Caso Sallusti, Napolitano segue la vicenda

Il giudice non ha concesso la condizionale al direttore Sallusti. Il motivo è un processo alle intenzioni: commetterà ulteriori episodi criminosi. Solidarietà bipartisan della politica. Intanto il portavoce del Capo dello Stato fa sapere che il presidente sta seguendo il caso

La notizia che il direttore del Giornale Alessandro Sallusti rischia di finire in carcere per un articolo - non a sua firma - uscito su Libero ai tempi in cui lui era direttore, ha destato enorme scalpore. Ora si apprende che anche il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, sta seguendo da vicino il caso. A rivelarlo è Pasquale Cascella, portavoce del Capo dello Stato, in un messaggio su Twitter in risposta al deputato del Pd Mario Adinolfi che aveva chiesto un intervento del Quirinale sul caso Sallusti: "Il presidente naturalmente segue il caso e si riserva di acquisire tutti gli elementi utili di valutazione". Poche parole ma chiare che evidenziano una cosa: l'inquilino del Colle non intende fare finta di nulla di fronte a questa situazione che lo stesso Sallusti ha definito "kafkiana". Una situazione che non ha precedenti nella storia d'Italia.

Ma c'è anche chi si appella a Palazzo Chigi. "Il governo - è l'appello di Walter Veltroni - si adoperi perché sia evitato l’arresto del direttore di uno dei più seguiti giornali italiani. Ne va davvero della libertà di stampa. La giusta tutela di ogni cittadino dalla diffamazione, infatti, non può in nessun caso significare la riduzione della libertà personale di un giornalista". Gli dà ragione l'ex ministro Gianfranco Rotondi: "Bisogna evitare un’ingiustizia e un atto di inciviltà. Il direttore del Giornale non deve finire dietro le sbarre. Sono d’accordo con Veltroni, ci sono i tempi solo per un decreto del governo".

Commenti
Ritratto di ADM

ADM

Sab, 22/09/2012 - 18:34

E meno male...che qualcuno si muove!! Sarebbe ora, caro Presidente...che fusse che fusse la volta buona...per fare qualcosa di utile per il paese!!! Si svegli un po', che sarebbe ora e tempo! Caro Direttore, su con il morale, mi raccomando...che tutto finirà presto!!

megliosolo

Sab, 22/09/2012 - 18:38

Premetto che il suo modo di fare il giornalista non mi piace.Sallusti ha voluto vedere quando era profondo il pozzo ed è giusto che paghi come un cittadino comune.Pur considerando il suo atteggiamento poco rispettoso verso la legge ritengo esagerato se non ridicolo la richiesta mentre mafiosi e delinquenti conclamati per certi cavilli giudiziari circolano indisturbati.

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Sab, 22/09/2012 - 18:40

Mi piacerebbe sapere cosa segue napolitano,visto che nonostante il poco chiaro comportamento del csm,non è mai intervenuto in tutto il suo mandato salvo quando è stato toccato nella sua persona.Forse è meglio che non avendo parlato prima non parli neppure adesso.

Nadia Vouch

Sab, 22/09/2012 - 18:43

Quando penso al Presidente della Repubblica Napolitano, ho sempre l'immagine di una persona di grande sensibilità e profondità di pensiero. Credo quindi che sia fondamentale Egli si occupi di questa cosa, perché l'Italia possa essere a tutti gli effetti uno Stato moderno. Per esempio, un tempo esisteva il cosiddetto "delitto d'onore". Ma, la sensibilità del popolo cambia nel tempo, e se un reato è tale lo può essere solo se il popolo lo avverte come tale. Oggi, sarebbe impensabile giustificare un uxoricida che avesse agito "per onore". Ebbene, visti i mezzi di comunicazione moderni, la rapidità e l'ubiquità delle informazioni a livello mondiale, è possibile soffermarsi in modo così severo sull'opinione di qualcuno all'interno della redazione di uno dei tanti giornali nel mondo? E' possibile dire che poiché il colpevole (ammesso che sia tale per aver espresso una opinione) non si riesce a individuare, allora altri, di grado superiore (un direttore) risponde di ciò penalmente? Grazie prof. Napolitano per studiare questa situazione, che non riguarda solo Sallusti, ma tutti gli italiani.

