La diffidenza del Cavaliere: bene solo Giustizia e Sviluppo

È perplesso sulla squadra ma elogia Orlando e Guidi. Poi avverte il premier: niente scherzi sulle riforme. Dubbi per i numeri troppo risicati in Parlamento

È a qualche appunto scritto di rientro a Arcore che il Cavaliere affida preoccupazioni e perplessità sulle ultime mosse di Matteo Renzi. Non solo una squadra di governo che lo convince poco, ma pure quei rumors che danno per chiuso un accordo per posticipare l'approvazione della nuova legge elettorale e farla in parallelo con le riforme istituzionali. Un rinvio, quindi, di qualche anno proprio come chiede da giorni quell'Angelino Alfano che ieri è stato il vero vincitore della lunga trattativa sul governo.

Non entra nel merito dei singoli nomi Silvio Berlusconi e a chi ha occasione di sentirlo ripete che l'opposizione di Forza Italia «sarà responsabile» e che «ogni ministro sarà giudicato in base al suo operato». Lo scetticismo verso la squadra che Renzi porterà con sé al governo è però palpabile. Con due sole eccezioni. Quella di Federica Guidi al ministero dello Sviluppo economico, di certo un nome che il Cavaliere apprezzerà visti i buoni rapporti e la frequentazione non solo con lei ma anche con il padre Guidalberto, per un decennio storico vicepresidente di Confindustria. E quella di Andrea Orlando alla Giustizia, un esponente del Pd considerato comunque «moderato». Nonostante le tante perplessità, però, l'ex premier non usa toni tranchant e stoppa l'insoddisfazione di chi ha occasione di sentirlo a sera con un «vedremo». «Aspettiamo il governo alla prova di fatti», si limita a dire un Berlusconi che più di un interlocutore racconta tra il preoccupato e il diffidente.

Il timore, infatti, è che possa avere ragione chi nel partito lo invita ormai da giorni a guardarsi da un Renzi che da quando siederà a Palazzo Chigi cambierà prospettiva. Non c'è stato premier, infatti, che non abbia fatto l'impossibile pur di restare al suo posto, in qualsiasi situazione e con qualunque difficoltà. L'ipotesi, dunque, che il segretario del Pd punti davvero al 2018 e sia pronto a congelare la nuova legge elettorale (che avvicinerebbe le urne nei fatti) è dunque concreta. Non a caso, i bene informati raccontano che Alfano avrebbe ottenuto garanzie in questo senso, cosa che il Cavaliere non vede affatto di buon grado. Se si cambiano i termini dell'accordo sulle riforme - è il senso del suo ragionamento - allora il patto salta e Renzi se ne dovrà assumere la responsabilità. Non è un caso che Giovanni Toti assicuri sì «opposizione responsabile» ma chieda anche di «fare subito» la nuova legge elettorale da non «legare ad altre riforme».

L'atteggiamento dei capigruppo di Camera e Senato di Forza Italia nei commenti ufficiali è dunque cauto. «Nessun giudizio, aspettiamo Renzi alla prova dei fatti», dice Renato Brunetta. Mentre Paolo Romani fa gli «auguri» al neopremier in attesa di «vedere il programma». Qualche perplessità in più la manifestano Mariastella Gelmini, Augusto Minzolini o Michaela Biancofiore. E forse pure Berlusconi che in privato ieri insisteva molto nel ripetere che Renzi è «il terzo premier consecutivo senza investitura popolare», una sorta di «chiusura del cerchio» di quello che il Cavaliere chiama «il colpo di Stato dell'estate 2011».

Incontrando nel pomeriggio i 200 volontari di Missione Azzurra, Berlusconi punta invece il dito sui numeri risicati del governo. «Renzi ha la maggioranza nel suo partito - dice - ma non in Parlamento dove molti deputati Pd sono bersaniani e dalemiani». E chissà che non sia casuale l'invito della Biancofiore al neopremier di pensare all'ipotesi di «formare una Grosse Koalition alla tedesca con Forza Italia». Salta, invece, l'intervento del Cavaliere dal palco allestito in piazza San Lorenzo in Lucina. Alla prima manifestazione organizzata bypassando la struttura del partito i militanti presenti erano, per usare un eufemismo, piuttosto pochini.

