E la nuova destra si prepara: l'obiettivo è il 10%

Da Fdi parte il cantiere per recuperare i consensi oltre Forza Italia. Storace mina vagante

Guido Crosetto prende in braccio Giorgia Meloni al convegno elettorale all'auditorium Concillazione "Le primarie delle idee"

Al momento più che un'Officina pare un cantiere la nuova destra che nel ritorno del Pdl a Forza Italia vede l'assist per uscire dalla trappola dell'albumina. Quella che al risultato elettorale riporta la dicitura: tracce. Il teorema è semplice: se Pdl=Fi+An, ora che torna Fi tornerà anche An o qualcosa che ci assomigli. Soprattutto alle urne, dove il simbolo della fiamma andava regolarmente in doppia cifra.

Facile, no? Macché. Quello spazio politico pare inesorabilmente ridotto un po' a causa del cannibalismo di Silvio Berlusconi e un po' per il tafazzismo delle diverse destre. Ma l'occasione è comunque ghiotta. A muoversi per primi sono stati quelli di Fratelli d'Italia. Il cui ritornello è: ritorno ad An ma solo nello spirito. «I partiti non sono nomi, sono strumenti che interpretano il tempo - ci dice Giorgia Meloni, appena uscita da una riunione fiume per mettere a punto l'Officina per l'Italia - quindi non dobbiamo guardare indietro, se non per tornare a una destra forte, di governo. Che socializzi gli elementi di forza di ciascuno, e non il peggio come nel Pdl. E che rappresenti gli esodati del partito unico del centrodestra».

Il rischio è che il futuro partito di destra sia un'accolita di personaggi in cerca d'autore. O meglio: di poltrone. «Pensi ai Conservatori inglesi o ai Repubblicani americani. Loro si scontrano con le loro diversità per approdare alla sintesi», dice l'ex Fi Guido Crosetto. «Dobbiamo rappresentare - dice Ignazio La Russa - tutti coloro che avevano creduto nel partito unico del centrodestra. E non parlo solo degli ex An». E di chi, allora? «Magdi Allam, Oscar Giannino, Giulio Terzi», elenca La Russa. «All'Officina partecipa anche Luciano Ciocchetti con alcuni ex Udc», aggiunge Gianni Alemanno.

E i rapporti con Forza Italia? Per ora più che all'alleanza si bada alle differenze. «Il progetto non è tanto quello di proporre una contrapposizione tra destra e centro, ma di creare un centrodestra diverso e complementare rispetto a Forza Italia», nota Alemanno. «Non so se l'Officina funzionerà, né se sarà sufficiente, ma certo è la risposta alla necessità di un centrodestra diverso», è la speranza di Crosetto. Anche Giuseppe Cossiga non arriva dalla destra postfascista: «Ma il Pdl mi ha deluso per non aver fatto le primarie e soprattutto per non riuscire a fare a meno di Berlusconi». E l'obiettivo in termini di voti? «Le analisi di mercato ci dicono che possiamo puntare al 5,5 per cento», garantisce Alemanno. «Già ora siamo sopra al 4, ma si può andare anche in doppia cifra», fa il tifo La Russa. «Se comunicheremo bene, possiamo intestarci il 50 per cento dell'intero centrodestra», osa Crosetto. Numeri esagerati per Francesco Storace, segretario della Destra: «Come si può pretendere di essere gli eredi di un partito che toccava il 15 per cento dei voti partendo da uno che ha preso 1,9?».

Ecco, Storace. La vera mina vagante della galassia della destra sospesa tra implosione e big bang. Per lui bisogna recuperare An non solo nello spirito ma anche nel nome. «È legittimo non credere in An: ma intanto se non ci credi non gestisci la fondazione. E poi, tieniti pure il bottino, ma non il simbolo. Perché negare al popolo il diritto di votarlo? No, la destra attuale è solo tristezza e depressione». Allora niente alleanza? «Il dialogo con i partiti organizzati, la Destra e quel che resta di Fli, lo vorremmo aprire in una seconda fase», la prudente Meloni. «Ma con Francesco verrà il momento della discussione e dell'accordo», garantisce il vecchio amico La Russa. Sarà.

Commenti
Ritratto di andrea78andrea

andrea78andrea

Gio, 26/09/2013 - 08:45

La nuova destra può ottenere ancora di più de 10% se comincia a parlare coraggiosamente di uscita dall'euro sovranità monetaria e smantellamento dell'UE.

Ritratto di 02121940

02121940

Gio, 26/09/2013 - 09:25

Sogni. Con la caduta di Berlusconi la destra muore: ci vorranno anni ed un ricambio generazionale per vederla rinascere. Non con Meloni, comunque.

Ritratto di leopardi50

leopardi50

Gio, 26/09/2013 - 09:28

Storace farà quel che ha fatto negli ultimi anni. Prima abbaierà ma poi per un tozzo di pane si siederà alla mensa del padrone. Storace, se lo conosci lo eviti.

