I giudici coprono Grillo: secretata la sua condanna

La Corte d'Appello di Torino respinge la domanda di accesso agli atti della sentenza per omicidio colposo: si invade la privacy. E il leader M5S esalta i pm: "Sono con noi"

«La Corte d'Appello con ordinanza del 23/05/2014, respinge la richiesta dell'istanza inviata». Il diritto alla privacy di Beppe Grillo, benché sia un soggetto pubblico e anzi di più, il leader di un movimento politico nazionale, vale più del diritto di cronaca, quello di avere accesso alla sentenza che nel lontano 1985 a Torino lo condannò a 14 mesi per omicidio colposo plurimo. Una sentenza rievocata negli ultimi giorni infuocati della campagna elettorale, ma a cui si è fatto riferimento senza conoscerne i contenuti. Ma che rimarrà chiusa nei faldoni della cancelleria, perché la Corte d'Appello di Torino ritiene non ci sia un interesse pubblico rilevante in quella vicenda riguardante il leader M5S, e dunque respinge l'istanza di accesso agli atti. Così le voci, o le supposizioni (o le illazioni), sulla dinamica precisa di quella tragedia (Grillo perse il controllo della jeep su una strada ghiacciata di montagna, l'auto cadde in un burrone e i tre passeggeri persero la vita, mentre Grillo fece in tempo ad aprire la portiera e salvarsi), sulle responsabilità di Grillo per essersi avventurato in una stradina chiusa perché pericolosa, e nell'aver pure sfidato anche la parte ghiacciata sicuro di non correre pericoli (si difenderà dicendo di non averla vista, mentre le perizie dimostrarono che non poteva non averla vista), come pure le testimonianze rese in quel processo e finite nella sentenza di 10 pagine, resteranno tali. Quando di mezzo c'è un personaggio politico, e dunque c'è l'interesse pubblico, di solito gli archivi delle Procure e dei Tribunali si spalancano (a volte sono gli stessi magistrati a passare le carte ai cronisti amici), perché il diritto dei cittadini ad essere informati su un personaggio pubblico e politico supera il diritto alla sua privacy. Nel caso di Grillo no, gli archivi si chiudono.

L'unica sentenza accessibile è di tre anni successiva, della Cassazione, che respinse il ricorso di Grillo contro la condanna. E lì si legge: «La Corte ha individuato la colpa del Grillo nell'aver proseguito la marcia, malgrado l'avvistamento della zona ghiacciata (...) larga 30 metri e avvistabile 4 o 5 metri prima. Mentre avrebbe avuto tutto lo spazio per arrestare la marcia, scendere, controllare, retrocedere o quantomeno proseguire da solo». Invece proseguì con a bordo i due amici e il loro figlio di 7 anni, tutti morti, mentre Grillo abbandonava l'auto che scivola verso il burrone. Una tragedia spaventosa per cui la Cassazione confermava la condanna a un anno e due mesi, sospesa con la condizionale.

Pur da «pregiudicato» (come gli ha ricordato più volte Renzi, da lui accusato di dialogare con Berlusconi), Grillo vuole fare del M5S il partito dei pm, sfilando la toga al Pd, partito tradizionalmente alleato con le Procure. Grillo si è intestato l'inchiesta Expo, dicendo che la magistratura milanese «ha agito dopo che siamo andati a fare un sopralluogo sui terreni dell'Expo, perchè la magistratura si sente spalleggiata da noi». Anche sul palco in piazza Duomo a Milano Grillo ha lanciato messaggi alla magistratura, dicendo che il M5S fa il tifo per loro e che i pm sanno di avere «dieci milioni di elettori» dalla loro parte. Toni molto diversi dal passato, quando Grillo elogiava la Forleo, pm «vittima» del Csm, o anche solo da poco tempo fa, quando Grillo è stato indagato dalla Procura di Torino per l'inchiesta sui No Tav ed è partito all'attacco: «Questa magistratura fa paura! Io che sono un comico ho più di ottanta processi!».

Intanto la galoppata elettorale di Grillo si chiude a Roma, in una piazza San Giovanni gremita. «Mi hanno dato la targa del delinquente ma io sono una persona per bene e non avrò mai alcuna carica istituzionale. E quel che dico lo mantengo» urla Grillo, che nei giorni scorsi ha dovuto smentire Casaleggio che aveva candidato lui e se stesso a ministri. «Hanno paura di un processino on line... Ma è un gioco, avremo pure diritto a uno “sputo digitale”». Così innocente che persino «Papa Francesco si è iscritto al blog» di Grillo. Poi il cazzotto a Renzi: «Mi rivolgo a suo padre, se lo riporti a casa. Vedrete come si stupiranno il 26 maggio».

