La patrimoniale c'è già: vale 40 miliardi

Tasse sui risparmi e sul mattone, nel mirino i nostri capitali. L'ira di Capezzone (Fi): "Così si vanifica il taglio dell'Irpef"

Roma - Fino al 40% dei guadagni da risparmi d'ora in avanti se ne potrà andare in tasse e imposte. Il giro di vite del governo Renzi - al momento primo e unico - avrà effetti ben più pesanti sulle tasche dei contribuenti italiani rispetto a quelli immaginati e ci porterà dalle ultime alle prime posizioni nella classifica europea delle tasse sul risparmio.

Una tassazione al 26% sulle rendite finanziarie, non significa che la pressione fiscale si fermerà su questa soglia. Il Sole24ore ha messo in fila tutto quello che già grava sui risparmi e anche le novità. Ad esempio, un aspetto passato un po' in sordina come l'applicazione della stessa aliquota delle rendite finanziarie, il 26%, alle plusvalenze, cioè dei guadagni da capitale quando si cedono i titoli. Erano da poco passati dall'11 al 20 per cento.
Oltre all'imposta aumentata dal governo, restano tutti gli altri tributi. La Tobin Tax, il bollo e l'Ivafe per gli investimenti esteri. Poi la ritenuta sul deposito o sui titoli di stato. In tutto, su un deposito in azioni da 50mila euro che ha dato dividendi per 1.500 euro - è l'esempio riportato dal quotidiano economico - se ne andranno 540 euro. Il 36% del dividendo se lo prende il fisco e in caso di rendimenti più bassi, la percentuale sale fino al 40%.
Si dirà, eravamo il fanalino di coda delle imposte sul risparmio e ora ci siamo adeguati agli altri paesi europei. Sbagliato. Ancora una volta, l'Italia primeggia per scarsa trasparenza e si distingue per un livello di tasse da fine impero. La media europea è del 25%, ma le imposte sono quasi sempre progressive. Il livello massimo è della Francia, dove le imposte arrivano al 35%.

Unico investimento che il fisco favorisce, quello in titoli di Stato. La differenza con le aliquote delle altre rendite è notevole. La tassazione sulle cedole resta, per il momento, al 12,5% e questo, secondo gli operatori, sta creando una disparità e costringerà i risparmiatori a indirizzarsi verso investimenti improduttivi.
Per i conti pubblici è invece una buona notizia. Più investimenti privati sul debito pubblico significa una maggiore facilità nel collocare i titoli di Stato e quindi in tassi ancora più bassi. Poi gli effetti sulle entrate del fisco.
Gli investimenti finanziari sono ormai una voce importantissima del bilancio pubblico e hanno conosciuto un aumento simile a quello già sperimentato delle imposte sulla casa che nel 2014, secondo le famose stime di Confedilizia, arriveranno a 23-27 miliardi. Quelle sui risparmi sono passati dai 6,7 del 2011 ai 17,5 miliardi del 2013.

Di fatto una patrimoniale da 40 miliardi che colpisce ogni possibile forma di risparmio delle famiglie, dal mattone, ai fondi di investimenti ad azioni e titoli di Stato. Con il nuovo giro di vite di Renzi, si aggiungeranno altri 2-3 miliardi di euro.
«Siamo già oltre la patrimoniale da 40 miliardi invocata per anni dalla sinistra», protesta Daniele Capezzone, presidente della commissione Finanze della Camera ed esponente di Forza Italia. Il riferimento è appunto alla somma tra le tasse sul risparmio e quelle sul mattone, anche alla luce dalla stima fatte ieri da uno studio Federconsumatori-Creef, secondo le quale, per altro, la nuova Tasi si prospetta «come una vera e propria simil-Imu» che colpirà anche cinque milioni di famiglie che prima non pagavano l'imposta.

Il combinato disposto della Tasi e dell'aumento della tassazione sulle rendite finanziarie annunciato dal governo, secondo Capezzone, «rischia di vanificare il positivo sforzo per rimettere 10 miliardi di euro nelle tasche di 10 milioni di italiani». Se le famiglie devono mettere in conto le nuove tasse per casa e risparmi, non ci sarà nessuna ripresa dei consumi.


