Quella barbarie delle manette facili

Indagare su Scajola è lecito ma metterlo dentro è barbarie

Era scontato che la Cassazione confermasse la condanna a 7 anni per Marcello Dell'Utri, attualmente a Beirut, piantonato in un ospedale. Certi verdetti, anche se non si possono sapere in anticipo, si annusano. Evidentemente lo stesso Dell'Utri aveva subodorato che gli avrebbero inflitto una pena pesante, tant'è che, in attesa di conoscere il proprio destino, si era trasferito in Libano, le cui autorità ora decideranno se concedere l'estradizione. Il che non è automatico, poiché in quel Paese il reato di concorso esterno in associazione mafiosa non c'è e sarebbe una forzatura se esse, nonostante ciò, si piegassero alla richiesta italiana di rimandare in patria l'ex senatore del Pdl. In questi casi può succedere di tutto.
Non siamo in grado di stabilire se Dell'Utri sia colpevole o innocente: la sua vicenda è talmente complicata anche per gli esperti di diritto, figuriamoci per noi semplici orecchianti. Se però consideriamo che i magistrati per arrivare alla sentenza definitiva hanno impiegato la bellezza di 20 anni, sorge il sospetto che i giudici abbiano faticato a capirci qualcosa. Insomma, la sensazione è che le accuse rivolte all'imputato non fossero poi così nette e sostenute da prove inoppugnabili.
Pare che un processo durato quattro lustri meriti una citazione nel Guinness dei primati, essendo peraltro dimostrativo dell'inaffidabilità della nostra Giustizia, notoriamente bisognosa di urgente riforma, non solo perché lenta, ma pure incapace di apparire credibile. Il problema va oltre la tardiva e controversa condanna del cofondatore di Forza Italia. Come si fa a ostinarsi a tenere in piedi un sistema giudiziario barocco e farraginoso quale il nostro, che per giudicare una persona cui si attribuisce un reato le ruba preventivamente 20 anni di vita, costringendola a saltabeccare da un tribunale all'altro, a campare col cuore in gola per il terrore di essere imprigionata, a pagare parcelle su parcelle agli avvocati, ammesso che abbia i mezzi per saldarle? Non è già questa una pena dolorosa?
Nossignori. A un certo punto, quando tale persona è stata distrutta nel morale e nel fisico, si trova a dover scontare 7 anni di galera. E ci si stupisce se taglia la corda e si rifugia in Medio Oriente allo scopo di non trascorrere gli ultimi sgoccioli di esistenza dietro le sbarre? È più scandalosa la fuga o la lungaggine mostruosa dei procedimenti che l'ha provocata? Domanda: se un giudizio si trascina per 20 anni, quanti secoli ci vorranno ancora per correggere i vizi e le storture della cosiddetta giustizia?
In questi giorni campeggia sui giornali un'altra notizia di genere affine a quella che abbiamo esaminato sopra: l'arresto dell'ex ministro Claudio Scajola, accusato di aver ordito un piano finalizzato a consentire ad Amedeo Matacena di nascondersi all'estero, infischiandosene di una condanna definitiva (5 anni di carcere) per il solito concorso esterno in associazione mafiosa. Scajola, passato alla storia per la famosa casa ricevuta in dono a «sua insaputa» (assolto), sarebbe stato inchiodato da intercettazioni telefoniche (più ambigue che schiaccianti). Ovvio. Occorre fare chiarezza. Ed è ciò che i Pm tentano lodevolmente di fare.
Ma qualcuno ci spiega dove sia la necessità di trattenere in cella uno le cui malefatte non sono ancora state verificate? In circostanze simili, la risposta è la seguente: pericolo di fuga, di inquinamento delle prove e di reiterazione del reato. Scusate. Il pericolo di fuga, come insegna l'esperienza, si presenta nel momento in cui scatta la sentenza definitiva, non durante l'indagine, altrimenti l'ex ministro sarebbe scappato anche quando era in corso l'inchiesta sulla casa. L'inquinamento delle prove è impossibile se è vero che esse sono contenute nelle intercettazioni telefoniche acquisite dal Pm. Infine, la reiterazione del reato, nella fattispecie, è improbabile a meno che Scajola non abbia cambiato mestiere e aperto un ufficio per l'espatrio dei pregiudicati. Altamente improbabile.
Pertanto, i domiciliari sarebbero stati più che sufficienti. Senza contare che se il nostro tornasse a piede libero non avrebbe molte opportunità per intralciare le investigazioni. Non sarà che inconsciamente alcuni magistrati siano animati da una volontà punitiva insopprimibile per cui in dubio pro manette? C'è di che turbarsi.

