La festa (inutile) di chi disonora la Repubblica

La cerimonia militare è ridicola e anacronistica. L'Italia si ferma per compiacere la dabbenaggine di chi è al vertice

Partiamo dal principio che noi aboliremmo tutte le feste, comprese alcune di quelle comandate, non si sa da chi. Per esempio: il 26 dicembre, la cosiddetta seconda di Natale. Non basta la prima dedicata a Gesù? Il quale tra l'altro dubito che sia nato in inverno visto che i pastori - si narra nelle Sacre Scritture - quella notte dormivano all'addiaccio, cosa da sconsigliarsi in certe stagioni anche nella zona di Betlemme, dove il clima è pressappoco come il nostro, orrendo. Probabilmente egli vide la luce in autunno. Chessò, in ottobre quando la temperatura consente di pernottare all'aperto. Ma questi sono dettagli su cui sorvoliamo per non innervosire Papa Francesco, cui va il nostro rispetto interessato: mai mettersi contro un pontefice. Porta iella. Ne sa qualcosa Umberto Bossi che, appena ebbe terminato di inveire pubblicamente contro Giovanni Paolo II, venne fulminato da un ictus, le cui conseguenze lo segnano ancora vistosamente.
Osiamo però domandare ai principi della Chiesa: che senso ha equiparare nel calendario Gesù (il Natale è sacro, celebriamolo con tutti i fasti necessari) a Santo Stefano, le cui opere saranno pure importanti, ma sconosciute a noi poveri tapini digiuni di cultura cattolica?
Oddio. Non si pensi che ce l'abbiamo con questo povero martire. Ci limitiamo a domandarci perché, allo scopo di ricordarlo degnamente, sia necessario astenersi dal lavoro il giorno a lui riservato. Ci rendiamo conto che ciò discrimina gli altri santi a cui, invece, nel dì della loro commemorazione, ci guardiamo bene dal rendere adeguato omaggio con il riposo? In sintesi. Perché Santo Stefano merita una sosta lavorativa, mentre San Giorgio, per esempio, no? Vabbé. Transeat.
Veniamo alla seconda di Pasqua, festa dell'Angelo. Capisco fermarsi per rammentare in religioso silenzio la resurrezione del Figlio, che è poi anche un po' padre: in fondo non capita a tutti di essere crocefissi e, a distanza di tre giorni, tornare al mondo dimostrando urbi et orbi che trattasi di evento miracoloso. Ma l'Angelo che c'entra? D'accordo, è un essere celeste e non un pisquano qualsiasi, quindi davanti a lui occorre togliersi il cappello: ma perché dobbiamo anche stare a casa anziché recarci in ufficio come al solito? Chi crede di essere, Dio? Non vogliamo sottovalutare gli angeli, specialmente i più importanti, ma non si mettano in testa di dividere equamente la scena con un membro della Trinità.
Il mio tono è scherzoso, ma la sostanza di ciò che scrivo è seria. Il miglior modo per rendere grazia al Padreterno e ai suoi congiunti non è quello di bighellonare, ma di darci dentro col lavoro in ossequio a una raccomandazione che viene dall'alto: ti guadagnerai il pane con il sudore della fronte. Badare bene: più che una raccomandazione, questa ha il sapore acre di una minaccia. Varrebbe la pena di tenerlo presente. Macché. Noi umani abbiamo riempito il calendario di pretesti per grattarci il ventre.
Coi santi mi fermo qui. Mai esagerare, sarebbe imprudente per la nostra incolumità. Ma ci sarebbero altri martiri e similari (per esempio i patroni) da citare, davanti ai quali, anziché congiungere le mani, incrociamo le braccia quali scioperanti.
L'abitudine di non fare un tubo è anche laica. Molto laica. Il 25 Aprile, festa della Liberazione dai fascisti, cioè da noi stessi, dato che fino al giorno prima eravamo tutti in camicia nera, salvo indossare subito dopo quella rossa per ragioni di mera sopravvivenza, non andrebbe eliminato. Anche perché non sarebbe lecito saltare dal 24 al 26 aprile. Però cessiamo di considerarla una data talmente sacra da esimerci dall'obbligo di timbrare il cartellino. Siamo o non siamo in bolletta? Cerchiamo di non immiserire il portafoglio per il gusto di andare in piazza a dire e ascoltare banalità. O saremo sempre indigenti.
Lo stesso discorso vale per il 15 agosto. In quale altro Paese, poi, si fa baldoria il 1° maggio? Solo in Italia, dove il lavoro non c'è. Siamo all'assurdo. Eppure non c'è mai stato un governo abbastanza provveduto da cancellare la consuetudine di trasformare in fannulloni i cittadini che avrebbero necessità di guadagnare. Non scordiamoci che l'unico modo per esaltare l'occupazione è quello di sgobbare, consentendo alle aziende - ossia ai datori di lavoro - di non pagare chi si imbosca. Chiaro il concetto?
E veniamo alla più stupida delle ricorrenze, quella del varo della Repubblica, che si celebra il 2 giugno in maniera squallida: parate militari, sfilate, ostentazione di armamenti secondo lo stile becero in voga ai tempi in cui lo sfoggio della forza faceva parte dell'etichetta fascista. Ridicolo. La leva non è più obbligatoria, a fare il soldato ci vanno soltanto gli sfigati altrimenti condannati alla disoccupazione, la retorica patriottica ha fatto il suo tempo e non commuove neppure chi la alimenta per dovere d'ufficio. Roba da chiodi.
Ieri si è assistito all'esibizione di un fasto formale degno degli Anni Trenta, quando Mussolini si illudeva di avere un esercito potente quando, viceversa, era sgangherato e patetico. Abbiamo visto in mostra più musicisti in divisa che militari e una pletora di crocerossine inattive, che sarebbero maggiormente utili in ospedali civili. Che pena. Tutto ciò per compiacere Giorgio Napolitano, un ex comunista rimasto tale nell'animo. Fanfare a parte, nessuno che abbia avuto il coraggio di difendere i marò in attesa di giudizio in India, abbandonati a loro stessi nell'anticamera del carcere. La colpa che gli attribuiscono è di aver compiuto un dovere. Chi li difende? Nessuno. Essi sono stati comandati di consegnarsi ai loro aguzzini: improvvidamente hanno ubbidito. Grave errore? Facevano meglio a mandare al diavolo la patria e le sue regole del menga, e a rimanere in Italia, a casa propria. Dare retta a Napolitano è stato un suicidio. Intanto la Repubblica festeggia. Cosa? La dabbenaggine di chi ne è al vertice.

