L'ultima della Kyenge: "Chiamatemi Kashetu"

Il ministro chiede al suo staff di inserire il suo nome congolese nelle note ufficiali. Pensa di smorzare i toni così?

Non bastavano le polemiche sulla sua nazionalità o sulle sue dichiarazioni a favore dello ius soli. Sembra che Cécile Kyenge ce la metta proprio tutta per attirarsi le antipatie degli italiani. 

Già perché questa volta il ministro dell'Integrazione ha deciso di cambiare nome: a 49 anni e con oltre 10 anni di politica in Italia alle spalle, non vuole più essere chiamata Cécile, ma rispolvera il suo nome congolese. "Per favore, da oggi in poi io sono Kashetu Kyenge detta Cecile...", avrebbe detto al suo staff, secondo quanto racconta L'Espresso. Un modo, dicono, per ribadire pubblicamente l'orgoglio delle proprie origini in un momento in cui riceve quasi quotidianamente insulti e offese - spesso razziste. Ma che di certo rischia di buttare benzina sul fuoco, piuttosto che smorzare i toni. 

Commenti
Ritratto di Reinhard

Reinhard

Sab, 07/09/2013 - 15:38

Prima di chiamarla Kashetu, vorrei sentire l'opinione di Calderoli.

Ritratto di pascariello

pascariello

Sab, 07/09/2013 - 15:39

Ci pensano già tanti Italiani a darle tanti nomi nuovi senza nessuna richiesta |

moichiodi

Sab, 07/09/2013 - 15:40

dott.ssa clarissa smorzare i toni? cioè deve sbiancarsi solo perchè beceri razzisti fanno stupide battute? e lei non crede che domandandosi se così smorza i toni non è velatamente insinuante? cosa dovrebbe fare? vergognarsi del sue nome, delle origini e del colore della pelle? vuole dire che se le tira come un donna in minigonna? si vergogni?

disalvod

Sab, 07/09/2013 - 15:41

O SE NE VA O MANDATELA VIA PERCHE' NON E' POSSIBILE QUESTA VERGOGNA TUTTA ITALIANA.GIA' SIAMO ROVINATI PER CAVOLI NOSTRI CI MANCAVA PURE QUESTA.CHI L'HA VOLUTA E CHI CE L'HA MESSA?E' TUTTA UNA QUESTIONE DI TORNACONTO.VERGOGNATI ITALIA IN MANO AGLI STRANIERI.A QUESTO PUNTO A CHE SERVE CANTARE ANCORA L'INNO D'ITALIA QUANDO NON RISPECCHIA PIU' LA REALTA'?

Gio1602

Sab, 07/09/2013 - 15:43

questa "tizia" ogni giorno si inventa una ca.......ta per far vedere che esiste e che pensa e lavora, troppo comodo essere superpagata dai contribuenti italiani, fare la signorona, usufruire di auto blu e scorta e voler civilizzare gli italiani, rispeditela in congo a civilizzare il suo paese di origine e si faccia dare dalla sua gente tutti i privilegi signorili di cui gode in Italia indebitamante. Aboliamo il suo ministero inutile e costoso

Ritratto di bobirons

bobirons

Sab, 07/09/2013 - 15:45

Gentile Signora, si vede proprio che lei non ha niente di meglio da fare, se perde il suo tempo ad istruire i collaboratori sull'uso di un nome invece di un altro. Guardi un poco come è registrata all'anagrafe italiana, se il nome é Kashetu (ma è queste il Suo vero nome originario od é quello imposto da Mobutu Sese-Soko quando intese zairizzare il Congo belga ?) allora non importa che imponga alcunché, é suo diritto. Altrimenti si dedichi a compiti più consoni al suo ministero, che é quello per cui i contribuenti italiani la pagano.

emi46

Sab, 07/09/2013 - 15:45

Ma è possibile che ancora non la cacciamo via? Qunte umiliazioni ancora?

Ritratto di limick

limick

Sab, 07/09/2013 - 15:48

Lei e' li' contro gli italiani, con la benedizione del PD... quindi si comporta di conseguenza. Sta facendo un ottimo lavoro la congolese rossa. O e' un offesa anche rossa??? :))

Ritratto di nestore55

nestore55

Sab, 07/09/2013 - 15:50

Che "ramo" universitario ha scelto? Non ricordo...Certo gli potevano dare una sedia, come a tutti quelli normali....E.A.

franco@Trier -DE

Sab, 07/09/2013 - 15:51

buttatela a mare

Ritratto di nestore55

nestore55

Sab, 07/09/2013 - 15:51

Oltre ad essere komunista...è brutta da far impressione!! E.A.

Ritratto di Sanlusti

Sanlusti

Sab, 07/09/2013 - 15:54

Non scriverò che non mi piaci perchè sei negra o perchè sei stronza, noooooo... ho troppa paura che in Italia, per simili frasi, tu possa ottenere molto, ma molto di più, di quel che ti riconoscerebbero nel tuo Paese d'origine. Però, che i tuoi modi mi indispongono e che mi diventi indigesta, fino al punto di istigarmi a dichiarare che io, da italiano, mi sento da te preso per il culo, deriso e con tanto di coglioni fatti a pezzi, bèh, tutto questo mi sento di rimarcarlo e di gridarlo. Fra l'altro reputo fallimentare e di parte la tua politica, molto propensa a creare ulteriori divari più che veri e propri "accostamenti o avvicinamenti". Io sento di rispettare tutta l'umanità, finche QUELLA umanità se ne sta' a crogiolarsi nelle loro "savane"; son fatti loro di come vogliono spendere il loro tempo, ma in Italia si faccia ciò che gli italiani decidono senza che venga una "Cascetta" a comandare nel bel mezzo del mercato.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Sab, 07/09/2013 - 15:59

Beh, questa non è proprio l'ultima. O, quantomeno, la migliore. La Nostra sarebbe stata vista arrivare, con due macchine di scorta munite di regolamentare lampeggiante, alle ore 20 circa di ieri sera presso un centro benessere della capitale. Per ristorarsi, con i massaggi, dalle fatiche quotidiane. Essenzialmente "pensate" tipo :Genitore 1 e 2. Fonte leghista. Roba da far impallidire la Finocchiaro. Boh, staremo a vedere...

Ritratto di fritz1996

fritz1996

Sab, 07/09/2013 - 16:00

Però! "Kashetu, Kashetu, vaffanc..." suona veramente bene!

franco@Trier -DE

Sab, 07/09/2013 - 16:05

h UN BEL CORAGGIO IL MARITO

Ritratto di Sanlusti

Sanlusti

Sab, 07/09/2013 - 16:07

@maichiodi -> L'italiano parlato e scritto ha tantissime sfaccettature che arricchiscono di dettagli ogni frase, volutamente o implicitamente. "Smorzare i toni" può voler anche significare farli diventare meno scuri, perchè no?. Se di errore trattasi, certamente non è insito nell'espressione usata dall'autrice, ma nel colore della donna da te difesa, la quale tenta di sviluppare certi suoi (ed anche tuoi) pregiudizi, contro la lingua italiana. Anche lei è uno straniero, vero?. Non lo fosse, sarebbe un semplice str... che manifesta inutilmente!.

moichiodi

Sab, 07/09/2013 - 16:08

dott.ssa clarissa, Lei voleva proprio questo? ora si diverta a leggere i commenti. ho conosciuto studentesse universitarie cinesi che per interagire più agevolmente con le colleghe si facevano chiamare con improbabili nomi, Laura, Anna, Maria...avevano la colpa di non essere di razza italiana. si continui a vergognare.... per aver scritto questo articolo istigante

Ritratto di gino5730

gino5730

Sab, 07/09/2013 - 16:09

Questa gentile signora ne inventa una al giorno.Comunque stavolta ha ragione,se non si fa chiamare con il suo nome congolese potrebbe essere scambiata per italiana.

Ritratto di tempus_fugit_888

tempus_fugit_888

Sab, 07/09/2013 - 16:09

chiamiamola CHEETAH

Ritratto di tempus_fugit_888

tempus_fugit_888

Sab, 07/09/2013 - 16:11

chiamiamola CHEETAH

augusto14

Sab, 07/09/2013 - 16:13

Ma questa non ci dorme la notte. Mo' pure a cascetta!

