"Lotta di classe", ecco Renzi comunista

Il premier rispolvera Marx sulla differenza tra poveri e ricchi: aumenti in busta paga e tagli agli stipendi dei manager

Roma - Una spolverata di Carlo Marx, con i riferimenti alla «lotta di classe». Un po' di Arangio-Ruiz sulle memorie di Diritto romano. Matteo Renzi presenta così il «suo» Documento di economia e finanza. Un testo che non ha forza di legge, ma che impegna il governo sia con il Parlamento sia con Bruxelles per gli impegni che contiene.

Ed il primo impegno è quello di rispettare gli obblighi europei. «Rispettare i vincoli Ue fa bene a noi e ci fa rispettare a Bruxelles», commenta Pier Carlo Padoan. Quindi, viene rispettato l'obiettivo di contenere il deficit 2014 entro il 2,6% del Pil. Ma - fa capire il presidente del Consiglio - da luglio in avanti la musica potrebbe essere diversa. «Proprio perché rispettiamo gli impegni, nel secondo semestre di quest'anno, cambieremo l'Europa». Come a dire: con il semestre di presidenza italiana della Ue il «3%» non sarà più un totem.

Ma è sulla «lotta di classe» tra ricchi e poveri che Renzi insiste a lungo. Dice: se a maggio riusciamo a dare la «quattordicesima» a chi guadagna 1.500 euro netti al mese, è perché tutti i dirigenti pubblici (Stato ed enti locali) non potranno guadagnare più di 238mila euro all'anno lordi: lo stipendio di Giorgio Napolitano. E perora che l'esempio venga seguito anche dagli organi costituzionali: «Non è possibile che i segretari generali di Camera e Senato guadagnino le cifre che guadagnano». E qui, butta in mezzo anche qualche reminiscenza di Arangio-Ruiz: «Dal diritto romano ci viene insegnato che se un'istituzione non funziona dev'essere modificata».
E tra le misure che devono essere modificate rientrano quelle legate alla remunerazione dell'alta dirigenza pubblica. Tant'è che fa l'esempio di agganciare la quota di retribuzione legata al risultato ad indicatori «legati al sistema Paese». E suggerisce di agganciare il 10% della «parte integrativa dello stipendio all'andamento del Pil. Non è possibile che se questo scende, lo stipendio dei manager pubblici continua a salire».

Il presidente del Consiglio annuncia che venerdì 18 aprile (venerdì Santo) il governo presenterà il decreto che contiene le coperture finanziarie per distribuire gli 80 euro a chi denuncia un reddito inferiore ai 25mila euro all'anno. Servono 6,7 miliardi. Arriveranno, in buona parte, dalla spending review: 4,5 miliardi.

«Cottarelli ce ne ha offerti 6. Ma abbiamo preferito non utilizzarli per intero», ricorda il premier. Mentre altri 2,2 miliardi di maggiori entrate saranno garantiti - dice Renzi - da un miliardo di tasse in più a carico delle banche «per la rivalutazione delle quote della Banca d'Italia». E da «un'operazione sull'Iva» che garantirà un altro miliardo di gettito. Immediata la risposta dell'Abi, l'associazione bancaria. La soluzione prospettata dal governo - commenta il direttore generale, Giovanni Sabatini è «ingiusta ed illogica».

I sindacati non si sbilanciano. «Speriamo solo che gli 80 euro al mese siano strutturali», commenta Raffaele Bonanni della Cisl. Piuttosto scettica la Camusso. Mentre i sindacati del settore Salute sono sul piede di guerra.

Temono che la spending review finisca per tradursi in tali orizzontali. Renzi prova (senza successo) a tranquillizzarli. «In futuro la spesa sanitaria dovrà aumentare e non ridursi», dice. E Forza Italia con Daniele Capezzone sprona il governo a fare di più «sia in termini di taglio della spesa sia in termini di taglio delle tasse». Per Brunetta, invece, le risposte di Renzi «sono deludenti».

Commenti

pupism

Mer, 09/04/2014 - 08:28

Si sa già come andrà a finire. I tagli come al solito non ci saranno mancheranno le risorse e ci sarà il solito aumento di tasse con una manovra aggiuntiva. Chissà poi quando si taglieranno gli stp dei Dirigenti pubblici che faranno ricorso a Tar, corte dei Conti, consiglio di stato ecc. che gli daranno ragione e pagheranno i soliti!!!

