Re Giorgio con il blitz a sorpresa commissaria Camere e governo

Il Colle convoca i ministri e i capigruppo di maggioranza per accelerare sulle riforme. Insorge l'opposizione, scettici renziani e falchi Pdl. Grillo: "Chiediamo l'impeachment"

Il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano

Roma - Una circostanza inusuale, «inaudita», attaccano le opposizioni ma anche qualcuno nel Pdl, e, segretamente, i renziani. Il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha convocato ieri al Colle i ministri competenti per le riforme, Quagliariello e Franceschini, e tutti i capigruppo di Camera e Senato, ma dei partiti di sola maggioranza, per imprimere un'accelerazione alla riforma della legge elettorale. Lo spauracchio indicato dal Colle è il 3 dicembre prossimo, quando la Corte costituzionale interverrà sulla legittimità dell'attuale legge in vigore, il Porcellum. È, oltre che inaudito, «inaccettabile e non previsto dalla Costituzione», avverte per la Lega Roberto Calderoli, che il capo dello Stato chiami a rapporto i partiti di maggioranza su una materia così delicata. «Napolitano - attacca l'ex ministro - deve essere presidente di tutti e non di maggioranza». Insorge anche il leader del M5S Beppe Grillo che torna a chiedere «l'impeachment per Napolitano». Ma anche qualche falco del Pdl protesta, come Maurizio Bianconi: «Diciamo che si è ricostruita la monarchia, non costituzionale ma assoluta». Polemiche si levano anche dal movimento Fratelli d'Italia: «Non conoscevo precedenti», ironizza Guido Crosetto. Un'insurrezione che porta al dietrofront del Colle che, in tarda serata, si dice pronto a incontrare anche le forze di opposizione.

Il tutto il giorno dopo l'incontro a Firenze di Napolitano con il sindaco Matteo Renzi. Incontro evidentemente non proprio empatico. Il vertice del Colle, e la bozza elettorale di lavoro al Senato di cui sono stati svelati i primi contenuti, sono confezionate, sottolineano i fedelissimi del sindaco, non certo per favorire il probabile candidato del Pd («un pillolarium» la chiama Roberto Giachetti). Si vada verso il sistema maggioritario per la stabilità, niente larghe intese, aveva ripetuto Renzi negli ultimi giorni. Il testo in discussione in Senato è decisamente su base proporzionale. È però anche vero che il Pd difende il doppio turno, sul modello delle elezioni amministrative, per rendere stabile il sistema. Nella bozza di lavoro al Senato il premio di maggioranza è fissato al 40% delle preferenze per la coalizione vincitrice. Se non si raggiunge, il Pd chiede un secondo turno tra le due liste o coalizioni che hanno ottenuto più voti. Su questo punto ancora non c'è accordo, come sulla «scelta degli eletti nei collegi plurinominali». Il Pd propone le preferenze, il Pdl chiede che siano scelti in base all'ordine della lista. Lo schema di lavoro presentato in commissione affari costituzionali dai relatori Renato Bruno (Pdl) e Doris Lo Moro (Pd) prevede per la Camera l'assegnazione del «20% dei seggi con metodo proporzionale, senza voto di preferenza, su liste circoscrizionali di candidati, con alternanza di genere, nelle 26 circoscrizioni attuali» e dell' «80% dei seggi con metodo proporzionale, su base circoscrizionale, su liste di candidati in collegi plurinominali collegate reciprocamente con liste circoscrizionali», con quota di genere del 65% o di due terzi. C'è accordo sul rispetto dell'alternanza uomo-donna e sullo schema di massima. Rimangono soglie di sbarramento per evitare l'eccessiva frammentazione dei partiti: il 4 o il 5%, il 2 o 3% per quelle coalizzate. Al Senato il premio di maggioranza viene attribuito non più su base regionale, ma nazionale: alle liste o coalizioni che raggiungono il 40%, vanno 170 seggi. Massimo D'Alema sferza Renzi: «Noi abbiamo una proposta condivisa da tutti che è il doppio turno. L'abbiamo presentata quando Renzi era fanciullo».

Commenti

roberto.morici

Ven, 25/10/2013 - 08:28

Non è che il Caro Compagno Presidente si stia allargando un pò troppo?

Totonno58

Ven, 25/10/2013 - 08:29

Non ha commissariato un bel niente ma ha fatto comunque UNA COSA SACROSANTA!L'aveva detto che non se ne sarebbe andato dal Colle senza aver visto un cambiamento della legge elettorale....vista l'inerzia del Parlamento,stufo come 60 milioni di italiani di sentire chiacchiere, ha deciso di provvedere lui direttamente...DOBBIAMO SOLO RINGRAZIARLO!

