Presi 44 ostaggi

Difesero Berlusconi nel caso Ruby, indagati testimoni e avvocati. È il ricatto dei pm per far fuori il Cavaliere

Per fortuna, perché con questa discussione sulla legge elettorale ci si stava proprio annoiando. Adesso sì che si può tornare a parlare di cose serie e appassionanti. Tipo: Berlusconi a suo tempo avrà baciato Ruby alla francese, come si deduce dalle intercettazioni, alla romana, come sostengono alcuni testimoni, o alla spagnola, come giurano altri, che però sono stati giudicati inattendibili? Il merito ancora una volta è della Procura di Milano, che ha deciso di aprire un terzo processo sul caso Ruby. La nuova inchiesta coinvolge, ovviamente, Silvio Berlusconi, che segna così il nuovo record di inquisito più inquisito (il precedente era già suo), ma anche i suoi avvocati (novità assoluta), alcuni suoi senatori e deputati (già visto), un paio di autorevoli funzionari di polizia, oltre a qualche decina di ragazzette. In tutto 45 persone che, nel corso del processo Ruby uno, avevano sostenuto, da testimoni a vario titolo e sotto giuramento, di non essere state molestate, corrotte o concusse da Silvio Berlusconi. Che, anzi, in quelle serate ad Arcore si comportava da vero signore e squisito padrone di casa. Ma scherziamo? Quarantadue testimoni oculari smentiscono categoricamente le fantasie erotiche che la Boccassini si è fatta su Berlusconi e pensano di farla franca? Ingenui. O si ricredono e incastrano Berlusconi ricordando che il bacio era con lingua e lo sguardo languido e voglioso, oppure finiranno dentro, perché sulla mafia passi, ma sui baci non si scherza.
Sembra la trama di un film comico, ma purtroppo è la realtà. Non bastavano due processi già celebrati sul nulla, non bastano gli appelli e la Cassazione che seguiranno. Ce ne voleva un terzo, tanto paghiamo noi, per saziare l'odio di magistrati frustrati nel vedere Berlusconi per nulla scalfito nel gradimento degli italiani dalle loro precedenti, deliranti sentenze. Vederlo varcare da statista la porta della sede del Pd e firmare patti «largamente condivisi» con Renzi è stata poi una mazzata. Li capiamo, piccoli uomini e piccole donne. E mi raccomando: questa volta, duri. Fateli cantare questi 44 ostaggi (cioè tutti gli indagati, tranne Berlusconi) che vi siete presi con una retata che ricorda quelle di altre sciagurate epoche. Avete in mano politici, avvocati, funzionari dello Stato, donne. Qui, o salta fuori il Berlusconi colpevole, oppure sarà fatta giustizia sommaria nelle fosse del Palazzo di Giustizia. Del resto gli ordini, come diceva uno con l'accento tedesco morto di recente, non si discutono, si eseguono.

Commenti
Ritratto di Nopci

Nopci

Ven, 24/01/2014 - 17:33

GIUDICE SANTACROCE, I SUOI INTOCCABILI DI MILANO SONO QUELLI CHE LAVORANO PER UN SOLO CAPITOLO GIUDIZIARIO:I PROCESSI A BERLUSCONI CHE DANDO LUSTRO AI 9milioni PROCESSI INEVASI E SE NE F..TTO.. DEL QUOTIDIANO IMPEGNO PER POTER EVADERE L'ARRETRATO VENTENNALE.

Ritratto di giubra63

giubra63

Ven, 24/01/2014 - 17:42

giusto epilogo di chi si era opposto alla svendita di Italia e della Banca d'Italia: l'alleanza tra parte della magistratura e forze politiche e finanziarie non fanno sconti, amato-ciampi-draghi-prodi-scalfaro(morto)-napolitano-monti-saccomanni che abdrebbero processati per la svendita dell'Italia e Banca d'Italia ricevono medaglie e Berlusconi che si era opposto lo vogliono in galera. Poveri italiani che non sanno come votare e che hanno dato il loro voto agli affossatori! W Berlusconi ( e non demordere), Forza Italia!

Ritratto di monique

monique

Ven, 24/01/2014 - 17:46

Hanno mentito In galera

canaletto

Ven, 24/01/2014 - 17:51

E' una tragicomica commedia, fatta di bugie, di violazione della privacy, di invenzione di reati. Il processo deve basarsi su reati certi, non su ipotesi e soprattutto l'imputato e la difesa hanno diritto a difendersi e non di essere zittiti dai cosidetti giudici rossi che odiano il prossimo. Un bell'esempio di democrazia lo ha dato Renzi parlando col suo nemico Berlusconi, capo dell'opposizione a discapito dei suoi coscritti che vietavano tale incontro, per farsi le leggi a loro misura e mantenere intatta la casta e il cadreghin. Tutti fuori dal senato, una camera con poche persone di qualità basta e ne avanza e soprattutto, quale risparmio economico

Rossana Rossi

Ven, 24/01/2014 - 17:56

Incredibile, ma più incredibile e vergognoso è come ancora sopportiamo questo infimo spettacolo di malagiustizia ordita da pseudo-magistrati che si son messi intesta di essere padreterni onnipotenti........ma nessuno trova il modo per annientarli?

