Ricomincia il processo Ruby 2: in aula c'è Lele Mora

Oggi previsto l'interrogatorio di Luca Risso, il compagno di Ruby, chiamato a rispondere sulle confidenze della ragazza

Lele Mora in Aula

15:12 Alla testimonianza di questa mattina del carabiniere Luigi Sorrentino, ex caposcorta di Emilio Fede, replica con durezza lo stesso Fede: "Sorrentino ha riferito particolari che non soltanto non corrispondono alla verità, ma violano gravemente la privacy. Una testimonianza che prova come, anzichè alla mia tutela, il Sorrentino si faceva carico di sapere quante ragazze partecipavano alla cena, di che colore erano vestite, di quale possibile somiglianza una di loro poteva avere con Ruby. Perfino se indossavano oppure no biancheria intima. Domanda legittima: era carabiniere che doveva occuparsi della mia vita, o 007 al servizio di non si sa chi?". L'ex direttore del Tg4 ha detto che se, alla luce della vicenda odierna (ma Sorrentino aveva già detto le stesse cose nel processo "Ruby 1" a carico di Berlusconi) chiederà di rinunciare al servizio di scorta.

15:09 Uscendo dal tribunale, Lele Mora ha offerto un piccolo show davanti alle telecamere, pur premettendo "davanti alle telecamere ci sono stato anche troppo". Ha definito "una barzelletta" la storia del bunga-bunga, ovvero dell'epilogo a luce rossa delle feste a casa di Berlusconi ad Arcore: "Non ho visto né toccamenti nè travestimenti, anche perché dopo cena me ne andavo". Si è detto convinto dell'innocenza di Berlusconi e fiducioso in una sua possibile rielezione.

15:05 Il medico fiscale inviato a Genova dal tribunale ha assodato che in realtà Risso, fidanzato di Ruby e padre di sua figlia, non stava così male da non poter venire in aula a testimoniare. Pertanto il prossimo 12 ottobre verrà portato in aula dai carabinieri. E nel frattempo dovrà pagare una multa da 500 euro per non essersi presentato all'udienza di oggi.

12:09 Udienza sospesa fino alle 14, in attesa di capire se il fidanzato di Ruby sia davvero malato o si debbano mandare i carabinieri a prelevarlo con la forza.

11:21 Adesso tocca all'anziano padre di Kharima el Mahroug, meglio nota come Ruby Rubacuori. L'uomo è arrivato da Letojanni, il paese in provincia di Messina dove vive facendo l'ambulante. Chiede il pm: lei ha qualche rapporto di parentela con Mubarak, l'ex presidente egiziano? "Niente", ha risposto el Mahroug crollando il capo. "Da quando aveva 14 anni - racconta il padre - Kharima ha iniziato a scappare da scuola. Io le dissi: o vai a scuola o torni in Marocco. Andò a finire che venne portata in comunità". Domanda epocale del pm: cosa voleva Kharima dalla vita? "Soldi", risponde il padre.

10:50 Il brigadiere Sorrentino racconta di avere scortato Fede ad Arcore anche in altre occasioni, e in alcuni casi in compagnia di ragazze, tra cui ricorda il nome di Sara Tommasi. La sera del 14 febbraio 2010 ricorda di avere visto parcheggiata nel cortile di Arcore la Mercedes con targa svizzera di Lele Mora. La precisione del ricordo ha suscitato lo stupore sia del pm che del tribunale ma Sorrentino é rimasto sulla sua posizione. Chiede il pm Sangermano: ha avuto occasione di notare cosa avveniva all'interno della villa? "Vedevo da fuori un viavai di ragazze". Ha visto ragazze spogliate? "La sera di San Valentino si vedevano attraverso le vetrate due ragazze in baby doll rosso". "Al termine della serata Fede ci disse: stasera eravamo in quattro con una ventina di ragazze".

10:35 Il carabiniere racconta di avere scortato Fede la sera del 14 febbraio 2010 alla villa di Berlusconi ad Arcore. Con il giornalista, dice, c'erano anche due ragazze tra cui una giovane araba,"ritengo una marocchina". "Era alta, ben vestita, con dei lineamenti perfetti". Sembra il ritratto di Ruby.