Ggerardo

Mer, 09/04/2014 - 08:46

Il Giornale invece cosa propone ? Di ridurre gli stipendi sotto i 1500 euro e di aumentare gli stipendi ai manager statali ? Lo dica chiaramente.

glasnost

Mer, 09/04/2014 - 08:53

Va bene, ma stiamo attenti a non scoraggiare chi vuole darsi da fare per avere e creare lavoro, altrimenti ci trasformeremo tutti in impiegati dello stato senza alcuna responsabilità e senza volontà di miglioramento economico per noi stessi e per il paese. E gli imprenditori (degni di tal nome) andranno "obtorto collo" all'estero. Allora chi creerà posti di lavoro (anche per gli immigrati), il Soviet? Avete mai visto l'economia di un paese governato dalla sinistra crescere?

andrea_autonomo

Mer, 09/04/2014 - 08:55

a me renzi non piace, però vi faccio notare che è MOLTO liberale, abbassare gli stipendi dei boiardi di stato. noi autonomi ne abbiamo le tasche piene (anzi, vuote) di pagare lo stipendio a lorsignori. facessero come negli appalti di ingegneri e architetti, un bando pubblico con offerta economicamente vantaggiosa... offerta TECNICA, curriculum E sconto offerto.

Salvatore1950

Mer, 09/04/2014 - 08:58

a maggio daro' la quattordicesima agli italiani.....ma questo mi fa incazzare ma ci ha presi per un popolo di dementi o e' lui che e' tutto matto????

bezzecca

Mer, 09/04/2014 - 09:05

Tagliare i mega stipendi ai dirigenti pubblici è roba da comunisti ?

tonipier

Mer, 09/04/2014 - 09:06

" IL SOTTOPROLETARIATO" Si tratta di conclusioni confermate dalla dinamica delle condizioni di degrado politico, etico,civico estese sono state la sobillazione delle masse e la loro irreggimentazione ad opera di sindacati e di partiti che hanno praticato e diffuso la metodologia della violenza. condizioni di degrado che hanno segnato l'antitesi netta, irriducibile della prospettiva finale delineata dalla ideologia marxista-engelsiana:la fomentazione della delinquenza, la diffusione dell'odio e del vizio, la disaffezione dal lavoro, la subdola ricerca degli espedienti come regola di vita, il dispregio della virtù e del merito, il sovvertimento dell'etica sociale, cioè l'avvento ed il trionfo di quelle condizioni sociali che, come abbiamo visto, Carlo Marx e Federico Engels identificavano nella putrefazione passiva degli infimi strati della società o caratterizzazione irriducibilmente negativa della società corrispondente alla espansione del sottoproletariato.

capitanuncino

Mer, 09/04/2014 - 09:17

Vorrei chiedere a Renzi: se i famosi 80 euro in busta paga derivano, come dice lui, da una riduzione dell'IRPEF perché ai pensionati tale riduzione non è applicata? Non credo che a parità di reddito si possano pagare aliquote IRPEF diverse, sarebbe incostituzionale. A parte ciò è chiaro che Renzi vuol apparire come Robin Hood: "togliere ai ricchi per dare ai poveri",sarebbe meglio che invece non ci fossero i poveri, ma solo i meno ricchi, ma con una vita serena. Non si possono mettere tra i poveri coloro che hanno una busta paga o una pensione, se sono poveri evidentemente paghe e pensioni sono inadeguate e quindi c'è un problema strutturale che non si risolve con le elemosine. 6 min · Modificato · Mi piace

andrea da grosseto

Mer, 09/04/2014 - 09:23

Ma ve la date una svegliata? Secondo voi questo buffone i soldi degli "80 euro" le trova grazie alla riduzione di stipendio di qualche manager? 10 miliardi? Ma scherziamo o bisogna credere a Babbo Natale? Questo sta aumentando le tasse, sulla rendita finanziaria dei poveracci, aumento dell'iva, della benzina, ritorno dell'IMU...per "80 euro" forse? Ma lo volete attaccare sul serio oppure siccome Verdini ci vuole fare l'accordo bisogna essere buoni con questo buffone? FI vuole far arrivare Grillo al 50%?

