Quelle balle in Procura che il Csm vuol insabbiare

Incongruenze nella guerra tra toghe: qualcuno ha mentito. Ma il Consiglio superiore della magistratura starebbe pensando di archiviare tutto

C'è ormai solo una prospettiva peggiore del disastro in corso alla Procura della Repubblica di Milano, straziata da contrapposizioni, veleni, accuse frontali. Ed è che il Consiglio superiore della magistratura, chiamato a sciogliere questo nodo, a stabilire chi ha ragione e chi torto in questo scontro passato rapidamente dal fioretto alla clava, scelga di non decidere. Di insabbiare. Di chiudere senza vincitori né vinti, lasciando all'infinito uno degli uffici giudiziari più delicati del paese nel clima avvelenato di questi giorni. È un tentativo che serpeggia dentro al Csm, sempre in nome di quegli equilibri di corrente che sono in buona parte gli stessi colpevoli del degrado del tempio di Mani Pulite. Ma è chiaro che in queste settimane qualcuno ha mentito, e continua a farlo. E il Csm non potrà rinunciare a capire.

Nelle ultime ore, il fuoco dell'indagine del Csm sembra concentrarsi su un dettaglio dello scontro tra Edmondo Bruti Liberati, procuratore della Repubblica, e il suo vice Alfredo Robledo: il pedinamento in contemporanea di un indagato del caso Expo da parte della Guardia di finanza, su incarico di Robledo, e di un'altra pattuglia, sempre delle Fiamme gialle, su ordine di Ilda Boccassini. La dottoressa sostiene che i «suoi» finanzieri dovettero sospendere l'attività per non andare a sbattere su quelli di Robledo («hanno fatto tremila passi indietro»); Robledo sostiene, forte di una dichiarazione dei vertici della Gdf, che l'episodio non è mai accaduto; Bruti ribadisce che è tutto vero, e che Robledo non l'aveva avvisato dell'indagine in corso; Robledo si prepara a mandare altri documenti al Csm per dimostrare il contrario. E in tutto questo, i magistrati qualunque, quelli che ogni giorno sgobbano lontano dai riflettori, si domandano come sia possibile che si sia arrivati a questo punto.
In questi giorni Ilda Boccassini sta facendo sentire tutta la sua potenza - di immagine, di esperienza, di carattere - per portare il Csm a archiviare il caso e a lasciare Bruti al suo posto. Ha rivelato, quando il Csm l'ha interrogata, dettagli inediti: come quando ha raccontato di avere ricevuto una busta con dei proiettili dopo che Silvio Berlusconi è finito in affidamento ai servizi sociali, o di essersi dimessa da capo dell'Antimafia quando venne messa in discussione la sua puntualità nel rispetto delle regole dell'ufficio (poi ci ripensò, su richiesta del suo pool). E ha minacciato di querelare, quando questa storia sarà finita, «chi ha detto il falso». Robledo, ovviamente, che l'accusa di avergli scippato l'inchiesta Expo con la complicità di Bruti. Ma bugiardo è, per la Boccassini, anche un altro collega, il pm nazionale antimafia Filippo Spiezia, che al Csm ha ribadito che la Boccassini non rispetta le regole, non fa circolare le notizie, e che tra i suoi pm c'è malumore. «Assolutamente falso», dice Ilda. Certo, se finirà a querele e a processi, anche questo sarà una novità impensabile.

La Boccassini difende Bruti anche per difendere se stessa: se il capo dovesse saltare, e al suo posto arrivare un nuovo procuratore, magari non milanese, la scelta di azzerare tutti i dipartimenti per fare piazza pulita di ruggini e rivalità sarebbe quasi inevitabile. Oltretutto, agli atti del Csm c'è un documento a sua firma, che sembra smentire quanto la dottoressa ha sempre sostenuto, cioè di avere tenuto in mano a tutti i costi l'indagine Expo perché contigua a indagini sulla 'ndrangheta. Invece il 16 aprile 2012 la Boccassini scrive a Bruti dicendo, parlando dell'inchiesta Expo che «allo stato non risultano contatti con esponenti della criminalità organizzata». Eppure non si spoglia dell'inchiesta, si limita a proporre un coordinamento con il pool di Robledo, che di fatto verrà poi estromesso dall'indagine.
La Boccassini adesso rivolge un «accorato appello» contro «le delegittimazioni della Procura di Milano che non le merita». E invita il Csm a fare in fretta. Ma non tutti, nel Csm, pensano che la fretta sia il modo migliore per capire che diavolo stia accadendo.

