Lo scacco matto di Re Giorgio No alla grazia, sì alla riforma

Il Quirinale raffredda l'ipotesi di un intervento diretto per il Cav. Ma per salvare il governo Letta torna a offrire al Pdl di cambiare subito il sistema della giustizia

La Borsa tiene e lo spread è a quota 261, il minimo da due mesi. Vanno bene sui mercati pure i titoli decennali italiani, ma le buone notizie per Palazzo Chigi finiscono qui. Dalla Val Fiscalina Giorgio Napolitano osserva infatti con una crescente preoccupazione il grafico della febbre politica, che si è impennato e rischia di salire ancora. E siccome «quando tutto di muove, la cosa migliore è stare fermi», il capo dello Stato ostenta un sorprendente ottimismo: «La vita va avanti».
E il governo, andrà avanti? Reggerà alla tenaglia, resisterà all'ira del Pdl e al mal di pancia del Pd? Enrico Letta è in contatto costante e sottopone al presidente ogni aggettivo. In mattinata però si va vivo anche l'altro Letta, lo zio Gianni. La casa brucia, è l'ora dei pompieri. L'Eminenza Azzurrina sonda gli umori di Napolitano, vuole capire se per il Cav ci sono ancora vie di uscita. Nei prossimi giorni, dice, i capigruppo del Pdl Brunetta e Schifani saliranno sul Colle con le firme di tutti i parlamentari per chiedere ufficialmente la grazia.
Napolitano però, che non vuole «alimentare false illusioni», scarica la questione sul Guardasigilli. «È la legge - scrive in una comunicato - a stabilire quali sono i soggetti titolati a presentare la domanda». La sua posizione è nota. Ha già definito l'idea un «analfabetismo costituzionale» perché il Quirinale non è una Corte di quarto grado, perché servirebbe comunque l'apertura di una pratica del ministero della Giustizia e perché, per la legge, prima della clemenza almeno un minimo di pena bisogna scontarla. Quello che invece si può fare, dirà ai plenipotenziari del Pdl, è dare corpo al suo invito a caldo, subito dopo la sentenza, a mettere mano all'universo della giustizia. Berlusconi, spiega, non deve considerarla una beffa, o un contentino, o un'apertura fuori tempo massimo. Semmai è una mano tesa a un centrodestra emotivamente scosso. Certo, lo scenario è ancora vago e impalpabile, la possibilità remota: però, chissà, una riforma di sistema potrebbe preludere a una possibile amnistia. Oppure, come propone Flavio Cirillo, Pdl, sottosegretario all'Ambiente, a un ripristino dell'immunità parlamentare. Va bene la separazione dei poteri, ma la politica deve poter difendere la sua autonomia. Una cosa è certa, le toghe vanno contenute: Napolitano è d'accordo, infatti subisce un duro attacco da parte dell'Anm.
Tutto ciò però è subordinato alla tenuta del quadro politico che si sta sfilacciando. Da Roma in serata arrivano venti di guerra. Silvio Berlusconi riunisce deputati e senatori, parla di voto anticipato, «dobbiamo trovare la strada migliore per arrivare alle elezioni e vincerle», ma anche di «interesse del Paese». Angelino Alfano è pronto a ritirare la delegazione del Pdl dal governo. Per non parlare della voglia matta del Pd di sganciarsi dall'alleanza con il Cavaliere. Per Guglielmo Epifani «dopo la sentenza si apre una fase nuova».
Dunque Letta è appeso a un filo. Napolitano, un paio di settimane fa, l'aveva quasi previsto quando invitava a «sgombrare il capo da sovrapposizioni improprie» tra il processo del Cav e il governo. «Bisogna proseguire con maggiore e non minore coesione, sapendo che esitazioni da un lato o forzature dall'altro, esibite polemicamente, possono far sfuggire al controllo delle stesse forze di maggioranza la situazione». Ecco, appunto, la situazione sta sfuggendo di mano, forse anche di là delle intenzioni.
Serve un altro miracolo. Re Giorgio ci proverà da stasera, quando tornerà a Roma per salvare le larghe intese. Il presidente è convinto che a questo governo non ci siano alternative e che altre maggioranze, magari con i grillini per cambiare la legge elettorale, siano impraticabili. O Letta o Letta, perché le elezioni, sei mesi dopo il voto di febbraio, sono «un azzardo».

Commenti
Ritratto di jasper

jasper

Sab, 03/08/2013 - 08:23

Chiedere la grazia ad un vetero-comunista di pura origine sovietico-staliniana mi sembra una bischerata. L'unica Cosa da fare è far saltare il Governo e andare al voto che sull'onda di una sentenza criminale porterà Berlusconi e Forza Italia a stravincere. Poi non si dovranno fare prigionieri però.

pansave

Sab, 03/08/2013 - 08:24

Purtroppo credo che abbia fatto bene...qualcuno gli avrà detto che se lo grazia ora dovrà graziarlo per tutte le prossime sentenze già scritte. Meglio una riforma auspicata da Napolitano che ovviamente fortemente biasima la situazione di quella magistratura deviata ed incapace, che tirarlo per la giacchetta i prossimi anni. Per il Cavaliere ci penserà il voto degli italiani, melma a parte.

Ritratto di jasper

jasper

Sab, 03/08/2013 - 08:25

Ma come si fa a chiedere la grazia al NEMICO. Sarebbe una Cosa inaudita. Mandare subito Letta a casa e preparare la prossima campagna elettorale.

Ritratto di barbara.2000

barbara.2000

Sab, 03/08/2013 - 08:25

quando gli fa comodo , il dovere è di un altro . quando ha fatto il colpo di stato il dovere era suo , quando ha permesso le vaccate alla magistratura , in ogni campo non solo contro Berlusconi , è stato zitto . ma lui non è il capo del csm ? ora la sua scuola è quella leninista stalinista , considerata l'età , li ha conosciuti tutti e due , anche gli assassinii fatti dal sistema . finalmente è riuscito nel suo intento , mandare a ramengo un partito democratico , far salire al potere il partito comunista , moro salterà dalla gioia nella tomba .

Ritratto di GABRIELE FOGLIETTA

GABRIELE FOGLIETTA

Sab, 03/08/2013 - 08:25

In sostanza il Presidente della Repubblica dice: ci abbiamo messo venti anni, ma ormai la battaglia è vinta. Adesso possiamo procedere alla riforma della giustizia, quella che abbiamo impedito in questi anni. Adesso possiamo creare le condizioni perché quello che siamo riusciti a fare a Berlusconi non possa capitare ad uno dei nostri.

fedele50

Sab, 03/08/2013 - 08:32

Cadavere che cammina col cervello rinseccolito , DIO MIO, fai la tua parte!

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Sab, 03/08/2013 - 08:32

L'ho scritto decine di volte,per il pdl c'e' la minaccia delle dimissioni del PdR con la conseguenza che se qursto parlamento ne elegesse un altro,sarebbe peggio per voi.Per il pd invece la minaccia erano le elezioni.Dico erano perche' oggi con b. incandidabile e condannato,la pistola e' senz'altro piu' scarica.Risultato pdl all'angolo e senza vie d'uscita.Per cui,cagnara a parte,meglio lavorare con diplomazia semmai se ne e' capaci,e sperare che il pd continui a spaccarsi nelle sue beghe,domani chissa'....in ultimo b. sa perfettamente che ad agosto le uniche piazze piene sono quelle in riva al mare.

Creattivo

Sab, 03/08/2013 - 08:37

In realtà è una trappola scivolosissima. Il Quirinale non ha alcun potere sulla magistratura, che oramai è un organismo impazzito, totalmente autoreferenziale e totalmente immune e autoimmunizzante. Sappiamo bene che la potentissima lobby dei magistrati, che allunga i propri tentacoli nella stragrande maggioranza della sinistra, non consentirà mai che una riforma della giustizia possa aver luogo, soprattutto se questa dovesse toccare certi privilegi (e cosa se non cominciare proprio da questi che sono lo scandalo italiano?). Il risultato è che alla fine il PDL si troverebbe a combattere contro i mulini a vento, come fu per altre esperienze ed altri guardasigilli, detronizzati e resi innocui proprio dalla macchina della giustizia. Il PDL dovrebbe smetterla con le mezze misure e con la "responsabilità tout court". Le dimissioni in massa mi sembrano un fatto sufficientemente eclatante da scatenare un cataclisma istituzionale. E le elezioni anticipate potrebbero essere l'unico mezzo per far capire a certa magistratura che anche se hanno vinto una battaglia, perderanno sicuramente la guerra.

xgerico

Sab, 03/08/2013 - 08:42

Ma se poi viene "ricondannato" al processo Ruby che si fa???

angelo piras

Sab, 03/08/2013 - 08:43

Nel PDL ci sono troppi corruttibili che non sono disposti a seguire Berlusconi. La sinistra, maestra quando si tratta di corrompere, non si farà fregare senza aver promesso al giuda di turno, solo promesso, un piccolo posto per, bacia pile. Berlusconi è perso, dobbiamo nostro malgrado, farcene una ragione.

