La grande bellezza sarebbe riconoscere l'Oscar di Berlusconi

Il film di Sorrentino ha vinto la statuetta. Tutti lo esaltano ma nessuno dice grazie a chi l'ha prodotto e distribuito

Per Renzi, l'Oscar alla Grande Bellezza è la prova che «non dobbiamo aver paura ad allargare le nostre ambizioni». Per Franceschini, ministro della Cultura, che «se l'Italia crede in se stessa, ha fiducia e investe nei propri mezzi può vincere». Vendola ringrazia «tutti coloro che hanno reso possibile questa magnifica opera», la Boldrini afferma che «il cinema è risorsa fondamentale per la cultura». Napolitano parla di «una grande vittoria per l'Italia», e la ministra europea alla Cultura Vassiliou esclama: «Fantastica Italia».

L'Italia della sinistra postcomunista e quella renziana (al momento teniamo una separazione in attesa di giudizio) si intestano il merito dell'Oscar di Sorrentino. Loro sì che sanno come si fa a far trionfare il made in Italy. Ma tacciono colpevolmente due cose. La prima. Il film è la presa per i fondelli del loro mondo, vuoto e ipocrita. La seconda è ancora più ridicola. Perché chi ha permesso a Sorrentino di salire sul palco, quello che - per citare i signori di cui sopra - non ha avuto paura di allargare le sue ambizioni, di investire propri soldi, quello che va ringraziato, quello che ha capito che il cinema è una risorsa e che ha contribuito a fare vincere l'Italia ha un nome e un cognome volutamente assenti dai loro commenti. Si chiama Silvio Berlusconi, fondatore e azionista di maggioranza del gruppo Mediaset, la cui controllata Medusa ha creduto nel progetto di Sorrentino, prodotto (insieme a piccoli partner) e distribuito la pellicola.

Scusate Renzi, Franceschini, Vendola, Boldrini, Napolitano e soci: dire un grazie alla più importante e prestigiosa azienda culturale privata del Paese, Mediaset, è chiedere troppo? La risposta è scontata: troppo. Perché ammettere che Berlusconi, la sua famiglia e i suoi manager (Carlo Rossella e Giampaolo Letta a Medusa) sono il volano del migliore sapere italiano vuole dire sconfessare vent'anni di linciaggio mediatico. Significa rinnegare i fischi di giornalisti e cinefili di sinistra che alla mostra di Venezia accompagnano la vista del logo Medusa in testa di pellicola (anche per questo alla scorsa edizione del festival Medusa non presentò alcun film in concorso).

Ci sono voluti gli americani, direi il mondo intero, per riconoscere che Mediaset non è quell'associazione a delinquere immaginata dai magistrati italiani. Oggi siamo orgogliosi di Sorrentino, ma anche di Mediaset e di quel folle di Berlusconi che continua a investire in un Paese così. E adesso, cari compagni, continuate pure a fischiare Medusa e a spiegarci che cosa è cultura e come si fa: siete come le patetiche caricature della Grande bellezza. Poca cosa.

Commenti
Ritratto di 02121940

02121940

Mar, 04/03/2014 - 10:01

Ho visto qualche settimana fa "la GRANDE SCHIFEZZA". Ha vinto e quindi onore ai vincitori, anche se ho trovato il film alquanto squallido e per lunghi tratti inverosimile. Naturalmente non sono in grado di competere con i “grandi” intellettuali, di cui per altro devo notare che è infarcita la politica, talché mi sembra legittimo nutrire qualche dubbio sulla bontà dei loro giudizi. Resta il fatto che il grande SUCCESSO della cinematografia italiana e della “presunta” cultura connessa è imperniato sulla RAPPRESENTAZIONE DI UNA SOCIETÀ IN COMPLETO DISFACIMENTO MORALE che offre testimonianza al mondo intero, con grande soddisfazione di quello anglosassone, che il primato della cultura ha lasciato (in verità ormai da secoli) le spiagge italiane per trasferirsi in quelle anglofone, ormai soprattutto oltre Atlantico. A noi è rimasta solo la GRANDE BELLEZZA delle città di Roma e la GRANDE SCHIFEZZA di un degrado morale ormai inarrestabile, di cui lo specchio è la classe politica che continua imperterrita a banchettare a spese del popolo bue.

Giorgio5819

Mar, 04/03/2014 - 11:37

Chiaro che i sinistri saltino sul carro dei vincitori, è il loro sport più frequente, chiaro che non citino nome e cognome di chi ha sovvenzionato privatamente il progetto, non sarebbero quello che sono. Quanto all'immagine che da il film della bella Italia di oggi è la solita abitudine trita e ritrita di confezionare film che non fanno che raccontare la nostra cronaca quotidiana sputtanandoci nel mondo. Pensate che se un regista decidesse di fare un film che denunci la lotta all'impresa in atto in Italia, il massacro dei liberi imprenditori che sgobbano e rischiano quotidianamente il culo per tenere a galla la propria esistenza e quella di questo Paese, qualcuno si degnerebbe di sostenerlo? Illusi.

roberto.morici

Mar, 04/03/2014 - 14:16

Come si dice: Cuore a sinistra, portafoglio a destra. Rigorosamene.

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Mar, 04/03/2014 - 15:21

Sì, lo sappiamo che è del pregiudicato.

Giuseppe Borroni

Mar, 04/03/2014 - 15:21

al Giornale devono aver letto il post su Italians e si sono svegliati!! complimenti, meglio tardi che mai

egi

Mar, 04/03/2014 - 15:23

Quanta gente sputa nel piatto che mangia, poi i sinistri sono spettacolari nel fare la pipi controvento.

GABBIANO51

Mar, 04/03/2014 - 15:24

Ma come si fa a chiedere un grazie ai sinistronzi! Sono così pieni di odio e di invidia da avere travasi di bile! Dio li stramaledica!!!!

ex d.c.

Mar, 04/03/2014 - 15:24

Sappiamo tutti di chi è il merito ed è importante che a Lui vada la grossa parte dei profitti

electric

Mar, 04/03/2014 - 15:24

Ennesima dimostrazione delle innate capacita' di Berlusconi di vedere al di là del proprio naso. E' un vero fuoriclasse.

Ritratto di Jampa

Jampa

Mar, 04/03/2014 - 15:26

E' l'apoteosi di uno standard affermato : quello di appropriarsi di un carro vincente saltandoci subito sopra e guidarlo. Non si guarda mai, nel pubblico come nel privato, a chi ha creato le condizioni per giungere ad un risultato vincente. "QUANDO SI BEVE L'ACQUA PULITA DEL POZZO, BISOGNA RINGRAZIARE CHI LO HA SCAVATO". Ma tant'è. La riconoscenza non è di questo mondo.

Ritratto di Carlo_Rovelli

Carlo_Rovelli

Mar, 04/03/2014 - 15:27

Pienamente d'accordo con il commento del lettore 02121940. Perche' essere riconoscenti a Berlusconi per aver finanziato la Grande Schifezza?

BlackMen

Mar, 04/03/2014 - 15:30

Ma certo mi sembra un giusto approccio. Magari c'è solo da fare qualche piccola precisazione ma la filosofia è quella corretta. Mi riferisco al fatto che la casa produttrice del film è la Indigo Film ai cui proprietari per primi, Nicola Giuliano e Francesco Cima, andrebbe riconosciuto l'Oscar. Figurano poi, in qualità di co-produttori, la Babe Film, la Pathé Film France 2 Cinema e la Medusa Film ai cui proprietari va co-riconosciuto merito per aver investito bene i loro soldi avendo creduto nella qualità del progetto e delle persone coinvolte. Questa è la verità...so che suona molto meno dolce di come la vorreste ma questa è! :-)

glasnost

Mar, 04/03/2014 - 15:32

Va bene non lo diranno mai, ma perché hanno paura. Ma a noi che ce ne frega dei sinistri?? Non ce ne frega nulla di far bella figura con persone che non stimiamo affatto, sicché?..... Poi, il problema di far bella figura è prettamente un problema dei sinistri. Hanno cominciato quando mandavano gli sputnik nello spazio per far bella figura di fronte al mondo, fregandosene che il popolo russo moriva di fame e continuano con il servilismo verso i padroni europei. Non hanno dignità ed orgoglio, non ci somigliano affatto.

michele lascaro

Mar, 04/03/2014 - 15:36

Non ho visto il film, forse lo vedrò oggi trasmesso da Canale5, almeno in parte, perché non uso fare le ore piccole. Ma ho letto il commento che Stenio Solinas, di cui mi fido molto, ha fatto sul nostro Giornale: una società in disfacimento, come afferma anche il nostro amico 02121940, reso tale indovinate da chi? Dai nostri sinistrorsi, che stravaccano sul politically correct e ne infiorano la loro squallida vita di fruitori del regime culturale e morale della sinistra. Ben detto. Ma voglio far rilevare che nessuno, ad eccezione del nostro Giornale, parla del sostegno finanziario di Mediaset, cioè Silvio Berlusconi. Il mio intervento, di poco conto comunque, è per ricordare che Silvio Berlusconi ha finanziato con 100.000 euro la traduzione dello Zibaldone di Leopardi in inglese. E, naturalmente, l'intellighenzia di sinistra NON ne ha parlato!

