Il Pd vuole lo scalpo di Renzi e spinge l'armata «Barcaleone»

Mentre Bersani è impantanato nella bega quirinalizia alle sue spalle è partita la corsa alla leadership. Dopo il rottamatore ora tocca al ministro della Coesione

Il segretario del Partito Democratico, Pier Luigi Bersani

Mentre Pier Luigi Bersani è impelagato nella partita quirinalizia più aggrovigliata della storia patria, dalla quale fa dipendere le sorti di un suo futuribile governo, alle sue spalle si è già aperto il congresso del Pd.
Matteo Renzi ha per la prima volta fatto capire che, se i tempi della politica lo costringeranno a farlo, è pronto a giocarsi la premiership anche in quella sede. E ora scende in campo, dopo lunga preparazione e qualche incertezza, il ministro Fabrizio Barca. Annuncia - in un denso documento pieno di parole arcane come «catoblepismo» e «mobilitazione cognitiva» - un messaggio chiaro e liberatorio per molti: «Basta ipocrisie, il Pd è un partito di sinistra». Un testo che, dice il renziano Paolo Gentiloni con una punta di ironia, «è un buon punto di incontro tra Oxford e le Frattocchie».
Ma un pezzo dei democrat tira un sospiro di sollievo, e guarda con speranza alla scesa in campo di chi può essere ora investito dell'impegnativo ruolo di antagonista dell'inarrestabile Renzi. Il diretto interessato a dire il vero ci va prudente, conscio di essere entrato in un terreno scivoloso e ricco di trappole, come dimostra uno scambio di tweet con Paola Concia: «Caro Fabrizio il primo giorno che ti iscrivi al Pd sei già candidato segretario?», chiede lei. E lui pronto risponde: «Bollinarmi come candidato segretario è il modo perfido per non discutere del merito. Aiutami a staccare il bollino».
Ma intanto l'arruolamento è già iniziato. «Spero che Barca conti subito tanto nel Partito democratico. Dobbiamo mettere in campo persone credibili, facce che, più che giovani, appaiano nuove e credibili», esulta, con annessa stoccata a Renzi, il presidente della Liguria Claudio Burlando. «Finalmente, grazie a Barca, non è più un tabù affermare che il Pd può avere un futuro solo se diventa esplicitamente una forza di sinistra», si congratula Vincenzo Vita. E anche da Massimo D'Alema arriva una benedizione: «Mi pare che abbia colto bene il fatto che non si governa senza partiti forti. È una visione che profondamente condivido». Prende le distanze la senatrice Roberta Pinotti: Barca è troppo «identitario e ancorato all'evoluzione storica della sinistra», meglio Renzi e la sua proposta «più attuale e lanciata verso il futuro». E l'irrequieto sindaco di Bari Michele Emiliano, si schiera dicendosi «pronto» ad un ticket col sindaco di Firenze.
Renzi non smette di incalzare, e da Napoli (dove ieri ha presentato un libro su Napolitano) manda a dire a Bersani che è ora di «dare risposte in tempi certi», e che «se si vuole fare l'accordo con il Pdl lo si faccia e lo si comunichi». Nel frattempo il suo ambasciatore in casa prodiana, Graziano Del Rio, lancia la candidatura al Colle dell'ex premier, che farebbe saltare i tentativi di intesa col Pdl: «Sarebbe un autogol per il centrosinistra mettere veti su Prodi». Renzi si è incaricato di affondare il nome voluto dagli ex Ppi, quello di Franco Marini: «Non è stato neppure eletto in Parlamento». E sul Quirinale avverte il segretario: «Niente accordicchi, non si barattano sette anni per le prossime settimane». Eppure Pier Ferdinando Casini, che ieri ha incontrato Bersani (che ha consigliato al segretario di accelerare le operazioni ma di «allargare le consultazioni, che non sono un dialogo solo tra noi e il Pdl»), lo ha descritto «cautamente ottimista» sulle possibilità di trovare un accordo con Berlusconi: «È forte interesse di entrambi evitare le elezioni anticipate e l'arrivo di Renzi».