Ritratto di pisistrato

pisistrato

Gio, 26/09/2013 - 09:30

Trovatevi un lavoro....

dukestir

Gio, 26/09/2013 - 09:33

La nuova destra e' quella della foto grottesca che avete messo?

bruna.amorosi

Gio, 26/09/2013 - 09:46

posso fare una grande risata ?????? cominciate a pensare dove e con chi dovrete governare perchè i traditori non sono ben visti . certo al momento può far comodo ma poi il pennellone FINI ci insegna .

Ritratto di ..i fals@ri

..i fals@ri

Gio, 26/09/2013 - 09:49

fratelli d'italia, e perchè no anche sorelle d'italia, così arriva al 20%...fake!

Luigi Farinelli

Gio, 26/09/2013 - 09:50

andrea78andrea: mi associo. Il problema dell'appartenenza all'Europa Unita deve essere affrontato come Stato sovrano e come Stato sovrano l'Italia deve rimanere. E' l'Europa che sta spingendo alla globalizzazione forzata. Inoltre la nuova destra dovrebbe cominciare a contrastare l'abitudine a imporre diktat laicisti "politicamente corretti" (sempre di derivazione EU) basati sull'ideologia e non sui dati veri, sulle cifre corrette e sul buonsenso. Denunciare le truffe come il "feminicidio" (basrerebbero le statistiche ISTAT e una calcolatrice acquistabile in un negozio cinese per accertarsi della truffa in corso contro la credulità popolare) che ha il solo scopo di continuare ad abbattere il principio di autorità e l'istituto familiare USANDO le donne in maniera infame, facendole passare sempre vittime di tutto e di tutti; deve difendere i valori fondamentali della famiglia e della libertà di espressione (messe in dubbio e attaccate da ideologie infami e da mentecatti come quella "gender" o da altre truffe come la "legge contro l'omofobia" che USA i gay per continuare a distruggere la famiglia naturale). Razionalità nell'affrontare i problemi, dall'immigrazione alla scuola statale, divenuta centro d'indottrinamento di massa e di lavaggio del cervello "progressista" e più lo diventerà con i diktat imposti da QUESTA Europa, engeliana, sinistroide e massonica.

Ritratto di sitten

sitten

Gio, 26/09/2013 - 09:54

Mi chiedo dove erano tutti questi personaggi, quando giangiuda incominciò a distruggere la destra?

Ritratto di scorpion12

scorpion12

Gio, 26/09/2013 - 10:02

il 10%? soltanto? perchè non puntare al 51%. Poi il resto lo prende Forza Italia per arrivare al 100% dei voti.

tommy1950

Gio, 26/09/2013 - 10:04

D'accordo nel recuperare i valori della vera destra,NON d'accordo recuperare i refusi che hanno vagato per anni in cerca di poltrone e di posizioni di potere.Ma poi ci vuole cultura,professionalità e dignità. Andare in parlamento per LOTTARE e non per ALLATTARE!!!

berserker2

Gio, 26/09/2013 - 10:04

No e basta ve prego, non ce la fate più vedere la signorina giorgia cocomeri, con quella fissità di sguardo, con quella faccia da volpino, pure in braccio a crosetto....e basta, una che non ha mai lavorato in vita sua, che ha contribuito ad affossare la Destra, che rideva da ministro alle barzellette sguaiate di Berlusconi, e adesso c'ha il coraggio di rimanere in gioco e parlare di valori "di destra" che non ha mai avuto o quanto meno non ha ma incarnato o veicolato nel suo ministero e nella sua azione politica. Pietà per favore, lasciatela nel dimenticatoio insieme a fino fini e italo pompino col suo misero 2,8 per cento (che se non c'era di nuovo Berlusconi manco entrava in parlamento e gli toccava mettersi a lavorare sul serio). Invece l'ex sindaco, ex ministro, ex deputato Alèdanno, dopo avere senza fiatare contribuito alla scomparsa del MSI (tutti servi sciocchi per compiacere le stronzate di fino fini) dopo avere affossato AN, dopo avere preso a Roma il sonoro calcio in culo che tutti sappiamo, dopo avere piazzato la moglie prima in regione e adesso al ministero, dopo avere da "sindico" de staceppa, proseguito le scellerate politiche urbanistiche delle precedenti giunte di sinistra, regalando la città a caltagirone, dopo avere dimostrato di non sapere nemmeno scegliere gli uomini della sua squadra (assessori vergognosi, collaboratori, manager e dirigenti inquisiti), senza mai dico MAI avere proposto una politica, una scelta, un valore di destra nel suo mandato, senza una ipotesi di vera cultura di destra, sembrerebbe non avere ancora capito che sono finiti!!!! Tutti quelli come lui, della sua generazione (e ce metto pure la signorina meloni/cocomeri che mai ha lavorato in vita sua e che adesso ci si attaccano tutti come paravento e specchietto delle allodole sapendo quanto sono impresentabili loro....) dopo avere distrutto la Destra, essere stati elettoralmente presi a calci in culo, adesso l'ingegniere scopre che va formato un "nuovo soggetto politico a destra"!!!! Ed eventualmente con chi lo va a proporre....? Con gli stessi falliti che la stessa Destra hanno contribuito a distruggere!!!! E poi sento ancora parlare dei traditori di FLI!!!! Gente senza onore che si è venduta e che adesso scomparsi e falliti si riavvicinano alla casamadre italo pompino su tutti. Cialtroni, statevene a casa. La Destra lasciatela alle persone serie che voi avete dimostrato di non esserlo. Per quello che può contare e importarti, il mio voto non lo prenderete mai! La Russia invece la lascio a Putin e nemmeno ne parlo. L'unico con un pò più di dignità e di credibilità, non fosse altro per il fatto che si è sfilato un minuto prima da questa accozzaglia di cialtroni è Storace. Ma è ancora da valutare. Vedremo.

