Il Prof ha deluso i suoi sponsor: i grandi capitali lo lasciano solo

Da Tronchetti Provera a Della Valle: sognavano liste vicine alla società civile, si sono ritrovati i soliti volti noti. E così invece di finanziare Monti sono fuggiti

Roma - La definizione più efficace l'ha data qualche giorno fa Oscar Giannino. «Quella di Monti sembra un'operazione “Mastella al cubo”, tipica della vecchia politica», ha detto il leader di Fermare il Declino. Più o meno quello che pensano i grandi elettori del Professore, quegli imprenditori e manager che hanno accompagnato la «salita in campo» del Professore e che potrebbero anche aprire i capienti portafogli per pagare il soggetto politico firmato Monti (che vorrebbe diventare partito ma ha bisogno di soldi, tanti soldi), ma che ora sono basiti. Sognavano una lista agile e digitale espressione della società civile e in grado di accontentare le esigenze delle grandi imprese italiche, si ritrovano a sponsorizzare un ircocervo pieno di vecchie volpi della politica italiana, quella analogica: Gianfranco Fini, Pier Ferdinando Casini, Rocco Buttiglione, Lorenzo Cesa e tanti altri scafati naviganti in cerca di una proroga al previsto sfratto dai palazzi del potere. Sognavano un vascello pirata in grado di vincere le elezioni e portare le proprie istanze nella stanza dei bottoni, si ritrovano a bordo di una barchetta senza rotta, con l'unica prospettiva di fare da scialuppa alla sinistra.

L'elenco dei potenziali sponsor del «vota Mario» lo ha pubblicato ieri il Corriere della Sera e può essere allargato a coloro che già sostenevano Italia Futura di Luca di Montezemolo, il portainnesti su cui è cresciuta la «Scelta Civica per Monti». Comprende Marco Tronchetti Provera, il presidente della Pirelli che solo due mesi fa si augurava una prosecuzione dell'esperienza di Monti a Palazzo Chigi in quanto «garanzia di credibilità di cui abbiamo un enorme bisogno a Bruxelles, Francoforte e sui mercati finanziari» per «tenere basso lo spread e pagare meno in denaro per fare investimenti». Include Diego Della Valle, patron della Tod's e di altre aziende del made in Italy, che più di una volta si è fatto scappare l'endorsement per Monti, arrivando a ipotizzare a Servizio Pubblico, lo scorso ottobre: «Vedrei un Monti che continua a fare il suo mestiere, e poi chi vince le elezioni fa il vicepresidente del consiglio. Mi sembra una combinazione perfetta». Alla faccia del dettato costituzionale. Spunta poi il nome di Claudio de Eccher, azionista di maggioranza dell'omonima azienda che lui stesso definisce una «boutique delle costruzioni», che a luglio del 2012 accompagnò Monti in un fruttuoso viaggio d'affari in Russia: tornò con in tasca il contratto da 474 milioni per la costruzione di un complesso immobiliare nell'area dello stadio della Dinamo di Mosca. Quanto a Carlo D'Asaro Biondo (presidente Europa Sud e Africa di Google) sposò da subito la causa di Monti: «Fa piacere vedere governanti che non si preoccupano del consenso ma fanno ciò che bisogna fare», si lasciò scappare in un'intervista. Benito Benedini, presidente della Federazione dei Cavalieri del Lavoro ed ex n°1 di Assolombarda, fu addirittura il primo a inchinarsi a Monti quando per questi si spalancarono le porte di Palazzo Chigi: «Sono convinto che scelta del professor Mario Monti sia quella giusta: lo conosco da diversi anni, farà molto bene», disse il 16 novembre. E poi ecco Gianni Punzo, l'inventore del Cis di Nola e socio di Luca di Montezemolo nell'avventura ferroviaria di Ntv, Anna Maria Artoni, già presidente di Assindustria Emilia-Romagna, Fabrizio Di Amato della Tecnimont, Lupo Rattazzi (Exor e ASSAereo), Alberto Galassi (Piaggio Aero), Flavio Repetto (Elah-Dufour), Sergio Dompè (Assobiotec) e tanti altri. Tutti con la borsa piena ma ben serrata.

