Monti: "L'Italia ha iniziato un percorso di guerra"

Il premier loda l'atteggiamento dei partiti in tempo di crisi e sottolinea il cambiamento dell'opinione internazionale sull'Italia: "Berlusconi al G20 sfiorò l'umiliazione"

"Mi auguro che tutte le parti sociali si ispirno all'atteggiamento di collaborazione" dimostrato da Giuseppe Mussari, presidente dell'Abi. Il premier Mario Monti interviene all'assemblea dell'Associazione Bancaria Italiana e chiede alle parti sociali di "restare parti", "viste dalla società come vitali e importante, ma non soggetti nei confronti dei quali il potere pubblico dia in outsourcing responsabilità politiche".

Monti loda i partiti, che nonostante la "fase drammatica" hanno dimostrato senso di responsabilità politica. E chiede di non dimenticare appunto la drammaticità della fase che si sta vivendo, che "non dovrebbe uscire troppo rapidamente dalla nostra memoria". Il comportamento delle compagini politiche dovrebbe dare "serenità sulle prospettive di governo dopo che le cose avranno prese un corso più normale".

L'Italia ha iniziato "un percorso di guerra durissimo", dovuto a "diffusi pregiudizi, contro le eredità del debito pubblico, contro le sottovalutazioni da parte di noi stessi, contro gli effetti delle decisioni prese in passato e i vizi strutturali della nostra economia". Si sono fatti passi avanti in settore "nei quali la tradizione italiana era di debolezza e non di forza, in particolare è stato fatto un rilevantissimo progresso nel disavanzo pubblico, nel percorso verso il pareggio di bilancio nel 2013".

Lo spread resta comunque "motivo di frustrazione per tutti e soprattutto per il governo, che la gente vede come autore di cose positive e di cose negative".

E a complicare le cose ci sono i mercati. I risultati del vertice europeo, rappresentano sì un "progresso significativo" ma "i mercati vivono di coerenza e di incoerenza dei messaggi" ed è quindi "facile che queste decisioni somiglino alla tela di Penelope". E a scanso di equivoci aggiunge: "E questo senza riferimenti al Paese al quale Penelope apparteneva".

"Ci vorrà del tempo" - conclude Monti - ma "non ho dubbi" che le misure del governo funzioneranno e porteranno crescita e occupazione, "le cose che i cittadini vedono".