La ragnatela di potere di Md che vuole intrappolare il Cav

La costola sinistra del partito dei giudici si è mossa per la scalata rossa al Palazzo. Da Mani pulite che ha decapitato la Prima Repubblica alle inchieste su Forza Italia

Cerimonia di inaugurazione dell'anno giudiziario al palazzo della Cassazione

La lunga marcia. C'è quella di Mao, ma c'è anche quella dei giudici di Magistratura democratica. Il potere è lì, a portata di mano e i fondatori della costola sinistra del partito dei giudici fra gli anni Sessanta e Settanta elaborano la strategia per conquistarlo. Marco Ramat, uno dei padri della corrente, ha le idee chiare: «Il nostro compito consiste nella ricerca di una politica della magistratura e per la magistratura che sia capace di inserirsi utilmente nella lotta difensiva e offensiva condotta dal movimento democratico nel suo complesso».
È l'aprile 1975 e Ramat, che oggi non c'è più, parla alla platea dei colleghi progressisti. Sì, un congresso delle toghe, ma il linguaggio è lo stesso di Botteghe oscure, anzi è più rivoluzionario. Md, con le sue storie, i suoi ideali, le sue contraddizioni e le sue scivolate giustizialiste, viene da lì, da quel crogiolo di dibattiti, articoli, manifestazioni. Il linguaggio nel tempo si è evoluto, ma se paragoniamo quello scritto con tanti altri di quella stagione e della nostra epoca, vediamo che il concetto è sempre lo stesso: Md si concepisce come contropotere, si immagina alla testa di un lungo corteo che porta il popolo dalle periferie al cuore del potere, è pronta ad espugnare la cittadella in cui è arroccata la nomenklatura. Esagerazioni? Per carità, se c'è un luogo che ha prodotto un ventaglio arcobaleno che più arcobaleno non si può di posizioni politico-culturali quello è proprio Md, ma la sostanza non cambia. Basta pescare dentro il mare rosso di quella letteratura col pugno alzato. Ieri, citavamo Livio Pepino, che non è l'ultimo arrivato ma l'ex segretario nazionale di Md e il suo articolo Appunti per la storia di Magistratura democratica. Pepino, oggi in pensione, distrugge il totem del giudice neutrale, la bocca della legge, e nelle aule di giustizia colloca un'altra magistratura, «radicata nella società più che nell'istituzione..., attenta alle dinamiche sociali e di esse partecipe». Una magistratura che faccia politica, da sinistra.
E che accompagni la sinistra nella lunga marcia, verso il potere. Il saggio di Ramat, applaudito dalle toghe rosse in quella convention napoletana del '75, è un documento impressionante di quel percorso. Fin dall'incipit: «Il congresso è di Md ma il tema collega alle lotte sociali del nostro Paese tutta l'istituzione giudiziaria. Il nostro compito consiste nella ricerca di una politica della magistratura e per la magistratura che sia capace di inserissi utilmente nella lotta difensiva e offensiva condotta dal movimento democratico nel suo complesso». Sono le istruzioni per la rivoluzione togata e sono naturalmente figlie del loro tempo, ma hanno formato almeno due generazioni di magistrati.
Proprio in quegli anni le toghe rosse si schierano dentro i palazzi di giustizia, cominciano a scalare i vertici della magistratura e a sfornare sentenze innovative, per esempio, sul piano della morale o della difesa ambientale. È l'epoca dei pretori d'assalto e di una nuova generazione di giudici che sentenziano in nome del popolo italiano e modificano gli equilibri politici del Paese. È un processo accidentato e segnato dal metronomo delle emergenze nazionali - il terrorismo, la mafia e Mani pulite - e proprio Mani pulite segna uno spartiacque perché la magistratura manda in carcere la classe dirigente della Prima repubblica, ma per una ragione o per l'altra si ferma davanti al portone di Botteghe oscure e salva, tecnicamente grazia, il Pci-Pds. La lunga marcia della sinistra italiana verso il Palazzo viene vinta di fatto prima che nelle urne nelle aule di giustizia. Certo, non sono solo le toghe rosse a darsi da fare, quel clima è la cifra di un'epoca e il pentapartito a trazione democristiana è pieno di ladri e corrotti. Ma quella componente dà alcune linee guida all'azione della magistratura e svolta, proprio nel momento fatale, verso un'interpretazione del diritto che, brutalmente, potremmo chiamare giustizialista. Manette e ancora manette, la libertà solo per chi riempie pagine e pagine di verbale, l'esplosione di una categoria di avvocati, i cosiddetti accompagnatori, che sono una specie di magistratura di complemento e servono solo per convincere i clienti sotto interrogatorio a vuotare il sacco. E ancora la scoperta di un reato, il finanziamento illecito ai partiti, che prima non esisteva come nella storia dell'arte non si trova traccia, prima di una certa data, di alcuni colori.
A Palermo c'è Gian Carlo Caselli, che mette sotto inchiesta Giulio Andreotti, prova a riscrivere, anche con l'aiuto di un sociologo come Pino Arlacchi, la vera storia d'Italia, azzanna la nascente Forza Italia e lascia poi ai più giovani come Antonio Ingroia, le inchieste monstre che faranno da fondale agli anni successivi, da quella su Marcello Dell'Utri a quella sull'area grigia a cavallo fra stato e mafia. A Milano gli alfieri della legalità sono Gerardo D'Ambrosio, il coordinatore del Pool, poi procuratore e infine parlamentare, e Gherardo Colombo che dopo aver scoperchiato i misteri della P2 sarà il primo, con Piercamillo Davigo e Francesco Saverio Borrelli a interrogare Silvio Berlusconi e a contestargli il celebre avviso di garanzia recapitato in edicola direttamente dal Corriere della sera. A Milano, fucina della magistratura progressista, Md, pur in una grande pluralità di accenti, esprime alcune delle figure più note di questo mondo: da Edmondo Bruti Liberati, l'acuto procuratore della repubblica che conduce con Ilda Boccassini l'ultima offensiva contro Arcore istruendo il caso Ruby, e poi Nicoletta Gandus, il giudice del processo Mills che non fa mistero di considerare il Cavaliere un suo avversario politico. È la grande spina nel fianco, al di là della perfetta buonafede dei più, di molte toghe rosse: combattere due battaglie parallele, a Palazzo e nella società, contro Berlusconi e il berlusconismo. E interpretare, in chiave contemporanea, la lunga marcia.(2. continua)

Commenti

buri

Mar, 13/08/2013 - 08:31

sono figlio di emigranti, nato e vissuto a lungo all'estero, e avevo sempre saputo che ai militari ed ai magistrati era assolutamente vietato di iscriversi ad un partito politico o di manifestare opinioni politiche pena immediata espulsioni dall'esercito o dalla magistratura, insomma l'esatto contrario di quanto succede in Italia, dove il CSM sembra un altro parlamento con sinistra, centro e destra, allora che fiducia possiamo avere nella magistratura? se l'opinione politica del PM o del giudice può aver la sua influenza sul verdetto

ritardo53

Mar, 13/08/2013 - 12:07

Non è un caso, ma una prassi di consuetudine. Per chi non crede le auguro di viverla a titolo di testimonianza, e che poi non si lamenti.

Ritratto di giangilo

giangilo

Mar, 13/08/2013 - 12:14

GUARDATE QUANTI PROCESSI INVENTATI SONO STATI FATTI A SILVIO BERLUSCONI DA QUESTI FIGURI, SOLO PER ANNIENTARLO POLITICAMENTE. 51 PROCESSI IN 19 ANNI, NEANCHE AL CAPONE FU COSI' TORTURATO.

ritardo53

Mar, 13/08/2013 - 12:15

Un vero giudice deve essere apolitico, imparziale, al di sopra delle parti, non deve guardare a nessuna religione, nessun colore politico, deve superare ogni emotività, qualunque sentimento. Ma uno così sarebbe DIO, per cui qualunque sentenza alla mente umana potrebbe e dovrebbe essere discutibile, a maggior ragione se si viene a conoscenza di fatti non solo accertati ma anche dubbiosi di colui preposto a dare un giudizio, sia di condanna che di assoluzione. In Italia abbiamo ciò?

claudio faleri

Mar, 13/08/2013 - 12:22

nella foto proposta si vedono questi papponi coperti di stole e cappelli pretenziosi, sostituiscono il RE e probabilmente si sentono altrettanto regali......nella storia umana non cambia nulla, solo la facciata

coccolino

Mar, 13/08/2013 - 12:24

SEMBRA L'INQUISIZIONE DI ANTICA MEMORIA...MALEDETTI!