Commenti

hectorre

Ven, 16/05/2014 - 08:37

non voglio sapere chi ha mentito,chi ha rallentato le indagini,chi ha interrogato testimoni senza averne il diritto.....c'è una verità sotto gli occhi di tutti, una procura zeppa di veleni e falsità,uffici che hanno fatto il bello e il cattivo tempo negli ultimi 20 anni.....csm???...qui devono intervenire i carabinieri!....come sempre solo i sinistri non vedono o fanno finta di non vedere quel che accade in quella procura..........viva l'italia!!!!!

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Ven, 16/05/2014 - 08:43

questo episodio dimostra che la magistratura NON è gestibile, non è controllabile, non ha nemmeno un sistema che regola le sanzioni: per tutte le vicende in cui hanno indagato su berlusconi, neanche uno è stato colpito da una sanzione, e se lo è stato, il massimo è stato un buffetto sulla guancia! patetici! ridicoli! i sinistronzi applaudono a questi delinquenti! gente che non capisce la differenza tra una lucciola e una lanterna non merita nemmeno di essere considerata!!!

scala A int. 7

Ven, 16/05/2014 - 08:58

Ricordo che alla Procura di Napoli dopo anni di immobilismo verso il potere locale rappresentato da bassolino et Co , si insedio' il P.G. Agostino Cordova che dopo aver assestato un colpo micidiale ai casalesi , inizio' ad " intrufolarsi " nelle attivita' del potere locale ( comune+prov.+regione tutte sotto la regia bassoliniana ) , ebbene una " rivolta " di palazzo (in definitiva alcuni p.m. e giudici dell'area MD )innesco' un conflitto che il CSM risolse con il traferimento di Cordova per " incompatibilita' ambientale " ....qualche anno dopo scoppio' la tragedia dei rifiuti con le immagini scioccanti trasmesse perfino da Al Jazeera . Detto questo , non si configura anche per la Procura di Milano una incompatibilita' ambientale? Che ingenuo che sono !!...il " Garante " del CSM e' il Presidente della Repubblica !!

angelomaria

Ven, 16/05/2014 - 09:06

illegalecosa ?INESISTENTE!!!

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Ven, 16/05/2014 - 09:10

La Procura di Milano, un covo di serpenti a sonagli, va immediatamente smantellato. I Boss togati trasferiti nelle procure dove c'è bisogno di braccia per lavorare, non di ridicoli fancazzisti rivoluzionari!!!

Gianfranco Rebesani

Ven, 16/05/2014 - 09:15

Le favole dei miei tempi finivano sempre con "... e tutti vissero felici e contenti".Oggi le favole sono passate di moda, ma in tutta questa confusione politica,giudiziaria,legislativa (che rappresenta - purtroppo - ben altre storie) nella maggior parte dei casi finiscono con il solito "...e tutto finì a tarallucci e vino". Come in questo casa eclatante di mala giustizia con Vietti notaio di questa brutta storia, non "liberata", dell'ennesima autoassoluzione o insabbiamento da parte di chi dovrebbe intervenire.

giovauriem

Ven, 16/05/2014 - 09:22

che verminaio! questa è gente(i magistrati) fuori controllo e la questione non può essere risolta con una indagine interna,anche per i magistrati ci deve essere un ordine di controllo,che non sia composto dagli stessi colleghi,che si assolvono sempre e comunque vicendevolmente

roberto.morici

Ven, 16/05/2014 - 09:24

Non credo che il CSM, guidato dal Caro Presidente, abbia interesse ad intervenire nella vicenda alla luce, soprattutto, dei fulgidi e "spettacolari" risultati di questi ultimi anni. se dovesse risultare che qualcuno sia stato toppo inopportunamente "zelante" si potrebbe tirare in ballo l'immancabile transeunte incapacità...