Commenti

cicero08

Mar, 18/03/2014 - 08:39

Ah è tornato Capezzone! Sarà per questo che Renzi sprizza gioia da tutti i pori....

fedele50

Mar, 18/03/2014 - 08:41

renzino sputazzino non eletto ma catapultato li dal vecchio nappoletano golpista a gogo, non farà mai ciò che ha promesso, ma esattamente il tutto, contrario di tutto, tasse tasse tasse,PAROLA AL POPOLO PLEASE, VOTRAREEEEEEEEEEEEEEEEEEEE

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mar, 18/03/2014 - 08:44

una patrimoniale fatta sulla pelle dei poveri! ecco cos'è! e non tagliano minimanente le spese pubbliche, come quello degli sprechi, i vitalizi d'oro dei senatori e deputati, il costo della manutenzione del quirinale, ecc!

beppechi

Mar, 18/03/2014 - 08:55

quindi secondo Signorini per evitare le imposte gli italiani si orienteranno "verso investimenti produttivi". Saranno stupidi gli italiani a fare come quel tale che per fare dispetto alla moglie si è tagliato gli attributi, o è il brillante articolista che, in quanto giornalista, non capisce una sega?

Ritratto di stenos

stenos

Mar, 18/03/2014 - 09:19

Scoperta l'acqua calda 2. Dove volete che il pupazzo prenda i soldi se non taglia in modo spietato? Dalla tasche degli italiani imbecilli. Ti da 10 euro in busta paga e se ne prende 250 di tasse su risparmi e casa. E gli imbecilli correranno pure a votarlo.

marcoghin

Mar, 18/03/2014 - 09:19

W EL LEON! VENETO SOVRANO!!

@ollel63

Mar, 18/03/2014 - 09:23

sarà il fallimento dell'Italia. Niente risparmi, niente investimenti, niente soldi in banca. Le banche non avranno denari da dare alle imprese, fallimenti a catene per banche e imprese. Niente imprese niente lavoro, niente lavoro niente consumi. I BARBARI COMUNISTI SON PEGGIORI DEGLI UNNI DI ATTILA: NON LASCIANO CRESCERE NEMMENO L?ERBA. Ma non sanno che i primi a morire saranno proprio loro, l'esercito acefalo dei votanti comunisti. La demenza dei sinistri è questa.

Ritratto di PELOBICI

PELOBICI

Mar, 18/03/2014 - 09:27

beppechi, evidentemente non ha capito nulla

gneo58

Mar, 18/03/2014 - 09:31

perché qualcuno aveva dei dubbi ? - si sa come vanno le cose, ti do 10, mi prendo 20, logicamente tutti gli averi di chi comanda e dei loro amici sono ben al sicuro da qualsiasi manovra, anzi, piu' si va avanti e piu' le loro tasche si gonfiano - buffoni

vince50_19

Mar, 18/03/2014 - 09:33

Mi pare più che ovvio che la regola permanente di certa sinistra sia il tassa (il ceto medio) e spendi (per gli amici/compagni). Di quello che dice Capezzone (un altro "falso scopo" su cui scaricare il solito viscidume di chi evita di guardare nel concreto la situazione attuale) non me ne può importar di meno, semmai quello che enuclea il sole 24 ore mi sembra un discorso fuori da ogni dubbio. Che poi questa "tassatio" trovi anche daccordo la gallina stagionata amburghese che parte da un presupposto diverso ma con un fine che unisce entrambi, ovvero spennare una certa classe della società italiana per fini diversificati, mi pare più che evidente. E soprattutto è importaante far litigare fra loro le varie classi sociali italiane mentre i soliti noti continuano ad agire indisturbati a mettere le mani in tasca e prelevare, un pizzico qua, un pizzico là.. E già.. Però non si toccano i grossi calibri (banche, multinazionali, assicurativi, industriali e compagnia urlante) perchè se quelli s'incazzano il para massone (così lo definisce il massone Magaldi) Renzi finisce nel mattatoio, non si toccano quelli troppo piccoli perchè presumono siano dalla loro parte. Come disse Tancredi al vecchio don Fabrizio ne Il gattopardo.. "cambiare tutto perchè nulla cambi". Ha fatto questa citazione persino il presidente della repubblica! Una presa, in questo caso, per i fondelli bell'e buona. Saluti

vince50_19

Mar, 18/03/2014 - 09:34

Mi pare più che ovvio che la regola permanente di certa sinistra sia il tassa (il ceto medio) e spendi (per gli amici/compagni). Di quello che dice Capezzone (un altro "falso scopo" su cui scaricare il solito viscidume di chi evita di guardare nel concreto la situazione attuale) non me ne può importar di meno, semmai quello che enuclea il sole 24 ore mi sembra un discorso fuori da ogni dubbio. Che poi questa "tassatio" trovi anche daccordo la gallina stagionata amburghese che parte da un presupposto diverso ma con un fine che unisce entrambi, ovvero spennare una certa classe della società italiana per fini diversificati, mi pare più che evidente. E soprattutto è importaante far litigare fra loro le varie classi sociali italiane mentre i soliti noti continuano ad agire indisturbati a mettere le mani in tasca e prelevare, un pizzico qua, un pizzico là.. E già.. Però non si toccano i grossi calibri (banche, multinazionali, assicurativi, industriali e compagnia urlante) perchè se quelli s'incazzano il para massone (così lo definisce il massone Magaldi) Renzi finisce nel mattatoio, non si toccano quelli troppo piccoli perchè presumono siano dalla loro parte. Come disse Tancredi al vecchio don Fabrizio ne Il gattopardo.. "cambiare tutto perchè nulla cambi". Ha fatto questa citazione persino il presidente della repubblica! Una presa, in questo caso, per i fondelli bell'e buona. Saluti

Ritratto di marino.birocco

marino.birocco

Mar, 18/03/2014 - 10:28

L'ira di Capezzone . Capezzone CHI ?