Commenti
Ritratto di rinnocent637

rinnocent637

Dom, 11/05/2014 - 09:24

Sappiamo benissimo che le procure rosse agevolano i comunisti e siccome nel PD cìòè ne sono parecchi i loro misfatti vengono taciuti. Ma abbiamo anche una eccezione che se uno del nuovocantrodestra è in maggioranza PD.e pure se il tribunale a chiesto il processo ebbene lui a differenza di Scajola non lo arrestano Parlo di FORMIGONI pure se le accusa sono molto pesanti è libero di circolare e di sbugiardare anche la magistratura.

Ritratto di max2006

max2006

Dom, 11/05/2014 - 11:54

Scaiola è un poveraccio. Ha militato nel partito sbagliato. Non è amico di Fini e non ha seguito quest' ultimo nell' imbroglio di Futuro e Libertà. Non ha seguito neanche Alfano e Schifani nell' NCD. E' rimasto amico del Silvio. Tutto vero come è vero che le procure emettono avvisi di garanzia o di arresto ad orologeria. Però a pensare male si fa peccato ma a volte ci si azzecca. Perchè non è stato candidato alle europee? Perchè il Silvio di cui è grande amico gli ha detto picche? Perchè forse qualcosa cova sotto sotto? Max Piras. P.s. Aspetto comunque le conclusioni dell' inchiesta ed i processi augurandomi che sia innocente. Sperando non passino venti anni come per Dell' Utri per dimostrarlo.

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Dom, 11/05/2014 - 15:13

la barbarie sono questo tipo di politici in se,la loro atavica,immortale e camaleontica capacita''di trovare sempre fodera idonea per poggiar le chiappe,gente che ha da tanti lustri una doppia scorta che utilizza come facevano i signorotti medioevali,ignobilmente.Mi spisce dott.Feltri,lei e' dalla parte degli scajola o dei greganti di turno,io li reputo invece la vera barbarie di questo paese,vorrei solo piu' strumenti e piu' celerita' per i processi dopo.

Agev

Dom, 11/05/2014 - 16:23

Siamo alla solita antica mostruosità della caccia alle streghe .. Il tutto per occultare la reale realtà in atto .. Sono d'accordo con LEI .. Atto della peggiore Barbarie .. Quale è L'Europa nata Barbarica/Rapinatrice e schiava ... Con tutti gli esseri nati schiavi che la sostengono e l'appoggiano .Gaetano

tudai53

Dom, 11/05/2014 - 16:33

Se rispettassero la legge non ci sarebbero, come li chiamate voi, i "manettari" tutto qua!

Ritratto di stock47

stock47

Dom, 11/05/2014 - 16:37

Articolo di Feltri completamente condivisibile, se c'è una cosa che gli va rimproverata è che con i magistrati, alla fine, è stato fin troppo buono e comprensivo, non calcando minimamente la mano. E' probabile che, di questi tempi, anche lui stia pensando che sia meglio non stuzzicarli troppo.

tina62

Dom, 11/05/2014 - 16:46

Sono d'accordo con Feltri se si impegna ad esternare il suo sdegno ogni qualvolta va in manette un signor nessuno, e per il quale buttano le chiavi!! La verità è che i potenti in manette fanno notizia perché sono considerati da certa stampa intoccabili. L'arresto di un potente provoca una sorta di sudditanza psicologica a prescindere. Non riescono ad accettare che in un paese normale anche i potenti possono essere arrestati.

Ritratto di RaddrizzoLeBanane

RaddrizzoLeBanane

Dom, 11/05/2014 - 16:50

Agrippona "vorrei solo piu' strumenti e piu' celerita' per i processi dopo."...beh Agrippona sarebbe facilee avere una giustizia speedy Gonzales..basterebbe che tutti gli imputati si chiamassero "Silvio Berlusconi"..:-)

Agev

Dom, 11/05/2014 - 17:04

Filosofia Ermetica - Le labbra della saggezza sono aperte solo alle orecchie della comprensione - Gaetano

Ritratto di Izdubarino

Izdubarino

Dom, 11/05/2014 - 17:11

Mi vengono in mente i tristi episodi di "mani pulite" (e denti sporchi) quando la carcerazione preventiva era finalizzata a costringere l'imputato a confessare (e a volte a suicidarsi).

