Ecco la giudice rapida col Cav ma non con gli stupratori

Alessandra Galli è il magistrato della Corte d'Appello di Milano che brucia i tempi per candannare Berlusconi

A margine del processo a Silvio Berlusconi per la vicenda dei diritti tv, emerge ieri un dettaglio destinato probabilmente a ridare fiato ai dubbi e alle polemiche di chi vede all'opera una giustizia a due velocità: agile ed efficiente nei confronti del Cavaliere, incredibilmente lenta in altri casi. A rendere il tema particolarmente scivoloso, c'è la circostanza che stavolta non si tratta semplicemente di due facce del sistema giustizia, ma di due processi affidati proprio allo stesso giudice. E che si dimostra, in due casi diversi, giudice razzo e giudice lumaca. È il giudice che ha diretto a tappe forzate il processo d'appello a Berlusconi, e che però da oltre un anno non è riuscita a scrivere le motivazioni della condanna di un maniaco violentatore, con il risultato che il pericoloso soggetto è rimasto liberamente in circolazione.
Il giudice si chiama Alessandra Galli, ed è il magistrato che lo scorso 8 maggio nell'aula della seconda sezione penale lesse il dispositivo della sentenza che confermava in pieno la condanna per frode fiscale inflitta a Berlusconi in primo grado: quattro anni di carcere, cinque anni di interdizione dai pubblici uffici. È la sentenza che il prossimo 30 luglio approderà al vaglio della Cassazione, al termine di un tragitto processuale percorso a ritmi da Frecciarossa per evitare il rischio della prescrizione.
A fare i salti mortali per evitare che i reati si inabissassero aveva iniziato Edoardo d'Avossa, il giudice del processo di primo grado, che era uscito dalla camera di consiglio con le motivazioni già scritte e le aveva lette tutte d'un fiato agli esterrefatti avvocati difensori. Ma anche Alessandra Galli, quando il processo d'appello è stato assegnato alla sua sezione, ha dato il suo contributo decisivo per arrivare a sentenza in tempo utile: basta ricordare le visite fiscali inviate in ospedale per controllare se Berlusconi fosse davvero malato, i ripetuti dinieghi di rinvio per impedimento elettorale, le motivazioni della condanna depositate nel termine minimo previsto dal codice, e quasi mai rispettato nei processi normali, ovvero quindici giorni. E questa solerzia non termina con la fine del processo: è dalla Corte d'appello di Milano che parte all'inizio di luglio il segnale d'allarme sulla prescrizione anticipata che - dopo un articolo sul Corriere della Sera - porta la Cassazione ad anticipare al prossimo 30 luglio l'ultimo grado di giudizio.
Così raccontato, l'operato di Alessandra Galli risponde pienamente ai doveri di un magistrato, che ha anche il compito di evitare che i processi a lui affidati si trascinino all'infinito. Ma, poiché le energie umane non sono illimitate, le risorse mentali e organizzative che la dottoressa ha dovuto dedicare al processo per i diritti tv hanno avuto uno sgradevole effetto collaterale.
Il giudice Galli doveva scrivere le motivazioni di un altro processo, assai meno noto al grande pubblico: il processo per stupro a carico di un dentista milanese, accusato di avere drogato le sue pazienti e avere ripetutamente abusato di loro. Fu il figlio del dentista, da una schermata di computer dimenticata accesa, a scoprire le immagini delle poverette che il medico aveva immortalato durante gli abusi.
Nel giugno dell'anno scorso il processo d'appello approda alla seconda sezione penale della Corte d'appello di Milano. Presidente è il giudice Flavio Lapertosa; Alessandra Galli è giudice a latere e relatore. Il 12 luglio la Corte dichiara il dentista colpevole del reato di violenza sessuale aggravata dallo stato di soggezione delle vittime, e gli infligge sette anni di carcere. Ma oggi, ad esattamente un anno di distanza dalla sentenza, il dentista è ancora a piede libero.
La sentenza nei suoi confronti infatti non è ancora definitiva perché manca il giudizio di Cassazione. E il processo in Cassazione non si può tenere per il semplice motivo che le motivazioni della condanna emessa in appello non sono mai state depositate: né al momento della lettura della sentenza, né nei quindici giorni successivi, e neanche nei sessanta o novanta giorni che per il codice di procedura penale sono il limite di ritardo invalicabile. Il dentista è sempre a zonzo, anche se per la giustizia è colpevole al di là di ogni ragionevole dubbio di un delitto terribile. Il giudice che deve scrivere le motivazioni della sua condanna è il relatore del suo processo, Alessandra Galli.

Commenti

Iuchi

Gio, 11/07/2013 - 08:18

Vi rendete conto in quali mani di giudici siamo? Penso di richiedere il passaporto alla Somalia, come avevo tempo fa, dato che li la giustizia funziona meglio che in Italia ed al limite ti puoi fare giustizia da solo senza avere conseguenze visto che ci sono le bande armate a comandare quel popolo. I nostri giudici che avrebbero dovuto studiare per raggiungere una laurea e diventare al di sopra di ogni sospetto per giudicare le persone, oggi sono schierati politicamente e neanche fanno nulla per nascondere questo. Credo ma non me lo auguro che siano pagati per fare certe cose che si stanno verificando che sono peggio dell'attentato di via Rasella. Forse non se ne rendono conto, tale la loro ignoranza in merito, ma è proprio così.

Iuchi

Gio, 11/07/2013 - 08:18

Vi rendete conto in quali mani di giudici siamo? Penso di richiedere il passaporto alla Somalia, come avevo tempo fa, dato che li la giustizia funziona meglio che in Italia ed al limite ti puoi fare giustizia da solo senza avere conseguenze visto che ci sono le bande armate a comandare quel popolo. I nostri giudici che avrebbero dovuto studiare per raggiungere una laurea e diventare al di sopra di ogni sospetto per giudicare le persone, oggi sono schierati politicamente e neanche fanno nulla per nascondere questo. Credo ma non me lo auguro che siano pagati per fare certe cose che si stanno verificando che sono peggio dell'attentato di via Rasella. Forse non se ne rendono conto, tale la loro ignoranza in merito, ma è proprio così.

paolodb

Gio, 11/07/2013 - 08:20

Ecco la "giustizia" italiana ... non è da riformare, è proprio da buttare.

Ritratto di JSBSW67

JSBSW67

Gio, 11/07/2013 - 08:20

Quando ero in servizio nell'Arma, uno di questi magistrati non si trovava mai, dico MAI, in ufficio quando occorrevano le firme su mandati di perquisizione o su altri documenti. Quando invece si arrestavano delinquenti, spacciatori, od altri furfanti, il tipo se ne arrivava in ufficio assai prima delle 08.00 e firmava subito la denuncia a piede libero con conseguente rimessa in libertà del figuro. I lupi perdono il pelo ...

Ritratto di fluciano

fluciano

Gio, 11/07/2013 - 08:23

Questi sono i giudici che noi abbiamo! Un giorno, almeno lo spero, avrò la possibilità di leggere o sentir parlare di un inchiesta seria, al di fuori della politica, su questi giudici. Son sicuro che ne "vedremo" delle belle.

giuseppebr

Gio, 11/07/2013 - 08:24

L'eleganza del sorriso di questa dottoressa basta per dire quanto si crede furba e falsa. Qualcuno le può chiedere quando pensa di dare le motivazioni per condannare quel violentatore? Forse le darà dopo le ferie?

Ritratto di miladicodro

miladicodro

Gio, 11/07/2013 - 08:26

Questi "cosidetti giudici" da anni cercano lo scoop della loro insignificante vita,condannare uno dei più potenti politici degli ultimi vent'anni,in più sfiga sua di essere ricco e di amare le donne,da qui l'astio e la gelosia e, corroborati dal latrare della canea debenedettiandiessina hanno messo in atto l'accerchiamento della condanna a morte di cui fregiarsi davanti al popolo bue,facendo perdere con fini-to e casini vent'anni al Paese.Roba di cui vergognarsi a vita.Ma tanto è,ora Cavaliere,per favore,faccia finire questa agonia,si tolga dal partito,dal governo,dall'Italia e viva in pace gli anni della pensione,lasci l'Italia ai scientologrill e agli smacchiatori di giaguari,tanto per come siamo ridotti la governerebbe anche pulcinella.La prego Cavaliere,faccia finire questo scempio.La ricorderanno in eterno.

a.zoin

Gio, 11/07/2013 - 08:27

Che i GIUDICI FACCIANO IL LORO DOVERE,che non rincorrano le ALLODOLE. I VERI DELINQUENTI DEVONO METTERE IN GALERA non le persone per bene e SECONDARIAMENTE, che non si facciano trasportare dall`ODIO,dal RANCORE verso persone con altri IDEALI-POLITICI. QUESTA È CORRUZZIONE.

efferaia

Gio, 11/07/2013 - 08:30

Buongiorno, dott. Fazzo c'è' poco da dire sull'operato del giudice, era talmente presa dal Presidente Berlusconi da non avere il tempo per altro. Ma poi cosa e' uno stupro a fronte di cose riguardanti l'acquisto di film . Le signore femministe non hanno niente da dire? già' non è' un femminicidio altro nuova parola coniata per essere belli, come se l'omicidio non fosse sempre tale sia per un uomo o un bambino. Molti italiani non dovrebbero godere della inamovibilità' così magari lavorerebbero davvero. Un'altra cosa, ieri in TV un senatore ebbe a dire Il Potere Giudiziariario, ma fino a prova del contrario la nostra Costituzione recita : L'Ordinamento Giudiziario, se è' stata cambiato vorrei saperlo. Grazie

egi

Gio, 11/07/2013 - 08:30

Vista cosi, un po' di sana invidia per le olgettine si può anche capire, la speranza comunque è che anche per loro venga il giorno che dovranno pagare tutto il male fatto agli italiani nel nome del PCI (ex fascisti )

Ritratto di pipporm

pipporm

Gio, 11/07/2013 - 08:31

Ora sappiamo, anche per bocca di Coppi, che un giudice che favorisce la prescrizione è perseguibile a livello disciplinare. Quindi ha fatto il suo dovere.

poitelodico

Gio, 11/07/2013 - 08:34

Paese allo sbando in mano a cialtroni, farabutti, incompetenti, fannuloni, delinquenti e menefreghisti. Ringrazio mamma e papà per essere andati via da questo paese e per avermi fatto nascere in Svizzera!

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Gio, 11/07/2013 - 08:35

Dopo il successo di ieri non ci saranno , spero, più difficoltà a porre mano alla riforma della giustizia. Oggi Letta dovrà condannare l'accanimento contro Silvio e annunciare l'avvio della riforma, sia per coerenza con la votazione di ieri sia perché richiesto esplicitamente dai nostri grandi parlamentari, decisi e compatti in difesa della giustizia vera. Se non lo farà, a casa. E forse sarebbe meglio, con il voto Silvio sarà premier o presidente della repubblica. Ma tutto questo non serve a niente se prima non si fa pulizia nella magistratura eliminando tutte le infiltrazioni comuniste, anche erogando pene esemplari a magistrati palesemente sinistri. Sarà questo il vero banco di prova della testa di legno Letta: subito ispezioni e provvedimenti durissimi (al colpa è evidente,l'articolo di Fazzo è una condanna inappellabile). Ma subito, oggi stesso.

Ritratto di r.peddis

r.peddis

Gio, 11/07/2013 - 08:36

La toga milanese Galli ha bruciato le tappe per condannare in appello Berlusconi. Però in un anno non ha scritto le motivazioni della sentenza contro un maniaco. Per l'ex premier arrivò a ordinare le visite fiscali persino in ospedale........ Questo primo passo dice tutto. Penso le persone intelligenti altro non debbano aggiungere

efferaia

Gio, 11/07/2013 - 08:39

Ancora a Napoli mia città' qualche mese addietro alcuni personaggi della Mia Regione hanno goduto della prescrizione per la "la Monnezza" dopo aver sperperato e rubato svariati milioni ed io pago la benzina ,le medicine e cure mediche e l'Irpef più cara grazie a loro. Evidentemente i milioni forse evasi da Mediaset sono tali, ma i milioni rubati dai signori di prima,sono bruscolini.io sono un lavoratore ma non riesco a calcolare quante vite dovrò vivere per arrivare ad uno solo dei loro stipendi rubati.

Paolo Fanfani

Gio, 11/07/2013 - 08:39

La mente fa parte dell'uomo e pertanto quando si prova ad applicare "l'onestà mentale", è sempre la mente che la giudica; comunque ci provo. L'art.68 della Costituzione, quando fu concepito, impediva alla Magistratura di processare i deputati senza l'autorizzazione del Parlamento; si trattava dell'applicazione "perfetta" del principio di separazione dei poteri. Oggi abbiamo la prova che quella norma era veramente "saggia"; oggi abbiamo la prova che un eletto dal Popolo merita di essere giudicato dai propri simili. Come avviene per i Magistrati.

_uno qualunque_...

Gio, 11/07/2013 - 08:40

Mi sembrerebbe la giustissima motivazione per incitare alla velocizzazione dei processi contro stupratori,assassini,mafiosi,ladri,evasori,corrotti etc... Ma dopotutto, non vedo cosa ci sia di sbagliato se Berlusconi, processato per dei reati alquanto gravi,venga processato velocemente per evitare la rpescrizione,che sarebbe in ogni caso ed oggettivamente una sconfitta della giustizia,che i suoi accusatori abbiano ragione o torto. Se è innocente non vedo quale sia il problema a dimostrarlo il prima possibile.

swiller

Gio, 11/07/2013 - 08:42

Beh.... forse nutre qualche speranza.