Commenti
Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Sab, 24/05/2014 - 10:20

si è messo d'accordo con i massoni europei, se vince obbedirà ai loro ordini in cambio del potere politico. Se non uscite dall'euro morirete di fame sopratutto i vostri figli.

Ritratto di StraVinciamoNoi.

StraVinciamoNoi.

Sab, 24/05/2014 - 10:21

FORZA BEPPE!!!

El Chapo Isidro

Sab, 24/05/2014 - 10:27

Un delitto involontario commesso nel 1985 ( quando molti nuovi elettori non erano manco nati)...non avete altro a cui attaccarvi? Un pò pochino per cercare di diffamare qualcuno, a proposito attenzione che secondo la giurisprudenza italiana il termine assassino può essere usato solo verso coloro che hanno commesso un delitto volontario, al massimo Grillo può essere definito come omicida involontario, chi lo chiama assassino può essere denunciato per calunnia e diffamazione e pare che gli avvocati di Grillo stiano preparando una serie di denunce verso berlusconi e questo giornale che comunque è abituato a pagare milioni di euro per diffamare costantemente gli avversari dell'ex-cavaliere.

tudai53

Sab, 24/05/2014 - 10:35

Fatti accaduti 30 anni fa!! Perfetto! Perchè non verificare anche i fatti dal 1975 del signor Silvio Berlusconi? i finanziamenti di origine ignota del ex cav?

Guido_

Sab, 24/05/2014 - 10:37

I giudici comunisti coprono un uomo di destra come Grillo. Questi giudici comunisti sono veramente imprevedibili.

Il giusto

Sab, 24/05/2014 - 10:37

La bassezza del giornale scende ogni giorno a profondità sbalorditive!E i commentatori che non se ne accorgono aiutano nello scavo!P.s. non voto Grillo,ma utilizzare una tragedia come arma è da vigliacchi!!!

tudai53

Sab, 24/05/2014 - 10:38

a Grillo li è successo un fatto, anzi due, e voi ora state facendo tutto il possibile per gettare fango a lui, cominciate a verificare le decine di fatti successi al signore di Arcore!!

salvatorico

Sab, 24/05/2014 - 10:45

Falso in bilancio no reato, legge Cirielli , prescrizione breve, prescrizione lunga, emittenze gratis per le televisioni di proprietà, corruzione di giudici, corruzione di parlamentari, corruzione di testimoni, frode fiscale, induzione alla prostituzione minorile, sono solo una piccola parte delle perle dell'eroe d'Italia: tutto risolto in una sfilata di macchine una volta alla settimana scortato e blindato dai carabinieri.Questa è la giustizia italiana.

giovauriem

Sab, 24/05/2014 - 10:46

non è che i pm stanno con te, i pm stanno dove credono che c'è un posto al sole

peppe1944

Sab, 24/05/2014 - 10:46

Gentilissimo Bracalini, Le auguro un magnifico weekend a 5 Stelle. In Alto i Cuori VINCIAMONOI MoVimento 5 Stelle

Anonimo (non verificato)

Mobius

Sab, 24/05/2014 - 10:50

Della serie: I nemici dei miei nemici sono miei amici.

Enrico Garibaldi

Sab, 24/05/2014 - 10:51

FORZA BEPPE !!!

elio2

Sab, 24/05/2014 - 10:55

Nel caso la sentenza avesse riguardato Berlusconi, i compagni magistrati ne avrebbero imposto la pubblicazione anche sui principale giornali stranieri, oltre che Italiani. Però visto che il Renzi, almeno a parole ha promesso che vuole riformare questa magistratura da quarto mondo che ci ritroviamo, Grillo deve averli invece rassicurati che una volta chi il M5S sarà al potere NON ci saranno riforme che possano impedire la continuazione di questo catastrofico trend giudiziario, chiaramente agli interessi della nazione non gliene frega nulla né al cri-cri e tanto meno ai compagni magistrati che possono continuare a decidere chi deve governare il Paese e chi no. Qualcuno ha ancora dei dubbi che il M5S non sia solo un'ala della sinistra più radicale, becera e inutile di sempre?

denteavvelenato

Sab, 24/05/2014 - 11:04

Bè, che dire, sempre coerente il giornalino, un paio di mesi fa in occasione della sentenza per la violazione dei sigilli di una baita in val di susa che vedeva imputato Grillo insinuavate che le cattivissime toghe rosse si interessassero a lui per favorire il pd, ora da toghe rosse sono diventate a 5 stelle, d' altronde seguite la linea del vostro padrone, visto che dal pericolo delle sinistre dal quale lui ci ha salvato in più occasioni, ora si è passati al pericolo grillista, che dire, qualcuno abboccherà anche a questa, come a quella dela pensione a 1000 euro.

