La partita di Berlusconi

Grazia sì, grazia no. Governo sì, governo no. Il Cavaliere avrebbe deciso, ma non è ancora tempo di muoversi

Tutti a cercare di capire quale sarà la prossi­ma mossa. Berlusconi chiederà o no la grazia? Il Pdl farà o no cadere il governo? Il Pd romperà l’alleanza votando per la de­cadenza da senatore dell’ex premier? E poi la gara a interpretare il messaggio di ieri di Napolitano: ha chiuso a Berlusconi, no ha aperto e via dicendo. Do­mande legittime ma al momento senza risposta. Troppo delicata la situazione, troppo alta la posta perché i giocatori lascino anche solo intuire la ma­no. Più che altro prendono tempo, facendo girare sul tavolo carte tutto sommato inutili, nell’attesa di pescare il jolly che a questo punto può arrivare solo grazie ad un errore dell’avversario. Non sarà una partita lunga, questione di settima­ne per via delle scadenze giuridiche e parlamentari della sentenza. Saranno giorni intensi, ricchi di in­contri e trabocchetti politici e mediatici. Mi è capita­to di vedere in queste ore Silvio Berlusconi per gli au­guri di Ferragosto e posso assicurare una cosa. Non mi è parso né smarrito né impaurito. Anzi, dà l’im­pressione di un uomo sì offeso per l’ingiustizia subi­ta, ma molto deciso a non farsi travolgere. Credo che abbia le idee chiare sul da farsi e che al momen­to le tenga rigorosamente per sé. A sensazione mi sento di escludere che tra queste ci sia quella di an­dare a piagnucolare sotto il Quirinale con il cappel­lo in mano. Se grazia sarà, i motivi pietistici dovran­no rimanere fuori. Quello che il presidente della Re­pubblica potrebbe e dovrebbe fare è ripristinare una situazione di giustizia e democrazia. Il resto po­co interessa perché in ogni caso il popolo dei mode­rati liberali non rimarrà orfano. Sono convinto che Silvio Berlusconi, qualsiasi sarà la sua agibilità fisi­ca e politica, continuerà a essere il leader politico di oltre dieci milioni di italiani. Non a caso tra pochi giorni rinascerà ufficialmente Forza Italia, segno evidente che l’avventura è tutt’altro che al capoli­nea come già ci vogliono fare credere la sinistra e i suoi giornali.E scommetto un’altra cosa. Che nel fu­turo di Forza Italia non ci sarà alcun tipo di larghe in­tese o di compromessi al ribasso. Vuoi vedere che ancora una volta la macchinazione messa in piedi dalla loggia sinistra-magistratura si rivelerà un boo­merang per gli sciagurati autori? Ps: oggi, Ferragosto, come tutti i giornali ci pren­diamo una giornata di riposo. Torneremo in edicola sabato. Non mancate. Un grosso augurio di buone e serene vacanze da parte di tutti noi de Il Giornale.

Commenti

vacabundo

Gio, 15/08/2013 - 19:14

Ma è facile la prossima mossa di Berlusconi.Sà benissimo che il presidente della repubblica non vuole far cadere il governo e lui essendo il capo del pdl, l'altro partito al governo,ricatterà in forma assai palese,il presidente ,minacciando di fare cadere il governo,al meno che il presidente non lo grazi e non farlo decadere come senatore.A lui, interessa, l'immunità parlamentare,Lui,si crede uomo forte però in fin dei conti è molto debole e ha bisogno un paravento come sempre per salvarsi o cadere sul morbido e dopo...sbraitare ancora di più-Questo è il suo danno maggiore che lo hanno portato al suo annullamento completo della vita pubblica.Quest'uomo, credo che nella sua vita non abbia mai conosciuto che si deve avere rispetto verso l'avversario e solamente superarlo con buone maniere e non con grida e populismi da mercato rionale.,se non peggio.Chi la fà.l'aspetti.Nella regione dove vivo si dice:a quartara va tanto alla acqua fino che si rompe.E' facile la traduzione.

@ollel63

Gio, 15/08/2013 - 19:16

Se chiedesse la grazia è come se accettasse la condanna, solo la condanna. Non vuol dire che si dichiari colpevole, perché non lo è affatto, ma ottenendo maggiore libertà di movimento potrebbe ancora difendersi e accusare, davanti a tutto il mondo, chi lo ha condannato per vendetta politica, perché così è, e lo sanno pure le pietre. Ma chi ci assicura che otterrà la grazia totale dal napolitano? Nessuno. Costui è infido e comunista, dunque... NON CHIEDERGLI ALCUNA GRAZIA... VINCERAI COMUNQUE.

m.nanni

Gio, 15/08/2013 - 19:16

Silvio, i Leoni non belano: ruggiscono. I ferri di campagna ai polsi da mostrare al mondo libero sarebbe lo schiaffo più violento ed appropriato contro chi ha ideato, fomentato, fatto da palo e portato a compimento la più odiosa macchinazione delle persecuzioni giudiziario-mediatico ad un leader politico di tutta la storia dall'Unità d’Italia ad oggi. Si vergogni, che si dimetta pure Giorgio Napolitano per l'impudenza di proporre affidamento ai servizi sociali a chi ha subito la violenza e la sofferenza di un Gigantesco Sopruso. VERGOGNA! Ricusazione di Esposito, annullamento della sentenza e giustizia europea SUBITO!

odifrep

Gio, 15/08/2013 - 19:35

"Non mi è parso né smarrito, né impaurito". Grazie, dott. SALLUSTI, come al solito interessanti le Sue notizie. Buon ferragosto.