tonipier

Ven, 16/05/2014 - 09:33

" IL CSM A COSA SERVE?" " L'ORDINE DEGLI AVVOCATI A COSA SERVE?" (UNA PRESA PER I FONDELLI, LE IENE SONO IN AUMENTO) La democrazia, che avrebbe dovuto assicurare la osservanza del principio della uguaglianza sociale, sia pure con gli opportuni correttivi, ha alimentato la più invereconda forma di divaricazione tra privilegi da nababbi ed indennità da capogiro di cui fruiscono i suoi rappresentanti incapaci, e pensioni di fame riservate alle categorie più umili ed indigenti. La democrazia, che si era proclamata paladina delle elisioni dei privilegi ingiusti ed anacronistici, ha propiziato la instaurazione di privilegi ignoti persino ai sistemi feudali ed ai regimi delle monarchie assolute.

francesco de gaetano

Ven, 16/05/2014 - 09:37

Mi hanno insegnato sin da quando ero piccolo,oggi ne conto 74 compiuti,che quando c'è qualcosa che non funziona alla perfezione è inutile ricorrere a riparazioni improvvisate,necessita, invece, un intervento drastico:sostituzione dell'apparecchio guasto. Nel caso della Procura di Milano l'apparato giudiziario si è guastato ed è inutile trovare soluzioni intermedie per riparare il cattivo funzionamento del sistema,occorre immediatamente azzerare i conflitti apertosi sostituendo i vertici della Procura di Milano con magistrati estranei ai fatti.Ma fino a quando abbiamo un Presidente della Repubblica che ha nominato un certo Vietti a sostituirlo nel CSM state certi che non accadrà nulla per volontà del primo per essere stato un grande sostenitore della corrente di Magistratura Democratica quella corrente politica all'interno del Tribunale di Milano che ha mandato Berlusconi fuori dal Senato Italiano.

linoalo1

Ven, 16/05/2014 - 09:49

Ma certamente che le insabbierà!Loro,quando si tratta di Sinistrati,hanno sempre pronte pale e camions di sabbia!Anche quando si tratta di Berlusconi e collegati,hanno sempre pronte le stesse pale,solo che i camion,invece di essere pieni di sabbia,sono pieni di merda!Lino.

tonipier

Ven, 16/05/2014 - 09:55

" SONO TUTTI COL CAPPIO ALLA GOLA" CSM, Ordine degli Avvocati,Procure, e compagni.... Preciso ed azzeccato si è rilevato il vaticinio dello storico Piero Operti che la democrazia italiana altro non sarebbe stata se non una sbornia dalla quale il popolo italiano si sarebbe svegliato con la bocca amara, le tasche vuote e la testa confusa e dolente.

comase

Ven, 16/05/2014 - 09:59

Tutti sotto processo questi criminali

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Ven, 16/05/2014 - 10:16

ALLA SEZIONE DEL PARTITO DEMOCRATICO COMUNISTA DEL PALAZZO DI GIUSTIZIA DI MILANO SEMBRA DI ASSISTERE ALLA GUERRA CHE C'E' NEL PD TRA RENZI FASSINA CUPERLO E CIVATI, STESSE LOTTE FRA VECCHI COMUNISTI. IL CSM CHE AHIME' E' AD ALTA GRADAZIONE COMUNISTA LASCERA' TUTTO COME STA, PERCHE' ORMAI LA COLPA DI TUTTO CIO' E' SEMPRE E SEMPRE SARA' SOLO DI SILVIO BERLUSCONI....

Il giusto

Ven, 16/05/2014 - 10:25

Mah...visti gli ottimi risutati della procura di Milano qualche piccola incongruenza ci può stare!Ho l'impressione che Robledo cerchi visibilità che,all'ombra della grande Boccassini,non può ovviamente avere!

Libertà75

Ven, 16/05/2014 - 10:30

Che brutta figura per i proprietari del PD (ossia magistratura democratica)

Rossana Rossi

Ven, 16/05/2014 - 10:36

E' certo che insabbieranno tutto. Son tutti di sinistra e pur di non perdere il loro illimitato potere e i loro illimitati e ingiustificati privilegi si pareranno il culo a vicenda. Questa è la nostra magistratura. Vergogna.