Commenti
Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Sab, 13/04/2013 - 08:16

Branca Branca Branca Leon leon leon! Lione al vento, stiam marciando noi siamo l'armata Brancaleon, leon, leon, leon, leon leon, siamo l'armata Brancaleon! e vediam, vediam vediam!

Ritratto di Coralie

Coralie

Sab, 13/04/2013 - 08:19

Renzi, perche' non dai un taglio netto con " questo PD? " Fai il bel gesto e vieni via! Fonda, per dire, " Italia Democratica " e punta a nuove elezioni". Nell'attuale PD non c'e posto per i giovani con le idee chiare come hai tu. Percio', corri da solo che molti, piu' di quel che pensi, ti seguiranno! Ciao, Matteo.

cgf

Sab, 13/04/2013 - 08:21

votiamo Renzi presidente della Repubblica!!

kihaad

Sab, 13/04/2013 - 08:32

Il PD farà lo stesso giochino del PDL con fratelli d'Italia ovvero Renzi si staccherà dal partito facendo finta di litigare e ne fonderà uno suo per poi riallearsi al PD . Così facendo cercheranno di racimolare i voti anche di una parte del PDL senza però rottamare nessuno nel PD . Fatevi fregare da Renzi.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Sab, 13/04/2013 - 08:45

toh... c'è qualcuno che ci crede veramente, che andremo a votare per la sinistra! mi sa che questo è caduto dal seggiolone con l'elastico legato alla vita, quand'era piccolo....

neta942

Sab, 13/04/2013 - 09:08

Renzi dev rimanere nel PD e ottenerne la segreteria, solo cosi potra aspirare a diventare premier, se pensa di fare un partito esterno al PD , ma alleato dello stesso, sulla falsariga del SEL, stia attento, i voti di centrodestra se li sogna, se non e' lui ad avere in mano il pallino.Attento Matteo

Ritratto di Baliano

Baliano

Sab, 13/04/2013 - 09:24

Altro che "cavallo pazzo" questo qua: Dopo quasi due mesi di escandescenze, gargamella è da internare, è oggi il Pericolo Pubblico numero uno: Per l'Italia. --- Che lo sia anche per il suo partito, non ce ne può fregà de meno, anzi dacci sotto, gargamella, insisti ancora un po'.

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Sab, 13/04/2013 - 09:28

I mammasantissima del PD vogliono lo scalpo di Renzi? Te credo, Gargamella è già stato stato scotennato da Berlusconi!

Gianca59

Sab, 13/04/2013 - 09:59

Patetici questi del PD.... Bersani, TOGLITI DALLE BALLE, NON SAI PIU' CHE PESCI PRENDERE !

sale.nero

Sab, 13/04/2013 - 10:01

Lo so che non sto dicendo nulla di nuovo, voglio solo ripeterlo a chi ha votato PD (Potere Democratico): chi avete votato è solo bravo a distribuire le colpe dell'inefficienza della 'cosa pubblica' ma non a gestirla e risolverla.Per di più chi avete votato è solo bravo a perdere perché soffoca chi capisce qualcosa e vuole cambiare. L'ASSE RENZI BERLUSCONI NON A CASO è DOTATO DELLA STESSA VISIONE POLITICA, MA SU DUE FRONTI DIVERSI. BERLUSCONI TEME RENZI PERCHè è MENTALMENTE LIBERO E POSITIVO.

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Sab, 13/04/2013 - 10:17

Credo che a Renzi converrà chiedere un posto nel PDL perchè da questi sovietici kompagni non otterrà più nulla di buono.

michele lascaro

Sab, 13/04/2013 - 10:27

Avevo scritto ieri qualcosa sui comunisti, gente indegna di svolgere una leale azione politica. Mi dispiace che Renzi debba subire, non meritandolo, l'ostracismo dei suoi compagni di partito. Renzi , a mio parere, è l'unico che possa traghettare un vecchio gruppo di dinosauri verso una moderna socialdemocrazia, accettabile anche da noi di centrodestra, e foriera di un vero sviluppo della nostra Patria.