Ritratto di RoseLyn

RoseLyn

Sab, 07/09/2013 - 16:16

Però, questo facilita il compito e l'orecchio musicale di chi si volesse cimentare in una bella cantilena da manifestazione del tipo: " Kashetu, Kasehetu torna a casa tua " la metrica sembra buona.

linoalo1

Sab, 07/09/2013 - 16:18

Spero che questo Governo cada e con lui che sparisca anche la Nera!Non credo proprio che ci sia un italiano che la voglia!Al massimo,se Comunista,la sopporta perchè eletta dai suoi.Lino.

angelomaria

Sab, 07/09/2013 - 16:25

e ora chiedera di avere buhs mett che in pratica sono scimmie e quello che trovi nella loro terra ma dai dove volete arrivare!!!

deluso

Sab, 07/09/2013 - 16:29

pensavo di chiamarla genitore 1 o genitore 2....

vince50

Sab, 07/09/2013 - 16:39

La colpa non è certamente sua ma di chi spudoratamente e senza alcun ritegno,ha deciso di fare ancora più danni alla nazione di quanti già in passato.Il gioco al massacro e diventato lo sport nazionale,i giocatori non mancano,vinceremo senz'altro questa partita.

paci.augusto

Sab, 07/09/2013 - 16:41

Agli ottusi, disonesti e fanatici compagni TUTTO l'onore di INVENTARE un nuovo dicastero a cui chiamare una donna congolese, ex immigrata clandestina ( sic??!!)!! Forse, in Italia su diverse decine di milioni di donne e uomini non avevamo una persona più adatta?? Evidentemente, per i compagni NO!! E mi sembrava strano che avesse un nome proprio così carino come Cecile! E' molto più adatto Kashetu per dimostrare ancora di più di cosa sono capaci i sinistri!!!!

Ritratto di chris_7

chris_7

Sab, 07/09/2013 - 16:42

percaso nn sa di essere in italia e nn in congo?

guidode.zolt

Sab, 07/09/2013 - 16:54

Io sto bene così, anche senza chiamarla... quando penso a lei penso a quella che lautamente stipendiamo per infilarcelo nel parapazum ...

giovanni PERINCIOLO

Sab, 07/09/2013 - 16:58

A questo punto c'é veramente di che diventare razzisti!! Torna a casa tua e fai quello che più ti aggrada ma settila di rompere!

Silvio B Parodi

Sab, 07/09/2013 - 17:08

peccato io mi chiamo Silvio, ma vorrei tanto essere chiamato Motubo o Kjoioto o Lumumba, forse mi darebbero un ministero? ma chiamandomi Silvio come il n/o Cav. al minimo mi danno dieci anni di galera, la sfortuna dei nomi.

leo_polemico

Sab, 07/09/2013 - 17:09

Ripeto un'altra volta quanto già scritto in passato. Se al ministro del Congo non sta bene l'Italia, le sue leggi, il nome con il quale è registrata purtroppo alla nostra anagrafe, può sempre tornarsene da dove è venuta: nessuno la rimpiangerà. In Congo mi risulta hanno bisogno di medici. Cosa ci sta a fare da noi? Solo a prendere un lauto (e immeritato) stipendio a nostre spese. In alternativa, potrebbe anche andarsene nel paradiso comunista di coloro che l'hanno voluta e votata. NOI ITALIANI possiamo benissimo fare a meno della sua presenza, delle sue idee, delle sue esternazioni, delle sue strampalate proposte. Parla forse per rimanere al centro dell'attenzione mediatica ed avere della pubblicità gratuita? Chi è il "suggeritore" dei suoi comportamenti? Con il suo allontanamento spontaneo o forzoso, oltretutto, risparmieremmo circa più di duecentomila euro annui, cioè più di un milione di euro in una legislatura, che non sono pochi, in ottica di "revisione delle spese".

Holmert

Sab, 07/09/2013 - 17:11

Questa è stata importata dall'Italia ad opera dei preti missionari comboniani. Arrivò come clandestina con l'intento, sempre protetta dai preti, di iscriversi alla università cattolica a medicina. Ma anche con i diplomi del Congo , ci si può iscrivere a medicina? Il primo anno non fu possibile, poi si iscrisse e conseguì la laurea. Poi ha fatto politica a Modena, terra opulenta e piena di comunistazzi con tanto di portafoglio. Ora è ministro di un dicastero fantasma,quello della integrazione che fu di Riccardi, il laico santo. E lei vorrebbe che tutti gli africani si integrassero come lei. Chiaro, se fosse rimasta al Congo cosa avrebbe potuto fare? Pensate che propone di chiamare il padre e la madre, genitore 1° e genitore 2°. Mi ricordano i giocatori delle squadre di calcio, quando vi erano fratelli, per esempio i Sentimenti. Vi era Sentimenti primo, Sentimenti secondo ,sino a quarto. Ed il nonno e la nonna, come li farebbe chiamare? Genitore terzo e genitore quarto? Siamo ormai in un mondo di pazzi scatenati con il cervello bevuto.

guidode.zolt

Sab, 07/09/2013 - 17:16

Kashetu...? in italiano "cassetto" .. e penso subito a quello del registratore di cassa che ogni volta che si apre fa... "dlin...!" ed io devo metter mano al portamonete ...e pensare che lei potrebbe aprire un Kebab...ce la vedrei bene...

Boccato

Sab, 07/09/2013 - 17:18

PROVOCATRICE PROFISSIONALE ! IO NO LA RISPETO !

GUGLIELMO.DONATONE

Sab, 07/09/2013 - 17:19

Il presidente del coniglio Enrico Letta ha dichiarato di "essere fiero di aver scelto - in perfetta autonomia e solitudine - il personaggio in questione alla guida di un ministero inventato da lui e qualche altro saggio suo pari. A questo punto, mi sento legittimato a chiedere a tutti i politici di non lasciare mai più DA SOLO il povero Letta. A proposito, ma nel suo peregrinare per il mondo porta con sé soltanto la moglie o anche qualche altro parente?

Ritratto di Markos

Markos

Sab, 07/09/2013 - 17:26

Io non lo so come fa il marito a portarsela a letto e riuscire ad avere anche un rapporto .. deve avere lo stomaco foderato a lamiera. Mah che gusti ...

Tarantasio.1111

Sab, 07/09/2013 - 17:26

franco@Trier -DE buttatela a mare... O.K. ma, assicuratevi che anneghi. buttatela a mare

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Sab, 07/09/2013 - 17:28

Cècile Kyenge, sia chiarissimo, è una adorabile creatura. Incarna la dolcezza antica della Terra. L'Uomo è nato in centro Africa. Cecil possiede il genoma più antico. E, considerando la delicatezza del suo sguardo, possiamo affermare che in origine l'essere umano era di indole sublime. Ma poi, distribuendosi geograficamente, estesamente, fino alle grotte subalpine, ha dirazzato, mostrificandosi nel repellente stereotipo leghista, consolatissimo da tutta una famigliola di altri sciagurati. Cècile ci traghetta i nobili riflessi di una civiltà ancestrale, incontaminata. Noi, 'Italia', dobbiamo essere orgogliosi di avere un Ministro della Repubblica come Cècile KYENGE. Che, in chiave surreale, sarebbe come la Sfinge venuta ad adagiarsi a fianco del Colosseo. Lei, proprio lei, Cècile, e non Barack o Nelson, vibra di una virtù primordiale, per la particolarità del suo volto. Che certamente non è dato essere compreso da chi non ne è capace. Leggere le tante sconcezze al riguardo che scorrono in questo web, ha lo spessore della povertà mentale di quella casalinga rumena che ha dato fuoco a tele di Monet, Picasso, per occultare la responsabilità del figlio che le aveva rubate. Crimine contro il patrimonio dell'umanità. Ecco, i buzzurri leghisti e seguaci commettono analogo crimine, offendendo Cècile

Azzurro Azzurro

Sab, 07/09/2013 - 17:30

torna in congo sei ridicola e improponibile africana

Azzurro Azzurro

Sab, 07/09/2013 - 17:31

e se non fossi educato, direi che sembri proprio un orango, ma non lo dico

Ritratto di hernando45

hernando45

Sab, 07/09/2013 - 17:34

KASHETU!!!! Cos'è il CASSETTO in GENOVESE???? HAHAHA Saludos

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Sab, 07/09/2013 - 17:35

@guidode.zolt mi ha fatto ridere!Effettivamente in Genovese si dice così....Che Problema vero?Saluti a tutti!Mah!

Ritratto di rapax

rapax

Sab, 07/09/2013 - 17:37

Zulù va bene? è anche nobile..o ottentotta o pigmea boscimane ecc

Ritratto di nestore55

nestore55

Sab, 07/09/2013 - 17:41

moichiodi....Per favore...capisco la difesa ad oltranza, ancor chè gratuita, della indifendibile congolese....Però basta!!!Non mi faccia ridere ancora, la prego....C'è un limite anche alle risate...Passato quel limite è vomito.....E.A.

federico61

Sab, 07/09/2013 - 17:49

Ho sentito dire che l'africa esercita su chi ci è stato una sorta di attrazione incontrastabile che dalle mie parti viene chiamata "mal d'africa": speriamo che colpisca al più presto questa signora! buon we.

lamiaterra

Sab, 07/09/2013 - 17:50

MAMMA!! PIU' STIAMO E PIU' AFRICA DIVENTIAMO ..... E' DA DIVENTARE NERI PER LA VERGOGNA!!! I TRADITORI COMUNISTI HANNO APERTO LE PORTE DELL'ITALIA ALLA FECCIA DI TUTTO IL MONDO...

