Macché superpensioni. A quota 3mila euro si colpisce il ceto medio

Per ottenere quegli assegni i lavoratori hanno faticato una vita. Quelli più alti sono una piccola percentuale: modesto il ricavato

Roma - L'alternativa è tra tagliare le rendite di pochi super ricchi, sprecare una cartuccia a salve dal punto di vista delle finanze dello Stato. Oppure fare cassa sparando nel mucchio della classe media pensionata. Non sarà facile per il governo Renzi mettere mano alla previdenza. Le pressioni per farlo ci sono. La spending review di Carlo Cottarelli che ha previsto un giro di vite temporaneo sugli assegni più alti, in linea con quelli indicati ieri dal sottosegretario all'Economia Pier Paolo Baretta, intorno ai 2.500-3mila euro. Ma, come ha sottolineato lo stesso Baretta, su queste cose «fa fede quanto detto da Renzi». Cioè, se ci saranno tagli, saranno solo sulle rendite ancora più ricche.

Entrambe le strade prestano il fianco a rilievi di costituzionalità o all'accusa politica di un «esproprio» a danno di chi ha lavorato anche per mettere da parte una rendita. E non è necessariamente ricco.

Sui calcoli di governo e forze politiche grava infatti un equivoco. Il piano di Cottarelli si riferisce agli assegni sopra i 2.500 euro lordi, che non sono d'oro. Corrispondono a prestazioni mensili poco sotto i 1.700 euro. Classe media da spremere se si vuole fare un po' di cassa, ma non un'operazione di giustizia sociale.

Il loro numero è di 956.215 (dati del 2012), il 5,7 per cento del totale. Abbastanza per fare cassa e finanziare le misure annunciate dal governo. Comunque persone e famiglie con un reddito da classe media. Se il riferimento del governo è invece ai pensionati che percepiscono pensioni nette tra 2.500 e 3.000, il rischio è una misura non efficace. I pensionati con un reddito lordo sopra i 4.800 euro al mese sono meno di 50mila. Cifre ancora più ridotte per le classi di pensionati che incassano assegni più ricchi, basti ricordare che il contributo di solidarietà del premier Monti, che colpiva i pensionati con redditi sopra i 150mila euro lordi all'anno, ha portato allo Stato, appena 81 milioni di euro (poi restituiti).

«Un contributo c'è già ed è importante sopra i 90mila euro lordi all'anno», spiega Giuliano Cazzola, esperto di previdenza, che non crede a una copertura rilevante dalla previdenza. «Per fare risorse - aggiunge - bisogna sparare nel mucchio colpendo gli assegni più bassi, altrimenti al massimo si raccatta qualche decina di milioni».

Usare la previdenza per coprire un taglio delle tasse, significa anche colpire un'area geografica ben definita, il Nord, in particolare il Nord Ovest, dove si concentra la metà delle pensioni dal lavoro. Le pensioni più alte sono erogate nelle regioni settentrionali, ma il rapporto con i lavoratori attivi nella stessa zona è molto basso. Un contributo sulle super pensioni significherebbe chiedere un sacrificio a chi ha i conti a posto. Un aumento mascherato delle imposte sul reddito di una sola categoria di cittadini.

Commenti

mares57

Sab, 15/03/2014 - 08:35

Continuo a sentire e a leggere stupidaggini sulle pensioni, forse per confondere i pensionati e gattopardescamente lasciare le cose come stanno. Ma come stanno? Grazie alla Sig. Fornero una buona parte di italiani che non godono certo di pensioni d'oro, ma che lavorano ed hanno lavorato duramente e non ce la fanno più, ne conosco molti, autisti operai ecc. Invece sull'ottima proposta di Fratelli d'Italia si tace, perchè? Ha semplicemente proposto che chi percepisce OLTRE ben DIECI VOLTE la pensione minima avrebbe diritto ad una pensione in base ai versamenti realmente effettuati e comunque non inferiore alla cifra suddetta che supera i 5000 euro. Dunque? Non mi interessa quanto e come lo Stato risparmierà, che non è poco, è questione di giustizia verso gli esodati, i pensionati minimi e tutti coloro che sono stati e sono trattati in modo ampiamente ingiusto a favore di privilegiati che evidentemente anche i giornalisti proteggono. Perchè?