Massimo Bocci

Sab, 22/09/2012 - 18:46

Da bun comunista, si vuole accertare che una volta rinchiuso buttino la chiave.

disalvod

Sab, 22/09/2012 - 18:50

IO CREDO,CHE DAI FATTI CHE SI SUSSEGUONO ORMAI DA TANTO TEMPO IN QUESTO STRANO E PARTICOLARE PAESE CHIAMATO ITALIA, E' ARRIVAT0 IL MOMENTO DI CAMBIARE ED AGGIORNARE TUTTI GLI ARTICOLI DELLA COSTITUZIONE CHE NON RISPECCHIANO E RISPETTONO PIU' LA VITA CONTEMPORANEA E TRA QUESTI ARTICOLI BISOGNEREBBE CAMBIARE L'ARTICOLO CHE RECITA :LA LEGGE E' UGNALE PER TUTTI IN :NON TUTTI SONO UGUALI DAVANTI ALLA LEGGE.DOV'E' L'ORDINE DEI GIORNALISTI?DOVE SONO I GIORNALISTI A DIFENDERE UN LORO COLLEGA?PIU' SI VA AVANTI E PIU' MI CONVINGO CHE ORMAI L'ITALIA E' BASATA SUL RISPETTO DEI COMANDAMENTI DELLE TRE SCIMMIE.

Ritratto di riccio.lino.porco.spino

riccio.lino.por...

Sab, 22/09/2012 - 18:54

ottimo! cosi' invece di 14 mesi gli daranno 14 anni.. ahahah

Ritratto di wilegio

wilegio

Sab, 22/09/2012 - 18:54

Sarebbe la prima cosa sensata che fà il comunista del colle da 87 anni a questa parte.

Picobello

Sab, 22/09/2012 - 18:57

una lezioncina Sallusti se la meriterebbe, perché sulla giustizia e sui pm ne ha dette tantissime...

cast49

Sab, 22/09/2012 - 19:04

il presidente non super partes deve subito darsi da fare, lui è il capo? allora agisca liberamente invece di aspettare la cassazione e rivaluti Sallusti.

Willy Mz

Sab, 22/09/2012 - 19:04

se napoletano segue la vicenda allora siamo a posto. il direttore in galera e buttano via le chiavi.

Pazz84

Sab, 22/09/2012 - 19:09

@gianniverde che stai a dire... da presidente della repubblica può seguire la vicenda, ma non può pronunciarsi Il comportamento poco chiaro del csm?? il csm non risponde a te. Se ci sono illeciti chi deve indagare è la magistratura, e poi un giudice emetterà una sentenza. Se mettiamo in discussione questo principio l'italia diventa un far west

Ritratto di hernando45

hernando45

Sab, 22/09/2012 - 19:12

SE LA SEGUE LUI SEM A POST!!!! Mi spiace per Sallusti. Saludos

Rodolfodetrent

Sab, 22/09/2012 - 19:12

Caro Sallusti, fatti arrestare!! Potrebbe essere l'occasione per far saltare questa dittatura tributaria e delle "castità" inderogabili. Io vengo a liberarti e sono certo che saremo migliaia e forse milioni! Ci hanno pignorato la democrazia a "nostra insaputa"; carpe diem! Con stima.

Ritratto di Simbruino

Simbruino

Sab, 22/09/2012 - 19:18

art. 186 codice della strada (firmato da Ciampi e Berlusconi)e´vietato guidare IN STATO di ebrezza.chiunque guidi con un tasso alcolemico di 0,8,, e´punito con L´ARRESTO sino a sei mesi--Caro SALLUSTI in Italia si va in galera contro ogni regola costituzionale, per il PROPRIO STATO, LA PROPRIA CONDIZIONE, anche se alla guida non si e´commesse azioni infrattive.E NAPOLTANO SUPREMO GARANTE DELLA COSTITUZIONE NON HA MAI SEGUITO QUESTE VICENDE....perche´le leggi antidemocratiche ed anticostituzionali vigenti in Italia non colpiscono solo i direttori dei giornali,,ma tutti i cittadini