LAMBRO

Ven, 24/01/2014 - 18:41

GLI ORMONI FANNO BRUTTI SCHERZI!! CI SONO TRATTATI A RIGUARDO E LA MENOPAUSA E' UN PERIODO CRITICO PER TUTTI. SAPEVATE CHE POSSONO INTERFERIRE ANCHE COL DESTINO DEI POPOLI?

Ritratto di dante57

dante57

Ven, 24/01/2014 - 18:57

E' nato un nuovo reato: chi testimonia a favore di Berlusconi è punito all'ergastolo a vita ,ma stanno pensando di inasprire quella pena ,è ancora troppo lieve!

Pinozzo

Ven, 24/01/2014 - 19:04

Pagare i testimoni per mentire e' reato, in che lingua bisogna scrivervelo, in arabo?

edoardo55

Ven, 24/01/2014 - 19:21

A parte il nome, che faccia triste questo Bruti Liberati!!!

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Ven, 24/01/2014 - 19:34

Ho letto con interesse l'editoriale di Sallusti pensando di trovare una risposta ad una domanda che mi frulla per la testa da un pò e cioè come si fa a farsi dare 2.500 euro al mese per non fare ASSOLUTAMENTE NULLA! Ma non sono riuscito a trovare la risposta ......

Ritratto di Lorenzo1961

Lorenzo1961

Ven, 24/01/2014 - 19:54

Grande Sallusti!! Riesci a far ridere dinnanzi la disgrazia in cui è precipitato questo Paese per mano di quei pidocchiosi e pruriginosi funzionari statali. Funzionari statali, che si credono delle prime donne e che si venderebbero la madre per entrare sulle prime pagine della stampa.

luciablini

Ven, 24/01/2014 - 20:01

wwwww è ancora wwwww . la magistratura italiana...che nonostante faccia il proprio dovere deve subire ingiurie da piccoli è insificanti,,scrivani...

luciablini

Ven, 24/01/2014 - 20:15

ahhahahah contro la dissenteria compratevi i limoni ahahahahhahhahah,,,per lei c è nè vogliono quintali ahhahahah

antiom

Ven, 24/01/2014 - 20:33

Signora monique, non voglio discutere e accusarla di alcunché, perché penso, non ne valga la pena! Ma solo dirle quand'anche il suo sospetto fosse reale: la magistratura nel richiamarsi per la terza volta ad uno stesso caso, nei modi e forma a dir poco paradossali, lascia intendere, palesemente, l'accanimento verso la persona; perché avrebbe dovuto chiudere definitivamente il caso al secondo processo, ingoiando con rassegnazione il rospo! Invece cosa ti fa? Vuole arrestare 44 persone!Ridicoli parassiti.

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Ven, 24/01/2014 - 21:59

La magistratura ha in mano l'Italia non solo Berlusconi. Ed ha iscritto l'Italia nel novero dei paesi canaglia. Quelli dove si assassinano i capi dell'opposizione. Il nazismo ed il comunismo hanno lasciato i loro eredi.

Ritratto di Balamata

Balamata

Ven, 24/01/2014 - 22:29

Pazzesco

acquario13

Ven, 24/01/2014 - 23:43

Sembrano le comiche finali, ma è pura realtà purtroppo!! Paese senza libertà con questa "giustizia"....

Ritratto di rabillo

rabillo

Sab, 25/01/2014 - 01:16

Io mi chiedo in quale altro paese un imputato che versa bonifici ai testimoni non sarebbe sato perlomeno indagato. Forse nemmeno indagato sarebbe stato messo in custodia cautelare e basta. Ma quale persecuzione; qui i magistrati adorano Berlusconi, in quale altro paese gli si concederebbe, per esempio i benefici del affidamento ai servizi a un condannato che rifiuta la sentenza non riconosce la colpa e accusa i giudici, che ha altri procedementi in corso. siamo al Delirio. Destra normale e liberale (e non fascista che è un ideologia speculare al comunismo) vo cercando, quando dovrà passare in Italia prima che possa dirmi di destra senza vergognarmi. E voi sareste un giornale ? Siete la copia speculare di quel foglio umoristico chiamato Fatto Quotidiano. Siete la copia speculare del fatto quotidiano.

Efesto

Sab, 25/01/2014 - 07:14

Tutta la faccenda ha un vago sapore ed odore delle "purghe staliniane".

Ritratto di caribou

caribou

Sab, 25/01/2014 - 09:10

Sallù, a mio parere non sono tutti, quelli da prendere in ostaggio, io avrei aggiunto anche lei per fare almeno 45,(il minimo in questa squallida vicenda) malagiustizia purtroppo! L`unico articolo che non ha ancora scritto è quello che spiega dettagliatamente perchè le olgettine pigliavano 2500 euro al mese per andare poi a testimoniare a favore del suo padrone, nel caso vorrà farlo prima o poi, si faccia consigliare dalla sua "signora" o da da Briatore quando erano preoccupati al telefono dei vizietti del cav. ha una fonte di informazioni credibilissime in casa!

