L'Europa dà lezioni di sesso: a tre anni il gioco del dottore

Le linee guida dell'Oms per l'educazione "all'affettività" dei bambini: masturbazione e omosessualità da spiegare prima dei 6 anni d'età

All'uscita di un asilo (età media tre-cinque anni): «Mamma oggi in classe la maestra ci insegnato il gioco del dottore tra maschi e femmine!». O anche: «Papà sai cos'è la masturbazione? Ne abbiamo parlato con la maestra ma non ho capito niente!». Di fronte a esclamazioni di questo tenore, genitori non distratti chiamano direttamente i carabinieri, oppure la direttrice dell'asilo, non certo l'insegnante che potrebbe essere già sospettata di comportamenti ambigui se non vogliamo definirli pedofili. Esagerazioni? Forse, ma potrebbero sorgere migliaia di equivoci se i nostri educatori attingeranno alle istruzioni dell'Organizzazione mondiale della sanità in fatto di educazione sessuale. E il rischio non è così peregrino perché il governo ha stanziato ben dieci milioni di euro per «aumento delle competenze relative all'educazione all'affettività».

Dunque, da qualche parte i nostri maestri e professori dovranno pur studiare per saper «maneggiare» l'argomento sesso con le dovute precauzioni. E guarda caso, l'Oms ci ha messo lo zampino. Oseremmo dire in modo maldestro. Ma andiamo con ordine affinché ognuno possa arrivare alle proprie conclusioni di testa sua. Il testo da consultare si chiama «Standard di educazione sessuale in Europa», si trova tradotto in italiano su internet ed è una guida per i governi, sviluppata dall'ufficio europeo dell'Oms, in collaborazione con l'agenzia governativa tedesca per l'educazione sanitaria. L'argomento sesso e affettività è racchiuso in 63 pagine: dopo l'impostazione generale di stampo olistico scritta da un gruppo di sessuologi e ginecologi di diverse nazionalità europee (nessuno italiano, però!), arrivano gli schemi dove si illustra come l'educazione sessuale vada impostata e insegnata ai bambini nelle diverse fasce d'età: dagli 0 ai 4 anni, dai 4 ai 6, dai 6 ai 9, dai 9 ai 12, dai 12 ai 15 e infine dai 15 in avanti. E qui le perplessità salgono a galla come l'olio nell'acqua.

Tra le informazioni che andrebbero date ai bambini tra gli 0 e i 4 anni si parte con il piede giusto: «corpi diversi e sessi diversi», «differenza tra sé e gli altri». Poi però si suggerisce di «mettere i bambini in grado di esprimere i propri bisogni, desideri e limiti con il gioco del dottore»; e di informare i pupi «sulla gioia e il piacere nel toccare il proprio corpo, spiegando la masturbazione infantile precoce». La fascia tra i quattro e sei anni sarebbe quella in cui vanno affrontate le «relazioni tra persone dello stesso sesso». Tra i sei e i nove anni i bambini sono pronti a capire «i diversi metodi contraccettivi» nonché «l'amicizia e l'amore verso le persone dello stesso sesso». Dopo i nove anni, gli esperti in miniatura del sesso devono essere in grado di «riconoscere i sintomi della gravidanza e le conseguenze del sesso non protetto».

Le tappe del percorso previste per i gruppi di età tra i 12 e i 15 anni sono ancora più laboriose. Innanzitutto vanno segnalati alle fanciulle «i loro diritti all'aborto». Ai maschietti si suggerisce «come procurarsi preservativi e contraccettivi nei contesti appropriati ed essere in grado di saperli usare». Obbligatorie le informazioni sulla fecondazione assistita, la maternità surrogata e siccome sono ormai grandi possono pure fare «coming out», cioè svelare la propria identità sessuale.

Un simile decalogo ha già sollevato un vespaio di polemiche. Nei giornaletti parrocchiali si commentano gli articoli abbozzati dai decani sul documento Oms, sul web associazioni cattoliche hanno già raccolto oltre undicimila firme per chiedere alla dottoressa Margaret Chan, direttore dell'Oms, di ritirare immediatamente il documento.
I Giuristi per la vita parlano di «aberrante contenuto, nefasto per la società e le generazioni più indifese». L'Osservatorio cardinale Van Thuan parla di «allarme educativo» e invita alla mobilitazione il mondo cattolico contro «l'ingresso massiccio dell'ideologia gender nelle scuole».

