Il nuovo complotto

Un libro svela perché hanno fatto fuori il governo Berlusconi: era contro la moneta unica. E ora gli stessi poteri forti ci riprovano in nome dell'ultima parola d'ordine: stabilità al posto dello spread

O gni guerra ha la sua parola d'ordine, quelle politiche non fanno eccezione. Nel 2011, l'operazione per disarcionare il governo Berlusconi e insediare quello dei tecnici del professor Monti avvenne al grido di «spread». E guai a opporsi, pena la decadenza dell'Italia, anche se in seguito fu ampiamente e scientificamente dimostrato come le vicende politiche interne ben poco influissero sull'andamento del suddetto spread. Oggi, due anni dopo, la stessa compagnia di giro (Europa, banchieri, economisti, sinistra politica e mediatica) ha deciso l'opposto: l'attuale governo deve rimanere in sella indipendentemente dal destino del Cavaliere. E questo perché il Paese, ed ecco la nuova parola d'ordine, ha bisogno di «stabilità». Avete notato? La parola ricorre in ogni discorso, è sbattuta in faccia a chi sostiene che, se il Pd voterà per la decadenza di Berlusconi, per il Pdl sarà difficile continuare a sostenere il governo. Ora, è ovvio che la stabilità è condizione indispensabile per qualsiasi attività umana, ma detto questo non penso che la stabilità sia un valore assoluto sul cui altare sacrificare qualsiasi cosa. Le dittature sono regimi politicamente stabili (il fascismo andò al potere con il motto: ordine e stabilità), il socialismo reale ha affamato per decenni i suoi popoli proprio in forza della sua stabilità. Slegata da altre parole, tipo «libertà», «democrazia», «benessere», la stabilità è solo una gabbia per la gente che la subisce, un anestetico sociale, un placebo economico.
Essere stabili non significa essere succubi, farsi imporre (cosa che sta accadendo guarda caso in queste ore) ricette economiche da altri Stati o strutture sovranazionali (il ministro economico europeo ieri ci ha chiesto di fatto di non togliere l'Imu e di non abbassare l'Iva), rinunciare alla sovranità nazionale o assistere muti alla decapitazione del proprio leader politico. Quindi attenti a non ripetere l'errore di credere che lo spread fosse il nuovo e unico metro di giudizio. La stabilità ben venga se punto di incontro e di equilibrio. Se deve essere la rinuncia ai propri valori e alla propria politica, meglio un momento di instabilità. Abbiamo rischiato di morire di spread, non moriamo di stabilità.
Ora, visti i risultati della prima esperienza (tasse, esodati, disoccupazione) verrebbe da dire: fermatevi.

Annunci
Altri articoli
Commenti

Gioa

Sab, 14/09/2013 - 15:52

ECCO DA DOVE E' PARTITO IL FORTE ATTACCATO NEI TUOI CONFRONTI. SILVIOB. TU COME LA THATCHER NIENTE MONETA UNICA. QUANDO CI FU IL PASSAGGIO DALLA LIRA ALL'EURO VOLUTA TANTO DAL MORTADELLA ANNO 2001, AL CAMBIO ABBIAMO PERSO E IL MOTADELLA CHE DISSE: IO COME AL SOLITO C'ERO MA DORMIVO!! MA CERTO CHE STO MORTADELLA ALTRO CHE RIEMPIRE SFILATINI NE HA FATTE...HA RIEMPITO I "SFILATONEI"...ANCHE QUESTO MORTADELLA CHE LAVORA ORMAI AI FIANCHI DA QUANDO E' NATO ASPETTA CHE QUALCUNO GLI INFILI IN TESTA L'AUREOLA CONTORNATA DI DIAMANTI. POI DIRA': SE C'ERO DORMIVO. SILVIB. ABBIAMO SCOPERTO L'ARCANO: IL MORTADELLA NONNO SENZA NIPOTE!!

Gioa

Sab, 14/09/2013 - 15:54

ELEZIONI SEGRETE? SUPERPALESI...IL VOTO SEGRETO NON E' MAI STATO SEGRETO. I PRESIDENTI DEI SEGGI CHI SONO? PERSONE...CON L'AUREOLA O SENZA.

Gioa

Sab, 14/09/2013 - 15:55

SE IL SEGRETO SERVE A RAGGIUNGERE OBIETTIVI VERI BEN VENGA IL SEGRETO...ALTRIMENTI MI DICI A CHE SERVE QUANDO SEGRETO NON E'?..ALLORA MEGLIO METTERE TUTTO IN PIAZZA...

gedeone@libero.it

Sab, 14/09/2013 - 17:14

Ben detto Direttore e aggiungerei: amor proprio, dignità personale e, sopratutto, senso dell'onore. Tutte cose che la sinistra non ha!

Ritratto di Sanlusti

Sanlusti

Sab, 14/09/2013 - 18:30

Ma vaffanculo!.