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Sab, 25/01/2014 - 09:49

Il direttore potrebbe fare una semplicissima cosa per dimostrare che questa vicenda è come la racconta lui e come credono tanti lettori.Basterebbe mettere a disposizione gli audio facilmente reperibili sul web(youtube per la precisione)e fare ascoltare ai lettori direttamente dalla voce delle signorine oggi indagate,ciò che loro raccontavano sulle famose cene eleganti,sullo squisito gentluomo padrone di casa.Poi basterebbe confrontare quelle versioni con quelle fornite sotto giuramento durante il processo,riferire degli stipendi percepiti dall'inizio delle indagini fino a ieri,così che anche i lettori de il giornale possano farsi un opinione diretta sulla faccenda e nel caso avvalorare la tesi del direttore,o al contrario iniziare a comprendere che questa nuova indagine era ampiamente prevedibile e scontata proprio per le evidenti contraddizioni dei testimoni.Ma probabilmente crollerebbe un castello di sabbia e quindi o i lettori se la sbrigano da soli,o altrimenti non resta che il racconto di questa testata che sull'argomente tenderebbe ad essere moderatamente di parte.

mima64

Sab, 25/01/2014 - 10:12

Ti copriro' tutta d'oro a chi lo disse alla Madonnina? Le orgettine chi le pagava x mentire padre Gagliazzo? ma andatevene aff. e' indifendibile!

enzo1944

Sab, 25/01/2014 - 10:46

Purtroppo ogni processo a Berlusconi da parte della magistratura milanese,continuerà a portare voti al cavaliere di Arcore!...e finchè il napoletano del Colle non si renderà conto,continueranno,da parte della sue truppe sul campo(MD),i processi a Berlusconi(a spese dei Contribuenti Italiani)!....e continueranno a creare una vittima,che raccoglierà sempre più voti!!.......Napolitano,che è capo dei magistrati,non la vuol capire questa "verità"!....continua a pensare che sputtanandolo di continuo,lo eliminerà!......ma non è così,ed i fatti lo confermano!!

Ritratto di GABRIELE FOGLIETTA

GABRIELE FOGLIETTA

Sab, 25/01/2014 - 11:30

Se non ricordo male il dott. Bruti-Liberati fu nominato capo della procura di Milano per smorzare ed abbassare i toni sull'affaire Unipol/BNL e sulle intercettazioni scomode al PD. Subito dopo è partita la guerra finale contro Berlusconi. Senza esclusione di colpi. Adesso siamo all'apoteosi. Se uno difende Berlusconi commette reato. Ed intanto sorge spontanea una domanda: "Che fine ha fatto Clementina Forleo?"

Ritratto di Patchonki

Patchonki

Sab, 25/01/2014 - 12:36

Ma tu non ci sei?

pol

Sab, 25/01/2014 - 13:13

@ Agrippina: perche' le "intercettazioni" dovrebbero essere la verita' e le testimonianze no? se dovessero incriminare tutti quelli che "commettono un reato" al telefono o parlando con amici, il 99% della popolazione finirebbe in carcere e il mancante 1% sarebbe escluso solo perche' non usa il telefono. un testimone e' credibile se e solo se conferma la tesi dell'accusa? @monique / @mima64: chi lo dice che abbiano mentito? e mentito quando, nei processi, durante le intercettazioni? sono felice per voi che abbiate tutte queste certezze su cose di cui non sapete nulla non essendo presenti. hanno mentito anche i pubblici ufficiali? che interesse a mentire avrebbero questi pubblici ufficiali visto che si stanno (o sono rovinati la carriera)? il risultato di questi processi: ci sono n altri processi in cui molto prbabilmente una condanna sarebbe stata supportata da evidenze, prove oggettive, da ricostruzioni non basate sul sentito dire, ma su fatti, e questi altri n processi sono finiti in fumo per varie ragioni (compreso che stando in politica poteva intervenire sulle leggi). e' stata emessa una condanna in un processo che fa ridere per i fatti e le prove su cui si basa, verrebbe smontato in 2 secondi in qualunque parte del mondo (esclusa Italia). E tutto questo porta solo a perdere ancora piu' fiducia nella "giustizia" perche' uno si chiede ma se in processi con prove oggettive non si e' cavato un ragno dal buco, ma si condanna una persona sulla base di intercettazioni e sentiti dire, dicendo che la maggior parte dei testimoni ha mentito (cioe' tutti quelli che sostenevano la tesi contraria a quella dell'accusa mentre gli unici attendibili sono quelli che sostengono l'accusa), dicendo che pubblici ufficiali hanno mentito (non si capisce il perche' poi), be' la fiducia cade ai minimi termini perche' su queste basi chiunque potrebbe essere condannato senza motivo reale. Sinceramente delle beghe di Berlusconi non me ne frega un tubo, mi fa paura come una condanna sia costruita sul sentito dire (e le intercettazioni valgono 0 perche' tutti, proprio tutti compresi i io no perche' sono immacolato, spariamo raffiche di cagate quando parliamo al telefono).

82masso

Sab, 25/01/2014 - 13:47

Sallusti, ma basta ascoltare le intercettazioni telefoniche tra le ragazze che frequentavano Arcore per capire (parlo di normo dotati) cosa accadava nella villa. Ma di cosa stiamo parlando?

roberto.morici

Sab, 25/01/2014 - 14:24

Così un'altra volta imparano a informarsi su come testimoniare per non mettere in difficoltà l'Accusa...