Il giusto

Sab, 24/05/2014 - 11:05

La bassezza del giornale scende ogni giorno a profondità sbalorditive!E i commentatori che non se ne accorgono aiutano nello scavo!P.s. non voto Grillo,ma utilizzare una tragedia come arma è da vigliacchi!!!

salvatorico

Sab, 24/05/2014 - 11:05

Siete solo SARCOFAGHI AMBULANTI!FORZA BEPPE FORZA BEPPE FORZA BEPPE FORZA BEPPE

nino47

Sab, 24/05/2014 - 11:09

Piantatela....siete ridicoli!!!

roberto.morici

Sab, 24/05/2014 - 11:09

Fatemi capire: si può ancora dire, o no, che questo individuo sia un pluriomicida?

Efesto

Sab, 24/05/2014 - 11:13

Quale sorta di politica farebbe codesta accolta di onesti uomini tecnici, per fortuna non ci è dato sperimentare, perché non mai la storia ha attuato quell’ideale e nessuna voglia mostra di attuarlo. (…) E’ strano (cioè, non è strano, quando si tengano presenti le spiegazioni psicologiche offerte di sopra) che laddove nessuno, quando si tratti di curare i propri malanni o sottoporsi a una operazione chirurgica, chiede un onest’uomo, e neppure un onest’uomo filosofo o scienziato, ma tutti chiedono e cercano e si procurano medici e chirurgi, onesti o disonesti che siano, purché abili in medicina e chirurgia, forniti di occhio clinico e di abilità operatorie, nelle cose della politica si chiedano, invece, non uomini politici, ma onest’uomini, forniti tutt’al più di attitudini d’altra natura. Firmato Benedetto Croce. Caro StaVinciamoNoi vedo con tristezza che molti italiani non sanno nemmeno comprendere che l'arte della politi ha come fine il BENE della popolazione e la parola BENE comprende anche l'onestà. Quando invece l'obiettivo è solo l'onestà lo stato reale si trasforma in stato etico. Il politico più onesto, senza ruberie, totalmente dedito alla nazione, privo di interessi personale (che non siano ovviamente l'orgoglio e la presunzione) è stato Hitler!

MALEFICO59

Sab, 24/05/2014 - 11:20

Minchia alla faccia della tanto decantata trasparenza dei grillipecoroni, fosse stato per altra persona e non faccio nomi avrebbero fatto uscire un libro........ahahahahaah BUFFONI fino nell'anima, ma chi va appresso ad un buffoni ti aspetti serietà???????? C'è un detto in siciliano che recita, "CHI E' PIU' TESTA DI MINCHIA CARNALIVARI? O CHI CCI VA APPRIESSU?" Signori cari a voi l'ardua sentenza.............. Comunque anche se nascondono il buffone sempre assassino rimane e pluripregiudicato... questa è la pura e semplice verità, tutto il resto è noia e chiacchiere........

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Sab, 24/05/2014 - 11:21

E' partita l'operazione Lecca-lecca.

angelomaria

Sab, 24/05/2014 - 11:52

sempre condannato sei caro grillo condoni evasione fiscale eglultimi cos'eranoquattro mesi poi parli di morale w ancora non hanno spulciato per bene il casareggio non vrdo l'ora e ne usciranno altre belle!!!

Ritratto di rapax

rapax

Sab, 24/05/2014 - 11:53

e il 5s diede il c..alla magistratura, ben consapevole, che oggi in Italia senza la magistratura(controllata dai poteri lobbistici) non vai da nessuna parte..ha mandato alla stessa un messaggio non di sx..ma comunista, ergo siamo dei vostri..e riformare la stessa non ci passa per la capa..quindi benvenuto 5s nel carro dei "protetti" ruffiani

Roberto Casnati

Sab, 24/05/2014 - 11:59

Il capo dei 5stalle era un noto ...... che, al momento del fatto, era in preda a vari "fumi". Perché i magistrati secretano questi fatti, mentre, per legge e per la costituzione le sentenze, tutte le sentenze, sono atti pubblici? Perché di un cittadino, se si chiama Berlusconi, si pubblicano gli atti di processi in corso, si pubblica persino quante volte al giorno fa pipì o con chi va a letto e per Grillo si secretano atti pubblici come fossero segreti di stato? Vien da pensare che dietro quegli atti pubblici ci sia molto, moltissimo marcio nel quale è pesantemente coinvolto il PD, che a suo tempo si servì di Grillo,e che, quindi ora, tramite magistrati compiacenti, nasconde gli scheletri nell'armadio!

carpa1

Sab, 24/05/2014 - 12:02

Certo, anche i delinquenti hanno una loro privacy! Ne deriva che Berlusconi non è un delinquente, visto quanto hanno lasciato uscire dai palazzi sul suo conto senza che mai, e ripeto, MAI NESSUNO si sia sentito in dovere di secretare alcunchè o perseguire chi ha rilasciato la valanga di informazioni che hanno fatto la fortuna dei media negli ultimi vent'anni.

