Giusti quei fischi è un grave errore chiedere scusa

Sono gli italiani le vere vittime dell'immigrazione incontrollata Costringerci a subire invasioni è una violenza inaccettabile

La società italiana è fra le più avanzate sul piano scientifico, giuridico, artistico, tecnico. Quello che non possiamo, e non vogliamo fare, è essere costretti a comportarci come se, viceversa, fossimo poveri selvaggi, privi di capacità razionali che di fronte alle calamità si gettano in terra, gridando le proprie colpe al cielo e il proprio dolore al mondo nella speranza che la prossima volta il cielo e il mondo siano più clementi. I nostri governanti perciò la smettano di comportarsi come sciamani in terra d'Africa, con bandiere a mezz'asta legate al bastone alzato a supplicare gli Dei e i minuti di silenzio invocati col triplice suono del corno. Adesso basta menzogne. Vogliamo affrontare la questione degli immigrati a Lampedusa con la razionalità con la quale siamo allenati a risolvere le questioni in Italia, non con la mentalità di chi in Africa invoca le piogge. I morti di Lampedusa non li abbiamo ammazzati noi. Non erano italiani, venivano in Italia di propria volontà, senza autorizzazione, senza un lavoro, ma anche senza una necessità assoluta di scappare: non erano inseguiti dal nemico, avevano la propria casa e, come quasi ovunque in Africa, non mancavano né di cibo né delle cose indispensabili alla sopravvivenza. L'Africa, infatti, è povera soltanto perché gli africani non fanno nulla per non essere poveri e non sono capaci di organizzarsi.

Si sono imbarcati spendendo grosse cifre sotto la spinta di specifiche organizzazioni criminali che in Africa tutti conoscono benissimo così come sanno che entrare in Italia senza autorizzazione significa mancare a quella che non soltanto in Italia, ma in ogni paese, in ogni parte del mondo, è una legge iscritta fin dalle origini della società umana nel cuore, nella mente e nel diritto di ogni essere umano: la propria casa, la propria tenda, la propria grotta, la propria tettoia, il proprio paravento, è inviolabile. Nessuno vi può e vi deve entrare senza essere invitato da colui che vi abita e non può occupare neanche lo spazio della sua ombra. Non è mai stato necessario spiegarlo perché tutti gli uomini, dall'età della pietra in poi, l'hanno sempre saputo, anche quelli che vengono a Lampedusa. Lo straniero, l'estraneo, possiede un suo «mana», lo porta con sé e, positivo o negativo che sia, non può «contagiarlo» agli altri senza che gliene sia stato dato il permesso. Il territorio dell'Italia è la casa degli italiani. In nessuna casa italiana si può entrare, neanche la polizia lo può, senza autorizzazione. Chi lo fa è un criminale che la giustizia italiana condanna, anche se non ha rubato nulla. Non c'è nessuna casa, anche piccola e povera, che non abbia, in Italia, uno stuoino davanti alla porta: lo stuoino è il segnale, non che devi pulirti le scarpe, ma che, passandoci sopra, ti decontamini per entrare in uno spazio «altro», lo spazio sacro della persona che vi abita.

I nostri governanti, giustamente contestati ieri, esercitano una terribile violenza nei confronti degli italiani costringendoli a subire ogni giorno l'invasione di stranieri e caricando sulle loro spalle le sfortune di tutti costoro come se ne fossero responsabili. I ragazzi che in classe hanno dovuto osservare il minuto di silenzio per i morti di Lampedusa se ne sono meravigliati, hanno chiesto una spiegazione ai loro insegnanti: perché? Non abbiamo mai fatto il minuto di silenzio neanche per i nostri ragazzi morti in Afganistan, eppure erano italiani, erano stati uccisi per servire l'Italia, per servire noi.