Ritratto di nestore55

nestore55

Sab, 07/09/2013 - 17:53

Dario Maggiulli...Della oniricità si cibano gli stolti...Gli altri guardano, e vedono, la realtà...La diversamente bianca fa di tutto per ricevere ciò che quotidianamente incassa...La sfinge al Colosseo?? La moderna " ἁρπάζειν" meglio starebbe in una location tipo Cloaca Maxima...Luogo ideale dove potrebbe sfogare la sua diversità senza arrecare danni agli italiani autoctoni (dal greco "autòs"=stesso, e "chthòn"=terra)...Se ne faccia una ragione...E.A.

Dario40

Sab, 07/09/2013 - 17:55

rimandatela in Congo !

Ritratto di marforio

marforio

Sab, 07/09/2013 - 17:56

xfrancotrier-Ma la bella Obama ti piace , perche questa no ?Sei razzista.

piertrim

Sab, 07/09/2013 - 17:58

Chiamatela come vuole, ma non scordatevi di renderle gli onori cantando la vecchia canzone "...sto bene solo al congo...".

Holmert

Sab, 07/09/2013 - 17:58

Dario Maggiulli, quelle delicatesse, direbbero i francesi.

lamiaterra

Sab, 07/09/2013 - 18:00

>@Dario Maggiulli ...SEE AND TO REMEMBER: --- NUN S A DA TIGNE E NERO MAI ER SENATO -------- Ho visto un ber pezzone e travertino de bianc antico mezzo sotterato sopra na scritta de vecchio latino NUN S A DA TIGNE E NERO MAI ER SENATO Mentre che me guardavo sto pietrone immagginanno Roma er su passato me s avvicina n vecchio cicerone Ariecchine n artro tutto mbambolato Ma o sai perchè sta pietrasta nterata Perchè se se tira fora e s arivorta come fosse che so na gran frittata poi vedi te da sotto che te sorta Vermi Vermetti e Bacarozzi Neri e Merde schiacciate tanto tempo fa che te ponno fa capì com era ieri proprio se je dai modo de fatte governà.

Ggerardo

Sab, 07/09/2013 - 18:03

Mi scusi signora Gigante, ma perche' voi del Giornale ce l'avete tanto con la Kyenge ? E' un minisro del govrno a cui voi del PdL partecipate. Perche' pensa che si attiri le antipatie degli italiani perche' vuole usare il suo vero nome , Perche' pensa che gli italiani siano stupidi e razzisti ? Fa parte della linea editoriale dettata dal suo direttore ?

gi.lit

Sab, 07/09/2013 - 18:04

Intanto gli sbarchi dei cosiddetti migranti aumentano senza che nessuno faccia qualcosa per impedirli. Zitto il governo, zitti gli esponenti del centrodestra. Stanno distruggendo l'Italia. Fanno schifo.

Ritratto di MARINA58

MARINA58

Sab, 07/09/2013 - 18:10

@menphis35...come sempre mooolto acuto!! COMPLIMENTI!!

Mario Mauro

Sab, 07/09/2013 - 18:11

Caro o cara Moichiodi, il cui pseudonimo meriterebbe un'analisi, è vero che i commenti sono piuttosto forti ma di che dovrebbe vergognarsi l'autrice dell'articolo? Non ha fatto altro che dire che in un momento così saturo di polemiche e nella posizione delicata che il politicamente correttissimo PD ha voluto assegnarle sarebbe forse il caso di cercare di evitare ulteriori diatribe. Detto tra noi, data per certa l'ipotesi scientifica la discendenza di noi tutti da un ramo scimmiesco, ritengo che se la Kienge ne ricorda molto , purtroppo per lei, le nostre caratteristiche originarie, altrettanto si può dire di un Calderoli che prima di sbandierare le sue opinioni avrebbe dovuto guardarsi con attenzione allo specchio. Ciò detto, Lei non vuole comprendere come quello che accade ormai da anni in Italia dove si è permesso a chiunque arriva, specie se di pelle scura, di pretendere, spesso con arroganza, privilegi molte volte non consentiti agli stessi italiani, possa aver creato risentimenti anche verso brave persone come probabilmente è la Kienge. Risentimenti che le forti espressioni dei commenti rivelano. Concordo con Lei che forse le Kienge non merita tanto odio ma certe sue uscite sono decisamente irritanti per tutti coloro che non sono succubi del pensiero unico come lo è Lei. Anche se il risentimento dovrebbe essere non verso le varie Kienge verso i veri responsabili dei seri problemi che dall'immigrazione selvaggia derivano, quelli che hanno voluto, ed anche permesso e applaudito come certamente avrà fatto Lei, un andazzo che non poteva essere senza conseguenze negative. Dipende certo dal fatto che Lei è completamente accecata dal pensiero unico buonista (e autolesionista, i cui effetti deleteri sono già evidenti nella perdita del benessere materiale che avevamo oltre che di alcune libertà) se dice all'autrice dell'articolo che deve vergognarsi. Non dirò che Lei dovrebbe vergognarsi per non aver capito che quello che le hanno inculcato nella mente è dannoso per Lei stessa. E, mi creda, non sono insensibile alle sventure di tanti immigrati, solo che un'accoglienza indiscriminata dettata da un controproducente buonismo è ragionevolmente dannosa per chi la subisce. E chi se ne rende conto non frena la lingua. Cordialmente

titina

Sab, 07/09/2013 - 18:13

nel mio paese sui manifesti funebri si usa scrivere: Pingo Pallino detto il rosso. La ministra ha qualche premonizione della sua "dipartita" politica?

Ritratto di Ciccio Baciccio

Ciccio Baciccio

Sab, 07/09/2013 - 18:14

Segnalo questa canzone affinché la Kyenge ne chieda la censura e denunci gli autori. ***Titolo: "No Badrone" (Fox moderato) Parole di Nisa Musica di Fanciulli-Fucilli. 1951Cpopyright 1951 by "ACCORDO" Edizioni musicali - Milano. Accordi, SIb, FA7, MIb, Dom7. Testo: O tumbo tumbo hai preparato il mio vestito? Mi reco ad un invito. No, badrone! O Tumbo tumbo hai preparato il mio giubbotto? Mi aspettano alle otto. No, badrone! Non vuoi far niente! vuoi tornare al tuo paese tra i negri di Niam Niam? No!no! no! Hai nostalgia di qualche nenia Congolese suonata dal tam tam? No, no, no! Oh Tumbo tumbo hai preparato il mio cappello soprabito ed ombrello? No badrone! Ho Tumbo tumbo sono tristi gli ochhi tuoi, ma insomma cosa vuoi? Gosa voglio non so dire con barole, vorrei sdare duddo il giorno bancia al sole, mangiare bere divertirmi allegramende ma lavurà niente, guesto sì badrone. Ad libidum scemando parlato...e chiamatelo scemo. Spartito non ancora censurato, quindi pubblicare, grazie.*

lamiaterra

Sab, 07/09/2013 - 18:14

ASSURDO, LA NERA DEL CONGO E SCESA DAGLI ALBERI E DA FUORILEGGE CLANDESTINA, E’ VENUTA NELLA NOSTRA TERRA ITALIANA AD IMPORRE LE SUE LEGGI

fecb

Sab, 07/09/2013 - 18:22

sig. Moichiodi: è evidente che in un certo atteggiamento mentale c'è della patologia, che inibisce la capacità di vedere al di fuori dei propri schemi. Altrimenti persino a lei sarebbe evidente che l'articolista (che riferisce- come suo mestiere- un episodio), non "causa" delle reazioni. Queste semmai sono al comportamento della signora Kienge. La quale è in un ruolo in cui dovrebbe rappresentare in maniera unificante l'italianità, non l'alienità di chi si vuole integrare nel Paese ospite. Dovrebbe non perdere occasione di dare evidenza ad un suo orgoglio di essere nazionalizzata italiana, visto il ruolo di ministro della repubblica. Dovrebbe giustificare, con i fatti, l'esistenza di un ministero contestato e divisivo,che dovrebbe promuovere l'integrazione degli immigrati, aiutando a mitigare e superare i molti problemi. Invece non perde l'occasione per dare evidenza arrogante al fatto che lei può fare quello che vuole nel nostro Paese, coerentemente o meno al ruolo che ricopre, piaccia o no agli italiani. Che devono accettare comunque le estrosità della tirannella del terzo mondo, offensive peraltro proprio per il ruolo DI RAPPRESENTANZA ITALIANO che ricopre.

guidode.zolt

Sab, 07/09/2013 - 18:23

Ma Ki shei tu...?