Commenti

gimmi73

Sab, 22/02/2014 - 09:11

Ma quale perplessità....ma non si accorge che è la stessa storia di Monti e Letta.Ministri che sono delle nullità e sostanzialmente sempre gli stessi.Non capisco come faccia a sostenerli.Tra 6 mesi al massimo saremo allo stesso punto di ora.Con la differenza che,come al solito,ci saranno nuove tasse.

xgerico

Sab, 22/02/2014 - 09:22

@gimmi73- Visto che parli di "nullità" mi faresti cortesemente tre, quattro nomi adatti!

Ritratto di CIOMPI

CIOMPI

Sab, 22/02/2014 - 09:28

Renzi non ha alcun interesse ad andare alle elezioni subito dopo l'approvazione della nuova legge elettorale che farà con il cav. Anche Alfano non ha interesse ad andare alle lezioni subito dopo la nuova legge elettorale e quindi il governo Renzi non può che avere lunga vita.

Atlantico

Sab, 22/02/2014 - 10:05

Il cav ha ragione ! Volete mettere i nomi scelti da Renzi con nomi come Carfagna, Mussolini, Santanchè, La Russa, Gasparri, Bondi, Calderoli, Bossi, etc. !

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Sab, 22/02/2014 - 10:05

NOI, siamo per la Libertá e la supremazia della Intelligenza, gioiosa capacitá dell´intelletto di creare valore, benessere, utilitá e piacere a noi stessi e agli altri. Vogliamo la pulizia del Paese dall´insulso sudiciume imperante, dalla menzogna e dalla truffa dello stato parassita (fallito da 25 anni in tutto il mondo, anche nella Cina di Mao) ...Vogliamo la caduta del Muro senza vergogna dell´apparato totalitario che ha condotto alla distruzione il Paese che produce, all´impotenza e all´angoscia l´onestá dei suoi lavoratori ... VOI, siete per la egemonia e la dittatura della demenza, angosciosa e angosciante deficenza dell´intelletto di creare danno e disgusto agli altri e a voi stessi. Nella menzogna e nella truffa ci sguazzate dentro. Sono gli unici mezzi che avete per soddisfare la vostra ferocia di parassiti. Cresciuti nella ignoranza e nella demenza della menzogna leninista il vostro becero egoismo é totalmente indifferente alla conoscenza della Veritá, alla distruzione del Paese, alla condanna alla miseria e alla meschinitá che riservate ai vostri figli ... Vi ritenete dei furbi, ma siete solo scorie, massa ignorante senza autonomia di giudizio repressa nell´autoritarismo della demenza e della bassezza, carne da macello da servire sul tavola imbandita di una casta fetida di boiardi di stato. (Caro Renzi ta tua azione intelligente risiedeva semplicemente nella intransigenza di tagliare con la scure l´apparato mafioso statale sopra le forze produttive. Non lo hai capito. Il tuo compromesso con il marciume leninista segue nella rotta della distruzione del Paese. Evidentemente non hai i mezzi per comprenderlo, ma hai giá firmato anche la tua prossima fine).

Atlantico

Sab, 22/02/2014 - 10:10

Fa bene il cav a diffidare. Se pensa che Renzi voglia restare governare solo un anno si sbaglia di grosso. Cercherà di rimanere sino a che potrà e poi si andrà alle elezioni, dove Renzi farà il pieno di voti. A quel punto la storia cambierà definitivamente. Renzi è fortunato: il ciclo economico mostra i primi segnali ( timidi ) di rallentamento della caduta, in Europa si prende sempre più coscienza dei guasti causati dal rigore applicato indiscriminatamente e tra un paio di anni Renzi avrà buonissimi risultati da vantare. Insomma, caro il mio cav, il Matteo non te lo toglierai più di torno ma questo lo hai sempre saputo e per questo lo hai sempre blandito. Solo che adesso il boccino ce l'ha per decenni in mano Matteo.