Ritratto di Uchianghier

Uchianghier

Ven, 16/05/2014 - 10:37

L'archiviazione? Allora si che in quel momento facciamo una figura di mer....inga a livello planetario.

Ritratto di dbell56

dbell56

Ven, 16/05/2014 - 10:43

La procura di Milano sembra il set del "vecchio" film di Ettore Scola "Brutti, sporchi e cattivi". Bruti Liberati sembra il "magistr..ale" Nino Manfredi! Con una differenza, però. Quello era un set cinematografico che raccontava le squallide storie dei borgatari romani, mettendo in risalto il fatto che la cupidigia riguarda proprio l'animo umano a prescindere dalla condizione in cui si vive. Mentre la procura di Milano non è un set cinematografico ma un posto reale che dovrebbe assicurare giustizia e che invece è abusato da personaggi solo per fini personali e di cadrega, senza considerare poi la cupidigia, la vanità e la falsità che all'ennesima potenza, inquinano la dignità già offesa di quell'istituzione!

maubol@libero.it

Ven, 16/05/2014 - 10:49

Invece di mandare in Sicilia lui, in Calabria lei vedrete che a prenderselo in quel posto sarà Robledo!

maubol@libero.it

Ven, 16/05/2014 - 10:50

Invece di mandare in Sicilia lui, in Calabria lei vedrete che a prenderselo in quel posto sarà Robledo! Procura ingestibile, va smantellata.

Ritratto di dbell56

dbell56

Ven, 16/05/2014 - 11:00

Il giusto, dipende da che punto di vista si guardi la cosa! Dal tuo partigiano, sicuramente sì! Se fossi amante della VERITA' dovresti sparire "in verità" ed andarti a rintanare sotto terra assieme a coloro che difendi scrivendo "visti gli ottimi risultati...ecc.!

magnum357

Ven, 16/05/2014 - 11:03

Garante del buon funzionamento della magistratura dovrebbe essere il Presidente della Repubblica: tuttavia, essendo personaggio molto di parte, come tutti i componenti del collegio del Csm, non puo' garantire proprio niente. Amen

paolonardi

Ven, 16/05/2014 - 11:08

Tutti i magistrati politicizzati subito a casa. rifondazione della Magistratura, abolizione delle carriere per anzianita', separazione della carriere, abolire il potere d'indagine ai PM e ripotorgli al ruolo di avvocati dello stato; in poche parole rimettere questi autoproclamatesi dei in terra, a posto che la Costituzione assegna loro.

honhil

Ven, 16/05/2014 - 11:08

“Ma non tutti, nel Csm, pensano che la fretta sia il modo migliore per capire che diavolo stia accadendo.” Quello che è già accaduto, e che soltanto adesso esce dall’ombra omertosa di quella procura, è che c’è stata e c’è in corsa una guerra tra bande, a Milano. Ma dove sta la novità? Fan tutte così le procure. Non per niente, la sola caccia che si pratica in quelle sedi è il potere. In quanto ai reati possono aspettare, ammucchiandosi. Del resto, con l’obbligatorietà dell’azione penale, tutto cacio sul piatto dei maccheroni di quel potere cercato, ciascuno può portare avanti, come meglio crede, la propria inchiesta. Il paragone è un poco forte e lo stomaco si contrae al solo pensarlo, ma nella organizzazione del lavoro, che differenza c’è tra i vari capi provinciali della mafia e quelli delle procure, dato che quelli e questi devono dare conto del proprio operato soltanto a se stessi? Sgarrare, non è difficile, in ogni campo lavorativo, se le competenze non vengono diuturnamente rorate dalla rugiada che ogni regola d’oro emana. Il punto è se il Csm abbia una regola d’oro da cui farsi rorare. Le passate decisioni non fanno bene sperare, però.

buri

Ven, 16/05/2014 - 11:11

non illudiamoci, cane non mangia cane, tutto rimarrà come primr

stesicoro

Ven, 16/05/2014 - 11:21

I giudizi (le sentenze) di costoro dovrebbero essere imparziali. Ma c'è qualcuno, ingenuo a tal punto, che ci possa credere?

giovanni PERINCIOLO

Ven, 16/05/2014 - 11:22

Aspettiamo ansiosi di sapere se il csm ci delizierà con la ennesima "viettata" (leggi un colpo al cerchio un colpo alla botte!) oppure se, una volta tanto, andrà a fondo del problema. Ma almeno ci si risparmi la solita tiritera sul prestigio "offeso" della magistratura!