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Sab, 14/09/2013 - 19:06

Durante il patronato ecclesiale i governi democristiani hanno operato un oceanico debito pubblico e un'inflazione anche al 22%. Gli strozzini europei hanno coperto il debito santificato dalla chiesa ed amen. Poi è finito il regime di Yalta ed il paese è divenuto laico con divorzio ed aborto. La magistratura si è scatenata contro i liberaldemocratici e la chiesa ci ha salutati. A quel punto gli strozzini si sono scatenati. Ci hanno portato con la forza nella moneta unica ed addio inflazione. Ci hanno imposto il 3% di deficit ed addio manovre economiche. Siamo tornati ad essere gli ultimi in Europa. I soliti italiani, vili e traditori, pizza e mandolino. Loro hanno avuto una crisi finanziaria. Noi la crisi ormai l'avremo per sempre. Meno male che la colpa sarà di Berlusconi.

morus39

Sab, 14/09/2013 - 19:10

Ci sono fior di premi Nobel che ci dicono che l'euro non può' funzionare.Purtroppo l'unica persona che poteva traghettar ci fuori dalla moneta unica era Berluscono.Non vedo,nel nostro panorama politico,altri personaggi in grado di portare avanti una istanza di quel tipo.Gli italiani non si rendono conta che saranno sempre più' poveri per colpa della moneta unica.Credo comunque che il Centrodesta dovrebbe impegnarsi a spiegare la complessità' della situazione per far si che tutti capiscano.Gli economisti non gli mancano.

Lu

Sab, 14/09/2013 - 21:35

Un popolo non si fa ricattare dagli strozzini della finanza! Se come conseguenza della caduta del governo cercheranno di spaventarci con lo spread, allora attaccheremo: stamperemo la nostra nuova moneta libera dal debito che non ripagheremo. Vedremo allora chi si spaventerà di più noi o i ricattatori della finanza! Viva la libertà, viva l'autodeterminazione dei popoli liberi! Daremo lezioni di civiltà e libertà al mondo intero. Lo libereremo dalla schiavitù in cui è precipitato. La vita non ha alcun valore se non si è liberi! La moneta deve essere proprietà del popolo che la legittima e non delle banche private che la emettono a debito appropriandosi del suo controvalore. Non dobbiamo avere paura, dobbiamo lottare per i nostri legittimi interessi! Insieme!

Lino1234

Sab, 14/09/2013 - 23:05

E dittatura sia ! Se PD e M5S voteranno per l'espulsione di Berlusconi dal Parlamento con conseguente caduta del governo, gli italiani dovranno constatare che in Italia i comunisti sono la maggioranza. L'ipocrisia trionferà. Si scoprirà che coloro che si vergognano e si arrabbiano se vengono definiti comunistI, invece lo sono. Eccome se lo sono. PD e M5S, originari entrambi del PCI verranno finalmente allo scoperto, gli altri partiti minori o mezze calzette non hanno mai fatto nulla per opporsi a tale catastrofe. Hanno preferito combattere il berlusconismo, come colui che per fare dispetto alla moglie si è tagliato i co...ni. L'Europa ci caccerà e l'italia si assocerà a Cuba e Corea. Agli italiani non rimarrà che dire : CE LA SIAMO CERCATA ! Eppure in Italia la dittatura strisciante è iniziata con la fine della guerra quando i comunisti si sono infiltrati in tutte le Istituzioni e da lì hanno lavorato, senza sosta, per arrivare a far sorgere il sole dell'avvenir. Ci sono finalmente riusciti. Saluti. Lino. W Silvio¬¬.

acam

Dom, 15/09/2013 - 06:20

il non aver previsto che una magistratura di architetti della perfidia, come tante gocce d'acqua, avrebbe scavato un solco nella roccia dell'ideale liberale, è stato l'errore che non si qualifica... ora quel grumo di odio epifanico ha in mano la barra del complotto dei complotti. siamo in mano a un gruppo di spudorati che non sanno quello che provocano, sorretti da una masnada di idealisti sprovveduti, che non conoscono il valore del loro operato e lo danno in mano a epifanici individui privi di scrupoli. abbiamo assistito al crollo di fior di aziende tipo olivetti, alitalia, cirio, parzialmente fiat, ora MPS e Telefonica, vittime di assurde regolamentazioni insulse, in nome del benessere della classe operaia, che ora sta patendo la fame e di cui ancora se ne difendono i diritti, che non esisto più perché insostenibili. una classe politica stava sorgendo nel nord, non ha sputo mantenere i suoi sani principi, altra ha avuto i natali e non ha ne timoniere ne principi da seguire se non quello di essere contro, quindi a seguire una parabola relativamente corta... il problema è il complotto fine a se stesso, quella matassa complicata, mai dipanata dai tempi di cesare. i grandi condottieri esistono solo se supportati da militi e dal reciproco rispetto, riflettendo da noi vedo solo conformismo e una grande fame che confonde le idee. I tedeschi dicono -tanti alberi nascondono la foresta - amen.