Gianca59

Ven, 25/10/2013 - 08:32

Con Camere e Governo incapaci di intendere e volere, il Re ha fatto bene.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Ven, 25/10/2013 - 08:38

eccoci qua. siamo al colpo di stato mascherato! quando si fece la costituzione italiana, la sinistra aveva il grande timore di un rovesciamento della repubblica attraverso il potere, per questo fece in modo che lo stato fosse costruito per impedire che una parte del potere si prendesse l'altra parte. ora chi è che fa queste cose? la sinistra! complimenti! il massimo della mafia....

angelomaria

Ven, 25/10/2013 - 08:59

impichment doveva essere mesi fa'non pra anche se selo'meriterebbe in certo punto di vista ilporcellum tranellun sarrebbe da evitare ma anche le sue continueinterferenze se ancora non la'capito non ha tutti questi poteri ma come il suocsm contina apestarei piedia destra e destra!!!!buongiornoe buontutto a voi cari lettori

Ritratto di massacrato

massacrato

Ven, 25/10/2013 - 09:02

Non sono un ammiratore di Napolitano, ma in questo caso HA FATTO BENE. Siamo in balia di una enorme ammucchiata di PERDITEMPO che ci stanno portando alla rovina. Queste cose avrebbe dovute farle qualcun altro a suo tempo..., ma non gliene faccio una colpa: a lui non fu permesso.

barretta gennaro

Ven, 25/10/2013 - 09:09

Magari Re Giorgio fosse veramente un monarca . via tutti i parlamentari e VIVA IL PRESIDENZIALISMO ASSOLUTO

vince50_19

Ven, 25/10/2013 - 09:26

Pur comprendendo la preoccupazione di Napolitano di dare input per cambiare questa legge elettorale - vista la rissosità di questo governicchio, dovrebbe essere lui il primo a rispettare le regole costituzionali, quelle che lo riguardano in prima persona. Se avesse convocato tutti sarebbe stato un atto senza dubbio più equilibrato, invece.. Al posto suo avrei fatto - come prevede l'art. 87 della costituzione (convocare non è previsto, anche se non è vietato) - un bel messaggio alle camere, chiaro e inconfutabile sulla situazione che si sta sempre più avvitando, facendo comprendere che la sua presenza non è indispenabile nel ruolo ricoperto. Dopodichè la responsabilità ricade su questa massa urlante che in parlamento fa qualsiasi cosa, meno che cercare soluzioni di tipo economiche per il popolo che non se la passa certo bene. Ad iniziare con il ridurre drasticamente gli emolumenti aai parlamentari, emolumenti a quei 100mila pensionati d'oro che succhiano 13 miliardi di euro all'anno all'erario: una vergogna che più vergogna non potrebbe essere, che la gente che non ha soldi per campare decentemente non sopporta nella maniera più assoluta. Fatelo, schifosi!

xgerico

Ven, 25/10/2013 - 09:28

Bene fagli capire come deve funzionare un governo, con le buone o con le cattive!

Ritratto di ..creepshow

..creepshow

Ven, 25/10/2013 - 09:33

5Stelle, l'UNICA OPPOSIZIONE AL REGIME collaborazionista neuromassonico

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Ven, 25/10/2013 - 09:35

Questi vecchi kompagni si affidano alla CARTA quando torna comodo,mentre in altri momenti la portano al vc.

Damiano Guerra

Ven, 25/10/2013 - 09:38

Se a qualcuno come mortimer da fastidio che il PDR inciti il parlamento a fare le cose serie e importanti per cui è lì problemi suoi, io lo ringrazio e spero che questi politici capiscano il sottile messaggio lanciato da Napolitano di essere degli inconcludenti buoni annulla e magari la smettano di pensare a cavolate come occupy-santoro e si dedichino alle cose serie. Grazie Presidente!!!!

edoardo55

Ven, 25/10/2013 - 09:49

Non ho simpatia per Napolitano da quando ci ha imposto il governo nefasto di quell'inamidato di Monti. Però ora credo che faccia bene a smuovere questo parlamento dall'ignavia. Sono anni che si promette la riforma elettorale, ma tutti parlano e nessuno agisce. E' contro il regolamento? poco importa. La Storia è piena di disfatte causate dal'osservanza ottusa dei regolamenti: Caporetto, per citarne una fra le più eclatanti.

Ritratto di wtrading

wtrading

Ven, 25/10/2013 - 09:50

@Totonno58 - @massacrato. Anch'io posso dire che ha fatto bene nelle intenzioni. Ma l'errore banale ( MA FORSE VOLUTO !! ) è stato quello di voler convocare solo i rappresentanti della maggioranza. In fatti, più tardi, si è ravveduto. Diciamocela tutta : CI HA PROVATO !!