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Mar, 13/08/2013 - 12:29

giangilo hai perfettamente ragione. Però non dimenticare che in quanto a spessore criminale "Al Capone" era una mammoletta paragonato ad "Al Tappone"!

BeppeZak

Mar, 13/08/2013 - 12:30

È' una cosa arcinota a tutti, almeno a chi ragiona con il suo cervello. Il pd e il CSM dovrebbero essere condannati perché.....non potevano non sapere.

mastra.20

Mar, 13/08/2013 - 12:33

FIANCHEGGIATORI DELLE BRIGATE ROSSE OGGI DIVENTATI GIUDICI.. NON CI SONO RIUSCITI CON LE ARMI, OGGICI PROVANO CON LA GIUSTIZIA...

gibuizza

Mar, 13/08/2013 - 12:35

Sarà una coincidenza .. però: in Italia la sinistra che odia B. è il 25% della popolazione quindi, se la percentuale è la stessa anche nella magistratura, la probabilità di avere i tre gruppi di magistrati (i 3 gradi di giudizio) tutti di sinistra in un unico processo è di 25% x 25% x 25% = 1,56% e cioè uno su 64 processi. Pertanto se si processa B. 64 volte (quante sono fino ad ora?) è certo che uno di questi processi avrà in tutti e tre i gradi di giudizio un "giudice" di sinistra. E' succeso ora con il processo Mediaset!

GinoMa51

Mar, 13/08/2013 - 12:42

Ma vi siete mai chiesto quanti di questi magistrati hanno militato in Lotta Continua?

Accademico

Mar, 13/08/2013 - 12:42

Il virgolettato che riporto in sintesi di seguito, è stato scritto da Marzio Bini sulla Deontologia dei Magistrati. L’ho letto, riletto e meditato e non ho potuto fare a meno di piangere... E non sto scherzando. “Il Magistrato è nella sua figura, costituzionalmente delineata e anche in un sentito, commosso, rispettoso immaginario collettivo, quel soggetto nobile, integro, di elevata statura morale, privo di macchia, al di sopra di ogni sospetto, che dall’alto della sua saggezza dispensa Giustizia. Il suo mestiere, la sua funzione, non sono caratterizzati, da alcuna finalità di profitto o da altre utilità collaterali, affini o parallele che possano dar luogo a comportamenti eticamente non corretti e che quindi necessitino di regole-guida di comportamento. La deontologia dei Magistrati è caratterizzata da una molteplicità di fonti che contribuiscono a determinarne, in un modo o nell’altro, i contenuti, e di conseguenza da una complessità che la distingue dagli altri settori in cui le norme deontologiche sono presenti. La deontologia dei Magistrati, credo essa si trovi nel profondo della coscienza di ogni singolo Magistrato che ha scelto di svolgere con autentica fede questo mestiere nobilissimo nella consapevolezza della sua delicatissima funzione di ruolo, nonché istituzionale. Infatti, è mia ferma convinzione ritenere che le regole che fanno parte di un diritto naturale, insito in quasi ognuno di noi, in quanto intimamente accettate e sentite, hanno una forza precettiva infinitamente più forte che le regole imposte dall’esterno ad opera di un legislatore spesso lontano” (Marzio Bini)

ego

Mar, 13/08/2013 - 12:52

Magistratura democratica = Magistratura deviata. Dovrebbe essere messa alla sbarra in quanto gruppo eversivo. 20 anni di persecuzione giudiziaria verso Berlusconi sono la più clamorosa prova dell'azione di questa associazione.

eso71

Mar, 13/08/2013 - 12:56

Cavaliere, da bravo, sconti la pena e la smetta di attaccare la magistratura e minacciare la caduta del governo. I problemi dell'Italia sono ben altri e senza di lei sarà molto più semplice risolverli.

Ritratto di _alb_

_alb_

Mar, 13/08/2013 - 12:59

MAGISTRATURA MAFIOSA sarebbe un nome più appropriato per quel coacervo di ANTIdemocratici nemici della Repubblica.

ego

Mar, 13/08/2013 - 13:04

per eso71------------lei ha capito tutto. Complimenti

meverix

Mar, 13/08/2013 - 13:13

Quindi quale sarebbe il rimedio a questa stortura? Espellere dalla magistratura tutti quelli di Md? Metterli tutti agli arresti? Mandarli in esilio? Cosa proponete per combatterli? Dall'articolo non si evince.

Ritratto di bobirons

bobirons

Mar, 13/08/2013 - 13:14

Per il compito di altissima responsabilità che i magistrati ricoprono, ad essi devono essere preclusi: 1) ogni tipo di associazionismo, politico, sindacale, partitico, massonico, del circolo della briscola o della squadra di calcio; 2) dimissioni automatiche ed irrevocabili - senza poter accedere nuovamente ai ruoli in qualsiasi maniera - qualora intendano dedicarsi alla politica; 3) assoluta riservatezza pubblica e privata sulle cause in corso, sia gestite in prima persona che da altri magistrati; 4) responsabilità oggettiva per a) errori b) manipolazioni dei processi; 5) carriera secondo meritocrazia. Ci vorrebbero inoltre giurie popolari sulla cui composizione dovrebbero poter intervenire sia il PM che l'avvocato difensore.

sorciverdi

Mar, 13/08/2013 - 13:14

Un vero giudice non dovrebbe neppure tifare per una squadra di calcio! Metafora per dire che il fatto stesso che all'interno del "sistema-giustizia" esista una corrente politica di magistrati dovrebbe spingere TUTTO il mondo della politica a farne un sacco (seconda metafora), buttar via tutto e ricostruire da zero. Il fatto che la sinistra si sia sempre rifiutata di farlo e, anzi, vi sia uno stretto rapporto fra sinistra e magistratura (: quando escono dalla magistratura in che direzione si orientano e chi li accoglie?) conferma che c'è in atto un golpe. Lento come tutti i golpe pianificati da persone intelligenti che conoscono bene la forza delle proprie armi ma pur sempre di golpe si tratta e che, di conseguenza, come tale andrebbe trattato ma finché ci sarà una parte politica connivente non ci sarà alcuna speranza di poter fermare questa scandalo di enormi proporzioni. Peccato che quella parte politica non abbia ancora capito che la propria sudditanza è anche la sua condanna infatti non s'illudano i politici di di poter maneggiare il meccanismo che decenni fa fu creato da Togliatti per poter un giorno servire meglio la causa dell'Urss...che oggi non c'è più e non credo proprio che la Russia moderna saprebbe ché farsene degli eredi della ex quinta colonna dell'Urss in Italia perché anche qualora al posto di Putin ci fossero i "nipotini di Stalin", i traditori quando non servono più fanno una brutta fine.

