Expo non toccava a Ilda: ecco la prova

Spunta il documento che dimostra che Ilda Boccassini si è appropriata dell'inchiesta col placet del procuratore capo. Bruti è sempre più in bilico: potrebbe andare in pensione a ottobre

Milano - Non c'era traccia di mafia nell'inchiesta Expo, finita al centro di una furibonda lite tra i magistrati milanesi. A dirlo non è Alfredo Robledo, il procuratore aggiunto che ha denunciato al Csm di essere stato praticamente scippato dell'inchiesta dal procuratore Edmondo Bruti Liberati. A metterlo nero su bianco è Ilda Boccassini, anche lei procuratore aggiunto, che dell'indagine su Expo ha tenuto le briglia fino alla fine. La Boccassini è a capo del pool antimafia della Procura milanese, e ha sempre rivendicato il suo diritto a gestire il caso per le contiguità con indagini sul crimine organizzato.

Ma ecco, nel carteggio ormai voluminoso in mano al Consiglio superiore della magistratura, spuntare una carta firmata dalla stessa Boccassini il 16 aprile 2012. È una lettera su carta intestata della Procura, inviata dalla Boccassini a Bruti. É in parte omissata, perché contiene dettagli che fino al giorno della retata di Expo erano coperti da segreto. Quanto si legge è però chiaro: «Poiché allo stato non risultano contatti con esponenti della criminalità organizzata, si ritiene doveroso segnalare la vicenda in quanto sarebbe auspicabile un coordinamento con il dipartimento Pubblica Amministrazione», cioè il pool guidato da Robledo. Il giorno stesso, Bruti con un appunto in calce alla lettera trasmette la lettera a Robledo, che designa uno dei suoi sostituti, Antonio D'Alessio, a seguire la pratica. Come va a finire, è noto: Robledo viene estromesso dall'inchiesta a causa della «non condivisione» delle scelte investigative e processuali. E a tenere il timone rimane da sola la Boccassini.

Perché, se nell'inchiesta non si parlava di contatti mafiosi, la dottoressa - anziché spogliarsi del fascicolo e trasmetterlo al pool di Robledo - chiede che sia «coordinato» trai due dipartimenti? E perché il procuratore acconsente? Anche di questo dovrà occuparsi il Csm, quando nei prossimi giorni tirerà le somme della battaglia in corso a Milano. E la lettera firmata dalla Boccassini rischia di mandare anche il caso Expo a fare compagnia all'affare Ruby nell'elenco delle indagini condotte dalla Procura milanese in violazione delle regole di competenza. Sono, bisogna ricordarlo, violazioni che non inficiano la validità delle prove raccolte durante le inchieste di questi anni. Ma potrebbero convincere il Csm che Bruti non è stato un capo imparziale, e che la sua permanenza al vertice della Procura milanese non è opportuna.

Non è mai successo, neanche ai tempi della Prima Repubblica, quando ne accadevano in silenzio di tutti i colori, che un capo della Procura milanese venisse rimosso. Bruti Liberati ne è consapevole, e di certo non ambisce a essere il primo a subire un trattamento del genere. Se capirà che la maggioranza del nuovo Csm si prepara a dichiararlo inadatto a restare al suo posto, potrebbe giocare d'anticipo e scegliere di andare in pensione al compimento del settantesimo anno, il prossimo ottobre. Se invece il Csm sceglierà di chiudere la partita Bruti-Robledo senza vincitori né vinti, insabbiando i veleni milanesi sotto la ragion di Stato, Bruti Liberati resterà al suo posto, ma non per questo spariranno le tensioni che attraversano uno degli uffici inquirenti più delicati d'Italia. E il clima si farà ancora più pesante se Ilda Boccassini manterrà la promessa di denunciare Robledo per falso: un processo che rischierebbe di diventare il processo a una Procura che, francamente, non lo merita.