Commenti

alev

Gio, 10/10/2013 - 09:26

Concordo pienamente con quanto affermato nell'articolo. E' esattamente quello che penso io. E tanti altri insieme a me. Compresi quelli che lo pensano ma non lo dicono.. Grazie.

vito.sergi

Gio, 10/10/2013 - 09:33

Gentile Dott.ssa Magli, le confesso che ho il terrore di come potremmo risolvere questo problema usando "la razionalità con la quale siamo allenati a risolvere le questioni in Italia"... Forse questo problema è un po troppo grande per poter essere risolto con i pochi pensieri che ha espresso nell'articolo. Mi è sembrato onestamente troppo generico.

uomodonore

Gio, 10/10/2013 - 10:47

Cara ida magli, Unn articolo cosi stupido non lo ho mai letto.(per i nostri ragazzi morti in Afganistan, eppure erano italiani, erano stati uccisi per servire l'Italia, per servire noi)Non servivano l'Italiali, e nemmen me,erano invasori.Li non abbiamo niente da cercare.2 Il minuto di silenzio per persone morte,anche se non erano italiane,significa avere rispetto della vita,e la pieta per te e una parola sconosciuta.3 Sai quanti italiani nella nostra storia sono illegalmente espatriati? per la fame.4 Se sei nata Italiana,il merito non e tuo,potevi anche nascere cittadina russa. Saluti

Ritratto di mina2612

mina2612

Gio, 10/10/2013 - 11:38

Grazie Ida Magli per questo articolo, peccato che i faziosi non lo leggeranno! - Perchè un Letta deve ricevere insulti a Lampedusa malgrado l'Italia stia facendo, come ha sempre fatto, l'impossibile per i migranti, mentre un BARROSO può sfilare in pompa magna che, oltre ad essere presidente della commissione Europea (mai alzato un dito), E' SPAGNOLO, OSSIA QUELLA NAZIONE CHE NON FA ENTRARE I MIGRANTI E SE QUALCUNO CI TENTA, SPARA LORO ADDOSSO??? Questa è la grossa vergogna! Insultare un Paese come l'Italia ed accettare il razzismo imposto dal resto del mondo! VERGOGNA, VERGOGNA CONTESTATORI dei miei stivali!

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Gio, 10/10/2013 - 11:39

Servilismo di Letta e dell'intero governo che, non dimentichiamocelo mai, il centrodestra con tempi e modalità quantomeno sospette ha contribuito a confermare. Dopo la "Vergogna" di Francisco questa è una delle manifestazioni più demenziali compiute da un capo di esecutivo.

dare 54

Gio, 10/10/2013 - 11:51

Pienamente d'accordo con il buonsenso dell'articolo. Pietà si, pietismo no. Se dovessimo osservare un minuto di silenzio per ogni morto (solo di morte violenta? E perchè non pure i morti di malattia, o anche di vecchiaia?) del globo (e non solo quelli morti sulle nostre coste sud, perchè dovremmo piangere solo loro?), saremmo muti da secoli! E, al di là della tragedia che colpisce e fa male, è vero, nessuno ha costretto nessun altro a fare le sue scelte.

antidoto

Gio, 10/10/2013 - 12:15

Kyenge = anticostituzionale | Il dovere dello Stato è quello di tutelare i diritti dei suoi cittadini, in questo caso gli italiani. La Kyenge come ministro non fa eccezione, anzi dovrebbe dare il buon esempio. Era prevedibile che una persona con alle spalle una storia come la sua non avrebbe colto il proprio compito di ministro. La Kyenge sta venendo meno ai suoi compiti istituzionali. Sta facendo gli interessi degli stranieri, NON cittadini dello Stato italiano, anzi, sta addirittura compromettendo i diritti degli italiani. “È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l'eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l'effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all'organizzazione politica, economica e sociale del Paese.” (art. 3, comma 2 della Costituzione) Kyenge & Co. stanno facendo esattamente l’opposto. La loro priorità non sono gli italiani, ma gli stranieri. È talmente palese…

antidoto

Gio, 10/10/2013 - 12:17

Mandiamoli in Vaticano. Lì hanno un manager così buono e comprensivo...

gianni.g699

Gio, 10/10/2013 - 12:20

Concordo pienamente con l'articolo... E aggiungo che i nostri politici sono una massa di venduti e ipocriti ... FANNO VERAMENTE SCHIFO !!!