tartavit

Sab, 03/08/2013 - 08:46

Berlusconi è stato condannato! Le conseguenze, definitive e immodificabili, sulla sua vita politica, devastanti: è fuori dal Senato, non può più ricandidarsi e non può più occupare nessuna carica istituzionale. Un condannato agli arresti domiciliari, con sospensione del passaporto. Vale la pena ricordare che il cavaliere, perse le elezioni, visto che non le aveva vinto nemmeno il PD di quel grande segretario Bersani, che nonostante avesse la vittoria in tasca, in un mese di campagna elettorale, era riuscito a perdere un buon dieci per cento del suo vantaggio e visto che Grillo faceva le bizze, molto furbescamente, si è inserito in un discorso di governabilità, proprio per cercare di contare ancora qualcosa da far valere come contropartita per le eventuali condanne che sarebbero venute in seguito. La prima condanna è venuta e il cavaliere, furioso, sta pensando di far saltare il banco alla faccia dell’Italia e di tutti gli Italiani. Quello che è ancora più preoccupante è l’atteggiamento assunto dai suoi tirapiedi: una vera commedia all’italiana, pianti, rivendicazioni storiche sul ventennio berlusconiano, minacce di andare sull’Aventino, minacce di ritirare le deleghe dei ministri, dimissioni in massa degli onorevoli(si fa per dire) del PDL, richiesta (sfacciatamente non ricevibile dal Capo dello Stato) della grazia per Berlusconi, annuncio della discesa in campo della figlia di Berlusconi e via elencando. Una vera commedia, dunque, che se dovesse trasformarsi in tragedia con la caduta del governo, i danni per il Paese e per gli Italiani potrebbero essere devastanti. E questo è l’uomo politico di valore? Lo statista? L’uomo che ha determinato la storia italiana degli ultimi venti anni? Gran brutta figura per il cavaliere!

janry 45

Sab, 03/08/2013 - 08:58

Dimissioni immediate! le responsabilità della caduta del governo ormai sono di tutti,non fate lo sbaglio di Mussolini che per salvare l'Italia si fece arrestare e alla fine non solo non fu salvata l'Italia, ma non fu salvato neanche lui.

giovauriem

Sab, 03/08/2013 - 08:59

ma ci vogliamo rendere conto che napolitano nulla vuol fare e nulla puo fare? 1°napolitano non alzerà un dito per berlusconi,perchè finalmente si è avverato il disegno messo in atto dalla sinistra e dalla contiguità della magistratura(lui compreso) 2° anche lui,come tutti gli italiani è sotto minaccia di ritorsione da parte dei giudici,mica credete che le famose intercettazioni sulla trattativa stato mafia sono state veramente distrutte?

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Sab, 03/08/2013 - 09:05

La più grande porcheria è l'amnistia ad personam. Io sto con il M5S. Il Presidente non si rende conto di quello che potrebbe scatenare nelle piazze. Il M5S è formato da gente arrabbiata perchè ha subito negli anni, non è di certo la stessa del PDL che sa solo blaterare sui media.

bruna.amorosi

Sab, 03/08/2013 - 09:09

mi sembra il minimo che possa fare .Prima ci ha privati della possibilità di votare facendo e disfacendo quello che ha voluto fregandosene della COSTITUZIONE bene adesso faccia altrettanto se ne freghi e dia l'immunità a SILVIO BERLUSCONI perchè se accade qual cosa la colpa sarà solo sua e nient'altro che sua .BERLUSCONI NON SI TOCCA i suoi kompagni se vogliono vincere debbono giocare con gli avversari non da soli per il ben volere dei solidali magistrati ....chiaro???????.

Giuseppe Borroni

Sab, 03/08/2013 - 09:14

Scafi, porti rispetto al Nostro (ed anche suo) Presidente. Il Presidente Napolitano, non solo non concedera' la grazia, giustamente, ma spero che tolga, per confermata, finalmente, indegnita' il titolo di Cavaliere del Lavoro al pregiudicato Berlusconi. Altrimenti saranno gli altri Cavalieri del Lavoro e rinunciare all'onorificenza. Potrete comunque continuare a chiamarlo ex-presidente,ex-onorevole,ex- cavaliere, per voi la deferenza per questo individuo e' un fatto di pane quotidiano......

pitomaz

Sab, 03/08/2013 - 09:17

Ma... e ... non si potrebbe, per una volta, accettare la sentenza (di tre gradi di giudizio)?

Ritratto di pipporm

pipporm

Sab, 03/08/2013 - 09:20

Perché Berlusconi deve essere trattato come un cittadino comune? E' il fondatore di Mediaset, è padre di Marina, è il più grande statista italiano degli ultimi 150 anni, è stato il sostegno economico del PSI di Craxi, ha realizzato Milano due sotto Pillitteri. Essere condannato per un pò di frode fiscale è davvero inverosimile

Kadreg1

Sab, 03/08/2013 - 09:22

il profeta di sventure pentastellato e i suoi accoliti si meritano De Benedetti svizzero di sinistra, padrone di Repubblica, che le tasse le ha sempre pagate.

milo del monte

Sab, 03/08/2013 - 09:22

Sono allibito dalla fantasia di questi articoli che chiamarli giornalismo e' impossibile ma piu' novella 3000.Non ci sara' nessuan grazia e nessuna riforma della giustizia con un partito presieduto da un pregiudicato

milo del monte

Sab, 03/08/2013 - 09:23

Con una paese in piena crisi economica la priorita' di Silvio e' la riforma della giustizia ahahahahaha

Ritratto di Riky65

Riky65

Sab, 03/08/2013 - 09:24

Pensavo che il presidente della repubblica e del csm fosse più intelligente! ma tant'è!

vittoriomazzucato

Sab, 03/08/2013 - 09:25

Sono Luca. E bravo il ns. "don Ciccio. No alla grazia, ma subito riforma della giustizia. E questo sarebbe il prezzo che BERLUSCONI dovrebbe pagare. Ma ci facci il piacere. GRAZIE.

mark1210

Sab, 03/08/2013 - 09:28

ma questo vecchietto traballate pilotato dal PD mi fa solo pena, fate cadere questo Governuccio e ri andiamo al voto questa sinistra deve essere sterminata una volta per tutte!

luciano@quatrida.com

Sab, 03/08/2013 - 09:30

Prima della sentenza il Pd era sull’orlo della spaccatura, ora si è ricompattato in nome di una minestra riscldata – dell’antiberlusconismo – grazie alla leva di una condanna che si basa su di congetture e senza prove. A mio avviso questo indica una precisa regia e strategia, a cui l’arbitro – il Capo dello Stato – se non connivente è stato distratto e non può chiamarsi fuori altrimenti è un capo dello stato “ninna nanna”.

Cosean

Sab, 03/08/2013 - 09:31

Non dipende da Giorgio! Per ricevere la Grazia bisogna avere determinati requisiti! Primo, non avere altre pendenze con la giustizia! Vi si deve dire sempre tutto!

bruna.amorosi

Sab, 03/08/2013 - 09:33

GIUSEPPE BORRONI forse sarà il suo presidente ma NON E' IL MIO io non lo ho eletto e questo non gli da il diritto di farsi amare da tutti .lo amerete voi kompagni odiosi ma non le persone democratiche che VORREBBERO elegerselo da soli il CAPO DELLO STATO . perciò è lei che deve portare rispetto per chi subisce un soppruso .poi BERLUSCONI per me non sarà mai un ex perchè è. alla faccia vostra . stupidi inetti .

Ritratto di ALESSANDRO DI PROSPERO

ALESSANDRO DI P...

Sab, 03/08/2013 - 09:35

iL GRANDE cAPO DEL cOLLE , ASSIEME AI SUOI BENEAMATI E PROTETTI (Soprattutto anche da questa attuale Magistratura stessa -infatti anche da prima del 1994 non si E'MAI visto alcun loro GRANDE POLITICO ROSSO perseguitato alla stregua di Berlusconi.Tutti ANGELI e TUTTI SANTI ?? Chi è colui che potrebbe affermare di SI ??)grandi politici ROSSI KGB -SCHIFANI -BERSANI - VENDOLA - "baffetto con occhiali da vista" ed altri,continuano imperterriti a "seppellire per sempre" il B."morto" (E' la loro ULTIMA,GRANDE AZIONE FUNESTA per poter vincere definitivamente). Pertanto , SCORDATEVI fin da subito che queste persone siano talmente SAGGI da non SCAGLIARE loro la PRIMA PIETRA !! Anzi questi se potessero sarebbero pronti - subito- ad applicare una fune a qualsiasi ramo di un albero ed eseguire la loro tanto AGOGNATA "sentenza". Loro sanno tutto come poter fare e non ci sarà FORZA che tenga in nome della loro amata e difesa "LEGGE". Ed il POPOLO ? e il POPOLO ITALIANO anche e soprattutto quello ROSSO povero è sempre stato e POVERO RIMARRA'- dalla CARESTIA paserà alla MISERIA ma in compenso avrà la LIBERTA' ROSSA KGB.