Ritratto di Reinhard

Reinhard

Gio, 11/07/2013 - 08:44

E che c'è di strano? Mica c'era Berlusconi da condannare! La casta dei magistrati può prendersela comoda...

Festerfox

Gio, 11/07/2013 - 08:46

Sono anni che dico che se hai un problema con la giustizia di qualsiasi entita',prima di recarti in tribunale passa da una sede delPD,fatti una tessera e quando sei davanti al giudice tirala fuori e mostrala,non ti serve nemmeno l'avvocato,nemmeno se hai accoppato qualcuno,assolto per non aver commesso il fatto.

vince50_19

Gio, 11/07/2013 - 08:48

Sorriso Durban's..

Ritratto di limick

limick

Gio, 11/07/2013 - 08:51

Tanto sono completamente irresponsabili, sotto tutti i punti di vista. Sono dei semplici burocrati con l'aggravante che se viene scarcerato un pullman di mafiosi perché manca una carta non gliene frega niente a nessuno.

corvomichele

Gio, 11/07/2013 - 08:56

La cassazione ha già spiegato ai giornali di destra e ai parlamentari urlanti (e la cosa è umiliante, da italiano) che il processo di Berlusconi andava avanti da 9 anni e aspettando i tempi ordinari, i processi sarebbero caduti in prescrizione. Gli stupratori da Lei citati sono in una fase di processo in cui non era strettamente necessario accelerare i tempi ordinari.

Ritratto di IVO

IVO

Gio, 11/07/2013 - 08:57

IL TUO SORRISO LA DICE LUNGA !!!! AMICI GUARDATELA BENE , NON E' COMUNQUE DIVERSA DA MOLTI ALTRI VERO!!! C. IV.

onurb

Gio, 11/07/2013 - 08:57

I casi sono due: o il magistrato non considera reato grave, degno della sua solerte attenzione, lo stupro reiterato, oppure può essere che il dentista sia, politicamente, un amico, meritevole, dunque, di un trattamento di riguardo.

Rooster69

Gio, 11/07/2013 - 08:58

Oltre allo stato blocca pure il lavoro dei giudici. Ma perchè non se ne va in Tunisia anche lui? E basta......

paci.augusto

Gio, 11/07/2013 - 08:59

Gente simile, se avesse un minimo di dignità, dovrebbe rassegnare irrevocabili dimissioni! Lasciare libero un sudicio stupratore per tutto questo tempo è veramente vergognoso!! E il CSM dorme??!!!

enzo1944

Gio, 11/07/2013 - 09:01

..........a "menare il torrone",non è certo la giudice galli,ma,come sempre,il napoletano che sta al Colle!.....così,prima di andarsene fuori dalle palle,realizza il suo massimo desiderio personale e di partito PCI-PD,....far fuori Berlusconi(anche perchè voluti dai suoi amici MASSONI ROSSI)!.....è lui,sempre zitto,che con vede,non sente e non parla,che tira i fili della magistratura(formalmente agisce in modo corretto),guidandola agli obbiettivi dei poteri forti(di cui lui fa parte)!!!

urgutintu

Gio, 11/07/2013 - 09:06

Ma di cosa vi stupite. Il partito (armato) dei giudici di sinistra (che sono la maggioranza) ha giurato lotta senza quartiere alla destra e di questo passo la distruggerà, consegnando il paese ad una sinistra divisa e minoritaria. Ma la copla è di questa destra chiaccherona e pasticciona. Ha avuto vent'anni per fare una decente riforma della giustizia, magari ascoltando i radicali. Chi è causa dei suoi mali pianga se stesso.

herbavoliox

Gio, 11/07/2013 - 09:06

Ormai lo abbiamo capito tutti. La magistratura è una casta di intoccabili, che fa il bello e brutto tempo fregandosene della giustizia. A quando la responsabilità civile dei magistrati e medici che sbagliano e non compiono il loro dovere nei tempi dovuti? Se io sbaglio devo pagare e la giustizia mi insegna che è così per tutti... o no?

ZIPPITA

Gio, 11/07/2013 - 09:09

E' triste che in un Paese Democratico (mi chiedo se lo siamo) un avversario politico si debba eliminare con la complicità della Magistratura e non, come sarebbe civile, nelle Urne. Sti Signori hanno proprio il terrore che il Cavaliere vinca (ne sono certa) le prossime elezioni. In fondo loro cosa stanno facendo per il nostro paese? Non ci sono piu' tasse? non mi sembra; la Criminalità? e' aumentata; i cittadini hanno fiducia nello Stato e nei suoi rappresentanti?? non mi sembra a giuducare dagli ultimi scivoloni giudiziari che vedono liberi, dico liberi, assassini, stupratori, pirati della strada. Gia' ma il loro unico obiettivo e' eliminare Silvio Berlusconi. Se ne pentiranno presto e non potranno dire di avere vinto se tutto il resto, per colpa loro, va a rotoli. Io preferisco che un mafioso puriomicida resti in galera invece di liberarlo perhe' non si e' riusciti a scrivere quattro fogli del cazzo per dire che e' colpevole. Preferisco che il signore che ha trucidato due poveri anziani finisca i suoi giorni in prigione, non a casa, solo perché c'e' stato un vizio di forma........eccc...Di fronte a cio' quale cittadino dei destra o di sinistra crede ancora che l'Italia sia un paese Civile dove la Magistratura fa bene il suo Lavoro e dove la legge e' uguale per tutti???

Ritratto di indi

indi

Gio, 11/07/2013 - 09:12

OH Signur! Che novità! Solo i beoti di sinistra sostengono che non esiste nessun complotto. Il cittadino coinvolto suo malgrado in beghe giudiziarie, da tempo conosce gli scaltri, ma nel contempo, palesemente sconcertanti (per usare un eufemismo) comportamenti della magistratura italiana. In Italia, con la scusa della democrazia, troppe parole e poca azione. Un anno di dittatura militare che riordini il gregge e le regole della vita in comune.

lamwolf

Gio, 11/07/2013 - 09:12

Questa la dice tutta sul fatto della persecuzione giudiziaria nei confronti di Berlusconi. Siamo un paese dove da anni la giustizia è autorizzata al bello e cattivo tempo e spesso politicizzata. Viviamo in un paese dove la libertà è in pericolo anche per il fatto che la criminalità dilaga e nonostante gli sforzi delle forze dell'ordine la giustizia spesso non rende giustizia a chi ha subito il reato. Per fare un esempio aspetto da otre 4 anni una sentenza dal Tar per una controversia con l'Amministrazione dello Stato. Ad oggi il mio avvocato non è stato notiziato nemmeno quando ci sarà l'udienza. Vergogna!!!!! La legge deve essere uguale per tutti e c'è chi rovinati dalla giustizia per dover far fronte a spese assurde legali aspetta giustizia anche da 20 anni.

Accademico

Gio, 11/07/2013 - 09:22

Quando si dice che il volto è lo specchio dell'anima !

vincenzo

Gio, 11/07/2013 - 09:22

In che modo si diventa giudice?Come vengono reclutati queste signore e signori che decidono dell'esistenza di Tizio e di Caio?Sarebbe interessante ssapere con quali meriti la suddetta sig. Giudicessa sia arrivata nel posto che occupa!

Ritratto di spectrum

spectrum

Gio, 11/07/2013 - 09:23

Ho sempre sostenuto, con tutto il rispetto per le istituzioni, che i giudici nostrani hanno poco coraggio. Non e' un offesa ma una caratteristica che noto. In america per i criminali fioccano condanne severe, fino alla contestabile condanna a morte. Da noi, la vigliaccheria fa da padrona, si riducono le pene per i criminali piu temibili, anche per i mostri, il tutto all'interno di una categoria fortemente protetta dove entra soprattutto chi deve entrare e non chi lo merita. Da qui, spesso, il poco coraggio va a pari passo. Da qui i soliti comunistelli diranno, ma i giudici non sono vigliacchi. Allora se vogliamo "giudicarli" bisogna definire un criterio per il giudizio. Mi pare Confucio dicesse "se sai che una cosa e' giusta ma non hai il coraggo di farla, allora sei un vgliacco".

Mercurio_09

Gio, 11/07/2013 - 09:23

Più di un anno per le motivazioni di condanna di uno stupratore al di là del ragionevole dubbio... SE NON ORA QUANDO? Un conto Sig.ra Galli è non fare distinzione alcuna e trattare tutto il suo lavoro allo stesso modo, valutando con discernimento ed escludendo qualsiasi astio... Ma oramai la “sua” magistratura ha dimostrato che la sgualcita scritta dietro il suo scranno titola diversamente: LA LEGGE NON E’ UGUALE PER TUTTI! A questo punto è meglio si tolga la toga in rispetto a suo padre…

Franco Ruggieri

Gio, 11/07/2013 - 09:24

Ma state scherzando? Ma come vi può passare per la mente che la magistratura italiana possa commettere soperchierie di questo tipo? Non siamo mica nella URSS di Stalin!

astice2009

Gio, 11/07/2013 - 09:24

Mi auguro che il buon Luca Fazzo abbia le prove di quanto asserisce, anche se ne dubito. Il punto e' che calunniare un giudice come la Galli e' molto molto pericoloso ed essere un giornalista non lo salverebbe, se fosse un articolo falso e diffamatorio. Tanti auguri..

xgerico

Gio, 11/07/2013 - 09:26

Ma come fino a ieri il Giornale a sempre sbandierato, a destra e a manca, fino a sentenza definitiva il "colpevole" non deve andare in galera, comanche il Silvio. Ed ora paragonate?!

il gotico

Gio, 11/07/2013 - 09:26

non credo sia un caso da aggiungere alle persecuzioni contro berlusconi, spesso l'essere umano, una volta raggiunti i suoi obiettivi, si scorda che esista anche un prossimo a cui prestare aiuto, il ruolo di giudice dovrebbe essere una delle professioni basilari per la protezione del cittadino, ma evidentemente chi raggiunge queste posizioni ormai è appagato, economicamente soddisfatto, la scorta sempre presente per le spese al super o riordinare il giardino... ma perché mai dovrebbero pensare ad uno stupratore in libertà ? Madama è tranquilla, protetta, esente da ogni rischio che il comune cittadino, che paga il suo stipendio, si trova quotidianamente a dover fronteggiare... non è un discorso pro o contro il cavaliere... è solo un dato di fatto sull'operato di questo esimio giudice, che purtroppo non verrà perseguita per non aver tenuto un pericoloso soggetto lontano dalla comunità, ringraziamola per la sua solerzia nonché incapacità.

J.J.R

Gio, 11/07/2013 - 09:32

Ci si lamenta sempre che la giustizia è lenta e macchinosa...per una volta che fa il suo dovere con precisione e solerzia non lamentiamoci eh eh eh!!!! FORZA GALLI!!!!!!!!

Ritratto di rinnocent637

rinnocent637

Gio, 11/07/2013 - 09:33

Ho già detto e ripetuto. Ogni Italiano dovrebbe passare una volta sola sotto le grinfie di questi giudici. Il sottoscritto ci è passato una causa civile contro una potente assicurazione: ASSITALIA per aver ragione ho dovuto aspettare 15 lunghi anni, due sentenze mi hanno dato torto, in Cassazione ragione perchè hanno riscontrato delle anomalie gravi fatte dai giudici. E SI IO PICCOLO BORGHESE MI ERO PERMESSO DI FARE CAUSA, A UNA POTENTE ASSICURAZIONE. MA IL COLMO E' STATO CHE LA CASSASIONE A VOLUTO CHE RIFACESSORO IL PROCESSO, MA LA PROCURA DI GENOVA SAPETE CHI HA NOMINATO PER GIUDICARMI?IL GIUDICE CHE PER DUE VOLTE MI AVEVA CONDANNATO. HO DOVUTO RICUSARLO.

xgerico

Gio, 11/07/2013 - 09:34

@enzo1944 - Enzo prima di scrivere devi metterti d'accordo con MORTIMER- O son MASSONI ROSSI o come afferma MORTIMER, MAFIOSI COMUNISTI! Mi state confondendo il libero pensiero!

pigreco100

Gio, 11/07/2013 - 09:37

La Cassazione che Cassazione è se non fa prescrivere il processo al Presidente Berlusconi

Ritratto di copyleft

copyleft

Gio, 11/07/2013 - 09:37

Il fatto che in Italia ci siano stati degli errori sull'elargire la pescrizione e Berlusconi in passato non è stato certo esente dal giovarne non è detto che si debba perseverare... Ricordo le parole di Ghedini...Milano è il cancro aspettiamo la cassazione per avere giustizia...adesso che la benedetta cassazione si muove per fare giustizia non và bene...quindi ergo che il problema non è Milano ma la colpevolezza di Silvio che solo la pescrizione del reato poteva cancellare...

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Gio, 11/07/2013 - 09:39

Lo sapevamo che preferivate la prescrizione, ma poi mi dico, se uno è innocente che problema c'è?

Ritratto di pipporm

pipporm

Gio, 11/07/2013 - 09:39

Un articolo delirante

semprecontrario

Gio, 11/07/2013 - 09:39

deve fare carriera e vedrete che la fara' perche' tutti quelli che si occupano di berlusconi fanno carriera e' una missione che si sono dati fra loro,che gliene frega dello stupratore occupandosi di quello non fa carriera

Pixel

Gio, 11/07/2013 - 09:43

Meno male che è ben pettinata, altrimenti chissà di quale attacco nei suoi confronti sareste stati capaci!!! Non capisco perché tanto clamore, è forse stato illegittimo stabilire che la sentenza debba avvenire il 30 luglio?