Ritratto di rosario.francalanza

rosario.francalanza

Sab, 07/09/2013 - 18:25

Caro ministro, lei fa bene a rivendicare le sue radici. E allora, se mi è permesso, da bravo italiano, ispirato da "Good morning Babilonia", dico: "Queste mani hanno restaurato le Cattedrali di Pisa, di Lucca, di Firenze, noi siamo i figli dei figli dei figli di Michelangelo e Leonardo; di chi sei figlia tu?" - E se quel nobile romano, negli anni '50, potè dire ad un arrogante inglese che "quando voi vi pittavate ancora la faccia di blu, noi già eravamo froci", cosa possiamo dire noi alla Kyenge, pardon "Kashetu" Kyenge? - E se, oltretutto, io sono un siciliano che ha avuto l'onore di essere stato colonizzato dalla crema dei Grecia, dei Romani, dei Bizantini, degli Arabi (ma quelli davvero migliori!), dei Normanni, degli Spagnoli, allora cosa dico alla cara ministra? Cosa possiamo ancora imparare dai nostri cari migranti, visto che, ormai, siamo stati contaminati dalle civiltà più grandiose e irripetibili con risultati che hanno prodotto i 3/4 del patrimonio artistico mondiale? Ognuno è contento di quello che può. Il comportamento della Kyenge sembra più quello di certe pop-star che si scelgono il nome d'arte. E certi commentatori sono solo dei tristissimi decadenti e depressi!

Nadia Vouch

Sab, 07/09/2013 - 18:26

Mi pare una sorta di arroccamento del ministro Kyenge, in risposta ai troppi attacchi ricevuti sulla Sua identità. In sostanza è una reazione mossa da orgoglio. Penso che, in effetti, non sia la persona giusta al posto giusto, senza nulla togliere alla Sua persona. Ma non si può agire così da Ministro che dovrebbe rappresentare le Istituzioni Italiane e non le Istituzioni Congolesi in Italia.

guidode.zolt

Sab, 07/09/2013 - 18:34

Ma ke Kasho Voi

Ritratto di Gorilla Gor

Gorilla Gor

Sab, 07/09/2013 - 18:40

" Chiamatemi Ismaele " Così Melville iniziò Moby Dick... ma erano altri tempi e Melville era solo un grande scrittore!

guidode.zolt

Sab, 07/09/2013 - 18:41

Io sono talmente "orgoglioso" di avere la Kienge quale ministro della Repubblica che non ci dormo...!

Ritratto di Ciccio Baciccio

Ciccio Baciccio

Sab, 07/09/2013 - 18:56

Postato da maugauros: "No badrone". L' ho provata, allo strumento, canticchiandola alla meglio: Lo sai che non è male?! Consiglio tutti, se in grado, di tentare ad eseguirla.... potrebbe diventare il più grande e divertente tormentone dell' anno!

Ritratto di OraBasta

OraBasta

Sab, 07/09/2013 - 19:05

Ma quale Kashetu o Kyenge o Cecile, gli italiani non ti chiamano proprio. Non illuderti!! P.S. SUI MIEI DOCUMENTI VOGLIO CHE CI SIA scritto PADRE E MADRE. Chiaro?

swiller

Sab, 07/09/2013 - 19:06

Ma mandatela al suo paese.

guidode.zolt

Sab, 07/09/2013 - 19:08

Se fosse a Milano ...skisheta...

Ritratto di OraBasta

OraBasta

Sab, 07/09/2013 - 19:11

@ Dario Maggiulli- Sab, 07/09/2013 - 17:28 Ricominciato a FUMARE ?

gianni59

Sab, 07/09/2013 - 19:12

per il Giornale ed alcuni suoi lettori il problema dell'Italia sembra essere la Kyenge...e poi non capisco lo stupore se uno vuol farsi chiamare con il suo vero nome e non con uno "facilitato"...cosa c'entra la benzina sul fuoco?

lamwolf

Sab, 07/09/2013 - 19:13

Non se ne po' più mandatela via ce ne sono a milioni meglio di questa tipa che ogni giorno ne studia una ma di caLLata.

giampik

Sab, 07/09/2013 - 19:16

Signor Maggiulli, Ella che e' un tuttologo mi dira' magari che sbaglio...Paese; ricordo pero' che nel 1960,(facevo la naja) un aereo della ns. Aeronatica Militare di base a Pisa ando' in missione di soccorso umanitario (forse per conto ONU) in un Paese del Centro Africa in una... cittadina chiamata Kindu, sempre se non erro. Quelle gia' avanzatissime genti, portatrici di una civilta' ancestrale e dal genoma sublime, probabilmente per una forma di amoroso ringraziamento che noi barbari ancora non conosciamo, in aeroporto macellarono i ns. 6/7 aviatori; intendo dire che li fecero a pezzi ancor vivi (i cibi freschi, si sa!!) e si mangiarono le parti migliori; dopodiche' si vendettero le rimanenze ad un paio di bancarelle del mercato per il prosieguo di loro competenza. Mi pare che fossero proprio congolesi? (Devo usare la C maiuscola?) Che fossero cioe' "genitori" della Kassettu, dal volto adorabile e gentile? Puo' Ella chiarirmi Signor Maggiulli? Ci conto. Grazie.

guidode.zolt

Sab, 07/09/2013 - 19:16

In Belgio avrebbe dovuto andare, ma sa che lì non sono molto tolleranti coi Congolesi...

Ritratto di Soldato di Lucera

Soldato di Lucera

Sab, 07/09/2013 - 19:22

@ moichiodi! ( già il nich....) una riflessione forbita sulle sue opinioni: .....ma va cagare! Quanto alla gorillona, kazetuh!?? Ma che kazzuh tik sta inkasindho? Abbu bubbù bu :-) e poi si incazza se gli regalano la gonna di banane LOL LOL!

Ritratto di OraBasta

OraBasta

Sab, 07/09/2013 - 19:23

@gianni59 Sab, 07/09/2013 - 19:12---- I problemi dell'italia li hanno creati quelli come te e i partiti di sinistra (col portafoglo pieno), che metttono a carico del popolo che ancora lavora, tutte le "RISORSE" che arrivano dall'africa! Sotto casa mia c'è un bar, OGNI SANTA SERA fino alle ore 1, 1 e mezza è un continuo schiamazzare di extra comunitari semiubriachi. Tanto il giorno dopo, l'unico lavoro che faranno sarà di recarsi in comune, verso le ore 11,30 a risquotere !!!!!! Saluti nè !

Ritratto di falso96

falso96

Sab, 07/09/2013 - 19:23

moichiodi: tutte frasi fatte, rifatte, cotte e stracotte. BASTA!!!

guidode.zolt

Sab, 07/09/2013 - 19:28

gianni 59 - la benzina sul fuoco...? la provi, è un'esperienza favolosa, ma ne deve buttare molta e di colpo!

guidode.zolt

Sab, 07/09/2013 - 19:33

Orabasta - ..per Sua norma e regola di Maggiulli ce n'è uno solo (e basta ed avanza) e poi non ha mai smesso di fumare...!

vivaitaly

Sab, 07/09/2013 - 19:34

Gente di terzo mondo, cultura di terzo mondo. Povera Italia e tutto l'occidente che si fa ingannare. Se queste sono le persone che volete innalzare,vi faranno fare la fine dei loro paesi. Grazie alla sinistra che cerca in tutti I modi come distruggerci.

CALISESI MAURO

Sab, 07/09/2013 - 19:34

Dario maggiulli@ le auguro vivamente 6 anni di delta del niger, e le auguro che passi solo la meta' di quel che ho passato io personalmente. Se c'e' giustizia alla fine su questa terra voglio che provi l'esperienza, poi le passeranno le ca...e

antes1

Sab, 07/09/2013 - 19:37

xMarkos - Se ce la fa il marito della Marina Berlusconi può farcela benissimo anche il marito della Kyenge. Meglio una negra coi caratteri somatici tipici della razza negroide che una bianca coi caratteri somatici tipici della bertuccia.

Ritratto di Kayleigh

Kayleigh

Sab, 07/09/2013 - 19:45

l'importanza di chiamarsi cass(on)etto.

guidode.zolt

Sab, 07/09/2013 - 19:53

Antes 1 - ..antes si riferisce a Neanderthal, suppongo, il solito sinistronzo che, per appagare l'antiberlusconismo suicida di segreteria, va fuori tema visto che fuori di testa non puo più, dato che è già successo e succede una sola volta, da lì non si torna indietro, è una malattia genetica e non c'è antidoto!

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Sab, 07/09/2013 - 20:01

Perchè dovrebbe smorzare i toni? Proponga l'ergastolo per tutti i razzisti e ci saremo con Lei.

Ritratto di bobirons

Anonimo (non verificato)

killkoms

Sab, 07/09/2013 - 20:05

ma non era"figlia 31"?

pastello

Sab, 07/09/2013 - 20:07

C'è qualcuno che sente il bisogno di chiamarla?