Atlantico

Sab, 22/02/2014 - 10:14

Dò atto alla Biancofiore di essere la prima ad esplicitare l'ovvio: se Forza Italia non riuscirà in breve tempo a tornare al governo, il futuro a medio termine di FI non è dei migliori perchè Renzi è destinato a rafforzarsi molto sin da subito e nel prossimo futuro. Come ho scritto più volte, abbandonare il governo è stata una scelta profondamente sbagliata.

LOUITALY

Sab, 22/02/2014 - 11:15

Con i nostri voti il PDL/Forza Italia ha votato il golpe monti, i golpe napolitano, il golpe letta. Imu, Tasi, Tares, Trise, IVA 22%, bolli medioevali su fatture a due euro, pizzo mafioso su capitali scudati con patto con lo stato, tasse, tasse ed ancora tasse. Ora voterà la patrimoniale con padoan ovvio! Sempre tutto con i voti nostri.

mima64

Sab, 22/02/2014 - 11:23

Dobbiamo sperare nei giovani da ovunque arrivino dx sx su giu basta vecchi flaccidi.ceronati rincoglioniti basta se veramente amata l ITALIA. Andate via fateci vivere.

gimmi73

Sab, 22/02/2014 - 11:33

xgerico.Sà,nomi soltanto nell'economia lombarda ne conosco tanti,ma non è il punto di chi vorrei.Sono quelli che non voglio,gente che ha sempre fatto parte di nomenclature ma non ha mai lavorato nel settore produttivo un giorno.Come possono secondo Lei legiferare se non sanno nemmeno di che parlano.Se presta attenzione alla lista dei Ministri si accorgerà sicuramente che c'è una rotazione delle solite persone.Ma mi spiega come si può mettere un altro economista che ha lavorato solo in fondazioni semi pubbliche(ossia alla fine sempre in perdita)come ministro dell'economia?Un "professore"sputasentenza sui giornali e poco più.Sono perplesso ( e mi auguro vivamente di essere in errore).Lei ,mi sembra di capire,legittimamente difende questo governo.Io ho paura che si perderà soltanto altro tempo.Quello di cui sono certo è che vedo ogni giorno diminuire il mio lavoro e gli introiti che mi fornisce,ed aumenta tutto il resto.E il ministro dell'economia(attuale ma anche il suo predecessore)si interessa solo di tasse.E mi fermo qui,ma si potrebbe fare lo stesso discorso per Interni ed Esteri.

paolozaff

Sab, 22/02/2014 - 11:34

Al signor Dottor Silvio Berlusconi interessano solo i propri affari privati e la Giustizia nella quale è impigliato fino al midollo e quindi quello che dice ha sempre e solo risvolti di interesse personale. Inoltre più che i dubbi troppo risicati in Parlamento mi sembra che Berlusconi invece abbia detto chiaramente che il governo RENZI non ha la fiducia in SENATO, altro che le vostre solite balle!!

Ritratto di BJT

BJT

Sab, 22/02/2014 - 11:35

Bene solo la GIUSTIZIA???? Questo ministro non mi piaceva prima e ora ancora peggio. Uno con il Diploma al liceo che fa il ministro della giustizia! Ma io dico con tanti bravi laureati che hanno studiato e si sono specializzati in quel settore NO!! La mia critica va a tutti i ministri che non sanno i veri problemi che ci sono! Siamo tutti bravi a dire che ci so problemi ma solo quelli del settore sanno veramente come aggire. Se Berlusconi diceva bene pure il ministro della salute (Lorenzin) io "sbottavo".