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Mar, 13/08/2013 - 13:36

@ego, anche io come eso71 ho capito tutto, e come me lo hanno capito in milioni di persone. Ben oltre 10 milioni

unosolo

Mar, 13/08/2013 - 13:42

le prove le hanno fatte con CRAXI , li gli riuscì facilmente , oggi dopo oltre venti anni hanno chiuso un'altro ciclo , nella stessa misura e senza prove . Se avessimo avuto un vero presidente al di sopra della fazione politica forse non si aspettavano venti anni , purtroppo la sx da anni ha preteso il loro capo .oggi ne paghiamo le conseguenze sia politiche che finanziarie.

roliboni258

Mar, 13/08/2013 - 13:47

basta con questi ermellini poverini, vestitevi con la pelle delle iene

Ritratto di _alb_

_alb_

Mar, 13/08/2013 - 13:47

La mia proposta per risolvere il problema magistratura è semplice. Rifare i concorsi - TUTTI - ogni 3/5 anni. Niente posto fisso (se non ce l'abbiamo più noi perché dovrebbero averlo loro?). Sedi dei vincitori dei concorsi randomizzate (e comunque NON nella loro regione nativa). Esaminatori ogni volta diversi (mai per 2 volte) e randomizzati. Così non ci sarebbe il tempo materiale per creare caste e associazioni (più o meno mafiose). Ed eviteremmo anche vecchi rimbambiti (o analfabeti alla DiPietro/Esposito o gente che non ha voglia di aggiornarsi) a lungo in posti così delicati.

roliboni258

Mar, 13/08/2013 - 13:47

vederli sembrano dei padreterni,bastaaaaaaa

gagx

Mar, 13/08/2013 - 13:50

Perche tutte le accuse 5 minuti dopo la sentenza e non prima????? Viva il metodo "Boffo".....povera Italia...

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mar, 13/08/2013 - 14:06

BANDA DI DELINQUENTI CON LA TOGA AL SOLDO DELLA MAFIA COMUNISTA!!! vogliamo la riforma della giustizia!!!

ltani

Mar, 13/08/2013 - 14:06

A questo punto il nostro paese ha bisogno di una bella dittatura che spazzi via tutta questa banda di papponi di stato

piserik

Mar, 13/08/2013 - 14:12

Zurlo, Zurlo!... Basta con questi tentativi di "scrivere la storia" deligittimando la Magistratura! Lasci questo compito a gente più titolata di lei... Lei è "solo" un giornalista di un giornale minore e per giunta sfacciatamente di parte! Se ne faccia una ragione!: il suo difeso (il Berlu), quello che non avrebbe mai messo le mani nelle tasche degli italiani; invece ha messo le sue proprie mani direttamente nelle tasche anche dei suoi stessi elettori per arricchire sè stesso. E' certificato, ormai. Punto e basta! Tutto il resto è fuffa; capito, Zurlo? Zurlo, ha capito?

Ritratto di Nordici o Sudici

Nordici o Sudici

Mar, 13/08/2013 - 14:16

Ma non è ora di farli sintetici 'sti ermellini? Almeno sarebbero infiammabili...

egi

Mar, 13/08/2013 - 14:23

Lo sappiamo bene, e anche la loro provenienza conferma la saldatura tra la ....... del SUD e la sinistra.

janry 45

Mar, 13/08/2013 - 14:25

Bisogna tirar fuori il ragno.

Ritratto di ersola

ersola

Mar, 13/08/2013 - 14:29

andiamo il signor b. è stato difeso da una squadra di avvocati che neanche obama si potrebbe permettere e nonostante ciò la condanna è arrivata ugualmente,evidentemente il reato era troppo grosso e di fronte al resto del mondo non si poteva fare altrimenti e lo spread lo sta dimostrando.

@ollel63

Mar, 13/08/2013 - 14:30

Bisogna assolutamente sgretolare questa frangia di smagistratura infame, corrotta, komunista. Non ci sono alternative, ormai è palese pure a ciechi e sordi, ad eccezione della massa ‘komunist’ (infami, corrotti, scatole craniche vuote). La prova sta lì nell'ultimo pronunciamento, truccato, taroccato, truffaldino. Sta sotto gli occhi di tutto il mondo. Bisogna, a tutti gli abitanti di questo globo terraqueo, spiegare quale sia lo stato del verminaio inverecondo di parte della giustizia italiana: capiranno, ne sono più che certo. Anzi già lo vedono, lo vedevano pure prima. Temono forse ancora d'inimicarsi i tromboni zi-sinistron megafonati italiani? Non ne hanno più motivo. La prova c’è. E quel castello di sabbia secca, impastata di kaka maleodorante, eretto da teste di smagistratura sdemocratica, e affiliati sinistri, in vent’anni di raggiri, macchinazioni, trappole, cospirazioni, con supporto di acefala plebaglia komunista, sta per crollare miseramente. (E, come sempre capita, la scintilla, la scossa, la fornisce proprio dall’interno l’anello più sciocco, carliero, strafottente). E' ora di agire, ne va della sopravvivenza dell'Italia, forse dell'Europa intera. Coraggio, ci siamo.

Ritratto di onollov35

onollov35

Mar, 13/08/2013 - 14:31

Signori! Se non cambiamo la Costituzione vietando ai magistrati, come ai militari, di far politica e interessarsi solo di far funzionare la giustizia, l'Italia andrà a scatafascio col pericolo che tanti cittadini incazzati scendono in piazza a miglia. Coloro che intendono entrare in politica e farla attivamente alla luce del sole, devono essere dimessi dalla magistratura senza poter rientrare a fine mandato. A tutti i dipendenti statali, uguale trattamento.

Ritratto di Kasparov77

Kasparov77

Mar, 13/08/2013 - 14:31

In Italia sembra che tutto debba andare alla rovescia, il condannato giudica chi ha dimostrato la sua colpevolezza. E c’è da chiedersi se 10 milioni di italiani sarebbero d’accordo a creare un precedente così grave per la giustizia, senza pensare inoltre che i restanti 35 milioni potrebbero non essere d’accordo a creare questo mostro giudiziario. Nessuno si permise, dopo il marcio venuto fuori da ‘Mani pulite’ di cercare scuse per Craxi. Si cercò di voltare pagina, per superare la nausea creata da tanto strapotere asservito ai propri interessi. Forse è per questo che l’indice principale di affidabilità italiano (l’odiato spread) sia così basso attualmente, la percezione all’estero dovrebbe essere stata che l’Italia dopo la condanna di Berlusconi potesse tornare ad essere un paese normale e legale, in sua assenza,

Lino1234

Mar, 13/08/2013 - 14:33

Se non è eversione quella dei giudici che non rispettano la deontologia e fanno politica, come bene descrive #sorciverdi, tutti quanti appartenenti a magistratura democratica ed al sindacato ANM, non solo vicini ma avvinghiati alla sinistra, PD ex PCI, allora il termine eversione dovrebbe essere cancellata dal vocabolario perché non esiste. Saluti. Lino. W Silvio.

Ritratto di Ignazio.Picardi

Ignazio.Picardi

Mar, 13/08/2013 - 14:36

Che Iddio li fulmini tutti

Nitrato Argento

Mar, 13/08/2013 - 14:39

Ma basta! Non possiamo avere un Paese in ostaggio degli interessi di uno solo. Berlusconi innocente o colpevole? In ogni caso, non è un problema degli Italiani che devono poter voltare pagina e pensare al vero interesse comune. Vorrei anche che Il Giornale tornasse ad avere lo spirito di Montanelli e la smettesse di fare propaganda politica di bassa lega.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mar, 13/08/2013 - 14:40

i commenti cretini e idioti degli sciocchi comunisti sono totalmente ridicoli e futili! ma andate via a morire ammazzati nella cloaca maxima....

coccolino

Mar, 13/08/2013 - 14:40

@eso71: lei è uno dei pochi grulli di sinistra che non ha ancora capito che il problema non è Silvio, ma quel terzo di italiani (di cui sono fiero di fare parte) che per difenderlo andrebbe nel fuoco!

Ritratto di onollov35

onollov35

Mar, 13/08/2013 - 14:41

Per piserik. Visto che sei una persona dotta e sicuro di te, io al posto di Silvio Berlusconi, leggendo queste frasi ti querelerei. Ricorda i mafiosi, i delinquenti che uccidono ed escono dal carcere dopo qualche anno. Questo gran Signore, anche se ha commesso qualche marachella, dà lavoro a tantissime famiglie ed è il primo contribuente d'Italia.

Ilgenerale

Mar, 13/08/2013 - 14:42

I SONDAGGI INDICANO CHE GLI ITALIANI COMINCIANO A CAPIRE ! QUESTI MAGISTRATI EVERSIVI E ASSASSINI DI DEMOCRAZIA VANNO ARRESTATI IL PRIMA POSSIBILE!!!