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Sab, 07/09/2013 - 20:15

giampik, ma giampik, cosa vai scrivendo?! Ti sei soffermato sull'efferatezza africana verso i nostri Eroi di Kindu, ma hai tralasciato le efferatezze compiute in Africa dai 'nobilissimi' italiani. Hai mai preso in mano un libro di Pansa? Sugli orrori 'partigiani' in Italia? - Non voglio allargarmi sulle stragi Yankee e dei coloni tutti europei nel mondo. Come degli stermini di milioni di persone dai Soviet e dintorni. E tu, vorresti mettere sulle spalle di questo nobilissimo esemplare antropico tutte le colpe della terra?. Rileggiti il mio post, dove indico nel singolarissimo volto di Cècile le tracce della purezza della natura profonda dell'essere umano. Il mio era un passaggio evolutivo cosmico, che tu come altri, non avete saputo cogliere. Ma in tema di orrori, mi sovvengono gli Hutu e i Tutzi che nel 1994 sono stati vittime di un massacro a colpi di macete nel numero di un milione. Ho visto il documentario televisivo sul processo che fu fatto di li a poco. Gli assassini, erano tutti dei 'bambinoni', degli uomini veramente di indole buona, che non sapevano giustificare cosa avevano fatto. E, cosa più importante, loro non rivelavano alcun senso di colpa o di abiezione. Credo che, malgrado una così capillare diffusione della cultura, oggi, non ci siamo ancora sufficientemente soffermati a comprendere i meccanismi imperscrutabili della mente dell'uomo. Soffermiamoci, al momento, ad ammirare il volto sublime di Cècile Kienge, che attraversa il nostro tempo lasciandosi dietro un 'tracciato divino'.

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Sab, 07/09/2013 - 20:16

orabasta, sei stato simpaticissimo. Mi hai fatto sorridere. Convertiti.

Ritratto di rosario.francalanza

rosario.francalanza

Sab, 07/09/2013 - 20:18

Mi ricordo di un gioco che si faceva da mia zia a Natale, qund'ero ragazzino: l'"uomo nero". Grosso modo mi sembra che si facevano girare le carte e se ti capitata l'asso di bastoni facevi la penitenza. Probabilmente nel gioco vi era una reminiscenza delle invasioni saracene o delle "marocchinate" dell'ultima guerra. Ma ecco: è un gioco politicamente "scorretto"; è una di quelle tante manifestazioni piccole o grandi della cultura popolare che, col tempo si estingueranno o le faranno estinguere sotto le accuse di "razzismo". Tanto i circoli progressisti tra di loro faranno i giochi più insulsi al sicuro della loro intoccabilità e sparandoci, però, i loro moralismi. Cosa sta diventando questa nostra povera Italia? Un giorno la KYenge farà chiudere i Musei delle nostre Tradizioni Popolari perchè evidente specchio di ignoranza, di chiusura verso gli stranieri e i "diversi" e manifesto "razzismo"?

marcoghin

Sab, 07/09/2013 - 20:18

VERGOGNA, VERGOGNA, VERGOGNA!! E questa è motivo di orgoglio, perché scelta personalmente, di quel scatolone vuoto a capo di questa banda. Che se ne torni in Congo, possibilmente con sua sorella!!

antes1

Sab, 07/09/2013 - 20:25

x guidode.zolt - E ora che ha dato un saggio della imbecillità tipica di chi non ha argomenti da proporre, vuole discutere della "bellezza" della signora Berlusconi?

Ritratto di Falco1952

Falco1952

Sab, 07/09/2013 - 20:32

moichiodi@ Non è del suo nome che deve vergognarsi e nemmeno del colore della pelle,uguale a tantissime brave persone di colore rimaste al proprio paese ad aiutare la propria gente,già al proprio paese..............

Ritratto di Alberto86

Alberto86

Sab, 07/09/2013 - 20:44

Certo che tra questa idiota congolese, la diva femminista hollywoodiana Boldrini, quell'incubo della Fornero, ecc. ecc. le "superiori" donne stanno dimostrando di essere totalmente infantili ed inadatte a qualsiasi ruolo di potere. Comunque davvero, questo povere paese è diventato oramai una barzelletta vivente.

Ritratto di Alberto86

Alberto86

Sab, 07/09/2013 - 20:48

E comunque veramente: rispeditela in Congo insieme a quei pagliacci che l'hanno piazzata lì. Questa Kyenge oltre a non meritare lontanamente il ruolo di ministro, non meriterebbe neanche di avere la cittadinanza italiana per quello che va dichiarando.

Ritratto di gbbyron2007

gbbyron2007

Sab, 07/09/2013 - 20:59

Dobbiamo aspettare a mandarla via quando proporrà di legalizzare il cannibalismo?

diegom13

Sab, 07/09/2013 - 21:04

Premesso che non mi sembra un notizione, tantopiù che è di seconda mano, e che concordo con chi ha fatto notare che almeno un ministro dovrebbe farsi chiamare con il nome registrato all'anagrafe... Penso che la Kyenge voglia solo facilitare il dialogo con la Lega: per uno come Salvini sarà molto più semplice chiamarla 'sciura Kashetu'.

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Sab, 07/09/2013 - 21:13

INVIATO ALLE ORE 29,15 --- Giampik, ma Giampik, cosa vai scrivendo?! Ti sei soffermato sull'efferatezza africana verso i nostri Eroi di Kindu, ma hai tralasciato le efferatezze compiute in Africa dai 'nobilissimi' italiani. Hai mai preso in mano un libro di Pansa? Sugli orrori 'partigiani' in Italia? - Non voglio allargarmi sulle stragi Yankee e dei coloni tutti europei nel mondo. Come degli stermini di milioni di persone dai Soviet e dintorni. E tu, vorresti mettere sulle spalle di questo nobilissimo esemplare antropico tutte le colpe della terra?. Rileggiti il mio post, dove indico nel singolarissimo volto di Cècile le tracce della purezza della natura profonda dell'essere umano. Il mio era un passaggio evolutivo cosmico, che tu come altri, non avete saputo cogliere. Ma in tema di orrori, mi sovvengono gli Hutu e i Tutzi che nel 1994 sono stati vittime di un massacro a colpi di macete nel numero di un milione. Ho visto il documentario televisivo sul processo che fu fatto di li a poco. Gli assassini, erano tutti dei 'bambinoni', degli uomini veramente di indole buona, che non sapevano giustificare cosa avevano fatto. E, cosa più importante, loro non rivelavano alcun senso di colpa o di abiezione. Credo che, malgrado una così capillare diffusione della cultura, oggi, non ci siamo ancora sufficientemente soffermati a comprendere i meccanismi imperscrutabili della mente dell'uomo. Soffermiamoci, al momento, ad ammirare il volto sublime di Cècile Kienge, che attraversa il nostro tempo lasciandosi dietro un 'tracciato divino'.

Ritratto di Soldato di Lucera

Soldato di Lucera

Sab, 07/09/2013 - 21:20

@antes, paragonare la Marina a kingKong.?!?solo l'LSD può ridurre il cervello in pappetta così avariata:-) ha ha haa, sembri uscito da una barzelletta.....ci sono solo 3,4 milioni di anni di evoluzione della specie tra l'australopithecus africanus e la bella Marina...ma, per carità, continua a eccitanti con cheeta! Ha haa! Cazzoni sinistrati!

Ritratto di dalton.russel

dalton.russel

Sab, 07/09/2013 - 21:33

Ministro, quando Lei capirà che gli Italiani la evitano come l'aids non già per il colore della Sua pelle, ma per le immani stronzate che proferisce quotidianamente (dacci anche( sic) oggi la dose), forse e ribadisco il forse, cesserà di tentare di imporci le Sue assurde tesi.La "mia africa" è solo stato un bel film ma niente di più. Della dittatura delle minoranze in molti, anzi tanti, che dico, tantissimi, praticamente tutti, esclusion fatta per l'altra fazione minoritaria, ossia i minorati, ne abbiamo las cojoneras urticata, sanguinante e stracolma.E Lei cosa fa? invece di alleviarci le ferite, ci balla sopra il flamenco. Lei, cara Ministro, del razzismo, vuole farne una professione.Non le basta un ministero? Dalton Russell.

Nadia Vouch

Sab, 07/09/2013 - 21:41

@Dario Maggiulli. Guardi che occorre essere anche seri nella vita, perché molte persone che qui scrivono, devono ogni giorno brigare. E non sono inferiori a lei. Col suo "passaggio evolutivo cosmico", con le sue sbrodolate di parole, col suo prendere in giro tutto e tutti, l'economia dell'Italia sarebbe ferma ancora alle caverne. Ma per favore!

Ritratto di dalton.russel

dalton.russel

Sab, 07/09/2013 - 21:46

Maggiulli: quante volte devo dirti che l'Lsd è fuori moda? Quante volte devo ricordarti che "brucia" il neurone e che tu, questo lusso, non puoi permettertelo? O lo hai dotato di tuta amiantata opuure è ricoverato al reparto grandi ustionati del Caldarelli. E non è un sigolare a caso.Cordialmente.Dalton Russell.