Massimo Bocci

Ven, 16/05/2014 - 11:25

Possono mandare tutte le carte alla sezione FERIALE, NAPULIELLA, li se ne intendano di come MISTIFICA LA VERITA' DEI FATTI!!! E poi,comunque questo CORPO ESTRANEO ALLA GIUSTIZIA COMUNISTA!!!??? Chi lo ha fatto entrare in un Pool, REGIME!!! Marxista DOC!! (Anti Bunga-Bunga e LIBERALI)che minchia c'entra con un Pool COMUNISTA, chi lo ha fatto entrare,ALLARME!!!, in procura ci sono degli infiltrati DEMOCRATICI!!!!!

Lino.Lo.Giacco

Ven, 16/05/2014 - 11:39

napolitano hai fallito consegna le macerie al capo della finanza e facciamola finita forse si salvera' la forma dello stivale

hectorre

Ven, 16/05/2014 - 11:47

ilgiusto.... l'orbo sinistrato che non vede!.....qui non si tratta di capire chi ha mentito,i capi della procura si accusano a vicenda!!!.....è di una gravità inaudita!!......ma non puoi capire,un'ideologia farlocca ti ofusca la mente.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Ven, 16/05/2014 - 11:49

strano! qui nessun sinistronzo mi sta insultando! invece sulle pagine dove si parla di berlusconi, tutti i sinistronzi mi stanno addosso... strana la doppia morale della sinistra :-)

beep

Ven, 16/05/2014 - 12:03

il pesce puzza sempre dalla testa, in questo caso la testa decide cosa fare ................poveri noi questi ci portano dritti in una rivoluzione.

Ritratto di RaddrizzoLeBanane

RaddrizzoLeBanane

Ven, 16/05/2014 - 12:04

BISOGNA RIVOLTARE LA GIUSTIZIA COME UN CALZINO, FARE TABULA RASA DEI MAGISTRATI POLITICIZZATI DI MAGISTRATURA DEMOCRATICA, AZZERARE IL CSM...E RICOMINCIARE TUTTO DA ZERO CON UNA RIFORMA RADICALE!!! Il sistema giudiziario è marcio nelle fondamenta!!!

ilbarzo

Ven, 16/05/2014 - 12:21

La verita' quella scomoda guarda caso ,viene sempre insabbiata.I poteri forti sono intoccabili,naturalmente quelli della sinistra.

Ritratto di wilegio

wilegio

Ven, 16/05/2014 - 12:41

E certo che il csm insabbierà! Come sempre del resto. Cane non mangia cane.

agosvac

Ven, 16/05/2014 - 12:43

Se un fattaccio del genere fosse successo negli Usa sarebbe immediatamente intervenuta l'Fbi ed avrebbe sospeso tutti in attesa di chiarimenti. Però negli Usa l'Fbi ha autorità superiore a quella dei giudici. In Italia non c'è nessuno che abbia più potere della magistratura: tutti gli ordini investigativi dipendonno da lei, nessuno può solo sognarsi d'indagare su un magistrato!!! pensa un po' su un'intera procura!!! Il fatto è che la magistratura italiana ha un potere che non ha eguali in nessuna parte del mondo. Chiedersi come finira questa triste faccenda è retorico. Si sa come finirà: il Csm "non può che archiviare" il tutto perchè non è "successo niente". Se, infatti, non archiviasse allora si dovrebbero prendere in considerazione fatti analoghi in altre procure "scottanti" ed una cosa tira l'altra!!!