Ritratto di ALESSANDRO DI PROSPERO

ALESSANDRO DI P...

Mar, 13/08/2013 - 14:52

E' DIFFICILE TIRARE FUORI UN "RAGNO" DAL PROPRIO BUCO. Così è MD ormai molto potente ed anche arrogante. Questi DEI ONNIPOTENTI in Italia stanno esagerando ed anche di molto. Per me un vero Giudice dovrebbe essere uguale a tutti gli altri lavoratori ma ESEMPIO INTEGERRIMO DI ONESTA', CORRETTEZZA,SAPIENZA e SAGGEZZA.

Nitrato Argento

Mar, 13/08/2013 - 15:29

Ragazzi miei, siete degli ultras della politica. Tifosi di uno solo, che per altro è pure socialista di estrazione (dicesi di sinistra). Io sono un liberale, non mi piace nessuna idea politica di sinistra e neppure M5S (pure peggio). E vorrei un partito nuovo a destra, non statalista e non in guerra con la magistratura e con mezzo mondo (cosa poco utile a noi tutti).

egi

Mar, 13/08/2013 - 15:38

A vederli conciati così e fieri nel 2013 è pazzesco, se si escludono i carnevali non si dovrebbero accettare.

Daniele8

Mar, 13/08/2013 - 15:43

Continuate con la diffamazione e con le cose inventate; ma rimane il fatto: ad Ottobre Berlusconi cadrà da Senatore e non potrà essere più candidabile ( così funzionano le democrazie basate sul diritto). Ma possibile che proprio non vi volete rassegnare; sembrate come la Repubblica di Salò, vi siete tutti ritirati nel covo di Arcore... Ripeto fareste più bella figura ad ammettere che avete sbagliato a votare per 20 anni, ne uscireste fuori con maggiore dignità.

chinawa58

Mar, 13/08/2013 - 15:49

dal commento di piserik e tanti altri bolscevici si deduce la loro supremazia morale,vorrei tanto essere smentito ma ci sarà mai qualche testa di ravanello di SX che mi derubrichi tutti i furti a danno del popolo italiano dai Governanti di SX dalla Toscana,Emilia,Piemonte e senza redicontare i furti del duo Campania "Bassolino,Iervolino"?,non dimenticandoci di Visco e Padoa Schioppa e l'emerito prof.Prodi con l'Eni e Cirio.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mar, 13/08/2013 - 16:00

DANIELE8 noi non abbiamo sbagliato proprio nulla di fondamentale! siete voi che vi fate le seghe mentali sull'idea della colpevolezza di Berlusconi, basandovi su inesistenti prove :-) e poiché il suo partito ha paura di perdere le elezioni con Berlusconi libero, allora hanno pensato di toglierlo di torno con questi mezzi da mafiosi! la dignità l'avete persa voi, e non oggi, ma da 20 anni, e oltre!!!!!

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Mar, 13/08/2013 - 16:08

Domina in Italia la "cultura" meschina, ignorante e arrogante del CORRIERE DELLA SERA e la sua menzogna. A distanza di 23 anni non si é mai curato di comprendere la caduta del Muro di Berlino e la oppressione dello stato mafioso sopra la pelle dei Lavoratori ... É dalla pulizia di questo sudiciume che occorre iniziare per salvare il Paese. A 23 anni dalla caduta del Muro di Berlino vogliamo sovvertire in Italia l´intoccabile Stato parassita di Jagoda, Ezov e Beria sopra la pelle dei Lavoratori... Vogliamo la Fine dell´apparato burocratico mafioso che vive di violenza parassita, semina la miseria, l´indigenza, e la disperazione, strangola il presente, annienta il futuro del Paese.... Vogliamo la Fine dell´osceno sistema autoritario che censura la Veritá e sparge l´abiezione della menzogna sopra al Paese... Vogliamo, come successe in tutto il mondo oggi libero e anche in quella che fu la Cina di Mao, far cadere anche in Italia il rivoltante sistema di delinquenti parassiti che non vogliono sapere, per meschino interesse di potere preferiscono soffocare la Veritá e il Paese.

Ritratto di ilsaturato

ilsaturato

Mar, 13/08/2013 - 16:08

Oltre al disastro, al dissesto, alla recessione, alla paralisi, all'abbrutimento e all'insicurezza sociale, perseguiti-provocati-ottenuti dall'ideologia rossa in Italia dal dopoguerra, ciò che non perdonerò mai a queste toghe rosse, così come agli Epifani, Letta, Bersani, D'alema, Fassina, Bindi, Vendola, Di Pietro, Camusso, Landini e alle striscianti "diversamente-golpiste" truppe presenti e passate dei loro sodali unite a una schiera di "utili idioti", è di avere fatto quasi completamente sparire ciò che per secoli sono stati i tratti caratteristici e i talenti tradizionali del Popolo Italiano. Hanno violentemente e incoscientemente appiattito e mortificato la poliedrica struttura umana, sociale ed economica che aveva reso grande la nostra Nazione nella Storia. In nome di una falsa e fuorviante equità, di una interessata e partigiana solidarietà, di un incosciente livellamento (sempre al ribasso) delle condizioni di vita delle persone, di una predominanza dell' "apparato Stato" sulle legittime aspettative di un Popolo (che non è una melassa incolore e immobile, ma un insieme di singoli attivi e "pensanti" individui ognuno diverso dall'altro), hanno espropriato e distrutto tutte le "molle" capaci di fare scattare tutti quei meccanismi in grado di fare costantemente migliorare società, economia, lavoro, democrazia, ecc. Guardiamoci in giro... non ci sono più emozioni e entusiasmi positivi, non c'è più tensione al miglioramento, non c'è rispetto, vocazione, passione, gusto per le sfide, conservazione e tutela dei valori e delle tradizioni. Il merito non viene più riconosciuto né considerato (anzi...) e le valutazioni dell'operato di ogni persona sono state accuratamente proibite eliminando di fatto il più potente pungolo a migliorarsi. L'esperienza viene ignorata e ogni slancio inventivo (che, sempre, fa la differenza) cozza contro grovigli burocratici, veti ideologici, pastoie e smisurati appetiti statali, annichilendo di fatto ogni sforzo delle persone teso a sfruttare le opportunità positive che si potrebbero cogliere. Ci è stato reso praticamente impossibile seguire i tempi e adeguarci alle situazioni in modo da ricevere i benefici effetti che la creatività e l'innovazione imprenditoriale tipicamente italiane sarebbero ancora in grado di garantire. La dedizione al lavoro viene sempre bollata come "schiavizzazione" e "asservimento" anche quando si manifesta in micro attività familiari, artigianali o professionali; i mille cappi intorno al collo e le"donazioni obbligatorie di sangue giornaliere" hanno ucciso l'artigianato di qualità che tuttora non avrebbe bisogno di competere solo sul prezzo con la dozzinale produzione "senz'anima" delle cosiddette "economie emergenti" (Cina, India, ecc...), perché sarebbero proprio molti di loro i primi a cercare nell'inarrivabile (per loro) livello delle nostre mille produzioni esclusive e particolari, ciò che loro non saranno in grado di fare neanche nei prossimi mille anni. Ma anche molte delle nostre produzioni in serie competitive sono state costrette a chiudere i battenti o trasferirsi all'estero perché la lucida incapacità-ingerenza e l'incontrastabile potere assoluto dei vari Landini, Camusso & compagni (assieme a quei mostri famelici dell'Agenzia delle Entrate, di Equitalia, del Ministero del Tesoro e il braccio armato costituito dalle toghe rosse immerse in un sistema della giustizia imbalsamato) sono stati creati per imporre i diktat di una ideologia bocciata dalla storia, piuttosto che perseguire l'aumento dell'offerta di lavoro, il miglioramento bilanciato e sostenibile delle condizioni lavorative ed economiche sia di chi dà che di chi riceve occupazione, l'innalzamento generale del benessere senza la demonizzazione a prescindere di nessuna categoria di persone... Abbiamo perso dignità, onore e prestigio, non ci è più permesso di sognare il nostro futuro e siamo stati privati anche dei nostri simboli più gelosamente protetti e custoditi in nome di una "società multietnica" che è voluta da pochi a discapito e danno di moltissimi. Non ho scelto il mio nickname a caso... sono davvero "saturato" da tutta questa (purtroppo principalmente nostra...) stupidità e incoscienza. Dobbiamo riconoscenza ai nostri padri e alle nostre madri e non abbiamo nessun diritto di permettere la distruzione di ciò che un intero Popolo, per costruirlo e tramandarcelo, ha impiegato generazioni e tonnellate di sangue e sudore! Per questo appoggio l'attuale centrodestra; al momento è l'unica possibilità che abbiamo per imbrigliare e disarmare SUBITO il mostro rosso... Dopo, ci sarà tempo per scegliere una nuova classe politica e dirigente che impedisca per sempre il ritorno di questa cancerogena metastasi che ormai ha quasi ucciso tutti noi e la nostra magnifica Italia.