Dice Elisabetta Tulliani, compagna di Gianfranco Fini, a proposito dei suoi legami con Mario Totaro: «Il solito giornaletto legato ad Arcore ha tirato fuori una cosa non vera, basandosi sul sentito dire. Totaro è iscritto ad Italia Futura ed era stato candidato con loro come lui stesso ha dichiarato. Non è il mio socio». La Tulliani dimentica però che il primo a dare la notizia è stato il Corriere del Mezzogiorno: anche questo è un «giornaletto legato ad Arcore»?

Il governo Monti ha di fatto affossato il settore automobilistico, ma questo non impedisce, a chi si ne occupa in un modo o nell'altro, di rincorrere un posto come parlamentare nel gruppo che fa capo al premier bocconiano. Tra questi ci sarebbe anche Giovanna Mazzocchi, editrice di Domus. La voce circolava forte ieri, a Milano, durante l'annuale «QuattroruoteDay», evento che ha visto l'intervento anche dell'industriale Alberto Bombassei, patron di Brembo, pure candidato, nonché amicissimo di un altro montiano, il ferrarista Luca Cordero di Montezemolo.

Commenti

Benado

Ven, 18/01/2013 - 08:54

Ho la disponibilita' di 1€ vorrei aprire una SRL e poi? Col pezzo di carta ci posso andare al bagno? Si puo' con 1€ iniziare l'attivita?

angelomaria

Ven, 18/01/2013 - 09:10

non merita nient e e se prima aveva un minimo di pudore ora ha perso anche quello facendo vedere non solo da noi ma a tutto il mondo quqnto sia meschino un'attaccamento al potere cosi mai visto ora sappiamo perche hai senatori a vita bisogna togliere il voto inaffidabili

fabianope

Ven, 18/01/2013 - 09:13

" si sono ritrovati i soliti volti noti." i competitors di dx e sx, invece, ne hanno presentati di volti nuovi....mamma mia, quanti!!!!!

Ritratto di mariosirio

mariosirio

Ven, 18/01/2013 - 09:22

tutto normale. aldilà delle frasi di circostanza sti ricconi non vanno, dicono di sì ma per fargli tirar fuori un fiorino per il conto d'un servizio bisogna portarli in seconda istanza.

m.m.f

Ven, 18/01/2013 - 09:22

un imprenditore con un minimo di etica e di amor proprio,per se stesso e per la sua azienda,dovrebbe farsi parte diligente,chiudere tutto e delocalizzare all'estero oppure vendere la propria azienda agli stranieri...........ma qui la vedo difficile. dicono che ci sono 4 milioni ancora di aziende in italia......medie,medie piccole e piccole....... possibile che in questo paese esistono ancora 4 milioni di coglioni????

guidode.zolt

Ven, 18/01/2013 - 09:27

Questo dimostra quale fine stratega abbia affondato l'Italia fondando un partito carico di mine ad orologeria destinate a fare il vuoto nelle cabine elettorali...

elalca

Ven, 18/01/2013 - 09:38

e' venuto a galla quello che veramente è e rappresenta questo individuo. tutta forma e niente sostanza, un pupo tenuto per le palle dai poteri forti.

giovanni PERINCIOLO

Ven, 18/01/2013 - 09:38

L'armata brancaleone, molto branca e poco leone!

Ritratto di venividi

venividi

Ven, 18/01/2013 - 09:43

Tutti questi grandi imprenditori e presidenti intenti ad approvare la macelleria di Monti sono dei magliari "Fa piacere vedere governanti che non si preoccupano del consenso ma fanno ciò che bisogna fare". Ciò che bisogna fare, cioè far fuori gli italiani per una "garanzia di credibilità di cui abbiamo un enorme bisogno a Bruxelles, Francoforte e sui mercati finanziari". Ecco e la popolazione "normale" si deve suicidare ? Gentaglia.

lamwolf

Ven, 18/01/2013 - 09:49

Mai come dal 1992 sono ci sono state entrate fiscali nelle casse dello stato come nel periodo del governo Monti. Ma la cosa che sbalordisce è che il debito pubblico è aumentato?????? E' vergognoso aver spremuto così la gente e soprattutto quella povera e poi non è servito a NULLA!!!! Vergognatevi!!!!!!!

Ritratto di 02121940

02121940

Ven, 18/01/2013 - 09:52

Monti ha deluso i suoi sponsor? Direi che in primo luogo ha deluso quegli Italiani che in un primo momento hanno sperato che egli fosse un "homo novus" per il governo del Paese, anche quelli che già conoscevano la storia del suo doppio mandato nella UE, ottenuto grazie a Berlusconi e confermato da D'Alema. Homo novus? Solo un vecchio imbonitore!