mares57

Dom, 15/09/2013 - 09:53

In Italia non si vuole uno stato liberale. Troppi privilegi troppe persone strumentalizzate da personaggi politici di scarsa etica morale che pur di difendere ad oltranza il proprio potere personale, di casta , di partito difendono ad oltranza anche l'indifendibile, fregandosene allegramente di impoverire la gente, arrivando fino a provocare suicidi.In nome di un'ideologia che ha dimostrato il suo fallimento e nella quale non credono più neanche loro questi personaggi del teatrino della "Tragedia dell'arte" incolpano chiunque, Merkel, accordi con l' UE che proprio proprio non si possono disattendere,articoli di Costituzione intoccabile (leggere l'articolo del D. Feltri di qualche giorno fa)e soprattutto Silvio Berlusconi reo di ogni cosa, udite udite, al rogo al rogo,ma reo soprattutto di aver sognato un'Italia Liberale che cancellerebbe il POTERE di certi ambienti portando il nostro Paese finalmente fuori dalle pesanti catene della recessione dovuta a burocrazia, statalismo e incapacità di piccoli e mediocri leader che con i loro slogan vuoti di contenuti significativi, fomentano il loro gregge tentando e in parte riuscendo a trasformarli in lupi sanguinari. E' già scritta la decadenza di Berlusconi e lui lo sa, come lo sappiamo noi. Ma il fango nel quale lo hanno gettato si laverà, la sua intelligenza e grande esperienza farà rinascere un nuovo partito più forte che spero non commetterà gli errori del passato. Un partito che partirà dalle fondamenta non dall'alto del tetto,così spero, le fondamenta costituite dalla gente comune, soprattutto dai giovani perchè il futuro è nelle loro mani e speriamo davvero che possa nascere uno STATO VERAMENTE LIBERALE che pensi al popolo. Ps: ha ragione Giorgia Meloni occorre fare le primarie dato che questa legge elettorale non si cambierà.

Ritratto di odoiporos

odoiporos

Dom, 15/09/2013 - 10:20

Mares 57 condivido in pieno il suo pensiero. io credo che la cosa piú grave é che oggi come oggi abbiamo dei politici INCAPACI ossia ignoranti nella conoscenza delle cose. Trattasi di gente confusa che occupa uffici troppo grandi per le loro capacitá intellettuali e morali. Fondamentalmente pavidi per paura di perdere il potere ed il denaro acquisito in un batter d'ali si nascondono dietro il pensiero del capobastone di turno per mantenere questo potere. Si arrabattano, fanno finta di essere impegnati e proiettati nel lavoro per il bene comune. Dissimulano intelligenza e capacitá risolutive e tentano in ogni modo di procrastinare la loro fine. Stabilitá é la parolina magica per mantenerli in sella. Non specificano che tipo di stabilitá eé. Stabilitá non é un valore se porta alla distruzione morale ed economica di un paese, all impoverimento costante. Questo gli italiani lo dovrebbero capire al piú presto. Basta accendere la tivù e ascoltare questa gente che non si vergogna nemmeno di esporsi mediaticamente tanto sono convinti della stupiditá degli itlaiani o comunque del fatto di essere protetti dalla loro casta partitico policante che anche se le figure di merda saranno costanti non subiranno nessun danno. Sono lì per garantire stabilitá perché così ha voluto il buon Dio. Questo vogliono farci credere ma sappiamo, almeno le persone intelligenti, che non é così. Allora dobbiamo augurarci come

Ritratto di odoiporos

odoiporos

Dom, 15/09/2013 - 10:22

Come dice il buon sallusti che venga l instabilitá e che ci sia molto casino perché io credo che sará l unica via per risollevare le sorti di questo paese dalla sindrome dell 8 settebre che così come ha tradito i suoi alleati può fare altrettanto con i suoi sudditi!

Ritratto di Maurizio Da Lio

Maurizio Da Lio

Dom, 15/09/2013 - 11:26

L'Italia non uscirà mai da questa situazione finché 1 lavora e 5 campano alle sue spalle con pseudo lavori o inventati ad hoc!

edoardo55

Dom, 15/09/2013 - 11:28

Se Berlusconi, nelle ultime elezioni avesse dichiarato apertamente l'uscita dalla moneta unica, molti l'avrebbero seguito e forse le avrebbe vinte. Invece ha semplicemente lanciato l'idea e subito ritrattata, senza un'idea chiara. Tattica politica? Forse, ma inconcludente. Io mi aspettavo che negli incontri di Sanremo, che non ho potuto seguire direttamente per mancanza di sky, l'argomento centrale fosse la moneta unica, la crisi economica, cause ed effetti. Invece si è parlato quasi unicamente di Belusconi colpevole o innocente. Discorsi stucchevoli che non hanno portato ad alcuna svolta. Pensavo invitassero economisti in gamba, italiani e stranieri ed aprire un dibattito senza ombre e peli sulla lingua. Berlusconi si metta in panchina,snobbando la magistratura. Crei un partito con le palle con a capo non le solite mammolette postdemocristiane. Vada alle elezioni: fuori dall'euro e verso una nuova moneta nazionale con piena sovranità monetaria. Svalutiamo quanto basta e facciamo ripartire l'economia rendendo competitive le nostre aziende, le quali riassumeranno personale, aumentando la domanda interna. Congeliamo per qualche tempo il debito pubblico, risparmiando la spesa per interessi.

angelomaria

Dom, 15/09/2013 - 11:35

mi dispiace d'avere 2 figlie e due nipoti piu' mio fratello e famiglia da padr enonno loro sono le mie unich preoccupaxxiono e vedere una sinistra con i grillini partito di criminali i SIGNORI DELLA MORALE chrinvexe di essere come dovrebbero alla gogna si fanno in 4pper cancellare la persona ha mio [arere poiu'onesta in ITALIA siano disposti ha mmetterci in una crisi che costera aglITALIANI MIA FAMIGLIA COMPRESA un prezzo trppo elevato per chi no merita di pagare i conti di siena grillini e pd cosa apettate ha mettrrer queto presidrnte forcaiolo sotto IMPICHMENT

Ritratto di giovanni agostino pinna

giovanni agosti...