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Mar, 13/08/2013 - 16:16

Dopo l'articolo n.1 scrivevo questo. Se metà di quel che dice Zurlo fosse vero e se i MD avessero ragione su tutto quel che dicono e scrivono, ebbene, anche se così fosse, sarebbe alto tradimento, andrebbero fucilati tutti alla schiena, al muro, bendati, all'alba, le loro case date alle fiamme ed i loro parenti esiliati. E sarebbe solo la speranza di una libertà e democrazia che l'Italia attende da secoli. Uno scemo che pascola nel sito non ha colto paradosso, iperbole e metafora. Che sono tutte figure retoriche. E la retorica altro non è che l'arte di dire la verità con linguaggio diverso da quello corrente, dei miserabili. Confermo tutto.

Ritratto di Kasparov77

Kasparov77

Mar, 13/08/2013 - 16:19

Tale mortimermouse : “i commenti cretini e idioti degli sciocchi comunisti sono totalmente ridicoli e futili! ma andate via a morire ammazzati nella cloaca maxima.... “. E Zurlo non è da meno in quanto ad imbecillità, in compagnia di tanti alti commentatori : Non hanno capito che il comunismo di Mao, Stalin e Polpot è morto molto anche prima del 1989. Ma continuate a citarlo sempre senza ragione, quasi a esorcizzare un demone per spaventare l’elettorato più ingenuo e fazioso. Quasi esistano ancora certi criminali e che esponenti di sinistra o delle istituzioni come Epifani, Vendola e Napolitano siano come loro. E nemmeno il 'capo' o ispiratore parla di comunisti ORA CHE GLI FA COMODO, anzi ci va a braccetto per salvarsi culo e poltrona. Il colmo è che Napolitano ora è saggio secondo Brunetta, ma domani potrebbe tornare un maledetto comunista. Cercate TUTTI di trovare una forma anche minima di coerenza e di equilibrio prima di scrivere, non ‘tirate’ la storia come più vi fa comodo, come la vostra pelle.

coccolino

Mar, 13/08/2013 - 16:20

@Daniele8: le tue sembrano le minacce di un partigiano garibaldino, sei patetico...riderà bene chi riderà ultimo...

Ritratto di bracco

bracco

Mar, 13/08/2013 - 16:23

buri, ai ragione purtroppo qui in Italia è il contrario, se non sei iscritto non fai carriera

@ollel63

Mar, 13/08/2013 - 16:46

penosa la kaka cerebrale sinistra che imbratta l'Italia e ammorba di miasmi nauseanti di sinistron-zate queste pagine dedicate al libero pensiero degli italiani. Testardi come muli, testoline di schegge di coccio con su attaccato il post-it di riconoscimento zo-sinistron, incapaci d'intendere e di volere. Vomitanti marciume cerebrale!

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Mar, 13/08/2013 - 16:48

Kasparov77 Dice che il comunismo "classico" non esiste più. Paradosso: il fascismo è morto il 25 luglio del 1943, i casini li han chiusi ad ottobre del 1958, il comunismo è crollato nel 1989. Chiaro? Domanda: perché i fascisti e le puttane ci sono ancora e "soltanto" i comunisti non ci sarebbero più?? Tuttavia per renderle il compitino logico ancora più semplice le faccio osservare che regimi come quello di Cuba e Corea del Nord avrebbero tenuto identici comportamenti giudiziari su cav. e simili. Solo il B. e non quelli come lei Boldrini o Vendola ci hanno tenuti lontano da quei regimi. Le persone perbene ringraziano, lei faccia come vuole.

Giorgio Mandozzi

Mar, 13/08/2013 - 16:51

Complimenti Zurlo per la ricostruzione che mi trova d'accordo per quello che abbiamo visto e subito in questi ultimi 30 anni. Un Paese bloccato, ingessato e posto sotto inchiesta da parte di una magistratura delirante e donchisciottesca intenta a menare colpi di qua e di la, mirabilmente salvando la sinistra, alla quale faceva riferimento ed alla quale apriva la strada come un potente rompighiaccio russo! Il tutto senza risolvere un problema dei cittadini italiani anzi affossandoli ogni giorno dippiù. Chi di noi è nella sconcertante situazione di attendere da anni un giudizio su un contenzioso, assiste, senza parole, alla guerra di alcune procure contro un unico personaggio reo di avere impedito alla sinistra la conquista di quel potere al quale sembrava facilmente destinato. E così, poco importa se ogni anno decine di migliaia di procedimenti cadono in prescrizione, poco importa se milioni di italiani non ottengono giustizia e meno che mai, poco importa, se dall'estero guardano esterrefatti (fuggendo) il baluginare di sciabole ed il tintinnare di manette; il tutto nella negazione più assoluta della giustizia

Daniele8

Mar, 13/08/2013 - 16:51

X mortimer e coccolino; qui nessuno si fa seghe mentali e tanto meno minaccia. Qui c'è una sentenza della Magistratura che non volete accettare, quando in qualsiasi altro paese del mondo sarebbe stata rispettata già dal primo grado con le dvoute conseguenze politiche. Siete voi che che la mettete in discussione con ogni tipo di sciocchezza, minacciando addirittura la guerra civile o evocando c...te tipo il Comunismo. Ripeto smettetela se avete un pò di dignità

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Mar, 13/08/2013 - 16:56

Solo perchè è a capo della "Cupola togata" l'impresentabile sinistra italiana può ancora permettersi di spadroneggiare in Italia. Sapeva sin dall'inizio che non potendo battere democraticamente Silvio Berlusconi per l'insormontabile ostacolo frapposto dal Popolo Italaino, per il raggiungimento del potere doveva solo ricorrere al breccio armato della "Mafia in toga"!

roliboni258

Mar, 13/08/2013 - 17:13

sembra carnevale tutto l'anno,bastaaaaaa

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mar, 13/08/2013 - 17:20

KASPAROV77 lei continua a drogarsi, visto che non sta notando dove sta la realtà :-) il comunismo è ancora vivo, nei modi e nelle parole dei segretari comunisti mafiosi, nelle sentenze giudiziarie false, negli schizzi di fango della stampa comunista, nell'odio che la sinistra aizza contro Berlusconi! dovete rifiutare l'ideologia comunista, questa fa danni e basta! invece votando il PD alimentate l'ideologia comunista e poi vi lamentate che siamo noi a inventarci cazzate? lei è un povero illuso e un povero cretino :-)

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mar, 13/08/2013 - 17:24

DANIELE8 lei scrive un cumulo di sciocchezze tipiche di chi ha paraocchi :-) la sentenza non la accettiamo perché è falsa, è costruita su basi inconsistenti, non hanno trovato le prove di quanto affermano, e per di più offende la dignità dell'imputato! come mai penati è sfuggito a questo sistema mafioso? come mai penati non va in galera, nonostante la piena ed accertata prova di colpevolezza????? mi dica lei perché la magistratura si comporta cosi? :-) lei è un povero idiota, e la insulto perché lei venendo su questo giornale, si deve aspettare anche questi insulti! altrimenti se ne torni sullo strafatto quotidiano, il giornalino preferito dai tossicodipendenti :-)

Ritratto di alenovelli

alenovelli

Mar, 13/08/2013 - 17:24

Peccato che nessuno (N-E-S-S-U-N-O) dei magistrati della cassazione che ha condannato il pregiudicato sia di MD. Quindi? Tutta sta tirata in difesa del padrone non si applica alla cassazione che l'ha condannato. Quindi? Condannato perche' colpevole. Chiamasi logica, ebetini.

