Scelta civica non demorde: "Serve verifica di maggioranza"

Napolitano minimizza ma Scelta civica insiste nel chiedere una verifica

Mal di pancia nella maggioranza. A provocarlo è stato Mario Monti che ha chiesto a Letta un’accelerazione sulle riforme. Senza risposte, ha detto l'ex premier, Scelta Civica è pronta a uscire dalla maggioranza. Sulla polemica è intervenuto anche il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, che da Zagabria ha gettato acqua sul fuoco, dicendo che fatica "a prestare a Mario Monti un volto minaccioso". Poi il Capo dello Stato ha aggiunto che le parole del Professore, lungi dall’essere una minaccia, volevano essere "uno stimolo" nei confronti del governo.

Ma i capigruppo di Scelta civica alla Camera e al Senato, Lorenzo Dellai e Gianluca Susta, non desistono. In una lettera indirizzata a Letta puntualizzano le posizioni anticipate da Monti: "Proprio perché Scelta Civica, prima di altri, ha ritenuto che un momento di tregua nella contesa politica potesse recuperare l’indispensabile coesione per affrontare le grandi difficoltà che abbiamo ancora di fronte, e proprio perchè riteniamo che questo clima di collaborazione debba continuare in presenza di una frammentazione politica non superata, chiediamo di organizzare una serie d’incontri politici tra le forze parlamentari che sostengono il governo da te presieduto per precisare nei dettagli il patto di governo che ci lega in questa maggioranza".

"Siamo certi - puntualizzano Dellai e Susta - che l’alto profilo che hai voluto conferire a questo comune sforzo fin dalla sua presentazione alle Camere, seguendo anche le indicazioni del Capo dello Stato, che mantengono interamente la loro validità, debba essere il punto di riferimento per le prossime decisioni della maggioranza".
"Per questo - proseguono gli esponenti di Scelta Civica - confidiamo che vorrai accogliere questa nostra richiesta, che ha lo scopo - assicurano - di rafforzare e non certo di mettere in discussione il governo che anche Scelta Civica ha contribuito a far nascere".

Ribadendo "stima e rinnovata fiducia", Dellai e Susta dicono a Letta che "l’intensità del lavoro parlamentare che accompagna questa delicata stagione politica, richiede, a nostro avviso, una più puntuale definizione del programma di governo, sulla base delle indicazioni formulate al momento della presentazione dello stesso alla Camere".

"L’eccezionalità di questa maggioranza e la responsabilità dimostrata dalle principali forze politiche nei confronti del Paese, non possono - si sottolinea - essere vanificate nè da un protagonismo esasperato, generatore di continue e spesso inutili fibrillazioni, nè da un clima di campagna elettorale permanente che rischia di riportare velocemente a elezioni che, verosimilmente, riproporrebbero condizioni di difficile governabilità, a scapito, nuovamente, del Paese".

L'Udc polemizza con Scelta civica

"Sarò inguaribilmente affezionato alla vecchia politica - afferma il segretario dell’Udc, Lorenzo Cesa - ma se la nuova consiste nel chiedere vertici al presidente del Consiglio, che mi ricordano tanto quelli della Prima Repubblica, non so in cosa consista il cambiamento. La prima regola dovrebbe essere quella di coinvolgere i senatori e i deputati che non
possono apprendere dai giornali svolte politicamente così significative senza che i gruppi parlamentari ne abbiano mai discusso. Noi a fibrillare Letta non ci stiamo, perché significherebbe mettere ancora più in difficoltà il Paese". 
Anche Pier Ferdinando Casini  raccomanda massima prudenza: "Monti ha sperimentato sulla sua pelle quanto possono essere dannose le fibrillazioni in una maggioranza. Una forza politica - ha aggiunto l'esponente dell’Udc - deve esercitare la sua responsabilità come tutti siamo chiamati a fare".

E il Pdl non è da meno

"Aggiustando un po' il tiro rispetto alle dichiarazioni di Monti - afferma la deputata del Pdl Deborah Bergamini - i capigruppo di Scelta Civica, nella loro funzione di stimolo, chiedono sostanzialmente una più precisa indicazione del programma alla base della composita alleanza che guida il Paese, più chiarezza e più collegialità nelle decisioni. Insomma, esattamente ciò che abbiamo sostenuto noi quando, per aver chiesto il rispetto degli accordi su Iva e Imu, siamo stati accusati di fuoco amico e ci siamo sentiti definire da molti degli irresponsabili".

Vertice di maggioranza giovedì

Alla fine il vertice di maggioranza, chiesto a gran voce da Scelta civica, si terrà giovedì mattina a palazzo Chigi. Alla riunione parteciperanno il premier Enrico Letta, il vicepremier Angelino Alfano, il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Filippo Patroni Griffi e i capigruppo di maggioranza di Camera e Senato. Le convocazioni sono partite dal ministro per i Rapporti con il Parlamento Dario Franceschini e l’incontro è fissato per le 8.30.