vincenzo1956

Sab, 24/05/2014 - 12:03

ero un elettore di cdx.ripeto ero.dopo tutto cio' che e' stato buttato addosso a grillo rilevo che: gli e' stato dato dell'omicida per un incidente stradale ( !!!!) e relativa condanna per omicidio COLPOSO ( rilevo che in Italia con una tale condanna si puo' fare il poliziotto,l'avvocato,il magistrato e via dicendo. Gli e' stato dato dell'evasore ( !!!!) Gli e' stato dato dell'Hitler e Stalin Gli e' stata data la responsabilita' dello spread che torna a salire Gli e' stata data la responsabilita' di futuri disordini di piazza. Avete dimenticato che se Grillo vince verra' ripristainato il cannibalismo e lo Jus primae noctis. Ma fatemi il piacere !!!!!

torodamonta

Sab, 24/05/2014 - 12:08

Soltanto per Berlusconi non c'è il diritto alla privacy.

Ritratto di perigo

perigo

Sab, 24/05/2014 - 12:08

La Spectre giudiziaria colpisce ancora: la magistratura in questo Paese continua a fare politica attiva senza averne alcun titolo!

Tino Gianbattis...

Sab, 24/05/2014 - 12:15

La Costituzione della Repubblica Italiana Principi fondamentali Art. 1 L'Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro. La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione. Art. 2 La Repubblica riconosce e garantisce i diritti inviolabili dell'uomo, sia come singolo sia nelle formazioni sociali ove si svolge la sua personalità, e richiede l'adempimento dei doveri inderogabili di solidarietà politica, economica e sociale. Art. 3 Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali. È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l'eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l'effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all'organizzazione politica, economica e sociale del Paese.

titina

Sab, 24/05/2014 - 12:23

Ah,ah, ah, la trasparenza di grillo ( e di casaleggio che teme un dossier su di lui). la trasparenza va bene, ma solo per gli altri

torodamonta

Sab, 24/05/2014 - 12:24

Soltanto per Berlusconi non c'è il diritto alla privacy.

giovanni PERINCIOLO

Sab, 24/05/2014 - 12:26

E' l'evoluzione dei tempi, si direbbe che dal famoso "cane non mangia cane" siamo ormai al "buffone non mangia buffone"!

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Sab, 24/05/2014 - 12:35

oh... ma allora c'è la prova che la magistratura è politicizzata :-) a berlusconi non hanno secretato un bel niente, a grillo si. strano vero? :-) chissà perchè....

Charles buk

Sab, 24/05/2014 - 12:43

Bello sarebbe conoscere il nome del pistola che ha chiesto l'accesso agli atti.

davidebravo

Sab, 24/05/2014 - 12:47

Insieme ad Indro avete perso un ingrediente fondamentale per un giornale di destra: la classe.

Ritratto di marystip

marystip

Sab, 24/05/2014 - 12:50

Non ci voleva uno scienziato per capire che i Giudici Rossi stessero con Grillo. Stravincerete pure ma straignoranti resterete.

killkoms

Sab, 24/05/2014 - 12:55

alla faccia della legge uguale per tutti!non sarà una controparte per il no (fondamentale) dei grullini alla responsabilità civile dei grembiuloni?

Ritratto di RaddrizzoLeBanane

RaddrizzoLeBanane

Sab, 24/05/2014 - 13:09

Il CHAPO ISIDRO era un assassino delinquente messicano..che infatti difende e condivide il valori di Adolf Grillo..chi si somiglia si piglia..

agosvac

Sab, 24/05/2014 - 13:17

Mi sembra piuttosto strano che un tribunale possa di sua volontà "secretare" una sentenza! Credevo che i processi, in Italia, fossero pubblici e che tutti potesssero assistere e, successivamente, prendere atto delle sentenze. Siamo sicuri che questo non sia contro la legge????? Intendo la "legge italiana" non quella della magistratura!!!

