Italia smarrita e sotto sforzo, un Paese fiaccato dalle tasse dove vince la preoccupazione

Impietoso report del Censis mette in luce tutti i mali del Belpaese: "La società sopravvive, ma è sciapa". Poi avverte: "Dilaga l'incertezza del lavoro"

È un quadro inquietante quello dipinto dal Censis. Una veduta dell'Italia a tinte fosche, dai tratti marcati e indelebilmente ansiogeni. Un ritratto che soffoca ogni speranza nei confronti di un futuro prossimo. Dall'annuale rapporto sui più significativi fenomeni socio-economici del Paese, il calo dei consumi è il sintomo più significativo di "un Paese sotto sforzo", "smarrito" e "profondamente fiaccato da una crisi persistente". "Nel 2013 su un campione di 1.200 famiglie - spiega il Censis - il 69% ha indicato una riduzione e un peggioramento della capacità di spesa".

Il Censis prova a raccontare l'Italia sul finire della crisi economica. Il crollo temuto non c’è stato, negli anni della profonda recessione il Belpaese è riuscito a sopravvivere. Ma adesso ci troviamo a vivere in una società più "sciapa": senza fermento, accidiosa, furba, con disabitudine al lavoro, immoralismo diffuso, crescente evasione fiscale. Da qui il malcontento e l'infelicità dilagante. Perché viviamo un grande, inatteso ampliamento delle diseguaglianze sociali. Unico "sale", a detta del Censis, sono l’imprenditoria femminile, l’iniziativa degli stranieri e la dinamicità degli italiani all’estero. A ferire il futuro del Paese è stata sicuramente la crisi economica che, cinque anni fa, ha investito i Paesi dell'Eurozona. Ma a rendere questa crisi ingestibile è stata l'eccessiva pressione fiscale che, passado da Mario Monti a Enrico Letta, si è fatta sempre più devastante. Una famiglia su quattro fa fatica a pagare tasse o bollette e il 70% è in difficoltà se deve affrontare una spesa imprevista. Il Censis parla, infatti, di "fragilità" per "una larga parte del Paese". L’incertezza "ha preso il sopravvento" sulle famiglie assumendo "la forma della preoccupazione e dell’inquietudine". A preoccupare non è solo la pachidermica pressione fiscale, ma anche il mercato del lavoro. "Il 2013 si chiude con la sensazione di una dilagante incertezza sul futuro del lavoro", spiega il Censis riferendo che il 14% dei lavoratori teme di perdere il posto. Sono quasi 6 milioni gli occupati che si trovano a fare i conti con situazioni di precarietà lavorativa, ai quali si aggiungono 4,3 milioni che non trovano un’occupazione.

Poco lavoro e troppe tasse non hanno fatto altro che obbligare gli italiani a "una nuova sobrietà" evitando "sprechi ed eccessi". Il Paese tira la cinghia per risparmiare, anche perché "i continui cambiamenti" fiscali "non consentono di effettuare previsioni di spesa". Se il 76% dà la caccia alle promozioni nei supermercati e aumenta il numero di persone che va al mercato, il 53% ha ridotto spostamenti con auto e scooter, il 68% ha tagliato cinema e altri svaghi, il 45% ha ridotto o rinunciato nell'ultimo anno al ristorante. A soffrire maggiormente è sicuramente il Mezzogiorno dove il pil pro capite è di 17.957 euro, il 57% di quello del Centro-Nord, e inferiore ai livelli di Grecia e Spagna. "Nel 2013 le spese delle famiglie sono tornate indietro di oltre dieci anni", evidenzia il Censis denunciando "un quadro preoccupante nel quale risulta ormai essenziale agire con rapidità in termini di radicale abbassamento della pressione fiscale, di incentivi ai consumi prontamente utilizzabili" e di politiche del lavoro.