Ritratto di enzo33

enzo33

Ven, 18/01/2013 - 09:55

Gentile dottor Monti, ma non fu Lei a dire: "quando avrete formato il nuovo governo, se avrete bisogno ancora di me sarò onorato di servire ancora l'Italia?" non rappresenta tutto ciò un tradire le proprie parole? si è voluto forse adeguare a quel tre volte traditore dell'elettorato italiano? (MSI-AN-PDL)la sua discesa (non salita)e più giù non poteva, in campo renderà ingovernabile l'Italia, non ci crede? chi vivrà...tanti saluti. Enzo33

aben

Ven, 18/01/2013 - 09:59

Monti è un FALLIMENTO come uomo, come politico, come tecnico non è capaca di imporsi anessuno è succube di consiglieri inaffidabili, non sa scegliere i collaboratori, è talmente tronfio del suo ego che non vede più in la del suo naso. Andrebbe messo alla gogna per i danni che ha fatto e sta organizzando al nostro paese.

'gnurante

Ven, 18/01/2013 - 10:01

meglio così, in caso di elezione non avrà favori da restituire.

stefanopiero

Ven, 18/01/2013 - 10:01

E' la stessa classe imprenditoriale che, nei secoli passati, ha istigato i poveracci a fare la rivoluzione. Questa volta non gli è andata bene. O almeno speriamo.

Ritratto di I£ suddito Italiota

I£ suddito Italiota

Ven, 18/01/2013 - 10:07

i veri sponsor sono ben nascosti dietro le quinte ed hanno interessi incoffessabili che i disinformati sudditi italioti purtroppo ignorano

pinocchioudine

Ven, 18/01/2013 - 10:10

ma, oltre a casini, in malafede, e fini, senza alternative, chi altri crede in monti?

unosolo

Ven, 18/01/2013 - 10:20

abbiamo assistito a discorsi che rinnegavano il suo lavoro, abbiamo sopportato le falsità e le cose inventate solo per essere il primo , oggi hanno capito il suo carattere e lo abbandonano , le bugie si dice che prima o poi vengono a galla , sono una montagna non c'è più spazio , è finito un personaggio così non poteva infondere fiducia alla nazione , forse in Europa ma non credo , se chiedesse oggi una fiducia neanche il Bersani o il Casini gliela darebbero forse solo il Fini con i suoi colonnelli. fine di una brutta parentesi che ha distrutto un sistema collaudato , abbiamo superato calamità naturali grandi con Berlusconi ma col Monti l'Emilia si è tirata a lucido da sola . Hanno speso milioni senza mai tagliare , i tecnici, un solo spreco della politica o della casta anzi il debito vola .

Marcellus_Wallace

Ven, 18/01/2013 - 10:23

Paura nera ! Se anche imprenditori e industriali votano Monti, dove lì trova i voti il PDL?

Rossana Rossi

Ven, 18/01/2013 - 10:27

Tutti questi figuri, a cominciare dalla tulliani, sono solo spazzatura da eliminare. Speriamo che gli italiani lo capiscano..........

framont

Ven, 18/01/2013 - 10:33

MAMMA LI TURCHI !!! MAMMA LI PATRUNI !!!! POPOLO DI SINISTROIDI, VOLETE PROPRIO INCIUCIARVI CON QUESTA GENTE... "PER BENE" SI INTENDE. ALLA FACCIA DEL CONFLITTO D'INTERESSE.

stefanopiero

Ven, 18/01/2013 - 10:40

Ricordiamo quando Berlusconi definì Prodi l'utile idiota della sinistra. Monti è un utile idiota di qualcosa di più grande e pericoloso della sinistra, ma sempre utile idiota è. Che poi sia diventato "l'uomo che volle farsi Re" ci sta, infatti sta finendo come lui. Essersi schierato gli ha fatto perdere quell'aura di semidio della finanza/economia per farlo diventare un politico dei tanti, nemmeno dei migliori

canaletto

Ven, 18/01/2013 - 10:42

E QUEL CHE E' PEGGIO E' CHE VANNO ALL'ESTERO O MEGLIO IN PARADISO (FISCALE) NON ALL'INFERNO ITALIANO

jovac

Ven, 18/01/2013 - 10:43

Certo lo lasciano solo, ma intanto il centro veleggia verso il 15%... un altro po' e supererà quel ridicolo partito di plastica che ha portato l'Italia al disastro!!!