Dom, 15/09/2013 - 14:11

che libro è? Lo vorrei acquistare.

Ritratto di odoiporos

odoiporos

Dom, 15/09/2013 - 14:42

Io credo che se berlusconi si alleasse con giannino vincerebbe a mani basse e riuscirebbe anche a fare le riforme perché giannino conosce bene la macchina brucia soldi dello stato e riuscirebbe a consigliarlo per uno spoil sistem fatto a dovere!!!!

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Dom, 15/09/2013 - 15:23

Molti di noi han sempre saputo i reali motivi della guerra a Berlusconi,altro che cene eleganti e donnine allegre e tasse non pagate.

Amelia Tersigni

Dom, 15/09/2013 - 18:56

Ben detto, Sallusti. Io aggiungerei che ogni popolo ha una sua peculiarietà. Per esempio i Tedeschi sono "teutonici" ovvero tutti d'un pezzo. Quando ricevono un ordine lo eseguono alla perfezione senza stare lì a discutere. Noi Italiani No!. Noi discutiamo, ponderiamo e se non ci piace resistiamo, passivamente, ma resistiamo.Per cui è facile governare i Tedeschi, difficile governare gli Italiani. Le regole non possono essere uguali per tutti i Popoli. Per cui aumentare le tasse può essere un'idea geniale per un governante Tedesco, un'idea balorda per un governante Italiano. Noi Italiani siamo coscienti della necessità di mettere ordine nei nostri conti, ma lo dobbiamo fare a modo nostro: diminuendo le tasse. Può sembrare un contro senso ma non lo è. Ed è quello che sta dicendo Berlusconi da 20 anni a questa parte. I Giudici (che non hanno capito niente) possono anche dargli, come si usa dire, una settimana di fucilazione alla schiena, ma lui ha ragione ed è per questo che continuerò a votarlo anche se impossibile la sua persona, ma le idee che la sua mente propone.

Ritratto di romy

romy

Dom, 15/09/2013 - 19:02

Logico che i nostri avversari politici ci vorrebbero distruggere con il discorso “stabilità di governo Letta”,unica arma in loro possesso,ma la stabilità deve sposarsi con “basta con le tasse”,altrimenti a cosa ed a chi servirebbe tale Stabilità di Governo?,non certamente al Popolo Italiano.Loro credono......,Epifani in testa,che ci stanno cucendo addosso “una bella camicia di forza” per abbatterci,ho previsto da tempi non sospetti tale loro strategia,ma basta poco,per mandare all'aria,tale strategia e nel contempo metterli in confusione e panico.Basta non ritirarsi dal governo per la decadenza da Senatore di Berlusconi,fare come nulla fosse,anzi,mi auguro,un grande appello di Berlusconi a sostegno del Governo Letta,per senso di responsabilità,per il bene del Paese......,ecc.ecc..Dopo di che,o sarà il PD stesso,con i loro litigi interni,a far cadere l'alleanza con il PDL,accampando scuse su scuse,ed ancora meglio,cercando un Letta Bis con altri,sperando che ci riescano?,cosa che mi auguro di vero cuore,per eliminarli definitivamente dalla scena Politica Italiana,oppure alla prossima Ga.Gata di tassa iniqua sempre sui soliti,cosa che avverrà di sicuro, credetemi sulla parola,esempio già con la prossima Taser,condita con zero Riforme di spesa Pubblica, ecc.ecc.privilegi intoccati per i soliti,ecc.ecc.,allora il PDL e quindi Berlusconi si dovrà tirare fuori,senza forse e senza ma, dalla maggioranza di Governo,se non vorrà affondare insieme al Titanic,allora si che in entrambi i casi,sarà una vittoria scontata per Berlusconi e Forza Italia o PDL che sia.Perchè sono così sicuro........che questo governo stia per fare Ga.Gate a danno del Popolo senza toccare i privilegi dei soliti privilegiati di lungo corso e con zero Riforme che servono al Paese????????.........ma se lo sanno tutti in Italia.....................specialmente lo sapete Voi della Redazione del Giornale e Lei,caro e stimato Direttore Sallusti.

enzo1944

Dom, 15/09/2013 - 19:56

Bravo Romy,condivido quello che ha postato,.......mi hai solo preceduto! Complimenti,saluti!!

gedeone@libero.it

Dom, 15/09/2013 - 20:10

#sanlusti, sempre dopo di te coglione bolscevico!