Ritratto di marforio

marforio

Sab, 25/01/2014 - 14:54

Sono sempre convinto che , senza aver fatto la guerra ,Hitler in confronto ai nostri dittatorelli in ermellino era un fior di democratico.

Ritratto di andrea626390

andrea626390

Sab, 25/01/2014 - 16:18

La domanda e': Ma chi ha tirato fuori la storia del Bunga Bunga all'inizio? Da dove sono venute le prime dettagliate informazioni sulle serate in questione? E' stato TRAVAGLIO? o REPUBBLICA? Oppure le informazioni sono venute da chi a quelle serate partecipava in prima persona? Il bunga bunga NON e' reato (se non che un PdC dovrebbe dare anche l'esempio, ma questo riguarda la morale personale e la dignita' di un personaggio pubblico, non la legge). Lo sfruttamento della prostituzione minorile, e le false testimonianze aggravate dal compenso, sono cosa grave per la legge. Va bene essere tifosi acritici, ma oggettivamente, e logicamente, aver rivelato certi aspetti prima, e aver testimoniato sotto giuramento in maniera totalmente diversa, non puo' che portare ad una incriminazione. Qualche tifoso con un po' di onesta' intellettuale lo spieghi al Giornale e a chi non vuole farsene una ragione.

Ritratto di marforio

marforio

Sab, 25/01/2014 - 16:35

andrea626390-Quello che e me personalmente interessa e che si paghi da destra come a sinistra.Forteto, marrazzo, e altri casi ancora dove la sinistra sicuramente fu fuori dalla morale le dice qualcosa ?

fottosinistrati

Sab, 25/01/2014 - 17:48

Sinistrati le intercettazioni non sono prove ma indizi da confermare e siccome quegli schifosi magistrati non hanno trovato una prova su chi scopava cosa , quindi maledetti siamo noi che diciamo MA DI CHE CAPZO PARLIAMO?????punto Evitate di scrivere strozzate con la vs. bile , schifosi

Tony Capo

Sab, 25/01/2014 - 18:05

Nove milioni di processi non evasi, cifra incredibile, ma vera, ovviamente è vera solo in Italia, ed è giusto,perché i nostri amati giudici rossi, non possono perdere tempo a giudicare i veri delinquenti e malfattori, loro sono impegnati 24 ore al giorno solo per Berlusconi, e non è facile, perché su Berlusconi la maggior parte dei reati a lui contestati sono costruiti in procura, immagginatevi che impegno. Quanto terrore hanno di quest'uomo tanti magistrati e tanti politici??????? Io mi chiedo spesso il perché, ma forse ho già la risposta.

isaiavito

Sab, 25/01/2014 - 18:12

la cosa più vera è la parola "statista"...????????!!!!!!!!!

FerguSSon

Sab, 25/01/2014 - 18:26

@pol: senza fare troppi giri di parole inutili come le sue. Si chiama Inquinamento probatorio. oppure despitaggio. Lei parla della malafede dell'accusa. invece la difesa non è mai in malafede? L'interrogatorio serve proprio a capire le contraddizioni dei testimoni. e si fidi, ce ne sono molte. :-) quindi, detto amichevolmente: A CUCCIA.

Americo

Sab, 25/01/2014 - 18:34

La prima riforma da fare dopo le elezioni riguarda la giustizia. Bisogna rivedere il codice di procedimento penale, con condizioni precise di tempo per incolpare e per depositare la sentenza, ambe con la sanzione di esclusione dalla magistratura. Bisogna separare le due carriere perché richiedono caratterisitiche psichiche totalmente differenti, il gip é solamente un glorificato poliziotto indagatore mentre il giudice é l'arbitro della condotta della giostra che si gioca nel tribunale tra pm e difensori, é colui che deve espellere dal tribunale ed imporre pene di carcere a pm e difensori che rispettino le regole, ed é colui che deve indicare alla giuria le proposizioni penali che devono giudicare. Bisogna eliminare i giudizi senza giuria per tutti i casi che coinvolgano pene di carcere e multe di rilievo. Per entrare nelle due carriere ci vuole, come minimo, un tirocinio di sei mesi in uno studio di reputazione nell'ultimo anno d'Universtá ed un tirocinio favorevole di due anni, cuattro semestri, in vari sedi e vari tribunali come si fa in Germania. Infine nessuna causa di appello puó far ricominciare il processo da zero, ció saebbe la massima violazione del principio che nessuno puó essere giudicato due volte per la stessa causa. L'appello deve solamente rivolgersi a considerare i difetti di procedura e di legge commessi in primer grado. I PM non hanno diritto ad appellare una assoluzione perché essa é la prova della loro incompetenza ed é la causa di enormi spese a carico dello stato. Invece, in questo caso, il pm ha fatto suo il giudizio,e si deve applicare un principio del Digesto, che rimonta a Gaius, dove si definisce queste azioni com "iudex qui litem suam fecerit" e per le quali il PM, in questo caso e il giudice che gli da retta,creano una obbligazione per le cuale sono personalmente responsabili. Infine c'è il problema principale quello della legittimitá che ha una sola fonte. I magistrati debbono essere scelti in ultima istanza da una elezione diretta, come si fa in certi Stati degli Stati Uniti, o in formaindiretta da uno o vari rappresentanti eletti direttamente dal popolo. Non é raziomnale che in Italia una dei tre pilasti sui cuali si fonda la democrazia non abbia il crisma della leggitimitá ma che si maneggi come una massoneria per di piú intoccabile. Quando si concepisce lo stato democratico come constituito datre poteri che si controllano a vicenda, per l'Italia ció non succede perché la Magistratura si controlla da se stessa, ed é er questo che lo Stato Italiano zoppica eternamente.

il consumatore

Sab, 25/01/2014 - 18:41

TRE SOLE PAROLE: VERGOGNA,VERGOGNA,VERGOGNA! E poi si lamentano perché il popolo non li rispetta!