Commenti
Ritratto di centocinque

centocinque

Mar, 03/06/2014 - 09:10

Non dimentichiamo mai i nomi di mario monti e di paola.

Ritratto di moshe

moshe

Mar, 03/06/2014 - 15:07

Ormai ci sono politici e presidenti frustrati che per sentirsi qualcuno hanno bisogno che gli venga organizzato un teatrino accompagnato da una fanfara.

Ritratto di atlantide23

atlantide23

Mar, 03/06/2014 - 15:25

alla CASTA piace la festa. Facciamogliela .

Ritratto di atlantide23

atlantide23

Mar, 03/06/2014 - 15:27

...e per favore, lasciamo perdere il Natale e il suo periodo si', periodo no e viva Santo Stefano.

linoalo1

Mar, 03/06/2014 - 15:29

Pienamente d'accordo!Lino.

Giorgio1952

Mar, 03/06/2014 - 15:34

Feltri lei disonora l'Italia ed il Giornale fondato da Indro Montanelli con articoli come questi!

Ritratto di nuvmar

nuvmar

Mar, 03/06/2014 - 15:39

---G I A' !-

paolonardi

Mar, 03/06/2014 - 15:40

Come al solito da sottoscrivere in pieno. Unica inesattezza: probabilmente la nascita di Cristo sarebbe da porre in primavera per la presenza dei pastori agli alpeggi con la recente nascita del bestiame. Come amche l'anno non corrisponde alla vulgata; Erode il Grande mori', secondo l'attuale calendario, nel 4 a.c. e l'unico fenomeno astronomica degno di rilieve in quel tempo fu la congiunzione fra Giove e Saturno, luminosissima e quindi scambiabile con uma cometa, e visibile dalla Terra in aprile/maggio e riportata dai cinesi databile nel 7 a.C. Con immutata stima e simpatia.

gedeone@libero.it

Mar, 03/06/2014 - 15:40

Non sono affatto d'accordo Direttore. Va bene che c'è la crisi e per questo la festa è stata ridimensionata notevolmente. ma mi dice che razza di Repubblica è quella che non festeggia neanche la sua nascita?

rosa52

Mar, 03/06/2014 - 15:40

povero Napolitano!!e'l'ultima cosa sulla quale si puo'gongolare perche' forse si sara'accorto spero di quanto male ha fatto a tutti gli italiani... un presidente cosi'cinico e falso non si ricorda nella storia della nostra repubblica ,uno che pur di portare avanti un'ideologia porta allo sfascio un intero paese!Spero che qualcuno lo giudichi prima o poi.