LUCIO DECIO

Dom, 15/09/2013 - 22:14

PURTROPPO IN ITALIA PAESE ORMAI SOTTOSVILUPPATO,GRAZIE ALLE TANTO DECANTATE RISORSE UMANE CHE CI PROPINANO LA BOLDRINA E LA CONGOLESE ,NON RIUSCIREMO PIU' A RISOLLEVARCI TUTTO QUESTO BEN DI DIO VOTERA A SINISTRA,PERCHE SAPPIATELO QUESTI OTTERRANNO CITTADINANZA E DIRITTO AL VOTO E NOI ITALIANI PUSILLANIMI SAREMMO SEMPRE PIU' DIVISI,ED ECCO RAGGIUNTO LO SCOPO DEGLI EPIFANICI"DIVIDIT ET IMPERAT" SVEGLIA ITALIANI SE TALI VORRETE ESSERE ANCHE IN FUTURO

PAOLAQ

Lun, 16/09/2013 - 06:19

lino 1234 ... magari si avverasse quello che scrivi!!! Volesse il cielo!!!

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Lun, 16/09/2013 - 12:33

Mare57,dice che B. ha avuto il merito di sognare un Italia Liberale,benissimo sig. Mare,peccato che questo sogno si sia limitato ai vodeomessaggi e alle campagne elettorali,mentre nei lunghi anni di governo si e' fatto l'opposto....peccago

italia bella

Lun, 16/09/2013 - 13:27

caro direttore tutto giusto ma la sinistra che non a capito o fa finta .

davikde

Lun, 16/09/2013 - 13:46

Per una volta (è rarissimo) quel che dice Sallusti non è una cretinata propagandistica, ma una opinione degna di essere discussa e magari condivisa. Quello che mi fa sbellicare dal ridere sono i commenti dei suoi sostenitori. Riuscite ad essere ridicoli e tragici allo stesso tempo. Degni emuli del loro DIO/IMBONITORE al quale,nell'attuale situazione, perfettamente si attaglia il titolo del noto film di Bertolucci: LA TRAGEDIA DI UN UOMO RIDICOLO!!

Ritratto di romy

romy

Lun, 16/09/2013 - 14:36

Lino1234,non mi trovi d'accordo,la sinistra italiana è nel mazzo di carte dei potenti,la sinistra radicale e comunista sono 4 gatti che non fanno paura a nessuno,la strategia è un altra....anche peggiore e sempre di una specie di dittatura si tratterà,come te ne accorgerai?te ne accorgerai,monitorando il fatto che una sinistra al potere non taglia,ancora,i privilegi alle Caste tutte o almeno tenti di farlo.Così fosse ma di quale sinistra vogliamo parlare?.Gli Italiani o quella parte che dorme ancora?se ne accorgeranno,quando si sveglieranno dal sonno,Berlusconi?ultima possibilità di salvezza per l'Italia e nemmeno al 100%,non oso pensare agli accadimenti senza di Lui.Per chi pensa che la presenza di Berlusconi abbia favorito tutto il male possibile per l'Italia e la sua economia,.....dittatura,......Giulio Cesare.......,ecc.ecc.una lista di stupidaggini lunga un Km,se ne accorgeranno in seguito,quando nonostante le lacrime e sangue stratosferiche,(iniziate a dare una occhiata al nuovo ISEE........,ma c'è molto di più.........ci arriverete con il tempo......)le voci sempre più flebili per la povertà incalzante,non saranno ascoltate da nessuno,allora si che capirete cosa è stato Berlusconi per l'Italia,e lo rimpiangerete,ma inutilmente.Prego Dio che questo momento non arrivi mai o il più tardi possibile,nessuno è immortale e quindi per i posteri,la maggioranza dei giovani di oggi,penso che in futuro,dovranno arrangiarsi da soli..........,ma con questi chiari di luna,oltre a confusione su confusione non penso possano costruire di più.Una domanda sorge spontanea,ma chi dovrebbe essere più saggio tra un Padre ed un Figlio?io penso un Padre,almeno la logica punterebbe all'esperienza come base per la saggezza,ma molti Figli,ci metto anche i miei dentro,sono e saranno sempre fieri di non ascoltare i consigli dei Padri,di preferire di sbagliare da se stessi.....e così sia,se Dio vorrà?.

Ritratto di marforio

marforio

Lun, 16/09/2013 - 15:23

Si censura , si censura , e anche abbondantemente.E Fortuna non sono comunista.

Ritratto di Sanlusti

Sanlusti

Lun, 16/09/2013 - 15:39

@gedeone -> Lo so che le 'femminucce' hanno bisogno dei magnaccia per essere difese. Guarda però, che "bolscevico coglione" fa più rima con gedeone-one-one.