10:25 Il tribunale ha revocato la dichiarazione di contumacia di Lele Mora e ha preso atto che uno dei difensori di Emilio Fede, l'avvocatessa Nadia Alecci, ha rinunciato al mandato. Il giudice Annamaria Gatto ha anche comunicato che Luca Risso, fidanzato di Ruby, ha inviato un certificato medico secondo cui é affetto da bronchite e non può essere presente. Il pm ha parlato di "patente strumentalità" della presunta malattia, e il tribunale ha deciso di inviare a Risso il medico fiscale per un controllo. Ma anche altri testi hanno dato "buca". L'onorevole Maria Rosaria Rossi ha comunicato al pubblico ministero Antonio Sangermano di avere degli accertamenti clinici da fare, mentre l'onorevole Licia Ronzulli, anche lei citata a testimoniare, ha fatto sapere di essere impegnata all'Europarlamento. Insomma, l'udienza rischia di svuotarsi, anche perché dei genitori di Ruby, anch'essi citati a testimoniare, per il momento non si vede l'ombra

10:09 Accanto a Mora ci sono il suo difensore storico Nicola Avanzi e il nuovo legale Gianluca Maris. Questi, figlio dell'ex parlamentare comunista Gianfranco Maris, in passato ha difeso numerosi "pentiti" di mafia ed é considerato in buoni rapporti con la Procura. Il suo ingresso in campo aveva fatto ipotizzare che Mora stesse preparandosi ad un cambiamento di linea processuale e a iniziare a collaborare con la pubblica accusa. Ma per ora non ci sono segnali in questa direzione.

9:52 In aula è arrivata anche Nicole Minetti. Lele Mora indossa una camicia nera e un vistoso crocifisso al collo. La Minetti é in camicia bianca e jeans neri.

9:27 Ricomincia oggi il processo Ruby 2: e a sorpresa in aula si presenta Lele Mora, da poche settimane uscito dal carcere. L'ex agente è accusato in questo processo di induzione alla prostituzione insieme a Emilio Fede e Nicole Minetti. I tre, secondo la ricostruzione della Procura milanese, avrebbero collaborato nell'individuare e nel reclutare le ragazze (tra cui Ruby, allora minorenne) da invitare alle feste di Silvio Berlusconi nella sua residenza di Arcore. All'udienza di oggi è previsto l'interrogatorio di Luca Risso, il compagno di Ruby, chiamato a rispondere sulle confidenze ricevute dalla ragazza. Per Lele Mora ê la prima presenza in aula. Mora, vistosamente dimagrito, accompagnato dal suo difensore Nicola Avanzi, ha lasciato il carcere di Opera dove era rinchiuso per la bancarotta della sua agenzia, la Lm management.

Commenti
Ritratto di copyleft

copyleft

Ven, 28/09/2012 - 10:04

Con i presenti in sala si potrebbe girare una nuova saga di star trek ma anche godzilla...il peggio dell'italia sotto lo stesso tetto...ma manca il capo banda...per poco...

Massimo Bocci

Ven, 28/09/2012 - 10:10

Ricomincia Ruby, avranno calcolato il tempo che intercorre dalle elezioni, la sentenza (DI CONDANNA) del satiro che preferisce le donne ai 90' compagni tre giorni prima del voto!!!!!!! Poi la rossa (magister) si dovrà quarda le combinazioni (comuniste) anche dell'estosione ( non non quella del fallito Svizzero) ma quella del Dell'Utri, perché loro ( il regime) non concepisce che si possa essere amici se non per rubare al Bue il vessato.

claudio faleri

Ven, 28/09/2012 - 10:52

che buffonata questi processo, la ruby è stata stupenda si è riempita il portafogli si è fatta pubblicità ed è tranquilla, grazie ai comunisti, lele mora lo tengono in carcere perchè qualcuno teme che possa dire cose pericolose

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Ven, 28/09/2012 - 12:04

claudio faleri: non è certo l'unica ad essersi riempita il portafogli con i soldi... pensi a tutti i nostri politici di spiccata onestà morale. C'è solo un ma... questi soldi provengono dalle nostre tasche! Fortunato lei che se ne rallegra.

Ritratto di antonio vivaldi

antonio vivaldi

Ven, 28/09/2012 - 14:24

claudio faleri Speriamo solo che non si giri ad orgia lì dentro!! Ci sono tutti manca solo lui, il berluscotto. Su una cosa ha ragione però, è una buffonata, io prima lo avrei arrestato a berluscotto, poi dopo lo avrei processato. Pedofilo.