SteveCanelli

Ven, 25/10/2013 - 09:51

Io l'avevo detto ai tempi della rielezione : questo non lo ferma più nessuno.

Ritratto di 02121940

02121940

Ven, 25/10/2013 - 09:51

Per fortuna non sono disponibili i carri armati sovietici.

pl.braschi@tisc...

Ven, 25/10/2013 - 09:57

Sono ormai diversi anni che questo compagno vetero comunista fa il bello ed il cattivo tempo comportandosi da tiranno verso tutti gli Italiani! Che si aspetta per la richiesta di procedere per "attentato alla Costituzione"?

dukestir

Ven, 25/10/2013 - 10:00

Che articolo è? Sto leggendo il Giornale o il Fatto quotidiano? Avete (ri)assunto Travaglio e Gomez?

Ritratto di mr.cavalcavia

mr.cavalcavia

Ven, 25/10/2013 - 10:02

Inaccettabile ingerenza di un uomo che dopo una vita di soli errori, amico dell'URSS, sostenitore dei massacratori sovietici a Budapest a novant'anni si crede re....di una repubblica. Se il parlamento è incapace, se ne traggano le conseguenze ed il re sciolga le camere. Se non vuole sciogliere le camere abdichi (ops.., si dimetta). Questo re va messo in stato di accusa. Non c'è dubbio alcuno.

linoalo1

Ven, 25/10/2013 - 10:03

Una cosa è certa!Delirio Tremens non fa niente per niente!Chissà cosa avranno ordito i suoi capi e gli hanno ordinato di fare!Fra non molto lo vedremo!Lino.

Ritratto di wilegio

wilegio

Ven, 25/10/2013 - 10:04

Urlano e sbraitano in tutti i talk show che vogliono le preferenze... e poi? Collegi, liste bloccate, convitti... e che altro? Ci vuole tanto a mettere una lista di nomi fuori dai seggi, rigorosamente in ordine alfabetico, e poi lasciare che siano quegli idioti e minus habentes (almeno secondo i nostri politici) degli elettori a scegliere chi vogliono nell'ambito del partito che votano? Quando la pianteranno di imporci esseri che poco hanno di umano e che impariamo a conoscere (e neanche sempre) solo molto dopo che sono stati eletti?

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Ven, 25/10/2013 - 10:09

Plaudo senza se e senza ma a 'questo' Capo dello Stato, che dimostra di avere le palle davanti ad un Parlamento devitalizzato. Se continua così, rischia di entrare nel gota dei Grandi d'Italia. -- riproduzione riservata -- 10,09 - 25.10.2013

Ritratto di Gorilla Gor

Gorilla Gor

Ven, 25/10/2013 - 10:22

Se la Carta lo prescrive........

Gioa

Ven, 25/10/2013 - 10:29

Ringraziamo la nostra brava stella...altro che questo...Dopo tanti anni di presidente della repubblica si è svegliato ora?...Ma fino ad oggi napolitano dov'eri?...Anche tu come i tuoi amici comunisti se c'eri dormivi...Questo gesto l'ha fatto perché la coscienza ora gli si è mossa...per non andare "a casa" facendo vedere che ha preso lo stipendino pagato da tutti noi senza mai dire una parola l'unica "non litigate"...Vergognaaaaaaaaaaaaaa Velo scrivo io perché si è svegliato ora....NON E' CHE NIENTE NIENTE CI SONO DI MEZZO LE SALSE NAPOLITANE ALLUNGATE?....

Giorgio1952

Ven, 25/10/2013 - 10:32

Re Giorgio come lo chiamate voi sta tentando di tenere in piedi la baracca, il blitz lo ha tentato Berlusconi che sulle rovine della prima repubblica voleva impadronirsi dell'Italia. Analogamente a Mussolini che nel contesto di forte instabilità politica e sociale successivo alla Grande Guerra, prese del potere forzando la mano delle istituzioni, con l'aiuto di atti di squadrismo e d'intimidazione politica che culminarono il 28 ottobre 1922 con la Marcia su Roma, Mussolini ottenne l'incarico di costituire il Governo. Dopo il contestato successo alle elezioni politiche del 1924, instaurò nel gennaio 1925 la dittatura, diventando dal dicembre dello stesso anno Capo del governo, primo ministro, segretario di Stato e poi Primo Maresciallo dell'Impero. Berlusconi usa gli stessi metodi fondando partiti su predellino, azzerando vertici di un partito personale che non sta più ai suoi ordini, avrebbe voluto il 51% dei voti per governare, purtroppo per lui e per fortuna per noi siamo in un paese democratico, è ora di finirla con questo grande statista, irriso da tutta Europa ora perlomeno vedo il premier Letta, ben accolto dai leader degli altri paesi, in grado di dialogare in inglese con loro, non nel maccheronico francese dello chevalier chansonnier di Arcore.

scipione

Ven, 25/10/2013 - 10:36

BASTAAAAAA!!!!! Non se ne puo' piu'delle sue intrusioni nella vita del Parlamento e del Governo come se fossimo una monarchia assoluta.Non capisco che cazzo votiamo a fare se poi a decidere e comandare e' sempre e solo lui.Questa convocazione non sta ne' in cielo ne' in terra e NON e' prevista dalla costituzione di cui si lava sempre la bocca.Per una volta sono d'accordo con Grillo:IMPEACHMENT.