Ritratto di Zione

Zione

Lun, 16/09/2013 - 15:39

Zione dice che le Scellerate sentenze dei Tribunali Speciali NON vanno Rispettate, perchè sono l'abbietto frutto di ignobili, Vili e Blasfeme TRAME; che si svolgono attraverso il Tradimento delle Sacre Istituzioni da parte di Turpi personaggi del Giudiciume POLITICO che nei loro strumentali e iniqui Processi, invece di cercare la Verità la soffocano con Coartazioni, Minacce e Calunnie per farla rinascere come serve al loro Laido INTERESSE e come da vecchia consuetudine della (fu ?) "Alta scuola di Torino" (quella dell'infame Patto di Mandrogne); questo succede perchè certi Egregi figli di Satana hanno per unico scopo la PERSECUZIONE Giudiziaria di qualsiasi Persona che ostacola il loro piano di Sovvertimento dello Stato; per tale nefasto motivo e a furor di Popolo, certe Vigliacche "Sentenze" di comodo Devono essere riviste, Rilette e RISCRITTE secondo la Legge e la Coscienza di seri e Onesti MAGISTRATI. ----- Boja fauss; ma chissà perchè mai si ricordano soltanto adesso i più agitati ed Emeriti CIALTRONI di varie "Parrocchie", con tanto tempo che hanno avuto inutilmente prima, ora si affetentiscono assai perchè si prevede una imminente votazione SEGRETA al Senato per cercare di far decadere dalla carica di senatore il Cavaliere del LAVORO Silvio Berlusconi; forse molto mal Consigliati (dai Felloni ?) Vorrebbero cambiare le regole del gioco quando già ci sono le carte in tavola, ma dopo aver visto di non avere nessun Jolly in mano e neanche un asso da calare a terra per vincere la partita, credono Stupidamente di poter BARARE senza pagare Pegno; ma i tanti Poveri Cristi già Macellati da questi Fetenti, vigilano e reagiscono anche in Rete; con tutto il Mortale Rischio che questo comporta, quando si ha a che fare con gli Eccellenti Felloni, sempre in simbiosi e ben serviti da qualche feroce Caporale, di Brigantesca Sbirraglia.

gedeone@libero.it

Lun, 16/09/2013 - 16:30

#sanlusti, ciao bolscevico, torna al centrino socialino, i kompagnucci hanno pronta la sniffatina anche per te, buon...viaggio coglionazzo falcemartelluto...

Pinozzo

Lun, 16/09/2013 - 16:42

E in questo ipotetico libro si spiega anche che il preg e' fratello terzogenito di Gesu' e Rael?

Ritratto di freeskipper

freeskipper

Lun, 16/09/2013 - 18:01

Caro Matteo, prima del Cav ci sono tante strade da asfaltare! La politica italiana cazzeggia. L’Europa fa sul serio. Bruxelles ci tiene sott’occhio temendo che il Belpaese non rispetti il tetto del 3% nel rapporto deficit-pil. Roma, non curante del fatto che proprio per restare sotto quel 'tetto' sta salassando da anni ed anni gli italiani con una tassazione record che porta via circa il 50% dei guadagni ad imprese e famiglie, cazzeggia ancora, e s’interroga ancora sulle sorti, per altro già decise in tre gradi di giudizio, di Silvio Berlusconi, sulla grazia, sull’agibilità politica, sul voto segreto o palese da esprimere in Aula quando sarà il momento di votarne la definitiva cacciata dal Senato della Repubblica. E adesso la domanda del giorno è la seguente: ce la faranno prima al Giglio a raddrizzare la nave che affonda, o le larghe intese del governo Letta a disincagliare Silvio Berlusconi dall’interdizione dai pubblici uffici? In trepida attesa di notizie dall'isola del Giglio per sapere se i “tecnici” ce l'hanno fatta a raddrizzare la Costa Concordia, si confida nel fatto che almeno loro siano più capaci dei “tecnici” di Mario Monti chiamati nel novembre del 2011 alla guida del governo per raddrizzare l’Italia. In attesa di risposte, ma soprattutto in vista delle prossime elezioni, la politica italiana si prepara, con lo zelo di sempre, in ciò che meglio le riesce: le chiacchiere. Il redivivo Pierferdy Casini, dopo l’ultimo catastrofico fallimento della “politica dei due forni”, quando fu ripreso per i capelli su uno degli scranni di Palazzo Madama, ci riprova ancora, e annuncia, come se niente fosse mai accaduto, il suo nuovo progetto di un “partito popolare come in Europa” andando a pescare consensi e adesioni da “Scelta civica e dalle parti del Pdl interessate”. E aspettando che anche Gianfry Fini, compagno di sventura del Pierferdy nazionale, risorga anche lui, da un momento all'altro, dalle ceneri dell’ultima batosta elettorale con qualche altra stravaganza politica, il Sindaco di Firenze interviene baldanzoso e telegenico più che mai alla Festa Democratica di Sesto San Giovanni: “Salvare Berlusconi non esiste e poi se andiamo alle elezioni, stavolta asfaltiamo il Pdl”. Evidentemente Matteo Renzi si sente la vittoria già in tasca e oggi deve provare le stesse sensazioni che gli Occhetto, D’Alema, Veltroni, Fassino, Prodi, Bersani e compagnia suonando provarono a loro tempo, quando pensavano anch'essi di avere già vinto ciò che poi la storia consegnò agli annali come cocenti sconfitte. Comunque, a parte il fatto che il Paese non ha ancora ben capito cosa hanno tanto da festeggiare quelli del Pd nelle loro 'Feste-Ex-Unità' dopo il tonfo dei democrat nel governo del grande inciucio con Silvio Berlusconi, gli italiani a fronte della quantità di balzelli che versano nelle casse dello Stato se ne fregano che il futuro leader del Pd prometta di asfaltare Berlusconi e il Pdl, quando invece le strade e i marciapiedi delle principali città italiane non sentono puzza di catrame da una vita e sono massacrate dalle buche peggio di un groviera svizzero! E poi sarà, ma questa dell’asfalto assomiglia tanto allo storiella del giaguaro rimasto ancora tutto da smacchiare…