analistadistrada1950

Sab, 22/09/2012 - 19:24

Non ho letto nulla, se non il titolo dell'articolo ieri sera. Mi pare che ci sia qualcosa da rivedere siccome alcuni, attraverso appunto gli organi d'informazione d'ogni tipo, oppure attraverso la satira che, sovente, "esonda" dall'ambito satirico seppur divertente, oppure ancora, esercitando il loto Potere, "mettono al tappeto" il nemico ideologico, altri, sono brutalmente censurati. Preferisco non entrare nel merito siccome la mia idea che la censura sia unidirezionale, ovvero, per abbattere l'avversario, l'ho avuta in molti altri casi, dunque, anche nei casi nei quali la matrice "parapolitica" era all'opposto di quella che si può intuire del Dr. Sallusti il quale, peraltro, pur manifestando opinioni che lasciano trasparire l'idea di fondo, ha sempre espresso con logica matematica e forse dimostrabile, potendolo fare, ciò che pensa. Disconoscendo l'origine della questione sub iudice, chiedo scusa a priori a l denunciante, il quale potrebbe avere tutte le ragioni "personali" ma, la questione, lascia chiaramente passare l'idea che esista una forma di censura siccome certi passaggi possono anche essere chiariti attraverso l'uso d'altri strumenti di pari livello come sovente, abbiamo già potuto registrare.

Ritratto di fritz1996

fritz1996

Sab, 22/09/2012 - 19:30

Sallusti attento, potresti finire in Siberia...

cast49

Sab, 22/09/2012 - 19:38

Picobello, allora i giornalisti di repubblica, del fatto, il corriere ed espresso dovrebbero stare in galera tutti e da 18 anni, considerato lo sputtanamento giornaliero a Berlusconi?

antiom

Sab, 22/09/2012 - 19:59

FA molto piacere, specialmente a Sallusti stesso, che si è mosso qualcosa in suo favore specialmente dalla parte alta del Paese: tuttavia,ad onor del vero c'è da dire che la Cassazione anche senza alcuna influenza non può incarcerare il Direttore del Giornale; non per la mancanza di cavilli, ma perché farebbe una tremenda brutta figura in Europa e nel mondo.

blekdog

Sab, 22/09/2012 - 19:59

Caro Direttore innanzitutto tutta la mia solidarietà . Se si muove anche Travaglio in Suo aiuto vuol dire che il partito dei giudici militanti e giustizialista si è reso conto che hanno commesso un grave errore . Si faccia arrestare noi e tante persone perbene Le saremo accanto e fosse la volta buona che oltre a svegliarsi gli Italiani si muovano . Ormai la ns libertà anche quella semplicemente espressionale è sotto il vaglia della giustizia . Vedi deficiente detto da un insegnante al proprio alunnno o peggio ancora profilo di minaccia il dire " Lei non sa chi sono io " ...

ilsignorrossi

Sab, 22/09/2012 - 20:04

la magistratura.......................l'emblema dei paraculi di stato

Jon Vito Bellerrio

Sab, 22/09/2012 - 20:24

Forse non si tratta di libertà di stampa, bensì di adeguati limiti del servizio. Il capo dei camerieri comunque sta seguendo la vicenda. Non si sa se se con stati d'animo diversi dall'ilarità. Diciamo che Sallusti è stato sfortunato, ha trovato il suo giudice. Condivido Rodolfodetrent, fatti arrestare e non strillare. Tatuati sul braccio morte galera e forzatura non mi fan paura e vai. Fai questo estremo viaggio per la libertà del servizio.

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Sab, 22/09/2012 - 20:28

@Pazz84 ci sarebbero tante altre cose sulle quali napolitano non poteva e non doveva pronunciarsi,mentre invece si pronunciava e dava le direttive per promulgare i suoi intendimenti nei confronti di un governo legittimato dalle elezioni.In quanto ai giudici non credo rientri nelle loro mansioni il presenzialismo sfrenato alle TV ed alle riunioni dei partiti esclusivamente di sinistra.Quindi egregio non vedo perchè scandalizzarsi.

MEFEL68

Sab, 22/09/2012 - 20:44

Forse alla fine non se ne farà niente. Sarebbe veramente troppo sfacciato e pericoloso il loro comportamento. Ma il solo fatto di averci provato dovrebbe far rizzare le orecchie a TUTTI. La democrazia non ha colore, la dittatura SI. Pertanto non gioiscano i sinistri. Oltretutto, qual'è il reato che si ascrive a Sallusti? E' stato qualche volta fazioso? Può anche darsi. Ma quanti altri giornali lo sono, e in maniera ancora più sfacciata? Non gioite se vi ritenete giusti. Se poi non lo siete...

