Quel comico che tragedia

Grillo si alimenta delle disgrazie dei suoi avversari. Se il Pd dovesse vincere d'un soffio, Renzi sarebbe bruciato. Nel nostro futuro ci sarebbe il caos

«Il migliore governo è quello che agonizza, perché fa posto a un altro» (il virgolettato non è mio, ma di Gustave Flaubert). E mi pare che la compagine presieduta da Matteo Renzi non sia in salute come si sforza di apparire. Abbiamo letto che i parametri economici autorizzano a emettere una diagnosi infausta: il Pil va giù e il debito pubblico va su; l'occupazione scende e le tasse salgono. Lasciamo perdere i consumi e la produzione: precipitano.
Non mi piace addossare troppe responsabilità al premier, però è lecito chiedergli se continua a essere ottimista quanto il giorno in cui s'insediò a Palazzo Chigi. Molta gente che aveva sperato in lui quale uomo della provvidenza, comincia a ricredersi. Scuote la testa: teme di essere stata bidonata. Attende sviluppi e si prepara alla catastrofe, che si annuncia fra otto giorni, quando nella notte fra domenica e lunedì si conteranno le schede.
Le elezioni europee in un Paese normale - meno isterico del nostro - non incidono sulla politica interna; in Italia invece sono una specie di referendum circa la legittimità democratica dell'esecutivo in carica. Cosicché tra poco più di una settimana verificheremo se Matteo è oppure fu. Il suo destino è legato al risultato che otterrà non soltanto il Pd, del quale è segretario, ma anche il Movimento 5 stelle. Quest'ultimo non è un partito ortodosso ma una mina vagante, una minaccia, una calamità potenziale la cui forza devastante non si è ancora espressa completamente.
Beppe Grillo si alimenta delle disgrazie dei suoi avversari, pertanto ingrassa ogni dì e sta per diventare obeso: i sondaggi - quelli poco scientifici e basati sul fiuto - lo danno addirittura al 30 per cento. Percentuale sbalorditiva ove si consideri che il Pd nella sua lunga storia (da Enrico Berlinguer a Walter Veltroni) non ha mai superato un terzo dei consensi, e anche nella presente circostanza non dovrebbe andare oltre. Nel qual caso, il rischio che i grillini compiano il sorpasso non sarebbe remoto. Mettiamo pure che i democratici vincano di un soffio, come avvenne nel febbraio 2013: per Renzi sarebbe una sonora sconfitta, come fu per Bersani, e ciò inasprirebbe le tensioni fra gli ex (o post) comunisti, divisi in due tronconi: i tradizionalisti e i rottamatori, tanto per semplificare.
Il partito sarebbe scosso da un terremoto e fra le vittime si potrebbe contare lo stesso Matteo. Con i tempi che corrono, bruciare un leader è un gioco d'infanzia. Se le nostre previsioni non sono campate in aria, ci attende un periodo burrascoso, quantomeno fosco. Probabilmente i progressisti, che per vent'anni hanno combattuto Silvio Berlusconi con tutte le armi, comprese quelle improprie, si accorgeranno - se non ne sono già edotti - che il vero nemico non era lui, ma il comico genovese. Il quale, essendosi inserito fra i due litiganti, si accinge a godere come un riccio.
Lui, e soltanto lui, infatti, è in grado di raccattare il suffragio dei nauseati dalla politica, ovvero coloro che non vorrebbero votare, ma che, se decidessero di farlo spinti dal cupio dissolvi (crepi Sansone con tutti i filistei), darebbero la preferenza all'uomo specializzato nella demolizione e incurante della riedificazione, ritenendola poco interessante, un mestiere diverso dal suo. E qui arriviamo al punto. Finché la battaglia era circoscritta al bipolarismo - centrodestra contro centrosinistra - erano escluse sorprese: chiunque vincesse, più o meno erano noti i guai che avrebbe combinato. Non parliamo di vantaggi perché non ne abbiamo mai visti.
Comunque il Paese tirava avanti, sollevando i soliti mugugni popolari, ma senza essere trascinato nel burrone. Adesso si registra che il terzo incomodo pentastellato contende il primato elettorale ai due protagonisti di una volta; qualora con un guizzo dell'ultim'ora passasse in testa, si aprirebbero degli scenari (inimmaginabili fino a un paio di anni orsono), nei quali Renzi avrebbe il ruolo di una meteora, anzi di una farfalla la cui vita è breve come un sospiro.
Difficile fare ipotesi su ciò che accadrebbe con Grillo sul gradino più alto del podio e con il Pd e Forza Italia al piano di sotto. Ma è facile, conoscendo i nostri polli, prevedere un disastro. Basta pensare che il M5s si è appiattito su posizioni giustizialiste e manettare: si augura che tutti i politici avversari vadano in galera e non escano più; auspica un repulisti indiscriminato; vagheggia un ripescaggio del marxismo. Non solo. Intende rifiutare di allearsi con altri partiti, per cui non si comprende quale tipo di maggioranza avrebbe l'opportunità di crearsi allo scopo di formare un governo.
Quale governo? Sostenuto da chi? Da sottolineare che Grillo, bene che gli vada, non otterrà, né il 25 maggio né a eventuali politiche (più o meno anticipate), il 50 e rotti per cento buono per un monocolore. E allora? Nel nostro futuro ci sarebbe il caos, aggravato dal fatto che non abbiamo ancora una legge elettorale sostitutiva del Porcellum. Di modo che si voterebbe con un sistema proporzionale foriero di disordini ampiamente sperimentati.
Chi giurava che, ferito Berlusconi, si sarebbe tornati al tran tran rasserenante della Prima Repubblica, con la sinistra stabilmente insediata al governo, scoprirà invece che il Paese sarà in balia di un manipolo di sfasciacarrozze coadiuvati da una giustizia ansiosa di farla pagare a chi mirava a riformarla per mandarla a cuccia.