Gianfranco__

Ven, 25/10/2013 - 10:38

Napolitano ha fatto solo bene, anzi dovrebbe mettersi le scarpe con il tacco di ferro, entrare in parlamento e prendere a calci nel deretano tutti i mafiosi, i corrotti, i pregiudicati e i nullafacenti ostacolatori dei lavori.

Ritratto di PELOBICI

PELOBICI

Ven, 25/10/2013 - 10:43

Questo non penserà mica di essere il padrone dello stato, venendo dalla scuola dell'ex PCI che amava tanto Stalin.....

millycarlino

Ven, 25/10/2013 - 10:44

Quando ero bambino andava di moda una canzone "L'hai voluto te, l'hai voluto te". Milly Carlino

carvan1234

Ven, 25/10/2013 - 10:48

Ormai le "grandi intese" sembrano piu' tra i falchi del PDL e il Movimento di Grillo, che quelle che erano presupposte essere. Veramente un élite !!! Come si suol dire tra tutti e due, accidenti al meglio.

Ritratto di Chichi

Chichi

Ven, 25/10/2013 - 10:51

Il Caro Leader, Presidente Eterno nostrano è molto più raffinato di quelli coreani. Anche il nostro, ama i missili, ma quelli che lancia lui, non fanno scalpore internazionale, non allertano il pentagono, l'ONU, la NATO. Anzi, tutto sommato rispondono agli interessi vitali degli USA e dei governi che contano nella UE. Sa a cosa mirare il nostro Caro Leader: con un sol colpo fa piazza pulita di tutti quei cavilli occidentalizzanti, che snaturano l'impianto essenzialmente sovietico della "più bella costituzione del mondo". Difficile ormai recriminare su come funzionano le larghe intese. "larghe" perché vi partecipano i due grandi schieramenti politici: Pdl e PD. "intese", Perché il partito... scusate, il Partito del Caro Leader decide e gli altri dicono sì, signore. Direte: "E la crescita"? Domanda da borghesucci: non vi pare che i proletari stiano crescendo in maniera esponenziale?

unosolo

Ven, 25/10/2013 - 10:54

dopo quattro anni si ricorda della legge da modificare o cambiare del tutto ? Fatalità dopo l'incontro col sindaco di Firenze ? Non è che per caso diventa un blocco per dare tempo alla mag,ra di portare a termine altri processi non sui delinquenti ma sull'industriale Berlusconi ? Strano comportamento da parte delle toghe che si accaniscono su grandi industriali che hanno e portano miliardi nelle casse statali che servono anche a dare lo stipendio a loro , escono e riescono processi inutili anche se non c'entrano direttamente industriali e guarda caso la differenza di interpretare la legge sancisce dello accanimento terapeutico sul Berlusconi lasciando liberi altri evasori , strana interpretazione ma a volte giusta , ma lo diventi per tutti giusta non solo per i compagni o che ha parenti nei posti giusti che guidano l'andamento e nelle mani giuste , forse anche con qualche cambio o baratto , certo che di sospetti ne vengono sentendo ogni giorno che per le stesse accuse qualcuno si salva.

Ritratto di ..creepshow

..creepshow

Ven, 25/10/2013 - 10:56

con quale autorità costui riunisce insieme a 5 rappresentanti della maggioranza per decidere la legge elettorale senza che nessun esponente del M5S, votato da 9 milioni di cittadini ne è stato messo al corrente? Il M5S non accetterà mai una legge elettorale decisa dal garante dei partiti che hanno distrutto l'italia