Ritratto di stenos

stenos

Sab, 22/02/2014 - 11:42

Silvio pensa di manovrare, in realtà l'hanno fregato di nuovo. Con un governo che dovrebbe durare millenni ripartirà' l'assalto giudiziario e lo demoliscono del tutto.

Ritratto di mark 61

mark 61

Sab, 22/02/2014 - 11:46

PADOAN: TOGLIERE TASSE SUL LAVORO E METTERLE SUL PATRIMONIO (RENDITE, IMMOBILI, EREDITÀ) presto macchina del fango entratein azione prima possibile

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Sab, 22/02/2014 - 12:01

Andiamo male eh!! Le sue perplessità interessano nessuno. Ieri a ROma, succede quando non si organizzano comparse a panino e birra, si è fatto un flop gigantesco da tenere sempre presente su tutti i media. Siamo alla frutta nonostante il grande potere economico. e non è nemmeno entrato nei libri di storia. Fine ingloriosa ma meritata grazie ai suoi seguaci poco colti e preparati politicamente. Questo governo del cambiamento, almeno a livello generazionale, è la mazzata finale.

Ely Bon

Sab, 22/02/2014 - 12:03

Caro Atlantico, come sempre sfrutterete ogni cosa, anche la ripresa economica che prima o poi dovrà venire e senza che Renzi abbia avuto alcun merito. Ricordati però che i Fonzi restano sempre Fonzi con tanto involucro e poca merce.

Ritratto di andrea626390

andrea626390

Sab, 22/02/2014 - 12:04

I pregiudicati in GALERA. Così come avviene in ogni parte del mondo. E' chiedere troppo???????????

Ely Bon

Sab, 22/02/2014 - 12:11

Fa bene Berlusconi a diffidare di Renzi. Chi nasce tondo non può morire quadrato. Catto-comunista era e catto-comunista resta. Ha bruciato la sua ultima possibilità di entrare nella storia: fare con Berlusconi le riforme necessarie al nostro Paese e goderne i frutti per alcuni decenni. La strada lui intrapresa è quella, molto trafficata in Italia, degli inciuci e degli intrighi di palazzo e sotto le macerie di questi palazzi ormai decrepiti perirà non lasciando tracce.

titina

Sab, 22/02/2014 - 12:11

Fino al 2018 NO!!!!!!!!!!!!!!!!!!! Però i partiti tutti dovrebbero eliminare i candidati che non si sono dimostrati onesti. Ma forse non è possibile: chi rimarrebbe? Avanti i nuovi!!!!!!!!

michele lascaro

Sab, 22/02/2014 - 12:46

Non conosco Orlando, e non so se, effettivamente, abbia indipendenza decisionale. Il problema della giustizia, suggerirei a Renzi, se la mia voce fosse ascoltata, è quello principale, influenzando la libertà, il lavoro, lo sviluppo economico ecc. Noi, non politici, lo sappiamo, ma chi comanda lo sa o volutamente fa lo gnorri?

Ritratto di giusdange2

giusdange2

Sab, 22/02/2014 - 13:02

Bene fa Silvio a non fidarsi. La cartina al tornasole, sarà la (nuova) legge elettorale. Si farà in tempi brevi, per andare al voto quanto prima? Ho qualche dubbio, pure io, i soliti gufi, vorranno guadagnare tempo......nella speranza che nuove nubi si addensino al di sopra del Cav. Comunque, chi ha a cuore il liberismo vero ha capito tutto, solo se FI otterrà il 51%, si riuscirà a modernizzare il Paese, dandogli quello slancio che merita per storia e per rango.

Atlantico

Sab, 22/02/2014 - 13:28

Ely Bon, ricordati che essere fortunati è un merito ed un regalo degli dei. Renzi lo è: vuoi fargliene una colpa ? Impariamo a dare meriti e colpe effettivi. Berlusconi nel 2008 ha vinto e aveva una maggioranza a dir poco possente: di chi è la colpa se ha sprecato quella grande opportunità ?