Marzia Italiana

Mar, 04/03/2014 - 15:36

Non lo sapevo. Grazie Berlusconi! E' ovvio, che senza di te l'Italia non ce la puo' fare. Franceschini, non basta credere in se stessi, e investire nei propri mezzi, se l'Italia questi mezzi non li ha. Infatti, le faccio notare che quei mezzi in cui ha investito l'Italia erano, guarda caso, di Berlusconi! E' lui che crede ancora nell'Italia, non a parole, ma con i fatti!

Ritratto di cangrande17

cangrande17

Mar, 04/03/2014 - 15:39

Vravo Sallusti. Evidentemente non ti è sfuggito il mio commento all'articolo di ieri, appena appreso della vittoria della statuetta. Lo ripropongo: cangrande17 Lun, 03/03/2014 - 09:27 Il Grande Berlusca! Lui vince sempre. Peccato che il cinema italiano sia fatto di personcine piccole piccole, che quando hanno bisogno di soldi vanno col cappello in mano dal Cavaliere, ma poi sputano nel piatto in cui hanno mangiato. Se ci fate caso, il primo ringraziamento di solito va al produttore, ma mai quando questo è Silvio Berlusconi. Ipocriti. Bene fa Silvio a usare il suo film come meglio crede, mandandolo in TV mentre i cinema sbavano per proiettarlo...

bruna.amorosi

Mar, 04/03/2014 - 15:40

ai kompagni è risaputo la verità non piace loro vivono di finzioni ecco il perchè dicono di non capire il film certo se lo avesse fatto diciamo un MORETTI qualsiasi allora sarebbe statoun film fantastico e avrebbero trovato le parole giuste per osannarlo .

Giovanni Evolani

Mar, 04/03/2014 - 15:41

Faccio copia e incolla e ripeto: Per tutti i sinistri che postano su questo Giornale, democrático per altro: "100 persone come Berlusconi darebbero all'Italia 5.000.000 (cinque MILIONI) di NUOVI posti di lavoro, (famiglie). Senza mettere in conto tutto l'indotto. Il tutto anche ammesso che tutti 100 evadino 300.000.000 di tasse (volenti o nolenti)ogni VENTI ANNI. Giovanni, pallottoliere alla mano.

Dario40

Mar, 04/03/2014 - 15:41

dagli st....i sinistri non ci si poteva aspettare altro. Ma Sorrentino oltre a ringraziare Maradona, Fellini e gli altri, doveva ricordarsi di chi lo ha finanziato.

electric

Mar, 04/03/2014 - 15:43

Gzorzi, non ti rendi conto di essere ridicolo? Le tue battute da avanspettacolo non fanno ridere neppure gli imbecilli.

yulbrynner

Mar, 04/03/2014 - 15:43

x gabbiano vedo che sai rispettare le idee altrui senza offendere.. semmai siete voi pieni di odio perché io non offendo nessuno e so distinguere, a differenza di voi e non fare di ogn i erba un fascio esistono i destri..e i destronzi indovina a quale categoria appartieni tu... dai su e' facile.. indovinare ...

Ritratto di ALESSANDRO DI PROSPERO

ALESSANDRO DI P...

Mar, 04/03/2014 - 15:45

Il PD o la SX tutta nasconde o uccide SEMPRE ciò che non è suo merito.

marcos74

Mar, 04/03/2014 - 15:47

...é un bel presidente, é un caro presidente...

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mar, 04/03/2014 - 15:49

Caro gzorzi, diciamola tutta: "pregiudicato ante legem". Tu forse non sai cosa significa, però se leggi la settecentesca "Déclaration des droits de l'homme et du citoyen" di rendi conto che invece di andare a vanti i tuoi babbei con la toga vanno indietro. Hai fatto 30? dunque fai anche 31 e dilla tutta. Infatti la condanna ante legem è come una medaglia al valore contro la tirannia e la corruzione, per questo è probabile che il cavaliere milanese diventi Presidente della Repubblica. E se lo meriterebbe solo per le sofferenze sopportate per il suo amor di Patria.

andrimail

Mar, 04/03/2014 - 15:53

,..se ha vinto una cagata pazzesca di film come quello di Benigni, e' ovvio che siamo contenti anche per questo nuovo Oscar, ma i sinistri si dimenticano di ringraziare e citare l'editore che ha permesso di fare il film, come si sa la sinistra non e' matura in Italia,.piu' che altro e' fraida,..

Ritratto di Alberto43

Alberto43

Mar, 04/03/2014 - 15:54

Dopo i successi televisivi ora anche i successi cinematogafici sia per gli incassi che per la visibilità internazionale da Oscar! Ci sarà qualche PM pronto ad indagare o qualche chirurgo a far fronte ai travasi di bile della sinistra radical-chic?...questo è il dilemma...!

Cinghiale

Mar, 04/03/2014 - 15:57

Ennesima dimostrazione che Berlusconi è un uomo d'affari che ha fiuto, è probabile che i compagni Franceschini, Vendola & Co. non sapessero nemmeno il nome del produttore o avrebbero glissato. Compagniii PPPrrrrr!

pino48

Mar, 04/03/2014 - 15:58

Non si può pretendere che i nostri grandi politici, notoriamente dotati di intelligenza superiore, di sinistra accolgano in maniera positiva qualcosa che in fin dei conti proviene grazie alle capacità imprenditoriali ed al coraggio di rischiare il proprio denaro di una società del gruppo Berlusconi. Sarebbe troppo!!! Infatti nessun giornale di sinistra ha speso una sola parola citando la produzione del film!! E' giusto omaggiare il regista, gli attori, il cast intero ma occorre anche dire che se non c'è chi metta la grana non si va da nessuna parte. Qua si fa a gara nel voler denigrare Mediaset semplicemente perché il socio di maggioranza è Berlusconi senza pensare che se non vi fosse stata la capacità, l'intelligenza, la bravura di Berlusconi questa grande impresa italiana che da lavoro a migliaia di persone non esisterebbe....ma tant'è! Appartiene al delinquente, all'evasore Berlusconi... Per fortuna il tempo è galantuomo e prima o poi ne vedremo delle belle. Per intanto, qualcuno dovrebbe farsi qualche esame di coscienza e vergognarsi.

Giovanni Evolani

Mar, 04/03/2014 - 15:59

Per gzorzi. Caro sinistro nel senso proprio di sinistro. Una VENTINA o poco piú di pregiudicati come Silvio Berlusconi, e il problema dell'Italia-lavoro sarebbe risolto. Sempre pallottoliere alla mano. Giovanni

Atlantico

Mar, 04/03/2014 - 16:00

Sallusti, ma un quadro celebre è ricordato per il committente o per il pittore che lo dipinse ? Capisco lo 'spirito di corpo' ma qui si esagera. Ma poi chi, degli esponenti della sinistra, si è "intestato" l'Oscar, Sallusti ? Quando ? Come ? Ci sono voluti gli americani per riconoscere i meriti di Medusa ? Sallusti, ma lei quando va al cinema dice "stasera mi vado a vedere un film di De Laurentis" ? :-)) Primo invio h. 16:00

hectorre

Mar, 04/03/2014 - 16:03

vedete che qualcosa la sa pure gzorzi???......quando si tratta di fare soldi il " pregiudicato" va benissimo...contratti milionari a mediaset.....pubblicazione di libri....e produzione di film.......per tutto il resto è un mafioso!!!....ma non dovrebbero essere indagati per collusione i sinistri che attingono dalle sue tasche???

pinux3

Mar, 04/03/2014 - 16:06

Il film di Sorrentino "la presa per i fondelli del loro mondo"? ma "mondo" DI CHI? Qualcuno allora potrebbe dire che è la descrizione della conseguenza di vent'anni di berlusconismo (di cui il "cafonal" romano è parte integrante).

Ritratto di Scassa

Scassa

Mar, 04/03/2014 - 16:09

scassa Martedì 4 marzo Certo che è più politicamente corretto diffamare il Paese con i films prodotti con i nostri soldi in mano al Mago Veltroni con registi ,con la scorta ,perché diffondono cose che tutti i media vedono e diffondono,pur di non riconoscere niente al nemico . In questo sta l'intellighenzia e la grande democrazia della sinistra italiana ! De profundis ! Silvana Sassatelli.

82masso

Mar, 04/03/2014 - 16:11

bruna.amorosi... Che centra Moretti che è regista come Sorrentino? Sorrentino poi non è che si discosti di molto dal pensiero politico di Moretti, ma almeno si riesce a capire il succo del discorso?