blackbird

Sab, 13/04/2013 - 10:38

Altro che "impantanato", Bersani attende di eleggere un Presidente più "amico" rispetto a Napolitano, così da avere un mandato pieno per formare il governo. Un Presidente neoeletto non scioglierà le Camere che lo hanno appena votato e Bersani governerà prendendo i voti ora dal M5S, ora dal PDL e farà ciò che vuole con il consenso del Quirinale. Renzi? Lo hanno già rottamato e non se n'è accorto!

epc

Sab, 13/04/2013 - 10:39

L'analisi del lettore #kihaad è più che ragionevole: se Renzi si staccasse dal PD alle prossime elezioni potrebbe raccattare un po' di voti del centrodestra per poi ri-traghettarli verso una alleanza col PD.... Mutatis mutandis, guardate l'esempio di SEL: ha preso il nulla per cento alle elezioni ma si è subito riattaccato al PD ed ha ottenuto in cambio il presidente della Camera....

Ritratto di sgt.slaughter

sgt.slaughter

Sab, 13/04/2013 - 10:43

Quale sinistra? Quella che con la complicità della CGIL (neanche uno scipero generale in un anno...) ha fatto allegramente macellare lo stato sociale italiano con tanto di lacrimucce Fornero style? O quella degli scandali vendoliani coperti da una magistratura compiacente? O quella ancora dell'MPS, dei Penati, delle COOP e dei poteri forti. Ecco la sinistra italiana, la vera rovina del Paese. E c'è chi li vota!

Ritratto di mina2612

mina2612

Sab, 13/04/2013 - 11:15

@ kihaad... è la mia paura! In tanti del Pdl hanno affermato che se ci fosse, o se ci fosse stato Renzi a Premier del PD lo avrebbero votato! Quindi per scongiurare una eventuale rimonta del Pd sarebbe bene che fosse lui in questo momento, e con l'aiuto del nuovo PdR, a formare un governo di larghe intese col Pdl.

fcf

Sab, 13/04/2013 - 11:39

I danni che la sinistra ha fatto all'Italia sono incalcolabili. I sinistri cianciano sull'antifascismo e fingono di ignorare che Mussolini era socialista e direttore dell'Avanti. Fingono di ignorare che Hitler fondò il nazional socialismo, fingono di ignorare che il PCI era finanziato dall'URSS. Bersani si professa di centro sinistra, l'ipocrita !

guidode.zolt

Sab, 13/04/2013 - 11:58

Renzi, e credo a breve, formerà una "Lista Renzi" spolpando il vecchio pd e lasciandogli le ossa e le frattaglie...!

Ritratto di Snefer

Snefer

Sab, 13/04/2013 - 12:22

«catoblepismo» !!?? e poi ci chiediamo perchè la gente vota Beppe Grillo !?

papik40

Sab, 13/04/2013 - 12:39

Io tifo per Barca segretario del PD perché finalmente e senza equivoci sembra voler riportare il partito ad essere solo ed esclusivamente rappresentante della sinistra senza quella schiera di opportunisti di centro che si sono attaccati a questo carro convinti che avrebbero dominato (ovviamente con il loro aiuto (sic!))il paese! Chiunque si sentirà di sinistra salga su questa Barca con l'augurio che vi porti nel Mar Baltico!

squalotigre

Sab, 13/04/2013 - 12:48

Gli ex comunisti (non tanto ex) vogliono rottamare Renzi. Meno male. Col sindaco fiorentino avevano qualche speranza di governare un paese che non ne vuole proprio sapere di alleanze con la cosiddetta sinistra progressista che di progresso ha soltanto l'appellativo e che è conservatrice molto più della destra che viene considerata conservatrice. Se c'è qualcuno contrario alle riforme, quelle che servono urgentemente al paese, questo è il partito che ha come massimo esponente Bersani e Vendola. Renzi avrebbe una grande possibilità di diventare Presidente del Consiglio, ma avrebbe dietro di sé un drappello consistente di esponenti di spicco del suo partito come Fassina e tutto il mondo sindacale che gli impedirebbe di prendere qualsiasi decisione che non fosse loro gradita anche se indispensabile per l'Italia. Meno male quindi che c'è Barca. Se nelle prossime primarie che vedo vicine come vedo vicine le elezioni politiche ci sarà un confronto tra Bersani o Barca e Renzi, mi recherò certamente ai banchetti per dare la preferenza ai primi. Un Dio acceca chi vuol perdere, dicevano gli antichi, e la sinistra ha una vocazione innata a farsi male da sola.