Ritratto di pigielle

pigielle

Mar, 03/06/2014 - 15:44

E anche qui i SINISTRONZI tacciono ....Coraggio o...state ancora "festeggiando" !!!!

unosolo

Mar, 03/06/2014 - 15:51

inutile per i milioni che abbiamo visti esposti nei spalti , soldi nostri che mantengono in piedi un sistema di spendere molto per i politici ma togliere per quei sevizi che abbiamo visto costretti a sfilare mentre potevano restare a fare il loro dovere sul posto di appartenenza , non abbiamo un governo che garantisca straordinario in quei servizi che servono per la collettività in modo speciale sicurezza e sanità, guardiamo quanti soldi si sprecano per corsi a spese nostre per i parlamentari o per i loro divertimenti o ad ornamenti floreali per camera senato e quirinale , sprechi da un lato e restrizioni verso chi lavora scordandosi dei due MARO'.

odifrep

Mar, 03/06/2014 - 16:01

Dott. FELTRI, come disse Winston Curchill :""l'Italia, ha 45 milioni di abitanti e, con Benito MUSSOLINI, son diventati 90 milioni di fascisti"". Cordialità.

APG

Mar, 03/06/2014 - 16:01

Andate a nascondervi, BUFFONI !! Continuate a festeggiare, mentre gli Italiani sono alla fame! VERGOGNATEVI, ESSERI INDEGNI!

Ritratto di dbell56

dbell56

Mar, 03/06/2014 - 16:05

IL 2 DI GIUGNO.......LA FESTA DEL PERFETTO IDIOTA!

odifrep

Mar, 03/06/2014 - 16:07

@ Giorgio1952 (15:34) - fortunatamente per l'Italia dei sinistronzi, c'è lei che la onora, vero? Esempio di come l'Italia, non avrebbe mai potuto vincere la guerra.

Mechwarrior

Mar, 03/06/2014 - 16:14

Viva il re!!! ;-P

Ritratto di illuso

illuso

Mar, 03/06/2014 - 16:16

Ho letto l'articolo sorridendo, alla fine quando Vittorio ha scritto quella trentima di righe sulla repubblica italiota e sul suo esercito mi è venuto il magone: siamo uno degli stati che ha più militari a fancazzare in giro per il mondo, nel contempo abbiamo la marina militare che è complice dell' invasione africana in atto. Scritto questo abbiamo 2 militari che rischiano di venire impiccati in uno stato di trogloditi l' india fondato sulle caste. Facciamo ridere i polli.

teoalfieri

Mar, 03/06/2014 - 16:26

lo disonorava il Sig. Berlusconi, quando si presentava lui come un pavone toy e pavoneggiava sul palco con quel Sig. Scajola e compagnia brutta.... ora pensate che sia negativa, vero? Pensate ai due marò assassini...e non pensate ai poveri religiosi vittime del terrorismo e della barbarie mussulmana...si sa...su questo giornaletto solo il fiocco giallo pro marò... ma fatemi il piacere!

Ritratto di cangrande17

cangrande17

Mar, 03/06/2014 - 16:26

Sul fatto che si debbano abolire alcune festività, non sono d'accordo. Feltri, cerca di metterti nei panni di chi lavora duramente dal lunedì al venerdì (e spesso dal lunedì al sabato, e spesso dal lunedì alla domenica) per cifre mensili che tu "guadagni" in un giorno faticando relativamente poco (direi tendente al nulla). Inoltre, sappi che certe categorie il 2 giugno hanno lavorato.

Ritratto di wilegio

wilegio

Mar, 03/06/2014 - 16:32

Grandissimo Feltri! Sottoscrivo ogni parola, fuorché quel "ex" posto prima di "comunista" nel definire lo status del nostro (poco) amato presidente. Perché mai "ex"? Le risulta che il vecchio abbia mai ufficialmente abiurato al Vangelo secondo Carlo (marx)? A me no. Ma tanto, oggi comandano loro, i compagni, e il loro grande successo elettorale, dovuto alla dabbenaggine di chi dovrebbe rappresentare "l'altra parte", ampiamente maggioritaria, del Paese, li porta a lodarsi e a sbrodolarsi a ogni pià sospinto senza rendersi conto, nella loro insipienza, che questo stile era proprio di qualcuno che si chiamava Benito e che loro proprio non sopportano neanche in effigie.

AH1A

Mar, 03/06/2014 - 16:34

Ma vogliamo sostituire la festa della Repubblica con la festa del compleanno di Berlusconi?

