Giada, condannata dal "donatore"

Doveva riceve il midollo osseo da un cittadino Usa. Che però ci ha ripensato: "Non è americana"

La tristezza che si respirava ieri al funerale di Giada non riusciva a nascondere la rabbia. C'era tanta gente dentro e fuori dalla chiesa di Vallonara, la frazione di Marostica (Vicenza) dove viveva la bambina di 11 anni stroncata dalla leucemia dopo anni di sofferenza mista a speranza. Già, la speranza. Papà Secondo e mamma Cinzia a un certo punto pensavano di aver trovato la soluzione per uscire dall'incubo. Quando dall'ospedale San Bassiano di Bassano del Grappa avevano detto loro che negli Stati Uniti era stato trovato un donatore di midollo osseo compatibile, tutti confidavano che la bambina potesse finalmente tornare a giocare con la sorellina Gioia. Ma, stando alle testimonianze raccolte dal Gazzettino, la fiducia si è trasformata in delusione per la risposta ricevuta dal donatore: «Ho saputo che il mio midollo osseo non è per un connazionale e quindi non do il consenso al prelievo».
Non c'è nessuna legge che obbliga qualcuno a donare il midollo osseo o ad autorizzare espianti di organi da familiari deceduti, tanto meno negli Stati Uniti, The Land of the Free. E ci mancherebbe. Certo, si tratta di gesti meritori, apprezzabili ma non c'è da biasimare chi, per vari motivi, non se la sente. Sono scelte difficili e ognuno fa quel che ritiene giusto. Ma dare il consenso e ritirarlo solo dopo aver saputo che il passaporto del malato non è di nazionalità statunitense, francamente lascia interdetti. E la rabbia ben nascosta sotto la tristezza di coloro che hanno voluto dare l'ultimo saluto a Giada era proprio legata al fatto che c'era chi aveva promesso che l'avrebbe salvata e che all'ultimo momento, per motivi inconcepibili, si è tirato indietro.
La sofferenza non ha nazionalità. E questo al San Bassiano, l'ospedale dove la bimba è stata seguita con grande professionalità e attenzione, lo sanno bene. Un rifiuto del genere non se l'aspettava nessuno. Una bimba che sta morendo e la cui vita dipende da un atto di generosità non si aspetta che il destino le chiuda le porte in faccia solo perché è nata in Italia invece che in America.
Quando ai genitori è stato comunicato che il signore in un primo tempo così generoso si era poi tirato indietro, la disperazione ha preso il sopravvento. Bisognava intervenire subito, quello era il momento. Giada si è progressivamente aggravata, non poteva più muoversi. La speranza è tornata ad accendersi quando è saltato fuori un nuovo donatore compatibile, stavolta dalla Germania e indifferente alla nazionalità del paziente. Ma Giada era troppo debole, doveva riprendersi prima di sottoporsi all'intervento. Ma non si è più ripresa. «Mia figlia Giada non c'è più - ha scritto il padre su Facebook - adesso riposa dopo due anni e due mesi di sofferenze e privazioni. Io e la mamma la abbiamo accompagnata fino al suo ultimo respiro, coccolandola e dicendole di non aver paura perché incontrava il suo angelo custode e sarebbe stata libera di correre, giocare, mangiare e non avrebbe più sofferto e preso 1000 medicine. Avrebbe incontrato il nonno Renzo e la bisnonna Paolina che l'avrebbero accompagnata in un viaggio meraviglioso. Ciao amore mio, un giorno ci ritroveremo e realizzeremo assieme i tuoi tanti progetti».

Commenti

fabiou

Ven, 09/08/2013 - 09:20

abominevole... e perche i mass media non ne hanno parlato a suo tempo?? si potevano mobilitare anche quelli americani, forse quel cane ci avrebbe ripensato...

gigi0000

Ven, 09/08/2013 - 09:22

Ho gruppo sanguigno AB+, 65 anni in perfetta salute, non esito nemmeno un minuto a mettere a disposizione tutto me stesso per Giada.

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Ven, 09/08/2013 - 09:22

da rabbrividire...

swiller

Ven, 09/08/2013 - 09:33

Adesso non diciamo che tutti gli americani sono uguali, se vi ricordate anni fa quel bambino ucciso per errore dai mafiosi sulla salerno reggio calabria, i genitori donarono gli organi a degli italiani al quanto mi risulta. Però questo cittadino americano che ha praticamente decretato la morte di questa bambina un bel titolo di CRIMINALE non lo leva nessuno.