agosvac

Sab, 13/04/2013 - 12:49

Non credo proprio che Berlusconi voglia fare un accordo di Governo con bersani perchè teme Renzi. Renzi sarebbe stato temibile solo se avesse vinto, a suo tempo, le primarie. Questo non è successo anche per colpa dello stesso Renzi che avrebbe dovuto fare ferro e fuoco invece di accettare il secondo turno fasullo voluto da bersani. Un altro errore di Renzi è stato quell'aiutino dato a bersani nella campagna elettorale. le prossime elezioni se ci saranno e probabilmente ci saranno, vedranno un Pd che con Renzi prenderebbe più voti che con bersani, questo è certo, ma non i voti del Pdl che resterebbero a Berlusconi in virtù delle sue posizioni responsabili. Ambedue i partiti, Pd e Pdl prenderebbero voti sparsi del M5S che ha dimostrato di non valere niente del tutto e che ha disgustato chi li aveva votati per protesta.L'unica differenza certa sarà che tra Renzi ed il Pdl ci potrà, finalmente, essere un colloquio proficuo cosa che con bersani è stato impossibile.Tutto quì.

Ilgenerale

Sab, 13/04/2013 - 12:59

Bersani assomiglia sempre più a quei giapponesi ritrovati 20 anni dopo la fine della guerra , asserragliati nella giungla con la convinzione che la guerra non fosse finita! Secondo me lo ritroveremo tra una decina di anni allo spizio dei poveri mentre cerca di spiegare agli altri vecchietti che silurerà Renzi e che diventerà presidente del Consiglio! Hahahaha! Bersani hai perso , e' finita, Berlusconi ti ha pensionato, fattene una ragione!!!

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Sab, 13/04/2013 - 13:02

ILGENERALE la tua analisi pungente e molto ironica mi è piaciuta :-) chissà se gli altri ospiti dell'ospizio abbiano voglia di affrettarsi a morire per non doverlo sentire....

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Sab, 13/04/2013 - 13:04

Te credo che il PD vuole lo scalpo di Renzi, a scotennare quel rottame di Bersani ci ha già pensato il Cavaliere!

Lion66

Sab, 13/04/2013 - 13:05

bersanaus sei finito.. a casa.. a pettinare i criceti vai!! forza su!!

unosolo

Sab, 13/04/2013 - 13:30

il Bersani , quindi il PD vuole regalare soldi e assistenza , almeno nel suo discorso oggi , ma non dice dove prendere i soldi per garantire il minimo stipendio a chi non lo ha e dargli aiuto anche con social card , ma da dove arrivano i soldi non lo dice , scarica la ultima gestione nazionale sempre e solo sul PDL nonostante tutti i partiti hanno firmato la fiducia per la recessione voluta dal capo , i tecnici non hanno colpe , secondo lui ,praticamente dice al suo popolo quello che vogliono sentire. .

rikkà

Sab, 13/04/2013 - 13:40

Bersani dice "...non è vero che siamo tutti uguali!!!".....ha ragione, infatti lui è un privilegiato della casta, noi no!