Commenti

Giacinto49

Dom, 18/05/2014 - 20:54

La cosa più vergognosa e che questa battaglia, da parte di tutti, comico e comunisti in primis, sia combattuta all'insegna del ridotto impegno lavorativo, sociale, familiare rifiutando quello che sarebbe l'unico modo per riprendersi: ricominciare a farsi il culo, ognuno nel suo, 13/14 ore al giorno, curare la famiglia, educare i figli, mantenere uno stile di vita ragionevole ed altre amenità di questo genere. Quello che è venuto a mancare, sappiamo per colpa di chi, è il buon senso. Non sarà facile ripristinarlo.

CALISESI MAURO

Dom, 18/05/2014 - 20:58

Caro Feltri, il Paese e' gia' spacciato prima innanzi socialmente. Non c'e' piu' niente, 60 anni di DC e PCI e alberelli lo hanno demolito. Gli ultimi tre governi sono stati anti italiani. Questo renzi e' stato messo li da chi ci vuole MORTI, come popolo e civilta'. Il Berlusconi ha fallito anche per colpa del sistema mafioso e il suo volere collaborare con tale sistema un tumore si toglie con l'aspirina si cura la febbricciola. Questa e' una nazione che non cambiera' mai. E' sostenuta solo dalla speranza che arrivino le pensioncine per mantenere pure i nipotini che non trovano lavoro o non lo vogliono trovare. Un grillo con tanti voti in Europa e' una buona cosa. Per l'Italia non so, non sono ancora pronti penso. tuttavia ogni poltrona tolta alla casta sara' sempre un successo. Chiaro che per sanare la situazione sarebbe necessario avere in pianta stabile un georgiano con l'aiuto di un imbianchino. Li ci sarebbe speranza.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Dom, 18/05/2014 - 21:07

e comunque, feltri ha descritto abbastanza realmente lo scenario post 25 maggio. infatti dobbiamo tenere in conto che le europee, fino ad oggi valevano come il due di picche. finora. ma da questo anno, non ci si può essere sicuri di nulla, tranne che del caos in cui ci siamo già, grazie a quei mafiosi della sinistra e di napolitano!!