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Sab, 15/03/2014 - 09:10

Non ho mai conosciuto un pensionato da tremila euro in su che abbia veramente lavorato per tutta una vita. Se la nave affonda, siano colpiti senza pietà i ladri, gli imbroglioni, i truffatori particolarmente di Stato. Cottarelli, ti voglio più inclemente. Andrai sicuramente in Paradiso, il più tardi possibile nella misura in cui la tua mannaia è efficace verso boiardi ed emiri di Stato. -riproduzione riservata- 9,10 - 15.3.2014

Dario40

Sab, 15/03/2014 - 09:32

questa massa di inqualificabili del governo Renzi considera, come gli altri suoi predecessori Monti e Letta, i pensionati il Bancomat dove attingere risorse. Invece di ridurre gli sprechi, i privilegi, gli enti inutili, i contributi enormi a Sindacati, Quirinale, Camere, CSM,Corte dei Conti, Corte Costituzionale, Cassazione etc. etc. Mi fanno veramente schifo.

Ritratto di andrea626390

andrea626390

Sab, 15/03/2014 - 09:43

Giusto. Meglio lasciare in pace i superpensionati e fare in modo che chi oggi non arriva alla fine del mese continui a non arrivarci.

buri

Sab, 15/03/2014 - 09:46

sarebbe da ridere se non fosse da piangere, certo che Renzi finge di dare con una mano ma prende con l'altra, applica il dettato evangelico, la mano destra deve ignorare cosa fa la mano sinistra

Ritratto di mark 61

mark 61

Sab, 15/03/2014 - 10:33

e si certo guai a colpire questi poveri ..........3 mila euro è lo stipendio medio di una coppia di lavoratori .......fate finta di non saperlo??? o siete un bel p di parte ???

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Sab, 15/03/2014 - 10:37

#Dario Maggiulli "...verso boiardi ed emiri di Stato"...e ministri che non hanno lavorato neppure un giorno della loro vita. Come ad esempio il finto oculista da te idolatrato. Che, probabilmente, non conosce neppure gli strati costitutivi della retina.

ayeye brazov

Sab, 15/03/2014 - 11:02

40 anni di contributi salatissimi, 800.000€ versati all' INPS, ingegnere nell' industria privata: pensione retributiva di 3500 €/mese lordi, 2500 € netti!! Sono questi i pensionati d' oro che si vuol colpire?? e indipendentemente da quante persone ci vivono sopra?? ...senza aver messo in discussione vitalizi passati, presenti e futuri (questi sì privi di copertura!!). Renzi, Meloni, etc. ...cercate di essere seri, le pensioni non "coperte" da contribuzione sono solo quelle della politica (da abolire..), dei burocrati dello stato (da limare al punto giusto) e quelle sociali o integrate al minimo (sacrosante...quando non sono cumulate o immeritate, come avviene spesso al sud...). Personalmente proporrei ai politici-bimbo-minkia di oggi: RIDATEMI SOLO IL CAPITALE VERSATO, E NON MI VEDETE PIU'...

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Sab, 15/03/2014 - 11:07

Scusami, qual è il finto oculista da me idolatrato?

Ritratto di WjnnEx

WjnnEx

Sab, 15/03/2014 - 11:16

Basta intorbidire le acque, Renzi è stato MOLTO chiaro: fino a 3000 Euro NETTI le pensioni NON SI TOCCANO!!!!!!!!!!!!!!!!

malgaponte

Sab, 15/03/2014 - 11:22

Risposta per Dario Maggiulli: se non fosse perche mi sento offeso da te e dalla tua invidia ti direi che la mia pensione "d'oro" è stata onestamente guadagnata e pagata con una barca di contributi. Non fare di tutte le erbe un fascio, ci sono anche persone come il sottoscritto che si sono fatte un gran mazzo nella vita e non accettano di passare per ladri e truffatori.

Ritratto di mark 61

mark 61

Sab, 15/03/2014 - 11:37

GIUSTO PER RICORDARLO e si certo guai a colpire questi poveri ..........3 mila euro tante famiglie di lavoratori se la sognano pur lavorando in due ……… vi rendete conto di quello che scrivete? Antonio Signorini le sai ste cose ????

BENNY1936

Sab, 15/03/2014 - 11:49

Il piano Cottarelli ha un difetto: lo ha fatto Cottarelli, che probabilmente ha bisogno di qualcuno che gli chiarisca le idee. Se questo signore crede siano "pensioni d'oro" quelle ai livelli di 3.000 euro LORDI (2000 netti, grazie ai terribili prelievi che Cottarelli dimostra di ignorare) allora Renzi lo mandi a casa perchè al Governo servono persone con buon senso, che se non c'è le lauree sono inutili.

Ritratto di stenos

stenos

Sab, 15/03/2014 - 11:57

Certo, per i comunisti che prende più di 1000 euro e' ricco e va massacrato. Hanno sempre sognato una sana Italia con il 99% a 1000 euro il restante 1% , loro e i loro compari, a stipendi milionari.