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Gio, 11/07/2013 - 09:44

ZIPPITA quoto il suo commento! purtroppo però questi comunisti mafiosi sono stati molto astuti a far credere al popolo credulone e boccalone qualsiasi cosa dicano: se dicono che brlusconi verrà condannato, esulterebbero di gioia. ma se dicessero che berlusconi non è colpevole, farebbero una rivolta da guerra civile, che sono talmente convinti delle teorie, complotti, e puttanate varie... a questo siamo arrivati!

ciloit

Gio, 11/07/2013 - 09:44

APPELLO ALL’ ALTO SENSO DI RESPONSABILITA’ DELLA SUPREMA CORTE! Allo stato delle cose, non resta che fare appello al rinsavimento almeno dei Giudici della Suprema Corte - chiamata dall’ ordinamento giuridico vigente al controllo della legittima applicazione delle leggi ai casi concreti -, che devono dire l’ ultima parola sulla vicenda ‘Mediaset’! Prescindo da ogni personale considerazione sull’ accanimento giudiziario di una buona parte della Magistratura, in sede civile e penale (inquirente e decidente), nei confronti di Berlusconi, che è manifestamente politicizzata e che, ahimé!, va vieppiù accentuandosi di pari passo con la permanenza nell’ agone politico di tale leader, che gode ancora del suffragio elettorale, rappresentato dalla maggiore forza politica del Paese, e che, non essendo stato sgominato ormai da un ventennio - come sarebbe stato più normale ed accettabile - dalle forze politiche contendenti, corre il rischio di essere definitivamente - ed io ritengo ingiustamente – bandito dalla vita politica e dai pubblici uffici da un verdetto dell’ anzidetta parte, per fortuna ancora minoritaria, della Magistratura Italiana. Non posso, perciò, fare a meno di stigmatizzare la risibilità della ‘pretesa’ di sostenere che a Berlusconi sia riservato lo stesso trattamento di ogni altro cittadino, quando ‘impunemente’ si lasciano cadere in prescrizione numerosi reati, anche dinanzi alla Suprema Corte, senza ricorrere all’utilizzo delle sezioni feriali, per scongiurarla! A dir poco bizzarra è, poi, tra le altre tesi, opinate dai Giudici di merito, quella di considerare non prescritti presunti reati, come quello dell’evasione fiscale, quando la riscossione di danaro ‘in nero’ si sia verificata in determinati contesti temporali, antecedenti rispetto all’ esecuzione dei rapporti, relativamente ai quali essa era prevista aver luogo in varie fasi proiettate nel futuro. E’ un autentico ‘aborto giuridico’! Per non dire dell’ altra di disattendere i reiterati precedenti principi di diritto, dettati dalla Suprema Corte, tra cui quello dell’ estraneità di Berlusconi alla gestione di Mediaset, dalla data della sua ‘discesa nel campo politico’ in occasione di analoghi procedimenti giudiziari, tra i tantissimi altri, dei quali è stata e continua ad essere ‘vittima’ Berlusconi. In siffatta maniera minando l’ unico ‘ormai apparente’ residuato di ‘certezza del diritto’ nell’ applicazione delle leggi del nostro ordinamento giuridico: quello, proveniente dai principi di diritto, emanati dalla Suprema Corte. E’ auspicabile, pertanto, che la Suprema Corte voglia rendere ‘obiettiva’ e non ‘faziosa’ giustizia! E’, infine, ora che si ponga effettivamente e definitivamente mano ad una seria legge sulla responsabilità dei Magistrati, in ogni sede, per fatti commessi nell’ esercizio delle loro funzioni, come è previsto per ogni altro settore, anche pubblico, del rapporto tra i cittadini e lo Stato. Solo allora potremo dare un integrale supporto al principio ‘la legge è uguale per tutti’. (Avv. Ciro Lombardi)

no_balls

Gio, 11/07/2013 - 09:45

oramai non siete piu' credibili... sono comunisti i giudici di primo grado...di secondo...di cassazione... la procura di napoli...di bari...di palermo...di milano...di torino...di vattelapesca.... non e' che invece il vostro capo ha commesso dei reati ??? e voi siete dei collaborazionisti ?? okkio che poi si passa in un altro campo...diverso dai reati comuni... e sul quale non si scherza. giuro di essere fedele alla istituzioni ...di svolgere il mio mandato...bla bla bla...

honhil

Gio, 11/07/2013 - 09:54

Della serie quando le priorità di un ufficio diventano soggettive. Basterebbe poco per dare ordine al pianeta giustizia. Basterebbe responsabilizzare le toghe. Ma la politica nicchia. Nonostante tutto. Perché? Si è fatto un referendum apposta, per questo. Gli italiani hanno espresso la loro volontà. Ma le Istituzioni, con in testa il Capo dello Stato pro tempore, hanno lasciato sugli scranni delle aule giudiziarie dei semidei. Qualunque sia la professione di ogni cittadino di uno stato democratico, innanzi tutto, appunto, è un cittadino: con gli stessi diritti e gli stessi doveri di ogni altro cittadino. Dovunque,tranne che in Italia. E’ un paradosso più grande dello stesso Pianeta Terra, la non responsabilità di un magistrato per quello che fa nell’ambito della sua vita lavorativa. E’ bene ricordarlo, senza mai stancarsi di farlo: un giudice emette le sentenze in nome del Popolo Italiano. Ma lui è al di sopra di ogni cittadino. E quindi al di sopra di quello stesso Popolo Italiano, per delega del quale amministra la legge. Perché lui non paga per gli errori che commette. A prescindere. E ciò è anticostituzionale. Eppure, è così. Con il beneplacito di tutti quei costituzionalisti con la puzza sotto il naso e sempre pronti a citarla. Che hanno da dire al riguardo, il Csm e l’Anm? Forse è arrivata l’ora che gli italiani si rivolgano in massa alla Corte Europea dei Diritti dell'Uomo. Liberté, Égalité, Fraternité.

guidode.zolt

Gio, 11/07/2013 - 09:58

Si, va bè, però i dentisti mica appartengono ad una categoria nefasta per il pci/pd...

Ritratto di Uchianghier

Uchianghier

Gio, 11/07/2013 - 09:58

Uno stupratore in giro fa sempre comodo, non si sa mai nella vita.

Ritratto di Blent

Blent

Gio, 11/07/2013 - 09:59

semplice ; lo stupratore aveva la tessera del PD

pl.braschi@tisc...

Gio, 11/07/2013 - 10:00

SUBITO UNA RIFORMA DI QUESTI TIRANNI TRAVESTITI DA GIUDICI! CACCIARLI TUTTI E RIELEGGERLI DAL POPOLO! ABOLIRE TUTTI GLI ORGANISMI DI CONTROLLO COMPOSTI DAI LORO SIMILI! TOGLIERE SUBITO LE PAROLE "IN NOME DEL POPOLO ITALIANO"! NON SONO DEGNI DI PRONUNCIARLE!

Piage

Gio, 11/07/2013 - 10:00

"gentili" lettori, mi fareste capire dove sta l'analogia tra Berlusconi e lo stupratore? Il reato dello stupratore era forse vicino a prescrizione? Non credo. Lo stupratore ha per caso addotto mille e più motivi tipo uveite per dilatare i tempi del processo all'infinito? Penso proprio di no. Ci pensa il giornale però a mettere sullo stesso piano pere e mele, e giù i pecoroni a sparare addosso al giudice cattivo! Poi arriva mortimer che da del lobotomizzato a tutti! Almeno ci fate un po' ridere

volo_basso

Gio, 11/07/2013 - 10:02

Boh? la mia impressione del comportamento ,diciamo, anomalo, porta a pensare un sotto banco con interessi non da poco difficilmente o addirittura impossibile provare, ma se cosi fosse, c'e' solo da augurarsi che la divina provvidenza metta segno alla situazione impedendo queste azioni.

Ritratto di miladicodro

miladicodro

Gio, 11/07/2013 - 10:03

Questi " giudici" da anni cercano lo scoop della loro insignificante vita,condannare uno dei più potenti politici degli ultimi vent'anni,in più sfortuna sua di essere ricco e di amare le donne,da qui l'astio e la gelosia e, corroborati dal latrare della canea debenedettiandiessina hanno messo in atto l'accerchiamento della condanna a morte di cui fregiarsi davanti al popolo bue,facendo perdere con fini-to e casini vent'anni al Paese.Roba di cui vergognarsi a vita.Ma tanto è,ora Cavaliere,per favore,faccia finire questa agonia,si tolga dal partito,dal governo,dall'Italia e viva in pace gli anni della pensione,lasci l'Italia ai scientologrill e ai smacchiatori di giaguari,tanto per come siamo ridotti la governerebbe anche pulcinella.La prego Cavaliere,faccia finire questo scempio.La ricorderemo in eterno.

Ritratto di ashton68

ashton68

Gio, 11/07/2013 - 10:07

Quella la paghiamo noi purtroppo. E resterà impunita. Distorcere la legge, usare la propria carica per raggiungere il fine di sovvertire l'ordine democratico penso costituisca un reato. Non ne abbiamo le prove? Ma perchè servono? Al Tribunale di Milano no, ce l'hanno insegnato loro!

Ritratto di Il corvo

Il corvo

Gio, 11/07/2013 - 10:07

La giustizia deve essere più rapida. Non è possibile che nel 2013 si decidano presunti reati commessi nel millennio scorso. Applaudiamo quindi quando i magistrati si danno una mossa, e denunciamo come giustamente sta facendo il Giornale quando la lentezza dei processi fa scattare la prescrizione, sia che questa favorisca Berlusconi o qualsiasi altro criminale.

tonipier

Gio, 11/07/2013 - 10:09

" I PROCESSI DEL POPOLO LI MANDANO VOLUTAMENRE IN PRESCRIZIONE"con danni da capogiro... IL MINISTRO DI GRAZIA E GIUSTIZIA COSA FA?::::o non puo fare?...."l'errore del giudice" Due sono le specie di errori in cui il giudice può incorrere: gli errori dovuti ad incapacità, a neglicenza, a svista, riconducibili alla categoria giuridica subiettiva del genere colpa; gli errori preordinati, commessi di proposito, alimentati dall'intento di eludere il dovere di imparzialità nell'assolvimento della funzione giurisdizionale, integranti la categoria giuridica subiettiva del genere dolo.

Imbry

Gio, 11/07/2013 - 10:11

La cosa più fastidiosa, come dice giustamente ZIPPITA, è che i veri criminali siano liberi di girare le strade impuniti e senza alcun ritegno e sembra che tutto ciò ai ns politicanti non interessi, soprattutto a sinistra. Chi uccide e chi ruba viene messo in secondo piano rispetto ad un politico che ha quasi sempre ottenuto la maggioranza dei voti DEMOCRATICAMENTE e che da lavoro a migliaia di persone. E' triste e deprimente che i giornalisti vengano condannati per un articolo, che dello scandalo MPS non si sappia niente, che l'omicidio Meredith, Gambirasio e Poggi siano senza un colpevole, ma che Berlusconi venga processato a tempo di record! Non ci sono o non servono altre parole!

Alessio2012

Gio, 11/07/2013 - 10:12

Questo è il risultato delle "quote rosa" a tutti i costi.

cicero08

Gio, 11/07/2013 - 10:17

Ma, probabilmente, è proprio per il carico di lavoro che le deriva dal doversi occupare delle vicende giudiziarie di Berlusconi a farla ritrovare con l'accumulo di qualche ritardo nel resto delle sue attività....

marcokalos

Gio, 11/07/2013 - 10:23

Concordo con l'incongruenza evidenziata nell'articolo. Purtroppo i giudici NON sono obbligati a lavorare. E quindi fanno quello che pare a loro. Bisogna iniziare a mettere dei vincoli di performance anche per loro, sia in sede civile (forse ancora più importante) che in sede penale.

Ritratto di Goldglimmer

Goldglimmer

Gio, 11/07/2013 - 10:23

Solo i giudici che condannano quelli di sinistra sono giudici buoni, quelli che giudicano le malefatte di Silvio sono cattivi e comunisti.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Gio, 11/07/2013 - 10:27

IL CORVO ma dai? :-) non lo sapevo... peccato però che a palermo gli stupratori attendono da mesi di essere condannati, per sciatteria della procura, per inadempienze dei magistrati, per incapacità dei PM... :-) veloci quando c'è berlusconi, lenti quando si tratta di gente poco importante! strano vero? :-)

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Gio, 11/07/2013 - 10:27

quante cavolare scritte nell'articolo pur di descrivere male una persona e far partire il linciaggio.Ne cito una:"...i continui dinieghi durante la campagna elettorale...".Ma quando mai?se sono stati sospesi tutti i processi proprio per consentire al candidato di fare campagna elettorale con l'ovvia conseguenza che finita quella son ripresi creando un ingorgo assolutamente cercato dall'imputato per recitare da vittima.Come non bastasse poi son stati concessi ulteriori rinvii ora per le consultazioni,ora per le votazioni,ora per l'elezione del presidente.Insomma non scrivete cose cosi' palesemente irreali capisco che qualcuno ancora ci creda e che cosi' puo' partire la solita campagna d'odio,ma la sostanza non cambia,il delinquente alla sbarra.

lifeherbal2009@...

