23/10/2012 - 18:41

Attento sallusti che ti becchi un altro annetto con i tuoi titoloni

Ritratto di antonio vivaldi

antonio vivaldi

Mar, 23/10/2012 - 18:42

corvo rosso Invece con te è più facile, basta cercare su un quotidiano come il giornale ed ecco che tra un coglione e l'altro spicchi tu. Ah ti raccomando di non uscire stasera. Notizia dell'ultima ora, dicono che ci sia un tizio per strada che picchia gli imbecilli.

claudio faleri

Mar, 23/10/2012 - 18:43

uno squallore assoluto...............bisogna fidarsi solo di se stessi, penziamo alla porcheria dell'ILVA il sindacato sapeva in che stato era l'azienda che esiste da 40 anni ma non hanno mai fatto nulla, per cautelare il loro grande amore gli OPERAI che muoiono di cancro, il sindacato dovrebbe andare in carcere

Ritratto di lucavelasco

lucavelasco

Mar, 23/10/2012 - 18:43

Il caso è molto semplice. Può darsi che Sallusti sia una persona socialmente pericolosa. Questa definizione, più morale che giudiziaria, c'entra poco col "caso" ma ammettiamolo pure: Sallusti è una persona socialmente pericolosa. Seconda ipotesi: il giudice che ha emesso tale giudizio è a sua volta una persona socialmente pericolosa. Può darsi, no? E culturalmente e giudiziariamente siamo già oltre il traguardo. Molto oltre e di i magistrati se ne vedono di tutti i colori quindi .... La dimostrazione è nelle carte direbbero a RAI3. Conclusione: la magistratura ha la facoltà di mettere in gabbia Sallusti, nessuno ha la facoltà simmetrica nei confronti del giudice. Questo solo in Italia, solo con la nostra bizzarra Costituzione, solo con la cultura fasciocomunista che ammorba il bel paese. Inutile giraci intorno : la libertà e la democrazia sono altra cosa e da noi non si sono mai viste.

Palladino

Mar, 23/10/2012 - 18:44

...noto con piacere che questo blog è frequentato da moltissimi sinistrati,si vede che i loro giornalucoli sono poco interessanti.Buona notte compagni.

Ritratto di antonio vivaldi

antonio vivaldi

Mar, 23/10/2012 - 18:44

sallusti, non dirmi che tra poco vorresti anche essere risarcito? Sarebbe il colmo. Ringrazia Dio con la faccia per terra se sei ancora a spasso

Ritratto di KNight

KNight

Mar, 23/10/2012 - 18:44

in effetti solo i lettori del giornaletto posso credere che sallusti vada in galera ahahaha

Giovanmario

Mar, 23/10/2012 - 18:46

attenti al gorilla ! infatti lui, sdegnando la vecchia si dirige sul magistrato lo acchiappa forte per un'orecchia e lo trascina in mezzo ad un prato quello che avvenne fra l'erba alta non posso dirlo per intero ma lo spettacolo fu avvincente e la "suspence" ci fu davvero attenti al gorilla ! dirò soltanto che sul più bello dello spiacevole e cupo dramma piangeva il giudice come un vitello negli intervalli gridava mamma gridava mamma come quel tale cui il giorno prima come ad un pollo con una sentenza un po' originale aveva fatto tagliare il collo. attenti al gorilla ! vi ricordate del nostro amico Fabrizio de Anrè?

Altaj

Mar, 23/10/2012 - 18:47

Per capire chi sono i giudici di Cassazione andatevi a vedere su Youtube il film -signore e signori buonanotte" e vedrete Mastroianni che dice : "e adesso beccatevi l' inaugurazione dell' anno giudiziario". Da allora non è cambiato niente, sono un ospizio di semi-dementi che stanno seduti sul vasino.

carlo61342

Mar, 23/10/2012 - 18:48

Quanto cattiveria in certi commenti. Ragazzi col fascismo dentro, perchè non cercate di capire la differenza tra una società libera, e una dove certi poteri usano la forza e la minaccia per schiacciare i loro "nemici".

libertà38

Mar, 23/10/2012 - 18:50

“Spiccata capacità a delinquere”. Questa la motivazione della sentenza 41249 con cui la Suprema Corte conferma la condanna al carcere per Alessandro Sallusti. “Capacità a delinquere” dimostrata da tanti precedenti e dalla “gravita” della “campagna intimidatoria” e “diffamatoria” condotta nei confronti del giudice Giuseppe Cocilovo quando nel 2007 dirigeva Libero. Nella sentenza la Cassazione spiega perché, lo scorso 26 settembre, ha confermato la condanna a 14 mesi per diffamazione e omesso controllo a carico di Sallusti per due articoli – uno firmato Dreyfus – pubblicati il 17 febbraio 2007. E evidenzia l’eccezionalità della condanna al carcere per il giornalista: “La mancata concessione delle attenuanti generiche a favore del direttore del Giornale, per la dimostrata gravità dei fatti da lui commessi, è già sufficiente a configurare un’ipotesi eccezionale, legittimante l’inflizione della pena detentiva”. “Gli atti processuali – scrive la Corte- danno un quadro di forti tinte negative sulle modalità della plurima condotta trasgressiva” di Sallusti ai danni non solo di Cocilovo ma anche dei genitori adottivi e di una minorenne “sbattuti in prima pagina”. Al magistrato, si legge ancora nella sentenza depositata oggi, è stato accreditato, nell’articolo a firma Dreyfus, “un inesistente ruolo di protagonista nella procedura dell’aborto, rappresentata come cerimonia sacrificale di una vita umana, in nome della legge” e attribuito una “funzione e un’immagine di crudele e disumano ‘giustiziere’, meritevole di esser posto nella gogna mediatica con la qualifica di ‘assassino’”. Anche la ragazzina “ha subito – osserva la Cassazione – non solo un’ingiustificata e prorompente invasione della propria sfera di riservatezza, ma si è trovata presentata all’attenzione dell’ambiente sociale in cui viveva con l’immagine di improvvida e scoordinata curatrice del proprio corpo, nonché con alterato equilibrio psichico e mentale”. Correttamente, secondo la Suprema Corte, “risulta provata la partecipazione del direttore” nella condotta di diffamazione, anche perché “il dolo risulta ulteriormente rafforzato sia dalla mancata rettifica della notizia palesemente falsa e diffamatoria, sia dal ritorno sulla medesima vicenda, che traspare dalla pubblicazione di un altro articolo di un avvocato, il successivo 23 febbraio, in cui si prospettano dubbi e perplessità sullo svolgimento corretto dei fatti, ma non si accenna assolutamente alla volontà di restituire credito al magistrato”. In replica alla sua tesi difensiva inoltre, la Cassazione sottolinea nel verdetto che: ”In ordinamento e in una società,che vivono e si sviluppano grazie al confronto delle idee, non può avere alcun riconoscimento l’invocato diritto di mentire, al fine di esercitare la libertà di opinione”. ”L’affermato intreccio del dovere del giornalista di informare e del diritto del cittadino di essere informato – scrive – merita rilevanza e tutela costituzionale se ha come base e come finalità la verità e la sua diffusione. Se manca questa base di lancio, se non c’è verità, ma calcolata e calibrata sua alterazione, finalizzata a disinformare e a creare inesistenti responsabilità e ad infliggere fantasiose condanne agli avversari, il richiamo a nobili e intangibili principi di libertà è intrinsecamente offensivo per la collettività e storicamente derisorio, beffardo per coloro che, in difesa della libertà di opinione, hanno sacrificato la propria vita”. Alla linea difensiva di Alessandro Sallusti che presentava le pregresse condanne dell’ex direttore di Libero come un fatto che accade al 100% dei giornalisti in attività, la Cassazione ritiene del tutto inammissibile “questa pretesa di speciale irrilevanza delle condanne riportate dai giornalisti è del tutto inammissibile” per il profilo delle leggi vigenti “e del razionale senso comune”. Non si può ammettere l’esistenza “di una lecita attività lavorativa che abbia come inevitabili prodotti naturali fatti lesivi di diritti fondamentali dei cittadini”. La mancata concessione della sospensione condizionale della pena è dovuta al fatto che la difesa di Alessandro Sallusti non ha indicato “alcun elemento che consenta una prognosi positiva sui futuri comportamenti di un giornalista che, in un limitato arco di tempo (dal 2 settembre 2001 al 30 maggio 2003) ha sei volte manifestato una reiterata indifferenza colposa nei confronti del diritto fondamentale della reputazione e una volta (il 12 ottobre 2002) ha leso direttamente tale bene”. “La storia e la razionale valutazione di questa vicenda – spiega la Corte a proposito del caso della minorenne di Torino al quale il giudice tutelare aveva dato l’autorizzazione ad abortire, con il consenso della minore e della madre – hanno configurato i fatti e la personalità del loro autore, in maniera incontrovertibile”. Ora sentire Sallusti dire ''sono degli infami'' , se lo avesse detto negli USA , sarebbe stato imprigionato immediatamente ''per offese alla corte'' In Italia si può fare tutto , povera nazione.