Gius1

Ven, 09/08/2013 - 09:43

c´e´poco da dire.Lo sgommento e´alto. Esistono ancora queste persone ? se era un animale si aiutava.VERGOGNA

Ritratto di venividi

venividi

Ven, 09/08/2013 - 09:55

Incredibile. Non ci sono parole.

gianfran41

Ven, 09/08/2013 - 10:45

Che tristezza!

elio2

Ven, 09/08/2013 - 11:21

Che rivoltante personaggio, speriamo abbia le notti piene di incubi per tutta la vita.

gigi0000

Ven, 09/08/2013 - 11:24

La mia foga nel leggere il titolo, mi aveva indotto, poco fa, a mettermi immediatamente a disposizione quale donatore, se compatibile, senza alcun dubbio, senza pensarci un attimo, senza nemmeno leggere l'articolo. Ora l'ho letto e mi è piombato il mondo addosso. E' vero, non serve il rincrescimento, adesso, sarebbe servita la conoscenza del problema, prima. Senza incolpare alcuno, l'invito ai media di informare tutti per queste emergenze, deve trasformarsi in un preciso dovere delle strutture preposte affinché chiedano la diffusione delle notizie in prima pagina e gratuitamente.

gigi0000

Ven, 09/08/2013 - 11:27

MICHELA VITTORIA BRAMBILLA, encomiabile il Tuo interesse per gli animali. Ora serve ancor più impegno per le persone ed i bambini in particolare. Ti aspetto per la mobilitazione popolare e per la raccolta di firme. Immediatamente! Grazie.

franco@Trier -DE

Ven, 09/08/2013 - 11:29

Ho saputo che il mio midollo osseo non è per un connazionale e quindi non do il consenso al prelievo..QUESTA è LA TIPICA MENTALITà YANKEE,i vostri padroni così ragionano sappiatevi regolare.

rainbow1964

Ven, 09/08/2013 - 11:30

e anche questa non è forse una forma di razzismo??? io dico di sì ........... riflettiamoci tutti quanti ..................

AndreaT50

Ven, 09/08/2013 - 11:58

Gentilmente fate ricevere a questo "americano" quanto segue: "Donare é un atto d'amore verso il prossimo, tutto il resto é il nulla" (Giving is an act of love towards neighbor, everything else is nothing).Grazie.

titina

Ven, 09/08/2013 - 12:13

Che questa tristissima storia faccia capire che siamo tutte persone, di qualsiasi nazionalità siamo. Mi dispiace tantissimo per quella bambina di undici anni. Forse il ministro degli esteri avrebbe dovuto intervenire pregando l'americano di essere generoso con una bimba.

tanax

Ven, 09/08/2013 - 12:29

Eppure non riesco a non togliermi un pensiero: ma i commentatori di questo giornale(quelli tosti-quelli patriottici-quelli foradiball neger) ..se avessero compatibilità.. sarebbero disposti a donare a un/una bambina Africana???? ...Perchè nel mondo c'è sempre uno più a nord dell'altro, un popolo meglio dell'altro, e noi non siamo propriamente in cima a questa piramide!! ma con chi sta un po più sotto ci comportiamo da cani. Un'altro dubbio voglio mettere ai lettori de il Giornale": ma se il motivo del rifiuto fosse opposizione alla base a Vicenza? e la famiglia della povera bambina è Vicentina??

Ritratto di elidec

elidec

Ven, 09/08/2013 - 12:35

Se è vero quanto descritto nell'articolo (non ho motivo di dubitarne) sarebbe forse una magra consolazione, ma perché non prelevare l'individuo e gettarlo con una palla al piede nella fossa delle Marianne? Più praticamente, ma non si potrebbe inserire un multone o la galera per chi ci ripensa in questi casi? O il prelievo coatto . Onestamente davo per scontato che una volta sottoscritto il consenso alla donazione non si potesse ritirarsi se non per cause di forza maggiore.

Gius1

Ven, 09/08/2013 - 15:08

#tanax ma che caz.o dici ? un essere umano si aiuta anche se figli di talebani. Vicenza ?? ma smettila per favore.