Wolfy

Sab, 25/01/2014 - 19:11

Che schifo questa casta di magistrati. Bocassini, frustrata invidiosa e incompetente, datti un po' più da fare per evitare che gente come Kabobo, o come si chiama, non sia già in piena libertà dopo che pochi mesi prima ha ammazzato due persone con un piccone.

Ritratto di andrea626390

andrea626390

Sab, 25/01/2014 - 20:13

marforio, Marrazzo, per dire, dopo lo scandalo e senza nessun reato penale HA LASCIATO LA POLITICA!!!! Certo che mi dicono qualcosa, vorrei che TUTTI (di destra come di sinistra) si comportassero come Marrazzo.

evvivarobinud

Dom, 26/01/2014 - 11:25

a tutti gli ingenui: La verità non è quella emersa dalle intercettazioni, ma quella testimoniata, dopo che tutti i testimoni sono stati in riunione da Ghedini e dopo che questi hanno ricevuto fior di quattrini.

Ritratto di sgt.slaughter

sgt.slaughter

Dom, 26/01/2014 - 12:27

Questi pidocchi di sinistra dovrebbero spiegare ai lettori come mai visto che il reato di prostituzione è così grave, la magistratura milanese non persegue con la stessa pervicacia chi le sfrutta per le strade di Milano. Quanto alla concussione abbiamo un ministro che fa una bella telefonata per far scercerare un indagata che impiegava il figlio al quale ha dato 1,5 milioni di Euro di buonauscita.......lì la concussione non conta vero zecchette? La realtà è triste e ci riporta ai tempi del bolscevismo. Vediamo se il discorso fila. Una persona ne uccide un'altra, viene indagato e nomina un avvocato. Poi viene riconosciuto colpevole.....l'avvocato che è stato pagato dovrebbe essere arrestato o quantro meno indagato....giusto? Con Berlusconi, ancora da riconoscere colpevole con dati oggettivi, questi comunisti ce la mettono tutta, ma anche per loro la pacchia sta per finire....

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Dom, 26/01/2014 - 12:41

@Fottosinistrati,le intercettazioni raccontano l'opposto di cio' che gli stessi intercettati hanno dichiarati sotto giuramento durante il processo in qualita' di testimoni.Vista l'evidente contraddizione il minimo da fare e' indagarli.Lei crede a cio' che questi/e hanno raccontato in aula,buon per lei che ha gia' le idee chiare e conosce la verita',io ancora no e attendo che si chiarisca chi ha mentito e quando,durante le telefonate o in aula?Le mie impressioni come le sue non contano nulla,contano i fatti che qui' hanno evidenti dubbi.Ed e' inutile che lei si fa il sangue marcio ed usa le sue volgarita',non e' gridando che si ha ragione.

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Dom, 26/01/2014 - 16:02

CHISSA' SE ALLA SEZIONE DEL PARTITO COMUNISTA DEL PALAZZO DI GIUSTIZIA HANNO POSTO PER 44 DETENUTI...E POI BISOGNEREBBE TOGLIERE IL MANIFESTO CON FALCONE E BORSELLINO SULLA FACCIATA E METTERE UNA BELLA BANDIERA ROSSA CON FALCE E MARTELLO E IN BASSO UNA TARGA CON SCRITTO PARTITO COMUNISTA SEZIONE DI CORSO DI PORTA VITTORIA PALAZZO DI GIUSTIZIA.

Leo Vadala

Dom, 26/01/2014 - 19:02

@El Presidente & Caribou - I 2500 euro al mese sono chiaramente spiegabili come beneficenza. Il fatto che le destinatarie di quella beneficenza dovevano tutte testimoniare a favore di Silvio (e avevano tutte un paio di tette da morire) e' una coincidenza.

Ritratto di michageo

michageo

Dom, 26/01/2014 - 19:13

il tutto fa il paio con quella bella modifica nel penale (di stampo nord coreano) voluta da una pia donna ministro, che introduce la retroattività(ad personam)...forse a chiamarsi Ligresti ed avere qualche legame, anche lontano, di parentela/amicizia sarebbe servito.....

Ritratto di perigo

perigo

Dom, 26/01/2014 - 22:08

Come è possibile che si possano buttare così nella spazzatura i soldi dei cittadini italiani, senza che nessuno tra quelli che possono farlo batta ciglio? Come è possibile che si persegua il leader del centrodestra per distruggerlo e nessuna delle massime cariche istituzionali apra bocca se non altro per rimarcare che non è mai credibile una magistratura gettata a corpo morto contro uno ed uno soltanto quando in Italia ci sono decine di migliaia di processi inevasi e centinaia di migliaia di casi mai nemmeno affrontati da una magistratura generalmente inetta quando non c'è da apparire sotto i riflettori o agli ordini del partito di riferimento? Si deve risolvere il problema giustizia politicizzata in questo Paese, ne va della credibilità dello Stato.