philippoprimo

Mar, 23/10/2012 - 18:52

Ulteriore dimostrazione di quanto faccia schifo la giustizia in Italia. Questi giudici non emettono sentenze ma Grida di manzoniana memoria contro quelli che giudicano nemici politici. E se potessero erigerebbero roghi come l'Inquisizione. Qualcuno, il loro capo secondo la costituzione(la più bella del mondo!, quello che regna indisturbato dal colle Quirinale e che dovrebbe vigilare se ne frega altamente per non disturbare quelli come lui casta di privilegiati che non pagano mai malgrado un referendum popolare calpestato. Mi danno il vomito.

erminiamusolesi

Mar, 23/10/2012 - 18:53

x laura.canu Brava e Brava anche a bruna amorosi,io ho risposto ieri a dei commenti di Howl e anto71 ma non mi hanno risposto....probabilmente non trovavano niente da ribattere,cosa volete,hanno avuto il lavaggio,dobbiamo capirli....Laura,ti ho mandato una email,l'hai ricevuta?ciao erminia

Giovanmario

Mar, 23/10/2012 - 18:54

anto71.. tu hai una parola.. una risposta sempre pronta per tutti.. non te ne perdi una.. sembra proprio che tu non abbia null'altro da fare a casa tua.. ma una domanda è d'obbligo.. mentre tu scrivi tutte queste belle cassate.. a tua moglie chi ci pensa?

Ritratto di andrea626390

andrea626390

Mar, 23/10/2012 - 18:56

Per la Cassazione la sentenza è una misura eccezionale, ma legittima, data la "spiccata capacità a delinquere" di Sallusti. Mi potete dire perchè quando la Cassazione conferma la condanna a un camorrista va tutto bene mentre quando la conferma a un giornalista non va bene?

amberto29

Mar, 23/10/2012 - 18:59

la giustizia italiana un cancro maligno da estirpare con ogni mezzo, e questo governo che stà a guardare senza intervenire cosa aspettano a mandarlo a casa

Ritratto di rinnocent637

rinnocent637

Mar, 23/10/2012 - 19:00

ma in che paese viviamo, se un giornalistascrive sul suo gironale opinioni o cronaca che può essere condivisibile o meno ecco che la magistratura lo etichetta come un pericoloso delinquente. Ma chi sono questi magistrati che oggi giudicano cosi avventatamente? cosa lo fanno perchè hanno in antipatia un giornalista o perchè hanno la tessera rossa in tasca, E perchè leggiamo che delinquenti che uccidono ammazzano non entrano nemmeno un giorno in galera, e se ci entrano ci stanno poco. MI VERGOGNO DA AVERE UN SIMILE MAGISTRATURA renato innocenti livi

Giovanmario

Mar, 23/10/2012 - 19:02

anto71.. tu hai una parola.. una risposta sempre pronta per tutti.. non te ne perdi uno di commento.. sembra proprio che tu non abbia null'altro da fare a casa tua.. ma una domanda a questo punto è d'obbligo.. mentre tu scrivi tutte queste belle cassate.. a tua moglie chi ci pensa?

fisis

Mar, 23/10/2012 - 19:06

Dottor Sallusti, lei ha un paio di palle niente male! In un epoca di politici tremebondi che ipocritamente, quando indagati, dichiarano la solita, trita e ritrita "fiducia nella magistratura", la stessa magistratura che, in questi giorni, con grande spasso e scandalo dei media stranieri, condanna perfino degli scienziati al carcere, per non aver saputo prevedere un terremoto, quando è arcinoto all'universo mondo scientifico, ma anche all'uomo della strada con un minimo di cultura scientifica che ciò non e assolutamente possibile, lei ha l'ardire di criticare la supercasta della santa magistratura! In Italia avremmo bisogno di giornalisti e politici della sua tempra.

eglanthyne

Mar, 23/10/2012 - 19:22

Egregio Direttore , " non ci resta che piangere " , perchè siamo messi male molto molto male . Saluti

Ritratto di antonio vivaldi

antonio vivaldi

Mar, 23/10/2012 - 19:28

fisis se questo signore aveva le palle non si faceva raccomandare per non finire in carcere. Ci andava e quando usciva lottava per la sua battaglia, invece è un uomo piccolo piccolo. Quando hai bisogno del metro di giudizio per definire un uomo con le ''palle'', vatti a leggere la storia di un vero uomo, Enzo Tortora.

eureka

Mar, 23/10/2012 - 19:33

Wikipedia: La capacità a delinquere è la disposizione o inclinazione dell'individuo a commettere fatti contrari alla legge penale. Scrivere un articolo a passare un articolo scritto da un altro non credo rientri nel termine 'delinquere'. Ormai è sotto gli occhi di tutti che i magistrati non desiderano interferenze sui loro operati. Come in politica le persone cercano di aumentare il loro portafoglio mi sembra che in magistratura cerchino di intimidire il prossimo per raggiungere i loro scopi. Questo si può chiamare 5° potere? Compito della politica fermare questi abusi.