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Mar, 18/03/2014 - 10:30

PAGATE ITALIANI, PAGATE PER MANTENERE L'EURO E FAR SI' CHE I MASSONI DEL NUOVO ORDINE VOSTRI PADRONI SI COMPRINO L'UCRAINA SENZA STAMPARE ALTRE FIGURINE ILLUSTRATE DELLA BCE S.P.A. CONTINUATE A LAVORARE PER LORO, INVESTIRE PER LORO, PRODURRE PER LORO. AD UNA CAMICIA DI UN EURO VIENE APPLICATA L'IVA AL 22% AL CLIENTE, AL COMMERCIANTE DOVRA' PAGARE L'IRE SUL GUADAGNO SULLA CAMICIA CIRCA IL 36%, QUELLO CHE RESTA AL COMMERCIATE LO INVESTE IN UN FONDO DI RISPARMIO E LO STATO GLI PRENDE ANCORA IL 26%, FATE LA SOMMA E' CAPIRETE QUANTO SIETE STUPIDI E BABBEI A MANTENERE IN VITA UN SIMILE MOSTRO.

Giorgio1952

Mar, 18/03/2014 - 10:32

Per cortesia scrivete dati corretti, in Francia vengono applicate aliquote progressive sui redditi da capitale fino al 45%, più una potenziale sovrattassa del 3 o 4%, nel Regno Unito si va dal 10 al 37,5%, in Spagna dal 21% al 27%, in Germania è del 26,375% dove se ti beccano ad evadere si va in galera vedi Uli Hoeness. In Usa la pressione fiscale è molto più bassa che in Italia, ma per lo stesso motivo tedesco se frodi il fisco vai in galera!!!

Ritratto di dbell56

dbell56

Mar, 18/03/2014 - 10:35

I politici messi lì a comandare da noi, sono riusciti a distruggere l'economia fiorente della ex sesta potenza economica mondiale! Aspettiamoci sempre di peggio!!!

Ritratto di mvasconi

mvasconi

Mar, 18/03/2014 - 10:38

Egregio stenos, non posso che concordare. Anzi, forse lei pecca di ottimismo... La differenza tra Renzi e Monti consiste nella simpatia, non nel metodo.

Libertà75

Mar, 18/03/2014 - 10:45

allora le tasse sulla casa sono una patrimoniale e non ci piove, ma quelle sul capital gain sono normale tassazione di rendita e non è una patrimoniale. Semmai, va valutato quanto sia l'utile netto in termini percentuali e visto se superiore o meno al tasso di inflazione... insomma non saranno 40 ma probabilmente 35

bruno49

Mar, 18/03/2014 - 11:04

#stenos: intanto non sono 10 euro in busta paga ma di più; e i 250 euro che ti toglierebbe come li ha calcolati? Comunque, al di là dei numeri in libertà, certamente chi dovesse prendere qualcosa in busta paga non è lo stesso che dovrà pagare per risparmi e casa, per un semplice motivo: chi è talmente povero da meritare qualche euro in più, non ha né risparmi, né casa.

bruno49

Mar, 18/03/2014 - 11:13

Certo che Capezzone ha qualche timore. Da radicale poveraccio che era, ora ha fatto un bel gruzzolo, mettendosi con Berlusconi

bruno49

Mar, 18/03/2014 - 11:17

#Dragon_Lord: 36% di IRE sulla camicia di cui il commerciante dichiara l'incasso, sicuramente sì, ma sull'incasso non dichiarato sicuramente no. Io su quello che guadagno pago sicuramente quel 36%, perché non sfuggo.

unosolo

Mar, 18/03/2014 - 11:27

è ritornato , bene , ora presenti una legge che non tocchi le pensioni dei lavoratori e che allinei le ritenute IRPEF dei parlamentari e tutti coloro esenti alle varie scale di ritenuta , non può essere legale la differenza tra chi produce ricchezza e chi se la mangia , le tasse e le ritenute devono valere per tutti nessuno escluso che esso sia il capo dello Stato o il mendicante .

bruno49

Mar, 18/03/2014 - 11:31

Vedo che in moltissimi commenti ad ogni articolo pubblicato da "Il Giornale" vi sono denunciati a buon diritto tutti i privilegi della casta dei politici e i sacrifici imposti al popolo da quella casta. Ma allora perché vi ostinate a votare per il PDL (o Forza Italia) e per il PD, principali responsabili di questo scempio?