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Sab, 24/05/2014 - 13:19

ipocriti! :-) la sinistra è ipocrita, la magistratura è ipocrita e pure grillo è un ipocrita, oltra ed essere un omicida e un buffone :-)

soldellavvenire

Sab, 24/05/2014 - 13:21

già.. e indovina CHI voleva ficcare il naso nelle cose di grillo? ma il grande giornalista!

honhil

Sab, 24/05/2014 - 13:22

Ieri ed anche oggi, dell’uomo pubblico Berlusconi, si potevano e si possono contare anche i peli del culo e i pm plaudivano e plaudono in nome della massima trasparenza. Per gli altri ieri come oggi si tirava e si tira su il muro della privacy. Non c’è niente di più bello che una legge ad elastico a servizio di una ferra ideologia.

soldellavvenire

Sab, 24/05/2014 - 13:34

la riservatezza negli atti giudiziari è d'obbligo per un privato cittadino, che sia idraulico o fondatore di un partito politico: è invece un pretesto per un ex presidente del consiglio, ex senatore ed ex deputato della Repubblica per il quale NON DEVE ESISTERE

grullino

Sab, 24/05/2014 - 13:49

Grillo è un "PREGIUDICATO"

Aldabra

Sab, 24/05/2014 - 14:00

a causa sua un bambino di 7 anni è diventato orfano. non esiste giustificazione

lakos29

Sab, 24/05/2014 - 14:11

@El Chapo Isidro Berlusconi è stato condannato perché nonostante non comandasse più le sue aziende, da quando è in politica il controllo lo hanno i figli, lui non poteva non sapere. quindi lo hanno condannato per un reato commesso da altri, anche perché non credo tenesse lui i conti della società e si sia affidato a un valido studio commerciale. quindi tu dici che Grillo nonostante i cartelli di pericolo non l'abbia fatto apposta, e posso crederti, perché nessuno vuole fare incidenti. però non trovo giusto, allora, il trattamento riservato dai giudici ad una persona che solo di nome è proprietaria di un'azienda. ti faccio presente che il commercialista che tiene i conti per il 730 di mia madre garantisce che in caso di errore i c...i sono suoi.

lakos29

Sab, 24/05/2014 - 14:15

@denteavvelenato se lei non crede alle pensioni da 1000€ io non credo al reddito di cittadinanza da 1000€ circa.

lakos29

Sab, 24/05/2014 - 14:19

@vincenzo1956 ma non si può fare il bidello nelle scuole.

Ritratto di Gigliese

Gigliese

Sab, 24/05/2014 - 14:19

Allora,Kompagni adesso non riderete più, anzi TREMATE, i magistrati hanno altro sponsor e faranno il mazzo anche a voi (già hanno iniziato).

Ritratto di RaddrizzoLeBanane

RaddrizzoLeBanane

Sab, 24/05/2014 - 14:19

I magistrati da sempre interpretano le leggi per gli amici e le applicano alla lettera per i nemicii..Grillo e' considerato un'amico perché in realtà è a capo di un movimento senza arte ne parte..i poteri forti amici dei magistrati lo usano per distruggere..poi gli spiegheranno nei dettaglio cosa dovrà fare per "ricostruire".. l

petra

Sab, 24/05/2014 - 14:21

Il delitto commesso da Grillo è stato involontario ancorchè doppiamente colpevole, in quanto ha rischiato sapendo di farlo, ma non parlerei di assassinio. Quello che non mi piace dell'uomo Grillo e lo sto capendo in questi giorni, è la completa indifferenza che ha dimostrato rispetto alla morte di tre persone sue amiche, di cui un bambino, e l'assoluta noncuranza per la l'unica bambina sopravissuta della famiglia che allora aveva 8 anni (ora 39). Questo è quello che fa di lui un uomo cinico e privo di umanità.

michele 71

Sab, 24/05/2014 - 14:37

Quanta "grullini" che seguono il Giornale. Come tocchi il loro mentore si riscaldano. Il Giornale ha fatto un'inchiesta, di parte perchè fatta da un giornale di ispirazione liberale, sulle passate condanne di Grillo da cui emerge questa verità che con la sua condotta ha procurato la morte dei passeggeri della sua macchina. Come quando ha condonato una piccola somma in nero. Potete arrampicarvi sugli specchi ma quelle cose li ha fatte e come lui fa le pulci agli altri deve subire che gli altri fanno le pulci a lui. Perchè se li fate voi o i vostri amici sono inchiste e se li fa il Giornale sono macchie di fango? Basta. Qui di innocente ce n'era uno ma lo hanno crocifisso duemila anni fa. Beppe è un uomo come gli altri e come tale è debole alle tentazioni. I politici devono essere onesti ma soprattutto capaci e su quest'ultimo punto non sono molto convinto delle sue idee. In primis il reddito di cittadinanza un modo per foraggiare tanti sfaticati come una parte del suo elettorato. Mi ricorda molto l'Italia dei Valori che dopo qualche tempo si è sgonfiata.

maverick100

Sab, 24/05/2014 - 14:44

state a raschia' il fondo del barile. Parliamo di un fatto privato del 1981. A che serve? A togliere 4 voti a grillo? FI è destinata all'estizione. Fatevene una ragione

thepaul

Sab, 24/05/2014 - 14:46

E allora? Quale sarebbe l'utilità pubblica nel sapere come è andata? Hanno fatto bene i giudici a negare l'accesso agli atti a persone che non hanno motivo di interessarsene. Certo che appigliarsi ad un fatto, triste ma "privato", accaduto decine di anni fa significa che su Grillo non si riesce a trovare nulla e si cerca di smuovere il fango con una tragedia familiare. E questo sarebbe giornalismo?

