Pier è sempre più furby Vuol governare senza i voti

Lui vuole comunque la cadrega più ambita per passarla all'accademico bocconiano. In questo modo trasformando di fatto il Porcellum in una gran Vaccata

Il leader dell'Udc Pier Ferdinando Casini

Pier Ferdinando Casini, dall'alto della torre di Babele che sta costruendo con i propri amici ex (o filo) democristiani, fa la voce grossa. Sarà perché era abituato a starsene laggiù, in basso, cioè seduto su una percentuale del 5 e rotti per cento (i voti dell'Udc), ora che i sondaggi lo danno al 12 ha le vertigini, gli gira la testa, come succede a quelli che bevono troppo, e dice cose bizzarre. Per esempio, sostiene (che se alle prossime elezioni il Partito democratico vincesse alla Camera (è scontato), ma non riuscisse a fare altrettanto al Senato (è probabile), Pier Luigi Bersani dovrebbe rassegnarsi a cedere la poltrona di premier.
A chi? A Mario Monti, socio in affari politici dello stesso Casini nonché di Gianfranco Fini e vari personaggi di secondo piano, tutti in fila davanti al Palazzo con la pretesa di entrarvi e trovare un posto comodo, possibilmente per cinque anni. Quale sia il ragionamento che induce il leader dell'Udc - ormai noto per aver adottato l'agenda del Professore in luogo del Vangelo - non è dato sapere, ma si può intuire. Se in Senato il Pd non conquista la maggioranza, non è in grado di governare (a meno che non si allei con la lista di Monti, felicemente definita «rotariana» da Stefano Fassina).
In tal caso però l'attuale segretario dei progressisti dovrebbe fare la cortesia di rinunciare a Palazzo Chigi, lasciandolo al signore in loden, malgrado questi, col partito ideato e fondato da Pierfurby, non abbia vinto un bel niente e si sia piazzato al terzo o quarto posto della classifica generale sortita dalle urne.
È evidente che i conti non tornano. In quale democrazia, sia pure delle banane, un partito del 12 per cento (facciamo il 15, per essere generosi) soffia a un partito del 30 o 32 la guida dell'esecutivo? Qualcuno obietterà: nella prima Repubblica, Bettino Craxi e Giovanni Spadolini furono premier pur essendo i capi di forze politiche minoritarie rispetto alla Dc. Quindi, anche Monti è giusto che aspiri. Balle. A quei tempi vigeva il sistema proporzionale puro ed era fatale che i giochi si facessero in Parlamento, a consultazioni avvenute.
Adesso la musica è diversa: vige il Porcellum, c'è il premio di maggioranza, e il partito che lo piglia esprime - questa è la prassi - il presidente del Consiglio. Chiaro? A Casini ciò non importa. Lui vuole comunque la cadrega più ambita per passarla all'accademico bocconiano. In questo modo trasformando di fatto il Porcellum in una gran Vaccata.
Tutto si può fare in Italia, è vero, ma non rovesciare la legge dei numeri. E se la gente dà più voti a Tizio, per quale motivo dovrebbe comandare Caio?

Commenti
Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Sab, 05/01/2013 - 08:41

"Monti vieni giù dalla pianta" perché finchè stai su per aria a fare il Ciccio Ingrassia, ti fanno fare il palo della banda dell'Ortica mentre loro sono sotto a truccare i conti dello Stato per fare i prelievi da Bankitalia.

Ritratto di lucios

lucios

Sab, 05/01/2013 - 14:55

Direttore, secondo la logica, Lei ha ragione da vendere! Ma secondo il suo autorevole parere, Le sembra che nella politica italiana ci sia qualcosa di logico?

COSIMODEBARI

Sab, 05/01/2013 - 15:47

Lui è la continuazione del nulla e per essere ancora più nulla si è associato ai suoi pari. Bravo sette e più!