peter46

Dom, 18/05/2014 - 21:20

Allora per questo si è voluto'prendere una pausa di riflessione' sulla legge elettorale?Per farne una senza premio di maggioranza qualora i grillini diventassero,ora,primo partito onde 'sperare nelle 'larghe intese',cioè nella nuova 'riedizione' del 'compromesso storico'?Grillo...Grillo...se ridai una 'spolveratina' a quell'idea della commissione su 'indagine patrimoniale' verso tutti coloro che sono vissuti a 'pane e politica' ed estendendola alle cosiddette 'quinte colonne'....provaci ancora Beppe.Non ci sarà 'pannolone' che tenga.

Ritratto di Kasparov77

Kasparov77

Dom, 18/05/2014 - 21:28

Sign. Feltri, lei ha perso un'altra buona occasione per mettersi alla tastiera e scrivere delle enormi castronerie. Mi sono fermato al titolo ed alle prime righe di spiegazione. Immagino che il testo che non ho osato leggere sia solo il frutto del suo stato confusionale. Cambi mestiere o vada in pensione

Ritratto di deep purple

deep purple

Dom, 18/05/2014 - 21:30

Feltri, davvero lei pensava che Renzi avrebbe potuto risolvere i problemi del paese in soli due mesi? In ogni caso votare per Grillo non è una buona cosa (nè in Europa, nè in Italia), è un suicidio collettivo. Piuttosto, è meglio che vinca Renzi, diamogli ancora un po' di tempo.

A.Santagostino

Dom, 18/05/2014 - 21:36

Caro Feltri. Questa volta leı ha fatto la frittata. Dı fatto con la sua forsennata campagna contro l'Europa ha fatto da gran cassa di Grillo. Lei come Grillo vuole sfasciare l'Europa. Gli elettori che la seguiranno voteranno per Grillo. Non per FI. Complimenti a lei e al suo amico Giordano.

Ritratto di pravda99

pravda99

Dom, 18/05/2014 - 21:42

Mi devo essere perso i passaggi in cui Grillo e Berlusconi citano come risollevare l'economia e riportare gli Italiani al lavoro...Va a finire che lasciano che l'unico che ne parli sia l'inetto Renzi. Che capolavoro...!!!

Rembrandt

Dom, 18/05/2014 - 21:53

Ribadisco il concetto:ringrazio BEPPE GRILLO per avermi fatto diventare EUROPEISTA CONVINTO !

AH1A

Dom, 18/05/2014 - 21:57

Questo articolo seppellisce definitivamente FI emarginata a partito minore.

A.Santagostino

Dom, 18/05/2014 - 21:58

Caro Feltri, torno a scivere il commento che non avete pubblicato. Al 30% di Grillo ha contribuito anche lei,con la sua forsennata campagna contro l'Europa. Lei come Grillo la vuolo sfaciare. Siete sulla medesima linea. Chi la segue votera' M5S con FI. Complimenti a lei e al suo amıco Giordano.

Ritratto di magicmirror

magicmirror

Dom, 18/05/2014 - 21:59

condivido con calisesi. se siamo a questo punto lo dobbiamo a...quelli che vogliono rimanre dove sono. ed un Feltri ci ragiona ancora sopra.

Ritratto di Zione

Zione

Dom, 18/05/2014 - 22:05

L'illustre e autorevole dottor Castelli (da MINISTRO della Giustizia) riuscì, per il bene del POPOLO e con immediato invio degli Ispettori Ministeriali, a far sloggiare (almeno per un poco ...) la più Mortifera TENIA che si annidava e impestava nelle Istituzioni e da dove, con la solita ignoranza e Superbia, si proclamava (ancora oggi ?) il Patrono del mondo. ----- Vade retro, Emerito e impunito GIUDICIUME (ordito e generato dall'infame Patto di Mandrogne); immondo, ingordo e sommamente Scellerato; incestuoso figlio di quell'ignobile, blasfema e Turpe magistratura TENIOCRATICA e di quel cornuto di Satana. Amen !!! --- ruotologiu@libero.it

