Renzi smacchia Bersani: "Pensi all'Italia, non a me"

Il rottamatore bacchetta il leader Pd: "Caro Bersani, smetti di occuparti di me, e anche di te....". Sull'ipotesi di lasciare il Pd: "Non me ne vado nemmeno se mi cacciano a pedate"

Renzi smacchierà Bersani? Presto per dirlo, ma i presupposti ci sono tutti. Dopo aver scaldato i motori, il sindaco di Firenze è già in fase di accelerazione. Sulla sua esclusione dai grandi elettori del Colle ha incassato persino la difesa di Massimo D'Alema, oltre a scatenare l'ennesimo dibattito interno al Partito Democratico.

E adesso il rottamatore passa alla carica. Di Pier Luigi Bersani e di quella corrente di Largo del Nazareno che vorrebbe far fuori Renzi. Lui però non cede. Anzi, contrattacca. E, parlando al Tg de La7, bacchetta il segretario democratico: "Il Pd prima smette di parlare di Matteo Renzi e parla dei problemi degli italiani, e meglio è. Caro Bersani smetti di occuparti di me, e anche di te.... C’è il dovere morale di rendersi conto che c’è una situazione di emergenza".

Insomma, il giovane che fa il responsabile e dà dell'irresponsabile al vecchio. Ma non solo. Perché, tornando sulla vicenda della mancata elezione a delegato regionale per l'elezione del nuovo presidente della Repubblica, Renzi ribatte a Bersani, reo di aver smentito in maniera categorica che siano partite telefonate da Roma per bloccare la nomina del primo cittadino fiorentino.

"Telefonate? Non una, ma molte di più. Se fossi Bersani, lascerei il discorso Telecom...", ha dichiarato Renzi. Che poi ha ribadito la sua idea sullo stallo politico-istituzionale che attraversa il paese. "A livello politico dico questo: che facciano veloce, che si sbrighino in un senso o nell’altro. Dal primo giorno ho detto che si doveva tornare a votare, si doveva dire non c’è una maggioranza, si torna a votare. Ma se vogliono fare un accordo Bersani e Berlusconi, lo facciano in fretta. Se non ritengono questa la più opportuna si vada a votare. Ma si smetta di inseguire Grillo con cappuccio o senza", ha affermato Renzi.

Che poi ha escluso che lui possa lasciare il Pd. "Io non accetterò mai l’idea che siccome qualcuno non mi vuole me ne vado via. Non farò mai un partito personale, ce ne sono troppi". Insomma, la scalata è già cominciata. Dopo l'intervento da Enrico Mentana, Renzi è stato ospite di Porta a Porta, e lì ha rincarato la dose: "Non me ne vado nemmeno se mi cacciano a pedate".

Infine, per ciò che riguarda il dialogo interno al partito sull'eventualità di fare o meno un accordo con il Pdl Renzi ha specificato che "non mi interessa il destino personale mio, di Bersani o Berlusconi. Mi interessa che il Paese abbia un governo, se in 47 giorni non ce l’hanno fatta e adesso fanno una magia bene. Ma chiedere che si faccia un governo non è insultarli. Bersani o fa l’accordo con Berlusconi o non lo fa. Berlusconi è un malfattore o uno che ha preso 9 milioni di voti? Ho sentito il deputato Migliavacca dire che bisognava essere pronti a votare sì alla richiesta di arresto di Berlusconi che ancora non era arrivata. Il giorno dopo lo stesso senatore va a prendere il caffè con Denis Verdini, non facciamo giochini. Ci dite quello che volete fare e lo fate?".

 

Commenti

guidode.zolt

Gio, 11/04/2013 - 21:46

Ecco che arriva lo Tsunami...

il gotico

Gio, 11/04/2013 - 22:00

ora non mi è simpatico, trovo sia un incapace, ma bisogna ammettere che bersani è un gran incassatore, nei suoi 40 giorni di finto presidente del consiglio ha preso schiaffoni da tutti e senza aver diretto il governo per un giorno è a un passo dal diventare più odiato di monti... non passa giorno che non venga sputtanato e deriso, ora questa uscita di renzi è bellissima, per me è un sottomesso anche in famiglia, per questo si sfoga con noi italiani facendo dispetti, il nomignolo gargamella, non per la somiglianza ma perchè è una macchietta.

giottin

Gio, 11/04/2013 - 22:25

Scusate, una domanda: ma questo qui sta ancora lavorando con il vincitore delle primarie per il bene del partito o adesso si è messo in proprio?????