Ritratto di ersola

ersola

Mer, 09/04/2014 - 09:24

è un indecenza togliere ai ricchi per dare ai poveri....ma dove andremo a finire?

Ritratto di 02121940

02121940

Mer, 09/04/2014 - 09:54

Leggo su questo foglio i soliti attacchi destri-sinistri pilotati solo dall'ideologia di ciascuno. La verità trasparente, a quanto mi sembra di capire, è che Renzi si sta muovendo solo in direzione preelettorale. Per questo regala gli 80 euro che non risolvono, anzi aumentano il divario economico fra occupati e disoccupati, e ignora sostanzialmente l'Irap, l'imposta "sul lavoro" (così ormai è etichettata, ma con un po' di approssimazione), non percepita dai lavoratori-elettori, quella che ha messo definitivamente in ginocchio le imprese e più di ogni altra cosa sta all'origine del crollo progressivo ed inarrestabile del Pil. Bravi i miei compagni del popolo bue, di cui mi onoro di fare parte, continuate così e loro continueranno a fregarvi.

gesmund@

Mer, 09/04/2014 - 10:00

A questa lotta di classe, o ridistribuzione dei redditi, partecipano o contribuiscono in qualche misura anche le COOP?

bipbit

Mer, 09/04/2014 - 10:09

poverini....ve la state facendo sotto....paura è?.....vai Matteo sei tutti noi....

glasnost

Mer, 09/04/2014 - 10:11

Caro ersola i sinistri non toglieranno mai nulla ai VERI ricchi. Come dice pupism costoro faranno ricorso e non gli verrà tagliato nulla. Faranno pagare quelli che anzichè 1500 euro ne prendono 1800. Sta a vedere.......

baldo1

Mer, 09/04/2014 - 10:14

viva renzi!

Ritratto di spectrum

spectrum

Mer, 09/04/2014 - 10:15

giusto, tu che hai lavorato sodo con enormi sacrifici, cha hai studiato (mentre molti che potevano non hanno voluto) e quindi hai di piu devi dare a quegli energumeni pieni d'odio comunista che passano la giornata in osteria tra i calici puzzolenti e offendendo chi ha poco (e il denaro) inserendo monetine nelle slot machine. Porci. Questo e' il comunismo. Come in istria un po di anni fa, tu hai di piu e quindi ti deve essere tolto tutto, cosi i profughi lasciarono montagne di possedimenti duramente coltivati ai comunisti, che altro non fecero che distruggere. L'ideologia comunista ha fallito, tutto il progresso e tutti i posti di lavoro che abbiamo sono dovuti a chi imprende, a chi rischia, a chi fa sacrifici.

jovac

Mer, 09/04/2014 - 10:30

Quindi, Ravoni, Lei consiglia di aumentare gli stipendi dei manager pubblici e diminuire quelli sotto i 1500 euro? Intelligente...

vince50_19

Mer, 09/04/2014 - 10:33

Azz.. è arrivato il Robin Hood n.2 (il primo "esemplare" fu Prodi che, come noto mise le mani in tasca a tutti tranne che ai professori universitari e ai magistrati soprattutto nel suo secondo mandato e non toccò minimamente i suoi amici banchieri).. E pensare che se n'è accorto anche Il Fatto Quotidiano che Renzie sulla crescita non dice niente, fa solo il "perequatore". Un po' come disse a chiare lettere un certo Ferrero (non il patron del cioccolato, naturalmente); togliere ai ricchi per dare ai poveri, come se essere ricchi, pagare le tasse richieste etc. è un reato gravissimo.. Intanto, "caro" Renzie, cosa farai con quest'ondata di "migranti" (scrivo così altrimenti donna Prassede s'inalbera), circa 600mila, che arriveranno in casa nostra? Un'altra "perequazioncella" per mantenerli mentre si grattano h/24 i coglioni? Renzie, Renzino, sempre più protervo..