Ritratto di radicebiella

radicebiella

Mar, 23/10/2012 - 19:33

l'India è il Paese delle vacche sacre, ma anche noi non scherziamo: certi prefetti e certi magistrati sono intoccabili ....

Apophis

Mar, 23/10/2012 - 19:35

Sallusti, si faccia i 14 mesi, ne uscirà come eroe. Alla faccia di tutti, ma tutti quegli imbecilli che non capiscono che non si può imprigionare una idea. La si può risarcire, ma non si può impedire ad uno di esprimerla tramite tortura. Io sarei sufficientemente duro da farmi la galera per le mie idee. La faccia, la faccia, Sallusti se la faccia non sarà dimenticato.

Ritratto di wilfredoc47

wilfredoc47

Mar, 23/10/2012 - 19:48

Nonostante non sia di primo pelo, mia moglie mi abbia insegnato un sacco di parolacce (prima di sposarmi non le dicevo, afferma la mia novantenne madre), ci abbia messo del mio per acculturarmi nella materia, leggendo i commenti mi sono accorto che sono un fanciullino con la mente vergine e del tutto rispettoso nel linguagggio e nel comportamento. Pertanto, compatibilmente con i miei impegni, dedicherò tutta la mia attenzione al turpiloquio usato a profusione per arricchire le dotte ed auliche contrapposizioni di pensiero. Spero così di ottenere, adeguatamente attrezzato, miglior considerazione in futuro. Cordialmente.

rossini

Mar, 23/10/2012 - 19:49

Responsabilità civile, responsabilità civile, responsabilità civile, responsabilità civile. LA RESPONSABILITÀ CIVILE E' PER I MAGISTRATI COME L'AGLIO PER I VAMPIRI!

Ritratto di maior

maior

Mar, 23/10/2012 - 19:50

Faccio davvero fatica a capire gli idioti che scrivono solo per offendere senza entrare nel merito. ma, mi rendo conto anche che madre natura li ha già colpiti duramente. una domanda però sorge spontanea, al di là dei due pesi e due misure che i giudici "orientati" , utilizzano per qualcuno sì e per qualcun altro no', la domanda è: perché se sbaglia un giudice questo al massimo si trova una notarella di biasimo e non intendo per delle bazzecole, e se sbaglia "l'altro" va in galera? e tutto ciò nonostante un referendum popolare che li coinvolgeva nella responsabilità civile?

Ritratto di depil

depil

Mar, 23/10/2012 - 19:51

Giudici della cassazione un corpo specializzato al sostegno delle dittature.

Ritratto di wilfredoc47

wilfredoc47

Mar, 23/10/2012 - 19:55

Nonostante non sia di primo pelo, mia moglie mi abbia insegnato un sacco di parolacce (prima di sposarmi non le dicevo, afferma la mia novantenne madre), ci abbia messo del mio per acculturarmi nella materia, leggendo i commenti mi sono accorto che sono un fanciullino con la mente vergine e del tutto rispettoso nel linguagggio e nel comportamento. Pertanto, compatibilmente con i miei impegni, dedicherò tutta la mia attenzione al turpiloquio usato a profusione per arricchire le dotte ed auliche contrapposizioni di pensiero. Spero così di ottenere, adeguatamente attrezzato, miglior considerazione in futuro. Cordialmente.

achina

Mar, 23/10/2012 - 20:01

Egregio Direttore, non so quanto Lei possa essere colpevole, ma sicuramente questa magistratura, per le motivazioni della sua condonna E' PIETOSA, non infame, ma infima. Spiace che Lei stia subendo....... Ma stia sereno, perchè se sono in malafede moriranno senza avere il tempo di pentirsi.

Ritratto di rapax

rapax

Mar, 23/10/2012 - 20:02

abbiamo un'istituzione palesemente taroccata con "scappellamento" a sx, ma non solo sono oggettivamente una delle peggiori del pianeta, si fanno ridere dietro e purtroppo gettano discredito sul nostro paese, la loro pochezza e miseria è provata dallo loro pervicace intento di blindarsi ulteriormente..dalla vita civile e reale, ma come tutte le caste ormai ranncide e di regime crolleranno rovinosamente..

Ritratto di rapax

rapax

Mar, 23/10/2012 - 20:03

abbiamo un'istituzione palesemente taroccata con "scappellamento" a sx, ma non solo, sono oggettivamente una delle peggiori del pianeta, si fanno ridere dietro da tutto il globo.. e purtroppo gettano discredito sul nostro paese, la loro pochezza e miseria è provata dal loro pervicace intento di blindarsi ulteriormente..dalla vita civile e reale, ma come tutte le caste ormai ranncide e di regime crolleranno rovinosamente..

Ritratto di mark 61

mark 61

Mar, 23/10/2012 - 20:04

Un applauso a quanti hanno sollevato il caso Sallusti per non aver capito che i PDeLinquenti al potere ormai da lustri avrebbero cavalcato una (ig)nobile causa per dare un altro colpo allo stato di diritto e mettere un bel bavaglioDa un parlamento con tante anzi molte persone inquisite o condannate, più che queste leggi non sanno fare. questa legge è un chiaro messaggio che la galera è per i poveracci..

marvit

Mar, 23/10/2012 - 20:04

Ma guarda la presunzione di alcuni postati.Si pretenderebbe che i sinistrati diventassero di colpo intelligenti e ragionevoli.Ma neppure Padre Pio ,con l'ausilio di tutti i Santi in paradiso,riuscirebbe nella titanica impresa.Rassegnatevi!!