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Sab, 03/08/2013 - 09:36

La grazia deve essere concessa immediatamente ed immediatamente - per decreto - dovrà essere fatta una miniriforma della giustizia che annulli tutti i processi a carico dello statista Silvio Berlusconi ed incrimini le toghe rosse che hanno ordito il complotto "quale unico disegno criminoso", come HA SEMPRE DETTO SILVIO. Poi, solo poi, la grande riforma della giustizia che vuole Silvio e che il popolo sostiene (i sondaggi dicono che CI SPETTA LA GUIDA DEL PAESE). Ma la grazia, che Napolitano deve dare "motu proprio", come domani gli verrà ORDINATO dai grandi Brunetta e Schifani (lo possono, anzi lo debbono, fare perché il popolo è con noi), deve essere anche un fatto ALTAMENTE SIMBOLICO: Napolitano deve , Lunedì, recarsi ad Arcore a CONSEGNARE PERSONALMENTE la grazia a Silvio, e, debbo aggiungere che, per giusto risarcimento, sarebbe bene che Silvio lo facesse attendere ai cancelli della Sua dimora un piccolo ma significativo periodo di tempo prima di ammetterlo alla Sua presenza. Esagero ? Non credo ! I sondaggi ci dicono che siamo il primo partito, e che dobbiamo assolutamente COMANDARE senza più "lacci e lacciuoli" come ebbe a dire lo statista Berlusconi. I sinistri che noi teniamo al governo ed al Quirinale non obbediscono a quanto i nostri grandi hanno deciso ieri sera e si appigliano a cavilli regolamentari o legislativi che il popolo non capisce ? Sappiano costoro che l'unica legge che noi riconosciamo , e che il popolo italiano riconosce, è la suprema volontà di Silvio, cui i sondaggi trionfanti danno la SUPREMA DIGNITA' di LEGGE VOLUTA DAL POPOLO ITALIANO.

timoty martin

Sab, 03/08/2013 - 09:37

Napolitano, da buon comunista (il lupo perde il pelo ma non il vizio), usa l'arma migliore: l'ipocrisia! Bravo presidente, ha ragione, "la vita va avanti", ma il coraggio va indietro

janry 45

Sab, 03/08/2013 - 09:37

pipporn i tuoi referenti politici diversamente da Berlusconi, cosa hanno fatto,all'infuori di campare con la politica sulle spalle degli italiani,così vale anche per i tuoi referenti della burocrazia.

Ritratto di fabiobonari

fabiobonari

Sab, 03/08/2013 - 09:50

Magistratura batte Belrusconi 1 - 40.

Ritratto di benita

benita

Sab, 03/08/2013 - 09:52

occorre subito una riforma sulla giustizia per riabilitare il nostro silvio e poi lui salverà l'italia dalla crisi economica creata dai comunisti.

Ritratto di Chichi

Chichi

Sab, 03/08/2013 - 09:58

Giuseppe Borroni, il rispetto, anche per i magistrati, come per Napolitano, presidente di parte degli italiani, non si impone per legge. Ciascuno se lo conquista con i suoi comportamenti: la sincerità, la rettitudine e, nel caso delle toghe e del presidente della repubblica presenziale italiana, instaurata da Napolitano, guarda caso, senza nemmeno una legge di rango costituzionale (leggi golpe), con la più totale imparzialità nei confronti del gioco politico. A casa loro, nella loro vita privata facciano, poi, ciò che gli pare. Il tenore del tuo commento fa supporre che, per te, le cose siano capovolte: indagare fin dentro il letto della gente, ma guai a eccepire, che posso dire, su chi comanda in MpS. Tradotto: “democrazia comunista”.

El Chapo Isidro

Sab, 03/08/2013 - 10:02

Al pdl conviene pensare alle elezioni perchè gli italiani puliti, onesti ed incensurati non permetteremo che a riformare la giustizia vi sia un noto pregiudicato evasore fiscale e men che meno che cerchi di toccare la Costituzione Italiana...provare a toccare la giustizia sarà la fine di berlusconi e del suo partito perchè ci saranno cosi tante rivolte che il pdl tutto sarà costretto alla latitanza lontano dal nostro paese! Provateci e vedrete...

Ritratto di cristianomorelli

cristianomorelli

Sab, 03/08/2013 - 10:04

@perSilvio46: ma lei é un autore di Zelig?

LorenzoFiore1979

Sab, 03/08/2013 - 10:06

Per Berlusconi è un grande uomo, ma si è circondato di una corte servile, opportunista ed incapace. Il PDL ora ha perso il buon senso e spara stupidaggini al vento (Biancofiore e Santanchè stanno facendo solo danno). Ritengo inopportuno e una vergogna che tutto il PDL si sia riunito subito per tributare una standing ovation ad un capo partito condannato per frode fiscale. Vi rendete conto che questo partito si sta comportando come un clan extra legem che si fa le regole da sè pro domo sua e pretende di stabilire chi è colpevole e chi è innocente, assolvendo il proprio capo e padrone. Era meglio aspettare e non correre subito ad ossannare falsamente Berlusconi. Questi comportamenti Berlusconi dovrebbe impedirli. Fanno solo danno.

Ritratto di cristianomorelli

cristianomorelli

Sab, 03/08/2013 - 10:06

La scacco matto di Re Giorgio sarebbe quello di voler applicare la legge? Che mascalzone!

El Chapo Isidro

Sab, 03/08/2013 - 10:07

Che differenza c'è tra un immigrante illegale maghrebino e il signor berlusconi?...nessuna, ambedue sono sprovvisti del passaporto italiano!!!

Beaufou

Sab, 03/08/2013 - 10:08

Propongo una "class action" contro la Procura di Milano per abuso di potere e danno erariale. Le spese sostenute da questa Procura coll'intento di neutralizzare Silvio Berlusconi sono un'inammissibile spreco di denaro pubblico, e una condanna senza prove documentate è, senza dubbio alcuno, un abuso di potere. Ambedue le circostanze sono ampiamente documentabili.

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Sab, 03/08/2013 - 10:12

per Silvio46 y Benita, bisogna far qualcosa di urgente. E? irrispettoso che Napolitano non lasci la residenza estiva e corra al capezzale di berlusconi. Ditelo a Brunetta e Schifani, che si muovano e Facciano una interrogazione parlamentare.

Ritratto di Gorilla Gor

Gorilla Gor

Sab, 03/08/2013 - 10:13

La grazia si concede ai colpevoli. Gli innocenti condannati senza prove e quindi ingiustamente, hanno bisogno di GIUSTIZIA, che solo il POPOLO, ormai è lampante, è in grado di dare.

Holmert

Sab, 03/08/2013 - 10:22

Mi chiedo se Berlusconi sia di fatto un pregiudicato, oppure sia stato costruito ad arte da una magistratura che ha inseguito Berlusconi senza concedergli tregua, sino alla condanna attuale. Io propendo per la seconda ipotesi, lo ha costruito ad arte la magistratura e ne ha fatto un delinquente, bollandolo indelebilmente. Berlusconi imprenditore, osannato sino ad assegnargli il titolo di cavaliere del lavoro, per i suoi meriti imprenditoriali, una volta politico inseguito come il peggior criminale da tutte le procure italiane ed accusato di ogni cosa, tanto che non c'è stato articolo del codice civile e penale che non lo riguardasse .Una cosa così non si era mai vista, tanto da essere ascritta negli annali della storia patria. L'accusa con cui è stato condannato, di frode fiscale è poco convincente, lui che paga milioni se non miliardi di tasse allo stato, che briga per evadere pochi spiccioli, in rapporto alla sua mole di tasse pagate. Come dicono gli avvocati difensori, mai presi in seria considerazione dai giudici, non ci sono come prova le false fatturazioni, depositi anche all'estero dei soldi evasi.. c'è solo il solito teorema che anche in altri processi, (vedasi la strage di Bologna, la strage di piazza Fontana etc) non ha approdato mai alla verità dei fatti. Mi fanno schifo coloro che invece di riflettere su certi comportamenti, fanno solo il tifo, brindano per la condanna, come fosse stato un tiranno sanguinario catechizzati come sono da una stampa avversa e velenifera, un nodo di serpi di giornalisti e sedicenti uomini di cultura, abbeverati di comunismo scientifico, ma con il portafoglio pieno e molto attaccati ai loro averi, che non sono pochi. Berlusconi non si deve illudere, nessuno di quelli che stanno nelle posizioni che contano(quasi tutte di sinistra),muoveranno un dito per tirarlo fuori, né in Italia né in Europa, né tantomeno Napolitano, specie se tirato per la giacchetta, sbagliando i tempi. Tanto vale fare come Sansone che se ne andò portandosi dietro i suoi nemici Filistei. Tanto senza Berlusconi il PDL o FI, non avrà alcun motivo di essere, è come se uno gli avesse tolto l'anima. Berlusconi fa ancora in tempo a staccare la spina e poi chi vivrà vedrà. PS io ad uno che paga tante di quelle tasse, gli avrei dato un premio al valor civile, invece in Italia gli danno la galera. Forse il premio lo daranno a quelli del MPS, che hanno acquistato Ambroveneta al doppio del suo valore reale. Da quelle parti non hanno tanta fretta, vanno come una tartaruga. Una vergogna ,una vera vergogna.

El Chapo Isidro

Sab, 03/08/2013 - 10:23

Uno dei requisiti per poter chiedere la grazia a napolitano è l'ammissione di colpa...se berlusconi chiede la grazia significa che è colpevole e ammette la sua colpa, se berlusconi ammette la colpa significa che ha sempre mentito agli italiani per 20 anni, se ha mentito per 20 anni significa che non è affidabile e che pensa solo a i suoi interessi...

luicom

Sab, 03/08/2013 - 10:24

sentenza criminale...comunisti...al di là delle chiacchere qualcuno ha capito come mai mediaset per comprare i film fa vari passaggi di compravendita tra diverse società offshore? quale altro scopo ci può essere se non eludere il fisco?

Ritratto di Willy Wonker

Willy Wonker

Sab, 03/08/2013 - 10:25

La differenza tra B e quelli di sx e che lui è stato "beccato" e loro no, ma nessuno è vergine!! No alla grazia perche darebbe altre "pallotole" agli avversari! L'unica soluzione è ritiro dal governo ed osservare cosa combina la sx con i m5s. E cinico ma e ora di far vedere al mondo intero il livello di stupidità della classe politica italiana!