BlackMen

Mar, 04/03/2014 - 16:12

bruna.amorosi: senza offesa signbora ma sta facendo un po di confusione. La sinistra osanna il film mentre la destra lo considera inutile. Anzi no, alla destra il film piace ed alla sinistra no. No scusi, alla sinistra prima piaceva ma quando ha scoperto che il co-produttore è berlusconi il film è diventato bruttoAnzi no, i contenuti sono trascurabili ma la produzione quella si che merita.....chiaro no? :-)

Ritratto di greysmouth

greysmouth

Mar, 04/03/2014 - 16:13

Contadini erano e contadini sono rimasti: ecco perchè viviamo in un Paese di merda...

Ritratto di wtrading

wtrading

Mar, 04/03/2014 - 16:17

@02121940. UN PAESE CHE HA VISTO ASSEGNARE UN PREMIO NOBEL A UN CERTO DARIO FO E UN OSCAR A UN CLOWN TIPO ROBERTO BENIGNI PUO' ANCHE PERMETTERSI DI AVERE UN PREMIO OSCAR PER UN VERO FILM. NON LE PARE? NEANCHE A ME E' PIACIUTO SE DEVO ESSERE SINCERO FINO IN FONDO. MA MI HA VERAMENTE MORTIFICATO IL PREMIO NOBEL A FO.!!

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Mar, 04/03/2014 - 16:21

caro direttore nel paese della dietrologia e del tutto in politica assistiamo a paradossi sempre piu' eclatanti.I commenti al seguito di questo film ne sono gli ultimi esempi,e se lei giustamente rimprovera l'assenza di un omaggio ai produttori(medusa),fermandosi solo a questo,dimosrra anche lei di usare strumentalmente la stessa ipocrita dietrologia.Ad esempio non credo che le sia sfuggito quanti commentatori di questo blog hanno da subito urlato contro il regista sinistrorso senza nemmeno vedere o capire il film,e quanti polemisti da tv della sua area politica hanno fatto lo stesso.Poi oggi ipocritamente siccome qualcuno ha spiegato che trattasi di un film prodotto da SB e di una feroce critica di salotti radical chic,allora contrordine.Permetta anche che il fatto che i soloni di sinistra che hanno applaudito lo hanno fatto non perche' stupidi che non si rendono conto che la critica e' sopratutto al loro mondo,semplicemente la accettano,cosa che dalle sue parti non potrebbe accadere vista la polemica che ogni volte sollevate.Ovviamente sul nobel al suo padrone stendo un velo pietoso,a lui da produttore non frega nulla dell'opera ma solo dei ricavi,del resto e' lo stesso produttore di fiction sulla mafia che pero' si lagnava del fatto che i film di mafia danno una brutta immagine del paese tanto per capire,o comunque il capo dei governi che piu' di chiunque ha tagliato fondi per la cultura in generale.Smettetela di buttare tutto in politica,voi ed i vostri paralleli dell'altra sponda siete buoni solo per litigare in tv.Buona visione.

Ritratto di brunodoimo

brunodoimo

Mar, 04/03/2014 - 16:21

Veneziani, nemo profeta in patria, tanto meno Belusconi. Nemmeno Enzo Ferrari, pur navigando ben lontano dalla politica, fu esente da critiche e riconoscimenti di merito finchè non fu quasi trapassato. Con questa Italia e questa sinistra...Belusconi si trova semplicemente nel Paese sbagliato.

eloi

Mar, 04/03/2014 - 16:23

Rispondo a: Giorgio 5889 Non sia mai che un cineasta o regista tipo Nanni Moretti non faccia un film su i disastri che hannho fatto i sindacati in Italia, intitolandolo "I caimani"

Ritratto di Adriano Romaldi

Adriano Romaldi

Mar, 04/03/2014 - 16:24

Ci vuole l'intuito di Berlusconi per fare di un Film un capolavoro; i compagni non lo hanno finanziato perché non ci credevano; sono solo bravi a dire bravo dopo che è passato. Shalom

Otaner

Mar, 04/03/2014 - 16:26

Ieri mattina, appena alzatomi dal letto, ho letto in testa alla prima pagina del ilGiornale.it che la pellicola "La grande bellezza" in America aveva vinto l'Oscar quale migliore film straniero. Ho ringraziato Sorrentino e chi lo aveva prodotto e tutti gli attori Non sapevo che il film era stato prodotto dalla grande azienda italiana Mediaset,motivo per cui con questo messaggio voglio ringraziare Silvio Berlusconi, per questo grande successo che onora nel mondo il cinemà italiano.

yulbrynner

Mar, 04/03/2014 - 16:28

andrimail la vita e' bella per me poteva esser fatto anche dal signor PIRIACCA e non da benigni il significato non cambia il film puo' piacere o meno ed e' soggettivo definire un film che a me e tanti altri che l'hanno visto ha dato sensazioni di allegria e ditristezza si e' pianto e riso non e' da tutti... dovevi sceneggiarlo dirigerl oe interpretarlo tu allroa sarebbe stato un capolavoro da vincere 12 oscar eh?

Mr Blonde

Mar, 04/03/2014 - 16:30

La cosa veramente allucinante e che un successo, non smetterò mai di ripeterlo, invece che motivo di orgoglio anche per coloro a cui il film non piace diventa disputa politica. Altrettanto direi singolari le posizioni di tanti di voi che alla notizia della candidatura bocciarono il film per poi rivalutarlo ora che ci si accorge (perchè qualcuno ve lo spiega) che prende x il culo un certo tipo di progressismo alla matriciana oltre che è prodotto dal grande capo. Ridicoli, ragionate con la testa se no anche braccio di ferro è difficile da capire.

hectorre

Mar, 04/03/2014 - 16:36

qu c'è il maccartismo alla rovescia,se ringrazia il produttore non lavora più!

berserker2

Mar, 04/03/2014 - 16:41

Non so se stasera mi rivedrò il film del pataccaro napoletano similfellini..... La cosa buona è che (grazie a Berlusconi) sarà Aggratis. Senza che mi rubano i soldi, decido se guardare o non guardare uno spettacolo. La pubblicità (quando non mi costa nulla) interrotta dai film quando è gratis provo a sopportarla. Non sopporto invece la RAI che non solo pretende l'abbonamento mascherato da tassa possesso, ma si arrubba pure i soldi per ripianare il debito che ogni anno fanno per pagare gli stipendi agli indecorosi sinistrati come Fazzio e Littizeto e tutti gli altri guitti. Nonchè le mazzette che danno a sinistra e sinistra per avere ridicole esclusive come Il Festival dell'Unità di Sanremo. Intanto Berlusconi, aggratis, stasera vi fa vedere il filmetto del vostro amico sinistrato che prende per il culo i sinistrati.

bfesta

Mar, 04/03/2014 - 16:42

i comunisti ,gente di m....,tutti esaltano l'oscar,ma sono morti di collera ,avrebbero fatto qualunque cosa perchè cioò non accadesse ,ma in America le cose si giudicano con obbiettività,se questo premio si fosse svolto in Italia certamente avrebbe avuto un esito diverso.

nino47

Mar, 04/03/2014 - 16:46

E che Sallusti! Vuoi mettere questo filmaccio con quei capolavori tipo Il Caimano o La stanza del figlio o altri film prodotti dai nostri geni tanto incomprersi che seppur premiati nessuno ha visto? Quella si' e' cultura! Che centra il produttore? Non nominare il nome di satana invano, altrimenti i magistrati gli interdicono anche il cinematografo!!!

mar75

Mar, 04/03/2014 - 16:48

Ma il tanto disprezzato finanziamento pubblico dei film, tanto criticato da voi, perché non l'avete citato? Ci sono ancora dei bananas che pensano che il film non sia costato niente.... Tra l'altro è stato coprodotto da Medusa, gli altri non sono produttori marginali, come state dicendo. Poi, il fatto che sia controllata da mediaset, cosa vuol dire? Sono due aziende diverse, con dirigenti diversi. Per i successi della Ferrari degli anni passati bisogna ringraziare la FIAT perché è del loro gruppo? Neanche a studio aperto sono stati così faziosi nell'accreditare il successo al vostro idolo....

Ritratto di ForzaSilvio1

ForzaSilvio1

Mar, 04/03/2014 - 16:52

Il Cavalliere Dottor Silvio Berlusconi E' la Grande Bellezza dell'Italia! ...io l'ho sempre detto che è pure bello. Silvio ForEver!