Cosean

Mar, 23/10/2012 - 20:06

Per me un delinquente è quello che commette volontariamente un reato anche se poi cerca di far variare le leggi del reato. Come vede Sallusti, le ho risposto io, non la cassazione. Ha Ha Ha!!!

nonna.mi

Mar, 23/10/2012 - 20:07

Siamo arrivati al colmo dell'ingiustizia !Se dovesse esserci una reazione violenta a questa sopraffazione di certa magistratura, la causa non sarebbe molto colpevole anche perchè da troppo tempo chi si crede in possesso di ogni parere sempre giusto, ha passato la misura solo verso chi non è di sinistra. Myriam

igliano

Mar, 23/10/2012 - 20:10

"la Cassazione dovrà risponderne....." mi scappa da ridere

silvano45

Mar, 23/10/2012 - 20:13

I compagni rimangono sempre stalinisti comunisti anche nel 2012 e dopo la caduta del muro di berlino e la provata incapacità di risolvere i problemi della gente e dei poveri lo dimostrano alcuni commenti letti su questo giornale.Se al posto del direttore ci fosse stato santoro la consulta lo avrebbe assolta e i compagni sarebbero scesi in piazza e devastato una seconda volte genova

minimo

Mar, 23/10/2012 - 20:15

Il danno maggiore, per i cittadini italiani, è l'independenza della magistratura e l'autonomia:libertà eccessive perché non sottoposte a controllo.Il risultato: sentenze creative e diffamatorie.

amedori

Mar, 23/10/2012 - 20:21

lucianoch,anche sull'inquisizione lei è mal informato. Il cardinale Bellarmino era un amico e grande estimatore di Galileo. La chiesa cattolica ha da farsi perdonare tanto ma con tutti i guai che lei è convinto che abbia commesso è ancora qui, ed è questo fatto l'inoppugnabile prova dell'esistenza di DIO.

Ritratto di salvogiornale

salvogiornale

Mar, 23/10/2012 - 20:22

Apprendo con soddisfazione che il Direttore Sallusti ha evitato il carcere ma, nello stesso tempo provo rabbia nel constatare come in Italia si possono anche fare Decreti Leggi salva carceri per chi conta in certa società. Sarebbe da chiedersi quanti sono finiti in galera ingiustamente a motivo di capricci e magari partitiche di tanti indifesi italiani senza voce in capitolo. Vorrei dire al presidente della Repubblica che predica sull’Uguaglianza dei cittadini davanti alla Legge, che è la Legge che viene applicata in maniera disuguale sui cittadini di diversa classe sociale ed economica. E’ per questa disuguaglianza che esprimo la mia più profonda rabbia e la vergogna di essere italiano di diversa serie. Dal Direttore Sallustio, mi aspetto che dopo aver capito il tipo di istituzioni sulla giustizia che abbiamo in Italia, si occupi almeno un tantino per schiarire problematiche simili a quella che vergognosamente l’hanno vista direttamente coinvolto in queste settimane, Salvatore Baldarotta

Ritratto di Geppa

Geppa

Mar, 23/10/2012 - 20:25

Già ti è andata bene che non sei in gattabuia, via su, stai buono. Fai il guappo di cartone? Ma stai buono stai...

Ivano66

Mar, 23/10/2012 - 20:27

E vai... Una legge ad personam anche per i servi, adesso...

nino47

Mar, 23/10/2012 - 20:27

Sallusti, se andrai in carcere potrai farti mettere in una cella assieme agli esperti sismologi. Chissà che senza volerlo i nostri giudici potranno finalmente nobilitare le nostre carceri!In compenso i criminali, cioè quelli che secondo questi iulluminati hanno "una spiccata capacità a delinquere" come te, continueranno tranquillamente a renderci la vita impossibile, uscendo dal carcere la mattina per le loro otto ore di libera delinquenza e rientrando in carcere per i pasti e la notte. A spese ed in nome del popolo italiano!

Cosean

Mar, 23/10/2012 - 20:28

Ho appena sentito sallusti al TG7! La cassazione dovrà rispondere a lui. Non si è neanche accorto che è la frase più sovversiva che si possa ascoltare in un paese civile. Neanche un Boss Mafioso è arrivato a tanto.

minimo

Mar, 23/10/2012 - 20:32

Molti dei partecipanti invocano una più stretta considerazione per il lavoro. Signori, ma non sapete che molte aziende sono scappate dal nostro paese a causa della inadeguadezza della magistratura?? Non avete letto della sentenza proninciuta dai giudici de l'Aquila nei confronti dei dirgenti della protezione civile??Ha fatto indignare il mondo scientifico.- La magistratura nelle aziende crea instabilità nelle scelte industriali. Attenzione, la noistra povera italia sta andando a "cassa.(morte)...zione"..

almaalma

Mar, 23/10/2012 - 20:33

..Forza Dirett.Sallustri nessuno riuscirà a piegarlo!!!!!E un esempio di coraggio,sono orgoglioso nel sapere che ci sono ancora giornalisti con le "palle!!!"

Ritratto di aquila8

aquila8

Mar, 23/10/2012 - 20:33

Napolitano in campo a fianco di Monti "Nessuno disconosca scelte difficili".Nel corso della sua visita in Olanda. Il presidente della Repubblica rivendica la linea del rigore. E sul dopo-Monti in un'intervista dice: "Ho fiducia nella saggezza dei cittadini italiani". Sull' Unione europea: "Avanti nell'integrazione".Ha trionfato la filosofia politica italiana Democristiana/Comunista,Capitalista /Affarista,Clericale/Speculativa.Ha ragione il più grande Profeta della Storia a emanare questi Divini Editti,La casta è Salva assieme ai loro figli,fessi e cretini sono stati chi ha creduto in un Dio inesistente e ai Valori Etici,Morali,Filosofici e di Credo.Nella vita non si deve credere a niente è tutto programmato con Maestria Divina dai Grandi Maestri Burattinai,i quali premiano i loro fedeli burattini politici che eseguono fedelmente i loro ordini. Con questo governo non possiamo nutrire nessuna speranza per un domani migliore,perchè è stato solo capace di salvare i politicanti ladri,basta vedere il Lazio,la Lombardia e ABC &C. che nonostante abbiano sacheggiato lo Stato sono stati traghettati assieme a tutta la ciurma di Tecnici e super Dirigeti nominati per spartizione politica al sicuro nella Terza Repubblica,risultata fin dall’inizio peggiore delle prime Due.Nonostante emergano realtà drammatiche quotidiane che dimostrano il Fallimento del Governo di Dio impostoci,loro continuano imperterriti a recitare le solite scieneggiate spacciandosi come i Salvatori (sì dei politicanti ladri) vestono i panni delle vittime facendosi scudo con la guerrafondaia UE e il SuperDio Euro e usano lo Spread e Borsa per impaurire il popolo. Per noi che vinca il Dio della Pace Obama o il nuovo Dio della Guerra non cambia nulla,saremo sempre una Colonia Americana governata da sudditi politicanti venduti e corrotti benedetti dal Vaticano.Mentre per gli Americani vinca uono o l’altro,faranno sempre gli interessi degli Americani e di Israele.