Ritratto di perigo

perigo

Dom, 26/01/2014 - 22:17

Siamo alla farsa, alle comiche finali. I magistrati di Milano hanno trovato il modo di rendere ridicola la giustizia ed i mezzi per difendersi nelle aule di tribunale. Un'altra goccia nell'oceano degli abusi e delle corsie preferenziali personalizzate che hanno costruito contro il nemico storico di sempre: Silvio Berlusconi.

Ritratto di a-tifoso

a-tifoso

Lun, 27/01/2014 - 00:46

Capisco perche' Boccassini non gradiva George Cluny. Non se la sarebbe sentita di metterlo dentro

stefano.colussi

Lun, 27/01/2014 - 03:15

Tutto Normale caro Direttore Sallusti..tu porti 44 testi a favore..bene..e loro si mettono ad indagare sui 44 testi..siamo in italy..italy da "culla del diritto" a "tomba del diritto" medesimo..insomma cose vecchie come il cucco..Vecchie Caste & Vecchie Vacche..Stefano Colussi, Cervignano del Friuli, Stati Uniti d'Europa.

luciablini

Lun, 27/01/2014 - 03:19

sallusti ma li dimentica che è un PREGIUDICATO COME IL SUO CAPO OPPS COME IL SUO..DATORE DI LAVORO....HIIHIHIHIHI PREGIUDICATO SEI è PREGIUDICATO A VITA RESTI....POI SCIVI MALE ANCHE DI NAPOLITANO CHE TI HA DATO LA GRAZIA CIOè SPUTINEL PIATTO CHE ..TI HA SALVATO NOTTE..PREGIUDICATO SALLUSTRI

electric

Lun, 27/01/2014 - 07:13

Visto che certi giudici e certi sinistrorsi NON HANNO PROPRIO NULLA DI NULLA a cui appigliarsi, prendono per oro colato l'unica sciocchezza che secondo il loro cervelletto potrebbe suffragare la loro tesi delirante: LE INTERCETTAZIONI TELEFONICHE. Dimenticando nel frattempo (o facendo finta di dimenticare) che non esiste NESSUNA ( diconsi NESSUNA) prova fotografica delle cosidette 'orge di Arcore' (sebbene sarebbe stato facilissimo ottenerle, in caso di VERA COLPEVOLEZZA ) ed inoltre risulta ampiamente dimostrato che le persone intercettate erano delle mitomani, che per darsi delle arie si inventavano le cose più assurde. Tant' è che la persona coinvolta si è inventata anche una relazione con un noto calciatore. A questo punto che facciamo, intentiamo dei processi ad oltranza contro questo calciatore, fino a quando qualcuno dei testimoni, per sfinimento, avvalora le ipotesi dei giudici?

rickyced

Lun, 27/01/2014 - 08:06

sig Sallusti come al solito ha dimenticato un passaggio del suo editoriale. I suddetti testimoni a vario titolo ricevevano e ricevono euro 2500 a titolo di indennizzo per come si può dire dire bugie sotto giuramento. Ecco così si capisce meglio!!!!

Ritratto di francia2

francia2

Lun, 27/01/2014 - 08:10

w l'italia

Ritratto di Vendetta

Vendetta

Lun, 27/01/2014 - 08:40

Ma Berlusconi vi paga per difenderlo con queste modalita' ho letto dei commenti che sembra che eravate la anche voi. Ma le avete ascoltate le intercettazioni e avete ascoltato le testimonianze in aula, dai suvvia fate pena, non e possibile. I fatti ripeto i fatti parlano chiaro

rotto

Lun, 27/01/2014 - 09:49

44 personaggi inutili, per la maggiorparte nullafacenti attaccati alle braghe del vecchio per spillargli denaro ricattandolo, ecco di che si tratta. Al vecchio piace essere circondato da questi miserabili. tenetevelo voi questo marciune, al paese hanno già fatto abb danno

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Lun, 27/01/2014 - 10:07

@Electric,visto che lei definisce "mitomani" le ragazze oggi indagate,mi speiga come fa a stabilire a priori che ciò che hanno riferito in aula è cridibile mentre ciò che raccontavano al telefono no?A maggior ragione visto quanto dice lei mi sembra scontato ed ovvio che si stia procedendo in questa indagine proprio per stabilire l'attendibilità di questi teste,perchè oive così non fosse ma piuttosto risultassero false le testimonianze rese sotto giuramento,il reato loro contestato sarebbe perseguibile.Quanto alla sua esclamazione per cui non essendoci foto delle orge,la cosa credo si commenti da sola,di solito anche nei casi di omicidio non vi sono foto delle esecuzioni,ma non per questo no si raccolgono altre prove per scoprire mandanti ed esecutori.

rokko

Lun, 27/01/2014 - 10:39

Sallusti, poche chiacchiere. A noi (o almeno, a me) di tutte le domande elencate all'inizio frega poco o nulla; l'unica domanda che ci (mi) interessa è la seguente: Berlusconi si è comprato i testimoni ? Se sì, è bene che venga condannato e vada dentro; se no, è giusto che ci si interroghi se i magistrati stanno facendo o meno il proprio mestiere.

ettore80

Lun, 27/01/2014 - 11:08

Non so se darle ragione o far prevalere la razionalità, e pensare che un imputato che ha a libro paga i suoi testimoni sia effettivamnete da indagare? A proposito, ha dimenticato proprio questo piccolo particolare...