Magic John

Gio, 11/04/2013 - 22:34

Bersani al Quirinale!!!!! No, non vogliamo un'altro comunista al Colle!!!! Per favore, Silvio fermalo.!!!!!! Per il bene Dell'Italia, non mandare Bersani al Colle!!!!!

diablito72

Gio, 11/04/2013 - 23:05

Ma che smacchia.... voi avete rovinato renzi, gli avete stroncato il futuro, e probabilmente era quello che volevate.Coraggio, animo in pace che tanto non si vota.

Baloo

Gio, 11/04/2013 - 23:34

Vada a produrre piadine dalle sue parti che la gente ha fame!!! E ne avrà sempre di più anche grazie alla politica degli emiliano-romagnoli.La Presidenza della Repubblica ha bisogno di un uomo di grande mente e di grande cuore.

ammazzalupi

Gio, 11/04/2013 - 23:44

Giorno che passa, figure di merda che incassa! E dire che voleva smacchiare il "giaguaro". Dai, Bersanov, vai a farti mezza birra che almeno quella non ti tradisce! Al massimo ti sbronza...

Ritratto di alasnairgi

alasnairgi

Gio, 11/04/2013 - 23:45

Renzi con quanto e come dice dimostra di avere la stoffa dello statista con le idee chiare con la sufficente dose di pragmatismo per navigare nella politica attuale. E' uno dei pochi che non ha vissuto o subito le nefandezze degli anni post '68. Mi sembra evidente che non è prevaricato dagli eccessi di ideologismo che caratterizzano tanti membri del PD ex PCI. Se non lo fanno fuori(politicamente intendo)avremo qualche speranza di un VERO rinnovamento.

Ritratto di alasnairgi

alasnairgi

Gio, 11/04/2013 - 23:46

Speriamo che abbia tanti imitatori o proseliti|!!!!!!!

Gaetano Immè

Ven, 12/04/2013 - 00:42

Renzi e Bersani, Gatto e Volpe. Questi sono i veri comici, altro che i Fratelli De Rege! Stanno recitando la gag di " Vieni avanti, cretino!". E gli italiani ancora li ascoltano. Gaetano Immè, blogger, Roma

Silviovimangiatutti

Ven, 12/04/2013 - 01:28

QUESTO GIOVANE MI PIACE SEMPRE DI PIU'. Non capisco come possa essere finito nelle fila del PD ma mi piace sempre di più. Ma Berlusconi non può prenderlo tra i suoi ?

Baloo

Ven, 12/04/2013 - 05:46

Il filosofo Bersani può andare a insegnare Filosofia marxiana nei doposcuola del Partito Comunista,pardon,del Partito Democratico...altro che Presidente della Repubblica! In confronto allo stesso Cacciari il Bersani mi sembra figura marginale e minore sul piano logico e filosofico.Ma la sinistra di tutte le corbellerie,sciocca e somara ha cacciato Cacciari...si qualificano da se'.

Ritratto di oliveto

oliveto

Ven, 12/04/2013 - 07:25

Renzi? Un extra terrestre rispetto a bersani, una persona normale per la gente comune. Ergo, bersani e la sua truppa di sbandati sono fuori dal mondo. Ma lo vedete che faccia da schiaffi ha il migliore di collaboratore del bersani? penso a fassina ovviamente.

rancarani.giacinto

Ven, 12/04/2013 - 07:39

Il giovane che da consigli al vecchio stantio gargamella, ma lui insiste con il governo di "cambiamento", ho una certa età e ancora non ho capito cosa vuole dire. E' peggio di fini-to, vuole quella poltrona e basta, la stanza dei bottoni, lui, figlio del popolo e di un benzinaio arrivare fino a presiedere il consiglio dei m. andare dai grandi del mondo e fare le sue battute sui giaguari, bambole, noccioline ecc.ecc.che la boccassini mandi una visita fiscale per vedere che effetto che fa..... Tornando al colle, meglio baffino che quel manipolo di furbetti del M5S, mi sembrano manifesti di "ricercati" per stupidaggine. Cordialità a tutti.

vince50_19

Ven, 12/04/2013 - 07:54

Come non dare ragione a Renzi anche se non sono di csx: sono 50 giorni che l'omo de Bettola si rigira i pollici, le imprese falliscono numerose, il pil cala, i poveri aumentano a dismisura ma lui, Giggetto, è "cieco" più di una talpa e insiste. Ma tanto chi gli tocca il suo "onorario" di parlamentare? Un uomo che appartiene di diritto, secondo me, all'ultima categoria sciasciana!