Ritratto di ludaucr

ludaucr

Ven, 09/08/2013 - 15:19

NO, NO e poi NO ! Non si deve ragionare così! Non è questione di razzismo e tu, franco@Trier- DE, ragioni in maniera assurda!Non è questione di razzismo; Se quel Signore Americano ha ragionato così è perché è solo "UN ESSERE SPREGEVOLE". Allora, cosa dire di quella Signora di Padova che ha negato il proprio midollo osseo a SUA SORELLA ! che viveva in Nuova Zelanda e che poi è deceduta, proprio per la mancata donazione. Io sono il Padre di un'altra GIADA, prima in Italia,ad aver fatto il trapianto di midollo da non consanguinei.E sapete chi l'ha donato?. Una Ragazza Inglese di 24 anni!! Quando eravamo a Genova, io e mia Moglie, abbiamo visto di fatti da far accapponar la pelle ! Un Signore ha dovuto PAGARE, avete capito bene,PAGARE il fratello per ricevere il midollo e, quando ha fatto la ricaduta e non aveva i soldi per pagare ancora il fratello,non sono balle perché ci abbiamo parlato io e mia Moglie, E' MORTO !!! Vedete che essere spregevoli ci sono in tutto il Mondo. Karen, la Ragazza Inglese che ha donato il midollo a mia figlia e che, con questo dono, ce l'ha "regalata" per altri DIECI ANNI, non ha esitato un attimo e subito si è resa disponibile! Dopo che, nel 1999, Giada è volata in Cielo, io ho fatto il Presidente dell'Associazione "Donatori di Midollo Osseo" di una Città del Nord e Vi posso garantire che i Midolli, per i nostri ammalati, arrivavano da OGNI PARTE DEL MONDO, America compresa; così come, dal nostro registro, partivano Midolli per altrettante PARTI DEL MONDO.Per finire vorrei dire che NON ci si deve precipitare a donare il midollo quando si viene a conoscenza di questi casi particolari. Per donare il midollo bisogna FARSI TIPIZZARE e l'età va dai 18 ai 35 anni per la tipizzazione e arriva fino ai 60 per la donazione. Donazione che si può fare subito, dopo qualche anno, o mai.... Ma, si DEVE essere sempre disponibili al dono ! Io e mia Moglie, grazie alla Donatrice, l'abbiamo avuta IN REGALO, per altri DIECI ANNI, dopo il trapianto! Ammalatasi a 5 anni, volata in Cielo a 24 anni. FIGLIA UNICA ! E ora piango con il Papà di questa GIADA e lo comprendo, ma non dico che GLI AMERICANI sono una Razza Dannata. Il Mondo è pieno di questi individui!.....

zzanna

Ven, 09/08/2013 - 15:30

Strano leggere tutti questi commenti indignati. Quanti lettori de "Il Giornale" offrirebbero il proprio midollo per un marocchino, per un rom o per un albanese?

Ritratto di Quetzalcoatl

Quetzalcoatl

Ven, 09/08/2013 - 16:02

Perché vi indignate, adesso? Qui è pieno di gente che dice "prima gli italiani". Finiremo anche noi a negare la possibilità di vivere a qualcuno, solo perché non è in regola con i "documenti" oppure semplicemente perché si tratta di uno straniero. O forse lo abbiamo già fatto?

Ritratto di marco piccardi

marco piccardi

Ven, 09/08/2013 - 16:30

ma perche' non dirlo prima? uno di noi poteva essere compatibile ! ciao piccola Giada, adesso sei un angioletto ...

Ritratto di Svevus

Svevus

Ven, 09/08/2013 - 17:12

Con riferimento alla generale indignazione per il rifiuto a donare del cittadino americano è opportuno ricordare la grande opportunita’ che tutti personalmente hanno di donare oggi stesso - ripeto oggi stesso ! - un rene, parte di fegato, pancreas, polmone, midollo, sangue, tessuti e cellule. Recarsi immediatamente in ospedale per la donazione di un organo sarebbe un gesto concreto di coerenza finalizzata a salvare le vite dei pazienti ed evitare di condannarli a morte . Nel pieno rispetto delle opinioni personali, consiglio ed auguro quindi vivamente ai gentili commentatori, ai lettori e ai loro cari e in particolare ai loro figli di donare organi in futuro prossimo - se del caso anche da traumatizzati cranici a cuore battente e sangue circolante come vuole il Centro Nazionale Trapianti - a coloro che sono in lista d'attesa per trapianto e di non causarne quindi la morte . Occorre dimostrate a tutti i concittadini l' altruismo e quanto sia importante donare oggi stesso i propri organi e anche quelli dei propri figli in concomitanza con l' indignata protesta ! Certamente i lettori non vorranno essere egoisticamente causa della morte di tanti concittadini per aver rifiutato di cedere oggi stesso un organo o tessuti e cellule ed essere definiti come suggerito dai commentatori " criminali" o "essere prelevati e gettati con una palla al piede nella fossa delle Marianne ". Ovviamente per chi non vuole donare e ci ripensa è stato meritoriamente suggerito " di inserire un multone o la galera o anche il prelievo coatto". Con buona pace dell' Habeas ..corpus....

