Dagli Eurobond alla flessibilità: i tedeschi sanno solo dirci no

Venti anni di alti, bassi e tanti "nein", dagli Eurobond alla flessibilità. E non è ancora finita...

La cancelliera Angela Merkel e il premier Matteo Renzi

La storia economica tra Italia e Germania è fatta di amnesie reciproche, di sconfitte e di mille compromessi.
È il 1992. La lira è oggetto di un'aggressione speculativa. La Banca d'Italia (Ciampi governatore), pur di difendere un cambio della lira con il marco irrealistico, brucia 63mila miliardi di riserve. Confida che la Germania rispetterà il patto di Basilea-Nyborg. Prevede che quando una valuta dello Sme è sotto attacco, le altre banche centrali del Sistema la sostengano. Invece, a Ciampino arrivano con un aereo privato emissari della Bundesbank (tra cui Hans Tiettmeyer, il presidente) e comunicano che la Buba non rispetterà il Patto. Punto e basta.
Siamo alla notte del 23 novembre 2003. L'Italia è presidente di turno dell'Unione. La Francia e la Germania rischiano le sanzioni per deficit eccessivo, proposto dalla Commissione Ue presieduta da Romano Prodi. Giulio Tremonti presiede un Ecofin drammatico. Berlusconi lo chiama da Roma: «Ho parlato con Chirac. Ho parlato con Schroeder». La procedura della Commissione dev'essere congelata. Alla fine, la Presidenza si astiene dalla quarta ed ultima votazione notturna. E blocca la procedura d'infrazione per Parigi e Berlino. Episodio che Matteo Renzi ricorda in continuazione alla Merkel, ben sapendo di non farla felice.
Nonostante il comportamento italiano, la Germania boccia (già dal 2003) gli euro-bond. Sono uno dei temi della Presidenza di 11 anni fa. Berlino è contraria all'operazione di emissioni di titoli pubblici europei. Il tema è un fiume carsico, tant'è che li sta rilanciando anche Graziano Delrio: l'Italia li propone da 11 anni e da 11 anni la Germania dice di no. La vera vittoria italiana matura alla fine del 2004 ed arriva nel 2005. Contro il parere di tutti, viene proposta la riforma del Patto di stabilità. Alla fine, dopo negoziati assai poco diplomatici, l'accordo passa. Merito anche di uno stratagemma.
Jean-Claude Juncker era ed è un politico molto esperto. Ama allungare le riunioni fino a notte fonda, così da stancare gli interlocutori. All'epoca guidava l'Ecofin e finiva gli incontri verso le 2 di notte. Per farsi trovare fresca all'appuntamento, la delegazione italiana staccava i telefoni fino alle 18: le riunioni iniziavano alle 19. Andava a riposare. Ed anche grazie a questo accorgimento la riforma del Patto venne approvata con il principio di fondo chiesto dall'Italia (e valido tutt'oggi). Cioè, se la congiuntura peggiora i Paesi possono allentare il rigore; se migliora, devono rafforzare gli interventi per avvicinarsi al pareggio di bilancio. È con questa riforma che viene introdotto un nuovo calcolo del deficit: quello strutturale, che tiene appunto in considerazione l'andamento economico nel calcolo del deficit. Quello a cui ha fatto esplicito riferimento Barroso ieri a Villa Madama. Un indicatore dalla forte interpretazione politica, legata alle riforme strutturali avviate.
I rigoristi tedeschi provarono ad inserire nell'elaborazione del deficit strutturale anche i costi dell'Unificazione. Costi che l'Europa aveva già pagato con un cambio 1-1 del marco della Germania Ovest con quello della Germania Est. Per quanto potrà sembrare paradossale, al vertice di Cannes del 2011 l'Italia vinse la partita contro la Germania (e la Francia): proprio i Paesi che aveva salvato 8 anni prima. La vinse perché si rifiutò di accettare il prestito del Fondo monetario che Merkel e Sarkozy volevano che l'Italia chiedesse. Casualmente alla guida dell'Fmi c'era (e c'è) Christine Lagarde che, prima di volare a Washington, era stata ministro del governo Sarkozy.
Il resto della storia è fatta di pareggi e compromessi. È un pareggio la vicenda delle «circostanze eccezionali» da legare al calcolo del deficit. Per l'Italia sono in vigore. Per la Germania è solo una nota a «piè di pagina». La flessibilità che Renzi invoca, poi, è già compresa nei Trattati. Ma per i tedeschi è una parolaccia.