Ritratto di Giorgio Prinzi

Giorgio Prinzi

Gio, 15/08/2013 - 20:31

Noi possiamo esprimere solidarietà e vicinanza, ma è la figura carismatica e volitiva di Berlusconi a dare a noi fiducia e non viceversa. Sono personalmente convinto del boomerang dell'ennesima "vittoria di Pirro" giudiziaria, sempre che poi non ci siano anche sorpresa al riguardo. Non mi meraviglierei di nulla.

ammazzalupi

Gio, 15/08/2013 - 20:36

Caro Silvio, circa due anni fa l'Italia (secondo i bene informati) era sull'orlo del baratro. Fu inventato (dal Grande Komunista) un presidente del consiglio ad hoc, quel tal Monti di triste memoria, tanto per evitare le legittime elezioni che (io ne sono certo) avremmo vinto senza tanti problemi. Tu, vincitore, saresti stato IL PROBLEMA per la magistratura che, giocando di sponda con il Komunista del Colle, ORA ti ha fatto fuori! E' vero che "Parigi val bene una messa", ma tu vuoi passare sotto le forche caudine della richiesta di grazia? TU, che sei sceso in campo per salvare la democrazia dai komunisti, vuoi sottometterti e inginocchiarti ai piedi di colui che, SICURAMENTE, ti rifilerà l'ultima pugnalata alle spalle? Non dimenticare che i komunisti hanno fatto morire milioni e milioni di connazionali nei campi di rieducazione in Siberia. E tu PENSI di uscirne incolume? E' bene non fidarsi dei serpenti... ma ancor meglio non fidarsi dei KOMUNISTI!!!

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Gio, 15/08/2013 - 20:49

GRAZIE DIRETTORE E' SEMPRE UN PIACERE LEGGERLA, BUON FERRAGOSTO A TUTTI QUELLI DI CENTRODESTRA.

FRANGIUS

Gio, 15/08/2013 - 20:58

NESSUNO E TANTO MENO BERLUSCONI VA A CHIEDERE LA GRAZIA PER UN DELITTO NON COMMESSO.LA GRAZIA LA CHIEDE UN COLPEVOLE PENTITO O QUASI.LUI DA UOMO ONESTO E COLPITO DA UNA SENTENZA CRIMINALE DI MAGISTRATI AL SERVIZIO DEL PD DEVE ACCETTARE LA CONDANNA E QUESTO SARA' DAVVERO UN BOOMERANG DI QUESTI SUDICI COMUNISTI COSI' DEBOLI DA USARE I PIU' ODIATI SISTEMI DELLE DITTATURE PER ESTROMETTERE GLI AVVERSARI POLITICI.FANNO PENA OLTRE CHE RIBREZZO.ED ALLE PROSSIME ELEZIONI AVRANNO TUTTO CIO' CHE MERITANO.NON LE E' BASTATA LA SCONFITTA DELLE ULTIME AD OPERA DELLA DISSENNATA E PUERILE CAMPAGNA DEL COMPAGNO BERSANI...

Ritratto di jasper

jasper

Gio, 15/08/2013 - 21:00

La Partita di Berlusconi o la dipartita. Sono in momenti come questi che si vede se uno è un leader oppure un quacquaracqua. Berlusconi si ricordi come Alessandro risolse il problema del nodo di Gordio o come Cesare risolse il problema con Roma sulle sponde del Rubicone.

W Zio Silvo

Gio, 15/08/2013 - 21:29

grande direttore, auguri a lei, famiglia e a tutta la famiglia berlusconi...W SILVIO BERLUSCONI.

Ritratto di Fritz49

Fritz49

Gio, 15/08/2013 - 21:33

Patetici,Basta è nausea

Gioa

Gio, 15/08/2013 - 22:05

INFATTI NON SI MUOVA...ASPETTI...A PRENDERE UNA DECISIONE IN UN MOMENTO IN CUI ALTRE CONFERME VERRANNO FUORI A SUO FAVORE E A SFAVORE DI ALTRI...

Ritratto di stock47

stock47

Gio, 15/08/2013 - 22:07

Egr. Sallusti l'indecisione endemica di Berlusconi fa parte del suo carattere, vuole sempre evitare guai a prescindere, e avere il massimo risultato positivo con il minimo sforzo. Le cose, purtroppo, non stanno così, credo che anche lei ne sia cosciente. C'è il momento dell'accordo e c'è il momento dell'intransigenza, non si scappa. Tentare l'accordo, quando invece c'è bisogno dell'intransigenza, porta solo che alla sconfitta finale, perdendo il vantaggio iniziale che si aveva. Berlusconoi ha fatto lo stesso con il sistema giudiziario italiano e con il Governo Monti, ha strillato sempre contro l'ingiustizia ma alla fine non ha fatto niente per rimediarvi, cercando un accordo impossibile. Temo che anche adesso stia facendo lo stesso errore ma questa volta è l'ultimo che può fare, le opzioni sono finite.

Gioa

Gio, 15/08/2013 - 22:18

IO FOSSI NEI SUOI AVVOCANTI CONTINUEREI A CONTROLLARE...I CAPI DI IMPUTAZIONE CHE GLI HANNO ATTRIBUITO...FORSE CI SARNNO DEI DETTAGLI CHE al famoso esposito SONO SCAPPATI o ad altri giudici della cassazione...CONTINUEREI A CONTROALLARE...E POI VOI DEL GIORNALE...CERCATE, CERCATE QUANTO DI PIU' SIGNIFICATIVO E SCONCERTANTE CI POSSA ESSERE NEI CONFRONTI DEL PD E ALTRI..ESMPIO D'ALEMA...CON IL MPS...CHE FINE A FATTO? PROBABILMENTE DA D'ALEMA...SI PUO' TROVARE UNA "MINIERA D'ORO" DI INFORMAZIONI SUL PD E VIA SCRIVENDO...ALLORA BERLUSCONI ESSENDO SOLO PUO' FAR LEVA SULLA GRAZIA...GRAZIARE UN INNOCENTE NON VUOL DIRE GRAZIARE 100 E ANCHE DI PIU' COLPEVOLI...QUESTI 100 E PASSA NON POTRANNO REPLICARE...PERCHE' CI SARANNO FATTI DOCUMENTATI...ASPETTI IL MOMENTO IN CUI TUTTO IL PD E CHI NE HA PIU' NE METTA...DI TANTE TOGHE ROSSE MICA TUTTE SARANNO ROSSE?...ASPETTI....OBIETTIVO VERO!!

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Gio, 15/08/2013 - 23:32

Chiedere la grazia sarebbe come riconoscersi colpevoli. Di quale colpevolezza si parla? DI QUELLA INSINDACABILE DEI MAGISTRATI CHE ELIMINANO UN'AVVERSARIO POLITICO IN SPREGIO ALLE REGOLE DEMOCRATICHE?