disaccordo

Gio, 26/09/2013 - 10:33

@02121940 Il problema della destra è che oltre a berlusconi non c'è nulla, nessuno che abbia un briciolo di iniziativa ad andare oltre.

tartavit

Gio, 26/09/2013 - 10:33

Una nuova destra con i leader che hanno militato con Berlusconi? Ci credo poco. Ci vuole gente nuova, gente giovane, gente che ha idee e volontà di realizzarle, ma per il bene dell'Italia non per il tornaconto personale. Vedremo!

CALISESI MAURO

Gio, 26/09/2013 - 10:37

Quando si vuole costruire una casa, per prima cosa si deve veramente desiderarla, poi serve il progetto e infine la realizzazione. Nella destra attuale, non vedo desideri o ideali per una nuova Italia, non vedo personaggi capaci anche solo di gestire ( ritardandolo ) il fallimento di una nazione, mi sembra che tutta questa agitazione serva solo a salvaguardare le poltrone. l'unica differenza fra dx e sx e' che la sinistra ( anche lei vuota di ideali e visione strategica sul da farsi ) ha occupato tutte le poltrone di comando e la dx ne e' stata meno capace. Questa e' la situazione. Quindi in giro abbiamo una sx allo sbando, una dx allo sbando le leve del potere ( esecutivo )in mano a gente telegestita. Nessuno sta' facendo gli interessi degli italiani. No chance.

Ritratto di mark 61

mark 61

Gio, 26/09/2013 - 10:40

Crosetto prende dei voti da sinistra o dal M5S si si certamente convinti voi

peter46

Gio, 26/09/2013 - 10:42

Leopardi50...di buon'ora ha sparato la sua.Le ricordo,al di là di ciò che ognuno può pensare delle persone,che Storace per non "intrupparsi"nel PDL è rimasto fuori dalla coalizione nel 2008,presentandosi,senza paracadute di alcun genere,con la nuova 'passionaria'del PDL,la Santanchè.E solo perchè Berlusconi su 'imposizione' Finiana non ha voluto l'apparentamento col simbolo "La Destra"...ma accettando,invece,il simbolo della lega anche fuori dall'apparentamento nel PDL.Nel 2013...è stato cercato e voluto(Fini non contava più un bel niente)da chi "acchiappa"tutti in tempi d'elezioni o vorrebbe acchiappare tutti,come "acchiapperà"prossimamente i suoi amici Montiani,pena il loro'andare a casa...sondaggi o non sondaggi per ora rasenti il raggiungimento del quorum....Dai risultati,tolto Lei e qualche suo pari l'unico che la gente vuole evitare,avendolo conosciuto è il suo...Monti.

peter46

Gio, 26/09/2013 - 11:11

02121940...anche stasera ritenterò con i tuoi numeri,ma se le previsioni da novello mago Othelma son queste del tuo commento...sarà inutile ancora.Con la caduta di Berlusconi...il centro berlusconiano muore,non la Destra...la "comunità"avrà sempre delle sigle presenti per tutti coloro a cui non è stato "imparato"dover governare per forza,ma "essere presenti",qualora vogliano uscire dal diritto all'astensionismo.Certo tantissimi...pretenderebbero che certi personaggi non frequentassero la prima fila,anzi andassero a sbattersi in qualsiasi altro posto,ma c'è ancora speranza che questo avvenga,altrimenti...ci si regolerà di conseguenza.Purtroppo lo "stampino"del nuovo leader,già ordinato tarda a venire,anzi non ci è stata assicurata la data della consegna...e bisogna partire dall'esistente.Ma sempre mai più a 'prescindere'....e poi c'è chi deve tenersi Larussa(Alemanno no per favore) e chi Bondi,Cicchitto,Schifani,Galan,la Biancofiore...la Mussolini è tutta vostra e del "capo"a fargli compagnia,vero bruna.amorosi?...NB...per "sorelle d'Italia" radio dx dice che ci stanno pensando e che potrebbe essere una buona idea...che l'autore si faccia più assiduamente vedere.

Ritratto di GiovanniBagheria

GiovanniBagheria

Gio, 26/09/2013 - 13:14

Nuova destra? No grazie, ai vecchi traditori e rinnegati, a caccia di poltrone al seguito di Berlusconi. Meglio l'astensione o un voto ad un movimento neofascista.