Commenti
Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Sab, 05/07/2014 - 09:17

chi non sa governare resti a casa.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Sab, 05/07/2014 - 09:17

chi non sa governare resti a casa.

buri

Sab, 05/07/2014 - 09:23

Aveva ragione Berlusconi quando anni fa disse o fuori la Germania o fuori noi, e da come si comportano i tedeschi finirà così, è solo questione di tempo

Ritratto di 02121940

02121940

Sab, 05/07/2014 - 10:07

Il progressivo "suicidio" politico di Silvio ha radici lontane e per altro ben note. Però, desta comunque sorpresa che lui prosegua imperterrito verso il baratro, pur cambiando strada, che è CERTAMENTE quella sbagliata dato che favorisce il "malgoverno" di un racconta balle come Renzi. Francamente INCREDIBILE!!

Raoul Pontalti

Sab, 05/07/2014 - 11:21

guarda buri che fuori è finito Silvio, che rischia ora anche di finire dentro...

acam

Sab, 05/07/2014 - 19:00

Non mi piace il titolo, caro Ravoni, caro pontalti sei un poco fuorviato da un successo non ancora consolidato e se si consolida non é grazie a voi ma grazie a silvio,

clamajo

Sab, 05/07/2014 - 19:02

@franco trier ecc ecc...signorsi signor maestro...

Ritratto di pinox

pinox

Sab, 05/07/2014 - 19:23

grecia e germania con la stessa moneta, un assurdita' che solo dei pazzi o degli incompetenti potevano ideare......sembra di viverla in un incubo invece un europa in questi termini è stata creata davvero. gli usa non hanno creato il dollaro prima di un unione ecenomica e politica di fatto compiuta, chissa come mai?!

vacabundo

Sab, 05/07/2014 - 19:24

La Germania,secondo me, ed ha ragione, ci odia perchè non siamo seri, non abbiamo parola, non siamo onesti,siamo ladri tanto che abbiamo il più alto debito pubblico,siamo secondi dopo il Giappone, ed è difficile ripianare il debito, non si può tassare il popolo all'infinito, quello che stanno facendo tutti i premier,s,presunti ma falliti statisti,quindi come possiamo farci rispettare così,dobbiamo per forza subire fino a quando arriverà uno statista davvero e saprà che fare davvero per il bene del popolo.Fino all'ora dobbiamo subire e dire JA e soltanto JA.E fino a quando, credo non avverrà mai, essendo latini, siamo con DNA malvalgio,saremo così,la Germania e credo anche altre nazioni, non ci rispetteranno.La politica è una nobile arte ma veramente bisogna essere nobili, nell'animo,e non così come siamo adesso che di nobile forse non abbiamo più l'aggettivo nel vocabolario italiano.

max.cerri.79

Sab, 05/07/2014 - 19:46

E fanno bene. Ditemi a che pro la Germania dovrebbe venirci incontro, magari rimettendoci pure, se tanto, vada come vada, le braghe le caliamo lo stesso? Avanti così, fino a che dell'Italia e degli italiani (e questo non può che essere un bene, viste le pecore che siamo) non ne resterà traccia

Ritratto di robocop2000

robocop2000

Sab, 05/07/2014 - 20:16

DA COME SELO SBACIUKKIA SEMBRA CHE SECONDO ANGELA SAPPIA GOVERNARE !

zuma56

Sab, 05/07/2014 - 20:20

La Germania non ci odia, più semplicemente i tedeschi vorrebbero mettere il loro tallone su tutta l'Europa, magari per trasformarla in uno dei loro tanti amati campi di concentramento. Sono almeno cento anni che ci provano e, nel loro folle delirio, ci sono costati due guerre mondiali e decine di milioni di morti. Sarebbe ora che l'Europa si unisse per mettere a posto definitivamente questi esseri. Intanto, potremmo farci furbi e smettere di acquistare qualsiasi prodotto Made in Germany .

Ritratto di direttoreemilio

direttoreemilio

Sab, 05/07/2014 - 20:21

fabrizio Ravon e il resto dei lobomitizzati si chiedono "Perché la Germania ci odia?" Risposta Forse perché i corrotti politici non vengono mai rispettati in germania? mentre in Itaklia incivili e opportunisti cambia camice e partito,non appena vedono soldi, e per una poltrona si vendono pure a governicchi stranieri, forse perché i politici italiani non sono eletti direttamente dagli Italiani, e fanno solo e sempre i propri interessi?