Martino70

Ven, 16/08/2013 - 01:46

Forza Silvio siamo tutti con te..... liberaci dai comunisti e da questa giustizia marcia: clemente con i disonesti e accanita contro gli onesti...

Analista

Ven, 16/08/2013 - 07:13

Da cio' che posso capire, personalmente ritengo che una richiesta di grazia, che non sia formulata come un'esplicita e secca richiesta di ripristino della Giustizia e presentata magari dai rappresentanti del PDL o con una (certamente piu' problematica) raccolta di firme in tutto il Paese, prima del voto sulla decadenza e dei necessari chiarimenti relativi alla legge Severino, possa essere un passo azzardato (c'e' poi sempre da considerare l'eventualita' del ricorso a Strasburgo). Per dirla con eleganza, dei lupi con la pelle d'agnello, e' meglio fidarsi a distanza di sicurezza; che non potrebbe che portarli a piu' miti consigli. Nel caso le cose dovessero andare per il verso sbagliato, sia questo al Senato, al Quirinale, od in Parlamento (nell'eventuale correzione della Severino stessa?) non sarebbe meglio fare uso delle dimissioni del Gruppo? E fare di tutto (e sottolineo il "di tutto") per ottenere una maggioranza che consenta di fare le necessarie riforme senza compromessi? Sempre che sia tecnicamente possibile, cosa che una concomitante conferma del successo di M5S renderebbe piu' facile. Se e' vero che il ferro va battuto sinche' e' caldo, la prospettiva di un rinvio sul voto al Senato, mi sembrerebbe quindi inaccettabile, in quanto il tempo d'una "tregua" giocherebbe ad esclusivo vantaggio dei comunisti (e di chi li manovra). E' una guerra, una guerra santa e sacrosanta, nella quale la cosa migliore e' mettere i comunisti nelle condizioni di non poter trattare neppure la resa.

Ritratto di gbbyron2007

gbbyron2007

Ven, 16/08/2013 - 08:23

Napolitano non aspetta altro che Berlusconi gli chieda la grazia (ammissione di colpevolezza): per negargliela. Presidente, lei non deve elemosinare niente dai comunisti!!!!!!!!!

Ritratto di albertplus

albertplus

Ven, 16/08/2013 - 09:06

"la partita di Berlusconi" noi Italiani siamo la palla

Ritratto di mark 61

mark 61

Ven, 16/08/2013 - 09:21

Ma che grazia a questo serve uno scudo o l’immunità giudiziaria sono in arrivo altre sentenze e altri anni di galera in primis il processo Rubr x arrivare alla coppia Lavitola – Degregorio un vero perseguitato dai guai

stesicoro

Ven, 16/08/2013 - 09:32

Chiedere la grazia? Ma dde che? Ignominia, piuttosto, su chi lo ha condannato. Berlusconi non deve chiedere nessuna grazia e sono convinto che non ne chiederà.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Ven, 16/08/2013 - 09:37

viva Berlusconi, l'uomo che vuole cambiare l'italia! abbasso i comunisti, che NON vogliono cambiare l'italia!!

FranMercury

Ven, 16/08/2013 - 09:48

Gli ideali non si distruggono a colpi di sentenze fallate!! Più ci provano e più forte sarà la reazione del Presidente e del popolo democratico, perché non accada più che un politico, di qualsiasi colore, venga estromesso solo perché gli avversari non riescono a batterlo in altro modo. Comunque andrà, Berlusconi è già il vincitore, perché da 19 anni viene votato e rivotato, a dispetto degli sporchi intrighi tramati da nemici invidiosi e incapaci di andare oltre l'odio.

Giorgio Rubiu

Ven, 16/08/2013 - 09:48

Qualunque cosa succeda tra adesso ed allora, alle prossime elezioni la sinistra (ed il M5S) dovranno fare i conti con Forza Italia, guidata dallo stratega e comunicato carismatico Berlusconi (seppure non candidato e non candidabile), così come, nel '94, dovette fare Occhetto con il "Partito di plastica", il "Partito che non c'è". Sarà una sberla storica!

yulbrynner

Ven, 16/08/2013 - 10:02

premesso che a me sto personaggio non e' mai piaciuto.. e mi riferisco alla persona non alle sue idee politiche sara' un grande imprenditore, sicuramente e un ottimo comunicatore televenditore e imbonitore di grulli televisivo.. come diceva un vecchio detto popolare.. nessuno diventa ricco senza avere scheletri nell'armadio ...e questo vale x tutti non solo per Berlusconi ma anche x tanti altri grandi imprenditori.. x me che sono una persoan di alto livello e valore morare e umano uomini del genere non piacciono, certo in italiadi persone di alto valore umano e morale ce ne sono moolto poche, anche la sinistra fa veramente pieta' per non dire schifo, molti politici dorebbero farei lavori più umili tipo ramazzare i cessi alle stazioni, a Roma in parlamento dovrebbero andare le persone più capaci e meritevoli ma purtroppo non funziona cosi' ci sono persone umili e oneste che meriterebero di sedere in parlamento, va cambiato il sistema, dma dalla mia critica non si salva nemmeno grillo e il m5s hanno fallito pure loro, tutto parte dai vizi e difetti che hanno nel dna gli italiani.

yulbrynner

Ven, 16/08/2013 - 10:05

io non mi straccio le vesti x nessun politico, molti lo fanno x Berlusconi come se fosse un fratello un padre un nonno uno zio, un domani se ne pentiranno, come e' gia successo in passato con craxy.i valori morali e umani di certo non gli apaprtengono.