Commenti

Tobi

Sab, 23/11/2013 - 08:52

"La fascia tra i quattro e sei anni sarebbe quella in cui vanno affrontate le «relazioni tra persone dello stesso sesso»." --- stanno facendo di tutto per plagiare l'infanzia e far aumentare il numero di omosessuali. Ma che aspettiamo ad uscire da questo schifo di Europa!!!

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Sab, 23/11/2013 - 08:59

a 14 anni già mamme e papà il Nuovo Ordine ha bisogno di schiavi per sopravvivere tutti obbedienti ed uniformati alle loro volontà naturalmente per il bene della società come affermava Stalin, Lenin, Hitler, Tito etc etc.

Tobi

Sab, 23/11/2013 - 09:10

dai Giacomino, vieni con papà, andiamo al negozio di giocattoli e scegli cosa vuoi, magari un trenino, la pista elettrica, la playstation, un giocattolo che ti piace. No papà, la maestra mi ha detto che noi bambini maschietti dobbiamo andare al sexy shop e farci comprare un fallo di plastica per giocarci, prima da soli, e poi con un un altro bambino maschietto. Ci hanno detto che così tutti i bambini maschietti sanno qual è il ruolo migliore per loro, se essere omosessuali attivi, oppure omosessuali attivi. Margherita, vieni con mamma, ho visto un bel negozio di bambole. No, mammina, la maestra ci ha detto che noi femminucce dobbiamo andare al sexy shop a farci comprare i perizoma con un fallo di plastica fissato sul davanti della mutandina, così noi femminucce prese a coppie ci fanno giocare una a far la femminuccia e l'altra, indossando il perizoma con fallo sul davanti a far il maschietto, e poi però ci fanno invertire, e la fanno giocare a fare il maschietto e la seconda a fare la femminuccia. Ci hanno detto che così è più giusto, è più democratico, perché possiamo provare queste esperienze e decidere cosa è meglio per noi femminucce, se indossare il perizoma con il fallo di plastica, oppure farlo indossare alla nostra amichetta del cuore. Ci hanno detto che così potremo imparare tutti i possibili ruoli per noi femminucce, cioè se essere una lesbica con il ruolo di maschio, oppure una lesbica con ruolo di femmina. Mica come voi genitori, papà e mamma, che siete stati dei falliti perché non siete stati omosessuali e lesbica. Questo ci ha detto la maestrina. Anzi la maestra ci ha pure detto che non vi dobbiamo più chiamare mamma e papà, ma genitore 1 e genitore 2. Anche se non ho capito chi tra voi deve essere l'1 e chi il 2. Un'ultima domanda, ma la bambolina che mi volevi comprare ha il perizoma con fallo, oppure se ne devono comprare 2, una con il perizoma con fallo e l'altra senza?

belmonte

Sab, 23/11/2013 - 09:22

Il primo passaggio sarà anticipare sempre di più la conoscenza sessuale; il successivo la depenalizzazione della pedofilia.

46gianni

Sab, 23/11/2013 - 09:24

mi fai schifo europa patria dei celestini

belmonte

Sab, 23/11/2013 - 09:27

L'Europa è veramente destinata al declino. Il lunedì si fanno manifestazioni per protestare sul dramma delle spose-bambine dell'Islam e non solo; il martedì ci adoperiamo per introdurre la conoscenza della sessualità negli asili. Gli islamici penseranno, e pensano, che siamo fuori di cervello.