Ritratto di mark 61

mark 61

Sab, 22/02/2014 - 13:38

ne parla durante una manifestazione come quella di ieri ??? anche oggi sceglie di parlare con una telefonata . “Siamo così pochi perché ormai non crediamo più in niente “

Ely Bon

Sab, 22/02/2014 - 15:03

Atlantico: la colpa è di tutte quelle istituzioni che hanno tramato per far fallire il suo Governo. Se tu non avessi le fette di salame sugli occhi avresti constatato questa verità. Ti dice niente il libro di Freedman o questi dice il vero solo quando dall'Italia divulga nel mondo le nefandezze (ipocrisie) su Silvio Berlusconi?

Ely Bon

Sab, 22/02/2014 - 15:06

Caro Atlantico, dimenticavo che noi italiani siamo sempre i soliti giocherelloni che preferiamo affidarci alla "smorfia" piuttosto che alla capacità delle nostre autorità più capaci.

Ritratto di giubra63

giubra63

Sab, 22/02/2014 - 16:28

Il Sen.Cav.Silvio Berlusconi ha ragione, Federica Guidi ha un curriculum degno di essere Ministro, anzi potevano metterla al posto dell'inviato di d'alema: padoan, quello delle tasse che sono belle e che farà la patrimoniale. Forza Silvio che fra un anno andiamo alle elezioni.

Anonimo (non verificato)

Atlantico

Sab, 22/02/2014 - 18:37

@ Ely: ah, ho capito: la colpa è sempre degli altri ... :-))

Ely Bon

Dom, 23/02/2014 - 10:24

Atlantico: No! La colpa non è sempre degli altri. La colpa è solo degli elettori. L'eletto è solo un santificato da noi che, rossi o azzurri, continuiamo a farci la guerra tra di noi dimenticandoci il nostro bene comune. Se ci lasciassimo accarezzare dalla passione politica, ma è un nostro difetto, vedi tifoseria nel calcio, ci accorgeremmo che ci sono cose utili a tutti, destra e sinistra, dette sia da destra sia da sinistra. Col nostro comportamento da tifosi non facciamo altro che autorizzare gli eletti di ogni colore a procedere nelle loro malefatte, o se si vuole, nei loro errori. Ora l'hai capito come la penso.

Atlantico

Dom, 23/02/2014 - 19:51

Ely, guarda che hai scritto tu di "istituzioni che hanno tramato per far fallire il governo". Sul resto ti posso dire che c'è un politico che ha insultato pubblicamente in diretta TV gli italiani che non lo votano e da oltre 20 anni considera alcuni milioni di italiani 'comunisti' solo perchè non votano per lui.

Mario Marcenaro

Lun, 29/09/2014 - 10:33

Carissimo Silvio e Politici tutti, tutto bene, ma intanto il tempo continua a passare e la drammatica situazione di tanti, troppi Italiani e la svalutazione della fiducia nello Stato continuano a peggiorare, senza che si veda un barlume di inversione di tendenza. Ma voi, Politici tutti, Presidente della Repubblica compreso, vi rendete conto di ciò che sta succedendo a tutti i livelli fra gli Italiani, con ciascun giorno sempre può disperato di quello predente e senza un minimo di speranza nella notte e nel giorno che stanno per seguire? Uscite, di giorno e di notte, dai vostri palazzi e, senza tanti fronzoli di scorte ed accompagnatori, che servono molto di più altrove, mescolatevi fra la gente, in incognito possibilmente, e poi, senza fare domande, ascoltate chi si consuma tanto per sopravvivere quanto per fare sopravvivere la possibilità di garantirvi lo stipendio. Ascoltateci: Vi accorgerete come stanno veramente le cose in una Nazione che è veramente allo stremo, una Nazione che tutti Voi avete il solo sacrosanto dovere di salvare da un immane disastro e del declino della quale, almeno in parte, avete la responsabilità.