Giovanmario

Dom, 11/05/2014 - 17:14

che ci sia una guerra tra magistratura e politica (una certa parte politica) l'hanno capito tutti.. quello che si capisce un pò meno è perchè certa magistratura preferisca ad un certo punto della sua vita abbandonare la toga ed entrare nell'agone politico.. non per denaro perchè gli stipendi sono più o meno uguali, non per fare carriera perchè quella è automatica, non per senso civico perchè i magistrati sarebbero senz'altro più utili alla società arrestando i criminali, non per faticare meno perchè purtroppo come, quanto e quando lavorare se lo decidono loro stessi.. resta solo una spiegazione: scendono in politica per far vedere che loro sono i migliori, più bravi, più onesti, più preparati, più responsabili.. avete forse mai sentito dire che un magistrato-politico per di più di sinistra sia inquisito o anche solo sospettato di fare monellerie? no e la conseguenza logica è che, essendo pure di sinistra, la sinistra è la migliore, più brava, più onesta, più preparata, più responsabile.. adesso pare che la sinistra voglia proporre una task force anticorruzione.. ma non l'ha capito ancora la sinistra che siamo in italia? può fare tutti i controlli che vuole ma.. chi controlla i controllori?

Anonimo (non verificato)

Ritratto di pravda99

pravda99

Dom, 11/05/2014 - 17:28

Forza Italia covo di canaglie, la prima pagina e' una cloaca impestata dalle vostre facce mafiose. Affonderete nella vostra stessa fogna, da Berlusconi fino all'ultima pantegana forzitaliota.

Ritratto di WjnnEx

Anonimo (non verificato)

mk1

Dom, 11/05/2014 - 17:29

strano che se si parla di sciaboletta sono manette facili , se si parla del compagno G sono sacrosante ....misteri del tifo politico

Ritratto di andrea626390

andrea626390

Dom, 11/05/2014 - 17:29

Il pregiudicato Berlusconi: "E' assurdo arrestare Scajola. Ha solo aiutato un amico". Non ho parole, un ex ministro si attiva per organizzare la latitanza di un ricercato (ex parlamentare PDL), in sfregio alla legge penale, e Lui che dice? Che è assurdo arrestarlo!!!!!!!!!

Ritratto di pravda99

pravda99

Dom, 11/05/2014 - 17:29

Izdubarino - Un suicidio di massa del popolo di canaglie forzitaliote sarebbe un bellissimo regalo per il paese. Preghiamo.

@ollel63

Dom, 11/05/2014 - 17:51

magistratura canaglia. Inutile ruotarci intorno. Rivoluzione.

gian paolo cardelli

Dom, 11/05/2014 - 17:57

Tudai53, se quelli come lei crescessero non ci sarebbe bisogno di ricordare di continuo che la legge, nel caso in oggetto, non l'ha infranta nessuno, tutto qua.

@ollel63

Dom, 11/05/2014 - 18:20

quanti asini sinistrati raglianti si odono sulle strade d'Italia! E quanti pappagallini rossi imbucano qui il monotono pensierino sinistrato!

elalca

Dom, 11/05/2014 - 18:21

#pravda99: vada a leggere un altro quotidiano per cortesia. personalmente ne faccio a meno dei suoi sproloqui e dei suoi profluvi di parole volgari e mal combinate.

Leo Vadala

Dom, 11/05/2014 - 18:35

Sig. Feltri: Un po' di coerenza, prego. Prima Lei dichiara che Dell'Utri "si era trasferito in Libano. Poco piu' sotto la verita' emerge - "E ci si stupisce se taglia la corda e si rigugia in Medio Oriente".

specchiato

Dom, 11/05/2014 - 19:23

Caro Vittorio Feltri, lei è un grande giornalista, sempre acuto. a volte scivola come quando si accanì contro il collega direttore dell'avvenire dando importanza ad uno scritto anonimo. grave errore e a distanza, non subito, si è pure scusato. capisco che siamo in campagna elettorale ma quando si sfiora la MAFIA è auspicabile maggiore cautela nel dichiarare che mettere in galera chi tratta con essa sia una barbarie. semmai è un'aggravante tenendo conto che l'uomo era un ex min degli interni, ha trattato coi servizi segreti, ha lavorato così bene alle infrastrutture che gli è piovuta addosso addirittura una casa quasi gratis, ha pure (scajola) aperto il ponente ligure alle cosche calabresi.... insomma la galera è necessaria (e non solo per gli avversari politici) anche per b, dell'utri, matacena. cosentino, cuffaro, romano.... lista lunghetta. salus

Ritratto di RaddrizzoLeBanane

RaddrizzoLeBanane

Dom, 11/05/2014 - 19:25

Il PD Partito delinquente è una cloaca piena di Merda peggio delle fogne di Calcutta..a partire da Primo Greganti passando per Filippo Penati e Francantonio Genovese..fino ad arrivare a Primo Greganti..il recidivo..perchè i Kommmunisti sono come i tossici..una volta provata prima o poi ci ricascano..