Ritratto di sances2

sances2

Sab, 23/11/2013 - 09:45

L'Europa si occupi di economia, di giustizia, di immigrazione clandestina, di sicurezza; se non ne è in grado, continui a interessarsi delle dimensioni delle zucchine e della curvatura delle banane. Lasci in pace i nostri figli! L'educazione sessuale va svolta in famiglia o anche a scuola ma tenendo in debito conto la cultura, la sensibilità e anche la maturità dei singoli bambini e non secondo programmi "asettici" calati dall'alto da qualche burocrate. Dubito che i cd padri fondatori dell'Europa sarebbero contenti della nostra UE!

buri

Sab, 23/11/2013 - 10:04

ed ora anche questi fra i diktat di Bruxelles? se si occupassero della crisi economica e del dramma delle disoccupazione, non solo giovanile, si potrebbe anche credere che la UE sia utile, ma dopo la curvatura delle zucchine e il diametro dei piselli. siamo alle solite idiozie targate Europa, si dovrebbero ripristinare le preghiere medievali, quando in Francia pregavano per essere risparmiati dalla furia dei Normanni, mentre in _Italia si pregava per non dover subire gli attacchi dei Saracceni, ora si potrebbe pregare per essere liberati dall'incubo europeo

buri

Sab, 23/11/2013 - 10:04

ed ora anche questi fra i diktat di Bruxelles? se si occupassero della crisi economica e del dramma delle disoccupazione, non solo giovanile, si potrebbe anche credere che la UE sia utile, ma dopo la curvatura delle zucchine e il diametro dei piselli. siamo alle solite idiozie targate Europa, si dovrebbero ripristinare le preghiere medievali, quando in Francia pregavano per essere risparmiati dalla furia dei Normanni, mentre in _Italia si pregava per non dover subire gli attacchi dei Saracceni, ora si potrebbe pregare per essere liberati dall'incubo europeo

Tobi

Sab, 23/11/2013 - 10:30

il figliletto alla mamma: "mammina, mammina, anzi no, genitore 2, la maestra ci ha detto che noi bambini dobbiamo imparare sin fa piccoli ad essere omosessuali." E la mamma, "ma che dici figlioletto mio, giammai!! Cose dell'altro mondo!! Mai permetterò che ti plagino perfino a scuola e ti impediscano di crescere normalmente". E il figlioletto: "eh no, la maestra ci ha detto che tanto sarà approvata la legge contro l'omofobia e chiunque avrà atteggiamenti discriminatori contro gli omosessuali andrà in galera!". E la mamma: "si, d'accordo figlioletto mio, ma anche io come tante altre persone normali eterosessuali siamo d'accordo a non maltrattare gli omosessuali e pertanto siamo d'accordo che venga fatta una legge contro l'omofobia! E' una legge giusta che protegge i poveri omosessuali vittime di persone cattive che le prendono in giro!" E il figlioletto: "Eh no, cara mammina, anzi genitore 2, sei proprio una bella grulla che non capisce! La maestra ci ha anche detto che esiste già la legislazione normale per proteggere qualunque persona da offese di vario tipo, quindi non c'è bisogno di una legge in più per tutelare gli omosessuali dalle offese o dai maltrattamenti discriminatori. Infatti la maestra ci ha detto invece che la legge contro l'omofobia servirà a rendere più potenti i gay permettendo loro di diventare una casta potente ed intoccabile. Ti faccio un esempio. Se capitasse che un gay facesse delle advances sessuali ad una persona normale etero-sessuale e quest'ultima si rifiutasse, il gay potrebbe dire di aver subito una discriminazione da parte della persona normale. Così, in futuro, anche le persone che ancora si proclameranno normali eterosessuali, dovranno sottostare ai desideri dei gay e star mute. Altrimenti la galera. Esattamente come succede in paesi come il Pakistan dove c'è la legge contro la blasfemia. Infatti, la legge contro la blasfemia è utilizzata nelle persecuzioni contro le minoranze religiose, tra cui i cristiani. Basta che un cristiano dica una sola parola contro Maometto e allora sarà giustiziato. Il fatto è però che tante volte basta solo la calunnia di esser accusati di blasfemia (anche senza averlo fatto) per essere processati. E così succederà lo stesso qui in Europa con la legge contro l'omofobia. Se tu, persona normale eterosessuale stai antipatica alle lobby gay, a loro basterà tirar fuori la calunnia che tu abbia detto una sola parola contro di loro (anche se tu non lo hai fatto) e tu andrai in galera. Oppure, in alternativa, se non vuoi andare in galera dovrai giocare al dottore con loro. E tu dirai "ma è la mia parola conbtro la loro! Un giudice mi darà ragione". Eh no, grulla mia, a parte che sai benissimo come funziona la legge in Italia, ma se anche funzionasse, vuoi metter la tua parola contro quella di una lobby? Sarai sola contro una lobby. Hai visto cosa è successo alla Barilla? I gay possono far ciò in quanto ormai hanno fatto una rete potente, tireranno fuori tutti i mezzi contro di te. Pensaci grulla normale eterosessuale, pensa ancora insieme a tanti cretini come te che lo scopo della legge contro l'omofobia sia semplicemenbte quello di tutelare i poveri omosessuali, appoggiali anche tu, finché poi saranno loro ad appoggiar tutti quelli come te.