Commenti
Ritratto di rapax

rapax

Sab, 17/05/2014 - 19:59

a una procura che non merita il processo? francamente? ho capito bene? una procura tra le piu' oscure degli ultimi anni...

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Sab, 17/05/2014 - 20:01

Per sapere che Bruti Liberati non è un Capo imparziale, e tanto meno un magistrato imparziale, non lo è mai stato, non c'è bisogno di scomodare il CSM. In Italia a comandare le toghe è Magistratura Democratica(???), e pertanto sino a quando i loro massimi Soss come Bruti Liberati non finiranno in compagnia di Totò Riina le cose in Italia non cambieranno!

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Sab, 17/05/2014 - 20:07

oh! e cosi spuntano prove provate! mica come quelle che ilda cercava di farci credere prove le sue contro Berlusconi (mitica è quella della ricerca di una foto che provasse l'atto sessuale tra Berlusconi e gli invitati...) oppure quella della "furbizia orientale" di ruby... :-) i sinistronzi volevano le prove? ora sono accontentati! Boccassini dovrebbe rispondere alla corte dei conti oltre che al CSM per abuso di poteri !!!

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Sab, 17/05/2014 - 20:11

Ingordi e strafatti, devono essere rimossi dall'Ordine. Ogni secondo con la toga è danno certo per il Paese. -riproduzione riservata- 20,10 - 17.5.2014

MarcoE

Sab, 17/05/2014 - 20:13

Andrebbe fatto uno svecchiamento generale. Non è possibile che in una Procura ci siano da più di 20 anni le stesse persone. Questo in generale e non solo per Milano ...

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Sab, 17/05/2014 - 20:55

ma adesso si processa un giudice?, processiamo i giudici o i fuorilegge? Siete tutti giudici vedo.

Ritratto di Scassa

Scassa

Sab, 17/05/2014 - 21:04

scassa Sabato 17 maggio 2014 La Procura di Milano e' importante come istituzione della Repubblica ,principalmente per la sua collocazione nel centro pulsante del Nord. Deve essere apolitica e ,oltre che giusta ,principalmente SUPERPARTE e i Codici conoscerli a fondo e nell'applicarle ,limitare la fantasia spesso troppo sbrigliata ,unita spesso ad una memoria moooooolto labile,e non mi riferisco solo a quello la !!!!!!!!/Se anche Tu quoqueBruti Filii mii,,ha fatto danni ........Rupe Tarpea e poche scuse ,che già sono a zero . Se poi il Bruti si sentisse solo,la rossa sarebbe una ottima badante ,potrebbe tenerlo allegro con il gossip ,dove eccelle,specie se è piccante !!! Silvana Sassatelli.

Roberto Casnati

Sab, 17/05/2014 - 21:06

Tanto va la gatta al lardo che ci lascia lo zampino!

Ritratto di ersola

ersola

Sab, 17/05/2014 - 21:20

ecco ed ora anche le carte dal marocco e la supertestimone segretaria di mister agrama superprotetta in un covo segreto che neanche l'ispettore poirot scoprirebbe.

pinosan

Sab, 17/05/2014 - 21:23

Che dire....,nulla di nuovo per uno di destra,quelli di sinistra diranno che è un falso ;Desolante,desolante.Fazio...... attento che la magistratura di sinistra non perdona.

Ritratto di giorgio51

giorgio51

Sab, 17/05/2014 - 21:27

Di questo tipo di magistratura e di magistrati ne faremmo volentieri a meno. Avendo perso l'obiettivo principale IL CAVALIERE oggi non hanno altro da fare che incolparsi età di loro, nota negativa e' che questi signori non li ha voluti nessuno se non una parte politica più sporca e delinquente del peggior mafioso esistente vedi ultimi e non ultimi accadimenti PENATI MPS EXPO COOPROSSE ETC ETC

paolonardi

Sab, 17/05/2014 - 21:31

Non succedera' niente perche' il csm (minuscolo) non prendera' nessuna decisione contro altri componenti di md (magistratura democratica -?) e forse l'unico a rimetterci sara' Robledo come ai supi tempi fu per il Procuratore Generale Catelani che oso' sfidare Borrelli per la famosa sella e fu obbligato ad autopensionarsi.