Ritratto di sekhmet

sekhmet

Sab, 15/03/2014 - 12:18

Siamo alle solite. Qui non si discute se sia corretto o no spremere i pensionati, ma ci si domanda se 3000 euro di pensione siano tanti o siano pochi. Dipende: se hai lavorato come un dannato ed alla soglia della vecchiaia quello è quanto ti spetta, 3000 euro non sono né tanti, né pochi, sono il giusto. Se invece hai fatto una vita lavorativa "allegra", diciamo come un Rizzo che si lamenta di 4500 euro di vitalizio, sono tanti. Ma se quello è quanto stabilito dalle regole, e non ci sta bene, allora interveniamo prima, cambiando i parametri, non dopo l'avvenuta erogazione. Non beffiamo i pensionati, perfavore. Sekhmet.

gigetto50

Sab, 15/03/2014 - 12:24

...ci é arrivata gia' subito la Camusso...invece da parte di Alfano, la sentinella antitasse, silenzio assoluto in merito...

giavanza

Sab, 15/03/2014 - 13:17

Dario Maggiulli: parli a vanvera! Io sono uno di quelli sopra ai 3000; ho lavorato 45 anni dal 1956 inizio Argentina - dove era emigrata la mia famiglia nel 1948 - fino al 2001 in Italia. Ho vissuto e lavorato per 18 anni in aree disagiate (dal Venezuela al Medioriente)e in cantieri dove si lavorava fino a 12 ore al giorno x 6 giorni la settimana. Fai un pò il conto di quanto ho versato sacrosantamente in contributi e vedrai che la mia pensione è meritata e guai a chi me la tocca!(tra l'altro ne conoscono tantissimi che hanno fatto la mia stessa vita lavorativa) Chiediti invece a favore di chi andrebbe il contributo di solidarietà, sicuramente a tanti che il salario non se lo guadagnano con un serio e faticoso lavoro come me lo sono guadagnato io. Questa è la vera ingiustizia!

Marzia Italiana

Sab, 15/03/2014 - 13:29

Si può parlare di super pensioni per quelle al di sopra dei 10.000 Euro, non 3.000! Queste sono pensioni normali che professionisti di un certo livello e caratura si sono giustamente guadagnati . Oltre i 10.000 euro, e' un'altra storia, già cominciamo a vedere un'esagerazione non commensurabile con il curriculum e la carriera lavorativa di alcun lavoratore. Pensioni oltre i 10.000 euro, sono già un'ingiustizia sociale. La pensione del presidente della repubblica non deve per nessunissimo motivo superare quella del presidente degli Stati Uniti d'America! Ma proprio affatto, non ci sono scusanti, attenuanti, motivazioni di sorta che possano giustificare una storpiatura simile! Quindi, si parta dai 15.000 x il presidente a scendere, per i vari incarichi nell'amministrazione pubblica. Lo stessa vale per gli stipendi, non possono e non devono superare quello di Obama! Nel settore privato è un po' diverso, ma i funzionari bancari non possono e non devono arrogarsi il diritto di avere quegli stipendi e pensioni da capogiro ! Sono sempre i nostri soldi che si stanno arraffando, senza peraltro meriti. Il problema non è tanto aumentare le pensioni minime, quanto calare quelle massime, stipendi e costo di vita, tutto deve calare, calare, calare!!!

diegom13

Sab, 15/03/2014 - 13:30

Dario Maggiulli, Mark61: ma leggete l'articolo, non solo il titolo, per favore. Si parla di 3.000 € LORDE, che fanno circa 1700 netti.

Giuseppe Borroni

Sab, 15/03/2014 - 13:52

commento giustissimo da parte di MARE57. Quando la Fornero ha deciso di anticipare il passaggio da retributive a contributivo (secondo il giusto principio che uno la pensione se la deve finanziare) avrebbe dovuto amche prevedere il ricalcolo col contributivo delle pensioni gia' in essere. Questo per equita' fra I cittadini. E' ridicolo che il contributo di solidarieta' sia considerate incostituzionale, quando si tollera una simile disparita' di trattamento

andrimail

Sab, 15/03/2014 - 13:57

mi pare che questa volta non ci siamo caro Sallusti, 3.000 euro al mese sono una super pensione, anzi andrebbe inserito in costituzione come tetto massimo delle pensioni, per cui un prelievo del 10% anzi dovrebbe essere permanente per aumentare le pensioni minime almeno di 200 euro al mese,..