Ritratto di Kasparov77

Kasparov77

Mar, 13/08/2013 - 17:49

@mauriziogiuntoli Visto che non siamo ne a Cuba e ne in Corea di cosa si preoccupa? Avrei dei dubbi poi che non ci sia più traccia di fascismo in Italia, dati i fenomeni di razzismo sempre più evidenti da noi, e sempre meno nel resto d’ Europa. Per quanto riguarda le puttane faccia lei, non voglio giudicare il fenomeno, ma se fossi in lei non mi sbilancerei sulle case chiuse nel 1958, c’è ancora il prossimo giudizio del cav in corso… Poi il pidiellino classico, ad esempio la vecchietta casa e chiesa che vede solo rete 4 cosa crede che penserebbe in caso di condanna del cav su caso Ruby ? NIENTE, se lo fa il cav va bene, lui può. E lo CONTINUERA’ A VOTARE. Se lo fa Marrazzo invece è un porco. Doppia morale, no ?. @ mortimermouse Io non ho mai nemmeno fumato uno spinello e chi vede esseri maligni minacciosi dappertutto come lei beve troppo : si chiama delirium tremens…

Ritratto di Kasparov77

Kasparov77

Mar, 13/08/2013 - 17:51

@mauriziogiuntoli Visto che non siamo ne a Cuba e ne in Corea di cosa si preoccupa? Avrei dei dubbi poi che non ci sia più traccia di fascismo in Italia, dati i fenomeni di razzismo sempre più evidenti da noi, e sempre meno nel resto d’ Europa. Per quanto riguarda le puttane faccia lei, non voglio giudicare il fenomeno, ma se fossi in lei non mi sbilancerei sulle case chiuse nel 1958, c’è ancora il prossimo giudizio del cav in corso… Poi il pidiellino classico, ad esempio la vecchietta casa e chiesa che vede solo rete 4 cosa crede che penserebbe in caso di condanna del cav su caso Ruby ? NIENTE, se lo fa il cav va bene, lui può. E lo CONTINUERA’ A VOTARE. Se lo fa Marrazzo invece è un porco. Doppia morale, no ?. @ mortimermouse Io non ho mai nemmeno fumato uno spinello e chi vede esseri maligni minacciosi dappertutto come lei beve troppo : si chiama delirium tremens…

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mar, 13/08/2013 - 17:53

ALENOVELLI specifichi qui i nomi dei magistrati che hanno condannato. non faccia le solite seghe mentali leggendo lo strafatto quotidiano, che in fatto di droghe se ne intende molto....

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Mar, 13/08/2013 - 18:00

Domina in Italia la "cultura" meschina, ignorante e arrogante del CORRIERE DELLA SERA e la sua menzogna. A distanza di 23 anni non si é mai curato di comprendere la caduta del Muro di Berlino e la oppressione dello stato mafioso sopra la pelle dei Lavoratori ... É dalla pulizia di questo sudiciume che occorre iniziare per salvare il Paese. A 23 anni dalla caduta del Muro di Berlino vogliamo sovvertire in Italia l´intoccabile Stato parassita di Jagoda, Ezov e Beria sopra la pelle dei Lavoratori... Vogliamo la Fine dell´apparato burocratico mafioso che vive di violenza parassita, semina la miseria, l´indigenza, e la disperazione, strangola il presente, annienta il futuro del Paese.... Vogliamo la Fine dell´osceno sistema autoritario che censura la Veritá e sparge l´abiezione della menzogna... Vogliamo, come successe in tutto il mondo oggi libero e anche in quella che fu la Cina di Mao, far cadere anche in Italia il rivoltante sistema di delinquenti parassiti che non vogliono sapere, per meschino interesse di potere preferiscono soffocare la Veritá, la Intelligenza e il Paese.

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Mar, 13/08/2013 - 18:00

Domina in Italia la "cultura" meschina, ignorante e arrogante del CORRIERE DELLA SERA e la sua menzogna. A distanza di 23 anni non si é mai curato di comprendere la caduta del Muro di Berlino e la oppressione dello stato mafioso sopra la pelle dei Lavoratori ... É dalla pulizia di questo sudiciume che occorre iniziare per salvare il Paese. A 23 anni dalla caduta del Muro di Berlino vogliamo sovvertire in Italia l´intoccabile Stato parassita di Jagoda, Ezov e Beria sopra la pelle dei Lavoratori... Vogliamo la Fine dell´apparato burocratico mafioso che vive di violenza parassita, semina la miseria, l´indigenza, e la disperazione, strangola il presente, annienta il futuro del Paese.... Vogliamo la Fine dell´osceno sistema autoritario che censura la Veritá e sparge l´abiezione della menzogna... Vogliamo, come successe in tutto il mondo oggi libero e anche in quella che fu la Cina di Mao, far cadere anche in Italia il rivoltante sistema di delinquenti parassiti che non vogliono sapere, per meschino interesse di potere preferiscono soffocare la Veritá, la Intelligenza e il Paese.

Ivano66

Mar, 13/08/2013 - 18:08

Al di là della acclarata disonestà intellettuale di Zurlo, vorrei proporre una domanda: ma che c'entra Esposito con Magistratura Democratica?

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mar, 13/08/2013 - 18:09

KASPAROV77 intanto rimane il fatto che lei non è più capace di ammettere che ho ragione :-) e lo sa benissimo, poiché non ha altri argomenti a sostegno della sua tesi

Ivano66

Mar, 13/08/2013 - 18:10

mauriziogiuntoli: ma dove ha studiato storia?!? Su "Taglio e cucito"?!? Su "Caccia e pesca"?!?