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Sab, 03/08/2013 - 10:26

La lettura di alcuni commenti mi induce a rivalutare come moderate le tesi dei salafiti.Francamente non credevo possibile una tale esplosione di fanatismo.Ma forse la colpa è dell'anticiclone africano. Finirete per rendermi simpatico Epifani. Il che è tutto dire.

Prameri

Sab, 03/08/2013 - 10:27

Ormai è del tutto ridicolo proporre cambiamenti di leggi elettorali, riforme costituzionali, della magistratura o quant'altro. Capitan Schettino, volevo dire il Presidente Letta ha già battuto contro gli scogli e il timone è fermo. Hanno ferito la destra della nave e vorrebbero continuasse a navigare. Imbarca acqua ogni giorno di più. Il potere appartiene al popolo attraverso i rappresentanti che elegge. In una situazione così grave in cui molti milioni di italiani accusano politici giudiziari e presidente della repubblica di voler abbattere il loro leader per motivi che quei molti milioni considerano non convincenti ("per le tasse si pagherà ma nessuno andrà in carcere") ma pretestuosi e strumentali non resta che ridare la parola ai cittadini. Ogni altra manovra è dittatura.

Amelia Tersigni

Sab, 03/08/2013 - 10:29

Per favore non fate l'errore di chiedere la grazia !. Date un'arma agli oppositori. Berlusconi deve restare un eroe che si batte per la nostra libertà e democrazia. Non può guidare il partito ?. Non è vero!. Può essere più carismatico "dentro" che "fuori". Ricordatevi di Mandela !. Ha guidato una un'aspra rivoluzione da un carcere "duro". Invece battetevi per una riforma drastica della Giustizia e se il governo cadrà sarà per colpa degli ineffabili sinistri, toghe comprese!.

Giacinto49

Sab, 03/08/2013 - 10:33

Incredibile. In Italia,ormai da decenni una Repubblica fondata sull'assenteismo e sul menefreghismo, chi si va a condannare: gente che per portare aventi le sue aziende, che danno da vivere a migliaia di famiglie, resta impegnata nel suo lavoro h24 (salvo meritato riposo). Questo si ha superato ogni limite di decenza. Chi vive di assistenzialismo, clientelismo e lavativismi vari (P.A. docet) non ha la più pallida idea di cosa significhi portare avanti una azienda magari anche piccola e quindi dovrebbe tacere su cose che non conosce. Si parla, con ipocrisia (tutti hanno scheletri negli armadi, imprenditori e non) e invidia solo per fini politici e non nell'interesse del Paese. Berlusconi è l'ultima speranza che avete per superare la crisi economica e di valori in cui state sprofondando. Pensateci!!

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Sab, 03/08/2013 - 10:46

Eccellentissimo Presidente Napolitano. Credo proprio Ella meriti appieno l'appellativo di Uomo della Provvidenza. I fatti sono ai nostri piedi. Una 'Giustizia' che non vogliamo assolutamente stigmatizzare ha ritenuto di 'cancellare' il più importante Partito Politico Governativo. Le conseguenze sono letali per le sorti dello Stato Italiano, Europeo, Mondiale. Nelle Sue 'mani', Preziosissimo Signor Presidente, la possibilità di evitare l'irreparabile. Occorre, come mai in passato, una immediata Concessione di Grazia. Non si tratta di graziare un uomo privilegiato, per il suo personale tornaconto. Si tratta di graziare un ' MOTORE ', vitale, per le sorti del Paese. Purtroppo, non graziandolo, il finimondo. Si andranno poi a cercare le responsabilità. E, Ella Signor Presidente, sarà nel mirino. Ma, considerazioni speculative individualiste a parte, ecco, anche Lei, in queste circostanze, è un 'MOTORE'. Della stessa importanza dell'altro. Possiamo ritenerci d'essere giunti al traguardo ultimo. Che è anche un vicolo cieco. GRAZIA IMMEDIATA, necesse est. Mi inchino davanti alla serietà storica del Suo attuale momento istituzionale. Al quale non può assolutamente voltare le spalle. L'Italia.

Ritratto di benita

benita

Sab, 03/08/2013 - 10:49

totalmente d'accordo con persilvio46 e dirò di più,visto quello che dicono i sondaggi una volta eletto premier il nostro silvio dovrebbe mettere mano alla costituzione e farla riscrivere dai nostri ghedini e coppi dove DEMOCRATICAMENTE si possa stabilire che l'italia diventi una monarchia totalitaria con a capo la famiglia reale dei berlusconi con re silvio e marina erede al trono.

Ritratto di scandalo

scandalo

Sab, 03/08/2013 - 10:50

Nell'ambito dell'inchiesta dei pm di milano che mirava ad individuare all'estero l'eredità nascosta che aveva rivendicato Margherita Agnelli ,figlia dell'avvocato, quando portò in causa la madre Marella Caracciolo. La Procura di Milano era convinta di averne intravisto una piccola parte composta - pare - da un presunto conto segreto da un miliardo di euro in Svizzera, da Fondazioni e Trust in Liechtenstein e da tre moli in Costa Azzurra, comprati negli anni '70 ma poi venduti. Gli inquirenti, infatti, ritengono ''verosimile l'esistenza di un patrimonio immenso in capo'' all'ex presidente della Fiat morto dieci anni fa, ''le cui dimensioni e la cui dislocazione territoriale non sono mai stati compiutamente definiti'', grazie anche alla ''disponibilità'' di ''schermi'' societari ''attraverso cui detenere beni celandone provenienza e titolarità''. Ma il tentativo di ricostruire i flussi dei soldi portati all'estero, come spiegano gli stessi magistrati, ''sono stati vanificati'' sia in Liechtenstein sia in Svizzera ''dalla mancata collaborazione della locale autorità giudiziaria'', che ha rimandato al mittente le rogatorie ''sulla base dell'assunto, non del tutto condivisibile, che le richieste avevano esclusiva finalità fiscale''!! Per questa indagine è stata chiesta l'archiviazione !!!!............ Sulla base di ciò la procura di milano si è guardata bene dall'incriminare .qualcuno , eppure uno straccio di prova esisteva !! nel caso di BERLUSCONI il NULLA più assoluto !! penso che in quel caso sia intervenuto il nostro re giorgio !! si sa lui è pappa e ciccia con gli agnelli !!!!

beep

Sab, 03/08/2013 - 10:53

Ma chi è quel deficiente che ha chiesto la grazia.

Demostene2010

Sab, 03/08/2013 - 10:59

"Colui che ha salvato l'Italia dai Comunisti" si è ridotto a chiedere la grazzia ad un vecchio comunista. Cari Banans, non trovate la cosa indegna del "Miglior Primo Ministro degli Ultimi 150 Anni"?

swiller

Sab, 03/08/2013 - 11:00

Presidente si ricordi bene che per pagare le sue pensioni e il suo regale stipendio e quello di tutti gli altri politici parassiti in attività o in pensione ci sono pensionati e gente comune che rovista nei cassonetti per mangiare vergognatevi. Tutto il resto è volgare e stupida politica.

aredo

Sab, 03/08/2013 - 11:03

Ma che pensavano quelli del PDL ?? Napolitano è il vecchio capo comunista che ha pugnalato Berlusconi portandoci in questa situazione. E secondo loro ora lo potrebbe salvare? Lo ha dato lui in pasto ai suoi compagnucci criminali magistrati mafiosi!

villiam

Sab, 03/08/2013 - 11:08

questo è un vecchio stalinista ,si comporta come un vecchio comunista ,potesse forse manderebbe il più grande anticomunista ,il cav berlusconi,in qualche gulag ,d'altra parte il suo partito è specializzato in distruzione dei dissidenti!!!!!!!

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Sab, 03/08/2013 - 11:16

IN ITALIA LA INQUISIZIONE CHE FU DI JAGODA, EZOV E BERIA. C´é troppa superficialitá e ignoranza che non sa e meglio detto non vuole collegare tra loro gli eventi. Succede cosi che la interpretazione della realtá é meschina, distorta e volutamente falsata. É menzogna al servizio della mafia piú autentica ... La Veritá é che la "giustizia italiana" alla caduta del Muro di Berlino serví ad eliminare il riformismo di Craxi e a subbissare di processi quel Centro Destra che si metteva in alternativa ad una Sinistra ortodossa che era quella che la caduta del Muro indicava dovesse essere riformata. La riforma della Sinistra comunista che avveniva in tutto il mondo, esemplare il caso della Cina di Mao, in Italia veniva impedita e non c´é mai stata. Al suo posto si, una reazione poliziesca che con la persecuzione prima di Craxi, poi di Andreotti e quindi di Berlusconi (in mezzo a quelle di altri infiniti sconosciuti) da 23 anni bussa forte alla porta del potere del Paese. La doverosa evoluzione che chiede la onestá intellettuale di un De Gregori non é quella retorica e formale dell´abbandono della dizione di "comunista" nel nome del partito ma quella sostanziale dell´abbattimento dello statalismo e quella del cambio radicale di tutti i suoi dirigenti che in Italia, unica Sinistra al mondo, non sono mai avvenute. Se c´é un significato nella caduta del Muro di Berlino che é stato colto in tutto il mondo, ma non si vuole in Italia, é quello che non si puó accettare che un apparato burocratico statale opprima e sottometta il Paese reale e i suoi Lavoratori, e addirittura per "legge". Questo é quello che avvenne nei regimi del socialismo reale, che decretó il loro fallimento, quello che sta avvenendo in Italia da 23 anni. Con una spesa e un debito pubblici di uno intoccabile stato burocratico, struttura mafiosa e parassita sopra la pelle dei Lavoratori, sopra la voglia di vita e di futuro di tutto un Paese. C´é ancora chi non lo ha capito e chi si oppone con tutti i mezzi per affossare la Veritá. La Veritá in Italia é quella rivoltante di una inquisizione che con tutti i suoi mirabolanti pretesti é quella che fu di Jagoda, Ezov e Beria. Una inquisizione che da 23 anni avvelena il Paese, lo spinge alla cieca e totale distruzione.