Ritratto di Sanlusti

Sanlusti

Lun, 16/09/2013 - 18:55

gedeone-one-one -> i tuoi nemici bolscevici sono talmente ben radicati nella tua testa, che li vedi dappertutto. Hai davvero bisogno di qualcuno che ti aiuti a liberartene. Tanto, se ti dicono che non esistono più da almeno 15 anni, tu sei pronto a scommettere il contrario. Lo vedi che sei fissato!. Intanto quelli ti inchiappettano. Fatti furbo, fa finta di niente e sorridi, vedrai che finalmente il rosso che hai negli occhi svanirà ed il mondo e le persone avranno tutt'altri colori. Svegliati bananas!.

Ritratto di Rod

Rod

Lun, 16/09/2013 - 19:42

Leggendo certi articoli mi scompare ogni dubbio che sia un Bene il fatto che tra poco Berlusconi scompaia dalle scene per sempre e con lui questi giornalisti da strapazzo che raccontano certe falsitá a destra come a sinistra.

antiom

Lun, 16/09/2013 - 22:19

Nel riferirmi, ancora una volta, alla condanna di Berlusconi ad opera di un gruppo di magistrati ignobili, fino alla cassazione, in cui sono sempre più i motivi e concause che portano a ritenere la nullità della stessa: non posso fare ameno di pensare, alla luce di quanto si frappone, in modo insulso e noioso, all’iter politico amministrativo delle priorità che la situazione richiede; cosa possa far succedere un uomo di non specchiata virtù. E’ veramente paradossale, allucinante, catastrofico, ingiusto e pericoloso che un uomo qualunque, perché di questo si tratta, investito di un potere raggiunto per sola anzianità, assolutamente mal riposto, in un settore importante e delicato di una democrazia che non ci è dato di sapere come inizialmente conquistato: possa cambiare e modificare la vita di un uomo straordinario e quella di una intera nazione, senza che vi sia un organo supremo, seppur straordinario, per un caso che sta ammorbando la vita di un popolo di cui non ve n’era bisogno. Un caso assolutamente eccezionale, suffragato dagli interventi della Magistratura Svizzera, Agrama, Fedele Confalonieri ,altri testimoni mai sentiti, e la velocità della Procura di Milano. Fra le diverse motivazioni che potrebbero e dovrebbero inficiare la sentenza del giudice Esposito, ubriaco di vanagloria, abuso di potere, ignoranza e odio verso l’imputato: non saprei quale dovrebbe maggiormente far ridestare, il dormiente Napolitano. Purtroppo questo presidente della repubblica, nonché presidente del Csm, non solo non si vergogna di quale Italia ha contribuito creare e consegnare alle nuove generazioni, con la sua lunghissima militanza politica: ma non prova nemmeno il benché minimo disagio della scombinata, arrogante e politicizzata magistratura, cui non pone alcun argine e divieto, come i suoi predecessori, tutti comunisti; ne ha, conseguentemente, un coerente sussulto di dignità a dimettersi, come ha ben palesato il mio amico, Giovanni Agretti, nel suo blog Ag notizie. Certo è che noi italiani siamo messi proprio male, perché non c’argine all’odio e alla contrapposizione esacerbata della politica, amplificata da pennivendoli tanto al chilo della stampa di sinistra e di format televisivi di eguale riferimento. Come ho già scritto da qualche parte: noi siamo individualmente gli uni contro gli altri, alla stregua di giornalisti, sindacato, politici dello stesso schieramento, ecc. In tutto questo trambusto di superficialità, ignoranza e soffuso benessere, non ci accorgiamo della sistematica invasione quotidiana di extracomunitari, delle malefatte dell’etnia zingara e privilegi loro attribuiti: per il buonismo ipocrita e devastante dei fighetti benestanti di sinsistra, in cui, anche, il Papa Francesco, nella sua misericordia e bontà, non ha voluto essere da meno, circa l’ipotesi di aprire i conventi in disuso della Chiesa. Infine, avendo desiderato che Berlusconi si ritirasse dalla politica, quando fu costretto a dimettersi nel 2011, in favore del governo tecnico, guarda caso, con guida Monti, uomo di quei poteri forti che decisero di eliminarlo insieme ai referenti italiani, come da rivelazioni del banchiere europeo relativa alla reintroduzione della lira; mi piacerebbe che si rifacesse il processo all’imputato Berlusconi con l’intervento di tutti i testimoni, come cosa buona e giusta. Solo allora si potrebbe o meno: parlare di carcere, arresti domiciliari e servizi sociali, adesso è violentemente arbitrario, tipico della subdola dittatura che il comunismo sotto mentite spoglie ha creato.