Ettore41

Sab, 13/04/2013 - 13:44

@kihaad Lo scenario prospettato non e' poi cosi' fantasioso. Certo che quando Renzi esordisce dicendo "Io penso al bene dell'Italia e non a quello del partito ha il 90% di probabilita' di ottenere il mio voto che sono di destra. Ma forse Renzi sa anche che se si stacca dal PD molti di noi faranno lo stesso ragionamento di Kihaad e non lo voteranno. Non a caso continua a dire che crede nel bipartitismo e che non fondera' un altro partito. Per quanto attiene a Barca, uno che si esprime con «catoblepismo» e «mobilitazione cognitiva» solo da Burlando e da quelli come Burlando potra' essere votato. Purtroppo in Italia di gente senza cervello ne abbiamo parecchia.

precisino54

Sab, 13/04/2013 - 13:56

Indubbiamente, per chi si candida a diventare elemento portante se, non leader, del futuro Pd, Barca parte bene, con parole chiare e comprensibili a tutti: «catoblepismo» e «mobilitazione cognitiva». Cavolo ci voleva tanto per capire che la gente ha bisogno di questo, altro che un futuro, è il "catoblepismo" la via! Ha ragione la Concia nello stigmatizzare la contemporaneità di ingresso e di candidatura a leader; calma e gesso si diceva. Certamente le parole di Burlando: "Dobbiamo mettere in campo persone credibili, facce che, più che giovani, appaiano nuove e credibili", come dire ovviamente che le idee di Renzi non sono credibili?! Ieri scrivevo del mio possibile futuro voto a Renzi, condividendone le aspettative e gli slanci; ma se il suo candidato per il colle è il "mortadella", con i suoi farfugliamenti, le svendite agli amici e i misteri gradoliani, faccio presto a ricredermi.

eureka

Sab, 13/04/2013 - 13:58

Il Pd si sta affossando da solo. Per non perdere la poltrona cercano di contrastare Renzi, ora fanno una manifestazione della povertà dicendo che non abbiamo capito lo scopo di questa manifestazione. Ma i rappresentanti del Pd dove erano quando Monti ci ha propinato tutte quelle tasse? Non hanno contribuito anche loro ad approvare tasse che ci hanno messi sul lastrico? Bersani non molla ma è finito! Rimane li d'accordo con Napolitano per qualche inciucio prossimo sul Colle.

Roberto Casnati

Sab, 13/04/2013 - 14:08

Uela! Che novità! I komunisti che si fanno fuori a vicenda! I komunisti che "chi non beve con me peste lo colga!". Come "democrazia" interna stiamo maluccio eh! I komunisti ancora fermi alla lotta di classe che ti dicono che siamo "tutti sulla stessa barca", peccato che a remare siano sempre gli altri! Lo stupefacente è che questi komunisti che esistono ancora solo nella Corea del Nord, visto che i "castristi" hanno da tempo capito l'antifona, questi komunisti fermi all'antifascismo, questi komunisti obbligati a trovarsi sempre nuovi nemici sennò il "partito" scompare, questi komunisti trovano ancora chi li vota! E passi se si trattasse solo degli "elettori" qualunque, che vengono regolarmente infinocchiati ora da questo ora da quello, ma questi komunisti hanno vinto le "primarie" il che significa che la percentuale maggioritaria dei komunisti la pensa come loro! E cosa faranno se Berlusconi improvvisamente si ritirasse? Sarebbe la cartastrofe, rimarrebbero improvvisamente a corto di nemici, dovrebbero rispolverare concetti come quelli delle "potenze plutocratiche" (per altro non di loro invenzione), oppure dovrebbero sostenere la Corea del Nord inviando aiuti militari e "consiglieri". Cari komunisti italioti voi tutti dovreste accendere un cero a san Berlusconi tutti i giorni!

conversano

Sab, 13/04/2013 - 17:00

Gargamella durera' ancora tanto la manfrina?il POPOLO ITALIANO non vi vuole.

gpl_srl@yahoo.it

Sab, 13/04/2013 - 18:27

spero solo che questo comunistoide da strapazzo riesca a far espellere Renzi dal PD perché non solo sarebbe la fine del compagno Bersani, ma anche la fine del PD attuale che di democratico non ha proprio assolutamente nulla dato che gli rimane solo lo spirito di quel comunismo leninista che ha sconvolto per oltre settanta anni il mondo: Renzi, oggi unico interlocutore di una reale social democrazia, con l' attuale PD non può né collaborare né sopravvivere.