Ritratto di fritz1996

fritz1996

Sab, 05/01/2013 - 15:50

Il Porcellum è un sistema elettorale senz'altro discutibile - anche se non peggiore di altri, per esempio del doppio turno alla francese - ma il suo vero difetto è la "regionalità" al Senato, imposta da Ciampi per pelosissimi scrupoli costituzionali e che in passato ha impedito a Prodi di governare e in futuro rischia di impedirlo anche a Bersani. Che nelle pieghe dell'ingovernabilità si infilino i pidocchi del centrino è naturale; assai meno che, con un pugno di seggi, si pretenda addirittura la presidenza del consiglio, e per chi, poi? per uno che pretendeva di essere il salvatore della patria e che la sta allegramente finendo di rovinare (i numeri parlano).

robuf

Sab, 05/01/2013 - 16:04

Non si tratta di rovesciare la legge dei numeri. Dopo le elezioni nulla toglie che si possano stringere alleanze, ad esempio tra Monti e Bersani. E' qualcosa che la Costituzione consente. Il cd. Governo di coalizione. La svolte del 1994, cioè del bipolarismo, non è consacrata in principi scritti. Ben vengano gli accordi se portano alla governabilità e alla seria condivisione di principi.

Ritratto di Corsaro Azzurro

Corsaro Azzurro

Sab, 05/01/2013 - 16:22

Scommettiamo su un risultato molto più bipolare di quanto si possa ipotizzare oggi?

odifrep

Sab, 05/01/2013 - 16:34

E' vero che non bisogna dargli più di quanta attenzione merita, un ciarlatano di corte. Però, c'è un però : notate con quanta disinvoltura, superficialità, padronanza e soverchieria, dispensa sentenze-gratuite su politici detentori di contenitori elettorali -di gran lunga superiore- ai suoi? Sembra voler rappresentare l'ago della bilancia, come lo fu per l'allora, statista Craxi. E' questa la novità???? No. Ma quando un partecipante alla gara elettorale -a mio avviso- con percentuali "strozzate" parla in questi termini, significa che sopra il suo capo, un'altra "testa" capeggia incurante della democrazia popolare-cristiana. E' questa la novità???? Si. Saluti.

Ritratto di echowindy

echowindy

Sab, 05/01/2013 - 16:56

Casini le inventa tutte pur di mettere le mani su qualche seggiolino per far sedere i suoi chierichetti.

Ritratto di wilegio

wilegio

Sab, 05/01/2013 - 17:45

Io lo voglio vedere monti a governare con la necessità dell'appoggio parlamentare da parte di vendola! Ci sarà da ridere... anzi da piangere!

chiara 2

Sab, 05/01/2013 - 17:52

essere ripugnante e viscido, pensare che rubi la pagnotta da decenni.

chiara 2

Sab, 05/01/2013 - 17:52

essere ripugnante e viscido, pensare che rubi la pagnotta da decenni.

vince50

Sab, 05/01/2013 - 17:57

Non credo che sia lui che fini abbiano avuto mai altre aspirazioni.E poi perchè averle non è affatto necessario,ciò che conta è vivere di politica.Stipendio niente male più numerosissimi annessi e connessi e numerose guardie del corpo sempre "aggratis".Evidentemente hanno bisogno di essere protetti,sanno di rischiare a causa delle loro malefatte ruberie e coscienza sporca.

il veniero

Sab, 05/01/2013 - 18:07

FORSE VOTERIE MONTI, ma mi è estremamente difficile da quando ho scoperto che si propone assieme a Casini e FINI. Non penso di riuscire aturarmi il naso abbastanza...

giottin

Sab, 05/01/2013 - 18:25

Loro cianciano, cianciano, cianciano, brigano, brigano, brigano, alleanze di qua alleanze di là, se vinciamo facciamo così se perdiamo facciamo come se avessimo vinto, dobbiamo stringere l'accordo con questo piuttosto che con quello, ma nessuno, nemmeno il cav., si preoccupano di dirci che faranno realmente quello che noi tutti vorremo facessero, sdappiamo tutti da dove si dovrebbe iniziare, e intanto.....LE AZIENDE CONTINUANO A CHIUDERE. Bravi. Per ora il partito vincente è l'astensionismo, spero che aumenti ancora. Siate stramaledetti!!!!

giottin

Sab, 05/01/2013 - 18:28

...in fin dei conti se ne sono strafregati del referendum che abrogava il finanziamento pubblico ai partiti con una percentuale di oltre il 90%, vorrete mica che si preoccupino di un 50/60% di quelli che non vanno a votare. Riasiate stramaledeti!!!!!!

gpl_srl@yahoo.it

Sab, 05/01/2013 - 18:34

piuttosto di un pier furbetto, molto meglio un accordo tra PD e PDL che un casini ed un fini al governo: questi due con MOnti devono infatti sparire