Ritratto di brunodoimo

brunodoimo

Mar, 04/03/2014 - 16:57

Sallusti, nemo profeta in patria...si sa. Tanto meno Berlusconi che si tova nel paese sbagliato (quelli che lo chiamano con disprezzo "il pregiudicato" ovviamente ora diranno che non vedrebbero l'ora che andasse al paese giusto...ma lasciamoli dire, si divertono con poco) Ricordo bene, per averlo vissuto personalmente, che nemmeno Enzo Ferrari, seppur distaccato dalla politica, fu esente per molto tempo da critiche e accuse, per essere poi nobilitato al merito che gli competeva solo poco prima della sua dipartita da questo mondo. Saluti a tutti

rinaldo

Mar, 04/03/2014 - 17:02

Bravo Direttore condivido in pieno!!!!! Sono felice x il gruppo e spero tanto alla faccia di De Benedetti che possa far guadagnare tanri, ma tanti soldi al gruppo. Se lo meritano Alla faccia sua !!!!!!!

Giacinto49

Mar, 04/03/2014 - 17:02

Rosicate gente, rosicate (Arbore docet)! Forza Silvio. Forza Italia.

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Mar, 04/03/2014 - 17:04

Vede, Direttore, com'è Berlusconi? Costringe gli avversari a parlar bene delle sue creature! Sa cosa dicevano e dicono i vertici delle Cooperative rosse? Che Berlusconi, con le sue televisioni, li costringe ad avere bisogno di lui! A Berlusconi non interessa cambiare la testa della gente: a lui interessa soddisfare la pancia della gente. Perché un mal di testa non ha mai fatto venire mal di pancia, ma un mal di pancia fa sempre venire un forte mal di testa! Svuotate il frigorifero a una persona e vedrete come si mette a ragionare male! L'importante quindi (e Berlusconi lo sa benissimo) non è riempire i cervelli, ma riempire la pancia. I romani dicevano: "Panem et circenses!" Riempi loro la pancia e falli divertire (che è un modo anche questo di dare soddisfazione alla pancia). Non serve altro. Anche i cervelli più raffinati (sono tutti a sinistra, è ovvio), i più alti, i più eterei ragionano meglio a frigorifero e pancia pieni!

Ritratto di brunodoimo

brunodoimo

Mar, 04/03/2014 - 17:06

grande wtrading!! ma dov'eri?

Rossana Rossi

Mar, 04/03/2014 - 17:14

Bravo Sallusti nessuno come te sa dire pane al pane e vino al vino, le zecche rosse sono subito pronte a saltar sul carro buono ma pur di dare un merito a Berlusconi direbbero apertamente che la loro madre è una zoccola. Ma sono 'poca cosa' come dici tu, anzi sono il nulla. A cominciare dai commenti cretini che continuano a fare. Vedi gzorzi.........

tetrix59

Mar, 04/03/2014 - 17:27

Ma era ovvio che il film vincesse (ricordiamo l'ultimo film che ha vinto quello di Benigni che faceva credere ad un Italia fascista nazista persegutrice degli ebrei ed ha vinto ovvio) all'estero non aspettano altro, ci premiano solo quando parliamo male di noi, il film va bene per documentare Roma decatente,assalita dai proci (omerici), ma quelle feste sembrano tratte da un film di Tinto Brass. (Così fan tutte)

Mannik

Mar, 04/03/2014 - 17:36

"sono il volano del migliore sapere italiano"... Mediaset non sponsorizza cultura Sallusti, sponsorizza i propri profitti (anche giustamente, è un'azienda), ma appunto per questo è meglio non esagerare nel significato. Dopo tutto Mediaset propone molta più spazzatura...

Baraka.

Mar, 04/03/2014 - 17:50

'Il film che racconta la decadenza dei costumi italiani è stato prodotto da Mediaset. Nuove frontiere del conflitto di interessi' da Spinoza.it

Ritratto di ersola

ersola

Mar, 04/03/2014 - 17:52

ma perchè pensate veramente che berlusconi si è occupato in prima persona di parlare con sorrentino del film e poi produrlo????? ma chi ci crede è veramente senza speranza di recupero psicologico.

Ritratto di alfredido2

alfredido2

Mar, 04/03/2014 - 17:58

Certo ricordare Maradona,agli occhi del mondo, è stato un grosso sbaglio . Emozione del momento ! Non citare Berlusconi è stata una furbizia Napoletana tesa a non urtare I poteri forti del Paese. Bisogna pur campare ! Comunque il film è splendido e merita l'Oscar.

BlackMen

Mar, 04/03/2014 - 18:01

Gianfranco Robe...: questa sua finta cultura da 4 soldi la può rivendere giusto agli ignoranti come lei. 1) la locuzione latina "ante legem" vuol dire "davanti alla legge". Non si può essere pregiudicati ante-legem...al massimo giudicati. Una volta giudicati e condannati "ante legem" si diviene pregiudicati. 2)La "Déclaration des droits de l'homme et du citoyen", summa del pensiero illuminista di fine '700 ha come I punti salienti temi quali la libertà di pensiero, di parola e religiosa; l'importanza della Legge (scritta) e l'uguaglianza di tutti i cittadini di fronte ad essa; il diritto alla proprietà e alla sicurezza; la resistenza all'oppressione perpetrata dai governi sul popolo; il dovere di ogni amministratore di rendere conto all'intera società del proprio operato....non sente anche lei rumore di zappa sui piedi ora caro Gianfranco? Si riguardi

Ritratto di ersola

ersola

Mar, 04/03/2014 - 18:01

comunque voglio dire a tutti quelli che esultano per il grande talento di silvio berlusconi di vedersi stasera il capolavoro e poi ne riparliamo domani. ahhaahaah che creduloni sti soggetti.

Ritratto di SCACIOSO

SCACIOSO

Mar, 04/03/2014 - 18:02

Anche per ridere di se stessi hanno pagato e visto Zalone. Uno spettacolo bellissimo, essere seduto e circondato da odiosi kompagni ridenti. Distratti di parte ! Quale immenso popolo di odianti bavosi. Quali ipocriti falsi e cortesi di parte. Quale un popolo che ride ad orologeria e a bacchetta, ride per moda, e piange per moda.Un popolo arso di invidia, un popolo di facciata, un popolo da un vuoto interiore. Un popolo che ha riso per la mancetta di stato al povero svizzero. Un film bello o brutto che sia, ma un popolo viscido che guardera gratis il film. Un popolo che vorrebbe abbuiare e non pagherebbe la Rai, un popolo che si ritiene italiano a secondo dei casi. Un popolo pecora foraggiato da falsi vincitori, quei vincitori che fanno finta di nulla, i leggitimi fautori della liberta' di sorridere e far piangere, anche i loro figli saranno pupazzi manovrati con i fili, quei fili invisibili di un non regista da oscar, kompagni non sia mai, dopo un giorno di indifferenza e sofferta identita' nazionale, rilassatevi e di nascosto guardatevi in poltrona la vostra avida vita e sete di odio sbavante.

pbartolini

Mar, 04/03/2014 - 18:04

"Oltre a Sorrentino e Servillo su quelle quattro poltrone si sono seduti il produttore del film Nicola Giuliano e la moglie del regista, Daniela D’Antonio. Dietro di loro, il presidente di Medusa (distributore del film in Italia) Carlo Rossella e l’ad Giampaolo Letta." Ma insomma chi lo ha prodotto il film ? mettevi d'accordo con il vostro giornalista che scrive in questa pagina sulla Ferrilli

pbartolini

Mar, 04/03/2014 - 18:04

"Oltre a Sorrentino e Servillo su quelle quattro poltrone si sono seduti il produttore del film Nicola Giuliano e la moglie del regista, Daniela D’Antonio. Dietro di loro, il presidente di Medusa (distributore del film in Italia) Carlo Rossella e l’ad Giampaolo Letta." Ma insomma chi lo ha prodotto il film ? mettevi d'accordo con il vostro giornalista che scrive in questa pagina sulla Ferrilli

Anonimo (non verificato)

pbartolini

Mar, 04/03/2014 - 18:04

"Oltre a Sorrentino e Servillo su quelle quattro poltrone si sono seduti il produttore del film Nicola Giuliano e la moglie del regista, Daniela D’Antonio. Dietro di loro, il presidente di Medusa (distributore del film in Italia) Carlo Rossella e l’ad Giampaolo Letta." Ma insomma chi lo ha prodotto il film ? mettevi d'accordo con il vostro giornalista che scrive in questa pagina sulla Ferrilli

Giorgio1952

Mar, 04/03/2014 - 18:08

Secondo invio - Sallusti lei non ha ancora raggiunto le vette del giornalismo come il suo sodale Vittorio Feltri, voglio ricordare la sua performance nella trasmissione Linea Gialla a proposito del delitto di Perugia, non pago ha poi rincarato la dose "Non mi sono pentito di quello che ho detto .... non ho detto nulla di sensazionale. Figuriamoci se ho mancato di rispetto a Meredith, non potevo mica dire che era Sophia Loren". Bene tornando a Sallusti è chiaro che si tratti di uno spot elettorale, come la lettera truffa sul rimborso dell'Imu inviata solo a vecchiette e pensionati, gli stessi a cui ha promesso pochi giorni fa il veterinario gratis per il cagnolino o le dentiere gratis! Così come le pagine sui giornali a firma Pier Silvio, che avvisano della programmazione del film questa sera su Canale 5; ebbene a tale proposito a dispetto della prassi che consente a un film di passare gratuitamente sulla tv in chiaro dopo 24 mesi dalla sua prima uscita nelle sale, il trionfo agli Oscar de “La Grande Bellezza” ha indotto Mediaset a programmarlo oggi 4 marzo in prima serata. "Ci sono voluti gli americani, direi il mondo intero, per riconoscere che Mediaset non è quell'associazione a delinquere immaginata dai magistrati italiani", Sallusti adesso che fa comodo il mondo intero da un grande riconoscimento al Cav dopo che tutti hanno tramato contro di lui. Cito un grande del cinema Totò "Ma ci faccia il piacere"! Vorrei fare tre nomination agli Oscar : Miglior attore protagonista Vittorio Feltri per il suo intervento a Linea Gialla. Miglior attore non protagonista Alessandro Sallusti per l'articolo sul film di Sorrentino Miglior regia Silvio Berlusconi per il film sull'Italia degli ultimi venti anni, i peggiori della nostra storia grazie a lui.