ARNJ

Ven, 18/01/2013 - 10:52

Monti si è dimostrato quello che è.........un professorino frustrato a caccia di popolarità........un incompetente......un dilettante allo sbaraglio......chi ne ha più ne metta......!!!!..un poveraccio.....!!!!!..

Robertin

Ven, 18/01/2013 - 11:10

Più che alla Mastella la chiamerei alla Napolitano ...

miu67

Ven, 18/01/2013 - 11:15

Adesso chi finanzierá la sua campagna elettorale? Potrebbe autofinanziar si con lo stipendio che gli diamo noi italiani come senatore a vita. VERGOGNA......comunque a quanto pare il potere gli è piaciuto eccome.......

leo.nar.do

Ven, 18/01/2013 - 11:31

Ben gli sta ... Il prof. voleva lasciare intendere di essere diverso dai vecchi politici... Ma poi è rimasto vittima dei due partitini meno presentabili in Parlamento... Udc e Fli, Casini e Fini... E dove poteva pensare di andare con una compagnia del genere ?..., più che andare a fare la ruota di scorta di Bersani, non poteva fare...

Angelo Mandara

Ven, 18/01/2013 - 11:50

SE L'ELETTORATO FA IL TACCHINO A NATALE? - Politici sempre più "alle corde, pugni sempre più "sotto la cintura" che si offendono pesantemente...ma con il sorriso sulle labbra, coalizioni in un totale marasma di apparentamento. Lo stesso Prof (assorbito nella parte)...pare persino diventato un'altra persona...forse per tentare di avvicinarsi alla verve comica del Cavaliere (non riuscendoci),ha riesumato la favola del pifferaio magico, con scarso successo di aderenza alla realtà. Su quello che i due contendenti abbiano fatto di buono e futuribile per il nostro bene...non si riesce a dirlo serenamente ma è certo che i due hanno ignorato di fare del male ai loro "apparati" statali (offendendo le attese del popolo). Le "cose" rimandate alla prossima legislatura stanno ancora "gridando vendetta"..e costoro, ancora, invitano a non disertare le urne...come il tacchino predestinato che viene "invitato" al cenone natalizio? Non solo, la RAI, ogni giorno,ci ricorda il canone in scadenza... per poi, dover sentire oscenità e "mascalzonate"? Fini, col suo 1,5%, troppo presente in TV? Saluti. Angelo Mandara

cast49

Ven, 18/01/2013 - 11:57

LE ENNESIME FIGURE DI MERDA...PERCHE' NON SI E' DIMESSO? PER FARE IL DISPETTO A BERLSCONI O PER NON DISPIACERE IL PRES. NON SUPER PARTES NAPOLITANO, IL GOLPISTA?

Ritratto di pierfabro

pierfabro

Ven, 18/01/2013 - 12:02

o mio paese forse ci salviamo con un bel flop, anzi diciamolo in italiano "FIASCO" del prof. che sta rigirando la realtà dei fatti sul suo governo tecnico pensando che gl'italiani siano tutti rimbabbiti dalle sue parole.

Garpaul

Ven, 18/01/2013 - 12:18

I grandi capitali lasciano l'Italia perchè c'è una recessione introdotta da un decennio dai governi Berlusconi. In circa dieci anni sono state chiuse 33.000 imprese e sono andati a casa 160.000 lavoratori! NON da quando il cav. ha lasciato la patata bollente a Monti, ma da quando governo il suo partito! Aprite le orecchie, altrimenti vi sbagliate di nuovo a votare!

belli_capelli

Ven, 18/01/2013 - 12:30

Gente,non dimenticatevi che questo signore ci prende per il cçççç... lui è senatore a vita (l'assicurazione che si è fatta sponsorizzata dal compagno presidente) quindi dei consensi, campagna elettorale ecc. non gliene può fregare di meno... cio che gli interessa è che ci sia una situazione di sostanziale pareggio!!

Ritratto di antoni55

antoni55

Ven, 18/01/2013 - 12:31

Buon giorno a voi.Gli sponsor,Montezuma,Della Valle,Tronchetti Provera,lo hanno scaricato??Poverino chè pensava chè sono scemi?? Sig.monti telefoni alla culona forse gli risolve il problema!!!!!