Massimo Bocci

Ven, 25/10/2013 - 10:58

Siamo in un regime a modello parificato sovietico di LADRI, (comunisti-catto) dove il capo dei LADRI (GOLPISTA SPREAD-EURO)!!! Non si vergogna (lui probo compagno???) a fumarsi 240 milioni per il solo condominio, cosa volete che produca, questo regime.... LADRI ANTI ITALIANI!!! Brioche??? La loro linea di produzione per l'alimentazione del REGIME è la FAME e la MISERIA (Euro!!!),solo così ci sono le condizioni che umani sopportino LADRI COMUNISTI!!!! Il loro no au e questo immutabile da 65 anni è così che si costringono gli Italiani MORTI DI FAME, a bussare alle loro sedi CESSO ed è così che LORO RECLUTANO nel regime e si fanno nuovi amici degli amici, adepti servi amicali di REGIME!!! Che entrano come mendichi (con le toppe al culo) si accalcheranno alle case del popolo e loro pari parrocchie per un tozzo di pane, che verrà elargito,dopo innumerevoli suppliche (CON I NOSTRI SODI!!!) Per implementare il loro solito voto di scambio ISTITUZIONALE e giuramento di AFFILIAZIONE al REGIME di MAFIA 47!!!! Poi non ci vorrà molto che in una simile compagnia si acquisisca il mestiere di LADRO e anche loro potranno proseguire nella tradizione di LADRO......COMUNISTA-CATTO, per appioppare le toppe del culo ad altri, proseguendo così nei secoli una tradizione di LADRI!!! Immutabile e refrattario a tutti i principi DEMOCRATICI.

soldellavvenire

Ven, 25/10/2013 - 11:13

creepshow - mi spiace per te ma il M5S quando invitato ha rifiutato di fare parte del governo: ora all'opposizione, può tranquillamente votare contro le proposte della maggioranza, a sua maggiore gloria

eloi

Ven, 25/10/2013 - 11:13

Chi è che ricorda un vecchio film di Totò, di cui mi sfugge il titolo, forse: guardie e ladri. Ricordate ilo metodo di conta adottata da Totò per la divisione del bottino, nell'occasione erano perle. Così stanno tentando di fare i partiti anche con le proposte di modifica del porcellun per dividersi i voti. Che poi non sono solo voti ma anche i rimborsi elettorali.

soldellavvenire

Ven, 25/10/2013 - 11:21

è stato rieletto SUO MALGRADO ed ha solo fretta di togliere l'incomodo: mentre il "governo delle larghe intese" comincia a trovare comode le poltrone e sa che fatta una nuova legge elettorale non avrà più scopo la sua esistenza

Ritratto di ..creepshow

..creepshow

Ven, 25/10/2013 - 11:24

soldellavvenire - il M5S è ALTERNATIVO al pdpdl, noi non partecipiamo alla liquidazione, alla svendita, al depredamento dell'italia, noi NON COLLABORIAMO con i nemici interni ed esterni dell'italia

cameo44

Ven, 25/10/2013 - 11:30

Penso che il Presidente Napolitano grazie alla sua veneranda età sta andando oltre i limiti che la sua carica le consente visto che siamo in una Republica Parlamentare e non Presidenziale si incaponisce e si osti na ad essere Lui a fare il Governo mentre così non è si sente custode della Costituzione la quale sancisce che la sovranità appartiene al popolo il quale in questo periodo è stato ignorato e si sono dati in carichi a gente come Monti mai votato da alcuno e come se non bastasse non vuole prendere atto che hanno fallito sia Monti il quale ha fatto solo danni enormi ed ora Lette che ha fatto solo rinvii promesse e bugie a più non posso Preisdente Napolitano la lunga agonia è peggio della morte se ne faccia una ragione meglio le elezioni che un gover no immobile ed ostagio tutti i giorni di una eventuale crisi

eloi

Ven, 25/10/2013 - 11:43

GIORGIO 15952 Quando andavo a scuola. Erano gli anni 40 del secolo scorso, quello che Lei ci dice su i libri di testo non c'era. Oggi su tali libri che poi sono quelli del Suo periodo di scolaro/studente c'è riportato tutto l'inverso. Sappi che chi parla di storia non deve ascoltare ma approfondire. Il sottoscritto avendo già più di ottanta anni lo stà ancora facendo e vorrei potrlo continuare a farlo a lungo.

Damiano Guerra

Ven, 25/10/2013 - 11:50

In un parlamento dove dei veri e propri incapaci a tutte le latitudini non riescono a mettere insieme un governo e nemmeno a eleggere un capo dello stato, dove Bersani ha girato a vuoto per un mese per corteggiare dei poverelli a loro volta incapaci di capire che forse avevano davvero la possibilità di cambiare le cose, dove abbiamo un'intera parte della maggioranza che pensa solamente ai problemi giudiziari di un ultrasettantenne come se senza di lui arrivasse la fine del mondo cosa deve fare Napolitano? Certo, doveva invitare anche le opposizioni ma chiusa lì, per il resto è giusto faccia così visto che sembra essere l'unico a cui importa ancora qualcosa di far andare avanti la baracca.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Ven, 25/10/2013 - 11:52