Luigi Farinelli

Sab, 23/11/2013 - 10:38

Dall'articolo: "..potrebbero sorgere migliaia di equivoci se i nostri educatori attingeranno alle istruzioni dell'Organizzazione mondiale della sanità in fatto di educazione sessuale..." I nostri educatori hanno già iniziato a sessualizzare i bambini secondo le regole imposte dall'OMS e dalla Commissione Europea, soprattutto nelle regioni "rosse" dove la demenziale ideologia del genere ("gender") comincia ad emergere dalle iniziative di presidi e corpo insegnante "progressista" e "moderno": vedere di poche settimane fa il caso della scuola Gramsci di Settimo Torinese o le fiabe raccontate ai bambini delle scuole bolognesi. Bambini utilizzati come "attori" in commedie in cui si esalta l'amore omosessuale e si portano le femminucce a dire di amare la compagna di banco e ai maschietti il compagno, per finire con l'assimilazione dello stesso tipo di "amore" con quello per gli animali domestici, invocato da poveri bambini in balìa di autentici lestofanti privi di scrupoli morali ed etici: in quel caso i genitori che si sono ribellati sono stati messi in soggezzione, aggrediti verbalmente perché non intervenissero e tacciati di "oscurantismo religioso" (anticipo di ciò che sarà il reato di opinione se verrà approvata la legge contro l'omofobia, in teoria promossa per "difendere i gay"). E le fiabe con la bella addormentata risvegliata da un bacio lesbico, o quella dei pinguini maschi che "allevano un cucciolo assieme". E la propaganda antimaschile di marca strettamente radical-femminista (Biblioteca Scandelliana di Bologna con prontuario rivolto alle adolescenti dove l'attacco al maschile, le insinuazioni più infamanti contro un intero genere e il plagio della Storia in chiave di vittimismo femminista sarebbero già materia di denuncia da parte dei genitori che tengono alla salute mentale dei proprio figli, insidiata da autentici criminali autoinvestitisi, a livello italiano, europeo e mondiale del ruolo di autentici plagiatori dei bambini. Per tacere del tentativo di spacciare l'efebofilia (diktat imposto dall'Europa: vero Genovefa Idem ?) con divieto da parte dei genitori di avere voce in capitolo qualora il figlio (14enne) volesse frequentare adulti di qualsiasi età. La pedofilia, appoggiata anche dai Radicali, è già stata introdotta nei programmi di insegnamento delle scuole croate (condizione per far entrare la Croazia nell'Europa "Comune") dove vengono propalate ideologie scritte da pedofili dichiarati. E ci sarebbe da allungare l'elenco degli orrori, nato e cresciuto all'ombra dell'ultralaicismo libertinista, malthusiano e massonico imposto dai "progressisti" dell'Europa, ferocemente anticristiana proprio per eliminare gli ostacoli che si frappongono alla distruzione della famiglia naturale e della società fatta da uomini e donne.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Sab, 23/11/2013 - 10:54

Soprattutto spiegare all'infanzia che può (in casi limitati, beninteso!) essere considerato tollerabile anche il rapporto sessuale tra un uomo ed una donna....Ma andate affa'n c...!