Ritratto di emanuelem57

emanuelem57

Mar, 23/10/2012 - 20:35

Se alla cassazione hanno espresso un giudizio così grave cavarsela con la solita arrampicata sugli specchi non ha alcun senso. Il teorema delle ‘toghe rosse’ tanto caro a Berlusconi, per intenderci. In realtà non essendo gli ultimi scalzacani in merito al tema giuridico applicano solo e soltanto la Legge. Se la diffamazione è stata reiterata ne devono tenere conto pertanto. Tutto qui. Poi se viene fuori la solita leggina ad-personam (la salva-Sallusti in questo caso) buon per lui. Io sarei dell’opinione di applicare la pena carceraria solo in caso di recidiva del responsabile (il direttore in ogni caso), per evitare che la diffamazione diventi un mezzo politico che si possono permettere in maniera sistematica solo le testate con un buon budget. Che pagherebbero di tasca loro chi ha commesso il reato, per averne il vantaggio politico. La conseguenza sarebbe un imbarbarimento dell’informazione alle prossime politiche.

Ritratto di aquila8

aquila8

Mar, 23/10/2012 - 20:35

Napolitano in campo a fianco di Monti "Nessuno disconosca scelte difficili".Nel corso della sua visita in Olanda. Il presidente della Repubblica rivendica la linea del rigore. E sul dopo-Monti in un'intervista dice: "Ho fiducia nella saggezza dei cittadini italiani". Sull' Unione europea: "Avanti nell'integrazione".Ha trionfato la filosofia politica italiana Democristiana/Comunista,Capitalista /Affarista,Clericale/Speculativa.Ha ragione il più grande Profeta della Storia a emanare questi Divini Editti,La casta è Salva assieme ai loro figli,fessi e cretini sono stati chi ha creduto in un Dio inesistente e ai Valori Etici,Morali,Filosofici e di Credo.Nella vita non si deve credere a niente è tutto programmato con Maestria Divina dai Grandi Maestri Burattinai,i quali premiano i loro fedeli burattini politici che eseguono fedelmente i loro ordini. Con questo governo non possiamo nutrire nessuna speranza per un domani migliore,perchè è stato solo capace di salvare i politicanti ladri,basta vedere il Lazio,la Lombardia e ABC &C. che nonostante abbiano sacheggiato lo Stato sono stati traghettati assieme a tutta la ciurma di Tecnici e super Dirigeti nominati per spartizione politica al sicuro nella Terza Repubblica,risultata fin dall’inizio peggiore delle prime Due.Nonostante emergano realtà drammatiche quotidiane che dimostrano il Fallimento del Governo di Dio impostoci,loro continuano imperterriti a recitare le solite scieneggiate spacciandosi come i Salvatori (sì dei politicanti ladri) vestono i panni delle vittime facendosi scudo con la guerrafondaia UE e il SuperDio Euro e usano lo Spread e Borsa per impaurire il popolo. Per noi che vinca il Dio della Pace Obama o il nuovo Dio della Guerra non cambia nulla,saremo sempre una Colonia Americana governata da sudditi politicanti venduti e corrotti benedetti dal Vaticano.Mentre per gli Americani vinca uono o l’altro,faranno sempre gli interessi degli Americani e di Israele.

Ritratto di andrea626390

andrea626390

Mar, 23/10/2012 - 20:42

Caro Sallusti, lei che ha la fedina penale sporca, come farà in seguito a prendersela con persone che solitamente la fedina penale ce l'hanno immacolata? Prima di attaccare in prima pagina persone perbene pensi alla sua posizione di pregiudicato.

giovannibid

Mar, 23/10/2012 - 20:52

Direttore si rivolga alla Corte Europea e chieda un risarcimento di 1.000.000,00 di euro. Quello che mi darà fastidio è che lo pagheranno i cittadini perché: quelli che si credono al disopra di tutti NON PAGANO MAI. Anche se distruggono vite e aziende e hanno sulla coscienza tanti suicidi. BASTA BASTA BASTA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

cusrer

Mar, 23/10/2012 - 21:03

Di ciò che hanno sentenziato i giudici non condivido che una virgola. Ho ascoltato la trasmissione di Alessandro Milan. C'era Lei e un giudice. Mi ha indignato quello che ha detto il giudice anche in relazione al caso TORTORA. Le esprimo la mia simpatia e solidarietà.

jimizanei

Mar, 23/10/2012 - 21:05

confermo e approvo , coem TUTTI gli italiani MINIMAMENTE onesti. Questo presidente di cassazione, nonche CASTA e PARASSITA n.1 statael (mai lavorato in vita sua) e' un autentico DELIQUENTE, lui si che lo e' visto i stipendi ESOSI rubati agli italiani dalle TASSE...LUI si che e' iperpoliticizzato, e usa il potere della giustuzia per offendere e colpire le persone con le manette...mi auguro che prima o poi nel giornale ci finisca suo figlio, per droga o peggio.. poi ce la ridiamo. Resta il fatto che io POPOLO deve opporsi CON OGNI MEZZO davanti a ste sentenze SCADALOSE di gente che paghiamo lo stipendio, senza che li abbiamo assunti noi...E' ORA DI FINIRLA.. se non c'e' giustizia piu, A CASA!!! o presto ce li mandiamo noi in massa...ma non certo con metodi gentili. SIAMO STUFI MARCI...questa giustizia, questa magistratura, questo CSM...e' PORCHERIA allo stato puro , veramente..tra politica e magistratura ci sarebbe da fare un pulizia ETNICA totale!!!

chiara 2

Mar, 23/10/2012 - 21:08

A me sembra di vivere in un incubo! Giornalisti messi in galera per diffamazione, delinquenti liberati dopo un mese di carcere, mariti/fidanzati che ammazzano impunemente le loro ex...mah! Vorrei scappare da questo immondezzaio

rinci

Mar, 23/10/2012 - 21:25

Condivido pienamente la motivazioni della sentenza, sono ancora vividi i ricordi dei vari casi Boffo, Mesiano, Mercegaglia ... l'uso criminale di certa stampa trasformatasi in fabbrica del fango. Il povero Sallusti faceva la vittima mentre suoi amici lavoravano alacramente per una legge ad personam, tanto una più una meno sono ormai degli specialisti.

roberto zanella

Mar, 23/10/2012 - 21:42

Caro Direttore mi dispiace e le sono vicino,non molli...perchè le puttanate dei nuovi Mandarini non finiscono ,stanno continuando facendo ridere mezzo mondo ..si ritroverà degli scienziati vicino a lei..come ai tempi di Stalin..vede Direttore se dovesse succedere qualcosa a questi neo Mandarini,io non alzerò mai più fiaccole e preghiere.Nè sfilerò nelle piazze a loro favore. L'ultima volta fu per quei veri galantuomini, Falcone e Borsellino...per me qualunque cosa succeda loro d'ora in poi ne proverò soltanto gioia....ci stanno tirando fuori dalla grazia di Dio.