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Lun, 27/01/2014 - 11:24

@sgt.slaughter. Innanzituto è opportuno qualificarla convenientemente: IGNORANTE! Ignorante non una ma due volte. La prima perché il reato di prostituzione in Italia non esiste, la seconda perché le signorine del cui destino tanto si preoccupa non sono accusate dell'appunto inesistente reato di "prostituzione" ma del molto più concreto reato di "corruzione in atti giudiziari".

Ritratto di ettore muti

ettore muti

Lun, 27/01/2014 - 12:03

il berluscaz in galera , longo ghedini e rossella ai lavori forzati

Ritratto di marystip

marystip

Lun, 27/01/2014 - 12:29

Alla Boccassini e a tutti i magistrati del suo stampo un invito ad andare a svolgere il loro lavoro in francia; sentireste che pernacchie!

fisis

Lun, 27/01/2014 - 15:00

Personalmente, tra il diavolo in persona e certi magistrati dichiaratamente comunisti, mi fiderei più del diavolo.

Ritratto di marione1944

marione1944

Lun, 27/01/2014 - 17:39

monique: lei deve essere una (come dite voi) delle olgettine mancata. Ha il dente avvelenato con Berlusconi per non averla presa (invitata) alle sue feste?

Ritratto di marione1944

marione1944

Lun, 27/01/2014 - 17:42

Pinozzo: pinozzo o Pinotto, sa quello con Gianni. Ma lei è sicuramente giovane e ancora con la mente mono neurone.

Ritratto di marione1944

marione1944

Lun, 27/01/2014 - 17:45

luciablini: se lei lavorasse come lavora la magistratura vivrebbe vita agiata pagata da quei poveri Cristi che hanno provato e provano sulla loro pelle cosa vuole dire la magistratura italiana.

moichiodi

Mar, 28/01/2014 - 17:07

ostaggi o non ostaggi, tra poco arrivano le carte dal marocco......

Guido_

Mar, 28/01/2014 - 17:45

E' diritto sacrosanto della difesa interrogare i testimoni, ma prepararli è un reato. E l'avv. Mavalà lo sapeva benissimo...

Ritratto di perigo

perigo

Mar, 28/01/2014 - 19:20

Con Silvio Berlusconi la procura di Milano agisce e si comporta come se si trovasse davanti il Mostro dei Mostri. Non ci sono regole che non siano state ripetutamente infrante e stravolte in nome di un ben identificato furore giustizialista che affonda le radici nell'odio ideologico che la parte politica avversa a Berlusconi nutre per colui che ha impedito l'ascesa al potere al PCI in pompa magna e secondo quanto stabilito da quegli stessi "esecutori" del famoso pentapartito nello sciagurato 1992. Insomma, viviamo un attacco senza precedenti allo stato di diritto e alla libertà individuale dei cittadini. Sta passando l'assunto che basta essere odiati dai magistrati per vedere la legge piegata ad uso e consumo di chi dovrebbe esercitarla in maniera imparziale tutelando la verità e la giustizia. Siamo in presenza della barbarie più grande: sei mio nemico, o mi stai antipatico? A prescindere se sei buono o cattivo, giusto o ingiusto, reo o innocente? Ti frapponi al partito di riferimento di nominati politici? Sei qualcuno che sta agendo contro i miei referenti politici e/o economici. Sei parte o tutto ciò? Ebbene, ti distruggo! Questo è quanto accade a Milano senza che nessuno faccia niente per arginare l'eversione evidente e l'insubordinazione a leggi dello Stato e Costituzionali. Si faccia qualcosa in fretta per arginare questa deriva stalinista della giustizia, ne va della libertà di tutti i cittadini italiani.

Ritratto di Mike0

Mike0

Mer, 29/01/2014 - 01:43

E cerrrrrto che sì! Non pretenderete mica che la "giustizia" italiana si occupi delle migliaia di processi in attesa quando c'è un succulento procedimento da impugnare. Anzi, già che ci siamo indaghiamo anche i giornali che ne parlano, dai loro giornalisti fino al tipografo, e indaghiamo anche coloro che commentano qui, coloro che ne parlano al bar, ma anche per strada (ma non dovevano fare un decreto svuota carceri???). Ma sìiiii, dai così, che l'Italia affonda; tanto i giudici non si licenziano, non si condannano, ma si osannano sempre e comunque....

electric

Mer, 29/01/2014 - 07:58

@ Agrippina (10:07). E' vero. Normalmente nei casi di omicidio non esistono prove fotografiche. Ma il caso descritto e' MOLTO diverso. Primo perche' le cosidette 'orge' si sarebbero svolte in piu' tempi e con un numero considerevole di persone. Si rende conto la ricchezza e la notorieta' che avrebbe avuto chi avesse potuto avere una prova fotografica o filmata? Sarebbe bastato venderla in esclusiva ad un qualsiasi quotidiano. E non dica che questo le sarebbe stato impedito. Oggi su internet si trovano a basso costo telecamere camuffate da orologio, penna, bottone, ecc. Secondo, la stessa Boccassini, quendo la D'Addario per avere un po' di notorieta' le si presento' davanti denunciando la cosa, avrebbe potuto farla partecipare al prossimo 'evento' con una telecamera nascosta, invece di imbastire un processo basato sul nulla. Un processo deve basarsi su prove concrete, non su chiacchere di qualche mitomane. La saluto cordialmente.