Ritratto di antonio4747

antonio4747

Gio, 10/10/2013 - 12:57

Non ho nulla da aggiungere. Applausi convinti alla giornalista, era ora che qualcuno parlasse chiaramente.

benny.manocchia

Gio, 10/10/2013 - 13:01

Oppure si potrebbe rimandare indietro i barconi che entrano nelle acque territoriali italiane.Due-tre volte e le cose cambierebbero.Tutto il resto...chiacchiere.E la signora Magli ha ragione. Un italiano in usa

enzo1944

Gio, 10/10/2013 - 13:03

Il lettino jr,è solo un yes-man dei massonacci europei che comandano la CEE,per conto di Banche d'affari USA,CEE e Potentati Eco/Finanziari(Krupp,Rothschild,Agnelli,Bilderberg,Trilaterale,Aspen Institute etc)!..il tassatore monti è il massone,gran consigliere di questi "banditi",che coordina tutte le attività del Governo Italiano(è stato imposto da Obama,Merkell e banche USA(dopo aver fatto fuori Berlusconi) al napoletano del Colle(anche lui massone rosso con dalema,bindi,fassina,colaninno etc.)!.....e ieri il lettino ha chiesto scusa a tutto il mondo per i 300 morti.......!!.....Chieda pure scusa alle coscienze degli Italiani,ma si domandi perchè nessuno di questi poveracci va in Spagna,in Grecia,a Malta,in Portogallo,in Albania,o in Turchia!....perchè vogliono passare tutti dall'Italia???.....se lo domandi.....e si dia le risposte(che conosce benissimo),.......IPOCRITA LETTA JR!!...sempre bravo a fare le sceneggiate massoniche,.....ma guai a mollare il potere(ed i soldi)!!

Soldato

Gio, 10/10/2013 - 13:37

Leggere Luttwak, i rimedici sono. Ma con un altro governo!!!

Ritratto di oldpeterjazz

oldpeterjazz

Gio, 10/10/2013 - 13:55

uomodonore ??? Ma con quale coraggio ti metti un nome così ? Un vero uomo d'onore è, per prima cosa, una persona che ragiona; tu invece sei un povero im****lle-

Ritratto di stock47

stock47

Gio, 10/10/2013 - 14:09

Grande Ida Magli! Condivido tutto quello che ha scritto.

killkoms

Gio, 10/10/2013 - 14:15

chieder scusa ai lampedusani sì!ma ai clandestini perchè?glie loha detto il dottore di in dilarsi in 500 in uba barca malandata che ne poteva contenere nemmeno 100 in sicurezza?e pprendere oil mare dopo aver pagato,e bene,dei criminali?

aprisco

Gio, 10/10/2013 - 14:27

CONCORDO E AGGIUNGO CHE IL TUTTTO FA PARTE DI UNA STRATEGIA VECCHIA COME IL MONDO,IN GENERE IL PARASSITA VA DOVE C'è DA SUCCHIARE A SBAFO, E QUESTI VENGONO AD USUFRUIRE DI QUEL POCO BENESSERE CHE ORMAI E RIMASTO, IN QUANTO IL GROSSO I STRONZI DI SINISTRA LO HANNO FATTO SPARIRE. sONO RIMASTI I SERVIZI SCUOLE ,OSPEDALI ECC.IL GIUSTO PER UNA DISCRETA ASSISTENZA PER GLI INDIGENI RESIDENTI MA ORMAI NON NE ABBIAMO PIù DIRITTO, E PIANO PIANO VENIAMO ESTROMESSI, IN QUANTO PER I SIGNORI CATTOCOMUNISTI I VERI FRUITORI DI QUESTI SERVIZI SONO TUTTI TRANNE CHE GLI ITALIANI E PENSARE CHE I NOSTRI PADRI HANNO TIRATO SU IL TUTTO PER I PROPRI FIGLI EVIDENTEMENTE QUESTI FIGLI PER I SIGNORI STALINISTI SONO FIGLI DI PU........