Una nuova legge elettorale, qualunque essa sia, metterebbe in mano alla magistatura napolitanizzata l'interpretazione dei risultati delle prossime elezioni.

roberto.morici

Ven, 25/10/2013 - 12:16

@02121940. E' tutto relativo. Per Lui è una sfortuna che non siano più disponibili carri armati..."Mod. Budapest 56". Ricordo ancora l'entusiasmo del Caro Presidente in occasione della glorosissima impresa dei compagni sovietici.

smithjosef

Ven, 25/10/2013 - 12:22

@Giorgio1952 SONO DACCORDO CONTE, HAI PERFETTAMENTE RAGIONE! C'E' UN PICCOLO PROBLEMA. HAI INVERTITO I NOMI. PA RLI D'INTIMIDAZIONE POLITICA DI MUSSOLINI! QUELLA DEL TUO GIORGIO COS'E'! Ormai siamo alla dittatura, ma non di Berlusconi ma del tuo Presidente! Prima c'era lo spread, Ed è arrivato Monti. Risultato? Altro tempo perso. Poi c'era la stabilità politica. Ed è arrivato Letta. Ora convoca i suoi subalterni e vediamo cosa ne verrà fuori. Speriamo bene! Marce su Roma non c'è ne saranno più. Ormai il popolo italiano è diventato un OVINO!

Ritratto di bobirons

bobirons

Ven, 25/10/2013 - 12:42

Ore 9.00 - Ecco, ci risiamo. Repubblica presidenziale, concetto che incidentalmente approvo e sostengo, non prevista dalla Costituzione, che sarà anche la peggiore mai scritta, fortemente partigiana, lacunosa ed allo stesso tempo iper affollata di concetti estranei ad una madre di leggi, ma che tuttavia esiste e quindi .. dura lex sed lex. Ed il "garante della stessa cosa fa ? Se ne infischia e procede sulla propria strada senza tenere conto di niente e nessuno. L'avesse fatto un PdR proveniente dal centro destra avrebbe attirato strali e fulmini da parte dei sinistri, nonchè l'immediato epiteto, infamante e (secondo il loro ottuso vedere) di fascista. Ma forse è proprio vero, che gli opposti s'incontrano. In questo specifico caso spero proprio che M5S proceda con la proposta di Grillo e deferisca l'aspirante zar, reo di partigianeria per non aver sentito tutti i gruppi parlamentari, reo di agire non super partes, reo di dettare procedure al parlamento, reo di tradire quella Costituzione che dovrebbe prima osservare e poi difendere. Al rogo, al rogo !!

Ritratto di sailor61

sailor61

Ven, 25/10/2013 - 12:43

mi sarei aspettato un coro di denuncie da parte dei difensori della Sacra Carta ed invece..... solo silenzio assordante! Nessun articolo della Costituzione prevede che il presidente assuma questo tipo di iniziative, nessuno, e non c'e' verso di stirarla o interpretarla, non puo'! Allora perche' lui puo'? solo perche' e' rosso e a loro tutto e' permesso, questa e' la semplice verita'! Questa bufala della legge elettorale e' come quella del conflitto di interessi: si cita si usa come minaccia ma nessuno vuole cambiare, perche' uno cerca di fottere l'altro pensando all'oggi o forse a ieri anziche' pensare in modo serio e sereno all'Italia. Per non avere pateracchi e avere stabilita' basta la cosa piu' semplice del mondo. Solo collegi uninominali, chi ha un voto in piu' vince e va in Parlamento, se cambia casacca automaticamente e' decaduto e si ri fanoo le elezionio in quel collegio. NESSUNA TRACCIA di proporzionalita', recupero dei migliori perdenti ed alchimie indegne di una democrazia onesta e reale. Ma cosa ci vuole a fare una legge semplice, CHE IMPEDISCA BROGLI? Nessun conteggio a livello nazionale. Alla chiusura dei seggi, il Prefetto verifica le schede e aggiudica il seggio. Certo che questo farebbe scomparire commercio di voti, scambi di seggi, preferenze, favoritismi e tante altre schifezze.... ma come farebbero i vari vecchi arnesi a mantenersi la poltrona? Ve lo immaginate un casini, un fini, una bindi, un fassino che si presentano senza nessun paracadute? un collegio, due o tre candidati, senza possibilita' di presentarsi in altri collegi ovviamente. MA E' COSI' DIFFICILE DA FARSI?????

Guardiano_di_li...