Ritratto di Sniper

Sniper

Sab, 17/05/2014 - 21:31

Contro i delinquenti tutto fa brodo, anche un aiutino non dovuto. Il famigerato giudice Carnevale cassava i processi di mafia viziati da cavilli procedurali. Ecco, la vostra posizione non e' dissimile. Fare catenaccio contro la Giustizia.

Oraculus

Sab, 17/05/2014 - 21:37

Quando i tempi saranno maturi i personaggi del famoso pool di mani pulite milanese con a capo "l'informatissimo" che ha sempre fatto la controfigura di Napolitano e che risponde a quell'odioso Bruti Liberati , dicevo quando i tempi saranno giusti la vera giustizia fara' la storia du tutti quei prevenuti che riversarono su Berlusconi uno sviscerato odio di classe perche' immuni con un potere assoluto...Bruti Liberati?, un burattinaio e capocomico del teatro delle marionette del palazzo di giustizia di Milano....non si muoveva foglia senza il suo consenso...lui sapeva e manovrava e manovra ancora tutto e tutti!!!!.

odifrep

Sab, 17/05/2014 - 21:59

La mia modesta esperienza vissuta in quegli ambienti, oggi, mi induce alla seguente riflessione. Dunque, quando il Capo di una Procura viene a scontrarsi con il suo Vice o, viceversa parafrasando, significa che l'intero "equipaggio" è arrivato al capolinea, per non dire in autorimessa. E, non vorrei che per uscirne indenni, agli occhi dell'opinione pubblica, venisse progettato uno scarica barile "ad hoc" ai danni delle Fiamme Gialle (in cambio di qualche promozione) come accaduto in precedenza. A mio modesto parere, l'anomalia sta nel fatto che, due magistrati del medesimo Ufficio, incaricano per le indagini, militari dello stesso Corpo, avendo come indagato un uguale persona. Il dott. Bruti, nello status di Capo dell'Ufficio, non dice se fosse a conoscenza delle indagini parallele che il P.M. Robledo e la collega Boccassini, assegnano ai militare della G.diF. sul medesimo personaggio. Al CSM, non sanno che la fretta fa i figli ciechi? Per il bene comune, sarebbe opportuno approfittare, in questi frangenti, per smuovere quella m.... che giace nelle fondamenta di quel Palazzo dell'Ingiustizia

ritardo53

Sab, 17/05/2014 - 22:40

500 € al mese di pensioni a questi cialtroni che non hanno capito che sono solo merda, ma confiscandogli tutti i beni acquisiti sin dalla nascita, perchè di sicuro li hanno rubati ai cittadini Italiani con i loro intrallazzi.

scorpione2

Sab, 17/05/2014 - 23:02

x marcoE,hai perfettamente ragione,non e' possibile che al governo ci siano da piu' di 20 anni le stesse persone,anche questo in generale.

scorpione2

Sab, 17/05/2014 - 23:16

quando uno si sente inferiore si sente sottomesso, magari la boccassini e' piu' pratica nelle indagini ed e'incorruttibile.

Ritratto di ashton68

ashton68

Sab, 17/05/2014 - 23:20

Eppure ci sarà pure una differenza tra la Procura di Milano e un'associazione a delinquere visto che sono tutti a piede libero e manco indagati.

untergas

Sab, 17/05/2014 - 23:28

"... Expo non toccava a Ilda..." e allora? I reati sono stati commessi o no?