Ritratto di jasper

jasper

Sab, 05/07/2014 - 20:24

Non è vero che la Germania ci odia. La Germania manco ci vede. Si può odiare un nemico pericoloso di pari grandezza forse come minimo, ma mai si può odiare un vermiciattolo che conta quanto il due di briscola ed è l'ultima ruota del carro (Das fünfte Rad am Wagen).No match!

untergas

Sab, 05/07/2014 - 20:31

in verità, leggendo i vostri titoli e relativi articoli, oltre i commenti che li accompagnano, si direbbe che sono gli italiani che "odiano" i tedeschi e non viceversa...

LAC

Sab, 05/07/2014 - 20:42

La Germania non ci odia, ci tollera. Perchè nonostante siamo - salvo rarisssssssime eccezioni - degli inaffidabili e quaquaraqua è costretta a conviverci.

Ritratto di maurofe

maurofe

Sab, 05/07/2014 - 20:47

....e lo scopriamo adesso? Avevamo bisogno di conferme?.....Forse è meglio svegliarsi e pensare ai nostri interessi come fanno tutti e smetterla di voler piacere ed accontentare tutti....e mai noi stessi!

isaisa

Sab, 05/07/2014 - 20:50

La germania doveva rimanere divisa perché ha sempre creato un sacco di casini in Europa. Ci stanno facendo la terza guerra mondiale usando i veti e le speculazioni per salvare le loro banche e i loro bilanci fasulli. Oltretutto non sanno che cosa sia la riconoscenza e hanno brigato per far fuori l'unico uomo politico che non riuscivano a sottomettere. Bravo Napolitano, hai ubbidito come un cagnolino alla culona e ci hai messo sul lastrico. Dovresti vergognarti, se sai in cosa consiste la vergogna !!!

@ollel63

Sab, 05/07/2014 - 21:02

la culona e il bamboccione... povera europa! E l'Italia? ...in malora.

Ritratto di Adriano Romaldi

Adriano Romaldi

Sab, 05/07/2014 - 21:40

Carissimi generare scntento in Patria e all'Estero è stata sempre l'arma della sinistra e, quando governava Berlusconi, era una continua calunnia di donnine e di donnone tanto da far vomitare anche gli elefanti come la sinistra unita. Non abbiamo un sentimento Italiano e la sinistra è l'esempio di mal Governo avendo legiferato per dieci anni aumentando soltanto tasse e balzelli permettendo al debito di superare i limiti del sopportabile e la Gente sffrea causa di ciò. Ben venga Berlusconi e metta tutti in riga a cominciare dall'Agenzia delle Entrate e da Equitalia che stanno massacrando letteralmente i Nos. Cittadini; forse che possiamo continuare a lamentarci senza andare a votare Forza Italia? Andiamo a votare in massa e gliela faremo vedere come si governa un Paese moderno; altro che chiacchiere di Grillo e RENZI COMPARI DI MERENDE. SHALOM

Ritratto di bobirons

bobirons

Sab, 05/07/2014 - 21:49

Ci odia perché ci invidia. E nell'impossibilità di realizzare la misura della propria inferiorità reagisce, come tutti gli incapaci, con arroganza e violenza. Se poi qualche bifolco ritiene che la superiorità sia solo nei soldi e che questi diano diritto a pontificare sugli altri, è un'ulteriore dimostrazione di come la mancanza di realtà oggettiva possa indurre l'ego a credersi non solo i migliori ma addirittura i soli. Memento Europa, germania delenda est.

Gius1

Sab, 05/07/2014 - 22:03

Franco_ trier Ma sei bravissimo, tu e i tuoi connazionali tedeski. Quando eri italiano la pensavi anche così '? Io al tuo posto mi vergognerei

alfa553

Sab, 05/07/2014 - 23:16

Perche e un paese gaudente che vive con i debiti che dovrebbero pagare gli altri. I debiti sono di tutti ma le mozzarelle sono italiane. Vero?