@ollel63

Ven, 16/08/2013 - 10:09

Berlusconi non ha alcuna grazia da chiedere: è innocente, punto e basta. Deve avere giustizia, nient'altro. Dovranno essere processati e condannati quei giudici combattenti-comunisti che per vent'anni lo hanno massacrato con accuse non vere, senza stracci di prova e sperperato denari del popolo italiano per questa inaudita sporca caccia all'uomo. Dovranno essere incarcerati, privati e dei diritti civili, son giudici giacobini che hanno bloccato l'Italia illecitamente, fraudolentemente, colpevolmente. Dovranno essere sequestrati i loro beni, accumulati utilizzando i mezzi spropositati di cui dispongono (per loro tornaconto politico ed economico) bloccando il funzionamento dell'apparato politico voluto e votato dal popolo italiano. Costoro, in combutta con i loro referenti politici, hanno sabotato l'attività legislativa delle camere volta ad attuare le riforme chieste dal popolo italiano agli eletti in parlamento. Hanno disonorato l'Italia e gli italiani nel mondo. QUESTI MISERABILI devono pagare tutto.

lettorecurioso

Ven, 16/08/2013 - 10:18

yulbrynner, non resta che lei. Ci salvi lei con il suo alto livello e valore morale e umano. Sia buono, lo faccia per noi.

yulbrynner

Ven, 16/08/2013 - 10:18

x olle63 certo... senza peccato come un pargolo appena nato, illuso, con fette di prosciutto sugli occhi, ricordati il vecchio detto.. nessuno diventa ricco onestamente caro.

Ritratto di cleopatria

cleopatria

Ven, 16/08/2013 - 10:36

Chiedere la grazia ad un Komunista? Giammai! La nuova Forza Italia, nata il giorno dell'Assunta, avrà la sua buona stella propiziatrice. AUGURI!!!

freespirit

Ven, 16/08/2013 - 10:37

Una decisone difficile.....comunque forza Silvio!!! Siamo tutti con te!

fermamarina

Ven, 16/08/2013 - 10:40

Chiedere la grazia significa ammettere la colpevolezza e non credo che il Cav. voglia questo! (lo vorrebbe sicuramente la sinistra!) Mi sembrerebbe più appropriata la proposta dell'avvocato Coppi riguardo al ricorso al Tribunale Europeo

tudai53

Ven, 16/08/2013 - 10:41

@yulbrynner, SANTE PAROLE!!!

Ritratto di Kasparov77

Kasparov77

Ven, 16/08/2013 - 10:49

Zitti tutti, il cavaliere sta pensando... Anche noi, che volenti o nolenti siamo in questa situazione paradossale, da farsa. Berlusconi è il PDL, il PDL può far cadere il governo, Berlusconi può far cadere il governo, è semplice aritmetica. Il resto del mondo civilizzato, in cui certe situazioni sembrano assurde, sicuramente ci sta osservando, pensando a come mai una persona condannata possa ancora tenere in mano il destino del nostro paese… Speriamo che si distraggano, ai presunti complotti così poco SMASCHERATI possono credere ormai solo in pochi. 10:49

tudai53

Ven, 16/08/2013 - 10:54

se non ci diamo TUTTI una calmata, sia di dx che di sx, mi sa che la situazione egiziana arriverà tra poco anche qua in Italia!

ABU NAWAS

Ven, 16/08/2013 - 10:54

MA QUALE GRAZIA????????????????????????????????????? BERLUSCONI PUO’ ESIGERE L’ANNULLAMENTO DELLA SCIAGURATA SENTENZA DI UN MAGISTRATO IL CUI COMPORTAMENTO HA SUSCITATO SCONVOLGENTI INTERROGATIVI. SOLO COSI' IL COLLE POTRA’ EVITARE LA CADUTA DEL GOVERNO, CON L'ESPLOSIONE DELLA DISOCCUPAZIONE, L'AUMENTO ESPONENZIALE DELLO SPREAD, LA FUGA DEGLI INVESTITORI STRANIERI, E L'AUMENTO DELLA POVERTA'. L'ERARIO EVITEREBBE ANCHE L'INDENNIZZO MILIARDARIO CHE LA CORTE DI STRASBURGO CERTAMENTE RICONOSCERA' A BERLUSCONI PER I DANNI SUBITI. CHE IDDIO SALVI L'ITALIA DAI MAGISTRATI POLITICIZZATI E DALLA SINISTRA CHE LI DIVINIZZA!!!

liliushagel

Ven, 16/08/2013 - 11:02

su di lui pendono tre spade di Damocle: legge Severino (incandidabilita'+decadenza), interdizione (quando arrivera'), tipo di pena da scontare. Sono ovviamente legate tra loro, quindi trovando il compromesso migliore gli avvocati devono trovare la soluzione che arrechi meno danni in base anche allo scenario politico cui si punta, azzerare tutto sara' impossibile. E vi prego, togliete quella foto, mi sembra di vedere Andreotti, e B. non e' poi quello statista che la foto vuol fare credere

Ritratto di Il corvo

Il corvo

Ven, 16/08/2013 - 11:07

Allo stato delle cose Berlusconi nulla può pretendere. C'è una sentenza che dice che ha rubato al popolo italiano e Napolitano non potrà certo essere indulgente verso chi ha rubato agli italiani, di cui è Presidente. Che poi ci siano milioni di persone che sono contente di essere derubate è una cosa a parte. Pertanto ritengo che Berlusconi debba ammettere le sue colpe, iniziare a scontare la pena e sperare che, sempre nel rispetto della legge, gli sia concesso qualche beneficio che a mio avviso non meriterebbe.

Ritratto di fabiobonari

fabiobonari

Ven, 16/08/2013 - 11:15

Dice Aldo Busi che la grazia all'evasore umilierebbe un intero popolo. E bravo Busi! Che invece Agnelli, che si è arricchito grazie alla cassa integrazione, perché le sue macchine facevano schifo, sia stato fatto senatore a vita, non è uno scandalo; che il distruttore dell'IRI sia stato proposto come presidente della Repubblica, non è uno scandalo; che il demolitore dell'Olivetti riceva i soldi di Berlusconi, quasi obbligato a fargli causa, visto che in TV si era dichiarato soddisfatto dell'accordo, non scandalizza nessuno. L'evasione di Berlusconi, messo che esista, è ampiamente compensata dalla cassa integrazione che, a differenza di tutte le aziende delle dimensioni di Mediaset, non ha mai richiesto.