Ritratto di giubra63

giubra63

Dom, 18/05/2014 - 22:29

Mentre negli altri Stati europei chi vuole votare per un partito euro-scettico lo fa sapendo il suo programma se é di destra o sinistra, qui in Italia, molti furiosi con l'attuale Europa e con la crisi voteranno per i grillini che raccolgono il peggio del peggio: giustizialismo di sinistra e di estrema destra, corporativismo di sinistra e di destra, rifiuto della civiltà Occidentale con la famosa decrescita (in-)felice che porterà l'Italia ai livelli della Cambogia di Pol Pot - Kmer Rossi. Se siete di sinistra e arrabbiati con questa Europa votate Lista Tsipras, se avete una speranza su Renzi, votatelo; se siete euro-scettici di destra, se siete talmente arrabbiati e non volete piu' essere sudditi dell'Europa e dell'Euro votate Lega Nord e Fratelli d'Italia-AN; se siete arrabbiati contro la Merkel-Sarkozy-Draghi-BCE-tecnocrati-burocrati europei ma siete anche liberali e credete che si puo' modificare il Fiscal Compact ed il MES, aiutare le imprese cambiando la BCE, aiutando i giovani con la defiscalizzazione per i neo-assunti allora votate Forza Italia. Certo non votate i grillini che sono comandati dalla casaleggio connection-sassoon (i sassoon sono banchieri amici dei rothschild), ed i militanti piu' stretti vorrebbero un Italia schizofrenica tra Kmer Rossi e socialnazionalismo, un miscuglio di ideologie tra il marxismo-fascismo prima maniera-peronismo, oltre che essere ammiratori di chavez e di castro. Lasciamo stare grillo il pluri-omicida,condannato anche per abusivismo edilizio e per diffamazione, quello é solo un stipendiato di casaleggio.

pilave

Dom, 18/05/2014 - 22:51

Caro Feltri, purtroppo mi dica lei chi si deve votare in italia, mi spieghi perchè e penso proprio che anche per lei sia impossibile darmi una risposta esaustiva. Tutti i politici, a tutti i livelli, hanno la responsabilità dell'italia sulle loro spalle, a seguire o meglio a pari merito la magistratura e a seguire voi giornalisti che al pari delle categorie sopra nominate non siete più credibili. Se molti voteranno 5 stelle li comprenderò, ormai ci avete tolto, rubato anche l'anima. Viva l'italia.

Leo Vadala

Dom, 18/05/2014 - 23:06

L'Italia e' nei guai. E l'unico partito che ha zero colpe di questa situazione e' il M5S. E Lei, Sig. Feltri, ha la faccia tosta (non c'e' altro vocabolo) di dire che "Beppe Grillo si alimenta delle disgrazie dei suoi avversari", quasi che il chaos in Italia sia stato causato da imprevedibili incidenti di percorso senza responsabilita' alcuna da parte di chi ha governato in questi ultimi 20 anni. E' tanto difficile ammettere che in questo passato ventennio l'Italia e' stata governata da incompetenti?

gbsirio_1962

Dom, 18/05/2014 - 23:20

l'intera classe politica che ha governato in questi ultimi 20 anni non vuole ammettere il proprio fallimento e non vuole farsi da parte. Bisogna avere il coraggio di cambiare radicalmente la classe politica, mandando in parlamento PERSONE ONESTE !!!

Ritratto di gbbyron2007

gbbyron2007

Dom, 18/05/2014 - 23:20

Da bravo genovese, Grillo ha riciclato il suo repertorio in politica il suo repertorio di cabarettista: aiutato dalla disgregazione sociale operata dai comunisti, ultimo il Rosso del Colle. Dal 1917 vanno seminando lutti e miserie. Quanto dovremo aspettare finché arrivi un Pinochet che li butti giù dagli aerei?

gianrico45

Dom, 18/05/2014 - 23:24

Dopo la promessa di Rocco Siffredi vedrete che si calmerà,sempre se non gli piaccia.