Garpaul

Ven, 12/04/2013 - 08:08

Penso, dai fatti, che Bersani stia pensando all'Italia molto più di altri pessimi presidenti del consiglio dei ministri di passati governi costretti alle dimissioni!

Gianca59

Ven, 12/04/2013 - 08:49

Ma che smacchia Renzi ? Il nulla ?

Ritratto di indi

indi

Ven, 12/04/2013 - 09:16

Renzi deve smetterla anche lui di aspettare. Gli sta a cuore il bene dell'ITALIA? Allorra sgombri il campo da manfrine varie, io sono leale, non uscirò mai da PD nemmeno a pedate, fate presto non c'è più tempo ecc. Tutto ciò passa in secondo piano nell'attuale situazione il fine giustifica i mezzi! Altrimenti sei della stessa pasta anche tu caro il mio bel Matteo.

Fabrizio Di Gleria

Ven, 12/04/2013 - 09:31

Renzi, un comunista travestito da Democristiano. Le strategie di Renzi sono tutte ad effetto, per chi ci casca però. Peccato che a Firenze non le abbie messe in pratica queste strategie, il Comune e nel caos completo, e questo lo ha detto la Corte dei Conti poco tempo fa. Renzi, se gli metti i baffini di D'ALEMA, e la fotocopia di D'ALEMA, diffidare gente, diffidare gente.

Ritratto di 02121940

02121940

Ven, 12/04/2013 - 09:34

Renzi l'ultima speranza per gli Italiani? Per ora tante chiacchiere ... poi si vedrà.

Duka

Ven, 12/04/2013 - 09:36

Bersanov penserebbe all'italia se ne fosse capace, se non fosse presuntuoso, in una parola se fosse intelligente. Purtroppo abbiamo a che fare con un somaro che non sa neppure ciò che dice. Al massimo può salvare la bocciofila del suo paese: forse.

acam

Ven, 12/04/2013 - 09:46

Vorrei sentire la sagace opinione di Ezio sul fato che al garga é stato affidato un incarico che non può o sa espletare, é possibile che la costituzione più bella del mondo, non preveda la possibilità di toglierci di torno gli incapaci? O pure Re Giorgio ha sbagliato o gatta ci cova

acam

Ven, 12/04/2013 - 09:53

Vorrei sentire la sagace opinione di Ezio sul fato che al garga é stato affidato un incarico che non può o sa espletare, é possibile che la costituzione più bella del mondo, non preveda la possibilità di toglierci di torno gli incapaci? O pure Re Giorgio ha sbagliato o gatta ci cova

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Ven, 12/04/2013 - 10:54

che orrore! mafiosi sono, questa gente di sinistra :-) per una cadrega si mangerebbero tra di loro....

guidode.zolt

Ven, 12/04/2013 - 10:59

Renzi ha dato una smacchiata alla muffa di Gargamella. difeso a spada tratta, a Porta a Porta, solo dal Sordi, direttore dell'Unità, di cui ricordo, non tanto le idee (sic) ma solo come muove le labbra mentre parla...

brunicione

Ven, 12/04/2013 - 11:07

Saranno anche e solo PAROLE, però sono le uniche che suonano bene....e provengono dalla sinistra

enzo caporusso

Ven, 12/04/2013 - 11:23

Per fortuna che lo slogan elettorale del PD era: Italia bene comune

fenix1655

Ven, 12/04/2013 - 11:54

La migliore l'ha detta Cacciari ieri sera. Serve una figura di grande rappresentatività e di grande competenza che vada oltre la logica dei partiti. Bisogna avere il coraggio di fare un passo indietro e trovarsi insieme per dare risposte chiare ai veri problemi di questo paese accantonando per il momento le contrapposizioni ideologiche che potranno essere riprese quando sarà ricreato un clima di fiducia. In fondo i due grandi schieramenti non sono poi così distanti nelle ricette per uscire da questa crisi e comunque bisogna trovare per forza il modo di remare tutti in un'unica direzione. Solo così la barca riprenderà a viaggiare con sicurezza. Il vecchio detto "l'unione fa la forza" è più attuale che mai. Siamo in guerra ed in guerra non possono esserci divisioni. Sconfiggiamo il nemico e poi riprenderemo a parlare dei temi di priorità zeta 9999. Se le migliori menti e le migliori risorse degli scrieramenti non si uniranno in un'unico blocco andremo contro il nemico separati e lui ci schiaccierà comodamente uno alla volta. Penso che la migliore iniezione di fiducia al paese, quella che ti fa venir la voglia di lottare, è far vedere che per primi sono uniti i nostri rappresentanti politici ed istituzionali. Basta divisioni!