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Ven, 16/08/2013 - 11:28

@ABU NAWAS l'annullamento della sentenza non è possibile. Potreste, però, raccogliere le firme e se la metà degli italiani + 1 è a favore di berlusconi si può chiedere di rivedere qualcosa ed iniziare un iter burocratico. Siete troppo pochi per chiedere, ma abbastanza per ubbidire alla legge. A meno che per voi non è tutto un gioco per passare il tempo

gionaelabalena

Ven, 16/08/2013 - 11:32

Berlusconi, ma cosa fai? Un grande della Storia, il Cesare dinanzi al Rubicone, si sarebbe mai lasciato umiliare così da un vegliardo comunista, lui sì sconfitto dalla Storia? Sù, Silvio, forza, liberati da quel maledetto Gianni Letta. E, se c'è da morire, muori da coraggioso, sul campo: martire della libertà. "Affanculo" i giudici e l'infido Napolitano, vera causa insieme a Letta (lo Zio) delle tue sciagure. Ormai devi combattere per la memoria che di te sarà tramandata ai posteri: giammai un piagnucolone graziato ma contrito e perdente

battistafesta

Ven, 16/08/2013 - 11:40

La volete imparare o no questa semplice parolina? D E F I N I T I V A . La condanna che certifica SB quale pregiudicato, delinquente è DEFINITIVA. Niente e nessuno la può o potrà rimuovere. Grazia o non grazia. Prima ve ne farete una ragione e meglio sarà per voi.

handy13

Ven, 16/08/2013 - 11:40

...gli errori si pagano,..gli abbiamo dato 20 anni x cambiare la magistratura,...NON lo ha fatto,...(o potuto o voluto o deciso)

@ollel63

Ven, 16/08/2013 - 11:42

Caro Berlusconi, non puoi stare con chi vuol farti fuori. E non credere minimamente alla sirena infida comunista del colle. Strappa tutto, non ti meritano, lascia che affoghino. Non ti curar di loro, sono la causa della catastrofe dell'Italia. Non li salverà il tuo sostegno: affogheranno comunque. Solo a con te riusciremo a tornare a riva. RICOMINCEREMO PIU' FORTI Di PRIMA. Meglio liberarsi subito della zavorra sinistra, loro sì, da soli, non sapranno che fare, non hanno cervello, ma fame dei soldi degli italiani (il popolo sinistro che si lascia incantare non sa che finirà con la testa vuota fracassata sugli scogli).

Stella

Ven, 16/08/2013 - 11:56

Se Berlusconi chiede la grazia significa ammettere la sua colpevolezza e confermare la sentenza che invece il suo avv. Prof. Coppi ritiene infondata come pare tutte le altre accuse processuali. Fossi in lui non la chiederei, costi quello che costi! O si è colpevoli oppure innocenti. Se come lui stesso dice è innocente perchè mai dovrebbe chiedere la grazia? Se lo condanneranno ingiustamente può sempre fare il leader di Forza Italia anche fuori dal parlamento oppure in carcere. Ma nessuna grazia da un "potere" scandalosamente corrotto del quale Napolitano è il Capo fingendo di non accorgesene. Altro che Egitto! Quì dovremmo fare una rivoluzione! E' inammissibile accettare una "giustizia" che tutto è fuorchè giustizia!

Azzurro Azzurro

Ven, 16/08/2013 - 12:10

@ Youlbrinner...ciao come stai? @ Luigi Piso.....ti avevo risposto sulla scuola nel 3d dove mi scusavo ma pare sia introvabile (il 3d). Come stai?

Azzurro Azzurro

Ven, 16/08/2013 - 12:14

questa cosa della grazia non mi sembra reale. O ricorre alla corte europea per evidenti irregolarita' al processo, o va ai domiciliari. E poi con ruby e altri che fa? Io ricorrerei sempre alla corte europea, sono tutte sentenze pilotate da giudici di parte. Ma a parte la guerra civile in atto, io non ho capito quali sarebbero le proposte del pd per fermare il debito e avviare la ripresa. Qualcuno me le vorrebbe spiegare?

@ollel63

Ven, 16/08/2013 - 12:16

yulbrynner chi? Il venditore e applicatore di fette di prosciutto ai sinistrati?

Libertà75

Ven, 16/08/2013 - 12:24

La Grazia segue il deposito della sentenza, quindi prima si fa ricorso di revisione del processo e poi si deciderà se Strasburgo o la richiesta di Grazia. E' ovvio che un caso esclude l'altro.

chinawa58

Ven, 16/08/2013 - 12:26

X @il corvo,@luigipiso,state pur certi Berlusconi non CHIEDERA' mai la grazia per fare contenti dei scemi come voi e tutti quei comunisti di merda da Napolitano ai più fessi Epifani,Bersani,D'Alema e tutta quella stampa che freme per una sconfitta morale e indegna postrandosi a supplicare o leccare il culo a Napolitano perchè gli concedi qualsivoglia salvacondotto.Dubito che sarà di comprendonio ai sx ma l'uomo è abbattuto ma non morto e fin quando scorre sangue nelle vene credo e spero tanto che lui lotterà in tutti i luoghi opportuni al fine di ribaltare la ingiusta sentenza,e scusatemi se non è poco ma dovranno un giorno i Magistrati spiegare la diversità di trattamento ad altri per la stessa motivazione "frode fiscale".

Efesto

Ven, 16/08/2013 - 12:50

Sulla sentenza di condanna del Presidente Berlusconi corre un incredibile fiume di ipocrisia. Tutti, ma proprio tutti sappiamo che le sentenze non rappresentano la verità, sono solo l'applicazione della legge, o meglio, della interpretazione della legge. La verità è un'altra cosa. L'ipocrisia della nostra sinistra sta quindi nel dire che il Presidente ha rubato e che la verità è stata sancita dalla sentenza che va rispettata. Tutto falso in via di logica perchè ciò che conta sulla persona è il giudizio morale che non può adagiarsi alle redazioni delle sentenze (magari di Esposito sic!!). Circa 10 milioni di italiani decidono diversamente dai criteri della sentenza di condanna perché sentono "puzza di bruciato" sui procedimenti attraverso cui questa verrà ad essere operativa. E questi sono giudizi morali. Ma è sui giudizi morali che si attestano le preferenze elettorali. Il Presidente Berlusconi fa benissimo a puntare sulle opinioni e non sulle cosiddette verità giuridiche per le quali venne condannato persino Cristo.