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Sab, 03/08/2013 - 11:18

SCHIFOSE SCORIE COMUNISTE, SOLO IN ITALIA SIETE RIMASTE AL POTERE. SOPRA LA PELLE DEI LAVORATORI. SOPRA UN PAESE RIDOTTO UNO STRACCIO BRUTTE CAROGNE DI MAFIOSI PARASSITI.

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Sab, 03/08/2013 - 11:18

SCHIFOSE SCORIE COMUNISTE, SOLO IN ITALIA SIETE RIMASTE AL POTERE. SOPRA LA PELLE DEI LAVORATORI. SOPRA UN PAESE RIDOTTO UNO STRACCIO BRUTTE CAROGNE DI MAFIOSI PARASSITI.

enzo1944

Sab, 03/08/2013 - 11:19

borroni giuseppe,si metta bene in testa che il suo presidente,il napoletano che sta al Colle,deve solo ringraziare i suoi amici,magistrati rossi,del partito dei magistrati che fanno politica,che lo hanno coperto e graziato,per le porcherie commesse negli otto anni di "regno"!.....non è mai stato super partes,anzi ha tramato(con i suoi scagnozzi,...fini compreso)per "buttar giù Berlusconi e sostituirlo con il suo PCI-PD!...Si deve solo VERGOGNARE il napoletano!......Con 1650 dipendenti,costa più di Obama,Della Regina d'Inghilterra,della Merkel e del Re di Spagna messi insieme!....alla faccia delle "dichiarazioni"di tagliare i costi,si è pure aumentato lo stipendio,....e non dimentichi che faceva la cresta pure sui rimborsi spese e viaggi aerei quando era a Bruxelles!......andrebbe invece processato per attentato alla Costituzione,a danno dell'Italia e degli Italiani!

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Sab, 03/08/2013 - 11:21

IN ITALIA LA INQUISIZIONE CHE FU DI JAGODA, EZOV E BERIA. C´é troppa superficialitá e ignoranza che non sa e meglio detto non vuole collegare tra loro gli eventi. Succede cosi che la interpretazione della realtá é meschina, distorta e volutamente falsata. É menzogna al servizio della mafia piú autentica ... La Veritá é che la "giustizia italiana" alla caduta del Muro di Berlino serví ad eliminare il riformismo di Craxi e a subbissare di processi quel Centro Destra che si metteva in alternativa ad una Sinistra ortodossa che era quella che la caduta del Muro indicava dovesse essere riformata. La riforma della Sinistra comunista che avveniva in tutto il mondo, esemplare il caso della Cina di Mao, in Italia veniva impedita e non c´é mai stata. Al suo posto si, una reazione poliziesca che con la persecuzione prima di Craxi, poi di Andreotti e quindi di Berlusconi (in mezzo a quelle di altri infiniti sconosciuti) da 23 anni bussa forte alla porta del potere del Paese. La doverosa evoluzione che chiede la onestá intellettuale di un De Gregori non é quella retorica e formale dell´abbandono della dizione di "comunista" nel nome del partito ma quella sostanziale dell´abbattimento dello statalismo e quella del cambio radicale di tutti i suoi dirigenti che in Italia, unica Sinistra al mondo, non sono mai avvenute. Se c´é un significato nella caduta del Muro di Berlino che é stato colto in tutto il mondo, ma non si vuole in Italia, é quello che non si puó accettare che un apparato burocratico statale opprima e sottometta il Paese reale e i suoi Lavoratori, e addirittura per "legge". Questo é quello che avvenne nei regimi del socialismo reale, che decretó il loro fallimento, quello che sta avvenendo in Italia da 23 anni. Con una spesa e un debito pubblici di uno intoccabile stato burocratico, struttura mafiosa e parassita sopra la pelle dei Lavoratori, sopra la voglia di vita e di futuro di tutto un Paese. C´é ancora chi non lo ha capito e chi si oppone con tutti i mezzi per affossare la Veritá. La Veritá in Italia é quella rivoltante di una inquisizione che con tutti i suoi mirabolanti pretesti é quella che fu di Jagoda, Ezov e Beria. Una inquisizione che da 23 anni avvelena il Paese, lo spinge alla cieca e totale distruzione.

janry 45

Sab, 03/08/2013 - 11:25

Vorrei sapere chi ha messo in giro la storia della grazia non credo che Berlusconi voglia farlo.Chiedere la grazia da innocente sarebbe una ammissione di colpa.ormai dal punto di vista giudiziario non c'è più niente da fare.Il problema è solo politico e di palle.

Ritratto di Baliano

Baliano

Sab, 03/08/2013 - 11:27

Benita 10.49 --- ... dammi retta, l'ironia non è il tuo forte men che meno la satira. Poi non ti lamentare se ti si dovesse rispondere per le rime, seppur con educazione. Mi astengo ancora, solo perché sembri essere una donna ( che rispetto in quanto tale) fors'anche una donna spiritosa, ma nulla più. Cordialmente.

Ritratto di scorpion12

scorpion12

Sab, 03/08/2013 - 11:33

@fedele50 guardi non so cosa farà Dio. Ma lei col suo post si è meritato da parte di DIO un bel viaggio all'inferno (visto che l'augurare la morte è un peccato mortale). Contento? Two minutes for posting, forever to get out. Lei è un furbone.

Ritratto di Gorilla Gor

Gorilla Gor

Sab, 03/08/2013 - 11:40

Io sono d'accordo, anzi d'accordissimo, con la signora Benita... W. il PIDI', l'innocenza fatta partito.

GUGLIELMO.DONATONE

Sab, 03/08/2013 - 11:40

"Giuseppe Borroni" - È evidente che lei non potrà mai essere un ex. Di nessun genere. Lei è, e continuerà ad esserlo usque ad mortem (e anche dopo), uno squallido, povero sinistrucolo. Complimenti e auguri.

Ritratto di alexaria10

alexaria10

Sab, 03/08/2013 - 11:41

Grande PerSilvio46!!!! Fenomeno!

pastello

Sab, 03/08/2013 - 11:44

Mi ripeto: dimissioni dei parlamentari PdL, dei consiglieri regionali, provinciali, comunali e di ogni organismo eletto dalla politica. Solo cosi metteremo in mora la sinistra, il re e i magistrati. Fuori le palle!

Ritratto di leopardi50

leopardi50

Sab, 03/08/2013 - 11:44

Attaccarsi alla grazia del presidente Napolitano è da mentecatti dopo che lo si è insultato a dismisura e si è sempre sostenuto che l'immacolato SB è innocente. Probabilmente si sentiranno in dovere di fare altrettanto Riina, Provenzano, Brusca e il fratello di latte Marcello Dell'Utri

Ritratto di leopardi50

leopardi50

Sab, 03/08/2013 - 11:44

Attaccarsi alla grazia del presidente Napolitano è da mentecatti dopo che lo si è insultato a dismisura e si è sempre sostenuto che l'immacolato SB è innocente. Probabilmente si sentiranno in dovere di fare altrettanto Riina, Provenzano, Brusca e il fratello di latte Marcello Dell'Utri

Ritratto di Chichi

Chichi

Sab, 03/08/2013 - 11:45

Certo. Il "grande timoniere" ha detto un no secco a qualcosa di concreto, inzuccherato con una vago auspicio di riforma della giustizia. C'è qualcuno che si fida? Io no. E non per preconcetto, ma per precedenti. Il vischio con cui si sono fin'ora paralizzate tutte le riforme, il nostro benamato presidente lo chiama con un nome allettante: "soluzioni largamente condivise". Cosa questo significhi lo ha detto ieri Bersani, se non vado errato: una riforma della giustizia come la vuole i PdL se la scordino. Una Piccola osservazione a margine: avete notato come, dopo la sentenza della corte scassa democrazia, i compagni non si riferiscano più a Berlusconi, ma al PdL? Sempre ieri, qualcuno, con le sirene a tutto volume della gravità del momento, della coesione, dell’interesse della collettività che viene prima “delle vicende giudiziarie del singolo” (nei proclami sembrano quelli che hanno brevettato la democrazia), ha invitato il PdL a riflettere se possano avere come guida un condannato. Campa cavallo, per la riforma della giustizia! Cosa stiamo a pettinar le bambole, compagni, guardando a come è stato condannato Berlusconi? Si è riusciti, finalmente. Ora sarà molto più facile fagocitare il PdL e a placcare i renitenti. Prima che le toghe si rivoltino anche contro di noi.

beale

Sab, 03/08/2013 - 11:52

Non farsi irretire dalle promesse; elezioni subito.