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Sab, 23/11/2013 - 11:10

@Tobi,mi ha fatto ridere,distraendomi dal profondo avvilimento,nel leggere ANCORA UNA VOLTA,(nessun partito politico "tradizionale e non" si fa promotore di qualche REFERENDUM(da rispettare) sul tema??),che tanti soldi pubblici,sono spesi da queste ORGANIZZAZIONI,per mantenere lautamente degli idioti,che scrivono,dettano queste assurde leggi.Occorre cambiare l'attuale "modello politico",e visto che siamo vicini a Natale,ricordiamoci che il "cappone,non si infila da solo nel forno"!!!

Beaufou

Sab, 23/11/2013 - 11:26

L'OMS? Un'accozzaglia di gente che non ha mai lavorato in vita sua e che per dare l'impressione di far qualcosa si occupa di cose che non le competono, mettendosi al servizio di quelli che vogliono un'umanità standardizzata e facilmente manipolabile, il sogno di tutti i peggiori delinquenti della Storia. Ma non riusciranno a rovinare del tutto l'Uomo: faranno molti danni, ma fortunatamente la natura ha fornito degli antidoti. I bambini "non" saranno così docili alle direttive "politicamente corrette" dell'OMS, ammesso che gli stati le adottino. Scommettiamo?

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Sab, 23/11/2013 - 11:41

I tangheri dell'Euro stanno giocando con la vita, i cui meccanismi sono patrimonio delle religioni. Già in Italia è in corso uno scontro tra: paganesimo comunista di Napolitano che ha lasciato i "conti in disordine" (praticamente sono spariti i soldi da Bankitalia), l'Islam di Grillo che vorrebbe far fuori tutti, e infine il Cristianesimo del "peccatore" Silvio Berlusconi (che poi è quello che metterà le cose a posto).

Ritratto di Manieri

Manieri

Sab, 23/11/2013 - 11:54

Che Dio mandi un cancro all'oms, all"Europa", a Prodi e ai suoi padroni che ci hanno legati a queste entità sataniche.

killkoms

Sab, 23/11/2013 - 11:55

ci vogliono tutti froci!

Joe Larius

Sab, 23/11/2013 - 12:08

Ciò che segue l'ho gia inviato come commento qualche mese fa, ma spero che valga ancora il detto "repetita iuvant" Ai tempi, mi hanno insegnato di essere nato in seno ad una umanità formata dall'"homo sapiens sapiens". Purtroppo, meno di un secolo dopo, ne stiamo vivendo la trasformazione in "homo imbecillis". Le sue prodezze ci inducono a pensare che l'immediato futuro vedrà la comparsa dell'"homo sex" al quale le meravigliose scoperte del prorompente progresso scientifico daranno senza dubbio l'ambita facoltà di generare una futura superiore umanità: quella dell'"homo stronzus".

daniele66

Sab, 23/11/2013 - 12:29

ho quattro figli, 3 femmine e un maschio tutti sotto i 12 anni e,da quello che leggo,se prima ero orgoglioso di essere BERLUSCONIANO,con i solidi valori della famiglia,ora lo sono al punto di votarlo anche se fosse in fin di vita !!! EUROPA, VADE RETRO, tu e questo governicchio che a te si prostra incaricato da Voi di svuotare l' ITALIA ed asservirla anche su temi che MAI accettero' che mi vengano imposti. Io e mia moglie decidiamo come e quando affrontare queste tematiche con i nostri figli e nessun altro !!!! Peraltro,ogni bambino e' diverso, ha tempi e sensibilita' diversi,come e' mai possibile solo immaginare di REGOLAMENTARE UNA COSA DEL GENERE ??????????

electric

Sab, 23/11/2013 - 12:32

L' imbecillita' di certi pseudo-educatori non ha limite. Lasciamo che almeno i bambini mantengano quell'innocenza che non esiste proprio piu'. E condanniamo fortemente, tutti, queste pessime ideologie...

angeli1951

Sab, 23/11/2013 - 13:11

A questo punto, dato che L'oms è una emanazione dell'onu, bisogna cominciare a chiedersi se verso l'onu non abbia buon senso e ragione Geert Wilders, il leader dell'estrema destra olandese.