ratio

Mar, 17/09/2013 - 09:19

rimane un punto cruciale.. di quale libro sta parlando Sallusti? Di che fonte si tratta? E' attendibile? Non e' che se un libro viene pubblicato allora vuol dire che dice la verita'. E' la prima regola di un sano e corretto giornalismo. Evidentemente Salluttorio distilla gocce di sapienza per chi non vuol vedere.. e andiamo avanti cosi'..

giocondo1

Mar, 17/09/2013 - 09:22

Come quando ti afferra un criminale che ti vuole rapinare e/o violentare: prima ti dice "Stai zitto, e fai quello che ti dico , altrimenti ti ammazzo!" ( questo è lo Spread). Poi , una volta che ti ha rapinato, decide di approfittare della situazione, ti fa assumere posizione supina per sodomizzarti, vede che sta godendo come un maiale, gli piace e quindi ti dice " stai fermo, non ti muovere, altrimenti ti ammazzo"! (questa è la Stabilità). Si capisce che ogni omosessuale acefalo acconsente senza colpo ferire, anzi urlando "che bella la stabilità" .

luciano@quatrida.com

Mar, 17/09/2013 - 10:37

In Germania il senatore Silvio Berlusconi non sarebbe stato condannato perché in quel Paese non questo procedimento penale non è avviabile per l’assenza di prove certe di colpevolezza (i conti correnti su cui sarebbero affluiti i fondi neri). Diversamente in Italia si! …con l’introduzione dell’inversione dell’onere della prova in capo all’imputato. Questa normativa è stata varata dai politici, non dai magistrati che, come è noto, essi applicano “al meglio curando” le leggi varate dal Parlamento. È la politica che incautamente ha consegnato questo potere di arbitrio ai magistrati che lo esercitano verso tutti i cittadini italiani. Solo con l’abrogazione di questa norma medievale si può evitare di ricadere in queste fattispecie perché elemosinare la grazia al pari degli accattoni non serve né al senatore Silvio Berlusconi, né agli italiani.

Atlantico

Mar, 17/09/2013 - 13:19

Sallusti, le sue sono parole in libertà. Il complotto è di Berlusconi contro Berlusconi. Egli ha operato pervicacemente e ostinatamente per mettersi fuori gioco da solo. Bisogna dire che c'è riuscito in pieno.

Lu mazzica

Mar, 17/09/2013 - 16:57

Chi ha inventato lo spread è un maniaco sessuale , perché lo spread é nell'atto finale del rapporto carnale !! Haben Sie verstanden ?? Rgds., Lu mazzica

Lu mazzica

Mar, 17/09/2013 - 16:57

Chi ha inventato lo spread è un maniaco sessuale , perché lo spread é nell'atto finale del rapporto carnale !! Haben Sie verstanden ?? Rgds., Lu mazzica

Lu mazzica

Mar, 17/09/2013 - 16:57

Chi ha inventato lo spread è un maniaco sessuale , perché lo spread é nell'atto finale del rapporto carnale !! Haben Sie verstanden ?? Rgds., Lu mazzica

Lentasio

Mer, 18/09/2013 - 07:28

QUANDO SI SCRIVONO COSE DEL GENERE BISOGNEREBBE RICORDARSI DEL NS. DEBITO PUBBLICO,CHE ORMAI HA SUPERATO I 2000 MILIARDI. CON L'EURO PAGHIAMO TASSI DI INTERESSI ABBASTANZA CONTENUTI, CON LA LIRA RITORNEREMMO A PAGARE INTERESSI A DUE CIFRE. IL SECONDO PUNTO E' L'ENERGIA, CHE PRATICAMENTE ACQUISTIAMO DA FRANCESI,RUSSI,ALGERINI,LIBICI ETC... ORA PAGHIAMO CON L'€ , SE TORNASSIMO A PAGARE CON LA NS. LIRETTA I PREZZI SALIREBBERO INEVITABILMENTE. ULTIMO RIFERIMENTO AL VS. IDOLO B. ,QUANDO INIZIO' A GOVERNARE NEL 2001 IL DEBITO ERA DI MENO DI 1500 MILIARDI, QUANDO SI E' DIMESSO NEL 2011 CE LO HA LASCIATO AD OLTRE 2000...

barretta gennaro

Mer, 18/09/2013 - 08:59

se dalla stessa parte ci sono i falchi dalla parte avversa ci sono famelici avvoltoi . A questo punto inutile aspettare : andiamo subito alle elezioni. D'altronde anche i grillini vogliono le elezioni , e che così sia!

nino47

Mer, 18/09/2013 - 11:05

OGNI POPOLO HA QUEL CHE SI MERITA!

ciaciaron

Mer, 18/09/2013 - 12:40

A che libro fai riferimento Sallusti? Le fiabe di Andersen?

ex d.c.

Mer, 18/09/2013 - 12:56

Siamo 10 milioni di elettori disposti a pagare l'assurda multa inflitta a Berlusconi.(Sono 50 euro a Testa !)E' una multa politica ed i condannati siamo tutti noi. Coordinateci, sarebbe un primo segnale importante di vicinanza al nostro premier e di condanna delle toghe politicizzate.