ninoabba

Dom, 06/07/2014 - 01:54

Non è vero che la Germania ci odia, e solo una questione di interessi, i tedeschi sanno a fanno i loro interessi Il vero problema sono i nostri politici, incapaci, falsi, è preoccupati solo dei loro interessi e intrallazzi. nom amo Berlusconi, ma bisogna ammettere, che tutto ciò che ha portato , L' Italia in questa situazione, è stata la caduta del governo di Berlusconi, che contrastava Germania e Francia. Odiato dal presidente Napolitano, che ha creato tutti i presupposti per farlo decadere, e incaricare Monti, personaggio inqualificabile, servo dei tedeschi. Dalla nomina di Monti a primo ministro , in poi è iniziata la tragedia che ci ha portato a queste condizioni, e che pare non avrà mai fine. C' è un unica via per avere la speranza di risalire la china. La caduta Di questi governi che si sono succeduti e le dimissioni di Napolitano. Che come i tre governi che si sono succeduti e Napolitano stesso, non sono stati eletti dal popolo. Renzi grande parlatore ma sta solo continuando chi che gli viene imposto dal' europa,a da Napolitano. A dimostrare tutto cio, e che parla bene ma razzola male, sin ' ora ha solo moltiplicato tasse e balzelli.

Grundtvig

Dom, 06/07/2014 - 02:28

Il popolo della sx italiana, inebriato dal gas esilarante renziano , si renderà conto di aver votato in massa per l'erede occulto del Cav.? Arbore direbbe: meditate gente,meditate!

Ritratto di caribou

caribou

Dom, 06/07/2014 - 07:17

Questo paese è vittima delle sue scelte negli ultimi 30 anni di politica! Altro che Germania e odio! Siamo tra i paesi più corrotti in Europa, e qualcuno dovrebbe pure amarci? Con o senza l`Europa e la Germania il risultato non cambierà! Continuare con la tifoseria tra destra a sinistra è un solo un gioco per scaricare colpe, stiamo perdendo tempo prezioso! Archiviate questa "politica" del galleggiamento!!

GENIUZZO

Dom, 06/07/2014 - 08:15

RENZI, SENZA PIU' BLUFFARE, DEVE CAPIRE CHE IN EUROPA C'E', A SEGUITO DEL RESPONSO DELLE ULTIME ELEZIONI, UNA MAGGIORANZA POLITICA( P.P.E.) ED UNA MINORANZA(P.S.E.) SI DA IL CASO CHE RENZI FA PARTE DELL'OPPOSIZIONE, ANCHE SE IN ITALIA IL PD E' STATO VOTATO OLTRE OGNI PIU' RAGIONEVOLE PREVISIONE(EVENTO DIFFICILMENTE RIPETIBILE). DI CONSEGUENZA DEVE CERCARE, SE E' CAPACE, SENZA MANIE DI GRANDEZZA (CHE NON POSSIEDE)DI MEDIARE QUALCHE CONCESSIONE PER L'ITALIA, DENUNCIANDO TRAMITE I TANTI PARLAMENTARI PD(SE EFFICIENTI)) EVENTUALI STORTURE CONTRO L'ITALIA, CON OGNI MEZZO. QUESTA, PURTROPPO, E' DEMOCRAZIA! ZIG

meloni.bruno@ya...

Dom, 06/07/2014 - 08:22

Perchè ci odia? L'incapacità parassitaria e furbesca nel corporativismo burocratico statale!