Gio, 11/07/2013 - 10:40

MA I GIUDICI UOMINI DOVE SONO FINITI? SI PUO' SAPERE LA PERCENTUALE UOMINI DONNE NELLA MAGISTRATURA. CURIOSITA'!!

solocommenti

Gio, 11/07/2013 - 10:40

la macchina del fango .. ha un buco nella gomma

Ritratto di Nopci

Nopci

Gio, 11/07/2013 - 10:42

Inchista MPS?Il CAPOSTAZIONE HA ANNUNCIATO CHE LA CARROZZA P0094677 E' STATA AGGANCIATA DAL LOCOMOTORE "PROCURA" PER LE DOVUTE SOSTITUZIONI DEGLI ASSI DEL CARRELLO SX PD,AL CENTRO GRANDI RIPARAZIONI MAGISTRATURA DEMOCRATICA.

maubol@libero.it

Gio, 11/07/2013 - 10:45

I mafiosi escono per trascorsi termini, per condannare Berlusconi fanno gli straordinari! Riforma subito con responsabilità civile e penale, oltre alla separazione delle carriere. L'unica casta che fa il bello, il cattivo tempo senza risponderne mai! Basta, ma basta da subito.

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Gio, 11/07/2013 - 10:46

E' proprio questa l'Italia!! Magistrati che tollerano gli stupratori. Che hanno i figli nei centri sociali. Che si fanno i loro convincimenti tra familiari, parenti ed amici. Che non temono nessuno se non un avviso di garanzia per concorso esterno in associazione mafiosa. Non si sa mai. Che spudoratamente coi soldi nostri fanno politica, cioè gli interessi loro. Che entrano in politica come e quando vogliono. Che si fan forti degli scemi che dicono ogni giorno che la magistratura è libera ed indipendente (ma se il popolo è sovrano...). E' l'Italia dell'8settembre, di Piazzale Loreto, delle foibe e della raccolta differenziata. Un'Italia da barzelletta e per questo conosciuta in tutto il mondo. E non per la torre di Pisa. L'han capito bene e da tempo i falsinvalidi, i truffatori, i politici vecchi e i politici che provengono dalla discarica informatica e che non hanno ancora capito come si ruba. E l'han capito bene gli evasori fiscali. E l'ha capito persino un ometto come DdV, mister Fiorentina/serieB, che col CdS pensa si risolva ogni sua faccenda.

Rossana Rossi

Gio, 11/07/2013 - 10:47

Semplicemente incredibile............succede solo in Italia, povera Italia!

giovanni PERINCIOLO

Gio, 11/07/2013 - 10:54

Ma cosa volete che sia uno stupratore di più libero in circolazione! Oltretutto poi la signora, a vedere la foto, verrebbe da pensare che rischi ... non ne corra!

Ritratto di StefOmega

StefOmega

Gio, 11/07/2013 - 10:55

Mi chiedo com'è che il dentista in questione sia già considerato uno stupratore, pur non essendoci ancora le motivazioni della sentenza di secondo grado, mentre Berlusconi non è ancora colpevole finché non si pronuncia la Cassazione. È una curiosa discrepanza che mi dà da pensare sull'imparizalità di chi lavora per questo giornale.

SAVATHEBEST

Gio, 11/07/2013 - 10:57

LETTERA APERTA AI CAMPANI E NON Titolo: La Sfortuna a 360° Siamo nati sfortunati, campiamo sfortunati e moriremo sfortunati!!!! Tra tutte le sfortune c’è anche quella di non avere nell’ex “Campania Felix” diventata oramai da anni “Campania Monnix”, magistrati come Ida Boccassini o la Alessandra Galli, che nel giro di poco tempo in Lombardia sono arrivate addirittura in Cassazione onde evitare la prescrizione ad un imputato (chi sarà mai????). Noi siamo “sfortunati” anche con la magistratura “campana”. Reati come truffa, falso, traffico di rifiuti ed abuso d’ufficio; dove l’ex governatore ed ex commissario straordinario all’emergenza rifiuti Antonio Bassolino alla sbarra, con altri 27 imputati (tra cui Impregilo, Fisia e Fibe) viene chiesta la prescrizione di reato. L’Emergenza Rifiuti Campana tra il 2000 ed il 2004 (il processo avrebbe dovuto accertare i fatti fino al 2005). Comincia nel 2008. Ad aprile 2012 le prime prescrizioni. Nel 2013 nessuno di loro pagherà. Mentre le ECOBALLE continuano ad essere ammassate nei campi alle porte di Napoli e Caserta. Le stesse, umide per via del Cdr di bassa qualità, saranno inservibili per la bruciatura, ma oggi, in questo momento, avvelenano oltremodo il territorio campano: ammassate nei campi e coperte da teli neri, producono percolato che non viene incanalato in nessun pozzo di emungimento, ma disperso. Di conseguenza (vds. “Gomorra” Libro/Film) sono anni che non si mangiano più prodotti freschi come verdura, frutta e quant’altro la terra produce, costretti a mangiarli solo ed esclusivamente “confezionati”.

Ritratto di Goldglimmer

Goldglimmer

Gio, 11/07/2013 - 11:01

perSilvio46....scrive: anche erogando pene esemplari a magistrati palesemente sinistri...... vuoi dire che essere di sinistra è un reato?

Pixel

Gio, 11/07/2013 - 11:11

Se è vero quanto affermato nell'articolo, la colpa del magistrato, non è aver stabilito la data della sentenza prima della prescrizione, ma non essere stata altrettanto solerte in altri processi (premesso che sia vero), quindi dovreste solo lamentarvi della lentezza relativa agli altri processi, e complimentarvi per la rapidità con cui si è operato per quello di Berlusconi. Giusto? Condanniamo in coro la lentezza dei processi, e complimentiamoci in coro per l'inizio di una nuova era, il giusto e veloce processo, fortunato Berlusconi che è uno dei primi a goderne!!! ;)

Ritratto di roberto-sixty-four

roberto-sixty-four

Gio, 11/07/2013 - 11:17

Che rabbia... E chi puo' fare non fa nulla. Questi sono senza vergogna

xgerico

Gio, 11/07/2013 - 11:27

@ciloit - Gentile avvocato, lei ha perfettamente ragione, a suo modo di veder i fatti. Io mi domando e dico, ma su 26 (credo) processi almeno uno lo vogliamo far arrivare in Cassazione, per vedere se effettivamente il soggetto e un delinquente o meno?!

Ritratto di laghee100

laghee100

Gio, 11/07/2013 - 11:30

... ma come è carina !!!!!

buri

Gio, 11/07/2013 - 11:30

gli stupratori! piccoli delinquenti! volete mettere Berlusconi? non c'è confronto, quello sì che vale la pena di perseguirlo

ir Pisano

Gio, 11/07/2013 - 11:30

1- Resta sequestrato e invenduto il materiale dell’ILVA bloccato al porto dalla magistratura. 2- La magistratura accusa finmeccanica di pagare mazzette all'India per una commessa di elicotteri da gerra. L'india annulla l'ordine. 3- 390 mila esodati, il 30% della popolazione italiana rischia la povertà. La magistratura dichiara incostituzionali i tagli ai maxi stipendi pubblici e ovviamente ai propri. 4- Abbiamo finalmente un governo che può dare un po di stabilità a questo paese a pezzi. La magistratura perseguendo Berlusconi fa rischiare al paese una nuova crisi. 5- evitiamo di parlare di assassini, delinquenti, maniaci stupratori ecc ecc... lasciati liberi. Non mi pare che tutto questo faccia bene all'Italia

xgerico

Gio, 11/07/2013 - 11:43

@ciloit - Gentile avvocato, lei ha perfettamente ragione, a suo modo, di veder i fatti. Io mi domando e dico, ma su 26 (credo) processi almeno uno lo vogliamo far arrivare in Cassazione, per vedere se effettivamente il soggetto e un delinquente o meno?!

Ritratto di nuvmar

nuvmar

Gio, 11/07/2013 - 11:56

importa poco cosa, ma una signora che tratta con leggerezza le pratiche relative a stupri e violenza contro le donne......Chissà?

Ritratto di filippo agostani

filippo agostani

Gio, 11/07/2013 - 12:13

Non c'è solo la Boccassini (che non centrava niente perchè non è giudice) ora c'è la Galli anche se ve ne sono state altre due a giudicare Berlusconi. Poi ci sono i giudici della corte costituzionale, i giudici della cassazione. Tutti "sporchi" comunisti quando giudicano berlusconi che pure amico dei comunisti è (vedi Putin, Lucascencho..). Siete sicuri che tutti questi giudici sbagliano e non sia lui a sbagliare.

Marzia Italiana

Gio, 11/07/2013 - 12:15

La dea della Giustizia non e' bendata in Italia. La legge non e' uguale per tutti. E non possiamo certo dire che la magistratura sia piu' indulgente nei confronti di persone importanti ed influenti, quale sarebbe Berlusconi. Certamente e' indulgente con i mafiosi e i criminali che vengono rimessi in liberta' per scadenza dei termini, o messi agli arresti domiciliari per poi dar loro agio di dileguarsela, per ben 2 volte!( vedi quel Panuzzi)Il dentista non lo si riesce a condannare, nonostante le prove schiaccianti su internet, in cui e' colto in flagrante, mentre Berlusconi e' condannato nonostante non ci siano testimoni che affermino che ci sono stati rapporti sessuali, o che abbia usato la sua influenza per far rilasciare Ruby!!! Ma e' possibile che questi giudici neghino l'evidenza e condannino sulla base di pregiudizi, antipatie, rivalita' e orientamento politico, e restino pure impuniti? ecco perche' in Italia, e' facile fare i propri porci comodi nel settore pubblico, beninteso, senza mai rimetterci le penne! Sei quasi invitato a nozze, sarebbe un peccato non approfittarne!

Ritratto di filippo agostani

filippo agostani

Gio, 11/07/2013 - 12:18

X Luchi. Io mi chiederei se è possibile che siano tutti questi giudici a sbagliare oppure se non sia Berlusconi. Possibile che sono tutti comunisti.Se insisti nella tua convinzione ti conviene mettere in pratica la tua intenzione di andare in Somalia, così ci libereremo di un sempliciotto.

SAVATHEBEST

Gio, 11/07/2013 - 12:21

x pixel: il governatore campano dopo 10 anni e + il reato di disastro ambientale è stato prescritto. MA DI COSA PARLI!!!!!

Ritratto di IVO

IVO

Gio, 11/07/2013 - 12:24

LA COSA Più STRANA E CHE QUANDO SI TRATTA DI VERI DELINQUENTI LE COSE VANNO IN MODO MOLTO DIVERSO , MAGARI ESCONO DI GALERA PERCHE SCADUTI I TERMINI E I GIUDICI NON SE NE ERANO ACCORTI . IO PENSO CHE LA NOSTRA MAGISTRATURA SIA ARRIVATA ALLA FINE , SI SIAMO AL PUNTO DI NON RITORNO , NON VORREI PENSARE TROPPO MALE E NON VORRE POI PRENDERCI . W.W.W. L'ITALIA CON UNA GIUSTIZIA GIUSTA (ANCHE ALL'APPARENZA ) NON COME ORA C. IV.

Triatec

Gio, 11/07/2013 - 12:25

Sarebbe bello vivere in un paese dove la giustizia è uguale per tutti, dove il magistrato non solo è, ma anche apparisce imparziale. un paese dove la magistratura non è condizionata da ideologie, dove la magistratura è indipendente e nessun magistrato è legato a partiti politici, dove nessun giudice salta da un potere all'altro e finisce in politica gettando al maschera di imparzialità. Imparzialità alla quale nessuno ha mai creduto. Si sarebbe bello....

SAVATHEBEST

Gio, 11/07/2013 - 12:26

Quando leggo i commenti di quelli che criticano l'articolo solo perchè ha accostato lo strupratore a berlusconi e visto che non capiscono che la legge prevede il deposito di qualsiasi sentenza entro il limite "invalicabile" di 90gg. bisogna solo dargli qualche schiaffo "a fin di bene" per farli svegliare almeno quando leggono qualcosa!!!!!!!!!!

Marzia Italiana

Gio, 11/07/2013 - 12:26

E non dimentichiamo anche l'incompetenza che e' caratteristica di gran parte dei professionisti (fascia d'eta' 40-60) in tutti i settori: sanita',giustizia, istruzione, amministrazione pubblica. Non dimentichiamo tutte quelle lauree date con il voto politico, in cambio di bustarelle,favori o per nepotismo. Dove crediate che siano finiti tutti quei laureati senza merito?

Riccardo Montemezzo

Gio, 11/07/2013 - 12:31

Ho smesso di lasciare commenti da tempo, per motivi, che in qualsiasi momento mi venissero richiesti non avrei difficoltà alcuna ad elencare, ma la situazione marcia italiana non verrà certamente modificata per i commenti di lettori, che evito di commentare, pubblicati in questa rubrica o per gli atteggiamenti soft, tenuti dagli Onorevoli, eletti con il PDL. Un cambiamento non si realizzerà finché non diventiamo gente cosiddetta moderata con gli attributi ai posti giusti e fino a quando, per esempio, noi tutti, cosiddetti moderati, non ci adoperiamo con mezzi adeguati, non ultimi come quelli di bloccare sine die il funzionamento di palazzo Madama, di Montecitorio e, perché no, del Quirinale, che una giudice dai comportamenti cervellotici, con preciso riferimento ad Alessandra Galli, smetta di fare la giudice, attività, che necessita di comportamenti imparziali verso chiunque, simpatico o antipatico, le cui scelte politiche siano convergenti o in antitesi con quelle personali.

tonipier

Gio, 11/07/2013 - 12:36

"LA CRISI DELLA GIUSTIZIA COME CONSEGUENZA DELLA DEGENERAZIONE POLITICA" Le nefandezze del regno di Eliogabalo impallidiscono di fronte alle oscenità ed al crimini di cui la democrazia italiana si è resa artefice.

linoalo1

Gio, 11/07/2013 - 12:37

E' ovvio.Deve ubbidire agli ordini.Lino.