Ritratto di oliveto

oliveto

Sab, 05/01/2013 - 18:54

La maggioranza degli italiani merita di più, molto di più. I signori professori con gradi accademici, i professori della politica, sempre professori sono; questi illustri chiacchieroni a furia di non pensare niente di utile finiscono per non pensare niente, ma pensano sempre. Come dire può il professore della Bocconi, dopo tante carognate fatte agli italiani, pensare che la maggioranza degli italiani con cervello possano votare la sua lista civica, composta fra l'altro da gente fatta della stessa pasta del capo ( il pesce puzza sempre dalla "capo")e con un condimento speciale, fini e casini e altra robaccia della peggiore specie della ex democrazia cristiana? La risposta non può che essere una: NO. E allora perchè pensa addirittura di vincere, il professore? La risposta è a portata di mano: vivono tutti in un altro mondo e quando si sveglieranno saranno ca...zi acidi, per loro.

mares57

Sab, 05/01/2013 - 19:09

Stiamo scendendo sempre più in basso. Ricordiamoci sempre che si sta decidendo il futuro di molti italiani con l'acqua alla gola, aziende che chiudono, pensioni da fame per molte persone, niente lavoro e niente futuro per moltissima gente.Paradossalmente la sinistra dovrebbe avere a cuore queste questioni, come la chiesa. Ma i privilegiati sono sempre lì al loro posto che conducono le loro partite a scacchi.Posti sicuri alleanze, basta che poi ci dividiamo i favori. Com'è che pensano questi sapienti di risanare il Paese? Aumentando burocrati e posti pubblici?Prepensionamenti, insomma la solita solfa che ci ha portato fino a qui. L'Italia è ingovernabile? Come facciamo per farci ascoltare? Eppure il Nord Italia da solo sarebbe più ricco della Svizzera. E magari potrebbe mandare a.... l'Europa. Io ci sto pensando seriamente: sono stufa di farmi amministrare da chi mi sfrutta. Se devo aiutare una regione, almeno le regole le detto io.

baio57

Sab, 05/01/2013 - 19:28

Il voltagabbana Caltagironesco è quanto di peggio possa offrire la casta ,alla pari dell'immobiliarista monegasco sono come la gramigna ,non ce li leviamo più dalle p@lle.

Ritratto di ultimo59

ultimo59

Sab, 05/01/2013 - 19:42

questo uomo non sa che pesci pigliare.x me non dorme la notte. attenzione se questo tizio si trova in dificolta', questo viscido tradisce.

Ritratto di marinogorsini

marinogorsini

Sab, 05/01/2013 - 20:21

dal porcellum al casinum....magnum...fuor di metafora.. vero segnor jenero

Paul58

Sab, 05/01/2013 - 22:51

Mi associo totalmente a Chiara 2. Aggiungo il mio totale disgusto per un personaggio politico spregevole ai limiti del subumano

rokko

Dom, 06/01/2013 - 00:06

Feltri, le do una notizia: il porcellum è già ora una gran vaccata, non serve che Casini ce lo trasformi. Avessimo un bel uninominale secco, Berlusconi Casini Fini e compagnia bella nemmeno si presenterebbero.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Dom, 06/01/2013 - 00:44

Ma chi saranno quegli sprovveduti che voteranno la lista di questo personaggio che si è dimostrato una palla al piede pesantissima per il nostro paese? Quali masochisti stanno ancora ad ascoltarlo?

billyjane

Dom, 06/01/2013 - 03:48

E adesso ci sarà da finanziare anche il partito di rigor monti?

Ritratto di fulgenzio

fulgenzio

Dom, 06/01/2013 - 08:12

Ha iniziato a sostenere l'Agenda Monti ancor prima che esistesse; questo ci dovrebbe insegnare qualcosa. In politica cio che ci viene mostrato e solo la punta del blocco di ghiaccio. Lui si fa traghettare con pochi voti da Monti il quale lo lancia al vertice, assumendo lui l'incarico che Napolitano ha già preparato: la Presidenza della Repubblica! E' per questo intento che Monti vuol restare fuori da qualsiasi ragguppamento, per evitare imbarazzo poi.Non ho ancora ben collocato nel puzzle Bersani, ma in politica per capire bisogna avere pazienza ed attendere, senza farsi distrarre dai colpi devianti.

billyjane

Lun, 07/01/2013 - 06:44

Com'è triste pensare che l'Emilia abbia partorito soggetti come costui, Fini e mortadella.