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Dom, 18/05/2014 - 23:40

I cittadini e i politici devono volersi bene e stare vicini, vicini. Cosa ti vanno a escogitare? La luna di miele perenne. Così i futuri governi dureranno solo 102 giorni: il primo giorno serve per introdursi nell'alcova con gli italiani, 100 giorni servono per sussurrare paroline dolci e promesse strampalate a costo zero, l'ultimo giorno per sloggiare. Fanno centodue giorni tondi, tondi. Sotto un altro!

g.delgiovine

Dom, 18/05/2014 - 23:42

Insomma Feltri, ci sta dicendo che dobbiamo turarci il naso e votare PD?

@ollel63

Dom, 18/05/2014 - 23:57

e tutto questo grazie a quel signore aggrappato al colle che ha distrutto la politica di questi anni fin dal primo giorno del suo insediamento alla presidenza di questa disgraziata repubblica. Uno stalinista della peggiore specie.

scipione

Lun, 19/05/2014 - 00:03

Ricordo come Berlusconi apostrofo' quelli che votavano comunista.Se si pensa che siamo arrivati a "IO SONO OLTRE HITLER"( non so se ancora con le camere a gas o altri sistemi di olocausti ) devo dire che forse bisogna rimpiangere quei tempi e che siamo alla follia pura.E certa magistratura spero si stia chiedendo : che ca....o abbiamo combinato.

profpietromelis...

Lun, 19/05/2014 - 00:12

E venga il caos. Perché quello in cui stiamo è il vero caos. Fuori da questa Europa di merda. Rivoglio la lira. W Grillo.

mauriziosorrentino

Lun, 19/05/2014 - 00:48

Dottor Feltri,confesso che ho fatto fatica a finire l'articolo...trovo che Lei sia ingabbiato tra una qualche difesa d'ufficio di Silvio e la poca voglia/possibilità di approfondire le cause e effetti. Mi ricordavo un Feltri tagliente,arguto,sagace,gustoso...la ritrovo democristianizzato,cerchiobottista,e...fiacco! Ma perché non pone delle domande serie? del tipo:Perché Silvio non denunciò(con la potenza mediatica che possiede)il golpe per tempo? Perché Silvio sostenne ed anche ora sostiene i Tre Governi Golpisti , producendo le mostruosità che sappiamo? Salvo ora smarcarsi 20 giorni prima delle elezioni?..e poi ritrovare,dopo ,una lista di cose da fare urgentissime bypartisan...e risedersi al tavolo insieme! Perché dal suo partito si staccano sempre delle costole che vanno a lavorare per l'avversario? (sembra tanto un gioco delle parti!) Perché (senza spiegare i motivi)si ostina a dichiarare la permanenza nostra nell'Euro contro tutte le evidenze! Sopratutto,come si fa (compreso Lei)pensare di fare qualcosa di serio con Matteo? Troppe cose non tornano! M.S.

Ritratto di 02121940

02121940

Lun, 19/05/2014 - 00:53

Aveva detto: legge elettorale, elezioni, riforme, a partire dalla Costituzione (la più brutta del mondo, almeno per me). Salito al Quirinale tutto è cambiato: "governerò" (?) per 4 anni. Poi tante chiacchiere ed un DL n. 66 di cui sono riuscito a leggere solo l'art. 1, e mi sono messo a piangere: anche uno studente del 1° anno di giurisprudenza capisce che è incostituzionale, ma costa 7 miliardi senza risolvere nulla; solo aria fritta a fini elettorali. Chi ci libererà del duo che sta portando il Paese alla rovina definitiva? Le tasse, quelle saranno la miccia che farà esplodere la rabbia del popolo bue.

Ritratto di rapax

rapax

Lun, 19/05/2014 - 01:36

io penso che se c'e gente che in Italia vota ancora pd o crede all'europa, scusate, e' un emerito coglione, non ci sono altre parole..e' gravemente irrecuperabile, cosa si vuol salvare la merkeleuropa o la shultzeuropa? la kiengeuropa? che venga grillo, o Farage o La le pen o Salvini..non puo che essere meglio di cosi!