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Mer, 09/04/2014 - 10:34

Renzi comunista? Lotta di classe? Ricordo che Marx intendeva per "lotta di classe" il conflitto fra il proletariato e la borghesia, che sarebbe stato "destinato" (in quanto considerato "motore della storia"), con la rivoluzione, ad abbattere il capitalismo e ad instaurare la dittatura del proletariato e il socialismo reale. In quello che dice Renzi non c'è nulla di tutto ciò, nemmeno si parla di "lotta di classe" (fra l'altro non sono i dirigenti pubblici a detenere i mezzi di produzione), si tratta solo di una politica redistributiva dei redditi che comporta redditi più bassi per i dirigenti (che guadagnano troppo, anche in relazione agli scarsi risultati) e una (scarsa) integrazione dei redditi più bassi, anche in funzione di stimolare una crescita dei consumi e del PIL. Considerato anche che il governo sta progettando politiche neoliberiste nel campo del lavoro e della privatizzazione di aziende pubbliche, la favola del "Renzi comunista" si palesa per quella che è, uno specchietto per le allodole più sciocche e meno acculturate.

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Mer, 09/04/2014 - 10:43

LA CLASSE POLITICA CONTINUA A RUBARVI A TUTTI VOI LE TASSE CHE PAGATE REGALANDOSI STIPENDI FAVOLOSI, VITALIZI, BENEFIT, INDENNITA', LA COLPA è SEMPRE VOSTRA CHE EVADETE LE TASSE INVECE DI PAGARE IL 65% DI QUELLO CHE GUADAGNATE PER AVERE IN CAMBIO "NULLA" TRA POCO VI SARANNO TANTI ALTRI RICCHI CHE VOTERETE ALLE EUROPEE, INFORMATEVI QUANTO PRENDERANNO DI STIPENDIO E QUANTI PRIVILEGI GODRANNO, MENTRE VOI PAGATE 1.50 UN BIGLIETTO DELLA METROPOLITANA.

Libertà75

Mer, 09/04/2014 - 10:45

Svalutando l'euro e portandolo pari al dollaro, pure il bambolone Matteo porterebbe la crescita del PIL italiano ad un +3% e il rapporto deficit/pil sotto l'1%... Renzusconi vai a far cambiare le regole per la BCE che diventerai uno statista, altrimenti risulterai l'ennessimo quacquaraqua

Ritratto di copyleft

copyleft

Mer, 09/04/2014 - 10:46

Vero! Io avrei dato 50.000 € in più a chi guadagna più di 300.000 € e avrei tolto 300€ a chi ne guadagna fino ad € 1500...sarebbe stato assai più equo e sicuramente più stimolante per l'economia.

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Mer, 09/04/2014 - 11:02

Renzi komunista ancora ci mancava...

marcello. marilli

Mer, 09/04/2014 - 11:12

gerardo e bezzecca dicono delle emerite sciocchezze, nessuno vuole aumentare gli stipendi già faraonici dei manager statali,tanto meno il giornale penso, vanno certo fatte queste azioni,ma attenzione a quello che dice che molti faranno ricorso alla corte cost ecc ed alla fine tutto tornerà come prima. logica soluzione , all'italiana .i fondi per i famosi 80 euro vedrete che arriveranno in buona parte dalle pensioni inps, ci poterei giurare, ricordo che però l'adeguamento istat è fermo da tre anni . quindi affermo : ABBIAMO GIA'DATO . renzino che guevara adesso deve farsi pubblicità, ma quando si sentiranno davvero forti i suoi gli daranno un calcio nel sedere e a casa. importante è che non faccia come a firenze sia come provincia che come sindaco :appena ha visto una scappatoia l'ha presa elasciato la città in condizioni terzo mondiste

bonzino

Mer, 09/04/2014 - 11:16

Altro che gufi, ancora una volta ci ha preso per deficienti, da una parte mi da dei soldi e dall'altra me li toglie permettendo ai comuni e regioni di aumentare le tasse in aggiunta al blocco delle pensioni. Così non si rilancia la crescita ma si fa solo propaganda elettorale, il solito bla bla bla. Anche destinare il risparmio della spesa pubblica alla copertura degli 80 euro non creeranno mai crescita per lo stesso principio sbagliato di prendere da uno per darlo all'altro senza incidere sul debito. Il risultato sarà per il 2014 solo più tasse e poiché anche per il futuro sarà così gli italiani saranno indotti oggi a risparmiare per far fronte agli inevitabili aumenti nei prossimi anni. Ciò deprimerà i consumi e la crescita rimarrà una chimera. Il caro Renzino se vuol far crescere l'Italia dovrà mettere in campo ben altro altrimenti è meglio che se ne vada a coltivare la terra allora si che contribuirà alla crescita. Per quanto riguarda le riforme costituzionali non è altro che il cavallo di troia utilizzato dal CDX per portare a casa le sue riforme e per questo lo ringrazieremo se riuscirà nell'intento di azzerare i focolai che i suoi stanno attizzando per cuocerlo lentamente.

