Italicum, ok dalla Commissione: testo alla Camera senza emendamenti

Nessun emendamento al testo: la palla passa all'Aula della Camera. Il M5S vuole ricorrere alla Consulta per annullare le votazioni su Imu-Bankitalia e Italicum

I grillini sui banchi della Commissione

Via libera all'Italicum dalla commissione Affari Costituzionali, che ha approvato il testo di riforma della legge elettorale senza emendamenti, cioè con la soglia per il premio di maggioranza fissata al 35%. La palla passa ora all'Aula della Camera che inizierà l'esame già oggi a partire dalle 13. Le proposte di modifica frutto dell'accordo dei giorni scorsi tra Renzi e Berlusconi saranno quindi presentate direttamente in assemblea.

Il varo della riforma non è però andato avanti senza ostacoli, con i deputati del Movimento 5 Stelle che protestano impedendo alla Commissione di riunire l'ufficio di presidenza. Tra urla e spintoni, i grillini hanno occupato i banchi e con una sorta di catena umana hanno bloccato l'uscita dei parlamentari appartenenti agli altri gruppi dalla sala. Con gli esponenti del Pd Nico Stumpo ed Emanuele Fiano sono quasi venuti alle mani tanto che è stato necessario l’intervento dei commessi. La situazione è ancora incandescente. La protesta dei grillini prosegue.

"Il voto sul testo base dell'Italicum è illegittimo", dice Alessandro Di Battista, deputato del M5S, secondo cui si si è svolto "un voto blitz" per dare mandato relatore di portare il testo in aula senza emendamenti. Secondo i deputati grillini, che hanno partecipato in massa alla seduta della commissione (da regolamento anche chi non ne fa parte può assistere ai lavori) "non è stato possibile il rinconteggio dei voti ed è stato impedito ai membri dell'organo parlamentare di svolgere le normali dichiarazioni di voto". A criticare il metodo di licenziamento dell'Italicum dalla Commissione c'è anche il Nuovo centrodestra, secondo cui bisognava "sanzionare l'interruzione di pubblico servizio": "È gravissimo che il presidente Sisto per arrivare al fine non abbia rispettato le regole della Commissione", dice Enrico Costa, capogruppo di Ncd in commissione Affari costituzionali della Camera, sottolineando che "non c'è stato permesso di svolgere le normali dichiarazioni di voto".

Nel tardo pomeriggio il deputato M5S Danilo Toninelli ha annunciato che il Movimento intende presentare ricorso alla Corte Costituzionale sollevando il conflitto di attribuzione contro il presidente della Camera Laura Boldrini e dei presidenti delle commissioni Affari Istituzionali e Giustizia. "Questa mattina in commissione Affari costituzionali è stata commessa" - ha dichiarato Toninelli in conferenza stampa - "una violazione procedurale senza precedenti. Andremo davanti alla Corte costituzionale con l'obiettivo di ottenere l'annullamento di quanto è successo." Nel mirino però c'è anche l'uso della cosiddetta "ghigliottina", autorizzato ieri dalla presidente della Camera Laura Boldrini nel corso della votazione sul decreto Imu-Bankitalia.

Commenti
Ritratto di alejob

alejob

Gio, 30/01/2014 - 11:49

Grillini fate una riunione e decidete chi volete accorpare. Dovete mettervi in testa "Se ne avete una" che da soli non potete vincere, perciò decidetevi, perchè il paese ha bisogno di essere governato e non calpestato. Con le vostre continue proteste non si va avanti, ci si blocca o si torna indietro.

Ritratto di #TagliolaBoldrini

#TagliolaBoldrini

Gio, 30/01/2014 - 11:54

non conosciamo dignità

linoalo1

Gio, 30/01/2014 - 11:55

Di solito,chi protesta,ha paura di qualcosa!Lino.

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Gio, 30/01/2014 - 12:05

Come?La commisione che sta scrivendo le regole della democrazia,lo fa stracciando le sue regole stesse?Siamo veramente al colpo di mano.Perche' non si e' potuto fare la regolare dichiarazione di voto ed il conteggio?Questi sono barbari che vorrebbero scrivere le regole,quando loro per primi le calpestano.