benny.manocchia

Ven, 16/05/2014 - 12:55

vOI VI INCAZZATE CON E MAIL DEBOLI,LORO VI FREGANO CON LE CHIACCHIERE... UN ITALIANO IN USA

Raffaele Augello

Ven, 16/05/2014 - 12:56

Non si può andare avanti con scandali di questo genere in una procura di Milano che fa il bello e il cattivo tempo a questo modo! Questa magistratura va "azzerata" da una riforma radicale, che tolga di mano a questa gente il potere assoluto che hanno nel decidere giudizialmente la vita politica della Nazione. Chi sono questi "dittatori del diritto"? Chi dà loro tutto questo potere?. Ma come è possibile che riescano a condizionare il Paese a questa maniera? Questa Magistratura, cosiddetta "democratica" che ci ritroviamo,veramente può condizionare il corso delle cose in Italia, cioè dei fatti che contano in Politica, come se fosse un gioco già fatto? E' solo assurdo e il tutto non può che suscitare vergogna, vergogna, vergogna!

ciannosecco

Ven, 16/05/2014 - 13:15

"scala A int. 7"Alle sue giuste parole,aggiungerei che il dott.Cordova scopri,durante le indagini,appartenenti alla Magistratura,alcuni di essi ancora in servizio in posti nevralgici,che erano iscritti alla Massoneria.A mio modesto parere,il caso Robledo/Boccassini è ancora catalogabile tra i problemi minori.Qui abbiamo i Pm che,con dei trucchetti,si scelgono il Giudice a loro congeniale.Per non parlare dell'assegnazione dei fascicoli e processi penali.Saluti. http://www.radioradicale.it/scheda/406717/il-rovescio-del-diritto

pesciazzone

Ven, 16/05/2014 - 13:42

Il CSM non insabbierà nulla, anzi...sono pronto a scommettere se le indagini su EXPO e su qualche altra porcata sono andate tanto a rilento c'è lo zampino e l'interesse dell'EX sen. Berlusconi

Ritratto di _alb_

_alb_

Ven, 16/05/2014 - 14:23

I veri MAFIOSI sono loro, in combutta con il PD. Prima ci libereremo della loro MAFIA, prima l'Italia potrà ripartire.

m.nanni

Ven, 16/05/2014 - 15:14

pensare che questa procura ha scassato l'art. 68 della cost, fa venire i brividi. e constatare che il parlamento s'è fatto scassare il predetto articolo i brividi che si avvertono, sono doppi!

unosolo

Ven, 16/05/2014 - 15:25

sparirà tutto , come avvenuto per il capo , certi panni sanno come sbiancarli e lo ricordiamo bene .

Antonio43

Ven, 16/05/2014 - 15:33

Pesciazzone, in quella procura se le stanno dando di santa ragione, ecco perchè le indagini vanno a rilento. Il CSM con un incapace quale Vietti non sarà in grado di prendere nessuna decisione, se non quella suggerita dal "rintronato sul colle" e non sarà quella giusta. L'unica cosa da fare è trasferire tutti e tre, Occhio di falco, la Rossa e 'sto Robledo. Quest'ultimo si deve essere proprio rotto gli zebedei per piantare un casino simile.

Ritratto di nestore55

nestore55

Ven, 16/05/2014 - 15:58

Il giusto Ven, 16/05/2014 - 10:25....grande, grandissimo come sempre. A quando la prossima barzelletta? Attendo fiducioso...E.A.

Ritratto di stock47

stock47

Ven, 16/05/2014 - 16:24

Come avevo già scritto all'inizio di questa storia, finirà tutto a tarallucci e vino, in un certo senso. Insabbieranno tutto, com'era fin dall'inizio prevedibile e il vice procuratore, e forse qualcun altro, finiranno per cambiare sede per incompatibilità ambientale. La solita pulcinellata all'italiana, solo che qui si parla di magistratura che dovrebbe essere una cosa seria, come solitamente pretendono d'essere con tutto lo scenario a fargli da contorno, invece si dimostrerà all'altezza delle peggiori repubbliche delle banane, facilissima previsione.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Ven, 16/05/2014 - 16:37