Ritratto di stegalas

stegalas

Gio, 10/10/2013 - 14:30

Parole da scolpire nella pietra e da far leggere all'infinito alla pletora di imbecilli (non esiste termine equipollente) che latrano alla luna "nuove idee" che cozzano con 200mila anni di evoluzione umana. Gli imbecilli credono di poter cambiare il mondo partendo dal 1968: tra un secolo il mondo continuerà ad essere come è sempre stato e nessuno si ricorderà nemmeno di loro e del loro "nuovo mondo" fatto di sodomiti, orde di selvaggi e tizi mascherati che bruciano cantieri. Quando la gente non ne potrà più di questo delirio e capirà che lasciar fare è la cosa peggiore che si possa fare, farà pulizia. Nell'urna e fuori dall'urna...

aprisco

Gio, 10/10/2013 - 14:38

QUOTO MENPHIS: IO HO PERSO L'INTERA PASSATA GENERAZIONE PER UNA GUERRA CHE NON ERA INEVITABILE PERò NESSUN AVVENIMENTO SPORTIVO PASSATO E PRESENTE HA MAI ONORATO, E NON VEDO PER QUALE MOTIVO BISOGNA INCHINARSI PER DEI TRADITORI CHE ABBANDONANO LA LORO TERRA IN BALIA DI CRIMINALITA E DITTATURA LASCIANDO I PROPRI SIMILI AD ARRANGIARSI.

Ritratto di stegalas

stegalas

Gio, 10/10/2013 - 14:41

NIMBY, NIMBY, NIMBY... Not in my back yard, "non nel mio cortile"... Quante volte abbiamo sentito questa espressione dai signorini che non tollerano nulla. NO-TAV, No-Dal Molin, No-MUOS, No-Vat, No-rigassificatori, No-inceneritori, No-nucleare, No-F35 e via dicendo... Bene, visto che l'invasione grava pesantemente sul cortile degli italiani, costringendoli a convivere con selvaggi di ogni risma, perché non esiste il diritto di gridare No-migranti? Per la legge anticostituzionale (perché viola i principi costituzionali di libertà d'espressione) scritta tra una telefonata e l'altra con la Mafia? Chi può costringere chi a trovarsi vicino ad accampamenti di ladri patentati o a letamai igienico-culinari di altre etnie? L'italiano c'era prima, cari pagliacci sodomiti brussellini, non dimenticatevelo... NOT IN MY BACK YARD! VOGLIAMO SCEGLIERE E SELEZIONARE CHI PUO' STARCI ACCANTO, NON VEDERCELO IMPORRE DA CHISSA' CHI...

acam

Gio, 10/10/2013 - 15:56

non ho letto un pensiero, una frase, una parola, una sillaba, una lettera capaci di illustrare l'immane tragedia che si sta svolgendo. l'unico che ha mantenuto la sua parola quando ha minato la prima nave americana, è stato bin laden, quello si che ha capito come darci filo da torcere. Permessi di soggiorno, patti bilaterali o internazionali bazzecole, contro il potere vince solo la guerriglia, vincono i disarmati apparentemente non violenti ma altrettanto invasori, come lo sono le nostre truppe anche se vanno a nome dell'onu, chi è l'onu se qualcuno non lo vuole? quando il paradiso è raffigurato come luogo pieno di vergini, non ci dovrebbero esse madri o dovrebbe essere pieno di madonne...

gigo52

Gio, 10/10/2013 - 15:59

uomodonore purtroppo tu invece sei nato in italia e ne dobbiamo subire le conseguenze, non hai capito niente dell' articolo

Ritratto di fritz1996

fritz1996

Gio, 10/10/2013 - 16:09

Ieri Letta ha chiesto scusa "a nome del popolo italiano". Bene, non lo ha chiesto a nome mio e - a giudicare dai commenti non su questo blog, che può essere di parte, ma su quello del più grande giornale italiano - nemmeno a nome della grande maggioranza degli italiani. Si vede allora che ha chiesto scusa a nome proprio, di Alfini e dei loro padroni di Bilderberg e di Bruxelles.

aprisco

Gio, 10/10/2013 - 16:16

stegalas quoto alla potenza massima. sai a volte mi sembra di essere solo poi sento questa musica e mi rincuoro e so che ciò che penso è giusto

orso bruno

Gio, 10/10/2013 - 17:08

#Oldpeterjazz.Uomini d'onore si proclamano anche i mafiosi. A parte questa considerazione esiste forse un motivo per scegliere un nome come questo :dipende dal parallelo che passa per la zona dove vive il soggetto........