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Dom, 18/05/2014 - 00:04

Il problema non è la Boccassini. IL VERO PROBLEMA È MAGISTRATURA DEMOCRATICA. Un inaccettabile abuso di potere di magistrati che PROSTITUISCONO LA GIUSTIZIA ALL'IDEOLOGIA POLITICA DI SINISTRA. Si tratta di un tradimento della Costituzione e delle basi democratiche del nostro paese. FUORI MD DALLA MAGISTRATURA.

m.nanni

Dom, 18/05/2014 - 00:10

...rischierebbe di diventare il processo a una Procura che, francamente, non lo merita". non lo merita! stiamo impazzendo?

roberto78

Dom, 18/05/2014 - 00:25

assurdo... ok quando lo si abbatteva la bocassini perchè era contro berlusconi, ma voi veramente state dalla parte dei greganti e dei frigerio?????????

Prameri

Dom, 18/05/2014 - 00:42

Summum ius, summa iniuria! Hanno sempre cercato la perfezione della legge addosso a Berlusconi. Anzi ridacchiando e mormorando su di lui di migliaia di reati l'hanno incastrato per errori relativamente (relativamente) minori. Hanno pensato fosse un Al Capone, grande criminale, arrestabile inizialmente per evasione fiscale e in seguito perseguibile per tutti gli altri delitti. Ma Berlusconi non è un Al Capone. E' un leader stimato anche se tradito. Vediamo se le prossime elezioni lo confermeranno al di sopra di tutti i meschini personaggi di quest'epoca oscura della storia italiana

Ritratto di Soldato di Lucera

Soldato di Lucera

Dom, 18/05/2014 - 07:38

E dov'è la notizia?

leonarmi

Dom, 18/05/2014 - 07:48

i veleni della procura milanese si possono dissolvere con un provvedimento drastico ma credo efficace trferimento dei soggetti che hanno trasformato la procura nel porto delle nebbie

Accademico

Dom, 18/05/2014 - 08:20

Incredibile. Inusitato. Gravissimo. Senza precedenti. Signori, mai avremmo immaginato di vedere una faida tra Giudici. Ma non era un tempo, il Magistrato, una figura di livello superiore, un soggetto nobile, cioè integro, di elevata statura morale, privo di macchia, al di sopra di ogni sospetto? Ma che sta succedendo? Sta venendo a mancare perfino lo stato di diritto in cui abbiamo sempre fermamente creduto?

rossini

Dom, 18/05/2014 - 08:37

Credo sia venuto il momento di ripensare all’INAMOVIBILITÀ dei magistrati. Quel privilegio assurdo, che si aggiunge all’irresponsabilità ed alla giurisdizione disciplinare domestica, secondo il quale un giudice può fare tutta la sua carriera in una stessa sede. E’ in questo modo che si creano incrostazioni ed intrecci di potere che sono sotto gli occhi di tutti. È venuto il momento di dire basta. Dopo un certo periodo di tempo di 5-6 massimo 10 anni, il magistrato deve cambiare regione. Questo principio vale per i Carabinieri, per la Polizia, per la Guardia di Finanza. Perché non deve valere anche per i magistrati? Vi sono PM, come Bruti Liberati, che hanno fatto tutta la loro carriera a Milano per 20, 30 anni. Questo schifo deve finire.

vittoriomazzucato

Dom, 18/05/2014 - 08:49

Sono Luca. Questi, Boccassini, Edmondo Bruti Liberati ecc...., dovrebbero essere immediatamente sospesi, radiati dai tribunali e liquidazione di fine rapporto e pensione dati alla Caritas. GRAZIE.