Scorrendo i principali indicatori economici non deve certo stupire se la "fuga" degli italiani all’estero non conosce soste. Nell’ultimo decennio il numero di chi ha trasferito la residenza è più che raddoppiato: si è passati da 50 a 106mila. Ma è stato soprattutto nel 2012 che l’incremento ha visto un boom: +28,8% tra il 2011 e il 2012. Sono soprattutto giovani: il 54,1% ha meno di 35 anni. Il fatto che una quota così consistente di italiani intenda stabilirsi oltralpe è legata in gran parte alle opportunità occupazionali che contraddistinguono altri Paesi rispetto all’Italia. Chi se ne è andato lo ha fatto proprio per darsi migliori chance di carriera e di crescita professionale.

Commenti
Ritratto di mark 61

mark 61

Ven, 06/12/2013 - 11:02

ricordo a lor signori che il RACCONTA STORIE "La crisi non è così tragica, sono i media che esagerano" (07/03/2009) - crisi catastrofica? Invenzione di sinistra e media (17/05/2009) - "La crisi è alle spalle, è iniziata la risalita, ma è lenta" (11/03/2010) ne usciamo meglio di altri 26/8/2010) la colpa è di chi ha governato negli ultimi 20 anni..... il resto sono chiacchiere PER FARVI BELLI

Gianca59

Ven, 06/12/2013 - 11:08

Finchè continuate a preoccuparvi delle stronzate della politica e poco dell' Italia e degli Italiani, avrete sempre bisogno di questi rapporti per rendervi conto che l' Italia è diversa dal bel mondo della politica. I sindacati poi, ridotti a fare i becchini dei lavoratori, se ne stanno quieti quieti pr non disturbare il manovratore impegnato a tener in piedi un caravanserraglio tra IMU, ricattino di NCD, tentativi di suicidio, palle d' acciaio …Ma cos' è quest' Italia ! SVEGLIA !

gneo58

Ven, 06/12/2013 - 11:14

per mark61 - si perché invece i suoi amici sinistrati di palle non ne hanno raccontate abbastanza ? - pensi che continuano a raccontarle ancora adesso, e le diro' stia tranquillo che la soluzione non la trova nessuno tranne il Padre Eterno (forse)

gneo58

Ven, 06/12/2013 - 11:15

per mark61 - si perché invece i suoi amici sinistrati di palle non ne hanno raccontate abbastanza ? - pensi che continuano a raccontarle ancora adesso, e le diro' stia tranquillo che la soluzione non la trova nessuno tranne il Padre Eterno (forse)

CALISESI MAURO

Ven, 06/12/2013 - 11:15

Ma come e' possibile, il tunnel, la luce, il caimano che diceva schiocchezze con quella storia dei ristoranti pieni... bugie chiaramente... adesso sono pieni!!!E il bello deve arrivare. Sto cercando un apparecchiattura per trattamenti termici da campo, spero di trovarla italiana ... ma sara'dura, chi ha potuto ha chiuso o se ne e' andato..... come si fa tutta la vita a essere perseguitato dalle milioni di locuste e cicale:)) Ah dimenticavo cicale e locuste votano ... eccome se votano sono i primi con scatto felino a raggiungere le urne.... speriamo che non siano funerarie fra un po:))

Ritratto di vaffa..3.

vaffa..3.

Ven, 06/12/2013 - 11:17

la crisi non riguarda tutti, le CASTE dei privilegiati e dei PARASSITI dello stato, le CASTE politiche e sindacali ed i loro AMICI e gli AMICI DEGLI AMICI, le CASTE dei BOIARDI e dei MANGIER di stato continuano a fare la bella vita e ad arricchirsi succhiando il sangue ai sudditi

Ritratto di pisistrato

pisistrato

Ven, 06/12/2013 - 11:19

@mark 61 - vedi che anche la sinistra in Italia ha le sue belle responsabilità.... alla fine dei giochi farei un bel fifty/fifty.

lorenzo464

Ven, 06/12/2013 - 11:32

...ma i risoranti sono pieni, è stato detto da fonte autorevole

Cianu100

Ven, 06/12/2013 - 11:34

E pensare che quando c'era Silvio le tasse erano diminuite, la benzina la davano gratis, i ristoranti erano sempre pieni, la disoccupazione era quasi sparita, le piccole e medie imprese prosperavano. Peccato poi che dal 2008 al 2013 Silvio abbia perso 6.300.000 voti. Peccato davvero. Per fortuna adesso Forza Italia sta volando nei sondaggi, e solo nell'ultimo quarto d'ora ha preso già 1 punto percentuale.