Ritratto di ohm

ohm

Sab, 07/09/2013 - 22:04

Per favore.....ve lo chiedo per favore.......non rompetemi le pelotas..........ma il dott. Letta che mi sembrava una persona a posto si rende conto di cosa ha combinato ? Qualsiasi cosa succeda lui deve ritenersi responsabile tanto più che ha ammesso personalmente di aver nominato questa qui con le sue sole forze.......probabilmente la lucidità, in quel momento, era assente. l'unica nostra salvezza è la caduta del governo......e poi succeda quel che succeda ,l'importante è mandare a casa le due quote rosa che stann arrecando dani irreversibili. Ohm69

angelovf

Sab, 07/09/2013 - 22:13

ma questa ministra perché non va in Congo? Nessuno fa sconti all'Italia per colpa di questi leccaculo che ci ha tolto il rispetto del mondo a causa dei loro interessi. Vogliamo aiutare l'africa quanto qui ci sono citta da terzo mondo, aggravati dai loro arrivi, qui tutto sta cambiando anche gli scarafaggi sono stati distrutti dai loro scarafaggi che te li trovi facilmente in casa perché sono volanti. L'Italia è di tutti ma nessuno è per l'Italia. Si svegliassero prima di completare il decadimento della nostra PATRIA, anche l'ultimo degli africani difende la propria terra ma noi la nostra Italia la buttiamo in pasto a tutti.

claudio faleri

Sab, 07/09/2013 - 22:34

nestore55 hai ragione è l'apoteosi della natura, peggio di così non si può

claudio faleri

Sab, 07/09/2013 - 22:38

è il fiore all'occhiello della sinistra che vuole essere buona e meravigliosa ed ecco ched si inventa la poltrona per l'africana, facendo così accontenta i sinistrini e i vaticanini ma paghiamo noi questi nuovi parassiti dell'italia, la congas più 38 fratelli tutti parassiti in itlia

angelovf

Sab, 07/09/2013 - 22:41

Non c'entra il razzismo ma l'Italia appartiene agli Italiani come l'africa appartiene agli Africano e che in ogni momento non perdono occasione per ricordarcelo è un loro diritto come è un nostro diritto reclamare l'ITALIA e vivere senza soprusi di altri popoli.

claudio faleri

Sab, 07/09/2013 - 22:43

caro moichiodi.....ma dove vivi non centra nulla il colore è una straniera del c....o che si occupa degli affari nostri, vorrei vedere se in congo un italiano potesse fare lo stesso.....svegliati lascia perdere i catto-comunisti che langiano l'ostia tutti i giorni ma non sanno nulla della vita

angelovf

Sab, 07/09/2013 - 22:47

ma questa ministra perché non va in Congo? Nessuno fa sconti all'Italia per colpa di questi leccaculo che ci ha tolto il rispetto del mondo a causa dei loro interessi. Vogliamo aiutare l'africa quanto qui ci sono citta da terzo mondo, aggravati dai loro arrivi, qui tutto sta cambiando anche gli scarafaggi sono stati distrutti dai loro scarafaggi che te li trovi facilmente in casa perché sono volanti. L'Italia è di tutti ma nessuno è per l'Italia. Si svegliassero prima di completare il decadimento della nostra PATRIA, anche l'ultimo degli africani difende la propria terra ma noi la nostra Italia la buttiamo in pasto a tutti.

giampik

Sab, 07/09/2013 - 22:49

Ma caro Maggiulli, mi e' venuto un serio dubbio e cioe' che il tuo decantare "il volto sublime della Cecile Kyenge che attraversa il nostro tempo lasciandosi dietro un tracciato" a base di deodorante divino,in realta' nasconda un grossolano sfottimento....Ti ho letto e riletto ma la tua prosa baroccheg- giante non mi soccorre! O certe iperboli nascondono una "fissazione" acritica, una speciale "malattia" mentale PARAGONABILE all'ossessione, oppure qui si tratta di "Presa per il culo" (della Kyenge stessa!). Che poi tu, per difendere i tuoi protetti dalla mia accusa di incivilta' ("Tu vieni al mio soccorso? E io, moh, me te magno!") allarghi il discorso alle nefandezze delle Guerre Coloniali, via! Insomma, quando uccide l'odiato uomo bianco si tratta di crimi- ni contro l'Umanita'; quando uccide il ...come dire?, l'uomo .. "abbronzato" con incorporati bellezza cosmica e tracciato divino, allora si tratta di bambinoni sorridenti, benche' dal loro machete ancora sgoccioli sangue caldo...L'uomo puo' anche originare dall'Africa ma non certo la civilta'. Quando nel 1.400 Bartolomeo Diaz giunse nell'Africa Australe, la ruota ancora non era stata inventata, tanto per dirne una! Chiudo domandandoti quanti hai di Africa. Io cinque.

plaunad

Sab, 07/09/2013 - 22:52

Già faceva ridere Kyenge, adesso Kashetu é da scompisciarsi dalle risate.

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Sab, 07/09/2013 - 23:24

@Dario Maggiulli. "E' del poeta il fin la meraviglia,chi non sa far stupir vada alla striglia", ma della sterile verbosità secentesca non sappiamo che farcene,adopera la tua intelligenza per un fine costruttivo,te ne saremmo tutti grati.

aredo

Sab, 07/09/2013 - 23:29

Fra poco si metterà a fare i riti voodoo e pretenderà che vengano insegnati per legge nelle scuole..

Ritratto di sekhmet

sekhmet

Sab, 07/09/2013 - 23:56

A chi trova sublime il volto della Kashetu suggerisco questa poesia: Tu non sei bella/ ma mi piaci/ l'ideale è quando trovi una brutta che ti piace./ E che ci vuole a farsi piacere una bella?/ Quella brutta invece.../ agli altri non gli piace,/ ma a te ti piace/ e nemmeno ti sembra brutta/ perchè sennò non ti piace./ L'ideale ideale però/ è quando trovi una brutta che ti piace,/ che tu gli piaci.../ perchè sennò se a quella brutta non gli piaci,/ ti conviene che ti piace una bella.../ se si tratta di non piacere. Auguri di successo. Sekhmet.

dare 54

Dom, 08/09/2013 - 00:11

"chiamatemi Kashetu". Ma, oltre a chi l'ha messa alla testa di questo "ministero", chi sarebbe, in Italia, a volerla chiamare? Ed in ogni caso: è italiana? E allora, come funziona per noi italiani, usiamo il nome scritto sul documento d'identità. E sperando che non ci abbia gabbato facendosi chiamare "Cécile" mentre lì c'è scritto "Kashetu"

fra971

Dom, 08/09/2013 - 00:23

e brava la kyenge! Pure io, se dovessi andare a vivere in un paese straniero, sarei sempre orgogliosa delle mie origini, che mai e poi mai rinnegherei. Lei l'ha fatto. Ha rinnegato. E' stata nominata ministro dell'Italia e si è permessa di decidere italiano, anche se italiana non è. Lei si è permessa di additare gli italiani di essere razzisti, quando proprio lei vorrebbe creare delle leggi, con l'unico ed unilaterale intento di migliorare solo le condizioni dei suoi, quando è chiaramente e palesemente dimostrabile che ora chi è più in difficoltà sono gli Italiani dell'Italia, di cui lei è ministro, e non i futuri italiani della sua ius soli..!!!!!!

Ritratto di bobirons

bobirons

Dom, 08/09/2013 - 01:09

Non ho letto tutti i commenti, spero qualcuno non mi abbia preceduto dicendo che ogni e qualsiasi satira si possa fare sulla signora Kyenge é del tutto inutile. Lei è stata messa li non per meriti politici, accademici o culturali. Mi consta sia laureata in medicina ed oculistica che niente hanno a che vedere con il compito che dovrebbe assolvere. La nomina della d.ssa Kyenge è uno dei tanti spregi che la sinistra inventa e commette per attaccare e demolire il morale dell'avversario (ops, scusatemi, del nemico). In un certo senso mi fa pena, subissata com'è da tutti gli sberleffi, troppo facili, spesso volgari, che le vengono indirizzati. E' la sinistra, il suo modo di agire, che va combattuto. La Kyenge è solo una pedina e sarà tenuta sugli altari fino a che farà loro comodo, dopo di ché sarà messa in un cantuccio. I primi razzisti non sono i leghisti, non sono gli scalmanati che la chiamano bertuccia o la vorrebbero affogare, sono i sinistri sinistrati della sinistra, con buona pace delle tante loro espressioni pseudo buoniste e legalitarie. Ma del resto, cosa ci si può aspettare da chi ancora auspica la dittatura - non più quella del proletariato che non esiste più ed i kompagni sono tutti ben assestasti economicamente - come massima espressione di democrazia, ma solo quella loro, non quella vera, pluralista, legalitaria, corretta ed onesta

Ritratto di cape code

cape code

Dom, 08/09/2013 - 01:16

Ma quante k...ashete saremo costretti a sentire ancora da colei?

gianni59

Dom, 08/09/2013 - 01:32

OraBasta... i problemi per l'Italia li hanno creati, caro mio, i ladroni che hanno rubato a man bassa (altro che 4 extracomunitari), le caste di mafiosi (che continuate a votare) e per finire gli ignoranti come lei che scrivono riscuotere con la "q"....

gianni59

Dom, 08/09/2013 - 01:40

guidode.zolt..."benzina sul fuoco" era una citazione dell'articolo che lei, naturalmente, abituato a leggere solo i titoli, non ha rilevato...se invece il suo commento era una battuta, la devo raccontare agli amichetti della terza elementare di mio figlio: ne rideranno a crepapelle!

gianni59

Dom, 08/09/2013 - 01:48

vivaitaly...la pregherei di guardarsi intorno e notare come abbiamo distrutto i nostri mari, le nostre bellezze naturali, il nostro cibo, la nostra cultura (per esempio nella musica, nella filosofia)...come curiamo i nostri beni artistici, la pulizia delle nostre città, la qualità dell'aria...e mi fermo qui...mi dica, chi è la gente di terzo mondo? Qual'è la cultura di terzo mondo di cui parla? la "povera Italia" purtroppo l'abbiamo fatta noi.....

paolonardi

Dom, 08/09/2013 - 05:07

Bel tentativo di integrazione!