Pazz84

Mar, 04/03/2014 - 18:12

Si si certo, avete ragione. Menomale che c'è Silvio, altrimenti il film non avrebbe vinto l'oscar...

hectorbb

Mar, 04/03/2014 - 18:17

bravi: vedo che non avete avuto il coraggio di pubblicare quanto da me postato. Motivo in più, dopo 20 anni per non votare più per questo signore. Cordiali saluti

yulbrynner

Mar, 04/03/2014 - 18:38

scacioso gia il nick eì tutto un programma .. molto pieno di te..e irrispettoso verso le idee altrui ..IMPARA a rispettare anche chi non la pensi come te e non credere di essere perfetto perché non lo sei manco tu prima di sputazzare sentenze e insulti guardati in casa tua ci sono destri e destronzi sii destro e non destronzo

Ritratto di Adriano Romaldi

Adriano Romaldi

Mar, 04/03/2014 - 18:48

Quando un Sig.re si chiama con i numeri, come praticamente erano bollati gli Ebrei nei campi di concentramento, credo ci voglia molta psicologia per comprendere il Tipo; forse è andato a vedere un altro Film, del tipo dove osano i Polli"!!!!! Ma scendiamo dal piedistallo del giudizio che non mi si confà e vediamo di ringraziare il Direttore Sallusti per la sua firma e la sua ironia, perché no, un'ironia che manca alla sinistra da quando non c'è più il Nos. Presidente; l'ironia della sinistra è veramente squallida ed infima perché sa di pomodoro rancido. Shalom

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Mar, 04/03/2014 - 19:08

Hctorbb.. EKKISENEFREGA DEL TUO VOTO !!!!!

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Mar, 04/03/2014 - 19:11

Quanti buzziconi che sbavano bile da queste pagine. Bile per la rabbia repressa !!!!Rassegnatevi. Ha spalmato il burro e ve lo ha messo.......

Ritratto di pipporm

pipporm

Mar, 04/03/2014 - 19:14

Caro Alessandro, una menzione a Berlusconi andava fatta anche per averlo ispirato

Ritratto di pipporm

pipporm

Mar, 04/03/2014 - 19:15

Caro Alessandro, una menzione a Berlusconi andava fatta anche per averlo ispirato

Ritratto di pipporm

pipporm

Mar, 04/03/2014 - 19:15

Caro Alessandro, una menzione a Berlusconi andava fatta anche per averlo ispirato

Gualdo_Sarna

Mar, 04/03/2014 - 19:21

Ai compagni, servi dello straniero (ieri Mosca, oggi Washington) poco importa degli italiani veri e del loro amore per l'Italia. Tutti i compagni gridano "che bello" come fosse cosa loro, nessuno, ripeto nessuno, dice "grazie Berlusconi"! Vero Alfano? Meditate gente ... meritiamo ne va del nostro domani, né va dei nostri figli.

Gualdo_Sarna

Mar, 04/03/2014 - 19:21

Ai compagni, servi dello straniero (ieri Mosca, oggi Washington) poco importa degli italiani veri e del loro amore per l'Italia. Tutti i compagni gridano "che bello" come fosse cosa loro, nessuno, ripeto nessuno, dice "grazie Berlusconi"! Vero Alfano? Meditate gente ... meritiamo ne va del nostro domani, né va dei nostri figli.

Gianca59

Mar, 04/03/2014 - 19:25

Visto che l' Oscar è di Berlusconi, mi chiedo perché in foto si vede Sorrentino che solleva la statuetta. O forse Berlusconi aveva chiesto di poter andare a Hollywood ma gli hanno negato pure questo permesso ?

ludovik

Mar, 04/03/2014 - 19:27

grazie BERLUSCONI per essere stato il produttore, l'archetipo e la principale fonte d'ispirazione del film di sorrentino..tutta qsta Italia malata, vacua e priva di moralità..ti ringrazia

Gualdo_Sarna

Mar, 04/03/2014 - 19:31

02121940 ### gentile signore il suo dire è noto a tutti. Il degrado morale che coinvolge la gente viene da lontano come scrive anche Magdi Cristiano Allam. Ciò non consola, dobbiamo difendere i nostri valori tradizionali, dobbiamo rigettare le assurdità socio-culturali dei progressisti. Ormai è acclarato loro hanno fallito in ogni ambito della vita nazionale come le sue parole dimostrano. Amenità a lei e felicità agli italiani veri.

marcosol

Mar, 04/03/2014 - 19:33

Sallusti, se le chiedessi di dirmi il produttore di 12 anni schiavo lei me lo saprebbe dire? Non credo. Ma come sempre lei è ossessionato da Berlusconi. Molto più dei sinistri.

LAMBRO

Mar, 04/03/2014 - 19:38

LA SUBDOLA IPOCRISIA DELLA DISINFORMAZIONE SI E' PAVONEGGIATA SENZA CAPIRE DI AVER OSANNATO LA DECADENZA DI SODOMA E GAMORRA RIPRODOTTE DALLA SOCIETA' ITALIANA . SI PAVONEGGIA DEI PROPRI FALLIMENTI E DELLA PROPRIA INCAPACITA' DI SPRONARE E PROMUOVERE LA GRANDE BELLEZZA DI UN PAESE UNICO AL MONDO: L'ITALIA.

gianni59

Mar, 04/03/2014 - 21:53

Beh...appena ha letto la sceneggiatura che parlava di feste con partecipazioni di procaci "escort" emergenti da gigantesche torte, si è buttato a pesce....

gianni59

Mar, 04/03/2014 - 21:54

Beh...appena ha letto la sceneggiatura che parlava di feste con partecipazioni di procaci "escort" emergenti da gigantesche torte, si è buttato a pesce....

gianni59

Mar, 04/03/2014 - 21:55

Beh...appena ha letto la sceneggiatura che parlava di feste con partecipazioni di procaci "escort" emergenti da gigantesche torte, si è buttato a pesce....

al59ma63

Mar, 04/03/2014 - 21:56

EVVIVA, dopo i crolli di POMPEI e NESSUNO ha chiesto le dimissioni di Franceschini dal centrodestra, diversamente dalla canea mediatica contro BONDI, incolpevole, per un analogo episodio, la dice lunga, ed ora la vittoria di Berlusconi e di MEDUSA PRODUZIONE, che non dimentichiamolo produce i film di ZALONE che hanno fatto piu' spettatori di Titanic...una VITTORIA per SILVIO BERLUSCONI E FIGLI e Mediaset, DIMOSTRAZIONE se ve ne fosse bisogno che professionisti non ci si inventa, FUORICLASSE e' un dono di natura, in ITALIA VI E' ANCORA UN SOLO LEADER E SI CHIAMA SILVIO BERLUSCONI. ....il resto e' un'accozzaglia di PUTRIDA MELMA condita di arrivismo e odio verso il prossimo, una cloaca di pecore ignoranti che non si sta accorgendo di essere destinata al macello, un esercito di suicidi consapevoli e contenti.