Ritratto di ilsaturato

ilsaturato

Mar, 13/08/2013 - 18:16

Ieri due dei "fenomeni" rossi (tali Cosean e filippo agostani) che qui vengono a confermare ogni giorno l'assoluta indecenza, incapacità e impresentabilità dell'ideologia dittatoriale rossa, hanno sputato il solito veleno su un mio commento all'articolo "www.ilgiornale.it/news/interni/ecco-vera-storia-md-i-giudici-rossi-che-fanno-politica-942856.html". Ho inviato la mia replica alle 16.38 ma, nonostante ripetuti invii fino a sera, purtroppo non è stata pubblicata. Comunque la mia risposta si adatta bene anche ad essere pubblicata a commento di vari articoli di oggi... Conosco bene il modo di vedere le "cose Italiane" di fenomeni come questi due e di tutti gli altri a cui è stata inculcata la stessa ideologia. Se non fossero così, capirebbero da soli che molte cose sono e funzionano esattamente al contrario di come è stato loro imposto di dire: non è più il Popolo, da lungo tempo, a controllare la Nazione grazie alla Costituzione! E' proprio "questa" Costituzione (assieme a leggere modifiche -per esempio quella del 1966 dell'art.81 che ha permesso l'esplosione del debito pubblico e l'arricchimento di tutti i partiti e di tutti i politici a spese nostre- alle "norme interpretative" e alle varie sentenze pilotate di Consulta e Consiglio di Stato) che CONTROLLA sia il Popolo che la Nazione. E' stata costruita per renderla intoccabile al fine di impedire anche ad una larga maggioranza del Popolo di diventare artefice di qualsiasi cambiamento. Per essere cambiata richiede un iter allucinante, presuppone maggioranze plebiscitarie e inoltre non è in grado di controllare poteri (magistratura, sindacati, ecc...) che di qualsiasi maggioranza possono strafottersene. Uno dei due "fenomeni" (l'ubbidiente soldatino Cosean) è talmente invasato e circonvenuto dai suoi istruttori che è arrivato a dire che con i miei commenti "IO" stavo DECIDENDO per l'intera Italia (mi spiace ma la parola "paese" per la mia Patria proprio non la posso usare). Eh già, invece 20 terroristi eversivi criminali No-Tav non stanno decidendo (con atti violenti) per tutta la Nazione; 4 sfaticati sindacalisti che picchettano/sabotano le fabbriche, non hanno mai deciso per la Nazione; le migliaia di girotondi, manifestazioni, presidi di groppuscoli telecomandati di attivisti rossi, non hanno mai paralizzato città intere - lavoro - economia di grandi aree dello Stato; i Napolitano, Prodi, Bersani, D'Alema, Bindi, Finocchiaro & C. in Parlamento per decenni non hanno deciso la paralisi di tutto ciò che era Italia; le Boldrini, le Kyenge, i Vendola, i Letta & Co. non stanno decidendo e imponendo alla Nazione una devastante politica sull'immigrazione; qualche decina di magistrati-non-eletti ma dichiaratamente schierati a sinistra, non hanno mai imposto alla Nazione le loro decisioni-interpretazioni palesemente partigiane e al servizio di un solo schieramento politico (chissà quale...); la quasi totalità dell'informazione (tutta prona a sinistra) non plagia da sempre le persone... Se questa è la "democrazia" che a loro piace, gliela lascio tutta, ma non andrò a Cuba (come suggerito, sempre dal soldatino). Invece, tenterò sempre di cambiarla con una Democrazia Vera! Le parole del secondo "minus habens" non avrebbero meritato alcuna risposta, ma anche S.Francesco almeno una volta ha parlato agli animali e quindi che diritto ho io di sottrarmi a questo atto di pietà? E quindi rispondo a lui dicendo che no, non metterei nessuna mitragliatrice a Lampedusa... ma navi da guerra (perché questa aggressione-invasione sistematica quotidiana di clandestini illegali, è un vero e proprio atto continuato di guerra) al confine delle nostre acque territoriali per far desistere fino all'affondamento (come il diritto marittimo internazionale permette) qualsiasi natante che rifiuti di identificarsi e non inverta la rotta dopo essergli stato negato l'ingresso; agirei fermamente in modo che tutti i musulmani e non che si trovano in Italia illegalmente o che commettono un reato venissero espulsi (e davvero "portati indietro"); chiederei, per la costruzione di ogni nuova moschea sul suolo Italiano, la produzione di un documento che certifichi il permesso a costruire una nuova chiesa Cristiana in un qualsiasi stato islamico e, ogni volta che una chiesa Cristiana viene distrutta in qualsiasi stato islamico o ad opera di islamici, una delle moschee in Italia venisse rasa al suolo (ovviamente senza trucidre tutte le persone che ci sono dentro, come invece amano fare le loro "preziose risorse"). Sul perché Papa Francesco chiami i musulmani "nostri fratelli" sinceramente sono affari suoi (ognuno è libero di farsi la famiglia che vuole); io, prima di tutto, penso ai miei 60milioni di fratelli, sorelle, madri, padri, nonni e figli Italiani e al loro presente e futuro. Il giorno che saranno tutti "a posto" e salvati da questo macello, ci sarà la possibilità di pensare e guardare fuori dai nostri confini per portare positivi aiuti "a casa loro". Per concludere: no, non farei nessun rogo per i comunisti... ma processi con magistrati e giudici ben lontani dall'indecenza di (per esempio) "Magistratura Democratica"! Per quanto riguarda gli ignoranti (preoccupazione del filippo agostani)... vedrete che anche per voi ci sarà molta più magnanimità e pietà di quelle applicate, dal dopoguerra, dagli anti-Italiani come voi al Popolo Italiano...

HoIlMonitorSpento

Mar, 13/08/2013 - 18:19

Chissà perché di Magistratura Indipendente (che eppure batte ai voti MD) non parlate mai

guerrinofe

Mar, 13/08/2013 - 18:22

a proposito di legalita, CAVALIERE E^UN SOPRANOME COME DICONO dottore A ROMA OPPURE è UN TITOLO DI ONORIFICENZA? perchè se è cosi è usurpazione...

Ritratto di stenos

stenos

Mar, 13/08/2013 - 18:30

Certo che se per ventanni ti bombardano e stai a gurdare, allora te la sei voluta.

Daniele8

Mar, 13/08/2013 - 18:40

Mortimerouse, a parte gli insulti che lasciano il tempo che trovano, da quanto capisco lei è un esimio magistrato che quindi è in grado di stabilire che Berlusconi è innocente e Penati è colpevole. Vi dovete mettere in testa che in uno stato normale le sentenze le fa la magistratura non voi; Penati pagherà per le sue colpe, ma il processo è cominciato da poco, mentre x Berlusconi durava da 10 anni. Non mi interessa nulla nè di Berlusconi nè di Penati, ma del rispetto delle regole e delle leggi sì: capisco che x che voi sia difficile da capire, ma dovete accettarlo; ripeto avete sbagliato x 20 anni a votare una persona che per lo stato italiano è e rimarrà per sempre un frodatore fiscale; errare è umano ma davvero perseverare è diabolico.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mar, 13/08/2013 - 18:48

DANIELE8 gli insulti che io qui metto, sono la risposta ai ventennali insulti che voi comunisti mafiosi continuamente lanciate su Berlusconi e su noi elettori :-) ma tralasciando questo aspetto, il resto del suo commento è completamente penoso, fa acqua da tutte le parti, e dimostra ampiamente la idiozia di cui è ammantata la famosa intellighentia comunista :-) lei compreso, ovviamente.... non rispondo per senso di pietà, pena e ribrezzo....

fedele50

Mar, 13/08/2013 - 19:07

Aleeeeeeee novelli, kasprov l'imbecille, luiggitipiscio il decerebrato,mamma mia che accozzaglia di delinquenti,ma dove vivete nelle fogne ? Poveri mentecatti.

Ritratto di depil

depil

Mar, 13/08/2013 - 19:19

è una banda di canaglie paragonabili alle SS che però operavano nel rispetto delle leggi della propria nazione. Questi farabutti vanno cancellati dalla faccia della terra!

tudai53

Mar, 13/08/2013 - 19:30

@mortimermouse assolutamente non ce l'abbiamo con tutti gli elettori che hanno votato berlusconi, tu per esempio sei l'altra feccia, sicuramente ci saranno gente onesta sia di dx che di sx, tu sicuramente no! poi per il fatto di mafiosi meglio che lasci stare, fino a prova contraria è stato il tuo capò ad essere indagato per mafia!

Ritratto di _alb_

_alb_

Mar, 13/08/2013 - 19:32

Questa cupola di magistrati sono le nuove "brigate rosse". Il braccio armato del PC/PDS/PD per conquistare il potere con la forza e contro la volontà popolare.

Daniele8

Mar, 13/08/2013 - 19:33

Mortimer lei non risponde perchè non sa rispondere; ho scritto delle cose così semplici e devo dire anche ovvie per delle persone normali, che qualsiasi risposta contraria sarebbe un insulto all'umana intelligenza. Capisco che non vuole rispondere e sono solidale con lei....

Giangi2

Mar, 13/08/2013 - 19:48

Per beusconi si può calpestare ogni diritto sancito dalla costituzione più affascinante dell'universo. Se si tratta di berlusca il fine giustifica i mezzi. E tutti contenti eeeeeee democratici.

M_TRM

Mar, 13/08/2013 - 19:48

concordo pienamente e aggiungo una considerazione per meglio inquadrare la situazione della giustizia nel nostro paese. Alla lentezza, discrezionalità e politicizzazione di molta parte della magistratura si aggiunge la involontaria, ma altrettanto colpevole, collaborazione della politica. Quale rimedio infatti è stato escogitato dalla politica da almeno 20 anni al mancato rispetto delle leggi? Nuove leggi che inaspriscono le pene per gli stessi illeciti o reati che restavano impuniti. Risultato: leggi che si accavallano con nuove fattispecie di reato, alla ricerca di una univoca interpretazione del reato più recente, maggiore complessità e maggiore lentezza! Ma - ancora peggio - il clima del terrore, pene esagerate che possono essere comminate a chi non fa parte degli "amici", impunità per qualche privilegiato, minore certezza del diritto, maggiore potenziale di ricatto nei confronti dei "nemici". Non era così anche in URSS? o in qualunque altra dittatura?