marcello. marilli

Mer, 09/04/2014 - 11:16

leggendo il commento di spectrum mi sono venuti alla mente le immagini che lui evoca : nei circoli comunisti e nei locali di zone di sinistra il suo è uno spaccato tristemente vero. andate a vedere , la verità è quella descritta, ma loro diranno che le slot ,e tutto quello che è gioco d'azzardo, serve a finanziare il partito . balle : pecunia non olet da qualunque parte provenga

cameo44

Mer, 09/04/2014 - 11:20

Renzi comincia a mostrare il vero volto non solo non si stanca di andare su tutte le TV e giornali ma non si stanca di dare bufale e bugie come l'ultima quella di essere vicino ai più poveri unaltra falsità visto che a beneficiare degli 80 euro in busta paga non sono i più poveri bensì chi guadagna 25.000 euro annui mentre sono esclusi tutti i pensionati artigiani e piccoli imprenditori che guadagnano molto meno anche l'au mento della tassazione alle banche è una bufala visto che queste si rifaranno sui clienti altra favola quelle dei risparmi della publica ammin istrazione come mai non si parla mai del Quirinale e delle due camere? Renzi è molto bravo a parlare ma grazie alla stampa che non è in grado di contrastarlo facendo domande serie come l'esclusione dei pensionati dagli ottanta euro e tanto altro ancora

Ritratto di hellmanta

hellmanta

Mer, 09/04/2014 - 11:39

Ravoni, pubblichi il suo CUD. Secondo me gli brucia perchè, come me, "salta" il bonus degli 80 euri per poche migliaia di euro di imponibile in più.

Ernestinho

Mer, 09/04/2014 - 11:42

Sono d'accordo con 02121940 e capitanuncino quando affermano che gli €. 80 sono soltanto una mossa elettorale. Io avrei usato quei 6.000 - 7.000 euro (cambia sempre la cifra) per le imprese in difficoltà senza regalarle (!), con tanto clamore, solo a pochi privilegiati (!, escludendone tante categorie altrettanto, se non più, meritevoli e creando in questi ultimi una situazione di malcontento e di rancore! Anzi, costoro, per far reperire la cifra necessaria, pagheranno maggiori tasse più o meno subdole e nascoste!

Ernestinho

Mer, 09/04/2014 - 11:45

Sono d'accordo con il Governo Renzi quando vuole togliere ai politici ed ai superburocrati che percepiscono megastipendi. Non vorrei, però, che fosse una lotta di classe contro quei ricchi "onesti" che dobbiamo non invidiare ma ammirare per le loro capacità e che, spesso, danno lavoro a tante persone!

biricc

Mer, 09/04/2014 - 11:47

Tranquilli, Renzi ha tolto la detrazione per il coniuge a carico da tutti gli stipendi fino a un reddito di 25000 euro annuo per cui alla fine invece di 80 euro in più si ritroveranno con il solito pugno di mosche. Grande Renzi sei proprio coerente come un venditore di pentole.

fenix1655

Mer, 09/04/2014 - 11:54

Senza sprechi di parole sintetizzo! Il capitalismo liberale sarà pure una ingiusta ripartizione della ricchezza ma il sistema Renzi sarà un'equa ripartizione della povertà. (Privilegi di Casta esclusi naturalmente; e vedrete se non sarà così). Togliere a chi ha un pò di più per dare a chi ha un pò di meno significa fomentare la lotta tra poveracci e furbacchioni, togliere lo stimolo a migliorarsi ed alimentare maggiormente la tendenza a nascondere il reddito. Ma soprattutto deprimere l'iniziativa privata e distruggere i sogni dei giovani. Perchè darsi tanto da fare, soprattutto nel settore pubblico, se poi non vengono premiati impegno e risultati? Per non parlare se viene introdotto il reddito di cittadinanza! In quel caso sarà l'apoteosi dei furbi e la fine degli onesti!

soldellavvenire

Mer, 09/04/2014 - 12:18

liberopensiero77 - "politica redistributiva dei redditi" = comunismo, per i bananassi

Ernestinho

Mer, 09/04/2014 - 12:19

X cameo44 Hai perfettamente ragione! Mi hai tolto le parole di bocca!