Ritratto di wtrading

wtrading

Mar, 04/03/2014 - 22:35

Sarebbe opportuno che i vari sinistrioti che pensano di essere degli intellettuali, TIPO AGRIPPINA per intenderci, si mettessero d'accordo con sè stessi prima di sparare le solite deliranti ca..z..ate su Berlusconi, sul padrone etc. e contorcersi in ragionamenti assurdi tipo quelli dei salotti radical-scick presi per il culo appunto dallo stesso film. A me sinceramente non è piaciuto e , come ho già detto in un altro post, mi sento più avvilito e preso per i fondelli dal Nobel dato a dario fo, che non felice di questo Oscar per l'Italia. Saluti e ..fumate di meno.!!

m.nanni

Mer, 05/03/2014 - 00:35

Ho appena visto per intero il film, sorbita per intero tutta la pubblicità senza mai cambiare canale per rispetto di Mediaset e dei Berlusconi che hanno offerto gratuitamente a tutti noi la visione del film La Grande Bellezza. Intanto mi chiedevo; non si vergogna la magistratuta italiana di spedire Berlusconi ai servizi sociali? ma che Paese è questo di riservare a Berlusconi simili schifezze? e perchè Berlusconi non mobilita la piazza, FI, gli europarlamentari e i parlamentati d'area italiani per sensibilizzare l'Europa tutta di questa deriva penosa della democrazia italiana e della persecuzione giudiziaria a Silvio Berlusconi e togliersi di dosso questa condanna stalinista? state tutti tranquilli che appena sapranno da chi è stato prodotto il film che non lo chiameranno più la Grande Bellezza, ma la grande schifezza.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mer, 05/03/2014 - 01:12

La più grande soddisfazione per l'Oscar al film di Sorrentino è la GRANDE SMUSATA che si prendono tutti quegli stolti trinariciuti che al festival di Venezia avevano fischiato il marchio Medusa. BERLUSCONI VI HA BATTUTO ANCHE NEL CAMPO DELLA CULTURA. CHE FARANNO ORA LE TOGHE ROSSE? LO INCRIMINERANNO PER AVER FATTO PRENDERE L'OSCAR A SORRENTINO?

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mer, 05/03/2014 - 01:19

Chissà se i trinariciuti andranno a vedere LA GRANDE BELLEZZA. Di sicuro gli addetti al CULTURAME ROSSO faranno di tutto per stroncarlo. I paranoici antiberlusconiani si staranno già spremendo le meningi per squalificare L'OPERA CHE PARLA DEL LORO SQUALLORE.

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Mer, 05/03/2014 - 01:23

Ma perché preferire parlare del produttore, buttandola in politica, invece che riflettere sul messaggio del film,un bellissimo film?

Holmert

Mer, 05/03/2014 - 07:09

Francamente parlando, io sto fuori dal coro osannante. Ieri sera, durante la proiezione su canale5 del tanto decantato film, "la grande bellezza", mi sono addormentato e mi sono svegliato che stava andando in onda tutt'altro programma. E' un film per spiriti nobili, per grandi intenditori, per addetti ai lavori. Non credo che mi sfiori il desiderio di tornare a vederlo, mi farebbe scendere il latte alle ginocchia, come usa dire el pueblo profanus. Ecco, "Nuovo cinema paradiso" di Tornatore, l'ho visto e rivisto più di una volta. Come mai, mi chiedo.

meverix

Mer, 05/03/2014 - 08:01

Ieri sera ho visto il film in televisione. Bruttissimo, recitato male, senza nè capo nè coda, audio a tratti scadente. Come abbia potuto vincere l'Oscar è una cosa che non si spiega. La sera prima mi ero visto "La migliore offerta" di Tornatore, tutt'altra cosa.

biricc

Mer, 05/03/2014 - 08:05

Visto, ottima la fotografia ma non ho retto oltre il primo tempo. Una grande mediocrità. Se premiano queste cose allora siamo veramente messi male.

Albeola50

Mer, 05/03/2014 - 08:12

Complimenti al Direttore,complimenti alla Medusa e a tutto lo staff.Al Nostro Caro Presidente Silvio Berlusconi:Lei,come faceva a non sapere che avrebbe vinto l'Oscar?Le manderemmo un avviso digaranzia e la condanneremmo ad altri quattro anni!!!!!

Antonio_da_PE

Mer, 05/03/2014 - 08:28

Ho visto su Canale 5 (quindi gratis) il film vincitore dell’Oscar per il miglior film straniero 2014 “La grande bellezza”. Non nascondo che ho faticato un po’, non perché non l’ho capito, non perché il film è brutto, non perché gli attori non sono stati all’altezza, non perché non apprezzassi la regia o la fotografia, non perché il film è stato prodotto e distribuito da Medusa ma, solo perché, sin dall’inizio, ho immaginato dove sarebbe andato a parare… ed io, anche se non è più di moda, amo ancora l’Italia, e vederla ritratta (il film parla di Roma ma rappresenta l’intera nazione) così come è stata ridotta da coloro che sono ancora lì, saldamente legati alle varie poltrone mi demoralizza non poco, alla faccia dell’antipolitica. QUELLO PERÒ CHE IL FILM NON EVIDENZIA (anche perché non è il film sul futuro) è che i meccanismi, gli intrecci di interessi palesi e latenti, tra partiti, giornali, tessuto produttivo per lo più in svendita, Istituzioni più o meno protagoniste, le cosiddette Parti Sociali che sembrano tante sante Marie Goretti, e ultimi per responsabilità noi Italiani che seguiamo un’infinità di partiti, partitini, gruppi e gruppetti parlamentari, È CHE QUESTI INTERESSI INTRECCIATI NON FINIRANNO MAI E NON CI VUOLE UN VEGGENTE PER CAPIRE COME FINIRÀ. In questa situazione ogni insuccesso è responsabilità di altri, ogni successo è figlio di tutti. Eccellente per sintesi e per capacità descrittiva è la considerazione di Marcello Veneziani nel “cucù” odierno su “Il Giornale” di oggi : “…È come se davanti alla Pietà di Michelangelo si sentissero coautori gli eredi di chi mise Cristo in croce, così permettendo all’artista di immortalare la Morte. …”

pajoe

Mer, 05/03/2014 - 08:39

Gli ipocriti della Poltrona Ricca & Gratuita,non possono non sapere, tacciono per non contraddire i loro ideali.... colmi di invidia, odio e benefits.

Ritratto di hellmanta

hellmanta

Mer, 05/03/2014 - 09:27

Però, scusate, non capisco... Berlusconi si è difeso dal processo Mediaset dicendo "non posso sapere tutto quello che viene fatto nelle mie aziende". Invece, seppur oberato di impegni, trova il tempo per coordinare, dirigere, finanziare e sponsorizzare un film. Certo che lodate proprio un uomo "strano"...

honhil

Mer, 05/03/2014 - 09:41

L’unica vera sconfitta dall’assegnazione dell’Oscar alla grande bellezza, e nessuno finora ne ha parlato, è la procura di Milano. Dal primo all’ultimo fotogramma della pellicola, infatti, l’affresco che ne viene fuori è che quell’Italia che la sinistra porta all’occhiello e che tanto affascina il Presidente della Repubblica, la terza carica dello Stato, ministri e capi di partito, tutta gente che si abbevera all’unica fonte cultura che riconoscono e alla quale anche quelle toghe rigorosamente attingono, è l’Italia del bunga bunga. Già, proprio quel bunga bunga lì. Che pena.

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Mer, 05/03/2014 - 09:49

@Euterpe,concordo assolutamente,lo avevo scritto già nel post sull'articolo di solinas.Personalmente non lo ritengo un grandissimo film,o per lo meno non lo ritengo da oscar.Ha indubbiamente tre punti di forza assoluti,fotografia,regia e toni servillo che accompagna il film con una recitazione leggera ma allo stesso tempo riflessiva.Poi sul resto mi pare pecchi di eccessiva e ricercata ostentazione estetica,un verso felliniano senza il tocco onirico del regista riminese,ed un infornata di citazioni a tutto spiano.Mi ha dato l'impresione di un opera autoreferenziale.Questo il mio parere.Ciò che sicuramente spicca è il gioco della grande bruttezza che si cela dietro la grande bellezza di roma,il pessimo stereotipo dei salotti e dei party romani dove i protagonisti sono mostri,sia nei contenuti che nell'aspetto.Una critica durissima all'elite italiana,elite per status sociale, non certo di merito.

soldellavvenire

Mer, 05/03/2014 - 10:32

m.nanni - sono sinceramente dispiaciuto per lei, ricordo 50 anni fa dovetti sorbirmi "la corazzata potemkin"... però, senza pubblicità

mar75

Mer, 05/03/2014 - 10:40

@al59ma63: mi stavo chiedendo, se il produttore principale è Medusa, come mai proprio nel sito della Medusa il primo produttore risulta la "Indigo Film"? A ritirare il premio come produttori c'erano Nicola Giuliano e Francesca Cima della Indigo Film e Rossella presidente della Medusa. La storia del merito a silvio l'ha tirata in ballo solo questo giornale....neanche a studio aperto sono stati così faziosi. Tra parentesi, il film di Zalone ha fatto più spettatori di "Titanic" in Italia, sarebbe meglio specificarlo visto l'intelligenza di alcune persone che leggono.

mar75

Mer, 05/03/2014 - 10:41

@m.nanni: 00:35 ....delirio puro!! ahahah

Boxster65

Mer, 05/03/2014 - 12:45

Se fosse stato prodotto da De Benedetti sarebbe stato santificato e gli avrebbero rimesso i debiti che ha con le sue fallimentari attività imprenditoriali!!