ridicoli i commenti dei sinistronzi! continuano imperterriti a negare una realtà che è già evidente, se ne fregano, però quando si tratta di pagare le tasse, se la prendono sempre e comunque con berlusconi, anche se le tasse sono state istituite dalla sinistra :-) poveri cretini, hanno un cervello cosi rovinato che non si capisce se è cacca o altro :-)

pittariso

Ven, 16/05/2014 - 16:50

E' uno schifo!Come al solito aveva ragione la Lega quando proponeva la separazione delle carriere e l'elezione popolare dei magistrati.Ma come al solito quando le proposte,anche se incontestabili,provengono dalla Lega la Sx le avversa per principio(vedi riforma del federalismo,immigrazione,euro,europa,costi standard ecc. ).A questo punto il voto alla Lega è obbligatorio.

odifrep

Ven, 16/05/2014 - 16:52

La mia modesta esperienza vissuta in quegli ambienti, oggi, mi induce alla seguente riflessione. Dunque, quando il Capo di una Procura viene a scontrarsi con il suo Vice o, viceversa parafrasando, significa che l'intero "equipaggio" è arrivato al capolinea, per non dire in autorimessa. E, non vorrei che per uscirne indenni, agli occhi dell'opinione pubblica, venisse progettato uno scarica barile "ad hoc" ai danni delle Fiamme Gialle (in cambio di qualche promozione) come accaduto in precedenza. A mio modesto parere, l'anomalia sta nel fatto che, due magistrati del medesimo Ufficio, incaricano per le indagini, militari dello stesso Corpo, avendo come indagato un uguale persona. Il dott. Bruti, nello status di Capo dell'Ufficio, non dice se fosse a conoscenza delle indagini parallele che il P.M. Robledo e la collega Boccassini, assegnano ai militare della G.diF. sul medesimo personaggio. Al CSM, non sanno che la fretta fa i figli ciechi? Per il bene comune, sarebbe opportuno approfittare, in questi frangenti, per smuovere quella m.... che giace nelle fondamenta di quel Palazzo dell'Ingiustizia.

odifrep

Ven, 16/05/2014 - 17:34

scala A int.7 - egregio signore, non si lasci "fuorviare" dal l'utente ciannosecco delle 13:15 quando dice :".....,con dei trucchetti,......". Sarebbe stato meglio se avesse detto :"......,con degli accordi,......" perchè i trucchetti li usano gli illusionisti e, non P.M. e Giudici. Cordialità.

piertrim

Ven, 16/05/2014 - 18:58

Ma come, quando mente un cittadino al magistrato viene mandato sotto processo e quando mente un magistrato si archivia?

ciannosecco

Ven, 16/05/2014 - 19:52

"odifrep"Giusto Vincenzo.Buona cena.

angelomaria

Gio, 22/05/2014 - 09:10

benvenuti nella malagiustizia nostrana!!!!

angelomaria

Gio, 22/05/2014 - 09:16

e'la sola cosa che fanno dal sangue dei vinti insabbiare tutto quello che riguarda la loro malapolitica e malagiustizia !!!!!

angelomaria

Gio, 22/05/2014 - 09:17

e si parla di piu'di 50 anni di abusi e soprusi!!!!

angelomaria

Gio, 22/05/2014 - 09:19

ed a volte anzi troppo spesso recentemente mi chiedo se valga la pena scusate d'incazzarmi tutte le volte che sono alla prima pagina!!!!

angelomaria

Mer, 08/10/2014 - 19:04

LO FANNO SARA VERAMENTE LA FINE DI DEMOCRATIXIMALGIUSTIZIERI CI PROVANI FINO ALL'ULTIMO ORA DITEMI SE SISTE UNA DRADUATORIA PER MESCHINITA' PATETICITA' E ARRONGANZA!!!

angelomaria

Mer, 08/10/2014 - 19:04

LO FANNO SARA VERAMENTE LA FINE DI DEMOCRATIXIMALGIUSTIZIERI CI PROVANI FINO ALL'ULTIMO ORA DITEMI SE SISTE UNA DRADUATORIA PER MESCHINITA' PATETICITA' E ARRONGANZA!!!