Ernestinho

Mar, 18/03/2014 - 11:43

LACRIME E SANGUE Ho letto che il Governo Renzi ha intenzione di togliere le detrazioni per il coniuge a carico. Naturalmente è un provvedimento che passa in sordina. Si tratta di circa €. 60 mensili da recuperare dal 1° Gennaio 2014! Si è fatta tanta propaganda per l'elemosina degli €. 85 (a chi spetta), ma ciò sarà vanificato dall'eliminazione della detrazione a carico e da altre tasse che sicuramente verranno! Mi ricordo tutti i proclami di Berlusconi (premetto di essere apolitico, mi sento solo italiano) che aboliva l'ICI, ma non fu data importanza all'eliminazione contemporanea della NO TAX AREA. Così la mia famiglia risparmiò circa €. 80 ma ne versò 250 in più. E così altre. Ci prendono sempre in giro! MEDITATE GENTE, MEDITATE!

Ernestinho

Mar, 18/03/2014 - 11:46

LACRIME E SANGUE Ho letto che il Governo Renzi ha intenzione di togliere le detrazioni per il coniuge a carico. Naturalmente è un provvedimento che passa in sordina. Si tratta di circa €. 60 mensili da recuperare dal 1° Gennaio 2014! Si è fatta tanta propaganda per l'elemosina degli €. 85 (a chi spettano), ma ciò sarà subito vanificato dall'eliminazione della detrazione a carico e da altre tasse che sicuramente verranno! Mi ricordo tutti i proclami di Berlusconi (premetto di essere apolitico, mi sento solo italiano) che aboliva l'ICI, ma non fu data importanza all'eliminazione contemporanea della NO TAX AREA. Così la mia famiglia risparmiò circa €. 80 ma ne versò 250 in più. E così altre famiglie. Ci prendono sempre in giro! MEDITATE GENTE, MEDITATE!

Ernestinho

Mar, 18/03/2014 - 11:53

Il Sig. Del Rio tutto si pavoneggiava a "Quinta Colonna" per l'elargizione a pochi fortunati degli €. 85. Non ha detto che a molti non saranno dati. Poteva semplicemente affermare: "Pensionati, disoccupati, piccoli artigiani, esodati, ecc. - STRINGETE LA CINGHIA ANCORA DI PIU'!" E poi vogliono convincere che basta questa elemosina per risollevate l'Italia. Sciocchi sono e sciocchi rimarranno. Poveri noi!

steali

Mar, 18/03/2014 - 11:55

capezzone che si stupisce ..... Ma dovera quando b. reintrodusse l'IMU e aumentò l'IVA al 21%? E quando ci fu la farsa delle dimissioni di massa e l'IVA aumentò al 22%... Dove sono le dsue dimissioni promesse se b. fosse decaduto? Coerenza bananas!!!

Ernestinho

Mar, 18/03/2014 - 11:59

SI SALVI CHI PUO'!

Ritratto di bassfox

bassfox

Mar, 18/03/2014 - 13:02

Capezzone, un altro grande economista? come Brunetta o ancora meglio? come Tremonti? ancora meglio? cavolo, ma di bananas bravi ce n'è... ahhahahahahahahahah

Ritratto di fabiobonari

fabiobonari

Mar, 18/03/2014 - 13:19

Articolo 47 La Repubblica incoraggia e tutela il risparmio in tutte le sue forme; disciplina, coordina e controlla l'esercizio del credito. Favorisce l'accesso del risparmio popolare alla proprietà dell'abitazione, alla proprietà diretta coltivatrice e al diretto e indiretto investimento azionario nei grandi complessi produttivi del Paese.

Ernestinho

Mar, 18/03/2014 - 13:29

X fabiobonari Hai proprio ragione! La Costituzione si dovrebbe o abolire o riscrivere da capo. E' tutta una presa in giro! E poi, si sa, comandano sempre la "casta" ed i suoi accoliti!

Ernestinho

Mar, 18/03/2014 - 13:33

E se la Borsa va male? Da dove prendono il 26% sui guadagni? Rimborseranno il 26% sulle perdite?

Ritratto di fabiobonari

fabiobonari

Mar, 18/03/2014 - 14:48

C'è sempre qualcuno che se la prende con l'EURO. Ma in lire, eravamo esentasse?

Ernestinho

Mar, 18/03/2014 - 15:08

X fabiobonari Con la lira pagavamo tasse ma molte, molte di meno! E non c'erano l'ICI, l'IMU, la TARES ecc. Ed inoltre, a parte le tasse, i prezzi sono più che raddoppiati.