Italiani distratti e alticci: al volante i peggiori d'Europa

È nel nostro Paese la percentuale maggiore di guidatori trovati positivi all'alcol test. Per non parlare di coloro che telefonano e mandano messaggi mentre guidano

Possibile che gli italiani al volante siano i più pericolosi d'Europa? Crederci fa un certo effetto e probabilmente, per una questione di orgoglio misto sopravvivenza, ci farà scuotere la testa. Ma inchieste recenti pare lo confermino. Secondo uno studio realizzato nell'ambito del progetto europeo multicentrico Druid (Driving under the Influence of Drugs, Alcohol and Medicines) dal 2006 al 2011 l'Italia ha la percentuale maggiore di guidatori trovati positivi all'alcoltest. Il nostro Paese ha raggiunto il triste primato in Europa con 8,5 persone positive su 100. Al secondo posto il Belgio (6), seguito da Polonia (5) e Spagna (4). Ma non è tutto: siamo anche al primo posto per numero di autisti positivi ad alcol misto ad altre sostanze vietate: 1,2 italiani pizzicati ogni 100.

In effetti anche l'Istat nel suo ultimo rapporto «Uso e abuso di alcol in Italia» aveva lanciato l'allarme: secondo il report infatti il consumo giornaliero di alcol nel nostro Paese sta scendendo, ma aumentano le bevute fuori pasto e i bevitori occasionali (dal 35,8% del 2002 al 42,2% nel 2012). E probabilmente sono proprio questi ad aver permesso la scalata della classifica dei «beoni» europei al volante. In particolare secondo l'Istat su questi dati pesa ancora molto il binge drinking, ossia l'assunzione di cinque o più bevande alcoliche in un intervallo di tempo più o meno breve. Il 6,9% dei consumatori di alcol ha infatti dichiarato di stordirsi con questa pratica importata dagli Stati Uniti e ben diffusa fra i bulli delle scuole superiori e delle università. È l'istituto di fisiologia clinica del Consiglio nazionale delle ricerche di Pisa ad aver pubblicato i dati più aggiornati sul fenomeno, analizzando un campione di 45mila studenti delle scuole superiori: il 35,1% di loro ha dichiarato di fare binge drinking e tra questi il 60% dei maschi e ben il 68% delle femmine, registrando un autentico boom fra le donne laureate.

«I dati sugli italiani ubriachi al volante sono spaventosi» commenta il presidente di Asaps Giordano Biserni: «Significa che su due milioni di controlli annuali della polizia stradale ci sarebbero circa 170mila italiani positivi all'alcoltest. In ogni caso penso che dal 2009 al 2011 si siano fatti grandi passi avanti per la sicurezza: sono state inasprite le pene per chi guida sotto l'effetto di alcol o droga ed è stato aggiunto il nuovo articolo 186 bis con il divieto assoluto di assumere alcol per neopatentati e autisti di professione. Personalmente più dell'alcol però mi preoccupa la nuova ebbrezza del terzo millennio: il cellulare alla guida. Per questo non esistono leggi adeguate e gli italiani continuano a fare sempre più incidenti mortali per distrazione».
In effetti le parole di Biserni raccolgono a pieno il concetto di una ricerca americana dal titolo «Guida distratta: l'invio di sms e l'uso del telefonino dovrebbero essere vietati?». Chi invia un sms alla guida distoglie gli occhi dalla strada per circa 4,6 secondi e questo, a una velocità media di 50 km l'ora, significa percorrere la lunghezza di un campo da calcio ad occhi bendati. Ma la notizia non è questa. La notizia è che noi italiani anche in questo caso siamo sul podio incontrastati: in Europa siamo i primi per utilizzo del cellulare durante la guida. A dirlo è uno studio di Ford Europa, secondo cui il 61% degli italiani al volante legge sms mentre guida, mentre la media europea è del 48%. Appellarsi all'orgoglio italiano in questo momento risulta davvero difficile.
thomas.leoncini@libero.it

Commenti

franco@Trier -DE

Mer, 28/08/2013 - 08:52

sempre ve lo ho detto io.

Ritratto di depil

depil

Mer, 28/08/2013 - 09:16

una delle solite scuse per aumentare ancora le polizze assicurative a favore delle solite famiglie di pseudo-finanzieri?