Ritratto di andrea626390

andrea626390

Mar, 23/10/2012 - 21:48

Sallusti, si può dire che lei ha la fedina penale sporca a differenza di milioni di persone perbene?????????

nery62

Mar, 23/10/2012 - 21:49

Se il Direttore è un delinquente lo siamo tutti Enrico

gianni gigli

Mar, 23/10/2012 - 22:01

A me sembra che si stia giocando su una cosa molto seria,non si scherza con la legge e nemmeno ci si discute, perchè tanto dopo una sentenza di condanna non si è mai ascoltati.Se la destra si sente perseguitate deve agire politicamente ma in modo serio e determinato,altrimenti è meglio che stia zitta.

Clara Pedrelli

Mar, 23/10/2012 - 23:14

Mi sembra surreale! Se fossimo in un mondo pieno di delinquenti come Sallusti...vivremmo in un bel mondo!

marcomasiero

Mar, 23/10/2012 - 23:24

che strani i commenti dei soliti rossi facinorosi da inviare in Siberia a spaccare pietre nei loro gulag per il fulgido sole dell' avvenire !!! i giornalisti sono sacri solo quando servono ai loro zozzi ideali !

Ritratto di martello carlo

martello carlo

Mar, 23/10/2012 - 23:26

Tutti i magistrati che si sono adoperati per la condanna di Sallusti dovrebbero essere condannati per APOLOGIA DEL FASCISMO, visto che hanno coscientemente applicato il codice ROCCO, non perché volessero costringere la politica ad abrogarlo, ma perché li tutela. Quanto a coloro che hanno scritto tali affermazioni diffamenti e delitranti su Sallusti, vanno querelati e, senza analisi psichiatrica, mandati i un CENTRO DI SALUTE MENTALE 24 su24 per almeno il tempo necessario a fargli raggiungere la quiete eterna. AMEN

Ritratto di martinitt

martinitt

Mar, 23/10/2012 - 23:28

Sallusti a mio giudizio non è un delinquente ma un'avversario politico nel dirigere un giornale che non si allea a quelli che simpatizzano per i post comunisti. Questa è la maggiore colpa che gli si può dare e ritengo che la multa decisa dal primo Giudice era più che sufficiente per uno scritto sul Libero non suo. Spero che prevalga il buon senso se ancora esiste.

Ritratto di martinitt

martinitt

Mar, 23/10/2012 - 23:28

Sallusti a mio giudizio non è un delinquente ma un'avversario politico nel dirigere un giornale che non si allea a quelli che simpatizzano per i post comunisti. Questa è la maggiore colpa che gli si può dare e ritengo che la multa decisa dal primo Giudice era più che sufficiente per uno scritto sul Libero non suo. Spero che prevalga il buon senso se ancora esiste.

Nadia Vouch

Mar, 23/10/2012 - 23:29

Cerco per un momento di estranearmi dalla questione. Penso al carcere. Dove starà in cella Sallusti? Con chi (eventualmente)? Potrebbe essere occasione, unica, per un giornalista, al pari degli inviati di guerra per esempio, di documentare da dentro una certa situazione. La vedo un'opportunità, offerta dal Nostro Civile Sistema Giurdico. Occasione unica. Così, potremo sapere della situazione delle carceri. Intanto, attenderemo che il Parlamento, si occupi dei reati di opinione. Compreso, forse, il mio, in questo momento. O il Vostro, di chi commenterà dopo di me. Attenti!

nonnoaldo

Mer, 24/10/2012 - 00:20

Cosean. Vito che si atteggia a sapientino, le ricordo che la magistratura non è un potere dello stato, bensì un ordine. Se non conosce la differenza me lo faccia sapere, sarò lieto di spiegargliela.

nonnoaldo

Mer, 24/10/2012 - 00:23

riccio.lino.por... Scarsa o nulla conoscenza della legislazione penale. La retroattività, qualora la nuova legge sia meno severa della precedente è prevista dai codici. Il contrario accade se la nuova legge è più severa. Quindi lasci perdere la solita frase "ad personam".

Ritratto di OraBasta

OraBasta

Mer, 24/10/2012 - 00:34

X baio1969@libero.it --- Riesci solo a parlare di caramelle? orse da piccolo ne hai avuto carenza. Ossignurrrr, CARAMELLE !!!

Ritratto di OraBasta

OraBasta

Mer, 24/10/2012 - 00:38

edoardo fauro scrive : omissis ...... MA A CHI POTEVA FREGARE SE QUESTO ANDAVA IN GABBIA?. A chi poteva fregare? ALLE PERSONE ONESTE, LIBERE DI PARLARE E PENSARE LIBERAMENTE!! E' così difficile oppure ai vostri avversari politici va bene anche la galera?

wydma

Mer, 24/10/2012 - 00:52

Leggo le motivazioni della sentenza nei confronti di Sallusti e la prima cosa che mi viene in mente e' che se Sallusti e' un delinquente, lo sono anche i giudici che lo hanno giudicato: data la loro partigianeria, manca loro infatti il requisito fondamentale dell'indipendenza. Esercitano quindi abusivamente la professione.

wydma

Mer, 24/10/2012 - 00:59

@totoprest Il rispetto che si deve alle toghe che emettonomsentenze simili sono due calci nel culo.In nome del popolo forse si visto che sono comunisti e con la parola popolo si riempiono una bocca mai sciacquata, Italiano certamente no, almeno fiche' gente come me avra' la cittadinanza ( e, credimi, siamo in tanti ad averne le palle piene). Cittadinanza a cui peraltro spero presto di rinunciare per non doverla condividire con quelli come loro....e come te.