vince50_19

Dom, 06/07/2014 - 08:23

La Germania ci odia? Vorrei pure vedere che non fosse così. Tra l'altro, calcisticamente parlando, li abbiamo fregati nel 2006 in casa loro, ergo l'odio di moltiplica all'infinito.. ahahahaha.. Riportando una parte di un mio precedente post.. “L'Italia in quel momento (primavera- estate 1992) è sotto attacco speculativo d'un gruppo internazionale che fa capo al finanziere Soros e alle banche Barclays, Warburg, Merril Lynch, Salomon Brothers, DEUTSCHE BANK (n.d.r.) e, neanche a dirlo, della solita Goldman Sachs. In quell'anno fra marzo e settembre l'Italia perse una quantità enorme di denaro grazie alle manovre speculative capeggiate da Soros. 60mila di quei miliardi finirono in GERMANIA, 10mila in CROAZIA, come certifica la International Strategic Studyes Association.” Ecco, questo spiega come la Germania e la più solida banca tedesca si fecero parte interessata in quello che segnò l'inizio del depauperamento italiano. Allora NON c'era sulla scena politica il noto omo di Arcore Silvio Berlusconi, ma altri politici di cui, ancor oggi, molti sono in auge ed hanno contribuito allora a quell'inizio di disfatta dell'economia italiana. É evidente che la solita Germania, abituata a rimpinzarsi in casa nostra “aggratis” non rinunci facilmente al succoso “quarto posteriore italico” finché non sarà del tutto ingurgitato. Se non altro per pararsi il culo da chi (massoneria d'oltre Atlantico) vorrebbe vedere anche lei nel famoso posto fetido etc. etc. Che poi SB, come tutti gli umani abbia fatto errori non c'è dubbio, ma questo è un “vezzo” comune in tutta la politica nostrana, naturalmente. Quando nell'estate 2011 si strinse un cerchio concentricamente e con doppio attacco (politico - defenestrazione di SB dalla politica - ed economico – vendita sottocosto delle quote mediaset e fininvest che nel settembre ottobre 2011 persero circa il 36% del loro valore. Tutto per “convincerlo” ad accettare il noto “burocrate europeista” Monti al governo ) contro SB che avrebbe voluto trattare l'uscita dall'euro dell'Italia (le risatine di Sarkò le kokò e della nobildonna amburghese hanno avuto il loro chiaro significato ammonitore, oltre articoli giornalistici, primo fra tutti quello di Fabio Martini – Stampa 24.7.11 con l'alto patrocinio di un napoletano molto interessato, altro che super partes come dovrebbe essere stando al dettame costituzionale), venne messo in condizione di non “disturbare” certi manovratori (Van Rompuy, prima delle recenti elezioni europee, fece ben capire in una sua intervista al De Standaard che tutto quello che accadeva in Ue non era volontà del parlamento Ue bensì erano decisioni prese altrove. Dove? Facile immaginarlo, ma il tizio, oltre a non brillare di luce propria, manca totalmente di coraggio, ovvero gli hanno pure conferito il premio Kalergi nel 2010 per dare rilievo al suo originale impegno..). Per questo credo che la Germania voglia ulteriormente accomodarsi la nostro desco e fare il suo porco comodo, insieme da altri plenipotenziari in salsa massonica, e depredarci fino a quando non ci sarà più niente da portar via. Allora e forse solo allora ci lasceranno stare in pace, quando l'italianità a 360° sarà ridotta allo stato larvale e peggio di quella greca. Se Renzi riuscisse sul serio a mettere un freno a questo orrendo progetto, smentendo oltretutto e con forza quel che si legge su di lui in giro (para massoneria), allora potremmo ritrovare e non a chiacchiere quella italianità che stiamo perdendo fra cazzari che giocano, specie qui dentro, a guelfi contro ghibellini, favorendo in questo modo il divide et impera che ci sta portando alla rovina. O resteremo tutti uniti oppure la nostra sorte, a mio modesto avviso, è segnata. É solamente questione di tempo, quanto resisteranno tutti coloro che hanno “riserve monetarie personali” per farlo, poi la merda ci sommergerà implacabilmente, anche con uno “snorkel” di 5 metri sopra la testa.

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Dom, 06/07/2014 - 08:35

Non diciamo fesserie, ci odia perchè abbiamo dato la nazioni nelle mani di berlusconi che non aveva competenze politiche. D'altronde tutto il mondo ci odia per questo motivo

untergas

Dom, 06/07/2014 - 08:53

in verità leggendo questi titoli, articoli e commenti dei lettori di questo giornale, sembra che a odiare i tedeschi siate voi...

Ritratto di ultimo59

ultimo59

Dom, 06/07/2014 - 10:07

miei cari questi ci stanno facendo pagare il tradimento della seconda guerra mondiale.il debito che hanno pagato x il disastro di guerra c'e' LO stanno facendo pagare a noi ."UN GRAZIE DI QUESTO DISASTRO LO FACCIO A CIAMPI E A PRODI GRAZIE."I RAGAZZI CHE SI STANNO SUICIDANDO C'E' L'AVETE VOI SULLA COSCIENZA .ALTRO CHE EUROPA UNITA .

Ritratto di marforio

marforio

Dom, 06/07/2014 - 10:15

Ci hanno sempre odiato dai tempi di Bismarck.E guarda caso ci sono ancora i filotedeschi che avevano i nonni a combatterli.Invece i nipoti ci stanno consegnando schiavi .Ma sempre pero ogni anno a commemorare ardeatine ,marzabotto, saba.

vince50_19

Dom, 06/07/2014 - 10:17

luigipiso - Non so perché (abbassandomi al tuo livello uso il "tu") ti sforzi così tanto: a cazzate sei in pole position da una vita, nessuno ti si avvicina, nessuno ti sorpassa.. ahahahaha..

vince50_19

Dom, 06/07/2014 - 10:19

untergas - E lei? É contento di questi dictat in salsa massonico amburghese? Francamente io no, anche per quel che ho scritto nel mio commento (08:23).