Gianfranco Rebesani

Dom, 18/05/2014 - 09:21

La procura di Milano, nel suo insieme, certamente non meriterebbe quanto potrebbe realizzarsi, ma, come per il corpo umano,se non intervieni in tempo per rimuovere un tumore, questo si espanderebbe in tutto il corpo (si dice metastasi ?) e te ne vai al creatore. Ben venga un processo,purtroppo senza condanne penali, ma solo tirate di orecchie a Bruti Liberati, Bocassini & C.

linoalo1

Dom, 18/05/2014 - 09:38

Sono sempre più convinto che bisogna aggiornare la ormai vecchia Costituzione ed aggiungere,fra l'altro,l'età massima con cui si possono ricoprire i Ruoli Statali!Se,quell'età,fosse introdotta e fosse,come nel private,di 65 anni,pensate a quanti vecchi Statali ,finalmente,non vedremmo più!Pensate a quanti Statali oggi non ci sarebbero e non potrebbero fare danni,come,purtroppo,sta succedendo!Nessuno,però,ha il coraggio di avanzare una simile proposta,perchè,ovviamente,troverebbe infinite resistenze!Bisognerebbe che,un coraggioso,promuova u Referendum con l'obbligo del rispetto del suo risultato!Ecco un modo democratico per rinnovare lo Stato!Lino.

precisino54

Dom, 18/05/2014 - 10:04

x Sniper Sab, 17- 21:31; in effetti hai ragione: Carnevale era noto come “ammazzasentenze” proprio perché cassava facendo riferimento a banali errori procedurali anche insignificanti quali un timbro ad inchiostro invece che a secco. Dimentichi però che la Cassazione svolge la cd funzione “NORMOFILATTICA”, per cui le sentenze devono rispondere al 100% a quanto richiesto dalle norme per essere inattaccabili! Stranamente si è proceduto nei confronti di chi assolveva al suo dovere, anche se con piglio decisamente pignolo, ma non nei confronti di chi aveva sbagliato. Per inciso sapendo l’ambito in cui alcune sentenze venivano emesse e le pressioni ed intimidazioni connesse, ti ricordo che non di rado giudici popolari venivano intimoriti con minacce neanche velate, ho sempre sostenuto che quegli errori che poi venivano riscontrati da Carnevale erano voluti per pararsi il c..o e scaricare la patata bollente delle critiche su altri!

timoty martin

Dom, 18/05/2014 - 10:06

Poveri noi! Non c'è più limiti all'indecenza e all'arroganza del potere. Talmente scaltra che non si vergogna nemmeno. Vedremo un giorno qquno che la fermerà, la giudicherà (sulla base di queste prove VERE)e gli farà pagare i tanti traffici? Purtroppo no, fin quzndo avremo troppa sinistra al potere. Calci in c...o e in prigione, subito.

GUGLIELMO.DONATONE

Dom, 18/05/2014 - 10:24

"RAPAX" - Tranquillo, Fazzo intendeva dire:TUTTI IN GALERA, senza processo alcuno! Chiaro?

GUGLIELMO.DONATONE

Dom, 18/05/2014 - 10:24

"RAPAX" - Tranquillo, Fazzo intendeva dire:TUTTI IN GALERA, senza processo alcuno! Chiaro?

GUGLIELMO.DONATONE

Dom, 18/05/2014 - 10:25

"RAPAX" - Tranquillo, Fazzo intendeva dire:TUTTI IN GALERA, senza processo alcuno! Chiaro?

angelomaria

Dom, 18/05/2014 - 10:34

vermi traditori ridateci SILVIO !!!

angelomaria

Dom, 18/05/2014 - 10:40

una casta che ora lobby del caro napoletano qundo accusavano SILVIO ed altri esponenti del centrodeestra di p2 p addiritturap4 poi vai a scoprire dove le massoneie sono con lobby da disgustare un pianeta il pianeta giustizia e il loro capo'quanti dalmonti in poi imorti sulla vostra coscenza ah! dimenticavo voi no avte una cosbenza solo una forte morale!!!ahahahahah spaite prima vhe vi faccino e credetemi l'orologio fa'tic tac tic tac!!!

angelomaria

Dom, 18/05/2014 - 10:41

per ora vi lascio prima che mi scoppi la bile !!!