Ven, 25/10/2013 - 12:51

Giorgio1952... Certo che voi nostalgici di Stalin siete veramente divertenti. Paragonare Berlusconi a Mussonini assimilando il predellino al balcone di Piazza Venezia dimostra quanto i neuroni del vostro cervello che governano la conoscenza e comprensione della storia siano andato irrimediabilmente in pappa grazie alla malattia letale dell'ideologia comunista di cui siete imbevuti anche quando dite di non esserlo e di non esserlo mai stati (Veltroni docet). Che poi l'aspirare al 51% dei voti sia da antidemocratici è fantastico (chiedente ai vostri dirigenti se in caso ottenessero il 51% chiederebbero di andare a nuove elezioni perchè gli italiani gli hanno dato troppi voti e quindi sis sentono antidemocratici..chissà cosa rispondono..). Poi sentirsi gratificati dai slinguazzamenti di Letta ai leaders mondiali che ovviamente rispondono a questo simpatico cagnolino scodinzolante e ubbidiente come io faccio con il mio dà la misura di quanto voi abbiate a cuore principi come la dignità, l'interesse nazionale e la capacità di far varsi valere confrontandosi da una posizione eretta e non piegata a 90 gradi solo per pavoneggiari dei complimenti ricevuti dal padrone al cagnolino. iL suo commento è l'ennesima dimostrazione a contrario che Berlusconi è un vero leader e voi sapete essere solo pecore liete di umiliare se stesse e l'Italia al servizio dei poteri forti (Europa di burocrati e banche, magistrati, lobbies mediatiche, grandi imprese e coop senza i cui contributi il vostro partito farebbe la fame ecc.). Saluti, anzi .. Beeee.

smithjosef

Ven, 25/10/2013 - 12:59

@Giorgio1952 SONO DACCORDO CONTE, HAI PERFETTAMENTE RAGIONE! C'E' UN PICCOLO PROBLEMA. HAI INVERTITO I NOMI. PA RLI D'INTIMIDAZIONE POLITICA DI MUSSOLINI! QUELLA DEL TUO GIORGIO COS'E'! Ormai siamo alla dittatura, non di Berlusconi ma del tuo Presidente! Prima c'era lo spread, Ed è arrivato Monti. Risultato? Altro tempo perso. Poi c'era la stabilità politica. Ed è arrivato Letta. Ora convoca i suoi subalterni e vediamo cosa ne verrà fuori. Speriamo bene! Marce su Roma non c'è ne saranno più. Ormai il popolo italiano è diventato un OVINO!

masaniello

Ven, 25/10/2013 - 13:24

Non è certamente il primo blitz di Napolitano il quale ai suoi blitz ci ha ormai abituati. Perché i blitz del colle sono come le ciliege: l'uno tira l'altro. Ed ogni nuovo blitz dimostra che il blitz precedente è stato un fallimento. In altri termini, un fallimento tira l'altro. Il 3 dicembre la corte costituzionale si pronuncerà sul porcellum? Embè? Napolitano conosce forse fin da ora la sentenza della corte? Qualunque sia la sorte del governo in base ai comportamenti dei partiti che attualmente a giorni alterni lo sostengono, senza modifiche della legge elettorale Napolitano minaccia di non sciogliere le camere o, in alternativa, di dimettersi? embè? Se non scioglie le camere ci terremo l'ingovernabilità e se si dimette si spera che finiscano i blitz del colle e gli italiani potranno manifestare le proprie scelte elettorali. E se le scelte elettorali degli italiani saranno l'ingovernabilità, vorrà dire che gli italiani preferiscono l'ingovernabilità garantita dalla sacra costituzione nata dalla resistenza senza gli interventi protezionistici dei blitz incostituzionali del colle. I quali blitz se sono anticostituzionali sono anche antiresistenza.

Totonno58

Ven, 25/10/2013 - 13:47

MASANIELLO...ok, è una tua opinione...però prenditi la responsabilità di dichiarare testualmente "Sono contento che 8 anni fa un Ministro della nostra repubblica ci abbia detto che aveva cambiato la legge elettorale "per fare una porcata che mettesse in difficoltà gli italiani(quasi testuale)" e sono fiero di leggere OGNI GIORNO i nostri politici ribadire che cambiare tale legge è una priorità ben sapendo (io sottoscritto) che sono solo chiacchiere e che è giusto che ci prendano in giro"...quando avrai recitato queste parole come un mantra il tuo commento sarà sacrosanto!

Dante Cruciani

Ven, 25/10/2013 - 13:59

Tanto valeva restare con i Savoia.