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Mer, 05/03/2014 - 12:51

Vanno ringraziati sopratutto i magistrati. Se avessero avuto quel che ci si aspetta da loro, serietà,onestà, imparzialità, preparazione ed operosità niente sarebbe emerso. Invece costoro, trasudando bile e fiele, abusando del loro ufficio e dei nostri soldi, proseguendo il culto di Piazzale Loreto e delle foibe han perseguitato per vent'anni un uomo che aveva il solo torto di voler difendere se stesso, le proprie aziende e l'Italia. Eccoli i veri eroi di questa miserabile Italia: i magistrati.

Ritratto di ASPIDE 007

ASPIDE 007

Mer, 05/03/2014 - 13:11

...Stimat.mo Sallusti! Chi se non Mediaset può produrre un capolavoro del genere! La Rai forse! Che distribuisce a pioggia soldi pubblici a "destra" e manca per sovvenzionare "opere" cinematografiche prodotte dagli amici degli amici e che, a volte, anzi, molto spesso, non escono nemmeno! Questa gente, ha riconosciuto il miracolo e disconosciuto chi lo ha compiuto. L'orgoglio, in questo caso è stato imbecillità.

hectorbb

Mer, 05/03/2014 - 14:18

x ottimoabbondante Lei non conosce il contenuto del post da me inserito, nè conosce la realtà Medusa. Intanto la grande bellezza è un film co-prodotto da quattro distinte società di produzione, dove Medusa ha messo il minimo indispensabile per apparire nei titoli di testa. Poi la famiglia ha cercato di smantellare questa realtà cinematografica in tutti i modi, fatto sta che il personale è sceso da 66 a 15 persone e la distribuzione è passata da 35-40 film annui a 6/8. Io ci ho lavorato per 20 anni quindi qualcosa saprò... Che ne pensa?

liberitutti

Mer, 05/03/2014 - 15:19

E quindi? Uno non può pensare che Berlusconi sia un PESSIMO POLITICO ma un buon produttore? Se uno va a vedere un film prodotto da Lui deve anche votarlo? Ridicolo. "Berlusconi, la sua famiglia e i suoi manager sono il volano del migliore sapere italiano"? NO, sono una azienda in sostanziale regime di duopolio. Se nel 1994 avessimo SPACCATO Mediaset e le sue controllate (come uno stato LIBERISTA VERO avrebbe fatto) ora ne avremmo 20 di oscar..

unclesam1

Mer, 05/03/2014 - 16:08

Al di là del fatto che per me personalmente il film è "una boiata pazzesca", ciò non toglie l'importante fatto che abbia vinto un Oscar e sia salito nel regno dei grandi, soprattutto grazie a Medusa che "ha cacciato li sordi" e creduto nel cast tutto. Ma si sa i sinistri sono di memoria ( e di "parola" debole): come Franceschini (un ministro che deve farsi crescere la barba per non essere preso per un bambino dell'asilo, quale è) non si ricordava di Bondi non può neanche ricordarsi del Cav. Certamente se il film avesse perso la colpa sarebbe ricaduta su Berlusconi.

hectorbb

Mer, 05/03/2014 - 16:57

e aggiungo che in violazione di qualunque disposizione in merito ai diritti cinematografici, il film in oggetto è stato fatto uscire su canale5 ben prima dei 24 mesi previsti per lo sfruttamento in free tv. Cosa che ha danneggiato moltissimo Medusa, la quale poteva far riuscire in prima visione il film dopo la vittoria dell'oscar. evidentemente era più importante (anche se a rischio di salate multe) la proiezione in tv che non lo sfruttamento nelle sale.

Gianca59

Mer, 05/03/2014 - 18:03

Sallusti, ha visto che razza di irriconoscenti sono quelli della Fiat ? Ieri sera tra uno spezzone di film e l' altro andava in onda una pubblicità della Fiat con Sorrentino che scorrazzava in 500. Al termine c' era la scritta "Complimenti Paolo": perfino la Fiat ha fatto finta di dimenticarsi che dietro tutto c' era Berlusconi ! "Complimenti Silvio". Per non parlare di Rossella che va a ringraziare D' Agostino-Dagospia con il suo Cafonal, un' altra cosa fortemente voluta da Silvio !

Ritratto di brunodoimo

brunodoimo

Mer, 05/03/2014 - 18:07

Io mi sono guardato un bel don Camillo e Peppone, registrato e senza pubblicità...e da quello che leggo, non devo essermi perso granchè. La grande Bellezza la vedo ogni giorno uscendo per le strade.

Ritratto di Giovanni da Udine

Giovanni da Udine

Mer, 05/03/2014 - 18:54

gzorzi: quando parli del pregiudicato, parli di Grillo ?

Ritratto di Giovanni da Udine

Giovanni da Udine

Mer, 05/03/2014 - 18:59

Ma non avete capito che Sorrentino ha vinto solo perchè sembra il fratello spettinato di Nicolas Cage ? Io ho "tentato" di guardare il film ma ho cominciato a sbadigliare dal titolo; per non slogarmi la mascella dopo dieci minuti ho lasciato solo mia suocera (92) anni a guardarlo ma anche lei (che resiste impavida alle puntate di "Segreto") dopo me''ora si è arrisa ed ha cambiato canale. Two balls !

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mer, 05/03/2014 - 23:57

Sono già partiti gli attacchi al film prodotto dalla famiglia Berlusconi. I trinariciuti, grandi spettatori di cartoni animati, non hanno potuto fare a meno di annoiarsi e dormire. Il culturame rosso ha atrofizzato i loro cervelli con le schifezze della Guzzanti, del Moretti e dei vari registucoli che come loro SI FANNO FINANZIARE DALLO STATO. CIOÈ DA NOI.

cloroalclero

Gio, 06/03/2014 - 12:45

il film è solo coprodotto da medusa e non in parte rilevante, ci sono anche soldi pubblici, tant'è, è ingiusto dire che lo abbia prodotto Berlusconi, soprattutto nei confronti di chi, come indigo, ha messo i soldi veri..non si tratta di comunisti o altre cose che vi inquinano il cervello..possibile che con voi bananas sia impossibile parlare senza mettere i comunisti e cazzate simili?

Ritratto di cldfdr

cldfdr

Gio, 06/03/2014 - 15:03

Perchè non riconoscere l'abilità dei dirigenti di Medusa o, se la decisione sul finanziamento del film è stata presa da Berlusconi, la capacità di investire il proprio denaro (o quello degli azionisti Mediaset)con un ritorno certo. Almeno negli affari il Cavaliere vale ancora, in politica dopo la scelta Alfano ed I patti con il compagno Sindaco molto meno. Quanto al "capolavoro" Roma ha sempre conquistato gli americani, il protagonista è un btavo professionista, riprendendo molto Fellini il regista ha lavorato bene, ma anche se il mio parere non conta: mi ricorda "La corazzata Potiomkin" del vecchio Fantozzi. Oltre a presentare al mondo, purtroppo, ciò che è ancora la società intellettualoide o supposta tale di Roma.

luigi civelli

Gio, 06/03/2014 - 22:07

Signora mia,la riconoscenza non è più di questo mondo;di questo passo, dove andremo a finire?

luciablini

Gio, 06/03/2014 - 23:17

ci ha pensato fortunatamente la magistratura,,,

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Ven, 07/03/2014 - 00:02

# cloroalclero 12:45 Non so quanto tempo abbia impiegato a ideare la fesseria del finanziamento pubblico. A voi trinariciuti piace seminare menzogne che vengono prese per oro colato dai vostri compari allocchi. IL FILM È STATO REALIZZATO INTERAMENTE CON CAPITALE PRIVATO. Sono i vostri registi rossi che succhiano come sanguisughe i soldi pubblici per produrre delle schifezze che non ripagano neanche le spese di produzione. Voi al massimo potrete prendere l'Oscar per l'insulsaggine.

Ritratto di Patchonki

Patchonki

Ven, 07/03/2014 - 08:19

Il solito "ghe pensi mi" Ma allora il conflitto di interessi è vero!

eddie02

Ven, 07/03/2014 - 10:23

Giovanni Evolani@ Soprattutto "evadino". Pallottoliere alla mano e libro di grammatica in cantina. Saluti

eddie02

Ven, 07/03/2014 - 10:33

Atlantico@ Condivido parola per parola. Ormai siamo alla farsa. Saluti

eddie02

Ven, 07/03/2014 - 10:41

ersola@ Suvvia, non ci perda il sonno. Certo che qui son convinti che Berlusca in persona abbia approvato la sceneggiatura e abbia anche previsto l'Oscar. Magari qualcuno pensa che il buon Silvio abbia anche dato consigli di regia o fatto il direttore della fotografia con uno pseudonimo. Ormai siamo al delirio, la cosa è tragica, ma anche parecchio divertente. Saluti

eddie02

Ven, 07/03/2014 - 10:41

ersola@ Suvvia, non ci perda il sonno. Certo che qui son convinti che Berlusca in persona abbia approvato la sceneggiatura e abbia anche previsto l'Oscar. Magari qualcuno pensa che il buon Silvio abbia anche dato consigli di regia o fatto il direttore della fotografia con uno pseudonimo. Ormai siamo al delirio, la cosa è tragica, ma anche parecchio divertente. Saluti

rotto

Ven, 07/03/2014 - 14:25

sallusti cercano camerieri da MCDonald, pensaci. madonna che porcheria di articolo!