Ritratto di fritz1996

fritz1996

Mer, 28/08/2013 - 10:18

«I dati sugli italiani ubriachi al volante sono spaventosi» commenta il presidente di Asaps Giordano Biserni. A parte che, data la soglia ormai molto bassa prevista per il test, risultare positivi non significa affatto essere ubriachi, questa del signor Biserni, presidente dell'Asaps (per chi, giustificatamente, non sapesse di che si tratta, la sigla sta per Associazione amici sostenitori polizia stradale) sembra la tipica dichiarazione dai toni apocalittici fatta più che altro per giustificare la propria carica e l'esistenza dell'associazione che si presiede. In quanto all'uso del cellulare durante la guida, si tratta effettivamente di un comportamento molto grave e non adeguatamente sanzionato: ma non è altrettanto grave guidare con un braccino pendente fuori dal finestrino e quindi inutilizzabile, usanza diffusissima (durante l'estate, ovviamente), pericolosissima ma tacitamente tollerata da parte delle forze dell'ordine?

fermamarina

Mer, 28/08/2013 - 11:32

Bah! Tutti questi ubriachi alla guida...?... Più che altro alla guida ultimamente mi pare di vedere tanta gente stressata!

Ritratto di sekhmet

sekhmet

Mer, 28/08/2013 - 12:09

Invece, io ho visto molti imbranati, di entrambi i sessi e di tutte le età. Se fossero anche ubriachi, non so, ma inabili alla guida sì. Sekhmet.

-cavecanem-

Mer, 28/08/2013 - 12:47

I problemi maggiori in Italia sono, la povera condizione delle strade ma anche la creazione di incroci fatti alla carlona, gente che non mantiene distanza di sicurezza, gente che cerca di passare sulla destra, donne di una certa eta' che non ci si spiega come hanno ottenuto la patente..

marina89

Mer, 28/08/2013 - 12:58

e i camionisti che leggono il giornale al volante? e che hanno la tv accesa sul camion mentre guidano? loro chi li sanziona? la polizia farebbe bene ad occuparsi anche di loro perchè su un alticcio al volante uccide un innocente, un camionista ne fa fuori una striscia di auto

External

Mer, 28/08/2013 - 13:49

Mi pare ci sia qualcosa che non torna nei numeri. Considerando che le ultime notizie di incidenti stradali, dove ci scappa purtroppo quasi sempre il morto, hanno spesso come protagonisti rumeni, albanesi, ecc., cambierei la classifica.

franco@Trier -DE

Mer, 28/08/2013 - 14:11

External sono gli italiani che non sanno guidare dagli automobilisti ai motociclisti e fino ai camionisti queste chiaviche che in autostrada si buttano a sinistra senza guardare chi sopraggiunge.

lamwolf

Mer, 28/08/2013 - 14:24

Proprio oggi in moto in un tratto di strada di 50 km ho avuto modo di capire quanto pericolo si corre. Per prima cosa la strada la SR74 Maremmana quella di pertinenza del Lazio, buche e voragini una VERGOGNA!!! mentre quella in Toscana è un biliardo. Poi la Cassia sempre in territorio laziale un disastro una strada balcanizzata, mai vista così da oltre 30 anni. Già che tutti scansano le buche e il pericolo è presente ad ogni curva e rettilineo e non è la prima volta che rischio di essere investito. Il 50% degli automobilisti mentre guidano parlano al telefonino e ho visto anche qualcuno che nell'altra mano aveva la sigaretta!!! Nessuno ha rispetto per le due ruote se devono sorpassare non importa che tu stai arrivando nell'altra corsia. Nessuno sa più che esiste il pedale freno, tutti sempre a manetta e la mancanza delle precedenze sono sempre di più. Tutto questo anche grazie al fatto che sono sempre meno le pattuglie a vigilare. Sono diventate mosche bianche e i tagli sulle Stazioni Carabinieri e Commissariati danno via libera e carta bianca a ubriachi, drogati e criminali alla guida. A Roma escono SOLO 16/18 volanti contro le 30 di qualche anno fa e 40/50 di un paio di decenni con altrettante gazzelle dei Carabinieri mentre la criminalità è aumentata negli ultimi 5 ani del 30%. Insomma strade da quarto mondo, controlli inesistenti, SIAMO IN MANO DI DELINQUENTI AL VOLANTE E CRIMINALI CHE SPADRONEGGIANO CON LA CLEMENZA E GARANTISMO DELLA MAGISTRATURA. VERGOGNA!!!!!!!!

marina89

Mer, 28/08/2013 - 14:34

c'è anche un altro aspetto:se ti beccano che hai bevuto due bicchieri di vino e quindi non sei ubriaco,qui in italia ti ritirano la patente e entri subito in classifica.non è che magari in altri stati l'etilometro ha altri parametri?

Ritratto di Giovanni da Udine

Giovanni da Udine

Mer, 28/08/2013 - 14:39

External ha ragione. La statistica si riferisce genericamente agli incidenti accaduti in Italia e pertanto non riguarda solo gli automobilisti italiani. Non passa giorno che non leggiamo di gravi incidenti causati da cittadini stranieri, in particolare dell'est Europa, ubriachi o drogati. Ma non dimentichiamo i tedeschi che quando scendono in massa in Italia (per Pasqua, Ascensione, Pentecoste...)non sono certo migliori e si comportano come mai si comporterebbero a casa loro sia sulle strade che nelle località turistiche (leggere varie cronache relative a Lignano Sabbiadoro).