Cianu100

Ven, 06/12/2013 - 11:35

E pensare che quando c'era Silvio le tasse erano diminuite, la benzina la davano gratis, i ristoranti erano sempre pieni, la disoccupazione era quasi sparita, le piccole e medie imprese prosperavano. Peccato poi che dal 2008 al 2013 Silvio abbia perso 6.300.000 voti. Peccato davvero. Per fortuna, adesso Forza Italia sta volando nei sondaggi, e solo nell'ultimo quarto d'ora ha preso già 1 punto percentuale.

Cianu100

Ven, 06/12/2013 - 11:38

E pensare che quando c'era Silvio le tasse erano diminuite, la benzina la davano gratis, i ristoranti erano sempre pieni, la disoccupazione era quasi sparita, le piccole e medie imprese prosperavano. Aprivo il Giornale (l'unico quotidiano imparziale)e non trovavo mai questo tipo di notizie schifose. Peccato poi che dal 2008 al 2013 Silvio abbia perso 6.300.000 voti. Chissà come mai....Peccato davvero. Per fortuna adesso Forza Italia sta volando nei sondaggi, e solo nell'ultimo quarto d'ora ha preso già 1 punto percentuale.

Cinghiale

Ven, 06/12/2013 - 11:40

@mark 61 Ven, 06/12/2013 - 11:02 - Sveglia!! che il Cavaliere non governa più da quasi tre anni. In questi quasi tre anni c'è stata inversione di tendenza o si è sempre andata peggiorando la situazione? Sempre che lei non si accontenti di vedere quello che vuole. Adesso poi che il Cavaliere è fuori del parlamento dovrebbe essere tutto in discesa stando al suo pensiero.

Ritratto di pisistrato

pisistrato

Ven, 06/12/2013 - 11:46

@gneo58 - se aspetti il padreterno per una soluzione stai fresco. In Italia ci vuole la Troika perché serve la scure per intervenire sulla spesa statale e la politica ha dimostrato di non avere la forza di usarla.

Ritratto di Blent

Blent

Ven, 06/12/2013 - 11:48

ce ancora qualcuno che dice "la colpa è di chi ha governato negli ultimi 20 anni" con chiaro riferimento a Berlusconi e dimetrica di proposito che negli ultimi 20 anni hanno governato in egual misura Berlusconi e la sinistra (Prodi , d'Alema , Ciampi , ecc). Basta con queste affermazioni errate e sterili

claud

Ven, 06/12/2013 - 12:18

"La società sopravvive, ma è sciapa" bella questa e che dovrebbe fare, visto che oltre alle tasse sprecate inutilmente , abbiamo le assicurazioni..l'energia..i costi bancari e se volete continuo ...più alti di tutta l'europa?? qui come ti giri te lo mettono..e che pretendete che siamo pure felici e andiamo a champagne?