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Sab, 03/08/2013 - 11:53

@Gorilla Gor Ci sei eh? Il POPOLO è quello grillino, è più numeroso di voi, e come vi azzardate a imbrogliare le cose con Napolitano vi sbraneranno. Mica sono pappamolle come voi. Vi ho detto, basta farci crepare dalle risate, on ne possiamo più, ci fa male lo stomaco. Bastaaaaaa dite qualcosa che non fa ridere

Azzurro Azzurro

Sab, 03/08/2013 - 11:57

E' tardi la giustizia e' marcia il vecchietto comunista doveva muoversi prima

J.J.R

Sab, 03/08/2013 - 11:59

Ecco, come volevasi dimostrare...adesso altri tre mesi a occuparsi di Berlusconi, della giustizia, della clemenza ecc ecc...intanto l?italia e gli italiani affondano nella melma

pinux3

Sab, 03/08/2013 - 12:00

@jasper...Dimentichi un "piccolo" dettaglio. A decidere di andare a votare spetta SOLO ED ESCLUSIVAMENTE (la Costituzione parla chiaro) al PdR, non certo a voi "banani"...

Ritratto di stufo

stufo

Sab, 03/08/2013 - 12:09

Graziare il quasi ex cav ? Quando mai, come graziare una persona condannata per la sua reiterata e super accerta a straprovata evasione ? Cribbio, non si deve premiare chi minacciava il regale tenore di vita di Kinggeorge e la consorte fedele frequentatrice di sfilate di alta moda.

Ritratto di Riky65

Riky65

Sab, 03/08/2013 - 12:10

Napolitano pensa alle dimissioni? meglio perchè oramai ha stufato!!!

Cosean

Sab, 03/08/2013 - 12:13

@ Dario Maggiulli La giustizia ha condannato chi froda il Fisco! Non ha ritenuto di 'cancellare' il più importante Partito Politico Governativo. Lo vedi che il POLITICIZZATO sei tu!

demoral

Sab, 03/08/2013 - 12:16

Non credo proprio che il giudizio emesso dai rappresentanti della legge sia stato equo e imparziale,ma chiedere la grazia significherebbe alleviare le loro responsabilità.

Anonimo (non verificato)

losqualo

Sab, 03/08/2013 - 12:17

se ne accorge ora che la giustizia è uno schifo? Già prima c'era da accontentare le toghe rosse e i suoi compagni,la magistratura italiana ha distrutto migliaia di persone,famiglie,cariere e ora dall'alto del colle pontifica, ma vai in mona

pinux3

Sab, 03/08/2013 - 12:24

perSilvio46...Sei uno spasso...Ahahahah...

agosvac

Sab, 03/08/2013 - 12:25

Il Presidente Napolitano una strada per evitare ulteriori problemi al Governo ce l'ha: impegnarsi e fare impegnare il Presidente Letta per un'immediata riforma della magistratura.Berlusconi vuole proprio questo e di fronte ad un impegno del Capo dello Stato non potrebbe che aspettare.Anche perchè se poi non si arrivasse a niente la colpa della rottura non sarebbe sua ma degli "altri" come del resto è sempre stato. Il problema, però, non è ciò che Napolitano vorrebbe fare ma quello che quei mentecatti dei Pd, a cominciare da epifani per finire a civati, renzi e quel poveraccio di bersani, il super trombato, accetteranno di fare!

pinux3

Sab, 03/08/2013 - 12:32

@Beaufou...Nessun "danno erariale", le spese processuali sono a carico del condannato...

hotmilk73

Sab, 03/08/2013 - 12:34

benita...hai seriamente bisogno d aiuto,aahahahahahahaah

hotmilk73

Sab, 03/08/2013 - 12:35

la grazia???!?!?...AHAHAHAHAHAHAHAAHHAHAH....fate troppo ridere...AHAHAHAHAHAAHAHAHAHAHAH...pdl è alla deriva...AHAHAHAHAHAAHAHAHAHAH

michele lascaro

Sab, 03/08/2013 - 12:36

Chiamatelo re uno che non sa prendere decisioni autonome e giuste in questo gran casino italiano! I veri Re dimostravano la loro idea di giustizia e forza costituzionale proprio nelle occasioni difficili. Che resti in vacanza a godersi il meritato riposo.

hotmilk73

Sab, 03/08/2013 - 12:37

hanno tolto il passaporto al DELINQUENTE berlusconi silvio?????mi auguro di si

demoral

Sab, 03/08/2013 - 12:38

luigipiso, non abbia paura,non morirà di risate,se la farà semplicemente addosso.è x questo che vari elettori di questo blog scrivono:luigipiscio, luigiLOpiscio, luigiCIpiscio, luigiTIpiscio.Lei è un poveretto che nuota in un mare di pipì che si crede di essere in piscina.

hotmilk73

Sab, 03/08/2013 - 12:38

ma.non dovevano esserci le DIMISSIONI DI MASSA DEL PDL??!!??.....ahahah..i soliti PAGLIACCI LADRI...ahahahahahahh...i delinquenti,fuori dal patrlamento...ahahahhaah

pinux3

Sab, 03/08/2013 - 12:39

@Holmert...E dalli...Ancora con questi discorsi? B. si è messo in politica perchè SAPEVA BENISSIMO DI ESSERE INDAGATO e rischiava di finire in galera (oltre che di vedere le sue aziende fallire), lo ha dichiarato esplicitamente il "fido" Confalonieri...E' esattamente il contrario di come la raccontate voi...

Cosean

Sab, 03/08/2013 - 12:39

E' ora che si faccia la guerra civile! 10 milioni contro i restanti 30 milioni di elettori!

marco46

Sab, 03/08/2013 - 12:40

Non è che voglia di aprire dei GULAG per ospitare o meglio deportare tutti i votanti berlusconiani alla moda di Stalin di Lenin e company. Ne sarebbe capace visti i suoi trascorsi Komunisti.

agosvac

Sab, 03/08/2013 - 12:42

Egregia signora agrippina, lei sbaglia ,purtroppo, per mancanza di spirito di osservazione. Ma chi lo ha detto che berlusconi è politicamente finito? Anzi, al contrario, questa sentenza ingiusta che si deve sì accettare ma non rispettare, lo ha ancor di più rafforzato come leader del Cdx! E dire che in Italia c'è un esempio lampante di come un pregiudicato, condannato per omicidio plurimo, sia pure colposo ma sempre omicidio, può tranquillamente fare politica ed essere a capo di un movimento che raccoglie, finora, il 25% dei voti. Per quanto poi riguarda le eventuali dimissioni del Capo dello Stato, ve le potete sognare! Napolitano continuerà ad essere Presidente finchè ne avrà le forze, così come Berlusconi continuerà a fare politica non finchè glielo consentiranno perchè nessuno neanche i più beceri magistrati potranno impedirglierlo, ma finchè sentirà di poterlo fare e finchè lo vorrà fare e finchè avrà il sostegno di chi lo aveva votato e continuerà a votare non più per lui direttamente ma per la formazione politica da lui presieduta. La cosa è piuttosto semplice anche se alcuni stupidi sembrano non riuscire a capirlo!!!

nonmi2011

Sab, 03/08/2013 - 12:46

Chiunque mi conosca sa che sono un moderato. L'unica eccezione che mi consento è quella di considerare i bananas dei decerebrati assoluti (parlo dei bananas normali e non dei delinquenti e dei servi che rappresentano la spina dorsale del PDL) e complici inconsapevoli, nella loro ignoranza, di un delinquente. Però sono anche convinto che anche un bananas medio, con un po' di buona volontà, potrebbe finalmente capire chi sia silvio berlusconi e cosa sia la sentenza qui discussa, collegandosi qualche minuto al sito del Fatto Quotidiano. Troverete un intervento di Marco Travaglio, senza alcun dubbio il miglior giornalista italiano, che spiega pacatamente tutta la storia, partendo dalle 64 società create nei paradisi fiscali dal piccolo duce di Arcore. Ascoltate e capirete anche voi, forse e finalmente, in quale baratro di ignoranza vi abbia trascinato in questi ultimi 20 anni questo piccolo signore che da troppi anni fa i suo porci comodi grazie alla vostra ignoranza ed alla vostra stupidità. Fatelo, lo dico per voi.

Ritratto di libeccio

libeccio

Sab, 03/08/2013 - 12:47

@benita.Allora non l'hai ancora capito.Il tuo amato Silvio non potrà mai èiu' candidarsi a premier,non potrà mai piu' entrare in parlamento non potrà chiedere la grazia,perchè ha gia in corso altri processi.Insomma.......stia dietro e dorma.