Totonno58

Ven, 28/09/2012 - 14:38

Che vomito...Grazie, Silvio per avere organizzato questo bel palcoscenico pieno di personaggi lugubri in cerda di autore (TU)...il tutto a spese nostre, ovviamente!quanto sarebbe stato comico se, come qualche ingenuo dice (spero senza crederlo), fossero state davvero tue vicende private...

agosvac

Ven, 28/09/2012 - 15:17

Sembra che il compagno di Ruby sia chiamato a testimoniare per quanto sentito dalla sua fidanzata(???). Ma che credibilità può avere un processo in cui si chiama a testimoniare un teste solo per "quanto ha sentito" da altri e non per quanto possa sapere direttamente??? Nei paesi in cui c'è una magistratura seria questa testimonianza verrebbe del tutto eliminata: non si può testimoniare per " sentito dire" ma solo per quanto si sa direttamente!!!! D'altra parte molti processi di mafia si sono sempre basati sul "sentito dire" dei pentiti. " mi sembra di ricordare che un tale mi abbia detto che qualcuno ( non si sa chi) gli abbia riferito che quel tale gli ha detto......" e così via di seguito. Ed in questo modo si condannano o, quanto meno, si mettono sotto inchiesta fedeli servitori dello Stato che avevano contribuito a mettere in galera delinguenti riconosciuti colpevoli!!!! Una vera barzelletta!!!!!

Ritratto di lucianoch

lucianoch

Ven, 28/09/2012 - 15:26

Probabilmente i magistrati ci guadagnano a fare processi di questo tipo specie contro Berlusconi o personaggi di destra (interviste sui giornali e alla televisione, fughe di notizie pilotate...). Per la direzione: con i messaggi in ordine dall'ultimo al primo non mi trovo, mettete la possibilità di invertire l'ordine come era una volta. Grazie

no b.

Ven, 28/09/2012 - 15:32

ma ruby chi, quella che i politici del Pdl hanno giurato fosse la nipote di Mubarak?

no b.

Ven, 28/09/2012 - 15:34

massimo bocci inizia a preoccuparmi

Totonno58

Ven, 28/09/2012 - 15:39

Beh, AGOSVAC, non è che le cose stiano proprio così...oggi per il processo è una giornata ben più importanti delle cose "sentite dire" dal compagno di Ruby...se leggi l'elenco dei testimoni qualcuno (senza fare nomi)ha di che temere e, non a caso, su questa testata non si è toccato troppo questo tasto... Poi, per entrare nel merito della tua comprensibile obiezione, purtroppo quello che viene "sentito dire" da Ruby, sempre grazie a quel qualcuno, è assurto al rango di Segreto di Stato...è pur sempre la nipote di Mubarak, no?!:)

Ritratto di nestore55

nestore55

Ven, 28/09/2012 - 16:57

antonio vivaldi...Grande!!!! Ha dimostrato, in poche,concise righe, cosa intende lei per democrazia e libertà..Sono sconcertato...Dove ha frequentato le elementari, prima di essere arruolato tra la marmaglia vermiglia??? E.A.

Ritratto di nestore55

nestore55

Ven, 28/09/2012 - 17:01

Previsione per questo procedimento farsa: Berlusconi v/s procure, 28-0....E chissenefrega, dice la rossa, tanto a me non costa nulla...E.A.

chinawa58

Ven, 28/09/2012 - 17:27

chinawa58 ma io dico e spero di non sbagliare,ma una persona in casa sua può fare quello che vuole e per di più con soldi suoi.credo che gli ossessionati di sinistra vedano solo nel cortile altrui,compresa questa schifezza di magistrati che non pagano mai per i loro errori.

chinawa58

Ven, 28/09/2012 - 17:50

chinawa58. qualunque sia la discussione sul giornale in merito a Berlusconi nasce un stillicidio di commenti sgradevoli e credo sopratutto d'invidia.e di certa magistratura che non paga per i loro errori, a riguardo anche della sinistra piagnucolona brava a gridare scandalo ovunque,saremmo tutti più contenti se tacessero di gridare al lupo.

giogatto

Ven, 28/09/2012 - 17:55

massimo bocci è meglio che ricominci dalla prima elementare

baio57

Ven, 28/09/2012 - 18:01

Da oggi i feuilletons sinistricoli sguinzaglieranno la "crema" degli scribacchini sulla ghiotta notizia ,così da spargere ancora un po' di letame verso il Cav.... e vissero felici e contenti....

chinawa58

Ven, 28/09/2012 - 18:22

chinawa58.giogatto io all'elementari tu all'asilo nido,e poi non voglio neanche commentare il tuo pensiero avendone forse qualcuno.

Holmert

Mer, 13/01/2016 - 10:06

Uno legge di questa storia che va avanti da anni,perché si vuole a tutti i costi condannare anche chi colpe non ne ha e poi leggi sulla stampa di oggi che un marocchino ha tentato di stuprare una ragazza ,recidivo e già condannato per altri reati ed il giudice che lo ha processato, lo ha rispedito a casa,senza arrestarlo. dove sono i pesi e dove le misure? Perché non ritrovarli e riconsegnarli alla giustizia? E questa la chiamano democrazia e questo lo chiamano paese libero. Da chi? di grazia.