Ritratto di bergat

bergat

Ven, 16/08/2013 - 13:20

Si Berlusconi chieda la grazia per Esposito che altrimenti è un uomo morto. Sia clemente, lui, novello presidente della repubblica

Ritratto di IoSperiamoCheMeLaCavo

IoSperiamoCheMe...

Ven, 16/08/2013 - 13:26

@efesto Le vorrei far notare che se la valutazione sulla moralità di una persona nello specifico Silvio Berlusconi venisse valutata sulla base del suo criterio allora le vorrei far notare che in Italia alle ultime elezioni gli italiani aventi diritto al voto erano all'incirca 47 milioni e di questi 37 milioni non hanno votato per Berlusconi e il PDL parliamo quindi, nel suo modo bizzarro di ragionare, che il 61% degli italiani aventi diritto al voto ritengono Berlusconi un immorale. Ognuno ha una sua opinione personale su Berlusconi. Purtoppo o per fortuna la sentenza passata in giudicato non puo' essere cancellate, cio' significa che Berlusconi senza la grazia dovrà scontare l'anno di pena che gli é stato inflitto, scegliendo la via che ritiene piu' opportuna. Quindi l'unica possibilità é la grazia. Poi esiste il problema della legge Severino che ne dichiara l'incandidabilità alle prossime elezioni ma questo verrà discusso dal parlamento nelle prossime settimane.

Libertà75

Ven, 16/08/2013 - 13:54

@luigipiso, guardi che una sentenza definitiva non può essere annullata, tuttavia può essere rivista (ad esempio per errore materiale), legga qualcosa in merito invece che fare sempre confusione come è al suo solito

Pedrino

Ven, 16/08/2013 - 14:42

Hanno condannato il nostro presidente? Fa niente, se andrà ai domiciliari faremo le manifestazioni nel cortile di Arcore!!

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Ven, 16/08/2013 - 14:54

Fa bene Sallusti a cercare di tenere alto il morale delle poche truppe rimaste,ma purtroppo non c'e' nessuna partita,nessuna carta da giocare,niente di niente.Domandare la grazia e' un conto ed il PdR non puo' far discriminazioni di alcun genere nel non valutarla,per cui nella sua nota riepiloga la proceduraa poi?esistono i presupposti per concederla?ad oggi no e domani anche di fronte ad una campassionevole scusa,resterebbero altri processi ed altre condanne a fare da scoglio insormontabile.Piuttosto se volesse battagliare B. sarebbe senza armi,la maggioranza del parlamento applichera' la l.severino,le elezioni non ci saranno,un altro governo o un altro pdr sarebbero anche peggio.La verita' e' che la sconfitta elettorale lo ha privato dell' umica arma cioe' il comando,la possibilita' di perdere tempo e rinviare il tutto grazie ai numeri parlamentari che non ci sono piu'.Hai perso e male pure,Se solo avesse realizzato il 10% di quanto blaterato oggi sarebbe lui al quirinale,ma non ha voluto,non gli interessava,per cui oggi paga e con gli interessi

19m77

Ven, 16/08/2013 - 15:11

Per Libertà75. Vorrebbe, per favore, chiarire il concetto di rivisitazione della sentenza? Sn giorni che lei lo va dichiarando senza entrare mai nel dettaglio! Come può una sentenza( nello specifico la sentenza Mediaset) essere rivista? Grazie apprezzerei molto leggere l'analisi di un docente di diritto quale lei sembra essere!!

pastello

Ven, 16/08/2013 - 15:17

Nel bene e nel male,a destra e sinistra si parla di Berlusconi, sempre di Berlusconi. Il miglior politico italiano e non del dopoguerra. I sinistri? Bisogna capirli, cosa passa il loro convento? Castagnetti, Pisicchio, Livia Turco, Giovanna Melandri, il futuro vicepresidente dell'Arci di Bettola ecc. Poverino bisogna capirli....

pastello

Ven, 16/08/2013 - 15:24

Fuori tema. Cari bambini oggi dovrete risolvere un probleminmo facile facile. Un politico italiano di sinistra ha acquistato un terreno in Umbria per coltivarvi la vite. Quanto gli è costato? Il più bravo riceverà in premio una bottiglia di vino pregiato.

disalvod

Ven, 16/08/2013 - 15:30

PURTROPPO,ILL.MO CAVALIERE BERLUSCONI,LEI HA CERCATO DI RIMODERNARE QUESTO PAESE,HA CERCATO DI FARE TANTE COSE CHE POI NON GLI SONO STATE PERMESSE ED ALLA FINE ANCHE LEI FORSE AVREBBE DOVUTO SEGUIRE L'ESEMPIO DI TANTI POLITICI E NON:BENE QUI LATUIT,NENE VIXIT.COLUI CHE VISSE BEN NASCOSTO VISSE BENE.

Ritratto di IoSperiamoCheMeLaCavo

IoSperiamoCheMe...

Ven, 16/08/2013 - 15:36

@19m77 non sono un espertzo di legge e la sentenza non puo' essere rivisitata ma é possibile impugnarla qualora risultassero vizi di forma o emergessero nuove prove a favore di Berlusconi che annullerebbero le prove usate nella sentenza di condanna.

gedeone@libero.it

Ven, 16/08/2013 - 16:00

Presidente, in un'intervista lei disse di avere una concezione eroica della vita ed è in queste situazioni che si distingue un vero Uomo. Io le ripeto: beva fino in fondo l'amaro calice. Non faccia alcuna istanza di grazia e non accetti nulla di quello che propone la (in) giustizia Italiana, accetti anche il carcere se necessario. Dica all'avv. Coppi di proporre ricorso alla Corte di Giustizia Europea. I Giudici internazionali salteranno sulle loro sedie nel constatare che l'hanno condannata senza prove. Solo così potremo vincere le prossime elezioni con una larga maggioranza ed intraprendere le riforme necessarie per il bene del'Italia e per battere l'impero del male definitivamente.

Ritratto di Dark Angel

Dark Angel

Ven, 16/08/2013 - 16:42

Non ho letto da nessuna parte che la grazia, qualora concessa, potrà essere revocata in casi di condanna per delitto non colposo nei successivi 5 anni. De Gregorio ha già patteggiato...

