Fermati i killer di via Muratori Sono due italiani

Individuati e fermati gli autori del duplice omicidio dell'11 settembre 2012 in via Muratori, a Milano. Sarebbero due italiani: Mario Maffodda, 54 anni, che avrebbe già reso ampia confessione giovedì, e Carmine Alvaro, bloccato ieri all'alba. Quel giorno a morire furono Massimiliano Spelta, 43 anni, e la sua compagna domenicana, Carolina Sulejni Payano Ortiz, uccisi a colpi di revolver in pieno centro. Unica sopravvissuta all'agguato era stata la figlia dei due, una bimba di 18 mesi, in braccio alla madre mentre la donna, in fuga, veniva colpita da un proiettile. Nell'appartamento della coppia erano stati ritrovati 47 grammi di cocaina. E i coniugi Spelta sono stati uccisi proprio per una disputa relativa a una partita di cocaina. Mafodda e Alvaro si erano fatti consegnare dalla coppia una partita di circa un chilo proveniente dal Sudamerica, del valore di 40 mila euro. Poi avevano protestato sulla qualità della droga, rimandando i pagamenti.
«Abbiamo dato la risposta migliore, quella che la città aspettava per un duplice omicidio bruttissimo, per risolvere il quale abbiamo lavorato un anno ininterrottamente senza arrenderci e in silenzio anche di fronte a qualche critica immeritata», ha detto il questore di Milano Luigi Savina.