Aleramo

Dom, 06/07/2014 - 10:43

La storia è maestra di vita: dai tempi di Federico Barbarossa, passando per Bismarck e per Hitler, la Germania ha tentato di sottomettere l'Italia. Da Legnano al Piave alle Fosse Ardeatine l'Italia ha resistito alla conquista. Solo il presuntuoso autolesionismo di statisti come Prodi poteva buttarci in bocca al nostro nemico di sempre. Per quanto riguarda i voltafaccia tedeschi, i nazisti a Norimberga furono condannati perché, si dimostrò, firmavano trattati (quello di Monaco, quello von Ribbentrop-Molotov, ecc.) già sapendo che non li avrebbero rispettati.... La storia si ripete.

Ritratto di ALESSANDRO DI PROSPERO

ALESSANDRO DI P...

Dom, 06/07/2014 - 10:54

Va bene quanto scrive in modo veritiero Fabrizio Ravoni ma questa atoria di "dati tecnici e di fatto " dovrebbero essere presi i seria considerazione da TUTTI i nostri Politici e non solo da RENZI. L' unione fa la forza della Nazione e la Germania od altri non potrebbero fare finta di nulla e continuare a trattarla come una Cenerentola.E stato sempre detto e scritto che la Germania vuole una E.U. solo per i suoi interessi. Praticamente è stata molto intelligente ed astuta (Una specie di Guerra senza armi e senza morti anche se in Italia ne ha fatti e ne fa ancora parecchi) a confronto di nostri GRANDI Politici e Presidenti d.Repubblica - escluso Berlusconi - che si sono dimostrati , nel tempo, dei "BABBEI", "CREDULONI" e "TOTALMENTE INCOMPETENTI" sì da portare tutto il Popolo Italiano alla fame.alla rovina ed anche al suicidio. La Bundesbank non fa altro che i suoi interessi sia per se stessa che per la Germania.Siamo NOI che dovremmo avere una simile BANCA che faccia i suoi unteressi e quelli per l' Italia. Abbiamo questa Banca ? E, se NO, per quali motivi ? In Italia non c'e' stata mai CHIAREZZA e punizione degli INCAPACI sia a questo riguardo e sia per la Politica intera. Tutte le altre Banche - escluso quella Europea che comunque "soggiace" agli "ordini" della Bundebank . non sono altro che "BOTTEGHE" che fanno ESCUSIVAMENTE i loro interessi e non quelli del Popolo o dell' Italia.Dare miliardi di Euro a queste ultime significa andare sempre di più nei debiti e nelle crisi. Aiutare le imprese e con responsabilità penale per queste significherebbe riattivare la SANA INIZIATIVA ITALIANA per i suoi SANI prodotti. Di certo questo la Germania non lo gradisce proprio ma è questo che si deve pretendere in modo assoluto. L' Italia ormai è INVASA COMPLETAMENTE DA PRODOTTI TEDESCHI ed ASIATICI e di scarsa qualità; segno evidente che le imprese o industrie Italiane sono morte. Se questa Europa Unita ma diciamo per noi Italiani "FUNEREA", la colpa ricade esclusivamente su gran parte dei nostri GRANDI POLITICI - esclusi RENZI e BERLUSCONI che dimostrano SEGNI VERI DI REAZIONE ATTIVA e POSITIVA.

eloi

Dom, 06/07/2014 - 10:57

vagabundo. A proposito di DNA, Lei ha origini celtiche?

Ritratto di Carlito Brigante

Carlito Brigante

Dom, 06/07/2014 - 10:58

Per non parlare dei Mondiali del 2006. Ancora ricordo la faccia della Merklel quando li abbiamo sconfitti in semifinale.

piertrim

Dom, 06/07/2014 - 11:09

La Germania fa solo i suoi interessi, a scapito di una parte dell'Europa. Perchè emette i suoi bond a meno dell'1% di interesse e aquista bond altrui che rendono molto di più, nonostante goda di un avanzo primario di 200 miliardi. Con questo trattamento fa fallire molte industrie dei paesi deboli a vantaggio delle sue in particolare quelle automobilistiche. A parte una schiera di paesi nordici che avvantaggia per non essere isolata, tratta tutti gli altri (in particolare Italia e Francia) come nell'altomedioevo ci hanno soggiogato e resi servi della gleba i loro antenati Goti, Longobardi e Franchi.