Ritratto di mina2612

mina2612

Mer, 09/04/2014 - 12:20

@Ersola, h.9,24. Dice bene @Glasnost, ai ricchi non si toglierà proprio nulla! Inoltre il ronzino sta mettendo le mani avanti: una volta terminata la sua breve carriera nel governo, avrà bisogno di tutti. Infatti vuole inserire imprenditori e imprenditrici delle sue liste europee. SE NON SONO RADICAL-CHIC IL BRAVO RENZI NON LI VUOLE!!!.. Carrai docet!

Ernestinho

Mer, 09/04/2014 - 12:32

Per un lapsus ho scritto €. 6000 - 7.000. Naturalmente si tratta di milioni di euro!

BlackMen

Mer, 09/04/2014 - 12:42

cameo44: lo sa quanti sono 25.000 euro lordi annui??? Meno di 1500 euro al mese che non mi sembra proprio uno stipendio da nababbi

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Mer, 09/04/2014 - 12:42

Ernestinho, ma vuole scherzare? Adesso sono i superburocrati (che fra l'altro sono dipendenti anche loro) che danno lavoro agli impiegati pubblici, al pari degli imprenditori che danno lavoro assumendo la gente? Si rende conto di sostenere una grande una sciocchezza? Gli impiegati pubblici, di regola, sono assunti mediante concorso, e poi finiscono negli uffici con posti vacanti senza stabilire un rapporto personale preliminare con i direttori degli uffici. Danno lavoro i superburocrati? Certo, più che altro "assegnano" il lavoro ai sottoposti, quelli che lavorano veramente, mentre loro fanno riunioni, viaggi, incontri, ecc. Altro che lotta di classe!

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Mer, 09/04/2014 - 13:03

La dottrina komunista è sempre stata(a parte i gerarchi di partito)quella della parificazione in basso.Come dice renzie far pagare quelli che non hanno mai pagato(e fino a li siamo d'accordo)ma se si considerano ladri quelli che hanno veramente lavorato e messo da parte qualcosa per il loro futuro allora non ci siamo più questo è komunismo puro.Aumentando le aliquote sui risparmi non è equità ma mi sembra un prelievo immotivato.

unosolo

Mer, 09/04/2014 - 13:11

faranno ricorso ed avranno tutti i soldi persi , è normale , doveva prima licenziarli e poi riassumerli con altri stipendi anche sotto ai 100,000 annui mentre abbassandoli crea la solita sventagliata di tagliare solo per le elezioni , insomma un modo per avere molti che voteranno verso il suo partito. La domanda : politici che smontano questa pagliacciata non ci sono ? dobbiamo aspettare i ricorsi al TAR e pagare ? Parlo da ignorante e non credo che lo stipendio si possa abbassare solo per decreto o per antipatia. Altra cosa gli aumenti in busta paga ? praticamente avremo tre livelli di IRPEF e mi specifico , primo quella dei parlamentare che ne pagano metà o quasi , secondo quella dei pensionati e terza quella dei dipendenti della PA , possibile che un governo possa escludere l'IRPEF , cioè dividere l'IRPEF tra quella dei pensionati e quella dei lavoratori ? governo strano e manco poco , i sindacati ? silenzio si gira al largo da certi tagli o discriminazioni.

fedele50

Mer, 09/04/2014 - 14:04

renzino sputazzino, mai una parola delle risorse che andiamo a recuperare in mare ,oggi 9/4 /14 ne sono arrivate altre 2000 da mantenere e che fa il tuo ministro cane???? guaisce come se fosse stato bastonato, ....emergenza emergenza emergenza,caro non eletto stpero x lei un flop sciagurato, come quello che stai mettendo in atto alle spalle del popolo italiano e appoggiato dal piu grande traditore del popolo . il napoletano,mi fai schifo essere anti italiano.