Ritratto di nestore55

nestore55

Ven, 16/08/2013 - 16:44

albertplus...No, errore..Voi komunisti siete "le palle"...e che palle!!! State strufugliando gli zebedei delle persone per bene da almeno 60 anni, e ancora siete convinti della superiorità vostra e delle masse!!! Persi e perdenti...nulla di più...E.A.

Ritratto di nestore55

nestore55

Ven, 16/08/2013 - 16:51

yulbrynner...copio ed incollo "......x me che sono una persoan di alto livello e valore morare e umano uomini del genere non piacciono"...A bello, a yulbrynner!!!!Chi si loda s'imbroda....Impari l'italiano, impari ad usare una tastiera,poi torni...e cerchi di essere un pochino più umile...non guasterebbe alla sua scarsa immagine....E.A.

ilbarzo

Ven, 16/08/2013 - 17:32

Berlusconi,a mio avviso,chiedere la grazia sarebbe una enorme cazzata.Spero proprio che non Lo faccia,poiche' sarebbe come offrire la Sua testa in un piatto d'argento ai comunisti della peggiore specie.

yulbrynner

Ven, 16/08/2013 - 18:19

x nestore... ultima corsa .. aspettavo al varco il solito baluba di turno... io conduco una vita morigerata e molta gente mi apprezza caro il mio nestore.. chi si loda s'imbroda e un detto inventato da persona inutile e invidiosa.. mi conosci? no.. allora cazzo giudichi.. giudica quando conosci. se mi conoscesi lo diresti pure tu che umanamente e moralmente sono una persona unica.

yulbrynner

Ven, 16/08/2013 - 18:23

x il professor nestore non ci arrivi a capire che sono errori di tastiera eh? bhe da uno che giudica le persone senza conoscerle, nonpoteva essere altrimenti.. fra i due chi si loda sei tu.. io non mi permetto di giudicare chi non conosco..tu si.. non conosci la mia vita il mio passato le mie scelte di vita e cio che faccio x il mio prossimo .. ma cosa vuoi giudicare... nestore ultima corsa.

Ritratto di mark 61

mark 61

Ven, 16/08/2013 - 18:25

Ogni persona con un pizzico di moralità chiederebbe scusa dopo aver ammesso di aver truffato il fisco solo dopo potrebbe pretendere di avere una qualche possibilità di grazia DISONESTO sempre

Stingone Antonio

Ven, 16/08/2013 - 18:28

A mio parere Berlusconi non deve chiedere la grazia. Potrebbe ottenerla e così da perseguitato diventa un privilegiato. Che sconti la pena che ingiustamente gli è stata inflitta. Sarà la nostra rabbia e quella degli italiani desiderosi di libertà a portare ancora una volta il centrodestra, quando si voterà, ad una vittoria tale da lasciare la sinistra e i sinistri frastornati e scornati.

Ritratto di andrea626390

andrea626390

Ven, 16/08/2013 - 18:45

In Italia c'è una folla di colpevoli che ogni giorno chiede e non ottiene la grazia. Tra loro ci sono delinquenti meno delinquenti di Berlusconi e altri che lo sono di più, ma che stanno davvero in galera. Solo i giornali della casa si comportano come se Berlusconi stesse per essere rinchiuso ad Alcatraz, come se non fosse stato condannato per un'accertata frode allo Stato, come se non avesse davanti i domiciliari ad Arcore o l'assegnazione ai servizi sociali, come se non gli fosse stata assicurata anche l'agibilità politica mentre sconterà la pena, come se fosse il conte di Montecristo, ingiustamente e vilmente segregato tra i topi, a contatto diretto col bugliolo e i fetori, le cimici, i pidocchi, la barba lunga e il cerone che cola sul lifting disfatto.

Ritratto di jasper

jasper

Ven, 16/08/2013 - 21:16

Il coraggio non è l'unica virtà, ma è la virtù senza la quale tutte le altre non valgono un fico secco. Se lo ricordi Berlusconi. Vada in carcere poi potr`uscire a testa alta da martire e perseguitato. Mai vare la vittima o del vittimismo con i compagni.

Ritratto di jasper

jasper

Ven, 16/08/2013 - 21:21

Sin ricordi Berlusconi che più di 10 milioni dei suoi fedelissimi lo guardano e aspettano un suo ordine. Una bella dittatura si può mettere in piedi con molto meno gente. E non si dovranno fare prigionieri questa volta.

Ritratto di jasper

jasper

Ven, 16/08/2013 - 21:24

Ti sbagli : si deve aver rispetto per l'avversario, mentre non si deve aver per il nemico. Il nemico va annientato. Soffre meno. E' la maggior forma di rispetto.

Ritratto di Falco1952

Falco1952

Ven, 16/08/2013 - 22:49

Non chiedere la grazia ai tuoi carnefici Silvio,non aspettano altro,mostra il petto ai pusillanimi.

Ritratto di jasper

jasper

Sab, 17/08/2013 - 12:12

Mai fare la vittima o del vittimismo con i compagni. Darebbe loro una grande soddisfazione. Vada dentro da perseguitato e da martirizzato. Solo così potrè sconfiggere le eine rosse all a prossima tornata elettorale. Poi si dovranno dare colpi di grazia senza fare prigionieri. Nel frattempo Berlusconi si faccia dare dal suo amico Putin tutte le informazioni possibili e immaginabili raccolte dal KGB sui compagni italioti da poterli cucinare poi a dovere dal primo all'ultimo come si conviene.

tonipier

Sab, 17/08/2013 - 16:50

" L'USO POLITICO DELLA GIUSTIZIA NON E' PIU' ACCETTABILE" I rimedi contro il dolo del GIUDICE. I rimedi di falsità ricorrono nei casi di distorta preordinazione di materiale probatorio ad opera del giudice o di preordinata omissione della documentazione di elementi di fatto rilevanti in giudizio. Più specificamente ricorrono allorquando il giudice, nell'esercizio delle sue funzioni, forma in tutto od in parte un atto falso od altera un atto vero (falso materiale di cui all'art. 476 C.P.). Oppure allorquando il magistrato, ricevendo o formando un atto nell'esercizio delle sue funzioni, attesta falsamente che un fatto è stato da lui compiuto o è avvenuto in sua presenza, o attesta come lui ricevute dichiarazioni a lui rese, ovvero omette od altera dichiarazioni da lui ricevute (falsità ideologica di cui all'art. 479 C.P.).