Raoul Pontalti

Dom, 11/05/2014 - 19:30

Quando concorrono l'art. 378 cp (favoreggiamento personale), 379 (favoreggiamento personale), 416-bis (associazione di stampo mafioso nella forma del concorso esterno) l'arresto non appare affatto ingiustificato. Personalmente ritengo il reato di concorso esterno in associazione mafiosa una costruzione artificiosa e fatta contro il principio di legalità e che mina la certezza del diritto già nella parte positiva (la legge penale è scritta e fatta dal Parlamento non dai giudici) senza contare che un concorso nel concorso (ossia un concorso al quadrato) posto che il reato associativo è a concorso necessari, appare come un'aberrazione concettuale, però anche invocando eventualmente l'art. 418 cp, si può ipotizzare una qualche responsabilità del figlioccio del PET nell'aiutare l'associazione, in questo caso di tipo mafioso. Non so cosa abbia fatto il figlioccio del PET, probabilmente solo cercato di aiutare un amico, ma certamente ha agito da pollo, perché farsi incastrare quanto meno per il reato di favoreggiamento significa essere degli sprovveduti.

Ritratto di DONCAMILLO7

DONCAMILLO7

Dom, 11/05/2014 - 20:02

solo degli stupidi idioti con la segatura nel cervello possono credere al complotto delle toghe rosse... ma del resto i bananas sono famosi in tutto il globo per la loro stupidita'...presi per il culo da tutti....poveri mentecatti..

moichiodi

Dom, 11/05/2014 - 20:13

complimenti feltri. facile annusare i verdetti. perchè non passa un giorno in tribunale per annusare vedrà che ci sono tanti figli di nessuno che vengono condannati, per meno, senza nemmeno il conforto di sallusti feltri ecc. praticamente i politici sono innocenti per definizione. in venti anni siamo riusciti a fare diventare l'italia alla stregua di quegli staterelli dove i ricchi e i potenti sono esentasse ed esentlegge.

Ritratto di vincenzoaliasilcontadino

vincenzoaliasil...

Dom, 11/05/2014 - 20:40

L'ex Pm Colombo scopre l'acqua calda o l'uovo? Al Pci il pedigree di Mani Pulite cchisti scavalcando il Diritto ed abusando del tintinnio di manette o voler rovesciare l'Italia come un calzino, ora sentono la puzza? Di Pietro che Colombo non ammettere del fallimento M.P.? Non abusato del metodo punitivo d'una parte Politica e che, al presunto colpevole gli disegnava 2 cerchi ammonendolo: “ Se parli va qui altrimenti là? Mai appreso all'Università dei Diritti del Cittadino? Eppure, a me il suo collega PM, F.F. Presidente del Tribunale Minorile di Milano, nonché mio professore di Diritto, dr Guido Bandirale ( Valenza professionale pari a 100 magistrati), alle prime lezioni ci insegnava che per processare un Cittadino, ci vogliono due cose: documenti autografi e testimonianze dirette verace e non presunti o pezzi di trascrizioni sul tovagliolo del bar Mandala di Roma, mentre documenti veraci “secretati come il fascicolo secretato al processo SME,IMI e SIR (n.9520/95. Vero o no, che negli Usa l'Assistente Distrettuale verrebbe arrestato in aula o cacciato dal Procuratore Capo, quale figura elettiva? Vale “ Non poteva non sapere “ o “ Associazione esterno alla Mafia ” e per altri con certezze matematiche essendo Consigliore di Craxi, osannato e nominato membro della Consulta? Mi chiedo, perchè mai da Pm non ha inquisito tutto l'Establishment del Pci, ora sui Kompagni di Partito che l'hanno eletto a Consigliere Rai-Tv: questa non prova certa essendo stati Culo&Camicia col nemico Kgb-Urss ricevendo fiumi di denaro macchiato sangue, oppure, artisti e Politici che percepiscono cachet milionari dalla Fininvest-Mediaset? Ma messe ad arte calunnie che suggeriscono che Silvio è il Capo dei Capi, ma paga un miliardo di euro al Fisco, mentre la Sinistroide Mps riceve miliardi? Ce lo spiegasse l'ex gradino sotto Dio?