Silver54

Sab, 03/08/2013 - 12:56

Purtroppo questo càpita a volersi fidare dei sinistri. Studiate la storia e vedrete che da quella parte, da sempre, sono professionisti della doppiezza: non c'è da fidarsi. Dicono una cosa ma pensano l'esatto contrario. Pensate che ci sia una riforma della giustizia ? Illusi !

benny.manocchia

Sab, 03/08/2013 - 13:17

Questo vecchio rimbambito continua a sfotterci.Ma non ha capito nulla.Il comunismo in Italia non attecchira' mai.MAI. un italiano in usa

benny.manocchia

Sab, 03/08/2013 - 13:17

Questo vecchio rimbambito continua a sfotterci.Ma non ha capito nulla.Il comunismo in Italia non attecchira' mai.MAI. un italiano in usa

Ritratto di ilsaturato

ilsaturato

Sab, 03/08/2013 - 13:22

No Letta, no Napolitano, no indecenti rossi! Prima di tutto è tardi per tentare di rimediare alla violenza premeditata applicata a tutti gli Italiani, in secondo luogo non ci cade più nessuno alla falsità, alla doppiezza, alla vigliaccheria che da decenni caratterizzano la vostra indecente, impresentabile e mortale politica che è da sempre imperniata sulla "pugnalata alle spalle" piuttosto che sullo scontro onesto a viso aperto e ad armi pari. E' ovvio che siate disposti, in questi momenti in cui "cominciate a farvela sotto", a promettere e simulare di fare qualsiasi cosa... ma la corda finalmente si è rotta. E non cullatevi nella convinzione che, male che vada, quella "roba" del M5S (se possibile, più indecente ma sicuramente più inutile di voi) correrà in vostro aiuto. Grillo e Casaleggio sanno bene che vorrebbe dire la fine del loro sordido e interessato (ai soldi) teatrino, ma dovranno fare i conti con i "cittadini" da sinistra extraparlamentare eversiva che ci hanno inoculato in Parlamento. Davanti al tergiversare dei due "guru di cartapesta", la maggior parte di questi semplicemente migreranno tra i banchi di Pd e Sel con tanti saluti alla lotta alla "casta". Ma alla demenza rossa non basterà neppure questo per salvarsi; sono così avvezzi a curare ognuno il proprio orticello (a spese e discapito degli Italiani, pensando "ma chissenefrega di quegli utili idioti là fuori!") di interessi, prebende, appropriazioni, spartizioni, che imploderanno in due secondi. Berlusconi non deve assolutamente umiliarsi (e umiliare tutti noi) elemosinando una grazia al più rappresentativo e longevo capo della violenza rossa. Egli resta sempre e comunque quello che nel '56 (mentre i carri armati macellavano gli Ungheresi che volevano riprendersi legittimamente la propria Patria) affermò che l'Unione Sovietica, sparando con i carri armati sulle folle inermi e facendo fucilare i rivoltosi di Budapest, avrebbe addirittura contribuito a rafforzare la "pace nel mondo". E' lo stesso "garante della stabilità" che in due secondi ha impallinato il Governo di centrodestra (mai sfiduciato) a Novembre 2011 e ci ha regalato quel virus mortale e paralizzante del governo Monti. L'offerta indecente è "fuori tempo massimo" e irricevibile. La riforma che hanno in mente loro, non solo prevede ovviamente tempi biblici, ma tenderà addirittura a blindare le armi della magistratura (sotto il controllo rosso) per eliminare i nemici particolarmente tenaci. No Letta, no Napolitano, no indecenti rossi... dovrete subire tutte le conseguenze della vostra violenta dittatura strisciante e il Popolo Italiano non deve cadere in nessun tranello se vuole liberarsi una volta per tutte da questi sadici secondini incapaci di provare qualsiasi forma di pietà verso le loro vittime. La stragrande maggioranza degli Italiani non è complice di questi mostri rossi e DEVE capire che: o disarmiamo adesso questa armata rossa dittatoriale, o non ci sarà una seconda occasione e chi sarà fortunato dovrà fuggire dall'Italia (per mai più tornare) e chi non potrà farlo... che Dio abbia pietà di lui!

AEDO

Sab, 03/08/2013 - 13:27

SINISTRI! Siete solo dei poveri cornuti cronici, pederasti conclamatii, sodomiti incorreggibili, negristi da strapazzo e traditori della patria. Prima o poi la vostra pacchia finirà! Si comincerà a mettervi in prigione, a farvi condannare per tutte le ruberie passate, e sarà solo l'inizio. Cosa avete portato all'Italia? Per prima cosa il tradimento per venderla ai Sovietici (Vedi pietro secchia e togliatti ecc.) , poi la corruzione e le bugie e menzogne continue, poi avete diffuso la pornografia, la droga coi vostri giovani tossicomani marci, il lazzaronismo dei vostri centri sociali, l'"amore libero" con le ammucchiate d'ogni tipo fra di voi sin dagli anni 60, la puttanaggine delle vostre donne ovunque e la felicità dei cornuti quali siete come mariti, gli incesti nelle famiglie e la libertà per tutti i delinquenti, la sporcizia nelle città e nelle strade, l'immigrazione più selvaggia e sbracata , la sodomia fatta legge e vita normale, la svendita della nazione a negri, cinesi, arabi, ed a chiunque pur di fare morire gli italiani,le vostre cooperative sempre fallimentari, il vostro odio per l'iniziativa privata, il vostro incitamento all'amoralità nelle scuole e ovunque, il materialismo più misero e rozzo, poi le porcherie nelle banche e le tasse ammazzatutto. Avete impoverito l'Italia derubandola in tutti i modi. Ricordatevi che il diavolo fa le pentole maa non i coperchi. Prima o poi dovrete rendere conto delle vostre azioni.

Ritratto di Chichi

Chichi

Sab, 03/08/2013 - 13:46

milo del monte (dei paschi di Siena?,) scusami, hai usato una parola non congrua: non “pregiudicato”, ma pregiudizialmente condannato. Sono sottigliezze inutili, lo so.

Ritratto di Chichi

Chichi

Sab, 03/08/2013 - 13:50

pitomaz, fosse una sentenza, sì. E' solo un colpo basso nella battaglia politica. La risposta onesta e: "NO"

J.J.R

Sab, 03/08/2013 - 13:51

ilsaturato...alla terza riga ho smesso di leggere il suo commento. Demenziale. E, mi lasci dire, logorroicamente noioso alla vista.

janry 45

Sab, 03/08/2013 - 13:55

I comunisti che scrivono spavaldi su questa pagina, devono sapere che se esistono ancora oggi i comunisti in Italia, è solo esclusivamente merito dei poteri finanziari e massonici mondiali e della sacra pantofola nostrana,che loro stupidamente ancora credono di combattere, ma di fatto sono i loro più umili e fedeli servitori.Pertanto invece di dimostrare tanta spavalderia e criticare e criminalizzare continuamente gli altri, dovrebbero farsi uno per uno una analisi introspettiva, così proverebbero quel minimo senso di vergogna che sicuramente li risveglierebbe dal loro sogno svanito.

Ritratto di stock47

stock47

Sab, 03/08/2013 - 14:00

Era da aspettarselo che Napolitano facesse il sordo, reazione tipicamente politica in cui si "accoltella" alle spalle la vittima e gli si piange davanti per gli occhi degli spettatori. Sarebbe meglio che si facesse come fu nel caso della sentenza di assoluzione per Priebke. L'allora Ministro della giustizia (Flick di sinistra), ANNULLO' LA SENTENZA di assoluzione rinviando al tribunale. Il Ministro attuale, che credo sia del PdL potrebbe fare altrettanto, ANNULLARE LA SENTENZA DI CONDANNA contro Berlusconi, ne ha il potere e i motivi ci sono ampiamente per farlo. Credo che un caso del genere si ebbe anche contro la condanna di Carlotto, nel caso in cui fu imputato ingiustamente di omicidio, nonostane la decisone della Cassazione il caso fu deciso d'essere rivisto tramite decisione del Ministro di giustizia di allora.

Ritratto di Chichi

Chichi

Sab, 03/08/2013 - 14:00

Memphis35, bel commento. Te lo ha scritto Epifani?

winston1968

Sab, 03/08/2013 - 14:13

caro berlusconi sei stato un fesso fino all'ultimo. ti sei fatto infinocchiare dal tuo amico letta ma dovevi fare la guerra molto tempo fa.

Ritratto di Chichi

Chichi

Sab, 03/08/2013 - 14:16

michele lascaro, Non tieni conto del “Re travicello”. Il nostro non sa galleggiare come lui, ma tramare sotto banco… Un comunista nato!

Ritratto di Carlo_Rovelli

Carlo_Rovelli

Sab, 03/08/2013 - 15:17

Speriamo che Re Giorgio I mantenga i suoi propositi, "no alla grazia al pregiudicato Berlusconi." Ha gia' altre condanne infamanti al primo grado e che sicuramente arriveranno al terzo grado di giudizio. Che senso ha graziarlo, come in ogni Paese che si rispetti abbia a questo punto il coraggio (e ne ha da vendere) di dimettersi da senatore, di uscire per sempre dalla scena politica. Ha gia' munto abbastanza le casse dello Stato con le sue leggi ad-aziendam, anzi le sue proprieta' andrebbero confiscate per il risanamento dei conti pubblici. Quanto alla riforma della giustizia, certo che dev'essere fatta, ma per migliorare la qualita' della vita degli Italiani e non per risolvere i problemi giudiziari del pregiudicato Berlusconi.

abocca55

Sab, 03/08/2013 - 15:25

Furbo re Giorgio. Coi tempi di questo Parlamento, che tanto piace all'anarchico comico, occorrerebbero vent'anni. L'anarchico, ex comico, ora fa piangere al posto di stimolare le risate, vorrebbe la distruzione totale del martoriato Paese e l'impero del caos.

cicero08

Sab, 03/08/2013 - 15:38

Pannella per il grave problema carcerario ha chiesto più volte l'amnistia ma il PDL ha sempre detto no. Ora accettino la ria sorte cercando di recuperare un minimo di dignità.

buri

Sab, 03/08/2013 - 15:58

insomma do ut des, state buoni e, parola mia cambiamo la giustizia, però sembrano dimenticarsi tutti del PD, quelli alzeranno il putiferio

INGVDI

Sab, 03/08/2013 - 16:10

Se la grazia è chiesta per provocare Napolitano e farlo uscire allo scoperto, ben venga la petizione. A questo punto, poichè si conosce già la risposta, Berlusconi dovrebbe dirci tutta la verità su Napolitano ed il golpe del 2011 oltre alle manovre successive. Coraggio Cavaliere! E' ora di scrivere in modo chiaro e a beneficio di tutti la storia dell'Italia di questi due ultimi anni.

ilbarzo

Sab, 03/08/2013 - 16:33

No alla grazia,sia alla riforma.Tu caro Napolitano quante volte sei stato graziato?Hai fatto pure qualche golpetto e non e' successo nulla.Evidentemente il popolo di centrodestra non e' come voi comunisti lo dipingete.Aveto tutto da imparare e nulla da impartire.