Giuseppe Borroni

Sab, 15/03/2014 - 14:07

oltre I tremila euro mensili, contributo di solidarieta' PERMANENTE di un 1% per ogni 1000 euro di pensione mensile oltre I 3000. Si finanzierebbero le misure per la crescita e sopratutto si ridarebbe equita' fra cittadini, correggendo le storture provocate dal sistema di calcolo retributivo. Conosco dirigenti azienda che negli ultimi anni di lavoro si facevano mettere in busta paga anche le note spese per aumentare il salario, base di calcolo della pensione. Che dire poi dei tanti dipendenti pubblici che hanno aumentato l'anzianita' con anni concessi gratis (I beby pensionati di Rumor sono ancora centinaia di migliaia) o le situazioni di privilegio concesse ai dipendenti delle isituzioni (camera, senato e via discorrendo) Lo SCANDALO DEI DIRITTI ACQUISITI DEVE FINIRE.

Ritratto di rebecca

rebecca

Sab, 15/03/2014 - 14:25

Nel 214 la mia pensione è stata rivalutata di ben 5 euro al mese, le ritenute aumentate di 4 euro. 5-4 = 1 euro di aumento totale sulla mia ricca pensione mensile. Voglio segnalare che mi è stato anche trattenuto 1 centesimo di euro quale conguaglio fiscale....sigh

buri

Sab, 15/03/2014 - 14:32

xDario Maggiulli, sarà pure vero che lei non ha mai conosciuto un pensionato che percepisce più di 3.000€ lordi mensili, allora le dico, ip percepisco un centinaio di € oltre ai 3.000, ho lavorato 35 anni, a volta anche 12 0 13 ore al giorno, essendo spedito in giro per il mondo, non per il mio piacere ma per le necessità dell'azienda, la mia sudata pensione è calcolata sul sistema contributivo e non sul sistema rertributivo, il che significa basaya sui contributi versati e non sull'ultima retribuzione, quindi prima di scrivere si dovrebbe informare

giavanza

Sab, 15/03/2014 - 14:44

WjnnEx: le pensioni sopra o sotto i 3000,non si toccano e basta! Tanti la pensione se la sono guadagnata con una vita di lavoro e pagando fior di contributi e tasse. Si vada invece a cercare chi la pensione l'ha avuta in modo indegno (e non è difficile stabilirlo) e li si faccia giustizia!

Ritratto di hernando45

hernando45

Sab, 15/03/2014 - 15:54

CARO (per modo di dire)Maggiulli eccomi qua. Qualcosa ho già scritto ieri in merito alla mia pensione, ma Lei probabilmente NON l'ha letto. Ho iniziato a lavorare nel 1959 all'età di 14 anni alla catena di montaggio in una nota industria del settore elettrodomestici, studiando la sera dal 60 al 65 fino a diplomarmi. Durante questi 5 anni ho progredito con lo sviluppo dell'azienda lavorando una media di piu di 50 ore la settimana. Dal 1966 in avanti quale operaio specializzato venivo mandato in "missione" la prima fu a Firenze dopo l'alluvione dove feci 2 mesi di lavoro ad una media di 12 ore al giorno Sabati compresi e sa quanto era l'ammontare del mio stipendio lordo (con gli straordinari tutti religiosamente in busta paga??? Più di un milione di lire, che al netto facevano quasi 600 mila quindi calcoli Lei (se ne è capace) quanti contributi ho versato e queste missioni (con il compito di insegnare un lavoro ai giovani del luogo) sono continuate (con stipendi sempre piu alti ai quali ovviamente corrispondevano contributi sempre piu alti)Tutto questo in tutte le regioni d'Italia prima e poi in tutta Europa per 10 anni fino al 1976. Dal 77 all'80 ero istruttore tecnico nella scuola dell'azienda ,poi nell'81 entrai in altra altrettanto importante azienda concorrente in qualità di coordinatore del servizio assistenza e ricambi per la Lombardia ed il mio stipendio LORDO superava già il milione e mezzo di Lire. Nel 1982 fui assunto da una importante azienda (sempre dello stesso settore elettrodomestici) Tedesca, come responsabile del servizio assistenza e ricambi per tutta l'Italia ed il mio stipendio LORDO superava già i due milioni!!!! Fino al 1988 quando venni assunto come Dirigente da una azienda del settore DENTALE dove il mio stipendio LORDO era già di quatto milioni al mese!!! Per ultimo nel 1990 divenni A.D. della filiale Italiana di una multinazionale Francese del settore delle apparecchiature di radiologia medicale con uno stipendio LORDO di circa 14 milioni al mese (per portarne a casa NETTI meno di 7) fino al 1999 anno in cui dopo 40 anni di onorato lavoro mi sono pensionato!! Ora la mia "milionaria" e SUDATISSIMA pensione è di poco piu di 2500€ netti sui quali pago trattenute IRPEF per 22.000 € annui!!! Se le sembra che uno che si è fatto (e non sono l'unico)il MAZZO come il sottoscritto sia uno a cui la pensione sia stata REGALATA, SI FACCIA VEDERE DA UNO BRAVO perchè sicuramente ha qualche ROTELLA che NON gira bene. Saludos

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Sab, 15/03/2014 - 16:54

#Dario Maggiulli. Kashetu. Quella, per intenderci, che ti provoca la S. di Stenhal. Non sapevi che la pigmentata è specializzata in oculistica?