Ritratto di dvxfer66

dvxfer66

Ven, 12/04/2013 - 11:55

Bravi,bravi, o ci fanno o ci sono,sembra proprio che le elezioni il pd non le voglia vincere, un paio di mesi e bruciano pure Renzi.Baffetto gli ha lanciato l'osso e lui ci casca. Tutti voti per il cav.

pansave

Ven, 12/04/2013 - 12:54

Gli irresponsabili del pdl, carichi solo di odio, tornino alle bandiere rosse e ai bella ciao, la politica è cosa seria e va fatta da chi vuole costruire per il bene dell'Italia.

guidode.zolt

Ven, 12/04/2013 - 13:30

pansave - .. lo sa di aver scritto una "L" di troppo...?

pansave

Ven, 12/04/2013 - 13:32

Correggo il mio messaggio delle 12:54: "gli irresponsabili del pdl" in "gli irresponsabili del pd"

guidode.zolt

Ven, 12/04/2013 - 13:38

Questo è un momento topico nel quale gli schieramenti politici possono e devono dimostrare ai propri sostenitori il loro attaccamento al bene della Nazione, oppure il loro attaccamento alla poltrona. E' il momento di abbandonare i giochetti politici per non essere ... neolitici!... e stupidi!

gpl_srl@yahoo.it

Ven, 12/04/2013 - 14:58

Bersani è incapace di pensare ma ascolta per pensare solo chi gli parla di poltrone e di banche

gpl_srl@yahoo.it

Ven, 12/04/2013 - 15:03

sono convinto che Berlusconi, a questo giovane, lascerebbe più che volentieri la sua poltrona ben sapendo che i programmi sono estremamente simili e che la maggioranza assoluta degli italiani voterebbe per lui: anche Renzi lo sa ma non si rende conto che per ottenere tale risultato deve assolutamente smarcarsi da tutto quel sordido miscuglio di trichiappo nariciuti che cercano di sopravvivere nel PD

precisino54

Ven, 12/04/2013 - 15:38

Ieri sera ho seguito Renzi a Porta a Porta, come lo avevo seguito nell'incontro con Alfano sempre da Vespa, ma anche in altre occasioni: ogni volta dico tra me e me che forse un giorno lo voterò. Nonostante sia da sempre elettore "non di sinistra", e dal '94 berlusconiano, non c'è dubbio che le parole del sindaco fiorentino siano di tutt'altra natura di quelle della sua parte politica. Dico che lo voterò perché mi rendo conto che vuole le stesse mie cose e forse visto lo schieramento dei media e non solo, è più probabile che ci riesca lui che non il PdL. In definitiva anche senza entrare nel merito di quanto detto, il ritornello che ha ripetuto ieri sera,oltre alle proposte concrete, era un invito pressante al suo segretario a far presto perché. Ancora più interessante il ribadire che: non è l'interesse di qualcuno o di qualcosa che bisogna fare,, ma quello dell'Italia! Ha sottolineato pure che il cav non è certamente il capo del malaffare ma è il riferimento di milioni di elettori. Ecco la sostanza, questo è parlare da uomo delle istituzioni e non da dirigente di partito! Certamente non conosco effetto del suo operare come sindaco, ma se quello è il suo modo di concepire la politica, non può che essere giusto. Ovvio, anche lui avrà fatto degli errori e mi sembra il primo a riconoscerlo, ma il proporsi positivamente nel suo ruolo, e non in opposizione a qualcuno, lo fa senza dubbio degno di attenzione, certamente più della presidente del suo partito o della mia concittadina, dalla voce bassa, sempre candidata a tutto. Mutuando il titolo dell'ormai famoso articolo del "Sole" FATE PRESTO, FATE PRESTO, FATE PRESTO, FATE PRESTO. C A . . O!