Raoul Pontalti

Sab, 23/11/2013 - 13:24

State calmi bananas che qui l'euro e la Ue non c'entrano una mazza: l'Organizzazione mondiale della sanità (OMS/WHO) non è un'istituzione dell'Unione europea e nemmeno del Consiglio d'Europa, bensì dell'ONU e ha come ragione sociale il conseguimento del massimo grado di salute nelle popolazioni dei vari continenti mediante non soltanto la prevenzione delle malattie ma anche la rimozione di vari ostacoli di natura sociale, culturale, etc., e il cui ufficio regionale per l'Europa è sortito con il documento de quo. Lo scopo dell'iniziativa era nobile perché volto alla prevenzione di malattie sessuali, gravidanze indesiderate nelle ragazzine, problemi psicologici legati all'attività sessuale, etc. ma guastato dall'interferenza di qualche coglioncello scherzoso dalle tendenze ambigue. Sono già insorte le organizzazioni cattoliche, vedremo cosà dirà la Russia, certo che l'iniziativa non è stata proposta in Asia o in Africa, perché i proponenti sarebbero stati linciati. Forse questa è una delle situazioni in cui è meglio apprezzabile il valore di istituzioni spirituali e culturali spesso denigrate dai bananas come da un lato la Chiesa cattolica e dall'altro le organizzazioni islamiche (non quelle al servizio dei servizi occidentali come la cd al Qaida)che sui temi morali sono giustamente intransigenti.

Ritratto di Soldato di Lucera

Soldato di Lucera

Sab, 23/11/2013 - 13:47

Oh oh ooh! Ma come Santa romana chiesa, non è d'accordo ? Quanta pace quanta carità amici dei sinistri accoglienti coi diversi? Cosa si aspettavano??? A ballare la notte col diavolo, non ci si risveglia tanto bene....e il papa Franch...cosa dice? Quello che va a braccetto con grande puffo...."sa, la mia maestra era comunista!" Ma che belli! Mi sa che i Lefebvriani avranno parecchie adesioni.....

Ritratto di rapax

rapax

Sab, 23/11/2013 - 14:00

che al vertice di tutto ci fossero massoni deviati satanisti..la realtà lo stà confermando ogni giorno, il relativismo spinto trae origine dalla "libertà" oltre ogni moralità tipica degli adoratori di satana..ps la normalizzazione mediatica di quella porcata PORCATA dell'affidamento di minori a coppie Gay è la prova..dopo ci aspetta di peggio..

tonino33

Sab, 23/11/2013 - 14:03

Il programma educativo prevede di informare i bambini che l'attivita' gay riduce l'aspettativa di vita di 20 anni? La proibizione della propaganda del tabacco ai minori intendono mantenerla? Se si, perche'? Sarebbe illogico; in fondo fumare riduce l'aspettativa di vita di soli 5 anni, mica venti. Yet Another Study Confirms Gay Life Expectancy 20 Years Shorter http://www.lifesitenews.com/news/archive/ldn/2005/jun/05060606

Tobi

Sab, 23/11/2013 - 14:28

comunque, invito chi è genitore a ritirare i propri figlioletti dalle scuole e a protestare qualora venissero a sapere che nelle scuole frequentate dai propri figli venissero adottate queste forme di pseudo-insegnamento di sessualità tra l'altro con promozione delle devianze sessuali. Se uno ha una devianza sessuale è chiaro che gli piace e che si convincerà che è nel giusto, ma questo non significa che si devono toccare i bambini. Nessuno tocchi i bambini! Lasciate in pace l'infanzia. Ribellatevi anche voi, coglioni normali che ancora bevete quello che vi dicono a proposito della legge dell'omofobia e dell'ideologia del gender. E' chiaro che chi ha una devianza sessuale tende a perseverare. Anche il pedofilo ha una devianza sessuale e pertanto si ostina ad andare verso i bambini. Idem l'omosessuale è convinto che è nel giusto perché la pulsione sessuale è difficile da controllare e ovunque sia diretta, anche verso "obiettivi" innaturali, la persona deviata la segue. Stessa cosa per i necrofili. Andateglielo a spiegare che andare con i morti è sbagliato, ma la loro pulsione sessuale deviata li spinge lì. Stessa cosa per gli omosessuali. Mi spiace, capisco il problema di molti di loro, ma l'omosessualità non può essere giustificata come una libera scelta e soprattutto non può essere imposta. Lasciate stare i bambini in pace!!!