Ritratto di Markos

Markos

Mer, 09/04/2014 - 14:10

80 EURO AGLI STATALI CHE VOTANO A SINISTRA , SOLDI PRESI ALLA POVERA GENTE DALL'ALTRO CATTO-COMUNISTA PRECEDENTE, LETTA, SOLDI CHE BISOGNA DARE A CHI A SEMPRE PAGATO E MANTENUTO L'ECONOMIA CIOÈ' GLI STATALI ... E INTANTO LE NAVI TRAGHETTO DELLA MARINA MILITARE ANCHE OGGI HANNO PORTATO DALL'AFRICA ALTRI 4.000 AFRICANI , MA LA GENTE QUANDO SI RIVOLTA ?

Ritratto di Markos

Markos

Mer, 09/04/2014 - 14:13

ersola FAI MENO LO STATALE SPIRITOSO , I SOLDI TRAMITE LE TASSE SULLA PRIMA CASA LI AVETE PRESI ALLA POVERA GENTE PER DARLI AGLI STATALI LA TUA "CASTA" DI PARASSITI...

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Mer, 09/04/2014 - 14:19

ersola visto che lei se ne intende ci dica quando mai è stato tolto ai ricchi per dare ai poveri.Io non ho la sfera di cristallo ma temo che il tolto si trasformerà in stolto per chi ci crede.Vedremo se daranno 80 e toglieranno 100 ai soliti.

@ollel63

Mer, 09/04/2014 - 15:06

Ma si può essere più babbei di così? Evidentemente sì. Poveri comunisti e sinistrati che gettano il loro voto su questa ciurma d’ incapaci! Non sanno cosa succederà, non ci arrivano proprio. Ve lo dico io: 80 euro elargiti a una moltitudine che non arriva a 1500 euro mensili avranno il RISULTATO che tale moltitudine potrà acquistare meno beni di prima perché aumenteranno i prezzi (è ovvio, ma voi, sinistrati, non ci arrivate). Inoltre con 80 euro in più lo stipendio di molti supererà i 1500 euro e già dopo il primo mese non avrà più diritto agli 80 euro. In più, ovviamente, con l'aumento dei prezzi anche chi ora guadagna 1600 euro ricadrà nelle condizioni di chi ne guadagnava 1500... si vorranno altri aumenti di 80 euro anche per questi.... IDIOTI SINISTRI: l'economia non funziona così.... ! I “renzie” vari però avranno stipendi e pensioni assicurate e voi (compresi purtroppo tutti gli altri italiani) pagherete. Bravi asini, continuate a ragliare. Ah!... per inciso, sapete in quali tasche andranno quegli 80 euro che “renzie” oggi vi regala e a cui dovrete aggiungerne almeno altri 80 di tasca vostra per acquistare gli stessi beni che potevate avere con lo stesso stipendio di prima? NON LO SAPETE?! AHI! AHI! AHI! Provate ad immaginare, non sarete mica privi anche d'immaginazione? O forse sì!

Ernestinho

Gio, 10/04/2014 - 14:17

X liberopensiero77 Prima di scrivere fesserie devi capire cosa uno dice. Parlavo contro i "superburocrati". Difendevo soltanto i ricchi "onesti"!

Ernestinho

Gio, 10/04/2014 - 14:19

X liberopensiero77 Prima di scrivere fesserie devi capire cosa uno dice. Parlavo contro i "superburocrati". Difendevo soltanto i ricchi "onesti"! Sono due cose completamente diverse! Non si deve contestare a qualunque costo!

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Ven, 11/04/2014 - 18:07

Ernestinho, se tu paragoni i politici e i superburocrati ai "ricchi onesti" non dipende da me, ma da come scrivi i post. Quindi cerca tu di non scrivere fesserie!

Ernestinho

Mer, 16/04/2014 - 12:10

X liberopensiero77 Solo adesso ho letto la tua risposta senza senso. Continui a non capire che per ricchi "onesti" intendevo imprenditori. manager ecc, che niente hanno a che spartire con i politici e buricrati. Tu scrivi lunghe lettere, fai il "saputello" ma, concretamente, non capisci un tubo!