Ritratto di mark 61

mark 61

Sab, 15/03/2014 - 18:24

diegom13 Sab, 15/03/2014 - 13:30 SE TU PERMETTI 1700 netti è una gran bella pensione il 98 % non li guadagna neanche lavorando se tu permetti !!!!!!!!!!!!!!!!

Ritratto di mark 61

mark 61

Sab, 15/03/2014 - 18:26

diegom13 Sab, 15/03/2014 - 13:30 SE TU PERMETTI 1700 netti è una gran bella pensione il 98 % non li guadagna neanche lavorando se tu permetti !!!!!!!!!!!!!!!! ma tu lo sai che chi ha lavorato 42 anni e 6 mesi non prende quella cifea lo sai ?????? diegom13

Holmert

Sab, 15/03/2014 - 19:10

Io prendo 3200 euro di pensione al mese, netto in busta. ho lavorato 42 anni esatti, compreso il riscatto degli anni di laurea, salatissimo. Ho versato alla CPS una media di 600milalire al mese, verso all'Irpef 24milaeuro di tasse dirette, non ho diritto a nulla , né a riduzione delle tasse universitarie per i miei figli,( ormai laureati), né ad esenzione ticket specialistici, ,a parte che ho fatto un mazzo in ospedale come una campana, al servizio del pueblo che veniva da me con impegnativa SSN e con tante pretese. etc. etc. E Maggiulli come tanti altri mi paragona ad un ladro. Allora quelli che hanno percepito la pensione di invalidità senza esserlo, quelli che percepiscono la pensione sociale senza avere versato un czzo, quelli che sono andati in pensione con soli 15anni sei mesi ed un giorno, molti che l'INAIL ha risarcito per infortunio sul lavoro o per causa di servizio pur non avendone diritto, quelli che hanno usufruito della legge Mosca(conosce Maggiulli la legge Mosca?),quelli che hanno usufruito della 336 ex combattenti e deportati, pur non essendo tali etc. etc. come vede sig. Maggiulli, se lei allarga un po' il suo risicato orizzonte ,si renderà conto che di ladri, quelli veri, ce ne sono a volontà. Poi non capisco perché chi ha una pensione superiore ai 3000 euro al mese, debba farsi carico di quelli che percepiscono una pensione di 800 euro. E' forse colpa loro, se costoro nella vita sono stati capaci solo di quello? La vita ti restituisce quello che hai dato. Invece la teoria sinistratrice, pensa che ad allevare gli incapaci debbano essere coloro che si danno da fare e faticano come negri da mane a sera.

Ritratto di mark 61

mark 61

Dom, 16/03/2014 - 08:53

diegom13 Sab, 15/03/2014 - 13:30 SE TU PERMETTI 1700 netti è una gran bella pensione il 98 % non li guadagna neanche lavorando se tu permetti !!!!!!!!!!!!!!!! ma tu lo sai che chi ha lavorato 42 anni e 6 mesi non prende quella cifea lo sai ?????? diegom13

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Dom, 16/03/2014 - 09:56

Caro Memphis35- Mi ripeto, Cécile Kyenge è la presenza più nobile del nostro Parlamento. I benefici che Cécile conferisce al nostro Paese sono molto più importanti di quanto possa essere il nostro patrimonio dell'arte. - rip.ris.- 9,56 - 16.3.2014

Ritratto di mark 61

mark 61

Dom, 16/03/2014 - 10:43

diegom13 Sab, 15/03/2014 - 13:30 SE TU PERMETTI 1700 netti è una gran bella pensione il 98 % non li guadagna neanche lavorando se tu permetti !!!!!!!!!!!!!!!! ma tu lo sai che chi ha lavorato 42 anni e 6 mesi non prende quella cifea lo sai ??????

Gianfranco__

Gio, 21/07/2016 - 14:01

chi prende pensioni da 5000 euro ha già rubato abbastanza nella sua vita e può accontentarsi di una pensione normale che non c'è problema. Lavoratori onesti con 5000 euro di pensione non ne conosco io e voi?