Pinozzo

Ven, 07/03/2014 - 14:41

Ahiahi, povero zio tibia, vive nell'ossessione di compiacere il padrone e non sa piu' cosa inventarsi.. Oggi a sidney fa bello? Beh lo vogliamo riconoscere che e' merito di berlusconi? Patetico.

mzee3

Ven, 07/03/2014 - 16:11

Egregio Sallusti, a mio avviso, lei colpevolmente trascura una cosa facile, da individuare e cioè: Che Sorrentino consapevolmente o inconsapevolmente ha esaltato, come dice lei: " è la presa per i fondelli del loro mondo vuoto e ipocrita". Lei Sallusti non si è reso conto che proprio quel mondo è il mondo che lei colpevolmente sostiene einneggia. Il mondo di quel berlusconi che ha appiattito le menti degli italiani con il suo bunga-bunga, le meteorine e tutte le escort. Un mondo che fa avanzare solo chi nulla fa per la società italiana ma pensa a fare battute su battute e tutte vuote, barzellette per far ridere dei lacchè vuoti.Sallusti, gente del suo mondo non del mindo della maggiore, se non la totalità, del popolo italiano che non vive dei proventi che le arrivano, osannando un evasore fiscale.

seran

Ven, 07/03/2014 - 16:12

E forse non è stato detto che il Sommo, prima di investire nella GRANDE SCHIFEZZA ha chiesto il parere di Sallusti.

Ritratto di cleopatria

cleopatria

Ven, 07/03/2014 - 16:40

Caro Sallusti, cooos'è che ti aspettavi? Ci basti la gelosia mortale che trafigge questi poveri malati irrecuperabili che si curano da sè con l'onanismo mentale: medicinale mai scaduto per menti decadute.

mares

Ven, 07/03/2014 - 22:02

Dottor Sallusti, affermare che Berlusconi con Medusa ha prodotto il film di Sorrentino non è corretto. Medusa ha coprodotto il film, insieme a ben 3 soggetti, che non possono essere certamente definiti dei piccoli partner. Perché si tratta di Pathé, una delle più antiche e celebri case di produzione francesi, di Babe Films, casa di produzione italo-francese, e della Indigo Film, la casa di produzione storica dei film di Sorrentino. Perché se c'è qualcuno che può fregiarsi il titolo di produttore di Sorrentino questi è Nicola Giuliano, certamente non è Silvio Berlusconi. Va da sè che il fatto che Medusa sia distributrice del film, visto il duopolio Rai-Medusa in Italia, non è che rappresenti chissà quale vanto.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Ven, 07/03/2014 - 23:36

Ti pareva che i cervelli intorpiditi dei trinariciuti fossero in grado di distinguere un'opera d'arte. SONO COSÌ STOLTI CHE PER LORO I CAPOLAVORI CINEMATOGRAFICI SONO I CARTONI DI PEPPA PIG.

millycarlino

Sab, 08/03/2014 - 12:06

Fate pure finta di niente, ma siamo in pieno regime rosso ove il Piccolo Padre è Giorgio Napolitano. Milly Carlino

Ritratto di Patchonki

Patchonki

Sab, 08/03/2014 - 12:37

Mares non credo che il nostro Sallusti abbia il titolo da dottore!

alfa553

Sab, 08/03/2014 - 13:04

Ma lo sa Sallusti che questi oscar si comprano? mi faccia il piacere, sia duttile.

robytopy

Sab, 08/03/2014 - 17:13

solo nella nostra italietta può esistere un soggetto che si possa permettere di sottoporre ai lettori un articolo del genere. Il sig. Sallusti non se rende conto ma con queste righe ci fa una violenza intellettuale inaudita.

moichiodi

Dom, 09/03/2014 - 17:23

sallusti, sempre più gigantesco. io proporrei un oscar anche a lei.

forbot

Dom, 09/03/2014 - 19:27

O Sallusti, ma Lei, a volte, si esprime come un bravo ragazzotto di provincia, eppure non è che gli mancano termini ed esperienza. Vuole che i sinistroidi trinariciuti riconoscano a Berlusconi un qualche merito per quello che ha fatto o che sà fare nella vita? Poveri illusi che siamo! Hanno l'animo fatto diverso da chi vive una vita nella normalità; senza odi, rancori, gelosia, invidia, malignità,malvagità, cattiveria,e chi più ne sà, metta pure, tanto non riusciremo mai a dirle tutte. In Italia di Berlusconi cè ne sarebbero anche tanti altri, ma hanno troppo paura di esporsi e con dispiacere sono costretti a rimpiattarsi per non fare la stessa fine. Non tutti hanno il coraggio dell'illustre Silvio. Meno male che c'è! Con Lei ho voluto scherzare, conosco bene anche il Suo valore.Saluti cordiali.

cloroalclero

Lun, 10/03/2014 - 13:20

rusanimi, s'informi..1.5 milioni di capitale pubblico..se non sa non parli..e comunque, il resto del capitale privato è solo in parte di medusa..gli oscar si comprano, come tutti i premi, a noi questa volta è andata bene che scorsese ci ha aiutato..e poi

Giuseppe Borroni

Lun, 10/03/2014 - 13:34

Sallusti, faresti bene a leggerti tutti I commenti al tuo editoriale e rifletterci sopra un po', distanziandoti nelle tue considerazioni dal fatto che I commentatori siano di destra o i soliti Komunisti, sinistronzi, trinariciuti come vengono piacevolmente definiti da chi ancora vive col fantasma di Stalin alla porta di casa. Pensa solo al merito di quello che hai scritto! Un autotentico AUTOGOAL che si giustifica solo col servilismo di chi non conosce dignita'

luciablini

Lun, 10/03/2014 - 16:21

la grande bellezza.. sarebbe..stare in un paese civile dove i condannati scontano le pene.. e dove i condannati poi graziati dal presidente della repubblica..non ci sputerebbe sopra....mi fate specie...dopo ..che hai usufruito della grazia...SALLUSTRI.. chiacchierare e aggredire.. in modo verbale chi ti ha concesso di vivere ora in modo libero è non da condannato...

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Mar, 11/03/2014 - 16:56

Siamo messi male eh? Sempre a mendicare premi per berlusconi. Quasi sempre vi scordate che per premi di caratura e riconoscimento internazionale bisogna esser colti.

Giuseppe Borroni

Mar, 11/03/2014 - 18:25

sempre a riguardo di chi deve ringraziare chi, egr Sallusti, la inviterei a leggersi un post su Italians, Corriere di oggi, che titola: ""E' una societa' di un certo tipo che ha creato il politico Berlusconi"". E' una maniera diversa dalla sua di vedere la cosa, ma certe volte e' proprio cambiando la maniera di vedere le cose che si cambiano le cose.

Atlantico

Mar, 11/03/2014 - 22:48

Sallusti, ma le piace così tanto mettersi genuflesso ?

campofreddo

Mer, 12/03/2014 - 11:59

Sono d'accordissimo. L' OSCAR PER LE PAGLIACCIATE VA A BERLUSCONI !!!

campofreddo

Mer, 12/03/2014 - 12:06

Berlusconi non ha mai avuto una sua ETICA. I suoi interessi SONO E SONO STATI SEMPRE solo i SOLDI. Non gli importa finanziare film di sinistra o destra, importa solo che siano film che fanno CASSA. Come anche l'aver acquistato la FELTRINELLI rinomata casa editrice progressista e non reazionaria come sembrerebbe la scelta di Berlusconi di stare a Destra...ma solo e sempre sceso in politica perchè aveva perduto il sodale Craxi e quindi obbligato per difendersi dalla galera e difendere le sue aziende dal FALLIMENTO TOTALE. Per questo berlusconi meriterebbe non 1 ma 100, 1000, OSCAR.

Ritratto di MelPas

MelPas

Mar, 18/03/2014 - 23:48

Il film "La grande bellezza" sarebbe riconoscere l'Oscar anche a Silvio Berlusconi, per averlo prodotto, Sorrentino è bravissimo, ma tantissimi coglioni Italiani, compresa la stampa non ne ha Parlato. Alla sinistra hanno dato l'Oscar della minchioneria. lantagonistamacomer.it di MelPas.