Ritratto di bassfox

bassfox

Gio, 11/07/2013 - 12:46

se questa non è intimidazione! cmq un politico malato è molto più pericoloso di no stupratore...

kayak65

Gio, 11/07/2013 - 12:46

x goldglimmer spiegami come mai per penati non si e' trovato il tempo per arrivare ad una sentenza definitiva passata poi in prescrizione? spiegami come mai la maggior parte degli esponenti della sinistra che siedono in parlamento o al senato sono ex giudici? spiegami come mai le inchieste che riguardano mps o le mignotte di firenze non sono piu' di attualita' sui giornali specialmente di sinistra, proprio perche' i giudici non lasciano trapelare ne le intercettazioni telefoniche ne copie di interrogatori "dimenticate" in qualche ufficio protocollo. se onestamente riuscirai a risponderti ammetterai che la giustizia e' rapida sulle inchieste di destra e dorme o tace su quelle di sinistra. ma ricordati una cosa fondamentale: oggi i giudici deviati indagano e condannano personaggi di destra domani non si sa. la storia insegna che prima lo fecero con craxi e dc, dimenticandosi poi le tangenti rosse. attualmente e' berlusconi il nuovo nemico della sx, ma domani tocchera' al tuo renzi ostacolatore della nomenclatura comunista. a questo punto ti dico che la liberta' italiana e' in mano ad un branco di giudici politicizzati che decidono tutto e comunque senza mai pagare per le malefatte. potrebbe toccare anche a te domani. e non potrai fare niente se non autoaccusarti di essere stato complice di questo complotto magistocratico.un'ultima considerazione:il passare dalla magistratura alla politica e' un disegno che prevede l'infiltrazione graduale e costante di esponenti togati, sostituendo le persone che vogliono fare politica e magari ne sono capaci.la dimostrazione lampante sono stati dipietro ed ingroia che fortunamente sono stati scaricati dagli italiani consapevoli di un opportunismo becero del quale poi ci siamo resi conto scoprendo i loro scandali nascosti.

pansave

Gio, 11/07/2013 - 12:55

IL PIANETA DELLE FEMEN! CHI NON LO E' VERRA' RINCHIUSO E LOBOTOMIZZATO.

Triatec

Gio, 11/07/2013 - 13:01

filippo agostani @ "Possibile che sono tutti comunisti?" Certamente no, ma "Quando entri in magistratura, resti allibito; poi, lentamente, ne assorbi il clima, le consuetudini. Ti arriva subito forte e chiaro un messaggio: vivi e lascia vivere, camperai cent'anni. Il tuo ego cresce a dismisura, tanto quanto il peso della toga. Scopri come sia importante la difesa dei tuoi privilegi: questione di sopravvivenza. Non muovere le acque, non rompere gli equilibri, non discutere le tradizioni: ne puoi trarre vantaggio al pari degli altri" Stralcio di una lettera di un magistrato.

agosvac

Gio, 11/07/2013 - 13:14

Probabilmente, in un altro Stato in cui la Giustizia funziona nel modo giusto,questa "giudice" galli, sarebbe stata inquisita e messa in galera per non avere adempiuto ai suoi doveri di giudice e magistrato. Ma vuoi mettere il far condannare Berlusconi con l'impedire ad uno stupratore seriale di continuare a stuprare?????

SteveCanelli

Gio, 11/07/2013 - 13:30

Sig.ra Galli, prenda appuntamento dal "dentista". Così, magari, dopo la "cura", si muoverà a scrivere le motivazioni....TUTTI a.firmare il referendum di Pannella per la riforma della giustizia.

Franz52

Gio, 11/07/2013 - 13:37

mi compilmento con @kayak65 questo è parlare

elio2

Gio, 11/07/2013 - 13:49

Per far carriera un magistrato politicizzato, ha solo due strade, correre dietro a Berlusconi, oppure insabbiare tutto ciò che riguarda le malefatte della sinistra, vedi penati, bassolino, il vendolino, e mps, solo per i più recenti e un futuro roseo e senza problemi economici è bello che preparato

benny.manocchia

Gio, 11/07/2013 - 14:06

Tanta gente terra' la foto di questa persona nel taschino per...salutarla quando la incontrera' per strada. Un italiano in USA

LeleBerd

Gio, 11/07/2013 - 14:08

Ragazzi, basta colpevolizzare tutti quelli che sono contro il Cav. Non facciamo altro che dare ragione alla sinistra e a Grillo. La giustizia italiana non e' altro che uno spaccato della societa'. Non differisce di molto dalla nostra classe politica e non si discosta di molto dai comportamenti delle lobby italiane. I magistrati applicano (nel bene e nel male) le leggi che fa il parlamento. Se avessimo leggi chiare non potrebbero fare porcate. Il pesce puzza sempre dalla testa e le responsabilita' principali ricadono comunque su una classe politica totalmente inadeguata.

Ritratto di Papapeppe

Papapeppe

Gio, 11/07/2013 - 14:14

Mah! Devo volare basso con i commenti... In ogni caso, anche se poi mi bannano, sono per una eliminazione sistematica di tutte le forme di infezione da comunismo, con la soppressione degli organismi infettati dal virus. Il resto sono solo chiacchiere.

Alessio2012

Gio, 11/07/2013 - 14:27

Perché certi giudici vogliono condannare Berlusconi? Perché credono di essere anticonformisti! Sono come il Papa che dopo che un clandestino ha ammazzato a picconate tre persone va' a Lampedusa a benedire i clandestini! Il problema è che solo in Italia questo può accadere, perché siamo troppo buoni...

roberto zanella

Gio, 11/07/2013 - 14:39

bene memorizziamo bene la faccia....

Romolo48

Gio, 11/07/2013 - 14:40

Xgerico... ma capisci almeno l'italiano o hai bisogno della traduzione? Per favore, ,se non capisci ciò che si scrive, risparmiaci almeno i tuoi commenti!

Romolo48

Gio, 11/07/2013 - 14:45

a Pixel .. no, non è illegittimo stabilire il 30 luglio come termine per la sentenza,;è però certamente illegittimo lasciare scadere i termini per depositare le motivazione di una sentenza già emessa! Ora ci aspetteremmo (è il minimo) che il CSM intervenisse. Questo lo trovi legittimo? Attendo con ansia una risposta.

Angelo48

Gio, 11/07/2013 - 14:46

Piage (ore 10): egregio lettore, lei ci chiede dove stia l'analogia tra Berlusconi e lo stupratore! Io le chiedo:" dove la vede questa analogia? Ma la genesi dell'articolo le è chiara? La connessione espositiva che vede nell'articolo di Fazzo, tende unicamente a far notare come lo stesso magistrato (in questo caso la Galli)sia stato celere e rispettoso della Legge in materia di deposito di sentenza con Berlusconi,quanto estremamente lento ed irrispettoso della Legge nel caso del dentista riportato dall'articolista. La sua osservazione/domanda quindi, è del tutto fuori luogo e, pensi un po', nel leggerla mi è venuto da ridere da ridere a crepapelle! Grazie comunque per il suo contributo di ilarità!

precisino54

Gio, 11/07/2013 - 14:49

Carissimo Fazzo, sapere con dovizia i termini della questione è sempre cosa giusta per evitare di parlare a vanvera, quindi grazie per quanto scrivi; in effetti il punto è: c'è qualcuno che con onestà intellettuale possa dire che per il Cav sia stato applicato lo stesso codice di procedura usato effettivamente per tutti gli altri? Noi tutti sappiamo che non è così, dati di fatto certi e non opinabili testimoniano in tal senso, sia che siamo suoi sostenitori che avversari politici, questi ultimi però si fanno scudo delle norme sempre disattese. Come farlo capire a chi non è interessato? Come farlo capire a chi potrebbe mettere la parola fine a questo aberrante modo di fare? Aggiungo pure: c'è qualcuno che potendo farlo, abbia voglia di dire la sua. Perché il problema è uno, la logica delle cose fa si che a poter dire una parola chiara in tal senso sia solo il Csm, che per le evidenze chiare si asterrà dal fiatare. Lo stesso presidente, per prassi evita di prendere posizione, il solo Cossiga prese di petto le questioni con il Csm a muso duro, il PdR al più fa dei pistolotti sibillini praticamente inutili. Tornando al caso in esame, è incredibile come una vicenda chiara ed inequivocabile come quello dello stupro, testimoniato dalle riprese fatte dallo stesso autore, sia "impantanata", non esiste difficoltà di rintracciare l'articolo giusto; mentre la questione dei diritti Mediaset, con tutta una serie di perizie da collegare e tenere presente nella complessità del caso, abbia visto l'originalità delle motivazioni lette contestualmente alla sentenza, in ciò appalesando una evidenza: il giudice Edoardo d'Avossa, per avere pronto il dispositivo e le motivazioni di certo non lo ha potuto scrivere in camera di consiglio successivamente alla chiusura del dibattimento ma prima, ovvero aveva il pregiudizio, e qui la parola si addice perfettamente: aveva appunto un giudizio precedente alla trattazione completa! Diversamente potrebbe ravvisarsi il caso di sentenza scritta direttamente dalla procura, e la cosa penso sia ancora più grave. L'incredibile della vicenda è che da sempre la giustizia italiana viene bacchettata dalle organizzazioni internazionali per la sua lentezza, va da se che in questo caso i tempi impiegati non sono neanche rispondenti ai tempi minimi richiesti dalle norme. Ancora qualcuno ha dubbi sul classico: due pesi e due misure adottato per il Cav?

Ritratto di caribou

caribou

Gio, 11/07/2013 - 14:57

La signora in questione ha un sorriso da furbacchiona, somiglia molto a quello del cav. questa volta ha trovato pane per i suoi denti!!

Ritratto di Dr.Dux 87

Dr.Dux 87

Gio, 11/07/2013 - 15:12

Io direi piuttosto che "la giustizia è amministrata in nome del comunismo italiano" invece che in nome del popolo italiano perché dire ciò è una presa in giro per tutti i cittadini dato che per uno stupratore maniaco non si agisce e per Berlusconi si fa di tutto!ma se scoppierà una rivolta persone come la Galli dovranno fuggire in Africa!senza la toga non sono nulla,sono cittadini italiani come noi!ne più ne meno!:-) saluti

Ritratto di Dr.Dux 87

Dr.Dux 87

Gio, 11/07/2013 - 15:18

"pixel" E secondo te è giusto che un dentista stupratore dopo un anno intero sia ancora libero eh??!!!!!ma facci il piacere!

Ric60

Gio, 11/07/2013 - 15:19

e' interessante tanto li ore contro una donna che ha avuto il padre assassinato da terroristi rossi....magari informarsi prima di sputare sentenze...

Lu mazzica

Gio, 11/07/2013 - 15:27

Il 30 Luglio, in pochi velenosissimi minuti si saprà il nome del vincitore dal velocissimo Giudice Galli, come alla corsa dei cavalli !!Auspichiamo che il Giudice tenga conto che Berlusconi, Leader puro e maturo, (lo) tiene ancora duro !! Rgds., Lu mazzica

Ritratto di SEXYBOMB

SEXYBOMB

Gio, 11/07/2013 - 15:29

la giustizia italiana dalla sardina all'aeroplano è composta da una ciurma mafiosa che senza freni comanda l'Italia.

xgerico

Gio, 11/07/2013 - 15:32

@Romolo48- No! Sono abbastanza ignorante. Capisco solo alla mia "maniera"!

Porrzuz1492

Gio, 11/07/2013 - 15:39

Mi auguro che la Signora oltre che ridere dia spiegazioni

Ritratto di nuvmar

nuvmar

Gio, 11/07/2013 - 15:40

Rik60, spesso i figli di eroi restano figli e basta!

Ritratto di filippo agostani

filippo agostani

Gio, 11/07/2013 - 15:54

xTriatec. Quello che dici è vero e può succedere in tutti i campi. Si raccontava anche degli operai di una nota azienda statale che dicevano "se lavori sbagli e ti redarguiscono, se non lavori sei bravo". La politica insegna e ne è regina. Molti politici pensano e pensavano "tanto a me nessuno mi tocca". Quindi è possibile che qualche giudice abbia voglia di tirare a campare, ma quando vi è un processo, una sentenza che è passata al vaglio di più magistati, più gradi di giudizio etc. è proprio fuori luogo, per non dire di peggio, prendersela con tutti i magistrati.

Ritratto di filippo agostani

filippo agostani

Gio, 11/07/2013 - 16:01

Per fortuna che la giustizia in alcuni casi non è lenta. Questo vuol dire che in "alcuni casi funziona" e non che chi è giudicato è innocente. Se viene punito deve prendersela con se stesso e non con la giustizia che in quel caso funziona.

