Ferrero contro Grillo: "Non ospitiamo burattinai digitali"

Il direttore del Salone del libro di Torino, Ernesto Ferrero tuona contro l'ex comico genovese

Al Salone del libro di Torino, Beppe Grillo non è gradito. Come un anno fa, la storia si ripete. E il direttore artistico Ernesto Ferrero torna a tuonare contro il leader del Movimento 5 Stelle. "Non ospitiamo pifferai magici, burattinai digitali e tenutari di sette", ha detto Ferrero.

Dunque, alla presentazione del libro "Il Grillo canta sempre al tramonto", scritto con Dario Fo e Gianroberto Casaleggio, l'ex comico genovese non ci sarà. Una vicenda simile a quella della precedente edizione. Grillo avrebbe dovuto presenziare alla presentazione del libro "Siamo in guerra" ma poi le dichiarazioni di Ferrero lo fecero desistere dal partire per Torino.

Il tutto perché Ferrero aveva dichiarato che l'invito non era "ufficiale", puntualizzando: "Siamo per il confronto libero e rispettoso. Mi piacerebbe che Grillo parlasse di cose concrete, abbandonando l'insulto e l'invettiva, che non ci appartengono". Secca e repentita la presa di posizione di Grillo: "Ne prendo atto e non andrò al Salone come ospite indesiderato".

Commenti

Wolf

Mar, 23/04/2013 - 15:24

"Non ospitiamo pifferai magici, burattinai digitali e tenutari di sette" Una sintesi potente tremenda...tutto vero! Bravo Ferrero.

porthos

Mar, 23/04/2013 - 15:41

Non vada anche quest'anno. Il salone e la cultura glie ne saranno grati !!

Ritratto di GABRIELE FOGLIETTA

GABRIELE FOGLIETTA

Mar, 23/04/2013 - 15:54

Propongo Ernesto Ferrero quale Presidente del Consiglio.

Ritratto di nuvmar

nuvmar

Mar, 23/04/2013 - 16:00

la cultura, quella vera , ne trae grosso vantaggio, bravo Ferrero, grazie.

Maurizio Fiorelli

Mar, 23/04/2013 - 19:06

Grazie di cuore signor Ferrero, finalmente delle cose sensate e condivise sicuramente dalla stragrande maggioranza degli italiani che si sacrificano.

gabriel maria

Mer, 24/04/2013 - 07:05

Ci risiamo...le voci contrarie con qualsiasi pretesto vengono sempre silenziate....Ma lasciate che il vento nuovo rimuova lo smog della vecchia politica,lasciate libertà alla fantasia di sognare mondi e tempi nuovi..,lasciate aperta la porta alla speranza .....lasciate ai giovani almeno la voglia di vivere....

Slalom70

Mer, 24/04/2013 - 16:42

Grillo, come tipo in sé, non mi piace affatto. Però, non condivido il fatto di escludere la sua presenza al Salone del libro di Torino. A parte che così lo si rende più grande e più importante di quel che è, in ogni caso non è la prima volta che a questo evento vengono escluse delle persone a priori. Anni fa' non venne ammessa la presenza di scrittori israeliani (scelta che sapeva di antisemitismo n.d.r.), adesso Grillo. Non mi piace che qualcuno possa venire escluso, solo perché antipatico, dimostra volontà di non voler cambiare lo status quo.

Grundtvig

Dom, 28/04/2013 - 18:54

Egregio Signor Slalom 70, Il sig. Grillo non è affatto antipatico, anzi nella sua patetica inconsistenza è perfino simpatico,al pari del sig.Travaglio. Io sono danese, residente in Italia da soli 5 anni, tuttavia se non sbaglio il Codice penale prevede il reato di "Abuso della credulità popolare". Sarebbe ancora più simpatico se si autodenunciasse "arrendendosi" alla Democrazia!

vincenzo de vera

Lun, 29/04/2013 - 03:53

Pretendere educazione e moderazione del linguaggio è giusto ama escludere a priori un co-autore dalla presentazione del suo libro non mi pare un'idea particolarmente liberale: lo metterei alla prova !