Bellator

Ven, 06/12/2013 - 12:19

Di quanto vogliono fare,questi sinistronzi politici,per ridurci in miseria,con queste esose tasse,che ogni anno ci aumentano, siamo stufi.Ricordiamo loro,che gli italiani sono andati in miseria con l'entrata della moneta unica Euro,voluta dalla Banda Bassotti,Prodi-Monti-Ciamp!!,i mor...cci loro,per averci ridotto del 50% i nostri stipendi,salari, pensioni,risparmi ed i nostri crediti,oltre ad aumentarci le tasse ed il costo dei Servizi.La ripresa economica non ci sarà mai, se questi esperti di Mercati Ortofrutticoli,non abbasseranno le aliquote fiscali.Noi dobbiamo fregarcene, di quanto questo Governo ci vuol tassare,tutti gli Italiani debbono rifiutarsi di pagare le tase inique,sulla prima casa e su tutti gli immobili che non danno Reddito,quali: seconde case e su tutti gli altri beni immobili che non producono ricchezza,art.53 della Costituzione,Altrimenti scenderemo in piazza,come hanno fatto i cittadini Islandesi(nel 2009)e poi vedremo se la sovranità appartiene al Popolo o a questo Governo di Polizia Fiscale.

Ritratto di sekhmet

sekhmet

Ven, 06/12/2013 - 12:24

Se ad un uomo togli la speranza, gli hai tolto tutto. Chi lo avrà capito e ne farà la sua bandiera, vincerà le prossime elezioni. Sekhmet.

Simostufo

Ven, 06/12/2013 - 12:44

@pisistrato concordo con il tuo primo commento! per la troika..siamo alle solite, continui a invocarla in ogni post, sai che proprio non capisco perche'?! ripeto: se la troika venisse qui a imporre il taglio delle maxi pensioni , la lotta alla corruzione, chiusura di enti inutili, regioni, province, invece di continuare a favorire la disoccupazione di massa e di imporre tasse su tasse per distruggere il ceto medio (ora anche medio-alto), che fra l'altro e' il motore dell'economia; meno tasse = +occupazione = + domanda interna, piu gli imprenditori e commercianti vendono, piu' il pil cresce + ABBIAMO POSSIBILITA' DI PAGARE IL DEBITO + siamo appetibili agli INVESTITORI. ovviamente tutto questo non e' possibile con una classe dirigente (sia di dx che di sx) totalmente inadatta (su questo convengo con te), tuttavia non possiamo ogni volta invocare i dittatori (cosi' tanto innamorati dell'economia neoclassica) per farci strozzinare! un caro saluto!

aitanhouse

Ven, 06/12/2013 - 12:59

censis ,quadro preciso ed esauriente del paese,assolutamente reale per coloro che vivono la realtà quotidiana fra la gente, per le strade: solo la casta ,divenuta oggi costituzionalmente abusiva, continua a cercare di arrampicarsi su specchi pericolosamente inclinati per scorgere luci fantasme in tunnell sempre più bui e neri. Ricordate ,è passato solo un anno ma sembra un'eternità, il prof. monti , che dopo aver mazzolato inutilmente e gratuitamente gli italiani per amore della troika, dichiarò con orgoglio di vedere una luce nel tunnell? non meno ottimisti sembrano i suoi successori. Per quale motivo questi abusivi ufficiali, nonostante qualche voce si sprechi nel dichiarare che tutto è regolare,non studiano il rapporto del censis e prendono atto che hanno fallito su tutto il fronte? perchè non si scusano con i cittadini e prendono la via dell'esilio come con grande dignità usavano gli uomini dell'antichità? la loro presenza imposta con arrogante tracotanza sta solo suscitando nel popolo i peggiori istinti che non tarderanno a trasformare i pacifici ,allegri e buontemponi italiani in belve assatanate. Il degrado, la disoccupazione,l'abbattimento dei servizi soprattutto quelli sanitari, la mancanza di reddito con la crescente miseria , come le cifre del censis testimoniano, prima portano un senso di disagio e smarrimento, poi stravolgano la mente fino alla convinzione che ormai tutto è perduto fino al scopo di sopravvivenza.