Ritratto di marco piccardi

marco piccardi

Ven, 09/08/2013 - 17:13

@zzanna, @Quetzalcoatl, posso parlare solo per me. io dono il sangue. lo dono e basta. non so in quale vena andra' e mi va bene cosi'. Per piacere, rinfoderiamo le sciabole almeno per rispetto a questa bambina.

zzanna

Ven, 09/08/2013 - 17:16

strani anche tutti questi commenti tipo: perche' non l'hanno detto prima? perche' i media non ne hanno parlato? non esito un minuto a mettere a disposizione tutto me stesso. Andate all' admo http://www.admo.it/ e offritevi come donatori, qualche bambino lo salvate anche se non e' Giada

DORIA

Ven, 09/08/2013 - 17:16

MI CHIEDO COME SI FA A DIRE: "«Ho saputo che il mio midollo osseo non è per un connazionale e quindi non do il consenso al prelievo»."..... E QUESTO SAREBBE UN DONATORE??????...!!!!!...... Dolce Giada, sei morta grazie ad un essere che non ci sono parole per poterlo definire!!!!!... Un bacio dolce angelo, ed un forte abbraccio alla tua famiglia!!!!!!.. Doria P.S. Vorrei dire a zzanna.... Noi abbiamo donato gli organi di nostro figlio Davide, morto il 21 Aprile 2008, aveva solo 18 anni... e abbiamo sempre creduto nella donazione sia noi che lui, e quando ne parlavamo non ci siamo mai e poi mai posti a chi sarebbero potuti andare un domani i nostri organi. Credo che l'importante sia salvare una vita!!!!! e poi il resto non conta

zzanna

Ven, 09/08/2013 - 17:19

@marcopiccardi non e' una mancanza di rispetto per la povera bambina anzi e' uno stimolo a riflettere. Tutti gli esseri viventi hanno diritto alla vita, l'indignazione che leggo su questa pagina vorrei trovarla anche quando si parla di immigrati.

DORIA

Ven, 09/08/2013 - 18:37

Ciao Giada Proprio come un fiore sei sbocciato regalando a tutti gioia e felicità, ma proprio come un fiore troppo presto hai perso i tuoi petali … adesso, dolcissimo angelo, veglia su tutti coloro che ti hanno amato, ti amano e ti ameranno sempre ed aiutali ad avere tanta forza e coraggio. Un abbraccio alla tua famiglia con immenso affetto... Doria.. mamma di un angelo di nome Davide

lento

Ven, 09/08/2013 - 19:12

HA avuto l'occasione di essere un grande uomo, dare la vita.Se le fatta scappare!adesso e' solo un pez.. di me....

lento

Ven, 09/08/2013 - 19:16

Fatele vedere il viso di GIADA,fategli vedere a chi non ha voluto dare la vita.Questo piccolo uomo.

lento

Ven, 09/08/2013 - 19:24

Noi ITALIANI la vita la diamo non solo ai marocchini.Ma a tutti quelli che vengono con i barconi, ho ci chiedono aiuto.Basta vedere come "in tempo di crisi noi ITALIANI siamo tanto generosi nelle donazioni-

franco@Trier -DE

Sab, 10/08/2013 - 09:17

tanax attieniti a questo articolo al gringo inumano parliamo di una bimba italiana non africana.Se poi parli di nazionalità la America deve molto a noi italiani intendo dire come cervelloni quale Enrico Fermi e G.Marconi è molti altri .