Ritratto di Simbruino

Simbruino

Sab, 22/09/2012 - 20:47

non e´una consolazione per Sallusti,anzi!!!Napolitano segui´anche la vicenda dei due maro`,, e difatti e´ un anno che sono in galera-

anna tomasi

Sab, 22/09/2012 - 20:53

Così in futuro, non si sa mai, potra avvalersene.

Gadget Kitsch

Sab, 22/09/2012 - 20:53

Sarebbe ora che i giornalisti, TUTTI i giornalisti facessero un passo o due indietro, non certo riguardo alle verità e alle opinioni che vanno dette ed espresse forte e chiaro ma riguardo ai tanti commenti confezionati e alla notizie selezionate e gonfiate solo sulla base della malafede e del partito preso,oltrechè spesso diffamanti.nell'articolo incriminato la famosa frase che invocava la pena di morte per i protagonisti della vicenda non era certo espressione di malafede,anzi, ma apparteneva purtroppo al novero delle butades impulsive e quindi, come spesso accade in questi casi, infelici: difficile cmq vederci il reato e la galera per Sallusti è quanto di piu' assurdo e surreale possa concepirsi in un Paese libero, quindi SOLIDARIETA' PIENA LA DIRETTORE

Ritratto di paola29yes

paola29yes

Sab, 22/09/2012 - 20:57

Che si occupi napolitano, la cosa mi puzza parecchio. Deve trovare il cavillo per far chiudere le testate non conformi al regime????? @Picobello: Sallustri come tanti altri giornalisti, invisi al regime cattocomunista, ha sempre scritto la verità, è questo che vi dà fastidio. Da rinchiudere e buttar via la chiave sono quei giornalisti che aiutano i comunisti ad effettuare i golpe.

a.zoin

Sab, 22/09/2012 - 21:00

Era ora,che qualcosa si muovesse al governo. Se questa legge è ancora dal dopoguerra, c`è da chiedersi cosa fanno i parlamentari?!?!?! Ora vedremo quando la toglieranno.

Ritratto di Kasparov77

Kasparov77

Sab, 22/09/2012 - 21:04

Prima Napolitano è sfottuto con epiteti come King George, ma appena potrebbe far comodo giù a tirarlo per la giacchetta. Siccome non può emanare editti regali ma solo rispettare le norme di diritto non si capisce perché lo si chiami in gioco. Presiede il CSM non ne è il monarca. Comunque la libera espressione va garantita solo se non diventa diffamazione, come il direttore del Giornale usa fare. La pena carceraria proposta a Sallusti comunque sembra veramente eccessiva. Soprattutto, in mancanza dei gradi di giudizio necessari alla condanna, non dovrebbe essere esecutiva. Come lettore quindi tutta la mia solidarietà al dr. Sallusti

giovannibid

Sab, 22/09/2012 - 21:06

Tutta la mia comprensione ed il mio appoggio Direttore QUESTA MAGISTRATURA VA RIFORMATA STA ASSUMENDO SEMPRE DI PIU' I CONNOTATI DI UNA DITTATURA E' ORA CHE LE FORZE POLITICHE INTERVENGANO IN MODO DECISO E SOLUTIVO

Ritratto di Rosella Meneghini

Rosella Meneghini

Sab, 22/09/2012 - 21:16

Dott. Sallusti, se si ricorda ancora qualche preghiera cominci a recitarla. Chissà che il buon Dio che sicuramente è bipartisan, non illumini Re Giorgio sulla dritta giusta per farla uscire dall’inghippo. Magari senza che re Giorgio se ne renda conto! Sa, le vie del Signore sono infinite; se tutto va a buon fine, poi non facciamoci troppe domande. AUGURISSIMI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! -Rosella-

forbot

Sab, 22/09/2012 - 21:50

Sarebbe meglio che i giudici pensassero di più a condannare seriamente quelli che mancano di rispetto al prossimo con azioni malavitose, delittuose; piuttosto che quelli che si limitano ad esprimere i loro punti di vista, anche se per taluni, verbalmente offensivi. Con tutti i cavoli che ci sono in ballo.......