aitanhouse

Ven, 06/12/2013 - 12:59

censis ,quadro preciso ed esauriente del paese,assolutamente reale per coloro che vivono la realtà quotidiana fra la gente, per le strade: solo la casta ,divenuta oggi costituzionalmente abusiva, continua a cercare di arrampicarsi su specchi pericolosamente inclinati per scorgere luci fantasme in tunnell sempre più bui e neri. Ricordate ,è passato solo un anno ma sembra un'eternità, il prof. monti , che dopo aver mazzolato inutilmente e gratuitamente gli italiani per amore della troika, dichiarò con orgoglio di vedere una luce nel tunnell? non meno ottimisti sembrano i suoi successori. Per quale motivo questi abusivi ufficiali, nonostante qualche voce si sprechi nel dichiarare che tutto è regolare,non studiano il rapporto del censis e prendono atto che hanno fallito su tutto il fronte? perchè non si scusano con i cittadini e prendono la via dell'esilio come con grande dignità usavano gli uomini dell'antichità? la loro presenza imposta con arrogante tracotanza sta solo suscitando nel popolo i peggiori istinti che non tarderanno a trasformare i pacifici ,allegri e buontemponi italiani in belve assatanate. Il degrado, la disoccupazione,l'abbattimento dei servizi soprattutto quelli sanitari, la mancanza di reddito con la crescente miseria , come le cifre del censis testimoniano, prima portano un senso di disagio e smarrimento, poi stravolgano la mente fino alla convinzione che ormai tutto è perduto fino al scopo di sopravvivenza.

m.m.f

Ven, 06/12/2013 - 13:10

DA QUESTO PAESE BISOGNA ANDARSENE TASSATIVAMENTE ,QUI SARA' SOLO MISERIA NERA! HANNO E STANNO RUBANDO TUTTO IL POSSIBILE IN QUANTO A PRIMAVERA IL PAESE VERRA' COMMISSARIATO. IL PEGGIO DEVE ARRIVARE.

'gnurante

Ven, 06/12/2013 - 13:11

Ricordatevi sempre che i ristoranti sono pieni.

Gianca59

Ven, 06/12/2013 - 13:22

m.m.f: purtroppo non ha torto …L' altra mattina sentivo alla radio l' intervista ad un bambino di 10 o 13 anni che, piccolo genio della musica, per poter studiare e coltivare la sua passione in modo adeguato, ha dovuto andare a Vienna. Perfino i bambini hanno capito che qui non è aria: i 900 con il cervello disconnesso la volete capire anche voi che qui bisogna cambiare registro ??????

Ritratto di pisistrato

pisistrato

Ven, 06/12/2013 - 13:32

@Simostufo - l'Italia, storicamente ha sempre avuto bisogno dell'aiuto del "re straniero". Questa fase storica non fa eccezione. La Troika non è la panacea di tutti i mali ma può fare quello che la politica si è dimostrata incapace di fare ossia smantellare lo stato sociale ed assistenziale il cui peso è ormai insostenibile e che sta facendo fuggire tutto il ceto produttivo dall'Italia. Un mio amico imprenditore in Italia che ha chiudo l'anno fiscale con un utile sui 130k EUR mi ha detto che tra tasse, INPS ed acconti è rimasto con 22k EUR con i quali dovrebbe vivere lui, la moglie e i due figli per tutto il 2014 !! Ti sembra possibile ? Gli ho detto di venire qui in UK perché con quello che paga di tasse può mandare i figli a studiare a Oxford !!

Ritratto di Maurizio Da Lio

Maurizio Da Lio

Ven, 06/12/2013 - 13:34

@ 'gnurante: Lo sei e lo resterai ('gnurante).

electric

Ven, 06/12/2013 - 13:58

Mark61, non capisco dove vuole parare, visto che l'articolo riflette la situazione di OGGI, non di 2 anni fa.

enzo1944

Ven, 06/12/2013 - 14:02

Chiedete il perchè al massonaccio e servo delle Banche USA,Cee e tedesche,tale monti,arrogante e presuntuoso senatore a vita(pagato dai Contribuenti Italiani)!.....insieme al suo sciacquino lettino jr.(stanno sui libri paga di dette Banche),sempre pilotati dal capo del governo e della massoneria in Italia,tale napoletano!