#marcok@

Mer, 24/10/2012 - 01:01

Forza Sig.r Sallusti, faccia vedere con che razza di incompetenti e non corretti personaggi ci dobbiamo confrontare. Questa massa di personaggi intoccabili che possono fare di tutto senza renderne conto a nessuno e che non pagano mai dei loro miserevoli ERRORI.

wydma

Mer, 24/10/2012 - 01:04

@ minestrone: gli infami? io direi che sono i magistrato. Se e' per questo ho gia' scritto con nome e cognome alla Cassazione dando loro dei delinquenti. Infami e delinquenti. Contento pirlotto?

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mer, 24/10/2012 - 01:07

Sallusti farebbe bene a querelare i giudici della Cassazione. Chi meglio di loro dovrebbe rispondere di diffamazione? Di quale "spiccata capacità a delinquere" parlano quei giudici? Quella di non leccare i piedi alla sinistra come fanno loro?

Ritratto di serpico1954

serpico1954

Mer, 24/10/2012 - 01:29

"Sono degli infami - ha commentato Sallusti - non si può giocare con la vita delle persone, il presidente della Cassazione dovrà risponderne anche a mio figlio"......ma perchè i giudici scaricano le colpe sulla politica oppure la costituzione obsoleta??? se sono giudici, devono giudicare se uno è innocente oppure colpevole, da uomini veri e non far fronte a quello che dice il codice penale oppure scaricare su quei 4 imbecilli politici, che non sanno nemmeno da che parte arriva l'onore di essere uomini! cerchiamo di fare i seri una volta per tutte!! signori Giudici, avete l'occasione di dimostrare che siete seri....sfruttatela, che di tempo ne rimane poco! lasciate stare il cod. Penale e la politica e giudicate da uomini veri e no per appartenenza politica! P.S. non sono ne di destra e ne di sinistra, ma queste sentenze mi fanno .....vomitare! Il magistrato Cocilovo ..........?????? ma chi è costui che ha il potere di offendersi per delle cose scritte, che la maggior parte del popolo condivide??? posso dire la mia opinione? io sono contro l'aborto se non è necessario .....per altre cause!! Tutto questo lo deve decidere la diretta interessata, e non certamente un giudice, che poi sarebbe un uomo!! e quando mai un uomo capisce cosa vuol dire essere "Incinta" e come si potrebbe arrogare il diritto di autorizzare una donna ad abortire??? questo lo decide solo una donna e nessun'altro!!!Quanta ipocrisia!! Rispetto ci vuole, rispetto.......anche per il pensiero altrui!

Ritratto di serpico1954

serpico1954

Mer, 24/10/2012 - 01:35

legge ad personam??? ma andate in culo pezzi di merda e spero che non vi capiti una cosa del genere a voi, anzi ve lo auguro!! quando metterete un po di cervello.........sarà sempre troppo tardi! lo dico sia a quelli di destra che di sinistra. In questo modo di pensare....non si va da nessuna parte e vi meritate il governo e la giustizia (sic) italiana!! un giorno potrebbe capitare anche a te!

Ritratto di serpico1954

serpico1954

Mer, 24/10/2012 - 01:39

un consiglio per Sallusti: i servizi giornalistici, falli scrivere direttamente dai sig.ri Giudici, almeno potremo denunciare loro se qualcosa non ci.....garba!!

Ritratto di serpico1954

serpico1954

Mer, 24/10/2012 - 01:47

Condivido il post di Minimo------Molti dei partecipanti invocano una più stretta considerazione per il lavoro. Signori, ma non sapete che molte aziende sono scappate dal nostro paese a causa della inadeguadezza della magistratura?? Non avete letto della sentenza proninciuta dai giudici de l'Aquila nei confronti dei dirgenti della protezione civile??Ha fatto indignare il mondo scientifico.- La magistratura nelle aziende crea instabilità nelle scelte industriali. Attenzione, la nostra povera italia sta andando a "cassa.(morte)...zione".. Ok, ma allora che facciamo?? stiamo a subire l'ignoranza di questa feccia???

Ritratto di Rondò Veneziano

Rondò Veneziano

Mer, 24/10/2012 - 02:14

Gentile direttore, sono trasecolato dalla crudele e beffarda spregiudicatezza con cui i giudici, dopo averla condannata come il peggiore dei criminali, ora si rifiutano di dare corso alla sentenza: è evidente che hanno la coda di paglia e temono di far di lei un martire caduto per la libertà di diffamazione. Piuttosto mi piace di renderle onore per la coraggiosa e nobile determinazione con cui dimostra di voler andare in galera a tutti i costi, del che, se fossi uno qualsiasi dei bananas che si ostinano a ritenerla un giornalista, potrei pensare che lo fa per la notorietà che un simile evento potrebbe recarle in vece della consolidata fama di lacchè del servosciocchismo alla corte del pedopornocrazìa arcorénse; ma io credo che la ragione vera sia tutt'altra, ovvero la stima ed il rispetto che la sua detenzione potrebbe suscitare presso l'allegra accòlita di masnadieri da cui è solito prendere ordini, la quale si professa tanto ligia ai codici dell'onore mafioso quanto attenta però ad eluderne le più spiacevoli conseguenze. Non sia così fesso da aspettarsi qualcosa da loro, lei vale meno di un qualsiasi strimpellatore di chitarra per le notti di bagordi, sarà bene che se lo ricordi quando dalla cella le toccherà di vedere in televisione la titolare della concessionaria di pubblicità del giornale che meritatamente dirige, fondare un partito della libertà a nome suo per andare in vacanza con altri.

Paolo Leonetti

Mer, 24/10/2012 - 02:25

A tutti quelli quelli che gioiscono per la condanna di Sallusti: vi auguro di essere arrestati per gli stessi motivi, voi e le vostre famiglie, poi voglio vedere se avrete ancora il coraggio di fare gli smargiassi nascosti dietro uno schermo.

Cosean

Mer, 24/10/2012 - 02:35

@ salvogiornale Grande!!! Sei contento perche fanno una legge per sfuggire alla galera e nel contempo ti dispiace perche qualcuno può sfuggire alla galera. Grandissimo!!! Credo che avrai molti seguaci nel centrodestra.

bilancino

Mer, 24/10/2012 - 02:40

vergonoso: non esiste più libertà di stampa, di parola, di opinione. Il regime totalitario ha raggiunto una vera e propria dittatura. Ma che democrazia c'è in Italia? Le manette?!