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Dom, 11/05/2014 - 20:49

Io direi dei fuorilegge facili, destra e sinistra sono tutti uguali tutti e due hanno governato e dove siete arrivati?

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Dom, 11/05/2014 - 21:08

poverini questi politici italiani sono tutti innocenti.

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Dom, 11/05/2014 - 21:10

E' materia che deve essere radicalmente affrontata in primis dal caporione al Colle, che è molto bravo con le esternazioni piagnucolose. In attesa, l'Italia migliore soffre la barbarie di queste vili toghe jn modo disumano. Non ci sarà mai pena adeguata che si possa infliggere a questi magistrati responsabili di tanto giustizialismo. Con tutta la rabbia che ho in corpo. -rip.ris.- 21,09-11.5.2014

Alessio2012

Dom, 11/05/2014 - 23:12

Il processo è durato 20 anni perché, appunto, volevano farlo soffrire a lungo prima di sbatterlo in galera. La cosa più sconvolgente è che dopo tutto questo orrore c'é chi ha definito Dell'Utri un farabutto. Farabutti sono i suoi aguzzini...

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Lun, 12/05/2014 - 00:30

Il nostro paese ha bisogno di liberarsi del cancro di magistrati infedeli che hanno TOLTO LA BENDA DAGLI OCCHI DELLA GIUSTIZIA. Questi funzionari traditori della democrazia e della neutralità della giustizia VANNO INQUISITI E CONDANNATI PER TRADIMENTO DELLA COSTITUZIONE.

claudio63

Lun, 12/05/2014 - 06:18

PER PRAVDA99: LEI E' UN POVERETTO , TROPPO PIENO DI SE E DI LIVORE ANCHE SOLO PER CAPIRE LE COSE E FORMULARE UN PENSIERO COERENTE PUR RIMANENDO IN DIFESA DELLE SUE IDEOLOGIE. INFATTI,LEI HA UN MINIMO DI SPAZIO SOLO QUANDO VIENE DA QUESTE PARTI A RUTTARE I SUOI SPROLOQUI.LEI MI FA SOLO UNA GRAN PENA, PERCHE RIMANE COMUNQUE UN PERFETTO CRETINO .

pesciazzone

Lun, 12/05/2014 - 07:58

ma non diciamo scemenze!!!!!! Dell'Utri è al sicuro in Libano, Matacena stava per raggiungerlo...non ci è riuscito ma se ne sta tranquillo a Dubai, Berlusconi anzichè vedere il sole a scacchi va ad "aiutare" gli anziani alla Sacra Famiglia... MA DOVE SONO LE MANETTE FACILI?????????

edo1969

Lun, 12/05/2014 - 08:22

Quello che personalmente mi lascia più perplesso è che la Giustizia sembra essere durissima con alcuni (i reati più mediatici) e debole verso altri tipi di reati (omicidi, stupri).

Totonno58

Lun, 12/05/2014 - 08:35

la barbarie sta nel fatto che Scajola non stia ancora dentro, con il curriculum che si ritrova...il problema è che è stato coperto da TUTTI (Berlusconi, Prodi, magistratura...)...

Alessio2012

Lun, 12/05/2014 - 10:20

@ pesciazzone: se per te è troppo poco condannare un innocente ai servizi sociali, portargli via miliardi di euro (che non sono solo suoi, ma anche di chi ha lavorato per 20 anni alla Mondadori o a Mediaset), rovinargli la reputazione in tutto il mondo, farlo litigare con la moglie che poi ora gli chiede 1000 miliardi di lire per divorziare, farlo passare per un maniaco sessuale, ecc... Se per te è troppo poco...

claudio63

Lun, 12/05/2014 - 19:10

per moichiodi: eh no, caro signore, io qui dissento, perche il punto e' solo uno che molti a sx per convenienza o magari solo per pura scempiaggine,non reiscono a vedere;ovvero la ' par condicio" anche per le malefatte a sx, a partire da Telekom serbia, MPS, coop allegre e soldini che non vengono dichiarati. mentre mi rimane sempre il sospetto che a destra sia piu' facile colpire anche per una innata e non dichiarata, ma comunque certa, appartenenza ideologica di una certa magistratura. guardi che la politica non is fa a colpi di avvisi di garanzia, almeno non in una societa che si definisce denocratica. oppure voi siete piu' democratici di noi?? Claudio Carugati houston, TX.