Simostufo

Ven, 06/12/2013 - 14:17

@pisistrato lo stato assistenziale sicuramente e' da smantellare ma non lo stato sociale!! Sicuramente andrebbe ristrutturato per incentivare la gente a produrre ma e' dovere di uno stato democratico fornire forme di assistenza (lo diceva pure hayek..pensa un po')! ps: in UK ho 2 amici che vivono a Londra, lo stato sociale e' presente molto piu' che in Italia, la spesa pubblica e' altresi' superiore a quella italiana (dati alla mano e' cosi'..anche se ovviamente si tratta di spesa pubblica positiva..non soldi buttati nel cesso). Ovvio che l'efficienza del pubblico (sopratutto sulla burocrazia) e del privato in Uk e' superiore! su questo non c'e' ombra di dubbio!

griso59

Ven, 06/12/2013 - 14:44

Gli Italiani in passato hanno sempre speso quello che prendevano con gli interessi dei bot dei libretti dei titoli, perche' lo stipendio e' sempre servito per vivere non per gli acquisti. Ora interessi non ce ne sono piu' e quindi entrate estra non ce ne sono e i consumi non ci sono anche da parte di chi un lavoro ce l'ha perche' ripeto serve per arrivare alla fine mese. Poi se ci mettiamo la globalizzazione che ha introdotto in Italia lavoratori da tutto il mondo senza regole la disfatta e' preparata. Poi mettiamoci anche una pressione fiscale insostenibile e siamo morti. Perche' non e' che l' evasione fiscale sia un male di oggi in passato era anche peggio e' che ora e' insostenibile e' una pressione che ti ammazza letteralmente. Poi mettiamoci anche la stravaganza del nostro stato che ti fa pagare l'imu e le tasse in giugno/luglio e in dicembre proprio nei momenti delle ferie e delle feste natalizie facendoci passare totalmente la voglia di spendere in acquisti non necessari per vivere. I politici ci hanno ucciso questa e' la realta'.

lorenzo464

Ven, 06/12/2013 - 14:50

Simostufo nel tuo amato U.K quest'anno un abitante su 6 dovrà scegliere se mangiare o scaldare la casa, ma quando la si smetterà con questa piagnucolosa e immotivata esterofilia?

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Ven, 06/12/2013 - 15:20

La minaccia all'estinzione della civiltà italiana rimane una sola: l'immigrazione.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Ven, 06/12/2013 - 15:24

Il governo dei servi della finanza a breve svenderà anche Eni, Enel, Finmeccanica. Così vuole il padrone di Wall Street

Mario-64

Ven, 06/12/2013 - 15:25

Sarebbe interessante sapere che vanno a fare questi 106000 italiani all'estero... Vuoi mettere quanto e' piu' chic dire "vado a Londra ad imparare l'inglese" piuttosto che "faccio il cameriere ad Abbiategrasso"?? Poi magari si scopre che a Londra lavano i piatti...

Ritratto di pisistrato

pisistrato

Ven, 06/12/2013 - 15:37

@Mario-64 - ci sono ristoranti ancora aperti ad Abbiategrasso ?

Mario-64

Ven, 06/12/2013 - 15:50

pisistrato ,non abito cola' , ma vivo comunque in padania. Le confesso che dalle mie parti i ristoranti non solo sono aperti ,ma sono pure pieni!! Pero' non si puo' dire ,pare che non sia politicamente corretto....

Massimo Bocci

Ven, 06/12/2013 - 16:04

Ma che cazzo di smarrita, gli Italiani veri si sono stufati di campare da schiavi alla catena una CRICCA di MAFIA e LADRI !!! Gentaglia PARASSITA COMUNISTA-CATTO e i loro sodali VESSATORI!!! EURO, BASTA BUTTARE IL SANGUE PER MANTENERE NEGLI AGI!!! CERTA GENTAGLIA, ANTI ITALIANA..... LADRA, ANTIDEMOCRATICA!!!! Il cui solo capo banda GOLPISTA VETERO COMUNISTA!!! sul colle si fuma 240 milioni per il solo condominio, Italiani chiudiamo questo BORDELLO!!!! Di MALFATTORI e LADRI COMUNISTI!!!! FECCIA DELL'UMANITÀ'!!!