Ritratto di sighiss

sighiss

Ven, 18/01/2013 - 12:53

In considerazione delle possibili defezione dei sostenitori montiani. Potrebbe essere che successivamente alla sua accelerata nomina a Senatore a vita e Presidente di Consiglio , le associazioni internazionali nelle quali è strettamente partecipe contestualmente alle principali lobby dell'alta finanza ( che controllano anche le agenzie di rating),– Abbiano deciso di ritenere - temporaneamente - finito l'esperimento Monti Mario.

Triatec

Ven, 18/01/2013 - 12:57

Quest'uomo ha qualche problema, non lo lasciate solo, siamo sicuri che sia laureato in economia? Aprire una srl con 1€. Chissà quale attività potrai mettere in piedi con l'affidamento che ti faranno le banche e come saranno felici di farti credito i tuoi fornitori!

Mareia2012

Ven, 18/01/2013 - 12:58

Anche Monti da I della classe come si è presentato è finito negli ultimi banchi gli manca solo il beretto

Mareia2012

Ven, 18/01/2013 - 13:01

Caro Benado chiedi a Monti che ti faccia una fidejussione bancaria

maubol@libero.it

Ven, 18/01/2013 - 13:04

più parla, più ti viene voglia di votare da un'altra parte!

Triatec

Ven, 18/01/2013 - 13:09

Le tasse sono state necessarie per salvare il Paese dal baratro! Bravo Monti, però se viene viene attaccato per le troppe tasse si difende chiamando in causa Berlusconi e le famose "bombe ad orologeria" predisposte dal precedente governo. Allora il paese è stato salvato dal precedente governo e non da lui!

Ritratto di venividi

venividi

Ven, 18/01/2013 - 13:38

Questo ometto aveva dichiarato di essere a disposizione nel caso l'Italia avesse bisogno di lui e poi quando Berlusconi gli ha proposto di venire con il centro-destra non ha neanche risposto e subito dopo si è buttato nella mischia con i gentiluomini Fini e Casini. Ma che furbo !

cameo44

Ven, 18/01/2013 - 13:45

Questo Prof. Monti che anche oggi ha avuto l'ardire di aver sal vatol'Italia dal crollo finanziario dovrebbe tacere visto che non è stato capace ad intevenire su che cosa questo crollo ha causato le spese del Quirinale le spese delle due Camere le spese dell'in tera politica e tutto ciò che ruota intorna ad essa come tutti gli enti inutili è stato capace solo a colpire i deboli mentre nulla ha saputo o voluto fare contro i soliti potenti compresa quella casta di cui ha avuto bisogno del PD e PDL su cui oggi spara a zero ecco il grande uomo che dall'alto della sua boria non vuol riconoscere il suo fallimento nonostante tutti i numeri ed i dati economici sono contro di lui il paese non è mai stato male come adesso dopo i suoi provvedimenti che hanno portato il paese in piena recessione il crollo dei consumi e della prodiu zione industriale l'aumento dei disoccupati il crollo del merca to immobiliare l'aumento del debito pubblico nessun dato in suo favore solo Casini e Fini per loro tornaconto dicono che il Prof.è utile al paese ma non certamente tutte quelle famiglie che a causa dal Prof. Monti sono passati dal ceto medio alla povertà o ai tanti disoccupati e cassintegrati in più o ai com merciati ed imprese che chiudono speriamo che ne tengano con to nella gabina elettorale

macchiapam

Ven, 18/01/2013 - 13:48

Monti è un governante di prim'ordine; ma si è dimostrato privo di sapienza politica. Esaurita l'esperienza di governo, sarebbe dovuto andare a ripetizione da Andreotti, che avrebbe ben saputo consigliargli la tattica migliore. Invece ha preferito scendere in lizza con una sua lista, in parallelo coi vari Casini, Fini, Giannino, Grillo, IdV e cani sciolti, che ovviamente nello scontro col PD e il PdL finiranno ridotti a quelli che sopravvivono mercanteggiando qualche voto da una parte o dall'altra: incertezza politica e instabilità parlamentare. Monti: sei ancora in tempo! torna, quieto, al tuo scanno al Senato e attendi gli eventi!

Benado

Ven, 18/01/2013 - 18:01

DALLA TV HO APPRESO CHE IL DEBITO PUBBLICO E' AUMENTATO DI 100.000.000.000 DI € ,E' VERO?