forbot

Sab, 22/09/2012 - 21:50

Sarebbe meglio che i giudici pensassero di più a condannare seriamente quelli che mancano di rispetto al prossimo con azioni malavitose, delittuose; piuttosto che quelli che si limitano ad esprimere i loro punti di vista, anche se per taluni, verbalmente offensivi. Con tutti i cavoli che ci sono in ballo.......

eureka

Sab, 22/09/2012 - 22:23

Mi auguro che adesso i politici si sbrighino a limitare i poteri della magistratura che è ormai diventata il V° Potere.E questo non è un film. La libertà di stampa deve essere tutelata. Siamo già in un'Italia in regime, dove la parola 'libertà' non ha più alcun valore. La mia solidarietà al direttore Sallusti.

Ritratto di corvo rosso

corvo rosso

Sab, 22/09/2012 - 22:24

Una chiara azione di tipo nazifascista, fatta da giudici comunisti. E' così chiaro. Un pirla, non ricordo il nome, disse: "abbiamo abbattuto Berlusconi, ora dobbiamo abbattere i berlusconiani" addesso ci sta provando, non sà,il pirla,che i berlusconiani non sono un'entità ma un popolo di persone dotate di coglioni molto duri. Venite avanti, forza!, con i vostri, Vendoli, Bersani, Marrazzi, Grilli,Dipietri,e altra fauna strana. Saluti.

maxmello

Sab, 22/09/2012 - 22:27

Se ha infranto una legge, assurda ed anacronistica, il giudice non può che applicare la sanzione prevista, di certo non può dichiararlo innocente se non lo è. Il problema è un'altro: come mai esiste ancora una legge del genere in Italia? Perché in questi troppi anni di DOMINIO del PDL sulla politica italiana tra una legge ad personam e l'altra il partito della libertà non si è preoccupato di abrogare una legge talmente illiberale?Mancanza di tempo immagino visto il lavoro che c'era da fare per salvare il capo ma ora noi di che ci lamentiamo? Non sia mai che un giudice nel ritenere stupida una legge non la applichi, per quanto magari lo desideri, ma è il suo lavoro scherziamo? Non possiamo certo prendercela con chi la legge la applica mentre dovremmo incolpare chi ha il potere di farla o disfarla( Silvio è stato l'unico homo sapiens politico italiano che ricordi che abbia mai parlato di carcere per i giornalisti aperta e chiusa parentesi). Mi auguro che mai nel mio paese nessuno vada in galera per una opinione per quanto essa sia effettivamente volgare, bassa e violenta. Chi esagera come il sopracitato giornalista deve pagare, ma in termini economici o internamente tramite azioni disciplinari dall'ordine dei giornalisti ma il carcere MAI!E' qualcosa di assolutamente folle. Spero che il nostro Presidente riesca a commutare una eventuale condanna in una pena di altro tipo più degna di un paese civile e moderno.

falconero

Sab, 22/09/2012 - 22:37

sempre piú repubblica delle banane.....non ho parole.

diegomi

Sab, 22/09/2012 - 22:49

In qualunque altro paese europeo questo squallido e pericoloso servo del suo padrone sarebbe espulso da tempo dall' ordine dei giornalisti. Non si tratta di limitare la libertà di stampa, si tratta di neutralizzare un propagandista alla Goebbels senza un minimo di etica professionale

Ritratto di corvo rosso

corvo rosso

Sab, 22/09/2012 - 23:19

Sono contento di dire... Nessuno tocchi il Profeta Sallusti! Ai magistrati,ai politici, a tutti quelli che vogliono insegnare come ci si comporta al mondo, a tutti quelli che .."Dopo aver abbattuto Berlusconi, dobbiamo distruggere i suoi seguaci" a tutti loro voglio dire che non ce la faranno perchè quello in cui credono è una minchiata. Usate le vostre forze e conoscenze per qualcosa di più utile, ad esempio nel mettere Napolitano nella condizione di non nuocere al paese ed alla democrazia, chiedete a lui se è favorevole alle pubblicazioni delle foto della principessa inglese o quelle del pisello di Topolanek nella casa di Silvio,per esempio, vedrete che risponderà solamente con argomenti ideologici, cioè quelli che hanno frenato il mondo ed i popoli per decenni. Napolitano che segue il caso Sallusti non è credibile. Saluti

Ritratto di OraBasta

OraBasta

Sab, 22/09/2012 - 23:32

No, Sallusti non verrà condannato. E' solo un avvertimento "generale" alla cosiddetta STAMPA LIBERA: Si adegui o sono guai!