Alessio2012

Gio, 11/07/2013 - 16:24

Scusate, ma anche se condannava con la stessa velocità gli stupratori, la condanna a Berlusconi non doveva emetterla! Non ci sono prove, ne' vittime, ne' carnefici.

franco.cavola

Gio, 11/07/2013 - 16:29

Ma Napolitano che cosa fa? Lui dorme sonnio tranquilli, tanto tra poco lascerà il suo incarico, prenderà la sua (o le sue?) brave pensioni e chi s'è visto s'è visto!!! Napolitano non è anche presidente del CSM!!!!! Perché questa signora rimane al suo posto?

Ritratto di sitten

sitten

Gio, 11/07/2013 - 16:43

Basta con questi "Giudici" fannulloni e politicizzati, i Giudici devono essere eletti dal cittadino, e se sbagliano fuori dalle balle.

angelomaria

Gio, 11/07/2013 - 16:57

quell'espressione apatica che puoi trovsre solo nelPD

killkoms

Gio, 11/07/2013 - 16:58

@lelebard,sei un illuso!le leggi vengono inyerpretate,non applicate!e se la legge(giudicanti)vuole,le fanno loro!vedasi il caso englaro!il di lei padre,in assenza di legge,ha potuto staccare la spiena con una sentenza!per non parlare dello statuto dei lavoratori,in vigore dagli anni 70,ma solo oggi un articolo scomodo ad un indacato è diventato incostituzionale!l'ho già detto in un altro post!un buon magistrato,con pessime leggi,riesce ad assicurare la giustizia! con dei pessimi giudici non c'è buona legge che tenga!

precisino54

Gio, 11/07/2013 - 17:13

X Dr.Dux 87- 15:18; ho un sospetto; vuoi vedere che se quel dentista fosse: aderente, sostenitore, simpatizzante del PdL sarebbe già dentro e le motivazioni da tempo pubblicate?!

onurb

Gio, 11/07/2013 - 17:15

astice2009. Giusto per farle capire come funziona la magistratura in Italia le faccio un caso concreto di cui sono a conoscenza perché sono coinvolto, in qualità di attore (ossia di promotore della causa), in una causa civile che si è appena conclusa. In corso di causa si è dibattuto anche sull'importo del risarcimento da me richiesto, che faceva riferimento al valore del bene, oggetto della controversia, al momento della mia richiesta. Il giudice per determinarlo nomina un perito che attribuisce al bene un valore superiore a quello da me indicato. Il giudice, però, con un ragionamento del tutto arbitrario e sostenuto da null'altro che il suo convincimento, smentisce il proprio perito, dimezza il valore del bene e l'ammontare del risarcimento. Per cui, se voglio ottenere quanto mi spetta, devo proporre appello. Non c'è bisogno di commenti.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Gio, 11/07/2013 - 17:15

Uè Goldglimmer, bel faccione di luna piena, va' che io non ci guadagno niente a dire che la giustizia italiana à squilibrata. Quel che è giusto è giusto, ma quel che è tutto storto è sinistrato.

precisino54

Gio, 11/07/2013 - 17:21

X Ric60 Gio, 11/07/2013 - 15:19; a parte che un giudice, come chiunque non deve nella sua professione essere condizionato dal suo vissuto, non dovrebbe essere equo; ma mi spieghi deve sta il problema? Per caso il suo lutto familiare la rende diversa dagli altri e la esonera dall’essere rispettosa delle norme, e magari le impedisce di depositare la sentenza sul dentista stupratore? Dov’è il nesso tra quanto dici e il suo operato?

scipione

Gio, 11/07/2013 - 17:29

Filippo Agostani,non c'e che dire,sei proprio un VOLPINO.Chiedi se siano tutti questi giudici a sbagliare o non sia Berlusconi.Ma secondo te se in 35 processi, Berlusconi non e' stato MAI condannato ( per assoluzione,archiviazione o prescrizione perche' i giudici accusatori non sono stati in grado di condurre a termine i processi perche'evidntemente fasulli )tu credi che NON ABBIANO SBAGLIATO I GIUDICI( o forse sarebbe meglio dire che abbiano INUTILMENTE cercato di INCASTRARLO)?.Filippo svegliati e scendi dal pero.PACE E BENE.

maubol@libero.it

Gio, 11/07/2013 - 17:30

Poverina, ha dovuto fare gli straordinari; sai che stress!

scipione

Gio, 11/07/2013 - 17:31

Ma come si fa ad affidare un processo a un simile giudice?

Ritratto di r.peddis

r.peddis

Gio, 11/07/2013 - 17:35

e intanto le inchieste rosse tutte arenate chissà dove

precisino54

Gio, 11/07/2013 - 17:35

X filippo agostani- 16:01; forse non hai capito il problema: il fatto è però semplice, comprimendo i tempi, o facendo di tutto per comprimerli, si è di fatto impedito alla difesa di produrre testimoni a difesa, scusa la ripetizione, si è impedito di chiarire le situazioni, si sono prese per oro colato le argomentazioni della procura, e di certo non si sono lette neanche le relazioni dei periti del tribunale, non quelle di parte, che avendo esaminato i cc di tutti i soggetti, tra l’altro affermano che: non esistono riscontri tecnici per poter affermare che sia avvenuto quanto ipotizzato dalla procura. E’ ovvio che quanto in poche parole da me detto, i CTU lo hanno fatto mettendo insieme i vari passaggi, che andavano attenzionati, ma la premura, come dice un vecchio adagio ha fatto fare alla gatta prescialora i gattini ciechi, e qui si è fatto un aborto giuridico ed illogico!

precisino54

Gio, 11/07/2013 - 17:51

X fluciano- 08:23; anch’io vivo da tempo in attesa di quel giorno, ma ahimè, ho il sospetto che questo non verrà mai, perché come al solito quando tocca agli altri si fa presto a cambiare le norme, vedi caso la questione del flusso di finanziamenti moscoviti depennati da una leggina ad hoc! Quando poi si vuol fare in fretta, si parla di pacificazione per mettere una pietra sopra a tante malefatte, che in altre questioni il buon Pansa cerca disperatamente di riportare alla memoria di tanti inutilmente!

Ritratto di Dr.Dux 87

Dr.Dux 87

Gio, 11/07/2013 - 17:57

Scommettiamo un milione di euro che il 30 luglio Berlusconi sarà CONDANNATO?!!!mi ci gioco uno stipendio intero!chi vuole scommettere??:-) si accettano scommesse

precisino54

Gio, 11/07/2013 - 18:07

X Dr.Dux 87- 17:57; ovviamente sullo stipendio di cui dici ci paghi le tasse vero?

umberto0821

Gio, 11/07/2013 - 18:08

Sarei curioso di conoscere i giudici dei procesi a d' alema ed a penati. Sì, sapete? Quei due processi " durati " più di 12 anni e che, guardate caso, si sono conclusi, TUTTI E DUE, con UNA ED UNA SOLA UDIENZA: LA PRIMA ED ULTIMA!!!! Conclusione ei processi? Ambedue conclusi CON LA PRESCRIZIONE!!!!!! Allora? Vogliamo conoscere i nomi di costoro!!! E' una domanda LECITA??????? Eppoi, ma toglietemi una curiosità: è mai possibile che, in qualsivoglia occasione un qualsivoglia deputato o senatore PDL, NON RICORDI MAI E POI MAI CHE IL d' alema HA AVUTO IL SUO BRAVO PROCESSO, SI', MA CONCLUSOSI DOPO UNA ED UNA SOLA UDIENZA?? GIUSTO PER DIRE CHE IL PROCESSO SI CHIUDEVA CON LA PRESCRIZIONE???? Possibile che ai signori da me, purtroppo, eletti MANCHI, SEMPRE E SEMPRE , QUESTO CORAGGIO????? COSA MISERIACCIA HANNO DA TEMERE? E tirate fuori gli attributi!!1 E ogni volta a fare le pecore!!!! Possibile che DEBBA TOCCARE A NOI, SEMPLICI CITTADINI AD AVERLI ELETTI, A DIFENDERE L' ONORE E DEL PARTITO E DEL SUO PRESIDENTE????? Santanchè!!!! Bondi!!! Alfano!!! SE CI SIETE, BATTETE UN COLPO!!!! Altrimenti, la vostra è solo fuffa!!!!!!!!! fIRMATO DA UN ELETTORE STANCO DELLA VOSTRA VIGLIACCHERIA!!!!!!

Triatec

Gio, 11/07/2013 - 18:22

X filippo agostani- Cosa significa: "una sentenza che è passata al vaglio di più magistrati, più gradi di giudizio etc." i vari gradi di giudizio sono formulati da giudici che fanno parte della stessa casta tenendosi l'un l'altro fino a quando non ci sarà la separazione delle carriere.

precisino54

Gio, 11/07/2013 - 18:30

X ciloit - 09:44, tutto giusto quanto dici, chiaro e comprensibile nonostante la complessità di quanto argomenti; un solo piccolo appunto, dovuto magari alla foga del tanto scrivere, si dice “giudicante” non “decidente”, cordialmente ed “absit iniuria verbis”, precisino!

Amelia Tersigni

Gio, 11/07/2013 - 18:39

@ Vincenzo, sono anni che mi pongo le stesse sue domande !!!. Ma nessuno risponde. Ha tentato Berlusconi di dare delle risposte, e guardate un po' cosa diamine gli è capitato !!. Specialmente noi donne il nome di questa Alessandra Galli non dimentichiamolo mai !!!!.

precisino54

Gio, 11/07/2013 - 18:49

X StefOmega- 10:55; prima di leggere le mie parole accertati di aver acceso il cervello, fatto? Bene! Il punto è molto facile da capire, sempre che uno sia dotato dell’occorrente per farlo: il dentista stupratore è stato condannato dalla stessa giudice Galli che ha solo omesso di depositare le motivazioni, sulla colpevolezza ha già detto in udienza; se poi hai modo di rileggere capirai che il “dentista” è stato scoperto dallo stesso figlio per delle immagini memorizzate nel pc, cosa vuoi di più, la prova del Dna delle tracce spermatiche? Certamente il principio espresso dall’articolo 27 della Costituzione porta a dichiarare chiunque “non colpevole sino a sentenza passata definitiva”, ma mi pare proprio che in questo caso non ci siano dubbi su quanto avvenuto, non credi? Se poi credi di avere dell’altro tempo da dedicarmi, sappi che per me la Galli ha sbagliato anche con il tuo eroe dentista, impedendogli di fatto di ricorrere in appello o in Cassazione con il mancato deposito delle motivazioni, ed impedendogli in astratto di far valere la propria innocenza! Ti è chiaro il concetto?

montifen

Gio, 11/07/2013 - 18:55

come descrivere un simile portento: faccia di merda con occhiali per evidente miopia della giustizia

juangomez

Gio, 11/07/2013 - 19:13

Alessandra Galli è una persona perbene oltrechè un giudice molto preparato. Per chi non lo sapesse è figlia di Guido Galli, assassinato da Prima Linea nel 1980. Quindi non credo proprio possa essere definita una toga rossa. Se qualcuno volesse farsi un'idea della persona può vedere i filmati disponibili su YouTube

precisino54

Gio, 11/07/2013 - 19:37

X SAVATHEBEST - 12:26; il deposito deve avvenire entro 90 gg credo, il problema è che non sono previste penali di nessun tipo in caso di "eventuale" ritardo! Come al solito il giudice non paga i suoi errori!

Francesco Caputo

Gio, 11/07/2013 - 19:38

Ragazzi, come disse il Grande Vecchio, Presidente Cossiga, dovete mettervi in testa una cosa: comandano loro! C'è molto poco altro da aggiungere. Saluti

Angelo48

Gio, 11/07/2013 - 19:39

precisino54- Scipione- Miei cari amici, vi debbo un "grazie" di vero cuore, per avermi tolto da un fastidioso quanto futile compito: rispondere al lettore Filippo Agostani. Avrei dovuto spiegargli il vero significato giuridico del termine "prescrizione"; avrei dovuto ricordargli che tra i 7 processi chiusi per prescrizione, c'è - ad esempio - quello del Lodo Mondadori partito con l'accusa di " concorso in corruzione in atti giudiziari" e terminato con l'accusa di "corruzione semplice" giunta dopo un grave conflitto tra il Tribunale di Milano, la Procura della Repubblica presso lo stesso Tribunale e la Presidenza del Consiglio, che hanno portato anche all'intervento della Corte Costituzionale in sede di soluzione di conflitti di attribuzione tra poteri dello Stato; c'è quello di All Iberian 2 (falso in bilancio aggravato)che dovette ricominciare da zero dopo 2 anni per un vizio procedurale; c'è poi quello relativo al Consolidato Fininvest che determinò nel giugno 2001 il rinvio a giudizio ma che la data dell'udienza preliminare non venne mai fissata dato che il 14/02/2003 il GIP depositò la sentenza dichiarando il non luogo a procedere per prescrizione del reato di falso in bilancio. Come mai i giudici fecero passare inutilmente 2 anni? Chissà; c'è anche la vicenda del calciatore Lentini finita in prescrizione, che iniziò a gennaio 1995 e che vide la sua fase istruttoria terminare ben 40 mesi dopo nel maggio 1998 col rinvio a giudizio di Silvio. La fase processuale poi impiega ben 4 anni di udienze e si interrompe con il varo di una nuova Legge in merito al "diritto soc