NINO.RODO

Dom, 18/08/2013 - 09:13

Detenuto S.B. L’eroe romantico. Se io fossi Silvio vorrei andare in galera. Poi mi farei venire a far visita da Capi di Stato, di Governo, V.I.P di oggi e del passato. Ci dovrebbe essere anche una fila di italiani che, ogni giorno nelle ore di ricevimento, vogliono venire a farmi visita. Una fila che aggiunta alle celebrità imbarazzi il Palazzo. Se la grazia non arriva nel frattempo, ma non la chiederei mai, passerei un anno a scrivere “Le mie prigioni” -come S.P.- un libro denuncia sugli ultimi venti anni politici in Italia. Non farei mai cadere il governo, per salvare l’Italia e non ammetterei mai neanche nessuna colpevolezza per salvare la mia dignità. Poi al termine della condanna troverei un milioncino di simpatizzanti all’uscita del carcere dove farei un bel discorso di ringraziamento e di riflessioni. Il tutto da uomo moderato e saggio. A quel punto resterebbe solo l’ineleggibilità. Al momento giusto andrei alle urne, metterei come mio sosia la Santanché, sia perché è donna, è intelligente, è bella, è fedele ed ha le palle. Direi che lei sono io, ci sono io a guidare il futuro governo anche se non lo posso fare in prima persona grazie a chi sapete. Chiederei il 51% agli Italiani che questa volta me lo daranno. L’Amore vince sempre sull’odio. Auguri. N.R.

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Dom, 18/08/2013 - 11:31

La "cultura" che domina il Paese é quella della fogna: vile, ignorante, ottusa e violenta. Non si spiega altrimenti come si possa lasciare il Paese in mano agli emuli di Jagoda, Ezov e Beria, scorie della umanitá, escrementi indicati dalla Storia, abili a inventarsi ogni pretesto per scatenare tutta la violenza necessaria per eliminare qualunque dissidenza al loro "stato burocratico totalitario, mafioso e parassita sopra la pelle dei Lavoratori" e salire nella sua tetra gerarchia di potere ... Dalla caduta del Muro in tutto il Mondo sono 23 anni che dura la repressione poliziesca e la incontenibile deriva nel Paese ... Le menti della massa sinistrate dalla menzogna e piú che altro la delinquente ottusitá dell´apparato burocratico non hanno convenienza a comprendere la realtá e censurano la evidenza dei fatti di un Paese soffocato nelle sue forze vitali e ridotto allo stremo dalla insaziabile e irrefrenabile ferocia del cancro parassita. Quello che questi dementi faticano a comprendere (inutile appellarsi al traino di una crescita a livello mondiale, che tra l´altro non é mai venuta meno, quando il Paese dilaniato dal cancro terminale perde di competitivitá e vitalitá a vista d´occhio appunto nel mercato globale) é che non ci sono vie di uscita: o con il coraggio della Veritá e di scelte razionali coerenti o molto piú probabilmente con la violenza del Default, a cui spinge la demenza dell´autoritarismo domiante, anche in Italia sará abbattuto il Muro di Berlino dello "stato burocratico totalitario, mafioso e parassita sopra la pelle dei Lavoratori", quel Muro della vergogna, caduto in tutto il Mondo insieme alla sua "menzogna comunista sopra la pelle dei Lavoratori", anche nella ex Cina di Mao.

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Dom, 18/08/2013 - 11:32

La "cultura" che domina il Paese é quella della fogna: vile, ignorante, ottusa e violenta. Non si spiega altrimenti come si possa lasciare il Paese in mano agli emuli di Jagoda, Ezov e Beria, scorie della umanitá, escrementi indicati dalla Storia, abili a inventarsi ogni pretesto per scatenare tutta la violenza necessaria per eliminare qualunque dissidenza al loro "stato burocratico totalitario, mafioso e parassita sopra la pelle dei Lavoratori" e salire nella sua tetra gerarchia di potere ... Dalla caduta del Muro in tutto il Mondo sono 23 anni che dura la repressione poliziesca e la incontenibile deriva nel Paese ... Le menti della massa sinistrate dalla menzogna e piú che altro la delinquente ottusitá dell´apparato burocratico non hanno convenienza a comprendere la realtá e censurano la evidenza dei fatti di un Paese soffocato nelle sue forze vitali e ridotto allo stremo dalla insaziabile e irrefrenabile ferocia del cancro parassita. Quello che questi dementi faticano a comprendere (inutile appellarsi al traino di una crescita a livello mondiale, che tra l´altro non é mai venuta meno, quando il Paese dilaniato dal cancro terminale perde di competitivitá e vitalitá a vista d´occhio appunto nel mercato globale) é che non ci sono vie di uscita: o con il coraggio della Veritá e di scelte razionali coerenti o molto piú probabilmente con la violenza del Default, a cui spinge la demenza dell´autoritarismo domiante, anche in Italia sará abbattuto il Muro di Berlino dello "stato burocratico totalitario, mafioso e parassita sopra la pelle dei Lavoratori", quel Muro della vergogna, caduto in tutto il Mondo insieme alla sua "menzogna comunista sopra la pelle dei Lavoratori", anche nella ex Cina di Mao.

Ninoscivoletto

Lun, 19/08/2013 - 01:30

Resisti per esistere. Caro Silvio dopo la dichiarazione di GIORGIO PONZIO " NApilatoANO" i poteri forti che non hai saputo o voluto combattere, tenteranno l'ultimo assedio. Gli Italiani,ben oltre 10 milioni, ti seguiranno . Tutti hanno capito che la riforma della giustizia e' la madre di tutte le riforme. Non farti trascinare da chi vuole la tua ammissione di colpa per utilizzarla come aggravante nei prossimi processi. La grazia per uno statista vale solo se concessa. Avanti ITALIA FORZA tutta.