La nuova vita di Befera: nominato presidente della vigilanza Eni

La società si riorganizza. E per l'ex direttore dell'Agenzia delle Entrate spunta una poltrona

Il direttore dell'Agenzia delle Entrate Attilio Befera

Il suo mandato come direttore dell'Agenzia delle Entrate è finito solo pochi giorni fa. Ma Attilio Befera resta disoccupato decisamente per poco: è stato infatti nominato presidente dell'organismo di vigilanza dell’Eni come "componente esterno".

Il cda della società petrolifera a partecipazione pubblica ha approvato oggi la nuova organizzazione del gruppo, che diventerà operativa nelle prossime settimane e che prevede "il superamento del modello divisionale, sostituendolo con un modello integrato, fortemente focalizzato sugli obiettivi industriali". In particolare, l'Eni va così alla ricerca di una semplificazione dei processi decisionali e un aumento dell'efficienza generale del gruppo. Per l’amministratore delegato, Claudio Descalzi, "l’obiettivo di questa riorganizzazione è quello di mettere a fattor comune tutte le risorse di Eni, accorciando le linee di contatto, evitando duplicazioni e trasformando Eni in una società operativa".

Oltre a Befera, nel consiglio di vigilanza sono entrati anche Ugo Draetta e Claudio Varrone come componenti esterni, mentre sono stati confermati come componenti interni Massimo Mantovani (direttore Affari legali), Marco Petracchini, (direttore Internal Audit) e Fabrizio Barbieri (direttore Risorse umane e Organizzazione).

Commenti
Ritratto di navigatore

navigatore

Mer, 28/05/2014 - 20:05

ennesimo atto politicomafioso,questo ignobile individuo continiua a succhiare soldi al popolo, quando un po' di piombo caldo lo fermera?......speriamo presto

syntronik

Mer, 28/05/2014 - 21:07

Cosa mai dovra vigilare per lo stipemdio che gli daremo, alla faccia del taglio alle spese, ma forse aveva difficoltá ad arrivare a fine mese.

Mobius

Mer, 28/05/2014 - 21:14

Il post di Navigatore (20:05) è meno sovversivo di quanto sembri: se tanta gente si è suicidata perchè strozzata da Equitalia, sarebbe forse una ingiustizia se Befera facesse la stessa fine?

giovannibid

Mer, 28/05/2014 - 21:45

SI VEDE CHE E' ARRIVATO LA SANGUISUGA BEFERA. CHE SCHIFO VERGOGNATEVI UN BUROCRATE COSì E' DA BUTTARE NELLA SPAZZATURA

Ritratto di PAYBACK59

PAYBACK59

Mer, 28/05/2014 - 22:45

MA E' MAI POSSIBILE CHE QUESTI MILIARDARI BUROCRATI DI STATO NON FANNO IN TEMPO A LASCIARE UN INCARICO CHE GIA' HANNO UN'ALTRO POSTO PAGATO PROFUMATAMENTE......MA IN PENSIONE STO' SUCCHIA SANGUE NO ??????

chicolatino

Mer, 28/05/2014 - 23:09

Ma Renzie non doveva rottamanre tutto e tutti?? sic!

roseg

Gio, 29/05/2014 - 08:28

Con i contratti che hanno questi squallidi personaggi forse costava di più rottamarlo...tanto paga pantalone.Grande Italia grandi tette.

ancoraio

Gio, 29/05/2014 - 08:53

E si può sapere quanto incasserà il nostro caro vampiro? Se è come Moretti, andrà a prendere più dei circa 600mila di prima?