Ritratto di ilsaturato

ilsaturato

Gio, 11/07/2013 - 20:03

Ma andiamo! Qualcuno osa insinuare che la magistratura non sia SEMPRE tempestiva? Che non sia sacrosanta l'indignazione dei giudici di Cassazione perché qualcuno è "esterrefatto" per la velocità senza precedenti applicata al caso Mediaset e comunque SEMPRE ai processi in cui è coinvolto Berlusconi? Addirittura, qualcuno si è permesso di dire che i giudici siano stati "attivati" dai disinteressati pennivendoli... scusate, dai disinteressati giornalisti del Corriere! Sempre a dare addosso alla categoria dei poveri giudici, che sono sempre e assolutamente zelanti, "super-partes" e tempestivi come dimostrano tutte le vicende giudiziarie italiane dove è sempre stata applicata la stessa solerzia e "attenzione" indefessamente. inesorabilmente e pervicacemente applicate contro... scusate, nei confronti di Berlusconi. E ora ve lo dimostro con una piccola lista "a puntate" (perdonate le date "messe a caso", ma non ho più molto tempo da dedicare a questa "difesa d'ufficio"...). 1° PUNTATA: MARZO 2013 - Sistema Sesto, il 26 Giugno (forse) prenderà il via il processo, ma è già caduto in prescrizione il reato di concussione riguardante il presunto giro di tangenti relativo alle aree ex Falck e Marelli. Penati e l'ex segretario generale della Provincia di Milano Princiotta saranno processati (forse) il 13 maggio ma anche per loro le accuse di concussione andranno prescritte. Prosciolti per prescrizione il vicepresidente Degli Esposti e i "consulenti" Agnello e Salami delle coop rosse, secondo l'accusa imposte da Penati "come braccio armato del Pd a Roma" insieme ad una tangente di 4 miliardi di lire nel 2000 al costruttore Pasini per mettere le mani su ex Falck e Marelli. / FEBBRAIO 2011 - Il giudice lumaca salva Travaglio: prescritto il reato di diffamazione. Il presidente di sezione della Corte d’appello di Roma, dottor Maisto, ci ha pensato a lungo, ma così a lungo, che - pensa e ripensa - il reato è caduto in prescrizione. / GIUGNO 2013 - Rifiuti Napoli: Una serie di dichiarazioni di prescrizioni sono state chieste oggi, al termine della requisitoria, dal pm Sirleo al processo davanti alla quinta sezione del Tribunale di Napoli, su presunti illeciti nella gestione del ciclo dei rifiuti in Campania fino al 2004. La prescrizione dei reati (che vanno dalla frode in pubbliche forniture alla truffa ai danni dello Stato, abuso di ufficio, falso e illeciti ambientali) riguarda 20 imputati tra i quali vi è anche l’ex Presidente della Regione Campania Bassolino indagato nella qualità di commissario straordinario. / GIUGNO 1995 - Quando D’Alema intascò un finanziamento illecito per il Pci, confessò, e non venne condannato e arrestato grazie alla prescrizione del reato. Quel processo fu archiviato per decorrenza dei termini di prescrizione, su richiesta dello stesso pm Maritati. Il gip Concetta Russi, con queste parole dispose l’archiviazione: “Uno degli episodi di illecito finanziamento riferiti (del 1985), e cioè la corresponsione di un contributo di 20 milioni in favore del Pci, ha trovato sostanziale conferma, pur nella diversità di alcuni elementi marginali, nella LEALE dichiarazione dell’onorevole D’Alema, all’epoca dei fatti segretario regionale del Pci. Con riferimento all’episodio riguardante l’illecito finanziamento al Pci, l’onorevole D’Alema non ha escluso che la somma versata dal Cavallari fosse stata proprio dell’importo da quest’ultimo indicato”. Tuttavia D’Alema, nonostante la confessione, non venne condannato e non finì in galera grazie alla prescrizione del reato da lui compiuto. Va aggiunto, inoltre, che il pubblico ministero di questo processo, Alberto Maritati, fu candidato (per volontà di D’Alema) alle elezioni del giugno 1999 (si era liberato un seggio senatoriale, dopo la morte di Lisi) e divenne sottosegretario all'interno del governo presieduto da D'Alema stesso. Ancora oggi, Maritati, siede al Senato nelle fila del PD. /..... Fine 1a PUNTATA (segue).

Marzia Italiana

Gio, 11/07/2013 - 20:04

Forse a lei piace andare dal dentista e non ha mandato giù il fatto di non essere stata invitata mai dal Cav!

Ritratto di ilsaturato

ilsaturato

Gio, 11/07/2013 - 20:05

2a PUNTATA: / FEBRAIO 2011 - Per la sinistra è sempre processo lento: vicina la prescrizione per lo scandalo D’Alema-Missione Arcobaleno. Ricordate tutti gli aiuti richiesti per il Kosovo attraverso la Missione Arcobaleno? L’iniziativa fu pubblicizzata alla grande da tv e giornali e raccolse donazioni per un valore di oltre cento miliardi di lire. Soldi mai arrivati a destinazione o persino girati e tenuti nascosti. Dopo 11 anni da quella missione non c’è mai stato un processo. La prima udienza si terrà addirittura a inizio maggio, con prescrizione sicura per i 17 imputati. Un nulla di fatto, un processo lento. Come voleva la sinistra che tifa per la prescrizione perché non vuole assolutamente che nel processo siano chiamati a testimoniare Veltroni (all'epoca segretario dei Ds), Bassanini (ministro della funzione pubblica), Bianco (ministro dell’interno) Cofferati (segretario generale della Cgil) e Folena (componente della direzione del partito)... E il magistrato a capo dell'indagine, inspiegabilmente, abbandonò il caso. Si chiamava Michele Emiliano, attuale sindaco di Bari per il PD...Ottanta giorni per arrivare al processo contro Berlusconi (nemico nr.1 delle "gioiose macchine da guerra" rosse), undici anni per non riuscire nemmeno a iniziare il dibattimento sulle presunte malefatte dell’operazione Arcobaleno, targata governo D’Alema. Undici anni per far evaporare, goccia a goccia, un’inchiesta che aveva messo in imbarazzo il centrosinistra nella versione dalemiana. (siamo nel 2013, tutto prescritto e dimenticato-insabbiato!) / DICEMBRE 2012 - Unipol, la Cassazione rinvia a un nuovo processo l'assoluzione di 11 persone, tra cui l'ex governatore della Banca d'Italia. Confermate le condanne per Sacchetti e Consorte, ma il 19 dicembre è scattata per tutti la prescrizione. / MARZO 2013 - Sistema Sesto. La legge anticorruzione di Monti-Bersani grazia di fatto tre indagati vicini alle Coop Rosse. Non solo: il colpo di spugna prescrive le presunte tangenti per l’area ex Falck, prescrive le presunte tangenti per l’area Marelli, e prescrive pure le presunte fittizie consulenze usate per foraggiare le cooperative rosse emiliane. / OTTOBRE 2012 - Mafia, processo coop rosse: in appello 6 condanne annullate. Tutte annullate, in appello, le condanne dei sei tra imprenditori e amministratori locali accusati, a vario titolo, di concorso in associazione mafiosa, truffa e associazione a delinquere finalizzata alla turbativa d’asta. La pena più alta, 7 anni, era stata inflitta in primo grado ad Antonino Fontana (vecchio esponente del Pci e dirigente delle coop rosse), imprenditore ed ex consulente dell’amministrazione comunale di Ficarazzi, poi sciolta per infiltrazioni mafiose, difeso dall’avvocato Giovinco. / MARZO 2013 - Scandalo Monte Paschi, Gip non lo interroga: scarcerato Baldassarri per scadenza dei termini. / APRILE 2013 - Fisco: Dolce&Gabbana, sarà prescritta l'accusa di evasione (circa 400milioni ciascuno più 200milioni grazie alla società Lussemburghese "Gado"), per i due stilisti rimane valida solo l'imputazione di omessa dichiarazione...... Fine 2a PUNTATA (segue).

Ritratto di ilsaturato

ilsaturato

Gio, 11/07/2013 - 20:06

3a PUNTATA: / MAGGIO 2013 - Forteto, la comunità dell’orrore tanto amata dalla sinistra. Lo scandalo è che questo sistema è conosciuto da 35 anni, da quando il fondatore Rodolfo Fiesoli, il «Profeta», fu arrestato e condannato per corruzione di minori: verdetto seguito, nel 2000, da un pronunciamento analogo della Corte europea per i diritti dell'uomo. Sentenze seppellite come «errori giudiziari» da altri magistrati che hanno continuato ad affidarvi altri bambini. Le denunce delle vittime hanno fatto intervenire la procura di Firenze che nel Dicembre 2011 ha arrestato nuovamente il Profeta, che l'ha rinviato a giudizio con altri 22 membri della comunità. Il processo si aprirà il 4 Ottobre. Nel frattempo, molti reati sono già caduti in prescrizione. Ma i magistrati che sapevano, e dovevano intervenire, facevano parte della fitta trama di rapporti che ha sempre protetto gli orrori del Forteto. / APRILE 2010 - Roma (la squadra di calcio) inchiodata sulle plusvalenze: ma l'affare ora è caduto in prescrizione. È scritto che nel Luglio 2002 Cagliari e Roma si scambiarono alla pari due talenti come Picciau e Ranalli, valutandoli 7.020.000 euro, per poi procedere alla comproprietà. La buona notizia per la Roma è che la Procura federale ha stabilito il non luogo a procedere al deferimento per via della prescrizione. / MAGGIO 2013 - Evasione fiscale, il processo a Vissani verso la prescrizione. Non c'è il giudice, l'udienza slitta di sei mesi. È quanto avvenuto ieri mattina al tribunale di Orvieto nel procedimento per la maxi evasione fiscale del noto chef Vissani. Uno slittamento prezioso per il Maestro perché l'orologio della prescrizione scorre inesorabile. E presto Vissani non sarà più perseguibile. / GIUGNO 2013 - Maxi-frode fiscale in Friuli ma c’è il rischio prescrizione. Terzo rinvio a giudizio per i vip coinvolti nell’inchiesta della procura di Udine su una presunta evasione fiscale milionaria. Attraverso una serie di contratti di “stock lending” e “loan agreement” ed emettendo fatture per operazioni inesistenti, gli imprenditori supportati dai loro commercialisti avrebbero infatti evitato di versare al Fisco una somma complessiva vicina ai 5 milioni di euro negli anni tra il 2004 e il 2006. I reati ipotizzati con le operazioni più “vecchie” scoperte dalla polizia tributaria della Guardia di Finanza però sono già caduti in prescrizione. E il rischio che tutto il processo finisca con un nulla di fatto è altissimo. / GIUGNO 2012 - Evasione fiscale di 13 milioni; Calisto Tanzi salvato dalla prescrizione. Il reato è stato dichiarato estinto dal giudice Scippa. L'ex patron era accusato di aver omesso di dichiarare le somme distratte alla Parmalat. / GIUGNO 2013 - Azienda farmaceutica, frode milionaria al Fisco: tutto finisce in prescrizione. Azienda farmaceutica sotto accusa, tutto comincia nell’ottobre del 2007, ma purtroppo, e anche in questo caso non è una novità, la giustizia non è riuscita a fare il suo corso. Perché ben prima della sentenza, è arrivata la prescrizione a passare un bel colpo di spugna su tutte le pesanti accuse contestate. E il giudice del Tribunale di Lodi ha deciso che non si dovesse più procedere in quanto erano già scattati i termini per la prescrizione. Il presunto reato, in altre parole, era troppo lontano nel tempo (6 anni...) rispetto al momento in cui sarebbe subentrata la condanna (con grande danno per lo Stato). / MARZO 2012 - Processo d'appello per Pietro Pizzo: non luogo a procedere per prescrizione del reato. La quarta sezione della Corte d’appello di Palermo ha dichiarato il non luogo a procedere, per prescrizione del reato, nel processo d’appello bis all’ex senatore socialista Pietro Pizzo, accusato di voto di scambio. /..... Fine 3a PUNTATA (segue).