Ritratto di illuso

illuso

Mar, 03/06/2014 - 16:40

Per teoalfieri: egregio i "poveri religiosi" ai quali lei allude nessuno li ha obbligati ad andare nei paesi musulmani a rompere le palle, se prendono qualche ceffone o rischiano la pelle, questo fa parte dei rischi ai quali sanno di andare incontro. Cordialità.

Ritratto di scandalo

scandalo

Mar, 03/06/2014 - 16:50

Juan Carlos di Borbone parente di franceschiello ha una attività sessuale invidiabile diciamo alla berlusconi !! nulla a che vedere con il ns. re napoletano lui al massimo in clio è andato !!

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mar, 03/06/2014 - 16:58

propaganda per i satrapi della colonia americana.

Ritratto di moshe

moshe

Mar, 03/06/2014 - 16:58

Per quale repubblica si festeggia, per quella invasa dagli extracomunitari parassiti e delinquenti?

macchiapam

Mar, 03/06/2014 - 17:01

Caro Feltri: bravo come sempre. E per soffermarci un momento sulla sfilata del 2 giugno, non possiamo non constatare, da un lato, che era stata preannunziata come "sobria"; ma poi, da un lato, si è saputo che è costata come quella dell'anno prima (1,9 milioni?) e, dall'altro, che il travestimento degli sfilanti con uniformi d'epoca (sciabole, moschetti, pugnali, elmetti, bicorni, pennacchi, buffetterie varie) è in qualche modo parso simile alle sfilate inaugurali dei circhi equestri. In tempi grami, era il caso? Non sarebbe bastato il solito, doveroso omaggio al milite ignoto?

gneo58

Mar, 03/06/2014 - 17:06

volevo guardare un po' di parata in diretta - dopo 3 minuti visto che inquadravano 15 secondi di parata e poi 10 di politicanti, 15 di parata e poi 15 di politicanti e dopo aver visto nel giro di 2 minuti 5 volte napolitano, 4 la boldrini e poi, pinotti, boschi e tutti gli altri (tutti volutamente in minuscolo) siccome stavo male e mi vaniva da vomitare ha cambiato canale....

Guido_

Mar, 03/06/2014 - 17:09

Povero Feltri... tutto questo pistolotto solo per poter dire che questa festa non gli piace più perchè non presenziata dal padrone che per tanti anni gli assicurò lo stipendio. Non si perda d'animo caro Feltri, con l'arrivo dell'estate comincerà la campagna dell'Enpa ed anche lei, se saprà scodinzolare come ha già ben mostrato di saper fare, troverà un nuovo padronico... o padroncina, perchè no?

gian paolo cardelli

Mar, 03/06/2014 - 17:10

teoalfieri: perchè i due maro' sarebbero "assassini"? lei su cosa basa la sua certezza della loro colpevolezza? sono veramente curioso...

wiwi

Mar, 03/06/2014 - 17:13

Sei un povero uomo mio caro Feltri. E pensare che un tempo lontano ti ho stimato. Io sono un ufficiale superiore della Marina Militare. Ok vieni in Accademia navale e vediamo se riesci a laurearti brutto scemo. Li si studia ingegneria e non scienze politiche e raccomandazioni per diventare un giornalista e scrivere le schifezze che scrivi. Giusto per aggiornare il tuo cervello oramai cotto, nelle forze armate anche i sott/li conseguono la laurea breve. L'Italia ne dovrebbe avere tanti di questi...come li chiami tu...sfigati altrimenti disoccupati. Dovresti vergognarti e chiedere scusa a tutti i militari per le parole offensive che ci hai rivolto. Fai schifo!

maurizio50

Mar, 03/06/2014 - 17:15

Mi unisco a chi l'ha detto in precedenza:soltanto uno stato da operetta può fare parate militari mentre due suoi soldati sono tuttora detenuti nel paese delle vacche sacre, e, nello stesso tempo, retribuire con l'indennità di senatore a vita l'imbecille che ce li ha rimandati!!!!!!!!!!

michetta

Mar, 03/06/2014 - 17:28

Detto da Feltri, si puo' e si deve! Se a dirlo siamo noi, poveri pellegrini dei forum, veniamo cassati immediatamente. SONO ANNI, che andiamo predicando dell'inutilita' di tutte le FESTE ITALIANE, piu' abbondanti del pianeta! SONO ANNI, che scriviamo dell'inutilita' di "ricordare" le sconfitte e le disgraziate partecipazioni a guerre, tanto inutili quanto opportunistiche. Va bene, accetto di avallare tutto quanto detto da Feltri, condividendolo nella maniera piu' esaltante del termine. Vorra' dire che prima di tutto, occorrera' CACCIARE quelli che invece pretendono di farle queste "feste", in modo da poter mettere in mostra i loro lustrini, che siano apposti su di una divisa, come nell'asola di una giacca! BUFFONI! Tutti. Le Forze Armate, in particolare, andrebbero guardate come si guarda ad un body gard, cioe' con il massimo riguardo e gratitudine e non come fanno ed hanno sempre fatto i vari comandanti del Paese, fregandosene e spargendo a piene mani brioches, come a dei pezzenti, invece di fare loro continue feste false! W le Forze Armate Italiane, Forza Italiani!