acam

Dom, 06/07/2014 - 11:10

50_19 il suo commento (08:23)dice cose puntuali e da molti riconosciute, nel caso contrario sono tutti individui e sottolieneo individui di una dubbiosa pseudo morale ma... il ma si riferisce, a questi per ultimo nominati individui, che non sanno da che parte debbono sbattere la testa, a loro é stato insegnato il diritto di avere un lavoro, ma non il dovere di lavorare. é stato insegnato, cio che altri paesi Hanno fatto proprio lavorando, creando quel lavoro, che quelli che ci odiano tanto, negli anni 60-70, ci Hanno portato in casa a basso costo. la Nostra coscenza nazionale si è fondatata su questo, il made in italy, si é sviluppato quando poteva basarsi sulla antica cultura, moda, culinaria, la cultura industriale, tutta importata o scopiazzata (via stranieri industria ferma o quasi ferrari docet) simbolico é il titolo odierno de "il giornale". come dicevo ieri il primo titolo da riformare é quello primo, poi la riforma principale, é la fiducia riposta su di un bene nazionale che purtroppo abbiamo svenduto la cultura. xkè chi non ce l'ha se ne frega guarda i soldi e basta, 1+1 fa sempre due, é molto semplice (discorso di Weber al parlamento europeo con relative risatine di scherno dei suoi Colleghi tedeschi, che molto probabilemtente in quel momento non si ricordavano nemmeno chi era telemaco). insomma caro Vince non mi rifarei ai sopprusi che abbiamo stoicamte incassato, ma a cio che é stato insegnato a un popolo come il nostro, si coltivato, ricco di storia e tradizioni ma un poco boriosetto, che pensa che gli allori del passato paghino tutto. guardi Bruciando le foglie di alloro ne esce per pochi attimi un profumo gradevolissimo ma poi resta l'odore di bruciato

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Dom, 06/07/2014 - 11:11

La Germania forse politicamente vi odia ma al resto ama la Italia e gli italiani per me un errore visto coi come amate la Germania e i tedeschi.Comunque vi do un consiglio, se vi trovate in Germania non parlate male della Italia e degli italiani potreste far inkazzare chi vi ascolta dico il o la tedesca.Gius no da quando conosco i tedeschi e il loro sistema sono perfettamente d'accordo con loro, altro mese ho preso una multa qui in centro citta 21 km in più del permesso dico che hanno avuto ragione avrei dovuto andare a 50 en non 21 km di più o devo dire che sono nazisti e la culona è una merda perchè io ho sbagliato?Da 9 punti ora ne ho 8 a zero dovrò dare di nuovo l esame scuola guida io che in italia ex tassista e conduttore non ho mai preso multe tranne che una sosta o altre piccole cazzate , con questo dico ora che aprirò gli occhi se voglio ripulirmi la patente e conservarla in due anni se non faccio altri errori mi ritorneranno nuovamente i miei 9 punti, questo è saper fare funzionare le leggi e insegnare guidare per la strada come a voi che ne avete bisogno e molto.Infine il mese scorso per superare di 6 km la velocità consentita in francia in autostrada 45 euro di multa questi si che sono figli di puttane i francesi, ma un bel terremoto una maledizione gliela ho augurata e quando faccio un augurio io si avvera vedrai tra non molto che succederà in Francia.Infine Gius ho chiesto qui in comune se posso avere la nazionalità tedesca ma alla mia età è impossibile purtroppo.Untergas vero su un giornale tedesco non leggerei mai quel veleno che hanno gli italiani contro i tedeschi dico i tedeschi contro gli italiani forse la invidia di una nazione modello credo io.Marforio comunistone in quei paesi che hai accennato tu il prima fila c'erano italiani camicie nere incapucciati pensa tu perche ,seguivano i tedeschi siete voi rossi che puzzate di merda guarda quanti crimini avete fatto in Emilia a fine guerra vendette inutili assassini comunisti siete e siete ancora al governo. Comunque ieri e altre volte sono stato in uffici della polizia e devo dire che ci sono persone squisite che ad ogni informazioni si fanno in due fanno tutto il possibile per aiutare a differenza delle vostre forze d'ordine, certo qui chi sbaglia paga.Li no. Ultimo particolare provate in autostrada fare quel pezzo da Chiavari Rapallo ce un limite di 80 km/ora guardate se c e ne è uno che rispetta la velocità se lo trovate mi mangio una merda anche fino a MIlano.Ma li è la bella Italia li sono bravi vero?