baldo212

Sab, 10/08/2013 - 10:54

ma quelli che commentano almeno sono iscritti all'ADMO? è facile parlare quando si leggono questi articoli. ... il potenziale donatore non sa mai per chi dovrebbe fare la donazione tranne qualche notizia tipo "sembra non sia americano" e comunque fare una donazione di midollo è pur sempre un intervento chirurgico... non lo so per certo ma sono sicuro che più di qualcuno si sarà tirato indietro per paura dell'intervento. prima di parlare iscrivetevi all'ADMO!! magari si sarebbe trovato subito un donatore anche in Italia... magari proprio tra quelli che commentano. e ricordo che all'ADMO ci si iscrive prima dei trent'anni...

tanax

Sab, 10/08/2013 - 12:52

#gius1. ho ticcato un tasto dolente vero? avrai letto altri commenti seguiti al mio, che sono sulla stessa linea, la domanda è legittima. E ti vorrei bedere coi figli di talebani. #Franco@trier-De, mi sto attenendo all'articolo,con una domanda + che legittima,magari a te da fastidio vederti porre questa domanda,proprio mentre devi dimostrare pietas,che magari non ti capita spesso. Cmq se ti leggi bene tu hai già condannato una eventuale bembina Africana. PS. gli usa non ci devono nulla, avrebbero dato la cittadinanza americana a Fermi..come a von braun..........marconi non c'entra un piffero...era italiano ed è rimasto in italia.

franco@Trier -DE

Sab, 10/08/2013 - 15:05

tanax se non avesse inventato la radioricevente neppure i gringos la avrebbero,che minchia ce ne frega noi della Africa a noi interessa la Italia in Africa in certi paesi come il Congo paese della tua ministra vige il cannibalismo ancora oggi lo sapevi?A me interessano i malati e disoccupati italiani degli altri niente.

Nadia Vouch

Sab, 10/08/2013 - 15:06

Ogni volta scorro la pagina de Il Giornale, vedo questi occhi, questo sorriso. Impossibile sottrarsi. Ogni volta, penso che la lacrima che mi scende e il groppo in gola, siano gli ultimi, come quelli di una commozione passeggera. Invece, ogni volta, davanti a quella espressione così intensa, torna la commozione. Non sono sicura, ma forse, il soggetto donatore si è spaventato all'ultimo per motivi suoi, allora ha tirato in ballo la scusa della nazionalità del ricevente. D'altra parte, da simile soggetto, ci si può aspettare di ogni. Ciao "piccolina". Sei stata e sarai sempre tanto, tanto amata da chi ti ha meritata, e anche da tanti sconosciuti, come me. Chissà, forse anch'io, un giorno, ti incontrerò in un luogo più giusto di questa terra. Ciao, piccolo Angelo.

tanax

Sab, 10/08/2013 - 20:21

Franco@trier De.Ora parli proprio come il gringo, a te non fregherebbe nulla di quelli dell'Africa? ne hai tutto il diritto (anche inventandoti corbellerie su cannibalismo e affini)non ti interessa di chi consideri inferiori e stop. E il gringo ha fatto la stessa cosa.........certo è brutto dopo anni di lego-razzismo, sentirsi discriminati da chi si crede superiore a noi...................c'è sempre uno più a nord di te.. o te ne fai una ragione o cambi mentalità.

Diogene777

Dom, 11/08/2013 - 18:19

bene...visto che questa notizia non'è stata controllata attentamente è che risulta sfalsata...mi chiedo come date le notizie? Riporto :http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/08/11/leucemia-leggenda-del-donatore-razzista-che-avrebbe-ucciso-piccola-giada/682209/ Anche a voi la stessa tirata d'orecchie...alzate la cornetta del telefono o mandate nel loco le persone ad intervistare...il buon giornalismo è questo in special modo nei confronti di una bimba morta! Il mio più profondo cordoglio alla famiglia di Giada;sarebbe bene..... tutti si sensibilizassero per diventare d'onatori, affinchè queste tristi è brutte storie non accadano più. A chi ha pubblicato questa notizia dico solo VERGOGNA!

tanax

Dom, 11/08/2013 - 18:38

DIOGENE 777 ho letto pure io stamane della bufala. Cmq la disqussione è servita x capire che pure tra i nostri connazionali, ci sono persone come l'ipotetico gringo........non donerebbero mai per chi appartiene a una etnia che considerano inferiore. Però si arrabbiano quando scoprono che c'è qualqun altro che considerano noi etnia inferiore.