vittoriomazzucato

Mar, 03/06/2014 - 17:33

Sono Luca. Ieri sera sul TGTRE delle 19 il "nostro caro presidente della Repubblica" gongolava dicendo che mai una festa della Repubblica si festeggiava in un "clima così sereno e favorevole". E in effetti sul palco c'erano tutti del PD che applaudivano. Era una celebrazione fatta in casa di loro: Napolitano-Grasso-Boldrini-Renzi ecc..... e chi più ne ha ne metta. E "Giorgetto" gongolava. Gli sembrava di essere tornato ai tempi suoi, ma invece di essere minoranza ora cantava da maggioranza. Peccato che si conteggi il voto delle Europee. Bisogna vedere per cantar vittoria le politiche nostrane "caro Giorgetto". GRAZIE.

Ritratto di stenos

stenos

Mar, 03/06/2014 - 17:39

Hanno festeggiato una repubblica che ha cessato di esistere come tale. L'orchestra a che suona mentre il Titanic affonda. L'Italia in effetti ha cessato di esistere l'otto settembre del 43.

teoalfieri

Mar, 03/06/2014 - 17:41

Egregio Illuso...che tristezza... i religiosi è giusto che prendano le sberle!!! Secondo lui!!! La demenza ti ha reso libero di scrivere certe scempiaggini!! Questi due signori, pagati anche con le mie tasse, sono liberi secondo te di sparare su degli inermi pescatori!?!?! Mah... mi sembra il tuo pensiero un poco vaneggiante.... hanno sbagliato? Paghino...e per chi scrive che l'India è un povero paese ricco di caste.... provate ad andarci...capirete che è una potenza...appena il progresso si estenderà anche la... diventerà una potenza come la Cina.... svegliatevi invece di inguriare contro questo grande paese in tutti i sensi...

wiwi

Mar, 03/06/2014 - 17:47

e poi già che ci siamo, e visto la considerazione che hai dei militari, da domani per coerenza, se mai tu ne avessi un briciolo, comincia a pensare alla tua Nazione Italia senza ne militari ne Forze dell'ordine (siamo tutti sfigati altrimenti disoccupati), contatta tutti i celebrolesi che ti danno ragione su questa vergogna di articolo, e dai all'Italia quella dignità così come tu la pensi. Arruola quelli come "moshe" e controlla i confini, vai per mare con questi gran cervelli, dai lustro all'Italia sparando...le tue cavolate in tutto il mondo. Non contare mai più su quegli sfigati di militari che con professionalità coraggio e sacrificio svolgono il proprio lavoro in ogni angolo del mondo. Dimmi quale politica estera farai senza quelli sfigati? Sei patetico, stamperò il tuo articolo e lo diffonderò nelle FFAA; devono sapere chi sei, il tuo giornale dovrà essere tenuto a distanza come la lebbra. VERGOGNATI e la prossima volta prima di parlare dei militari lavati la bocca.

Ritratto di illuso

illuso

Mar, 03/06/2014 - 17:47

Per vittoriomazzucato ore 17,33: Egregio, ho avuto la stessa sensazione...una festa di regime.

Ritratto di g02827

g02827

Mar, 03/06/2014 - 17:49

la situazione è peggiore, il dr. Feltri dovrebbe fare una ricerca su internet "festività soppresse" scoprirebbe che un lavoratore dipendente assunto oggi ha diritto a fruire permessi lavorativi in sostituzione delle festivtà soppresse nel 1977 ovvero in epoca in cui il dipendente in parola probabilmete non era ancora nato......se sopprimiamo altre feste altri permessi da fruire ......

Ritratto di 02121940

02121940

Mar, 03/06/2014 - 17:51

Sono pienamente d'accordo. L’unica cosa godibile è il titolo dell’articolo. Aggiungo che personalmente trovo sconfortante che in tribuna spiccasse la presenza delle 4 attuali massime autorità dello Stato, che potendo rottamerei senza indugio. Mancava solo Merkel: con lei avremmo avuto la quinta scartina per mandare a monte la mano, in attesa che Renzino distrugga totalmente il Paese, così completando l'opera avviata con decisione dal compagno Prodi e ben proseguita dai suoi successori.