Joe Larius

Sab, 23/11/2013 - 14:28

Scusatemi se in qualche modo sono costretto a ripetermi Consiglio disinteressato:Leggete e diffondete la lettura del testo integrale del superbo trattato dal titolo "Manifesto del partito comunista" emesso dal grande filosofo da spiaggia Carletto Marx e controfirmato dal ricco borghese Hengels che lo manteneva (abitudine scrupolosamente osservata fino ai giorni nostri dalla schiera dei suoi più eletti e fedeli seguaci).Vi troverete tutte le ragioni che giustificano il comportamento degli attuali aspiranti reggitori dell’ inter- e nazionale complesso di tutto lo scibile che dovrà essere patrimonio della moderna specie umana “homo imbecillis”: “La famiglia nel suo pieno sviluppo esiste solo per la borghesia; ma essa trova il suo complemento nella sua imposta assenza tra il proletariato e nella prostituzione pubblica.” "Voi ci rimproverate che noi vogliamo sottrarre i bambini allo sfruttamento dei loro genitori? Ebbene noi confessiamo questo delitto. Ma voi dite che noi eliminiamo i più confidenziali rapporti di fiducia naturali per il fatto che noi sostituiamo l’educazione familiare con quella della società.” E per ora , non vi annoio con le funzioni delle “Weibergemeinschaft”en (Comunità delle femmine) futuri pilastri riproduttivi della futura società comunista proposte dal sommo autore. Esempio personale proposto ai posteri dal famoso autore: famiglia costretta a vivere in un tugurio londinese mantenuto ai limiti della fame da un “lurido” borghese (Engels) e con due figli suicidi. Avanti popolo

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Sab, 23/11/2013 - 14:35

#Raoul Pontalti. Ah beh! Se ci pensa l'Islam sedicente "moderato" possiamo dormire tra sette guanciali. I peggior cripto-froci ed onanisti si annidano proprio nella sessuofobica e bacchettona società islamica. E per quanto riguarda S. Madre Chiesa...le cose non vanno, poi, meglio negli anfratti delle sacrestie e nell'ombra dei conventi. Quotidianità docet. E sai bene che non sono uno del gregge olgettinaro.

Tobi

Sab, 23/11/2013 - 15:00

Memphis35, se lei ha un minimo di onestà saprà che quando si scopre un caso di pedofila o omosessualità nella Chiesa i media vi danno grandissima risonanza (partono primi titioli sulle pagine dei giornali ed inchieste varie) ma che pur essendoci questi casi nella Chiesa essi rappresentano una percentuale molto più bassa rispetto a qualsiasi altra istituzione. Si guardi un pò intorno guardi quanti nella sua cerchia vanno a fare viaggetti in paesi tipo Cuba o altre mete esotiche dove il mare non è necessariamente più bello di quello di posti più vicini, oppure guardi chi frequenta le strade dove ci sono tante ragazzine spinte alla prostituzione, anche lì c'è pedofilia, etc., ma questi casi estremamente numerosi solitamente non meritano i titoloni di prima pagina dei giornali.

Tobi

Sab, 23/11/2013 - 15:06

signor Pontalti, mi scusi ma a me pare che dietro queste lezioni non ci sia il tentativo di diminuire le malattie sessualmente trasmesse, bensì che queste siano il cavallo di troia (mai trovata espressione più azzeccata) per propagandare l'ideologia di gender e i pruriti delle lobby gay. Le lobby gay spingono sui governi, spero se ne sia accorto. Inoltre, se fosse solo per prevenire le malattie sessuali, le pare che spingere la gente alla sessualità sin dalla prima infanzia (e qui stiamo parlando non di teoria ma di rapporti veri e propri volti alla conoscenza del proprio corpo, quindi rapporti reali tra bambini), quand'anche fossero rapporti naturali maschio-femmina, faccia diminuire le malattie sessuali? Io sarei portato a pensare il contrario.