Ritratto di bobirons

bobirons

Dom, 08/09/2013 - 08:54

Non ho letto tutti i commenti, spero qualcuno non mi abbia preceduto dicendo che ogni e qualsiasi satira si possa fare sulla signora Kyenge é del tutto inutile. Lei è stata messa li non per meriti politici, accademici o culturali. Mi consta sia laureata in medicina ed oculistica che niente hanno a che vedere con il compito che dovrebbe assolvere. La nomina della d.ssa Kyenge è uno dei tanti spregi che la sinistra inventa e commette per attaccare e demolire il morale dell'avversario (ops, scusatemi, del nemico). In un certo senso mi fa pena, subissata com'è da tutti gli sberleffi, troppo facili, spesso volgari, che le vengono indirizzati. E' la sinistra, il suo modo di agire, che va combattuto. La Kyenge è solo una pedina e sarà tenuta sugli altari fino a che farà loro comodo, dopo di ché sarà messa in un cantuccio. I primi razzisti non sono i leghisti, non sono gli scalmanati che la chiamano bertuccia o la vorrebbero affogare, sono i sinistri sinistrati della sinistra, con buona pace delle tante loro espressioni pseudo buoniste e legalitarie. Ma del resto, cosa ci si può aspettare da chi ancora auspica la dittatura - non più quella del proletariato che non esiste più ed i kompagni sono tutti ben assestasti economicamente - come massima espressione di democrazia, ma solo quella loro, non quella vera, pluralista, legalitaria, corretta ed onesta

hectorre

Dom, 08/09/2013 - 09:11

scappa da un paese dove vivere è un terno al lotto(poteva restare in congo e spendere le sue energie per cambiarlo......)...viene accolta da clandestina nella nostra splendida italia e fa la voce grossa!!......non si tratta di razzismo ma solo di buonsenso....a casa!!!....nel suo comodo appartamento,per caritá,non pretendo che lasci l'italia ma che esca dal governo....

jeanlage

Dom, 08/09/2013 - 09:23

La signora Kyenge sembra dimostrare che il sogno delle femministe è diventata realtà. Negli anni '70 dicevano che la parità fra i sessi (che ora si chiamano generi e sono 5 o 6; allora erano 2) si sarebbe raggiunta non quando avrebbe avuto potere una donna eccezionalmente intelligente, ma quando lo avrebbe avuto una donna poco intelligente e poco brillante.

enzo1944

Dom, 08/09/2013 - 09:34

Ministra nera,....rispetta di più gli Italiani,cialtrona prezzolata dal PCI-PD e sponsorizzata dalla massoneria internazionale!!

Ritratto di Soccorsi

Soccorsi

Dom, 08/09/2013 - 09:39

Perché oltre al nome congolese non rinuncia anche la cittadinanza italiana e se ne ritorna nel suo Congo dove hanno disperatamente bisogno di medici in generale e di oculisti in particolare e che così oltretutto farebbe felici milioni di italiani.

Ritratto di bobirons

bobirons

Dom, 08/09/2013 - 09:45

Non ho letto tutti i commenti, spero qualcuno non mi abbia preceduto dicendo che ogni e qualsiasi satira si possa fare sulla signora Kyenge é del tutto inutile. Lei è stata messa li non per meriti politici, accademici o culturali. Mi consta sia laureata in medicina ed oculistica che niente hanno a che vedere con il compito che dovrebbe assolvere. La nomina della d.ssa Kyenge è uno dei tanti spregi che la sinistra inventa e commette per attaccare e demolire il morale dell'avversario (ops, scusatemi, del nemico). In un certo senso mi fa pena, subissata com'è da tutti gli sberleffi, troppo facili, spesso volgari, che le vengono indirizzati. E' la sinistra, il suo modo di agire, che va combattuto. La Kyenge è solo una pedina e sarà tenuta sugli altari fino a che farà loro comodo, dopo di ché sarà messa in un cantuccio. I primi razzisti non sono i leghisti, non sono gli scalmanati che la chiamano bertuccia o la vorrebbero affogare, sono i sinistri sinistrati della sinistra, con buona pace delle tante loro espressioni pseudo buoniste e legalitarie. Ma del resto, cosa ci si può aspettare da chi ancora auspica la dittatura - non più quella del proletariato che non esiste più ed i kompagni sono tutti ben assestasti economicamente - come massima espressione di democrazia, ma solo quella loro, non quella vera, pluralista, legalitaria, corretta ed onesta

Ritratto di stenos

stenos

Dom, 08/09/2013 - 09:57

Gia' abbiamo una classe politica inetta e ladra, ma non soddisfatti ci hanno messo una nullita' congolese per rinforzare la media. Folle, totalmente folle, una del congo ministro, che ci deve guidare. Siamo al delirio.

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Dom, 08/09/2013 - 10:06

non vomitate il vostro cattivo alito mentale aggredendomi nella mia nobile persona. dimostrate di saper esprimere concetti di merito degni del confronto con me.

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Dom, 08/09/2013 - 10:20

A scanso di equivoci, per quanti ancora non mi conoscono bene, io sono il più berlusconiano dei pidiellini. Detto questo, vi prego di scrivere sul vostro web -Chopin-, e posizionatevi sul Notturno op.9 n°1. Sarete pervasi da un soffuso fluire di note celestiali che hanno il nome di Cècile Kyenge. Mi ringrazierete. Bacioni, a quanti se li meritano.

A.C.

Dom, 08/09/2013 - 10:45

E' disgustosa! Per me non rappresenta niente e nessuno, è solo l'ennesima dimostrazione della stupidità di sinistra.

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Dom, 08/09/2013 - 11:37

@ Dario Maggiulli- sappiamo politicamente quello che sei,perciò certe tue prese di posizione stupiscono ancora di più.Comunque credo di aver finalmente capito il perché di certe tue antipatie e attacchi, sia pure indiretti, a qualche lettore sul forum del Cucù, ma noi non abitiamo da quelle parti quindi certe realtà politiche locali ci sono generalmente sconosciuta.

Ritratto di limick

limick

Dom, 08/09/2013 - 12:55

gianni59 Sab, 07/09/2013 - 19:12 Gia' un ministro che ha un problema sul come farsi chiamare capira' da solo che c'e' anche un problema personale dell'individuo. Il Suo tutti colpevoli tutti innocenti e' un po' penoso, qui si parla del ministro e non di tutto un po'. Ci sveli i pregi di questo ministro invece di chiamare in causa la storia della repubblica :)

gianni59

Lun, 09/09/2013 - 00:44

limick--- la mia "storia della repubblica" era per dare una risposta ad un commento (se lo vada a cercare), per rispondere a lei mi sembra che questo ministro stia cercando una soluzione ad un problema che esiste (inutile vivere al di fuori della realtà) e che, nonostante i paroloni e i proclami del Pdl e della Lega, non è stato assolutamente risolto.