Giorgio1952

Mar, 03/06/2014 - 18:05

odifrep 16:07 si legga il commento di wiwi 17:13 ed anche qualche altro che la pensa come me. Le voglio solo ricordare che mio padre ha combattuto nella seconda guerra mondiale, io ho servito la mia patria come ufficiale di complemento lei non so!

Ritratto di illuso

illuso

Mar, 03/06/2014 - 18:06

Per teoalfieri: Egregio, normalmente non offendo nessuno, la volgarità non è più di moda. Veda illustre, i militari in quanto tali hanno uno "schioppo" e questo a volte viene usato, si sa, le pallottole non sono intelligenti come lei, e quando arrivano possono fare male...ne seppero qualcosa mio padre, i miei nonni e altri miei familiari costretti a farsi sparare addosso dal nemico del momento, lo stesso che ora è considerato un grande amico di questa stupida nazione. In quanto ai religiosi se stessero a casa loro non avrebbero nulla da temere...per ora...tempo verrà che i musulmani faranno della basilica di San Pietro una grande moschea...tranquillo che con il clero che ci ritroviamo avverrà molto presto. Stia sereno e viva felice che la vita è breve.

Alberto70

Mar, 03/06/2014 - 18:07

un articolo talmente insulso da non meritare commenti, se non si sa che scrivere ogni tanto converrebbe astenersi....anticlericalismo del più banale, retorica anti nazionale e per ultimo l'immancabile riferimento al KOMUNISTA NAPOLITANO....come se la festa del 2 giugno l'avesse istituita lui....!!!

Ritratto di Azo

Azo

Mar, 03/06/2014 - 18:10

Come è possibile fare la festa della republica , quando a capo dello stato abbiamo un comunista, e la democrazia cristiana è costituita da ex COMUNISTI e FASCISTI??? Il bello su tutto ciò , è che i nostri parlamentari, CRITICANO LE VOTAZIONI IN SIRIA!!! ( DEVONO VERGOGNARSI DI CHIAMARSI "DEMOCRISTIANI", DOVREBBERO CHIAMARSI FALSI O CODARDI.)

nonna.mi

Mar, 03/06/2014 - 18:12

Feltri: La preferisco molto quando leggo il suo ultimo libro,ed ho motivo di apprezzamento per le "interpretazioni" intelligenti e divertenti che dà dei molti personaggi che ha conosciuto e continua a frequentare: alle volte cambio il voto che Lei dà loro e questo è un mio diritto (abbasso molto quello di Enzo Biagi che ho conosciuto). Ma lasci da parte la sua incomprensione per le prolungate Feste religiose:è vero,i praticanti Cattolici sono diminuiti, ma ci sono molte persone che ancora trovano conforto e speranza in quello che Lei reputa inutile,e tentano così di esprimere in ciò che credono una barriera contro le idee religiose diverse dalla nostra e che saranno presto preponderanti se anche il "Mare nostrum" continuerà così,con tutta la pericolosa approvazione di Renzi e C. Cordialità a Lei Myriam

Ritratto di illuso

illuso

Mar, 03/06/2014 - 18:15

Per wiwi, egregio si dia una calmatina, i travasi biliari sono pericolosi

edo1969

Mar, 03/06/2014 - 18:23

"In quale altro Paese, poi, si fa baldoria il 1° maggio? Solo in Italia" ... questa mi giunge davvero nuova. Feltri, il solito grappino? ;-)

niklaus

Mar, 03/06/2014 - 18:29

Caro Feltri, il calendario liturgico rappresenta un ciclo chiuso con una propria, serrata logica ed e' appeso al calendario astronomico del tutto arbitrariamente, con l'eccezione della Pasqua. Il 25 dicembre corrisponde circa al solstizio d'inverno, il tempo in cui la luce comincia a crescere ed e' stato per questo preso come il termine del tempo d'Avvento. Ma lasci queste disquisizioni a chi e' meglio informato e si limiti alla critica della ricorrente data della fanfara dei bersaglieri.

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Mar, 03/06/2014 - 18:32

Giorgio 1952 Ritengo Lei abbia pienamente ragione. Che ci vuol fare da queste non la pensano come Lei. Dovrebbe frequentare e leggere altri quotidiani, quelli seri tipo l'Unità, Repubblica e via cantando. Li sarebbe a suo agio. Provveda anche perché se insiste da queste parti potrebbe raccogliere qualche cosa di pesante.