Ritratto di rapax

rapax

Lun, 19/05/2014 - 01:41

i colpevoli del disastro attuale sono Ue, magistratura, napolitano, monti, Berlusconi, prodi e ciampi. mi sembra ci siano tutti PUNTO

GianniMarino

Lun, 19/05/2014 - 03:00

@Leo Vadala: Se per venti anni siamo stati governati da incompetenti con M5S saremo governati da chi? da edotti esperti di polita interna ed estera? governati dalla scelta su internet? vedo che ha le idee chiare di come far morire la nostra Italia!!!!!!!!

Nobeppegrillo

Lun, 19/05/2014 - 05:15

GRANDE DIRETTORE

max.cerri.79

Lun, 19/05/2014 - 06:08

Feltri, lei dice di prevedere facilmente che un governo pentastellato sarà un disastro. .. le chiedo, e gradirei una risposta, come giudica i governi che si son succeduti finora e che ci hanno portato in questa situazione, ricordandole che in mezzo ci sono pure i governi del suo padrone e che lo stesso ha votato tutte le porcate di monti

Presbitero

Lun, 19/05/2014 - 07:22

Dissento dal mio "guru'" fraternamente considerato intimo come Vittorio , dopo cani e porci rinunciare Grillo e' la ultima follia degli italiani...senza Grillo non cambia nulla , anzi!...con Grillo le speranze anche se poche quelle avverrate ci basteranno per instaurare un cambio e vedere castigati o giustiziati quei delinquenti politici che ci hanno letteralmente rovinati. Non abbiamo altre chanches...con Grillo se mantiene il promesso (pero' andiamoci adagio con l'uscita dalla Comunita' Europea) sicuramente che ci attendono sono: o la disperazione o la ricostruzione...ma nella disperazione gia' ci siamo ed allora?...dai Vittorio che vale la pena votare Grillo almeno si ritorna a sperare....

Ritratto di Lorenzo1961

Lorenzo1961

Lun, 19/05/2014 - 07:25

Il commento di Giacinto49 è oltremai condivisibile. Il comico ed evasore. lui si, non ce lo toglieremo rapidamente di torno. Una specie di dittatore ridicolo.

Ritratto di sydneysider

sydneysider

Lun, 19/05/2014 - 07:44

Feltri le consiglio di lavorare un po' meno. Esca dall'ufficio, si faccia una passeggiata, parli con qualcuno. Vedra' che un programma che propone: "i politici vadano in galera e non escano più; auspica un repulisti indiscriminato" prende il 90% dei voti in Italia. In merito al "vagheggia un ripescaggio del marxismo" lasci fare a Berlusconi gridare al comunista che e' piu' bravo.

Ritratto di 02121940

02121940

Lun, 19/05/2014 - 12:00

Non mi piace Grillo. Mi piaceva Renzi, ma ora mi sembra chiaro che sia solo un furbetto, anzi un frottoliere, un chiacchierone inattendibile ed inaffidabile. Prima avevo votato Berlusconi, ma è ora che si ritiri per il bene di tutti. Torniamo a Grillo: osservo che almeno lui sta portando alla luce una serie di schifezze che gli altri vogliono coprire o far passare solo come dei trascurabili incidenti. Se cambia idea sul Senato, che il furbetto vorrebbe trasformare a suo uso e consumo, e invece sceglie la via della sua soppressione forse lo voterò, ma deve fare in fretta.

Ritratto di ilvillacastellano

ilvillacastellano

Lun, 19/05/2014 - 12:28

Qualcuno, tra i commentatori, trae forzatamente l'idea, dallo scritto di Feltri, che questi lo inviti a votare pd. Non è affatto vero. Non è così. Se un'idea si deve trarre, l'unica è questa: "State attenti a come votate, perché al di fuori di Silvio Berlusconi, e quindi di Forza Italia, c'è solo il caos". Feltri lo dice con questa espressione. Al di fuori di Silvio Berlusconi c'è solo "un manipolo di sfasciacarrozze coadiuvati da una giustizia ansiosa di farla pagare a chi mirava a riformarla per mandarla a cuccia". Intelligenti pauca! E questo è quanto.