Ritratto di ...renzusconi.

...renzusconi.

Gio, 30/01/2014 - 12:32

italicum? una simile porcata andrebbe chiamata col suo vero nome, renzusconi

agosvac

Gio, 30/01/2014 - 13:59

I grillini hanno sempre sostenuto che solo il Parlamento è sovrano. Oggi si passa in Parlamento la legge elettorale, che c'è di strano? Sarà il Parlamento a decidere quali cose cambiare e quali no, si andrà a maggioranza democratica.Oppure pensano che democrazia significhi fare casino in aula??? Lo stesso vale per Ncd. Siamo in democrazia? decideranno i voti dei parlamentari.

agosvac

Gio, 30/01/2014 - 14:05

Egregia signora agrippina( o signor agrippina visto che ha scelto una foto di un uomo in giacca e cravatta?) che c'è di più democratico che dare la parola al Parlamento? In fondo tutte queste commissioni sono del tutto fuori posto, in un Parlamento serio neanche ci dovrebbero esssere! Servono solo a dare più soldi a quei mangiapersi che di soldi già ce ne rubano anche troppi! O non lo sa che i partecipanti alle commissioni hanno un sovrappiù a nostre spese??? E poi di cosa si lamenta lei che in Parlamento non ha neanche rappresentanti visto che si è sempre gloriata di non andare a votare????? Vada a votare, dopo si potrà lamentare.

Ritratto di Scassa

Scassa

Gio, 30/01/2014 - 15:24

scassa Giovedì 30 gennaio 2014 Agrippina ,nella antica Roma ...un nome ...una garanzia !!!!!!!!! Per meglio intenderci ...armiamoci e partite ,oppure,a meno che non mi convenga ,fate ...ma non nel mio giardino ! Agri Agri Agri ........S. Sassatelli .

Libertà75

Gio, 30/01/2014 - 15:33

@agrippina, giorni fa inneggiava a Renzi come decisionista e impositore del sistema spagnolo (del resto completamento diverso dall'italicum, ma tanto per la maggior parte dei comunisti la differenza è invisibile). Dopa questa legge comunque si potrà rinominare il Porcellum in Santarellum visto il rispetto per la democrazia che aveva il previgente sistema elettorale al Senato

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Gio, 30/01/2014 - 16:17

@Agosvac sconcertante non sapere che le commissioni sono i luoghi dove si fanno le leggi mentre il parlamento le approva.Comunque la nostra democrazia prevede delle regole wd un iter che andrebbero rispettati almeno finche' esistono.Ma mi rendo conto che proprio e' incopebile per voi.Ah,le commissioni esistono ovunque nel mondo.

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Gio, 30/01/2014 - 16:23

@Agosvac,non e' che bisogna laurearsi in scienzebpolitiche,ma almeno informarsi prima di scrivere tali strampalate fesserie.Quell'uomo e' P.Gobetti

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Gio, 30/01/2014 - 16:59

@Liberta'75 che riconosco a renzi una capacita' di decisione e' inconfutabile,che io abbia mai apprezzato il sistema spagnolo e' un suo abbaglio clamoroso.A scanso di equivoci io apprezzo i sistemi elettorali che prwvedono collegi uniniminali secchi all'inglese.

nalegior63

Gio, 30/01/2014 - 18:17

a forza di contestare...il 99% GIUSTAMENTE ...si puo diventare PARANOICI ...non e il tipo di LEGGE ELETTORALE un problema vero il vero problema sara a noi se ci lasceranno votare di nuovo

Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Gio, 30/01/2014 - 20:41

Se vogliamo dare stabilita' politica,se poi ci sono persone come RENZUSCONI che probabilmente NON paga le tasse e per questo ha tanta voglia di dire GRILLATE...

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Ven, 31/01/2014 - 00:03

Lasciamo che quelli dell'NCD protestino. Sono le ultime occasioni che hanno di far sentire la loro voce in pubblico. POI SEGUIRA' PER LORO IL SILENZIO TOMBALE DELLE URNE.