Ritratto di w la rivoluzione

w la rivoluzione

Sab, 03/08/2013 - 16:34

Purtroppo quello che ho sempre temuto si è avverato. il comunista del colle ha portato a termine il suo mandato (attraverso le toghe) il PDL ha fatto male a reintegrarlo perché ha dato mandato al comunista di farlo fuori. Non si può fidarsi di un uomo che ha fatto tutta la sua vita nel comunismo ed ora vuole dare il governo in Italia a Bersani & C. Rassegnamoci, in Italia finchè ci sarà il dittatore comunista (con le sue diplomazie), la destra non andrà mai al Governo.DOBBIAMO CONVINCERE IL popolo CHE se non si cambia ideologia saremo sempre peggio. CI VUOLE UNA RIVOLUZIONE REALE

Ritratto di ilsaturato

ilsaturato

Sab, 03/08/2013 - 17:05

x J.J.R. (Jerky JackAss of Rabbles) 13.51: Non ho mai ricevuto nessun commento che mi abbia fatto più piacere del suo. Grazie! Il fatto che abbia smesso di leggerlo dopo 3 righe e riesca a giudicarlo demenziale e "logorroicamente noioso alla vista" (perbacco, questa me la devo scrivere come massimo esempio del vuoto cosmico rosso) mi dimostra che ho scritto qualcosa di veramente valido. Giuro, non lo dico a nessuno che se l'è letto tutto ma non è riuscito a capire assolutamente niente; non è colpa sua, non ci si può affrancare da un'evoluzione guidata dalla dalla violenta stupidità coercitiva rossa, grazie alla quale anche un orango può guardarvi col sopracciglio sollevato e semplicemente ignorarvi per l'impossibilità di riuscire a dialogare anche solo a gesti con una razza talmente inferiore. Poveretto, mi dispiace per lei e i suoi simili... davvero! Attendo di leggere ancora qualcosa di così umoristico da lei o dai suoi simili. Non abbiate così paura di ciò che i vostri capi stanno provocando, da questa parte non c'è nessuno che si accanirebbe contro povere bestie indifese, come invece vigliaccamente fate e sognate di fare voi vigliaccamente tutti i giorni (comunque sempre prontissimi a cambiare casacca se si mette male).

Ritratto di ilsaturato

ilsaturato

Sab, 03/08/2013 - 18:27

Mi aspetto due immediate azioni del Presidente di (quasi) noi tutti. Una fortissima e sotterranea pressione sul M5S per garantirne l'appoggio a Letta in caso di crisi di governo e (in caso di accertata incapacità anche a questo da parte degli inutili e strillanti nel vuoto grillini) la presentazione delle dimissioni così da "congelare" la possibilità di tornare al voto per mesi... Ora la parola d'ordine è "Compagni! Prendere tempo in qualsiasi modo!!!". Vedrete cosa saranno capaci di tirare fuori dal cappello questi "sinderi democratici" pur di non prendersi rischi molto pericolosi... Come dite? E l'Italia? Cosa volete che importi dell'Italia a questi cacciatori di rendite e potere! L'importante è non farsi sfillare nessuno scranno da sotto le terga e gli Italiani.... zitti e che non si mettano in testa che l'Italia sia loro! Non è più loro da 70anni, non vorranno mica riaverla proprio adesso!!

Ritratto di ilsaturato

ilsaturato

Sab, 03/08/2013 - 18:28

x J.J.R. (Jerky JackAss of Rabbles) 13.51: Non ho mai ricevuto nessun commento che mi abbia fatto più piacere del suo. Grazie! Il fatto che abbia smesso di leggerlo dopo 3 righe e riesca a giudicarlo demenziale e "logorroicamente noioso alla vista" (perbacco, questa me la devo scrivere come massimo esempio del vuoto cosmico rosso) mi dimostra che ho scritto qualcosa di veramente valido. Giuro, non lo dico a nessuno che se l'è letto tutto ma non è riuscito a capire assolutamente niente; non è colpa sua, non ci si può affrancare da un'evoluzione guidata dalla dalla violenta stupidità coercitiva rossa, grazie alla quale anche un orango può guardarvi col sopracciglio sollevato e semplicemente ignorarvi per l'impossibilità di riuscire a dialogare anche solo a gesti con una razza talmente inferiore. Poveretto, mi dispiace per lei e i suoi simili... davvero! Attendo di leggere ancora qualcosa di così umoristico da lei o dai suoi simili. Non abbiate così paura di ciò che i vostri capi stanno provocando, da questa parte non c'è nessuno che si accanirebbe contro povere bestie indifese, come invece vigliaccamente fate e sognate di fare voi vigliaccamente tutti i giorni (comunque sempre prontissimi a cambiare casacca se si mette male).

angelo piras

Sab, 03/08/2013 - 18:40

No alla grazia, sì alla riforma della giustizia. Che bello! I truffatori comunisti festeggeranno con caviale, pizze e vodka.

Ritratto di sitten

sitten

Sab, 03/08/2013 - 18:50

Mi auguro che a destra lo si capisca, con i comunisti non può esserci ne dialogo e ne serietà. Napolitano è un esempio lampante!

Ritratto di ilsaturato

ilsaturato

Sab, 03/08/2013 - 18:52

Cara redazione, se però non mi permettete di replicare ai grugniti dei "minus habens" dovete smettere immediatamente di gridare contro i "rossi". Siete i primi voi a temerli e ad agevolarli! E' dalle 15,30 che invio (5 volte) la mia risposta allo stipendiato rosso (per venire qui a dire scemenze) di J.J.R. Per una volta che mi abbasso a rispondere a uno di questi poveretti, potreste anche pubblicarmi!

Ritratto di ilsaturato

ilsaturato

Sab, 03/08/2013 - 18:54

x J.J.R. (Jerky JackAss of Rabbles) 13.51: Non ho mai ricevuto nessun commento che mi abbia fatto più piacere del suo. Grazie! Il fatto che abbia smesso di leggerlo dopo 3 righe e riesca a giudicarlo demenziale e "logorroicamente noioso alla vista" (perbacco, questa me la devo scrivere come massimo esempio del vuoto cosmico rosso) mi dimostra che ho scritto qualcosa di veramente valido. Giuro, non lo dico a nessuno che se l'è letto tutto ma non è riuscito a capire assolutamente niente; non è colpa sua, non ci si può affrancare da un'evoluzione guidata dalla dalla violenta stupidità coercitiva rossa, grazie alla quale anche un orango può guardarvi col sopracciglio sollevato e semplicemente ignorarvi per l'impossibilità di riuscire a dialogare anche solo a gesti con una razza talmente inferiore. Poveretto, mi dispiace per lei e i suoi simili... davvero! Attendo di leggere ancora qualcosa di così umoristico da lei o dai suoi simili. Non abbiate così paura di ciò che i vostri capi stanno provocando, da questa parte non c'è nessuno che si accanirebbe contro povere bestie indifese, come invece vigliaccamente fate e sognate di fare voi vigliaccamente tutti i giorni (comunque sempre prontissimi a cambiare casacca se si mette male).

Azzurro Azzurro

Sab, 03/08/2013 - 19:39

Ah adesso letta offre la riforma della in-giustizia. Ma il suo partito pci-pd non ha sempre remato contro, dicendo che andava tutto benissimo? Adesso e' tardi letta te ne vai a casa.

Azzurro Azzurro

Sab, 03/08/2013 - 19:41

Ma che grazia, si ricorra alla Corte Europea per ribaltare questa sentenza vergognosa basata sull'odio politico e sui soliti teoremi senza prove

mbotawy'

Sab, 03/08/2013 - 19:56

Quale poteva essere la risposta del Napolitano, vecchio incallito comunista? A parte l'eta' senile, e' ben giusto rimuovere questo siper anziano, ed eleggere qualcosa di di valido e dignitoso.C'e' bisogno di una svolta immediata, e riportare il governo italiano ad un piano dignitoso.Siamo arrivati al punto di avere un ministro nero clandestino,pagato per italianizzare clandestini africani portatori,cosi' sperano,di voti ai social comunisti.Si tratta di milioni di sconosciuti indocumentati.

angelo piras

Dom, 04/08/2013 - 10:12

Demostene2010. Tu devi essere quel porco fottuto che su Libero si fa chiamare blu251, vero? Bene, passi che tu scarichi insulti su Berlusconi, passi anche che ti diverte chiamare noi della destra, bananas, però trovo indegna però un’altra cosa, e cioè: che tu sia venuto al mondo.

J.J.R

Lun, 05/08/2013 - 10:52

ilsaturato...la risposta è ancora peggio. Lei vede rosso ovunque come il suo capo. Si faccia curare.