Ritratto di michele lamacchia

michele lamacchia

Sab, 24/05/2014 - 14:55

La sentenza é un atto pubblico formato dal pubblico ufficiale nell'esercizio delle sue funzioni, produttivo di autonomi effetti …( tra le altre: CORTE DI CASSAZIONE, SEZ. VI PENALE , SENTENZA 23 settembre 2013 39192 Presidente Marasca – Relatore Mulliri). Art. 471 c.p. c 1° comma “ L’udienza è pubblica a pena di nullita° ; Art. 536.Pubblicazione della sentenza come effetto della condanna: “1. Nei casi previsti dall'articolo 36 del codice penale, il giudice stabilisce nel dispositivo se la sentenza deve essere pubblicata per intero o per estratto e designa il giornale o i giornali in cui deve essere inserita” Art. 545.Pubblicazione della sentenza. “1. La sentenza è pubblicata in udienza dal presidente o da un giudice del collegio mediante la lettura del dispositivo”. V. anche Art. 36 Codice Penale: Pubblicazione della sentenza penale di condanna. La secretazione della sentenza penale (atto pubblico) dovrebbe fare aprire gli occhi e drizzare le orecchie a tutti. O no? Chi se ne compiace è solo un grillino ma non è del popolo italiano. Quando si dice la cieca faziosità!

jakc67

Sab, 24/05/2014 - 14:58

Ricapitolando ci ritroviamo di fronte ad un movimento sostenuto dai black block e dalle procure.. bello, chissà che futuro luminoso ci aspetta...

Ritratto di RaddrizzoLeBanane

RaddrizzoLeBanane

Sab, 24/05/2014 - 15:44

jakc67 "Ricapitolando ci ritroviamo di fronte ad un movimento sostenuto dai black block e dalle procure"..adesso capisci anche perchè i BlackBlock non vengono arrestati o quando sono al gabbio vengono regolarmente rilasciati..hai capito da che parte stanno i magistrati e qual'è il partito che sintetizza il legame?..Lo ha detto anche Adolf Grillo..i magistrati sono con noi..

Ritratto di RaddrizzoLeBanane

RaddrizzoLeBanane

Sab, 24/05/2014 - 15:50

RaddrizzoLeBanane "I magistrati da sempre interpretano le leggi per gli amici e le applicano alla lettera per i nemici.."..perchè le intercettazioni di Silvio secretate...finivano regolarmente e illegalmente nelle redazioni di Repubblikonza e del Fatto..non si sa come..e invece atti pubblici come le sentenze passate in giudicato..non devono essere accessibili?

biboy

Sab, 24/05/2014 - 15:58

MA VERAMENTE CHE PENA !!!!!

mizio49

Sab, 24/05/2014 - 16:06

Lo tengono per le palle con tutti gli scheletri nascosti nell'armadio che ha (evasione, società estere...) e lui fa quello che gli dicono di fare e non parla mai di cambiare il sistema giudiziario.Vi siete mai chiesti perché tutti questi arresti a dx e sx ed a lui niente?Meditate grillini sciocchi, meditate!!.

Zanello Piero

Sab, 24/05/2014 - 16:14

Ma quanti commenti favorevoli a uno sgradevole e maleducato ex-comico schizofrenico!!! Ora è diventato un tragi-comico. Fatevi un esame di coscienza, se siete in grado di farvelo!!!

Mannik

Sab, 24/05/2014 - 16:46

@Michele Lamacchia - Forse è meglio se si documenta prima di fare l'avvocato dai da te. Le cita le situazioni di pubblicazione della SENTENZA. In questo caso era stata fatto richiesta di accedere agli ATTI che hanno portato alla condanna.

giseppe48

Sab, 24/05/2014 - 16:50

non bisogna criticare la magistratura loro sono i perfetti i santi i giusti noi tutti merde escluso la sinistra e il pagliasccio di grillo