External

Mer, 28/08/2013 - 15:02

@ franco@Trier -DE: hai solo da restare nella tua amata cermania e non frantumarci gli zebedi con i tuoi commenti. Se poi hai paura di guyidare, vai in treno.

Ritratto di sekhmet

sekhmet

Mer, 28/08/2013 - 15:35

Molti anni fa acquistai un ciclomotore di una nota Ditta italiana. Destinata agli acquirenti più giovani, spiccava una frase, che ricordo ancora adesso: "se tutti rispettassero le regole, non ci sarebbero incidenti". Per regole, non si intendono solamente quelle del codice della strada, ma anche quelle di buon senso e prudenza. Comunque, in effetti, i controlli con l'alcolimetro sono troppo sporadici per risultare efficaci. Nessuno in famiglia è mai stato fermato per questo, e sì che giriamo. Sekhmet.

Roberto Monaco

Mer, 28/08/2013 - 15:45

Io so solo che quando guido in Germania, anche se mi passano a fianco macchine che vanno ai 220 kmh, mi sento più sicuro che sulle autostrade italiane, perchè in Germania la guida è molto più prevedibile che qui da noi, dove per stare tranquillo devi sempre aspettarti la più grande idiozia (tipo stop e precedenze non rispettate) da parte chi ti sta attorno

Giangi2

Mer, 28/08/2013 - 15:47

Se stiamo peggio dei rumeni mi sembra strano

Ritratto di sekhmet

sekhmet

Mer, 28/08/2013 - 16:11

Poi taccio. Andate su youtube e cercate "BIG Russian Car Crash Compilation". Ogni commento risulta riduttivo. Sekhmet.

franco@Trier -DE

Mer, 28/08/2013 - 16:31

coglione io non ho paura di guidare con 50 anni di esperienza guida mai avuto incidenti io guido anche per quei veicoli che mi stanno davanti dietro e di fianco e prevedo sempre le mosse di un ciclista mentre lo sorpasso questi sono i piu pericolosi.

External

Mer, 28/08/2013 - 17:01

Sei un camionista? Italiano? Come quelli su cui hai sputato sopra nel tuo commento precedente? Quelli che chiami chiaviche? Sei lo specialista dell'autogoal.

Rex-73

Mer, 28/08/2013 - 17:20

Speriamo un giorno arrivi qualche testa buona e alzi i limiti di velocita' a valori decenti, porti il limite del tasso alcolemico almeno a 1,00 e sistemi le strade italiane che fanno schifo e finalmente permetta di fare tuning a machine e moto come fanno all'estero....ormai ve la siete bevuta tutti che la causa degli incidenti e' l'alcool .....le vere cause sono altre distrazione,strade pessime, buche .....invidio pure io la Germania loro si che sono molto piu' avanti di noi.

franco@Trier -DE

Mer, 28/08/2013 - 23:52

se voi italiani venite a guidare in Germania fate arricchire le casse dello stato tedesco con ricche multe.

marina89

Gio, 29/08/2013 - 00:49

in tutta europa bevono molto più di noi, ma hanno l'intelligenza di non guidare. escono la sera in bicicletta...noi siamo troppo indietro per farlo...casomai ualcuno possa pensare che non abbiamo la macchina no?!?

franco@Trier -DE

Gio, 29/08/2013 - 10:43

questo succede perchè in Italia non ci sono leggi adeguate provate a fare una infrazione in Germania poi ditemelo.

External

Gio, 29/08/2013 - 16:32

Da: nuovavenezia.gelocal.it › Cronaca‎ 03/giu/2013 - TEDESCHI UBRIACHI E CONTROMANO. - I vigili di Jesolo hanno fermato l'Audi che faceva gimkane in via Bafile. Guidatore con alcol 5 volte oltre i limiti.

cgf

Ven, 30/08/2013 - 09:40

mai stati in Francia? o negli USA? 80% dei tamponamenti sono causati da texting (e/o caffè bollente negli USA)

franco@Trier -DE

Ven, 30/08/2013 - 17:54

external riscrivo l 'articolo per la seconda volta leggi bene quello che scrivo, io dico in Germania non in Italia, se questi tedeschi si comportano cosi a parte che sono rari è perchè sanno di poterlo fare sanno che si trovano in una nazione pulcinella perchè non lo fanno qui in Germania? dopo una festa molti si prendono il taxi per ritornare a casa lasciando la auto li dove la hanno parcheggiata e vengono il giorno dopo a riprenderla.Qui ritirano la patente facilmente a chi ha bevuto un bicchiere di piu dico un bicchiere no una bottiglia.

gianni.g699

Gio, 17/09/2015 - 16:19

Premesso e sottolineato che la maggior parte sono italioti di importazione !!! ma incolpare tutti gli italici mettendo una foto di una auto con guida a destra !!! mi pare proprio il massimo ...