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Dom, 23/09/2012 - 00:39

Se Napolitano segue il caso Sallusti come ha seguito il caso Berlusconi allora siamo sicuri che il giornalista va in galera.

ersilla71

Dom, 23/09/2012 - 00:56

Con tutta la poca stima che provo per il direttore e per come dirige il suo giornale il suo arresto sarebbe un assoluto ABOMINIO. ma che scherziamo? la galera? ma manco in cile con pinochet. ma chi l'ha fatta sta legge assurda?

bravo44

Dom, 23/09/2012 - 01:00

Sono solidale con Sallusti.E' assurdo che per un'articolo scritto da un collaboratore,mai identificato,venga punito il superiore.Perché allora non puniscono il presidente di un partito quando un collaboratore ruba,viene sorpreso con mazzette?.La stampa deve essere libera,se scrive cose inesatte si deve pretendere una correzione e punire,il responsabile con ammenda pecuniaria.Forza Sallusti,un lettore de ilGiornale.

maxmello

Dom, 23/09/2012 - 01:25

Se ha infranto una legge, assurda ed anacronistica, il giudice non può che applicare la sanzione prevista, di certo non può dichiararlo innocente se non lo è. Il problema è un'atro: come mai esiste ancora una legge del genere in Italia? Perché in questi troppi anni di DOMINIO del PDL sulla politica italiana tra una legge ad personam e l'altra il partito della "libertà" non si è preoccupato di abrogare una legge talmente illiberale?Mancanza di tempo immagino visto il lavoro che c'era da fare per salvare il capo ma ora noi di che ci lamentiamo? Non sia mai che un giudice nel ritenere stupida una legge non la applichi per quanto magari lo desideri, è il suo dovere, scherziamo? Non possiamo certo prendercela con chi la legge la applica mentre dovremmo incolpare chi ha il potere di farla o disfarla( Silvio è stato l'unico homo sapiens politico italiano che ricordi che abbia mai parlato di carcere per i giornalisti aperta e chiusa parentesi). Mi auguro che mai nel mio paese nessuno vada in galera per una opinione per quanto essa sia volgare, bassa o violenta. Chi esagera come il sopracitato giornalista deve pagare, ma in termini economici o internamente tramite azioni disciplinari dell'ordine dei giornalisti ma il carcere MAI! E' qualcosa di assolutamente folle. Spero che il nostro Presidente riesca a commutare una eventuale condanna in una pena di altro tipo più degna di un paese civile e moderno.

flashpaul

Dom, 23/09/2012 - 03:25

La sinistra fa finta di occuparsi delle prossime elezioni ma non importa se le vince o no. L'importante e' avere i propri uomini all'interno della magistratura e delle istituzioni principali. In questo modo puo' chiudere la bocca a chiunque che e' quello che vuole fare con il Sallusti.

CALISESI MAURO

Dom, 23/09/2012 - 06:05

E' una situazione surreale e veramente pericolosa, allo stesso tempo e' la cartina al tornasole di come l'Italia ormai sia alla fine, ma non solo economica. La cosa peggiore pero' e' il totale disgregamento e concezione della comuta'. Uno dei motivi per cui detesto in gran percentuale i miei compatrioti e' il fatto che non sanno piu' cosa e' giusto o sbagliato, ancor peggio e prendo l'esempio del Sig. ' meglio solo ' ( ma non me ne voglia e' solo da esempio ) dove si guarda al particulare non capendo la chiave del problema. In breve si discute del sesso degli angeli con i turchi alle porte.La maggioranza degli italici e' cosi', come si puo' cambier la situazione storica ed economica con tali personaggi.

grath2005

Dom, 23/09/2012 - 07:31

Sallusti ha detto ai pm sempre meno di quello che tutti pensano di loro. Adesso con l'interessamento di Napolitano cercheranno di vendicarsi.

GUGLIELMO.DONATONE

Dom, 23/09/2012 - 12:11

cast49 - Ma lei dimentica forse che Berlusconi era soltanto il Presidente del Consiglio, mica era un sig. magistrato, che diamine! Saluti.