giseppe48

Sab, 24/05/2014 - 16:53

se votate beppe grillo siete da TSO

Ritratto di RaddrizzoLeBanane

RaddrizzoLeBanane

Sab, 24/05/2014 - 16:53

RaddrizzoLeBanane "I magistrati da sempre interpretano le leggi per gli amici e le applicano alla lettera per i nemici.."...questa situazione me ne ricorda un'altra..in quel caso il protagonista era un fallito che si era appropriato di una casa a Montecarlo..lasciata in eredità al partito..e allo stesso indebitamente sottratta grazie a operazioni illegali in paradisi offshore...anche in quel caso i magistrati amici tennero nascoste le carte che dimostravano come Finito fosse indagato...il tempo ci ha fatto inequivocabilmente capire perchè..era una pedina (poi sacrificata perchè non più utile)di un complotto ordito dal capo del CSM per far fuori il Leader eletto legittimamente dal popolo..complotto che continuò con il colpo di stato del settembre del 2011..e si completò con la condanna farsa e alla decadenza da Senatore del Mitico Silvio...con il rifiuto della richiesta di grazia motu propriu..e con il tradimento dell'inutile Arfano e il Nuovo Centro Democristiano..I FATTI SONO DI UNA LIMPIDEZZA ASSOLUTA..Adolf Grillo e la sua setta di sfigati faranno la stessa fine degli altri Utili Idioti..Arfano, Matteo Fonzi (che il Bolscevico 90enne ha voluto al potere al posto dell'ennesimo utile idiota che ha fallito..Letta!!)..FORZA SILVIO, FORZA ITALIA!!!

vince50_19

Sab, 24/05/2014 - 17:00

Il giusto - Ma quale bassezza: il suo sdegno rasenta il ridicolo! Adesso aspettiamo che segretino, se Grillo sarà giudicato colpevole, anche gli esiti dei rimanenti 80 processi che costui ha sul groppone. Invece per "qualcun altro" saltavano fuori verbali di ogni genere ancor prima che la sentenza non solo non passasse in giudicato, ma che si iniziasse il processo. Qui naturalmente lo sdegno in lei si è trasformato in pura goduria. Alla faccia della dea bendata!!!

ciannosecco

Sab, 24/05/2014 - 17:07

"Mannik"Lei ha perfettamente ragione,la sentenza definitiva della Cassazione che condanna Grillo per pluriomicidio,è più che sufficiente.

Maximo.Meridio

Sab, 24/05/2014 - 17:37

giudici compagni

Maximo.Meridio

Sab, 24/05/2014 - 17:43

i judici sono compagni. e voi comunisti e M5stalle siete da prendere a schiaffoni

Ritratto di marcello.sanna

marcello.sanna

Sab, 24/05/2014 - 18:04

Secretare a corrente alternata è tipico delle toghe. Successe anche per la quella che trombava in ufficio con fiancheggiatori dei criminali brigatisti. E per la toga pedofila beccata in flagrante e poi assolta. Aspettiamo le prossime elezioni politiche: non avranno più la scusa di Berlusconi per opporsi alla legge sulla responsabilità civile dei magistrati. E per la sua retroattività.

elio2

Sab, 24/05/2014 - 18:04

Vedere i commenti dei sinistrati prendere posizione in favore del cri-cri da veramente a pensare di quanta ignoranza uno deve poter disporre per non accorgersi di essere stato preso per il culo dai compagni da almeno 70 anni per indurlo a stare al servizio di una strampalata e ovunque sempre fallimentare ideologia che ovunque imposta ha sempre e solo fallito.

MALEFICO59

Sab, 24/05/2014 - 18:05

Grillo paga i suoi accoliti che con nik differenti dicono sempre le stesse cose, criticano questo giornale, danno del pregiudicato a Berlusconi, omettendo di dire che il loro padrone è pluripregiudicato, che vinceranno anzi stravinceranno, SI IL MONGOLINO DI PLATINO, ecc ecc ecc. Ma dico io se reputano questo giornale un giornalino o peggio altro che cazzo ci stanno a fare a leggere gli articoli e commentarli solo criticandoli, vadano a leggere repubblica il fatto quotidiano e altri giornali di loro gradimento, che per coerenza la pensano come loro o manca loro la coerenza??? sicuramente si. X maverix 100 vede caro signore noto con un certo ribrezzo che per lei avere cagionato la morte di tre persone è del tutto irrilevante, ma chiama pregiudicato Silvio Berlusconi per un reato assolto a Roma e condannato a Milano che tra l'altro non doveva essere interessato, mentre coloro i quali hanno firmato i bilancii sono stati assolti, evidentemente era necessario colpire Silvio Berlusconi per cercare di eliminarlo dalla scena politica. Lei dice che Forza Italia è destinata a sparire e dobbiamo farcene una ragione, ma purtroppo per lei e per i suoi amichetti devo darle una bruttissima notizia quelli di Forza Italia non sono come i grillini che seguono il comico che strilla più degli altri, NOI caro signore, siamo persone abituate a pensare con la propria testa, coerenti con quello che siamo e non ci vendiamo o crediamo a 4 starnazzi di gallina del vostro comico.

denteavvelenato

Sab, 24/05/2014 - 18:05

@lakos29 Non mi sembra di aver scritto che credo, difendo, o voto Grillo, ma quando vedo che questo giornalino fa del puro sciacallaggio, cosa non nuova del resto da parte di un giornalaccio che non si ferma neanche davanti alla morte di una ragazzina,(mi riferisco ad un altro caso) pur di far passare il padrone come vittima della giustizia, mi infervoro, saluti.