Altoviti

Gio, 10/10/2013 - 17:14

Finiamola di chiamarli "MIGRANTI": sono COLONIZZATORI e basta! Il vero problema dell'Italia non è il debito ma l'immigrazione. Il paese si sta autodistruggendo. I nostri governati sono complici, forse ci vogliono ridurre allo stato di schiavitù mentre loro si arricchiscono. Il Papa non ha da interferire con la politica del paese di cui è solo ospite. La chiesa pensa al suo bene, non a quello degli italiani. Vanno rimandati Tutti fuori, immigrati e politici foloesteri. Cioè già per cominciare: tutto il governo e il presidente della Repubblica per primo. Bisogna scendere in piazza e far cessare quell'oppressione sui cittadini.Bisogna spezzare quell'ideologia autolesionista.Bisogna ritrovare la nostra libertà. FUOR D'ITALIA LO STRANIER, come lo dice l'inno di Garibaldi.

gazzifam

Gio, 10/10/2013 - 17:55

uomodonore perchè non prendi una barchetta e fai la strada inversa verso la Libia?. Se muori ti faccio un'ora di silenzio

maurizio50

Gio, 10/10/2013 - 17:57

Cara Magli, quello che Lei scrive è sacrosanto!Anche quell'idiota di Letta chiede scusa! Dovrebbe chiedere scusa agli Italiani che non ne possono più di pagare tasse per mantenere i cialtroni di regime(un nome per tutti:Amato).Dovrebbe scusarsi con gli Italiani che sono costretti a tollerare farabutti di ogni risma che girano nelle strade, rubano , rapinano e depredano indisturbati, dalle case alle gioiellerie, dal rame dei cimiteri ai condotti elettrici delle cabine ENEL. E per vivere in questo splendido Paese paghiamo tasse nella misura del 53% di quanto si guadagna.Caro Letta si scusi con gli Italiani, non con gli Africani!!!!

mbotawy'

Gio, 10/10/2013 - 18:02

Per poter ottenere un giorno voti per il partito, si fa' questo ed altro.Questo e' il tristemente conosciuto sitema comunistoide. Eppure il popolo italiano sano ancora non si muove,solo proteste verbali o scritte da parte degli italiani veri,da distingure dai venduti e pusillanimi.Con l'andare del tempo, se non sara' troppo tardi,anche questi ultimi si renderanno conto del disastro.

maurizio50

Gio, 10/10/2013 - 18:05

Per tutti gli imbecilli che plaudono all'ingresso degli Africani in Italia. I nostri migliori giovani, per trovare lavoro, vanno nei paesi civili: In compenso grazie alla propaganda della Sinistra cialtrona continuiamo ad importare milioni di Africani che vogliono sbarcare il lunario a nostre spese!!Il prossimo futuro sarà dunque:gli Italiani all'estero, gliu Africani in Italia. SIAMO STUFI!!!!

Ritratto di equitaly

equitaly

Gio, 10/10/2013 - 23:03

x mezzo uomo (d'onore). Sei un deficiente patentato.

angelomaria

Ven, 11/10/2013 - 13:24

e m'aggrego con chi ha fischiato e'uno schifo davanti agl'occhi del mondo ha noi le spese i centri d'accoglienza?regolarmente bruciati clandestini sono non e' un'immigrazione sana sono solo dei poveri crisri ha cui qualcuno ha messo in testa che noi siamo un paese ricco!?la francia chide le frontier barroso viene ha fare cosa???gl'e' andata bene che siano stati solo fischi ma!CRISTO SANTO POSSIBILE CHE NESSUNO PENSI HAI NOSTRI CITTADINI CHE STANNO PASSANDO LE PENE DELL'INFERNO chi c'e' dietro no e'lontano!!!!

angelomaria

Ven, 11/10/2013 - 13:29

ed ecco dinuovo parole che spiegano la scarsa conoscenza mina2612ed ignoranza barroso e'portoghese non spagnolo e tu avresti bidogno almeno di leggere e vedere qualche tele/giornale!!!