millycarlino

Dom, 06/07/2014 - 11:12

Dire "usciamo al più presto da questa faida europea" non fa più notizia, ormai lo sanno anche i gatti che il 90% degli italiani ne ha le tasche piene (eufemismo poco adatto per non essere scurrili). La Merkel vuole l'Italia sotto il suo tallone sicura d'aver a che fare con dei sottosviluppati mentali. Noi vogliamo soltanto essere liberi di sbagliare da soli, nient'altro. Milly Carlino

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Dom, 06/07/2014 - 11:13

Gius 1 c'è da vergognarsi a essere italiani ed avere un governo rosso di sinistra a differenza di tutta la Europa.

Tarantasio.1111

Dom, 06/07/2014 - 11:29

Adriano Romaldi... lei ha perfettamente ragione ma dimentica l'inquinamento mentale che ha prodotto la sinistra comunista ( ora chiamatasi democratica)il male che ha fatto agli italiani il Sig. Dalema (oggi ricco comunista) per non parlare di Bersani quando saliva sui tetti dei palazzi a contestare con in bocca il sigaro e tanti altri comunisti compreso Re Giorgio. tutta gente facendo politica ha rovinato il Paese Italia pur di arricchirsi loro e i loro famigliari, pertanto dobbiamo aspettare che il padre eterno se li porti tutti con se ma, sembra che pure lui non ci voglia aiutare... questi uomini politici di sinistra hanno ridotto il paese nostro in un paese di Merda...

untergas

Dom, 06/07/2014 - 11:55

@ ALESSANDRO di P... "...L' Italia ormai è INVASA COMPLETAMENTE DA PRODOTTI TEDESCHI ed ASIATICI e di scarsa qualità..." Non so per quanto riguarda i prodotti asiatici, ma mi sa che i prodotti di scarsa qualità siano quelli italiani, non certo quelli tedeschi.

untergas

Dom, 06/07/2014 - 11:55

@ ALESSANDRO di P... "...L' Italia ormai è INVASA COMPLETAMENTE DA PRODOTTI TEDESCHI ed ASIATICI e di scarsa qualità..." Non so per quanto riguarda i prodotti asiatici, ma mi sa che i prodotti di scarsa qualità siano quelli italiani, non certo quelli tedeschi.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Dom, 06/07/2014 - 14:59

untergas se vai negli ospedali in Italia negli istituti nelle scuole nelle fabbriche torni frese, nelle cliniche vedrai che tutte le apparecchiture meccaniche elettroniche ecc ci sarà una etichetta con scritto Made in West Germany non made in Italy.Chissà perchè...

untergas

Dom, 06/07/2014 - 17:21

franco-a-trier_DE Infatti!

untergas

Dom, 06/07/2014 - 20:38

franco-a-trier_DE. Io lo so perché. Glielo spieghi ai beceri nazionalisti che frequentano questo blog!

untergas

Lun, 07/07/2014 - 08:17

franco-a-trier_DE. Concordo, sono i soliti fanatici nazionalisti che non riescono a vedere oltre il proprio naso: comunque c'è scritto Made in Germany che quel "West" è ormai relegato alla storia...

Gius1

Lun, 07/07/2014 - 08:30

Franco_a trier_de Ma quante storielle.quante multe hai preso.tu guardi spesso la formula1. Per aver perso la patente con i punti,caro mio (sono anchio in Germania) ce ne vuole.con 21 km in più ' perdi 1 punto ammeno che 21 km in più ' li hai fatti in città. In questo caso ti dovrebbero togliere anche il passaporto.Pero' hai qualche ragione sui comunisti rossi.in Italia se sei comunista non sarai multato o ti verra' tolta

Ritratto di jasper

jasper

Lun, 07/07/2014 - 21:46

La Germania non ci odia. Ci compatisce come si compatisce un povero disgraziato che non riesce a togliere un ragno dal buco come sempre.

Ritratto di jasper

jasper

Lun, 07/07/2014 - 21:52

@pinox: italia e germania con la stessa moneta, un assurdita' che solo dei pazzi o degli incompetenti potevano ideare......