Ritratto di nestore55

nestore55

Mar, 13/08/2013 - 19:49

Omar El Mukhtar...Una cimice puzzolente, nei suoi confronti, è un gigante!!! Ah bello, il deserto della Cirenaica ti aspetta..torna dai cammelli, bidone...E.A.

Ritratto di Zione

Zione

Mar, 13/08/2013 - 19:53

A Torino questi Scornacchiati hanno fomentato il TERRORISMO e fatto SEQUESTRI di Persone, ancora Sommersi e IMPUNITI !!!

marco lambiase

Mar, 13/08/2013 - 19:54

X gibuizza- Ottima la tua analisi delle probabilitò. Però nel processo in oggetto non si è verificata. Allego un linck dove si evince che i giudici non sono di magistratura democratica. Nell'allegato che è stato scritto molto prima della sentenza ci sono tutti i dati http://www.destradipopolo.net/?p=12466 Leggetelo.

Ritratto di nestore55

nestore55

Mar, 13/08/2013 - 19:57

luigipiso...Lei crede di aver capito?? Si sbaglia, lei certamente è un orfano di marx, ma questo non basta a darle una sembianza antropologicamente accettabile ne, tanto meno, stabilire che il suo Q.I. superi la soglia dello zero-virgola...Come ben si diceva: un kompagno NON puo' essere intelligente ne umano...E.A.

Anonimo (non verificato)

cicero08

Mar, 13/08/2013 - 20:11

L'ex premier si è intrappolato da solo con i suoi comportamenti sempre eloquenti forse dettati dalla sempre più dilagante sindrome di onnipotenza, la stessa che aveva decretato la fine di Craxi

Jack Sparrow

Mar, 13/08/2013 - 20:31

Il profilo sociale che meglio si addice ai magistrati era stato sapientemente tracciato dai francesi del XVII sec. A chi ricopriva il delicato ruolo di amministrare la giustizia si richiedeva uno stile di vita tanto riservato da non consentire neanche frequentazioni al di fuori della cerchia familiare. Questo, naturalmente, per garantire quella imparzialitá di giudizio che, viceversa, non potrebbe attendersi per amici o nemici. I risultati di questa condotta sono stati sorprendenti se pensiamo ai contributi che il giudice Fermat, magistrato di professione e matematico per diletto, ha fornito alla matematica.

Jack Sparrow

Mar, 13/08/2013 - 20:31

Il profilo sociale che meglio si addice ai magistrati era stato sapientemente tracciato dai francesi del XVII sec. A chi ricopriva il delicato ruolo di amministrare la giustizia si richiedeva uno stile di vita tanto riservato da non consentire neanche frequentazioni al di fuori della cerchia familiare. Questo, naturalmente, per garantire quella imparzialitá di giudizio che, viceversa, non potrebbe attendersi per amici o nemici. I risultati di questa condotta sono stati sorprendenti se pensiamo ai contributi che il giudice Fermat, magistrato di professione e matematico per diletto, ha fornito alla matematica.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mar, 13/08/2013 - 20:37

TUDAI53 E DANIELE8 i vostri commenti fanno ridere, di ridicolo c'è che non volete ammettere che Berlusconi ha ragione :-) poveri illusi. continuate pure a leggere lo strafatto quotidiano, il giornalino preferito dai tossicodipendenti :-)

glendale

Mar, 13/08/2013 - 21:12

Il 90% dei magistrati sono dei sovvertitori della Democrazia e vanno condannati dal popolo italiano democratico. Bisogna condannare tutta la sinistra infame e comunista che fa setta eversiva con certi magistrati indegni di giudicare un essere umano perche' sono di parte antidemocratica . Solo in Italia e nelle dittature comanda la magistratura sul popolo italiano onesto e democratico. Il caso Berlusconi e’ un esempio chiaro di che cosa e’ capace la malamagistratura!!!!!!!!!!!!! Faccio bene a stare in un altro Stato!!!!

glendale

Mar, 13/08/2013 - 21:13

Il 90% dei magistrati sono dei sovvertitori della Democrazia e vanno condannati dal popolo italiano democratico. Bisogna condannare tutta la sinistra infame e comunista che fa setta eversiva con certi magistrati indegni di giudicare un essere umano perche' sono di parte antidemocratica . Solo in Italia e nelle dittature comanda la magistratura sul popolo italiano onesto e democratico. Il caso Berlusconi e’ un esempio chiaro di che cosa e’ capace la malamagistratura!!!!!!!!!!!!! Faccio bene a stare in un altro Stato!!!!

Ritratto di bergat

bergat

Mar, 13/08/2013 - 23:35

un nuovo 1789 è alle porte......

@ollel63

Mer, 14/08/2013 - 00:21

a me pare che in trappola ci siano cascati loro, e non sanno come uscirne. Non e usciranno.

Ritratto di bergat

bergat

Mer, 14/08/2013 - 00:33

Mi chiedo ma chi è condannato è veramente colpevole? Per me sono le prove il movente e l'arma del reato a determinare la colpevolezza. I giudici sono per la valutazione della pena. Nel caso Berlusconi certamente la sentenza è assurda, perché prova movente e arma del reato non ci sono. Che se lo siano sognato? Napolitano forse dovrebbe dichiarare tali processi incostituzionali e provvedere di conseguenza.

Ritratto di sydneysider

sydneysider

Mer, 14/08/2013 - 01:25

Bad things happen when good people do nothing. dove era tutto il resto della mgistratura quando questi si facevano largo tra i ranghi? dove era la politica non comunista? Cosa ha fatto, realmente, Forza Italia e poi il PdL per arginare la minaccia? A me sembra che la risposta a tutte queste domande sia una sola: niente. E allora: chi e' causa del suo mal pianga se stesso ....

Ivano66

Mer, 14/08/2013 - 01:34

mortimermouse: so che è dura, ma ce la fa una volta ad articolare un discorso degno di tale nome? Sempre e solo insulti, sciocchezze in libertà, sputi, grugniti... Ce la fa una volta, dico una volta, a motivare decentemente quello che dice?

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Mer, 14/08/2013 - 12:22

Kasparov77 Io scrivo: "Domanda: perché i fascisti e le puttane ci sono ancora e "soltanto" i comunisti non ci sarebbero più??" Lei risponde: "Avrei dei dubbi poi che non ci sia più traccia di fascismo in Italia,...". Lei stato a scuola di logica da Aristotele o dalla Boldrini? Sa leggere o conosce solo il coreano ed il cubano? Lasci perdere.....

angelomaria

Gio, 09/10/2014 - 13:48

BUI CARO MIO ORA SAI CHE IN'ITALIA LA GIUSTIZIA E SEMPRE STATA UNA MALAGIUSTIZIA DOMINATA DA CORRENTI POLITICHE!!

angelomaria

Gio, 27/11/2014 - 20:45

STORIA PURTROPPO VISSUTA!!!

angelomaria

Gio, 27/11/2014 - 20:47

BE MI SALVO DALLA TROPPA BILE E VI LASCIO CARI LETTORI E DIREZIONE MA NON SENZA IL SOLITO BUONA CENA SERA SERATA NOTTE!!

Ritratto di Azo

Azo

Ven, 27/02/2015 - 18:07

Ma chi pensano di essere questi EGOCENTRICI SCARAFAGGI ??? Tutti coloro che sono salariati dal danaro pubblico, non devono dimenticare , che se la corda viene tirata troppo, va a finire che si rompe. Percio, che scendano da quel piedistallo di arroganza, perchè se dovessero cadere, potrebbero farsi molto male !!!