Ritratto di pietrom

pietrom

Mar, 03/06/2014 - 18:43

Concordo su tutto. Personalmente il 25 Dicembre ho smesso di festeggiare il Natale, in quanto si tratta di una festivita' rubata dai cristiani ai romani (quelli antichi), che celebravano in quel giorno il dio Sole, al quale mi sono convertito (anche perche' va ad energia nucleare, la mia favorita). Questo perche' mi urta che la Chiesa debba mettere il naso dove non le compete: ricerca scientifica, cellule staminali, ...

Ritratto di saròfranco

saròfranco

Mar, 03/06/2014 - 18:49

Non è stata una festa del tutto inutile: vedere un gruppetto di comunisti ascoltare sull'attenti l'inno nazionale e rendere onore alla bandiera ed alle forze armate (tutte cose che per loro erano appannaggio dei più beceri dei fascisti), devo riconoscere che un pò di gusto me lo ha dato!

Ritratto di guga

guga

Mar, 03/06/2014 - 18:52

Giorgio1952 teoalfieri AH1A moshe Guido ecc.. siete leggermente fuori tema. Avete risposto a un ragionamento sensato e condisibile andando a...vacche. Siete la parte italiana che vuol distinguersi dal resto d'europa? Napoletano che è capo supremo dell'esercito è una contraddizione unica, ma non doveva dimettersi appena "sistemato" il governo come piaceva a Lui??

Ritratto di guga

guga

Mar, 03/06/2014 - 18:59

A 02121940. Purtroppo il prode Prodi verrà consolato (dopo la trombata che gli hanno rifilato) con la presidenza, appena il compagno che c'è ora si deciderà a dimettersi per mantenere la parola data, e sarà lui a completarla veramente. Dopo l'euro cosa si inventerà con la sua Nomisma e affini?? Poveri noi.

swiller

Mar, 03/06/2014 - 19:00

atlantide23. D'accordo facciamogli la festa tagliandogli la testa.

Ritratto di pravda99

pravda99

Mar, 03/06/2014 - 19:34

La Festa della Repubblica e` inutile per chi come Feltri e il resto della marmaglia forzitaliota non ha piu` alcuna speranza di rientrare nel solco della Democrazia Repubblicana conquistata con onore e con il sangue di tanti contro la prevaricazione fascista che ancora rimane nella testa dei pochi. Siete la vergogna del Mondo civile. (Feltri lei si faccia vedere perche' ultimamente sta prendendo delle cantonate piu' solenni del solito, qualcuno in famiglia se ne occupi).

VermeSantoro

Mar, 03/06/2014 - 19:35

Infatti la solita festa ipocrita ed inutile che serve a tacitare le coscienze di queste porci che ai vertici delle istituzioni azzuppano a piene mani percependo prebende che non stanno ne in cielo ne in terra ne in mare (tanto per stare in tema con l'argomento):

@ollel63

Mar, 03/06/2014 - 19:40

e i discorsi dei cialtroni inutili, scritti da altrettanti parassiti perchè li declami il parassita principe durante una imbarazzante manifestazione del nulla, dove li mettiamo? Quanta pena mi fanno!

MarcoV76

Mar, 03/06/2014 - 19:41

Caro dottor Feltri, normalmente sono d'accordo con ciò che le scrive, ma in questo caso mi ha un po' deluso. Vero che noi italiani abbiamo bisogno di lavorare e produrre di più: sono i numeri che lo dicono e non lei, ma è altrettanto vero che sono feste come queste che ci ricordano di essere una nazione che può farcela, di cui essere anche orgogliosi, pur con problemi e difficoltà, di avere un'identità unica in Europa, e non solo motivi per deprimersi. Non condivido inoltre le sue parole sui nostri militari: ci sono sicuramente dei fannulloni, ma ne conosco diversi, alpini per la precisione, e le posso assicurare che credono in ciò che fanno e sono motivati. Lei sa bene anche che molti di essi negli ultimi anni sono morti proprio nei teatri esteri in cui sono andati ad operare: solo per questo, a mio giudizio meritano il nostro e il suo rispetto

mantiga

Mar, 03/06/2014 - 19:41

caro feltri , la festa del 2 giugno è stata rispristinata nel 2001 durante il regno del tuo padorne silvio. "a fare il soldato vanno solo gli sfigati, destinati e sicura disoccupazione" la frase si commenta da sola, attendiamo risposte da parte degli "sfigati"

Ritratto di dbell56

dbell56

Mar, 03/06/2014 - 20:01

wiwi sono i militari di oggi, che essendo diventati anch'essi una casta buona solo ad autocelebrarsi con riti divenuti ormai tribali, disonora in toto l'Italia! D'altronde, i politici vi hanno talmente riempito di soldi che sono riusciti a farvi tacere e a giurare in nome del furto al popolo italiano cui dite di essere fedeli! Solo chiacchiere. Questo ho detto sempre a mio zio, generale di corpo d'armata, che buon anima, visti i tempi già da allora, mi dava ampia ragione!