Ritratto di ilsaturato

ilsaturato

Gio, 11/07/2013 - 20:07

4a PUNTATA: / SETTEMBRE 2012 - Libero per decorrenza dei termini di carcerazione preventiva Antonio Fameli, il faccendiere loanese accusato di riciclaggio, trasferimento fraudolento di valori, reati tributari, attività abusiva di intermediazione finanziaria e falso in atti notarili. / FEBBRAIO 2008 - Accusato di associazione mafiosa ed estorsione, Riina jr fu condannato in primo grado a 14 anni e 6 mesi. In appello la pena venne ridotta a 11 anni e 8 mesi. La Cassazione, però, annullò la condanna per associazione mafiosa e rinviò il processo a un'altra sezione della Corte d'appello di Palermo che confermò la condanna per associazione mafiosa a 8 anni e 10 mesi. Mancava il pronunciamento della Cassazione che la corte avrebbe dovuto emettere entro un termine fissato per legge. Purtroppo i giudici della Cassazione non hanno sentenziato entro il termine fissato per Legge e quindi, per "decorrenza termini", l'imputato ha potuto riottenere la libertà. / OTTOBRE 2011 - Mafia, 9 liberi per scadenza termini. Il giudice dimentica di depositare le motivazioni della condanna ("mole di lavoro troppo grossa"): fuori i baby-boss della malavita. / GIUGNO 2011 - Provenzano, liberi 4 complici per decorrenza dei termini . Scade la custodia cautelare e sono di nuovo a piede libero i fiancheggiatori del boss. / OTTOBRE 2009 - Sono stati scarcerati, per scadenza dei termini di custodia cautelare, i 5 killer che a Ottobre dell'anno scorso, a Palermo, assassinarono a bastonate Giovanni Bucaro. A determinare il decorso del termine massimo della misura cautelare è stata la dichiarazione di nullità, per un vizio di forma, dell'avviso di conclusione delle indagini disposto dalla Procura di Palermo. / LUGLIO 2013 - Scarcerato killer della Nco: ha ucciso 30 persone, libero per scadenza dei termini. Mauro Marra era uno dei sicari agli ordini di Cutolo. / MAGGIO 2008 - L’avviso di chiusura delle indagini e il decreto di fissazione dell’udienza preliminare non erano stati notificati al co-difensore dell’imputato e così è stato scarcerato il marocchino clandestino che aveva stuprato a una quattordicenne nella Bassa Padovana.... Sono solo alcune delle migliaia di fulgidi esempi che si possono trovare in rete, che provano "senza se e senza ma" che l'efficienza e la fretta della Cassazione con Berlusconi è assolutamente "la prassi normale"!!! In particolare, quando si trovano di fronte esponenti politici (che siano di sinistra o no), giudici e pm sono sempre e solo "super-partes", equidistanti, equi e MAI-MAI schierati! Perché la Legge è uguale per tutti! Quindi smettiamola di dire che la magistratura sia un vero e illimitato potere plenipotenziario che decide chi può far politica a chi no, che paralizza e incatena l'Italia, che non paga mai per i suoi "errori", che si auto-rigenera come una metastasi, che ci sta uccidendo, che in Italia per un processo d'appello ci vogliono 900 giorni, che nel 2011 sono stati 128mila i reati caduti in prescrizione e il 36% dei detenuti è in attesa di giudizio, che i magistrati passano dalle aule dei tribunali alle campagne elettorali senza batter ciglio mettendosi "in aspettativa" (e in caso di "trombatura" ci ritornano senza il minimo pudore...), che chiunque può essere eliminato (o "graziato") per via giudiziaria, che nella magistratura ci sono DICHIARATE correnti politiche (tutte rosse)! Si, facciamoli smettere tutti... Certo, mi piacerebbe proprio sapere cosa c'è (perché da qualche parte ci sono ancora) nelle intercettazioni telefoniche di D'Alema, Fassino, Latorre, inerenti il caso Unipol per le quali la giudice Forleo è stata "segata in due" dalla Cassazione e dal CSM (la cui sezione disciplinare l'ha poi dovuta assolvere da ogni accusa), ma questa è un'altra storia. Accontentiamoci per adesso della condanna di Berlusconi per la storia dell' "abbiamo una banca", affermazione per la quale Fassino non è stato nemmeno indagato...

Marzia Italiana

Gio, 11/07/2013 - 20:14

Uno qualunque - come vede non è riuscito a dimostrare la sua innocenza, come d'altronde la magistratura non è riuscita a dimostrare la sua colpevolezza. Nonostante tutto e' stato condannato a pena severissima. Quindi è evidente che il Cavaliere era già condannato a prescindere dal processo. Ci andrebbe lei davanti a un giudice che sa non essere imparziale, che è pronto a giudicarla e a condannarla per quello che rappresenta?

killkoms

Gio, 11/07/2013 - 20:21

@copyleft,il problema è sempre e solo la peocura che ha ricordato ai posteri che milano è stata la città della"colonna infame"di manzoniana memoria!una procura che fà pressioni sulla cassazione affinchè confermi condanne,senza prove,solo per punire un nemico dell'ordine giudiziariouna procutra che nel caso previti si è sostotuita anche alla corte cstituzionale,processando a milano un fatto accaduto a roma!e non importa se la cassazione,sicuramente sotto pressione ,lo ha avallato!

killkoms

Gio, 11/07/2013 - 20:24

@bassfox,beota!se tua moglie e tua figlia incontrassero berlusconi,cosa succederebbe?nulla!ma se incontrassero uno stupratore..?cosa accadrebbe?ti piacerebbe?

Marzia Italiana

Gio, 11/07/2013 - 20:34

Urgenti tu - che memoria corta! Non se lo ricorda, tutte le volte che tentavano la riforma della giustizia, tutti gridavano "legge ad personam!" Infatti , per qualsiasi riforma gli facevano tutti ostruzionismo !

killkoms

Gio, 11/07/2013 - 20:38

@onurb,il mestiere del giudice in Italia è bello perchè si è nella felice condizione di quello che fà il fxxxxo col lato B altrui!l'onnipotemten togato,pure in presenza di perizie,in base al principio del"libero convincimento",può anche non tenerne conto,come nel suo caso,e decidere di propria zucca,tanto non paga mai di suo!viceversa,se dava buona la perizia,e la stessa in altra sede giudiziaria risultava erronea,ne rispondeva il perito!

Azzurro Azzurro

Gio, 11/07/2013 - 20:47

e' komunista, quindi contri il Popolo

Ritratto di dalton.russel

dalton.russel

Gio, 11/07/2013 - 21:38

Goldglimmer:essere di sinistra non è un reato:l'idiozia ancora non è punibile.Buon per te.Dalton Russell.

acam

Ven, 12/07/2013 - 01:23

questo è quello che ho sempre sostenuto e che non è mai stato pubblicato, non solo bisogna denunciare ma il modo deve essere efficace se no addio ...

precisino54

Ven, 12/07/2013 - 08:50

X il saturato; immagino che il tuo post in quattro puntate, che ho letto integralmente sia figlio di una ricerca on line, che tra l’altro ammetti tu stesso; di solito come ho avuto modo di dire io preferisco rifarmi ai miei ricordi che ovviamente non possono riportarmi tutto. A questo punto vista la comune posizione nei confronti dei fatti, ti dispiace indicarmi come rintracciare quello che hai riportato, magari solo per metterlo nel corretto ordine cronologico, e prendere spunti per il futuro. Nei giorni scorsi parlando con un amico della nostra parte, si diceva di questa nostra incapacità a smanettare, lui addirittura asseriva, ovviamente per scherzo, di saper a stento accendere questa macchina infernale che abbiamo davanti. Incredibile è il dover ribattere a chi non ha neanche idea di quello che sta avvenendo da anni, e pur facendolo con dati oggettivi come quelli da te riportati rimaniamo sempre e solo degli stupidi che non capiamo.

Ritratto di ilsaturato

ilsaturato

Ven, 12/07/2013 - 10:57

precisino54, mi lasci dire prima di tutto che leggo sempre con piacere e interesse i suoi post che trovo sempre "mirati" e intelligenti; da parte mia, per una questione "caratteriale", tendo ad essere talvolta più "sanguigno" ma tant'è... Abbandonando il "lei" (è più forte di me; è rispetto, non alterigia), veniamo alla ricerca. E' sempre e solo una questione di cercare con le parole o gruppi-di-parole (comprese tra " ") giusti. Per esempio -quanti reati prescritti in Italia-, o -D'Alema prescrizione archiviazione-, o -"caduto in prescrizione"-, ecc... Se si vuole vedere prima i fatti più recenti si può aggiungere "2013", se si vuole affinare di molto la ricerca conviene utilizzare la "ricerca avanzata" (in Google è sotto "impostazioni" nella prima schermata in basso a destra). Con un po' di esercizio si arriva a saper effettuare abbastanza velocemente ricerche molto "mirate". Per concludere, io non mi sento mai uno "stupido che non capisce"; nessuno di noi si deve sentire così! Noi amiamo disperatamente l'Italia e gli Italiani veri, quelli che non si arrendono allo sfascio, al becero buonismo, all'intruppamento nell'ideologia sinistra che ha ormai quasi vinto (ma non ancora completamente...) la battaglia per disfare l'Italia fino alle fondamenta. Non dobbiamo rassegnarci, siamo molti di più e molto più forti di quanto pensano "loro" e persino noi stessi. L'importante è che ognuno di noi si svegli davvero e tenti di svegliare più persone possibile... noi non siamo "lobotomizzati" come loro, siamo stati solo ipnotizzati da 70anni di "incantatori di serpenti" rossi che non hanno fatto altro che dissanguare, mutilare, dividere, discriminare, infangare, delegittimare tutti gli Italiani al solo scopo di occupare più posti di potere possibile e ingrassare un elefantiaco "apparat" che non ha uguali al mondo e che la storia ha bocciato e cancellato ovunque tranne che in Italia. Buona giornata a te e a tutti NOI.

brunicione

Ven, 12/07/2013 - 14:22

Amato direbbe: Non capisco la domanda......è la legge. Commento del popolo: Si, è vero, è la legge del Menga.

Ritratto di romy

romy

Ven, 12/07/2013 - 14:49

Date tempo al tempo che la storia ci racconterà gli ultimi 20 anni,con dovizia e particolari,sarà l'argomento del nostro futuro per almeno 50 anni,saranno consumati fiumi d'inchiostro,scritti libri a centinaia,per riscattare un grande uomo,Berlusconi,finito nel tritacarne della storia Politica Italiana,per i suoi meriti e per i demeriti dei suoi oppositori,accusatori ed odiatori,che oggi si contano a migliaia di migliaia,ma che in seguito,quando tutto sarà chiarito e senza ombra di dubbio,trovarne uno di questa categoria,sarebbe già una fortuna........

precisino54

Ven, 12/07/2013 - 16:36

X romy- 14:49; magari fosse vero! Ahimè non nutro soverchie speranze in tal senso, ma non si può mai sapere! Speriamo bene per i nostri figli!

precisino54

Ven, 12/07/2013 - 20:14

X ilsaturato- 10:57; solo adesso trovo il “tuo” post di risposta: GRAZIE! G per l’apprezzamento che fai dei miei interventi; G per l’essere sulla barricata a combattere contro l’imbecillità dilagante; G per le indicazioni che mi dai sul come fare, studierò i tuoi suggerimenti che ho copiato tra le mie cartelle commenti, le mie lacune sono evidenti nell’uso di questo mezzo infernale, ma debbo confessare che mi diverto da due anni e due mesi a lasciare i miei pensieri, e confesso che sentirsi apprezzato mi gratifica immensamente; G perché usi il “tu” anche se inizialmente ti è scappato il “lei”, ho più volte ribadito che da queste parti mi piace relazionarmi informalmente e quindi “tu” sempre. Concordo pienamente con la tua analisi sugli anni della nostra repubblica incompiuta dove una ideologia perversa ha inquinato tutto, togliendo a tanti anche la capacità di ragionare. Ti assicuro non sono stato mai ipnotizzato da quegli incantatori di cui dici, ma mi sono sempre scontrato con chi pur di aver ragione saliva sul carro del più forte. Ovvio solo a parole e ragionamenti mai fisicamente! Sicuramente anche a te sarà capitato quello che infinite volte è successo a me: quando sembrava di aver il sopravvento in una discussione accesa ecco l’intervento a più voci per spalleggiare chi era all’angolino della logica! Ps, ho detto più volte che intendo questi forum come dei salotti dove scambiare le proprie opinioni, magari argomentando con fatti concreti e riferimenti normativi, perché sono dell’idea che immagino tu possa condividere bisogna sempre

odifrep

Ven, 12/07/2013 - 21:35

precisino54 - e,p.c. @ ilsaturato. - caro amico, sei abbastanza modesto nel descrivere (all'interlocutore che legge per conoscenza) la verità circa la mia incapacità al PC. Il primo rifiuto, in merito, è stato quando ho dovuto pronunciare "PC", capisci? Sarà stata la deformazione politica cioè, mancava poco che aggiungessi la "I". Banda agli scherzi. Rimango meravigliato quando una persona come Te, che, almeno dal giudicare l'espressioni grammaticali, credo abbia conseguito un titolo di laurea e -per modestia- dice di trovarsi a volte nelle condizioni di apparire uno stupido o che non capisce. Vedi, il mio modesto parere è stato sempre quello di dire la verità(vera) e non come gli altri che, pur di mostrare i denti belli, sparano sentenze gratuite (non faccio riferimento a certi magistrati) o perché imposte dal Partito. Paragono ad esempio, ilsaturato (bravissimo nello smanettamento di questa macchina infernale, giusta Tua definizione) ai primi rombi di fondo schiena che si apprestano ad occupare i primi posti di commentatori della notizia, da parte di quelli che, percepiscono qualche obolo al solo scopo di trascrivere in fretta e furia, le cazzate che i loro capi gli ordinano di riportare in merito all'articolo riguardante -solo per caso- il "mostro" di Arcore. Nel concludere, volevo farTi pervenire assieme ad Angelo48, ilsaturato, romy e tantissimi altri, un pensiero di mio nonno Benito, quando diceva:"MOLTI NEMICI, MOLTO ONORE". Come oggi, mio zio Silvio che dice:"L'AMORE PREVARRA' SULL'ODIO". Hai concluso dicendo speriamo bene per i nostri figli. E' l'augurio che anche i nostri AVI auspicavano per noi. Però i tempi si evolvono ed oggi sento dire sempre di più che i figli sono del mondo e se gli vogliamo tanto bene, dobbiamo lasciarli liberi, come ci vuole il nostro odierno consigliere BERLUSCONI. W L'ITALIA e "NOI" ITALIANI. Buona serata a tutti Voi.

angelomaria

Dom, 18/01/2015 - 13:23

ALTRO NERVOSO OGGI E'DOMENICA ANCHE IL DIGNORE SI RIPOSO ARRIVEDERCI!