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Mer, 29/01/2014 - 11:34

@Electric,quindi secondo lei siccome qualcuno avrebbe potuto fotografare e non l'ha fatto(mancando un eventuale futuro guadagno)tanto basterebbe a smontare le tesi dell'accusa?Onestamente credo che in un processo si valuti altro e non queste ipotesi alquanto fumose.Io credo che lei forse confonde la flagranza di reato,con la dimostrazione tramite prove del reato.Non sempre è possibile beccare il colpevole con le mani della marmellata.Ci sono poi reati che vedono le vittime essere reticenti ad ammettere il reato subito per diversi motivi,paura nel caso dell'imprenditore che paga le tangenti,o convenienza nel caso in cui la vittima venga comunque ben remunerata da parte di chi il reato lo commette.Quest'ultimo caso è il più simile a quello in questione.Per tornare alla questione sollevata dal direttore,quì c'è un indagine in corso per appurare se queste testimoni hanno mentito sotto processo in quanto le loro dichiarazioni risultano contradditorie rispetto ad una serie di prove,tra cui anche le intercettazioni,ma non solo.Ci sono anche ragazze che hanno dato un altra versione.Guarda caso sono ragazze che a differenza di quelle testimoni,non ricevono bonifici da parte dell'imputato,ne hanno partecipato agli interrogatori della difesa.Le indagini servono ad appurare un verità processuale,non significa qundi che già oggi possiamo dare per certo che le testimoni abbiano mentito sotto giuramento e dietro compenso,ma gli estremi per aprire questa indagine e probabilmente un processo su questi capi d'accusa mi sembrano assolutamente fondati ed evidenti.Poi mi rendo conto che da parte di chi ritiene B. vittima di un complotto giudiziario e politico,il tutto non ha nessun valore,ma questa è una questione che riguarda più il tifo politico che non la verità processuale.In ultimo proprio ieri il ministro marocchino ha chiarito che sull'età di Ruby non esistono altri documenti che dimostrerebbero il contrario di quanto fino ad ora accertato,il Giornale che aveva trionfalmente titolato a tutta pagina ieri l'altro,si dimentica di darne adeguata notizia,questo è il modo con cui si tratta la vicenda su queste pagine.Cordialità reciproche.

tonipier

Mer, 29/01/2014 - 11:52

" L'ERRORE DEL GIUDICE" Quale è il criterio al quale, nella disamina dei casi concreti, si può, anzi si deve far capo per poter distinguere la colpa dal dolo del giudice? Poichè l'abilitazione del magistrato all'esercizio della funzione giurisdizionale implica il possesso delle cognizioni che sono proprie della sua attività professionale ed indispensabili al lineare svolgimento di essa, devono ricondursi al genere colposo, implicante la sola responsabilità civile del giudice, i casi di " culpa levis", cioè le iniziative e le soluzioni nelle quali la eseguità, la scarsa rilevanza dell'errore sono tali da escludere che il giudice abbia inteso o potuto strumentalizzare i suoi poteri nel preordinato intento di nuocere o viceversa di giovare ad alcuno.Quando invece l'errore è così rilevante e notevole da rendere evidente la impossibilità della sua verificazione o commissione con l'uso della normale diligenza e prudenza, esso deve considerarsi preordinato alla inversione della legge, finalizzato alla determinazione di un nocumento sociali, implicante come tale la responsabilità civile e la responsabilità penale del suo autore. Il giudice ha il dovere inderogabile di interpretare ed applicare bene le leggi dello Stato.

Ritratto di donzebaB

donzebaB

Mer, 29/01/2014 - 14:59

Sono preoccupato. La giustizia contro Berlusconi mi indigna, perchè non vedo i giudici con la bilancia usata in modo giusto. Fino a quando ci saranno giudici politicizzati, non ci sarà Giustizia. Sfido chunque a dimostrarmi che non ci sono giudici politicizzati.

electric

Gio, 30/01/2014 - 07:55

@ Agrippina. Sono perfettamente d'accordo. Compito del giudice e' quello di giudicare in base alle prove. E quale prova migliore di quella fotografica o filmata? Per lei le calunnia sarebbero una prova? Ricordo che per incastrare il figlio di Bossi e' bastato il filmato che loriprendeva mentre intascava la mazzetta. Altrettanto per incastrare Marazzi. E ripeto che la prova fumante delle cosidette 'orge di Arcore', qualora queste fossero state reali, sarebbe stata facilissima ottenerla. Direi che nel caso specifico non poteva non esistere una prova fotografica o filmata. Il fatto che questa non esista, e che le prove dei giudici siano costituite solo ed esclusivamente su qualche parola buttata li' da qualche ragazza, francamente mi sembra tutta una montatura.