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Lun, 09/09/2013 - 02:20

Riproduco qui soltanto un brandello di studio preso dal web che ha attinenza col mio -passaggio evolutivo cosmico- dubitando fortemente della capacità di comprensione di chi si affanna ad insultarmi. ---Il concetto di Noosfera viene abbozzato da Teilhard già nel 1917, per indicare l'insieme degli elementi autocoscienti della Biosfera, per poi essere precisato in uno scritto del 1925, L'ominizzazione, dove, parlando di come nell'Uomo l'evoluzione si prolunghi attraverso gli strumenti artificiali, parla di uno stadio evolutivo ulteriore che coinvolge l'Umanità come un tutto e che approda ad una realtà collettiva vastissima.[25] Con l'Uomo si è formato uno stato evolutivo nuovo. La vita nella specie umana si prolunga infatti in direzione di un "organismo" planetario in quanto i mezzi di collegamento e di informazione creano un vero e proprio "sistema nervoso" dell'Umanità, che prosegue il lavoro dell'evoluzione biologica. Le diverse coscienze tendono così ad unificarsi, formando la Noosfera o sfera riflessa. Questo sviluppo è concepito da Teilhard come un vero e proprio salto evolutivo, un cambiamento di stato, paragonabile a quello della Vita. Se è vero infatti che vi è evoluzione dei viventi, che tutto il mondo vivente si muove verso la maggiore coscienza (visibile fenomenicamente attraverso il parametro di cerebralizzazione), ciò non significa che l'Ominizzazione non costituisca una vera e propria novità all'interno della Vita, avendo liberato forze nuove e, per ora, insuperate, sino all'acquisizione di tre proprietà, quali il riconoscimento per riflessione; lo sviluppo per invenzione; il superamento degli egoismi istintivi e la formazione di un organismo superiore unico. Si potrà vedere quindi che la Noosfera rispetta le leggi della vita: progressi per salti, nascita di idee e di gruppi per differenziazione, avvicendamento dei gruppi. In altre parole: i fenomeni colti nei singoli organismi viventi si ripresentano anche nel corpo sociale, che rappresenta dunque un vero e proprio organismo. Della Noosfera si potrà in tal modo individuare anche una sua propria struttura, la cui anatomia rivela l'esistenza di:[26] ◾un apparato ereditario, formato dalla memoria collettiva dell'umanità, trasmessa di generazione in generazione, attraverso la vita sociale e l'attività educativa; ◾un apparato meccanico, dato che gli strumenti meccanici costruiti dall'uomo costituiscono il prolungamento "biologico" delle sue capacità di azione; ◾un apparato cerebrale, che non è però dato dalla semplice somma delle singole autocoscienze, ma dalla loro reciproca interazione, amplificata dalla tecnica. Si creerà una memoria collettiva, il pensiero si trasmetterà sempre più rapidamente mediante una rete nervosa che avvolge l'intera superficie del pianeta, facendo emergere una visione comune. La Noosfera non sarà soltanto un involucro pensante, perché ciascun elemento, che crescerà in personalizzazione, tenderà a sentire, a desiderare, a soffrire le stesse cose di tutti gli altri assieme. Sarà costituita da innumerevoli "grani di pensiero" ipercoscienti e ipercentrati. La Noosfera costituirebbe un vero e proprio organismo con una propria rete neuronale, andrebbe a formare un centro, un pensare all'unisono inimmaginabile per noi ora, una sorta di "cervello di cervelli" paragonabile ad una mente, con una base fisica di implementazione, ma centro anche di amore e non solo di informazione, che pulsa di una coscienza universale che forma così un centro ultra-umano. A sua volta, questo Centro sarebbe uno degli elementi di Omega, o il lato immanente della divinità. Teilhard studia anche le condizioni di sviluppo della Noosfera. Afferma così che, per progredire, occorre una convergenza tra progresso tecnico-scientifico e progresso morale o spirituale. L'umanità deve in altre parole prendere coscienza del suo ruolo cosmico, esaltando così l'impegno e la prospettiva morale. Quindi, nonostante l'importanza della persona individuale (chiamata a centrarsi, individualizzarsi, personalizzarsi), l'uomo è soprattutto chiamato ad ex-centrarsi, dal momento che sente che la sua propria persona non gli basta, e, se non vuole disperare, deve credere più nell'Umanità che in se stesso. L'umanità nella sua dimensione individualista, come semplice somma di parti, di individui, è destinata al fallimento, mentre se va avanti come socializzazione, comunione, solidarietà, amore, ecc., è coerente con la legge della complessificazione del cosmo, quindi indirizzata ad un miglioramento. Per Teilhard infatti a livello individuale l'umanità è bloccata (l'individualismo mette in crisi il sistema evolutivo), mentre la via per andare avanti è quella di superare l'individuo (l'individualismo e l'egoismo) a favore di un sistema integrato quale quello del sociale che unifica personalizzando. Ecco che la convergenza generale dell'Evoluzione continua nel tempo: non vi sono solo Spiriti sulla Terra, ma uno Spirito della Terra, ovvero la Noosfera unificata.[27] Alla fine, questo "organismo" non è più possibile immaginarlo, neanche per Teilhard. La visione ultima è così di tipo escatologico, perché questo ultra-umano tende verso un Oltre-umano, che lo alimenta e lo attira. 5. L'Oltre dell'ultra-umano L'uomo rappresenta il culmine dell'evoluzione cosmica, oppure in lui e attraverso di lui, l'evoluzione continua verso un Oltre-umano?

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Lun, 09/09/2013 - 02:55

Il volto di Cècile Kyenge ci consegna una natura umana priva di quelle componenti psichiche che sono la caratteristica dell'uomo odierno. Nel suo sguardo totale mancanza di 'malizia', di latente aggressività, di predisposizione alla sfida, di intelligenza speculativa, (tutte cose queste, insieme ad altre, che attengono allo stadio raggiunto fin qui dall'uomo evoluto). Cècile ci consegna, con l'innocenza del suo volto, quello che doveva essere lo stato d'animo della primissima comunità umana, all'oscuro totale dei meccanismi di pericolosità e di accanimento 'esplorativo', in senso estesissimo, che sarebbe stato perseguito e raggiunto nel passaggio evolutivo della specie. Ecco perché dobbiamo rimanere incantati davanti alla sua immagine. Siamo in presenza di un 'reperto primordiale' di particolare bellezza, nella sua rifinitura, che emerge gratuitamente fra di noi, consentendoci di comprendere 'come eravamo'. Soffermatevi su questo aspetto da me indicato e riconoscerete che siete stati distratti nel non esserci arrivati da soli. Sono costretto a sviluppare con meticolosità questa analisi considerata la pochezza intellettiva esibita da una fanatica del condominio che redarguisce ignorantemente a destra e manca. Affinché non possa influenzare altri 'deboli'.

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Lun, 09/09/2013 - 03:11

Ho dimenticato di lasciarvi i compiti da fare a casa. Approfondite -- Il Principio Antropico -- e se ve la sentite, anche -- La Costante di Planck -- che non si limita alla definizione messa in risalto.

Ritratto di limick

limick

Lun, 09/09/2013 - 13:40

gianni59 Lun, 09/09/2013 - 00:44 Sappiamo anche bene perché la Bossi Fini non ha funzionato, non nascondiamoci davanti a un dito, la nostra magistratura cacasotto e telecomandata dalla sinistra ha trovato tutti i cavilli necessari per evitare rimpatri, respingimenti e quant'altro. Il probema e' irrisolvibile se c'e' chi rema contro... anche l'europa e' contenta che siano cazzi nostri, il cameriere letta tramite la sua mano nera non muove un dito per contrastare l'immigrazione clandestina, niente e' stato fatto, gia' loro coi motoscafi sono piu' furbi di noi, se poi a governare ci sono dei connevinti sfruttatori della situazione... beh.. e' fatta!

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Lun, 09/09/2013 - 14:31

Mi aspettavo un Agev, armato fino ai denti, come un samurai, srotolarmi i suoi teoremi metafisici, invece niente. Sarà in 'ritiro'.

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Lun, 09/09/2013 - 17:30

Spero siate riusciti a gustare il video sopra segnalato del notturno op.9 n°1 di Chopin, ch'io ho intitolato a Cècile Kyenge. Le note scorrono con una tale dolcezza di spirito come se l'incanto della natura tutta, fosse estraneo alla terribilità del mondo così come lo conosciamo. Impensabile, immersi in tanta bellezza, appartenere ad una collettività i cui consociati si odiano, si alimentano di forme di invidia letale, si tirano addosso coltelli e strali di ogni genere come accade in questo sito. Il notturno di Chopin ci trasferisce in un mondo incantato che si riflette sul volto di Cècile Kyenge.

vivaitaly

Mar, 10/09/2013 - 23:34

Gianni 39, e con questa gente la finiremo di rovinare l'Italia. Gente di terzo mondo, cultura di terzo mondo. Mettitelo in testa che la multietnicita' non e' un valore ma la distruzione di popoli. Se queste persone avevano una cultura avanzata, anche I loro paesi sarebbero stati migliori. E adesso vogliamo importare questa cultura in occidente? Poi l'altro fattore che contribuisce alla corruzione e' l'ideologia di sinistra che e' fondata per corrompere la societa'. Basta osservare a cosa promuovono, aborti, matrimoni gay, legalizzare la droga, morbidi sulla delinquenza, promuovono tutto cio' che e' anti Dio, la famiglia e la Patria, e cosi via. Questi sono I valori distruggevoli che promuove la sinistra.

MEFEL68

Mar, 07/10/2014 - 12:08

Per una che "lotta" per l'integrazione, pretendere di farsi chiamare Kashetu, è l'antitesi del concetto di integrazione.

Tuthankamon

Gio, 15/12/2016 - 11:22

Io un'idea sul come chiamare i "politici" come lei l'avrei! Purtroppo rischierei di essere incriminato da qualche salvatore del mondo! Sorvoliamo!

il corsaro nero

Gio, 15/12/2016 - 11:32

@moichiodi: che te sei fumato stamattina?

il corsaro nero

Gio, 15/12/2016 - 11:33

ma va a chapa' i rat, buffona!

Ritratto di malatesta

malatesta

Gio, 15/12/2016 - 16:01

..se la Kienge va avanti cosi', il razzismo e' scontato , ma solo per sua evidente responsabilita'..