Ritratto di mark 61

mark 61

Ven, 06/12/2013 - 16:22

FIACCATO ANCHE DA QUESTI PRIVILEGI !!!!!!!!!!!40 uomini di scorta, le due auto blindate al semplice cittadino Silvio Berlusconi che ci costano 2,5 mln di euro l'anno.

Ritratto di mark 61

mark 61

Ven, 06/12/2013 - 16:56

electric ......normale che non capisci memoria cortissima se non ricordi i motti del tuo OTTIMISTA non è nato tutto in questi 2 anni difficile ammetterlo vero electric

Ritratto di Montagner

Montagner

Ven, 06/12/2013 - 17:14

Consiglierei a qualche mono-neurotico (significo con un solo neurone funzionante) che la crisi si è, con forza, palesata quando il massone bancario, con il beneplacito del sig. “sono bravo e corretto solo io”, ha preso in mano la situazione. Certamente questi “signori”, non avendo mai lavorato e ben retribuiti, sono riusciti ad applicare le condizioni della “culona” tedesca, la quale lemme lemme cerca di fare quello che i suoi antenati, kaiser e hitler, non sono riusciti a fare: occupare e dirigere l’europa. L’europa di tale Kalergi, tutti sub cittadini controllabili dai poteri veri: le banche. SVEGLIA

Zizzigo

Ven, 06/12/2013 - 17:20

Certo, quando la spesa si sposta tutta dal commercio al fisco, non ce la possiamo più fare. Ma se noi dimagriamo e tirimao la cinghia, anche l'industria deve fare la stessa cosa. E, tirando la cinghia, prima spara via i dipendenti, poi muore! Gli espulsi, senza sostegno, cercano cibo all'estero. Il Bel Paese morirà se non ci libereremo, ed in fretta, della tenia che ci ruba il cibo, dall'interno!

Il giusto

Ven, 06/12/2013 - 18:19

Incredibile il cambiamento di questo giornale e di conseguenza dei suoi e-lettori.fino all'anno scorso,censis,istat,cga di Mestre erano solo covi di comunisti che raccontavano panzane sulla crisi che mordeva le famiglie da anni.Adesso sono fonti di verità!Coerenza vorrebbe un suicidio collettivo da parte di questi pseudo-giornalisti e del loro pregiudicato direttore!!!

clamajo

Ven, 06/12/2013 - 19:16

Scordatevi le riforme, questi sono come le cavallette...si fermeranno solo fino a quando il paese sarà fallito...faranno i loro sporchi interessi fino alla fine...non siamo in democrazia!!!

Ritratto di uno-nessuno

uno-nessuno

Ven, 06/12/2013 - 19:49

# Mario64. Ma vuoi vedere che tutti quelli che vanno a lavorare all'estero sono dei radical-chic come te,che badano solo all'immagine'?

Ritratto di mark 61

mark 61

Ven, 06/12/2013 - 20:06

Montagner Ven, 06/12/2013 - 17:14 Consiglierei a qualche mono-neurotico (significo con un solo neurone funzionante) maisentito questi ANNUNCI non era un ANNO FA !!!!!!!!neurone i npanne ??? ricordo a lor signori corti di memoria "La crisi non è così tragica, sono i media che esagerano" (07/03/2009) - crisi catastrofica? Invenzione di sinistra e media (17/05/2009) - "La crisi è alle spalle, è iniziata la risalita, ma è lenta" (11/03/2010) ne usciamo meglio di altri 26/8/2010) la colpa è di chi ha governato negli ultimi 20 anni..... il resto sono chiacchiere

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Sab, 07/12/2013 - 08:26

pipistrato in Italia ci sono già le troie extracomunitarie lascia stare la troika.