Giuseppe Borroni

Mer, 24/10/2012 - 06:23

Sallusti hai voluto creare il caso. Omesso controllo, diffamazione e conseguente denuncia. Potevi chiarire tutto ammettendo la diffamazione certa di quell'articolo scritto da quel clown che tu conoscevi bene; non hai voluto farlo e vai in galera meritatamente Beppe Borroni

enzo1944

Mer, 24/10/2012 - 06:30

........................e,naturalmente,il napoletano che sta al Colle ed il suo servosciocco del CSM,NON HANNO NIENTE DA DIRE,sull'operato e sulla sentenza del presidente della Cassazione,su Sallusti!!!..... complimenti vivissimi ai capi della magistratura italiana!....ogni giorno(vedi sentenza contro la Commissione Grandi Rischi-l'Aquila-,il woodstock contro finmeccanica,etc.etc)non si manca di far ridere il mondo intero,alle spalle dell'Italia!.............ed,ovviamente,i capi del CSM,SEMPRE ZITTI!!.......loro seguono la Costistuzione(vecchia come loro di 75 anni),E NON INTENDONO FARLA CAMBIARE!!.....sono solo impegnati a far vincere le Elezioni 2013 al loro PD!...questo è il loro vero problema!....dell'Italia e degli Italiani,se ne fregano altamente......!! B.....@@@@@ffoni!!!

texwiller60

Mer, 24/10/2012 - 07:05

Mi chiedo in che paese vivo. Dopo Sallusti, adessso l'Aquila ma che magistratura abbiamo. Dobbiamo muoverci, bisogna fare qualcosa. C'era la Gracia dei Colonelli, il Cile dei generali non voglio vivere in nel paese dei magistrati. Piena soladarietà al Direttore. Saluti Daniele

minestrone

Mer, 24/10/2012 - 07:23

La legge dice che sei un delinquente e quindi?

minestrone

Mer, 24/10/2012 - 07:25

Delinquere ,andare contro le leggi dello stato, reiterare i reati son tutte cose per cui si va in galera ma tu sal non ci andrai i tuoi amichetti in parlamento non lo permetteranno

Ritratto di dlux

dlux

Mer, 24/10/2012 - 07:58

Egregio Direttore Sallusti, quello che è chiaro ed evidente, ora purtroppo anche agli occhi del mondo intero, è che URGE un intervento sulla magistratura: così com'è non va e non può andare. Una Giustizia ad uso e consumo di una parte politica è quanto di più abietto per una società che si professa tra le più progredite. L'Italia è stata per lungo tempo Culla della Civiltà. Ora non lo è più. Grazie agli artigli che la sinistra ha saputo affondare nei gangli più delicati e importanti del tessuto sociale (giustizia, istruzione, informazione, enti, banche,...) ha ottenuto il comando completo e, in questa situazione, la compagine di governo rappresenta una pallida maschera di ciò che dovrebbe essere, ma che risponde direttamente o indirettamente a logiche dettate da chi ha in mano le leve del comando. E' perfettamente inutile nascondercelo: le altre forze politiche non hanno speranza, così come non ce l'ha la GIUSTIZIA. Leviamole di mano la libra e sostituiamola con una scimitarra.

simsim

Mer, 24/10/2012 - 08:03

Mi dispiace per il povero Sallusti, ma un giornalista o un direttore pagato direttamente da un forza politica non può essere "libero". Se io mio editore ha soldi e io ci guadagno a diffamare più di quello che perdo con la condanna, allora diffamerò. È business a questo punto.

giovauriem

Mer, 24/10/2012 - 08:49

HOWl:si capisce dalla prima sua frase che lei lavora(non so in quale mansione)in qualche piccola pretura paesana

Ritratto di limick

limick

Mer, 24/10/2012 - 09:20

I mutanti comunisti di bellaciao mi fanno sorridere, vederli trasformare in fascisti della prima ora per la soddisfazione di vedere in carcere una persona solo perche' la pensa diversamente e' proprio sintomo di un dna che non riusciranno mai a cancellare, una volta li riconoscevi meglio perche' usavano i carriarmati nelle piazze, oggi sono piu' fini.... anzi Fini.

baio57

Mer, 24/10/2012 - 09:46

@ libertà38 - Hai fatto il copia-incolla da Repubblichella 2000 ?

gioch

Mer, 24/10/2012 - 12:27

Un mesetto di carcere per i forcaioli(troppi in questo forum e nel Paese),poi se ne riparla.Fate schifo!Fate veramente schifo!L'ho già detto che fate schifo?Lo ripeto:FATE SCHIFO!

beale

Mer, 24/10/2012 - 16:56

andrea626390: caro andrea626390, la discriminante del perbenismo non è la fedina penale immacolata o meno conseguenza spesso di una verità processuale che collide con la VERITA' (vds.caso Tortora)Parliamo piuttosto di valori morali e civili anzichè di perbenismo che prescindono dalla fedina penale.Infine, pur essendo nato a repubblica affermata, rilevando il leccaculismo prono verso una magistratura che da ordine si sta autoelevando a potere, non mi meraviglia il fatto che l'Italia abbia vissuto il ventennio fascista.Allora ci furono almeno il folclore della marcia su Roma e le adesioni per conformismo mentre oggi si aderisce per ripicca nei confronti di chi viene ritenuto nemico;roba da soviet praticamente.

Cosean

Mer, 24/10/2012 - 21:16

@ nonnoaldo Il potere giudiziario come si esercita. Scommetto che lei esercita il Potere giudiziario senza i magistrati. Anzi , azzardo che vorrebbe i Politici, al posto dei magistrati. L'ordine dei magistrati fa parte del potere giudiziario.

Cosean

Mer, 24/10/2012 - 21:23

@ losit3 Hai dimenticto che: le tue nozioni su Di Pietro e Travaglio sono state prima valutate, ponderate e espresse da Sallusti. E' questo il motivo della tua affermazione che debbano avere 5 ergastoli.

Cosean

Mer, 24/10/2012 - 21:39

Dio mio! Mi si è fatto notare che la Magistratura è un ordine e non un Potere dello Stato. Non appartiene al potere giudiziario. Come dire che i Parlamentari sono dei politici e non un potere dello Stato. Non appartengono al potere Legislativo.

beale

Gio, 25/10/2012 - 22:10

Cosean: ho sempre avuto in uggia chi parla a orecchio; potere è proprio degli organismi soggetti ad elezione e non mi sembra che i magistrati vengano eletti dal popolo.In quanto nominati a seguito di concorso fanno parte di un ordine che esercita il potere giudiziario.Questa è dottrina; nella prassi poi,stante il vuoto di potere determinato dalla crisi finanziaria e non ultima la crisi della politica, la magistratura (definizione deliberata dall'assemblea costituente nel 1947)si è allargata e sembra sovrastare i poteri costituzionali.Succede, ma lei, pensando di essere acuto e spiritoso ha espresso un'emerita minchiata; è il Parlamento che rappresenta il potere legislativo non i parlamentari.