Ritratto di pietrom

pietrom

Mar, 03/06/2014 - 20:05

Concordo su tutto. Personalmente il 25 Dicembre ho smesso di festeggiare il Natale, in quanto si tratta di una festivita' rubata dai cristiani ai romani (quelli antichi), che celebravano in quel giorno il dio Sole, al quale mi sono convertito (anche perche' va ad energia nucleare, la mia favorita). Questo perche' mi urta che la Chiesa debba mettere il naso dove non le compete: ricerca scientifica, cellule staminali, ...

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Mar, 03/06/2014 - 20:11

Effettivamente è ridicolo festeggiare una patria che abbiamo SVENDUTO l'altro ieri ai tedeschi tramite votazione.

Ritratto di scandalo

scandalo

Mar, 03/06/2014 - 21:46

g02827.... LEI HA RAGIONE !!! IL PROBLEMA CHE UN QUESTO SITO DI DATORI DI LAVORO CE NE SONO POCHI ! LA MAGGIORANZA SONO PARASSITI DIPENDENTI O GIORNALISTI PRECARI !!I

Ritratto di cangrande17

cangrande17

Mer, 04/06/2014 - 09:41

wiwi. Ieri ho scritto un secondo post dove davo ragione a Feltri circa la critica ai militari ma stranamente non me lo hanno pubblicato. Ebbene. Premetto che non credo tu sia realmente un ufficiale superiore della marina. Anche se fosse, bisognerebbe vedere come lo sei diventato: niente raccomandazioni per entrare in accademia, giusto? Analizziamo alcuni punti dei tuoi interventi. Dici a Feltri di venire in Accademia per vedere se si riesce a laureare. La risposta è: se entri in Accademia ti laurei automaticamente, quindi ce la farebbe anche Feltri o uno scaricatore di porto o un pastore. Secondo, dici che anche i sottufficiali conseguono la laurea breve. Risposta: la laurea breve è un titolo di studio ridicolo e ai suddetti ufficiali viene letteralmente regalata (con un minimo di impegno c’è anche il 3x2 o il 3x1). Conosco ufficiali e sottufficiali, di varie armi/corpi/specialità/ecc. che hanno collezionato titoli di studio ma che non sono in grado di scrivere un periodo compiuto. Terzo: insisti molto su i nostri militari che si trovano in ogni parte del mondo. Risposta: vogliamo dire che cosa fanno dalla mattina alla sera e quanto intascano con le missioni esentasse? Ti aiuto io: il 95% di essi rimane chiuso nelle caserme, o se preferisci a bordo delle navi, e intascano cifre esorbitanti che un normale lavoratore si sogna; cifre che non devono nemmeno inserire nella dichiarazione dei redditi e che arrivano sempre sul conto in banca senza mai un giorno di ritardo. Rappresentano principalmente un costo per la società italiana e una marchetta alla NATO e ad altre istituzioni sopranazionali. Vogliamo continuare?

edo1969

Mer, 04/06/2014 - 11:11

che bell'articolo inutile

odifrep

Mer, 04/06/2014 - 15:18

@ Giorgio1952 (18:05) - mi rivolgo con il 'signore' visto che ha servito la Patria nello status di Ufficiale di cpl. Intanto, rendo onore a Suo Padre per aver combattuto una guerra : una brutalità che nostro Dio ha voluto risparmiarci, in considerazione delle nostra classe di nascita, '52 e '54, giusto? Dunque, Lei, mi chiede del mio vissuto ed io le faccio presente di aver ONORATO la Patria -anch'io- almeno, da quanto mi è stato attribuito dai miei superiori nelle note caratteristiche, per la durata di venticinque anni nelle FF.OO. e, perché anche l'utente wiwi (17:13) possa venirne a conoscenza, sono andato via schifato per colpa di parassiti/farabutti che hanno sporcato ed ancora oggi, continuano a disonorare la divisa (l'emblema della Patri) commettendo reati di corruzione e concussione, sorvolando altri abusi di analoga rilevanza penale. Per fortuna NON sono "tutti" ma solo "tanti". Lei, come tantissimi altri, siete di opinione avversa a quella del dott. FELTRI, ma consapevoli di mentire solo per il voler obbedire al vostro credo politico. Non potete dire diversamente dei miei postati contro la P.A., senza alcun riguardo a militari e non. Tanto Le dovevo. Cordialità.