Ritratto di MACzonaMB

MACzonaMB

Sab, 24/05/2014 - 18:06

Appena possibile sarà bene trovare un sostituto a qs. giustizia..ormai uscita allo scoperto...e chi ha occhi per vedere ...veda. Forse la "famigerata" Germania ce ne potrebbe fornire all'occorrenza; seppure a pagamento si avrebbe comunque un ritorno in termini di efficienza e di immunità dalla sindrome di "franceskiello".

killkoms

Sab, 24/05/2014 - 18:12

@ilgiusto,il raglio d'asino non arriva in cielo!

Ritratto di mario.leone

mario.leone

Sab, 24/05/2014 - 19:00

I sinistronzi si sono scatenati, ma restano tali: sinistronzi. Vincerà Grillo? Vedremo!!!

Ritratto di mario.leone

mario.leone

Sab, 24/05/2014 - 19:03

Ma perché i sinistronzi non leggono i loro giornalini lasciando in pace i lettori di questo? Come dice il Grullino, modificato, Andate a Fanc....!!

mariolino50

Sab, 24/05/2014 - 19:13

Se non sbaglio sentenze e processi sono atti pubblici, come fanno a renderla segreta, che per caso si può mettere il segreto di stato anche sugli incidenti stradali, certamente la parte civile ne sarà in possesso, potrebbero divulgarla loro visto che sono le vere vittime senza giustizia.

Ritratto di Carlito Brigante

Carlito Brigante

Sab, 24/05/2014 - 19:17

Sembra che Grillo abbia fatto la pipì a letto quando aveva 8 anni ma poi la madre ha lavato il materasso per disfarsi delle prove. Io non mi farei governare mai da uno così

petra

Sab, 24/05/2014 - 19:36

Purtroppo la verità si sta manifestando palese. Da quando Grillo comincia a scoprire le carte e vengono a galla alcuni "peccati di gioventu' si è buttato palesemente piu' ancora a sinistra. Indovinate perchè?

soldellavvenire

Sab, 24/05/2014 - 20:25

RaddrizzoLeBanane - però hai ragione, la legge che impone di rendere pubblici gli atti dei pubblici rappresentanti non c'è: per ora, vedrai che si rimedierà

soldellavvenire

Sab, 24/05/2014 - 20:34

"benché sia un soggetto pubblico e anzi di più, il leader di un movimento politico nazionale" a casa mia, bracalini un "soggetto pubblico" è un funzionario, nominato od eletto che sia, della cosa pubblica: dall'assessore comunale al presidente della repubblica. grillo non ha MAI ricoperto una carica pubblica: bracalini, fazioso!

LAC

Dom, 25/05/2014 - 11:21

Eè già la 2a volta che succede: censurato un mio commento non in linea con il vs spirito ispiratore sull'argomento. Siete faziosi come gli altri e mi confermate, purtroppo, che la stampa è il 4° cancro dell'Italia inguaribile. Oltre ad essere il 4° potere. Auguri!

Ritratto di michele lamacchia

michele lamacchia

Dom, 25/05/2014 - 15:10

MANNIK, ho fatto l'avvocato per 30 anni e poi per 20 il Magistrato. In più ho una docenza in discipline giuridiche regolarmente esercitata per lo Stato per 36 anni. In effetti, ho commesso un errore, dare per scontato che fosse improbabile che ci fosse ancora qualche sprovveduto che non capisse le ragioni per le quali la secretazione di un atto pubblico (e formatosi pubblicamente) come un sentenza penale è irrituale ed illogica, per non dire peggio. Si tenga la Sua supponenza: Lei che ha fatto di bello in vita?

Ritratto di mario bonelli

mario bonelli

Dom, 27/11/2016 - 07:14

Ho sempre saputo che i processi -sia i penali che i civili- sono pubblici e che l'eventuale udienza (udienza e non processo) può avvenire a porte chiuse quando si tratta di escussione di testi particolarmente delicata o per l'ordine pubblico o per la scabrosità dell'argomento. Ma il processo in sé è ed è sempre stato pubblico, così come la sentenza e la accessibilità agli atti. Si tratta quindi dell'ennesima prevaricazione della magistratura, che ancora una volta dimostra la sua pervicace ostinazione a voler considerare sé stessa non come organo giurisdizionale, ma come soggetto politico a tutto tondo, stravolgendo a proprio piacimento norma e prassi, non so con quale fondamento giuridico.