Damiano Guerra

Ven, 25/10/2013 - 14:00

#sailor61 A lui non è concesso perchè rosso o perchè nero ma semplicemente dobbiamo concederglielo perchè è circondato da una manica di nullafacenti pagati con i nostri soldi che preferiscono pensare alle proprie beghe piuttosto che a quello che realmente c'è da fare, preferisco facia lui qualcosa che non è nella sua competenza piuttosto che pagare dei buoni a nulla per non farlo.

masaniello

Ven, 25/10/2013 - 14:39

Non è certamente il primo blitz di Napolitano il quale ai suoi blitz ci ha ormai abituati. Perché i blitz del colle sono come le ciliege: l'uno tira l'altro. Ed ogni nuovo blitz dimostra che il blitz precedente è stato un fallimento. In altri termini, un fallimento tira l'altro. Il 3 dicembre la corte costituzionale si pronuncerà sul porcellum? Embè? Napolitano conosce forse fin da ora la sentenza della corte? Qualunque sia la sorte del governo in base ai comportamenti dei partiti che attualmente a giorni alterni lo sostengono, senza modifiche della legge elettorale Napolitano minaccia di non sciogliere le camere o, in alternativa, di dimettersi? embè? Se non scioglie le camere ci terremo l'ingovernabilità e se si dimette si spera che finiscano i blitz del colle e gli italiani potranno manifestare le proprie scelte elettorali. E se le scelte elettorali degli italiani saranno l'ingovernabilità, vorrà dire che gli italiani preferiscono l'ingovernabilità garantita dalla sacra costituzione nata dalla resistenza senza gli interventi protezionistici dei blitz incostituzionali del colle. I quali blitz se sono anticostituzionali sono anche antiresistenza.

Totonno58

Ven, 25/10/2013 - 14:46

MASANIELLO...ok, è una tua opinione...però prenditi la responsabilità di dichiarare testualmente "Sono contento che 8 anni fa un Ministro della nostra repubblica ci abbia detto che aveva cambiato la legge elettorale "per fare una porcata che mettesse in difficoltà gli italiani(quasi testuale)" e sono fiero di leggere OGNI GIORNO i nostri politici ribadire che cambiare tale legge è una priorità ben sapendo (io sottoscritto) che sono solo chiacchiere e che è giusto che ci prendano in giro"...quando avrai recitato queste parole come un mantra il tuo commento sarà sacrosanto!

precisino54

Ven, 25/10/2013 - 15:48

Solo due commenti mi va di fare, il primo mi viene suggerito dalle parole riferite a D'Alema: "l'abbiamo presentata ...." questo è il punto, siete dei fossili della politica e non volete mollare le poltrone perché non siete in grado di fare altro! L'altro commento è sull'andamento generale del mandato di Napolitano. Una volta i presidenti, tranne che per le vicende inerenti le elezioni ed il conferimento dell'incarico di premier, erano come delle mummie, delle statue che facevano quasi atto di presenza, quasi come l'argenteria da tirare fuori per gli ospiti. Da tempo e con Napolitano in particolare il ruolo sembra cambiato andando forse oltre a quanto previsto dalla Costituzione, è un continuo esternare, spesso un entrare a gamba tesa nelle vicende parlamentari, altro che notaio del rispetto della Costituzione e dell'unità nazionale. Come considerare la nomina di Monti e l'estromissione di B, e le continue prese di posizioni nei confronti delle scelte fatte e da fare? Attenzione sto dicendo solo che tutto questo attivismo non sia "previsto" non che sia illecito. Ecco il punto: non essendo tutto ciò previsto da regole certe, viene lasciato al libero arbitrio. Per cui ogni entrata nelle vicende quotidiane finisce per creare malumori da una parte o dall'altra, visto che spesso le stesse sono a corrente alternata, quasi secondo convenienza di parte e non generale. Su queste premesse sarebbe auspicabile avere interventi meno schierati, in attesa di una diversa e più rispondente ridefinizione della figura e del ruolo del PdR. A parte le simpatie personali un capo rappresenta tutti di solito, il PdR deve farlo e magari far di tutto perché ciò sia chiaro per tutte le parti in gioco, senza dare il fianco a critiche con sordità momentanee.

giocondo1

Ven, 25/10/2013 - 18:49

Praticamente se l'attuale sistema elettorale viene riconosciuto anticostituzionale se ne dovrebbero andare a casa tutti quelli eletti anticostituzionalmente con una legge anticostituzionale, ivi compresi il presidente della repubblica eletto da parlamentari anticostituzionali. Inoltre sarebbero da abolire tutte le leggi emanate e promulgate dai porci incostituzionalmente eletti in base al cosiddetto porcellum. Via pure i sindaci, i consiglieri comunali e regionali ( mi risulta che la legge elettorale sia sempre la stessa) ..... E le pecore stanno a guardare !!

giocondo1

Ven, 25/10/2013 - 19:10

@ Giorgio1952@ . Sei il tipico emblema dell'intellettuale di sinistra partigiano e radical chic: il paragone del predellino col balcone di piazza venezia è il meglio dello stupidario filomarxista.