 

Commenti
Ritratto di pipporm

pipporm

Lun, 01/07/2013 - 15:50

Napolitano li conosce tutti, uno a uno, e li tiene in scacco!!

Ritratto di michele lamacchia

michele lamacchia

Lun, 01/07/2013 - 15:54

Non sarà minaccioso, però ci prova. Io non fiderei, non dimentichiamoci di chi lo manda e comanda.

Ritratto di apasque

apasque

Lun, 01/07/2013 - 15:56

Con eleganza e signorilità: caro Monti, ma vada fuori dai cog.ioni. Ma non ha ancora capito con non la c.ga nessuno?

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Lun, 01/07/2013 - 15:58

Tentativo della Bergamini di acquisire l'UDC. Percentuale risibile di voti.

Ritratto di centocinque

centocinque

Lun, 01/07/2013 - 16:04

La Merkel ha sgridato il lacchè?

vince50

Lun, 01/07/2013 - 16:12

Se fossimo in uno stato serio e degno di rispetto,questo "signore"sarebbe già agli arresti da un bel pezzo.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Lun, 01/07/2013 - 16:22

Monti starà avvertendo che l'esazione dei balzelli va troppo a rilento...il premio a lui dedicato dalle lobbies è a rischio..

Ritratto di apasque

apasque

Lun, 01/07/2013 - 16:27

caro Monti, le do un'idea, provi a contattare il buon....Fini. Ha molta più sfacciataggine di lei. Ma quanto a facce di bronzo, toste, di cera, non so chi la vince. Forse, se vi metteste assieme un bel museo dell'orrore politico riuscireste a metterlo in piedi...

Ritratto di gianni1950

gianni1950

Lun, 01/07/2013 - 16:33

ma non doveva andarsene all'estero questo non emerito professore, perchè continua a rompere le scatole con 4 voti che i loro parenti gli hanno dato.

silvanociaranfi

Lun, 01/07/2013 - 16:38

Il Presidente Napolitano (chiedo scusa) commise l'errore di nominarlo senatore a vita. Ebbene,ora Monti comincia a fare il furbo, per cui il Presidente, lo dovrebbe immediatamente farlo decadere dalla sua carica istituzionale. Basta privilegi. Effettivamente Monti non é nessuno e la povera gente lo ricorderà, quale pessimmo premier e per aver affamato il suo popolo. Monti, vai a casa che hai rotto i pendenti. Cordialità

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Lun, 01/07/2013 - 16:40

@Memphis35 - Sono della sua stessa opinione.

il gotico

Lun, 01/07/2013 - 16:53

Ancora parla ? Ancora vuole tornare in pista ? E' già ai primi tre posti delle persone più odiate dagli italiani, dopo l'arbitro moreno e il disturbatore Paolini... ma con tutti i soldi che hai intascato sulla nostra pelle... lasciaci almeno qualche euro da non spendere in malox per sopportare il tuo fare arrogante... levati di torno una buona vlta come hai promesso... vattene !

unosolo

Lun, 01/07/2013 - 16:54

il capo lo ha fatto e sa che è ricattabile , non sono minacce ma vuole qualcosa , sapremo presto a cosa mira solo se il PDL esca dal governo altrimenti tutto fermo.

Ritratto di bobirons

bobirons

Lun, 01/07/2013 - 16:55

Il colle se la ride ? Ma, scusate, dove era l'aspirante zar quando questa suprema nullità venne fatto senatore a vita come contropartita per essere nominato presidente del consiglio ed eseguire pedissequamente gli ordini del suddetto cesare in sedicesimo e dei mandanti banchieri, politici, fratelli ed altri, tutti tesi a fare, e far fare, il loro interesse che, guarda caso, NON ERA quello dell'Italia. Più che ridersela, il vecchio del colle alto dovrebbe prendersi a schiaffi quando si guarda nello specchio.

curatola

Lun, 01/07/2013 - 17:03

siamo in piena repubblica presidenziale (terza) senza volerlo ammettere e ancor meno legalizzarlo con una riforma costituzionale: le solite soluzioni all'italiana.

curatola

Lun, 01/07/2013 - 17:03

siamo in piena repubblica presidenziale (terza) senza volerlo ammettere e ancor meno legalizzarlo con una riforma costituzionale: le solite soluzioni all'italiana.

Ritratto di Gorilla Gor

Gorilla Gor

Lun, 01/07/2013 - 17:10

Dal monte di Quirino si vedono i Monti...

wotan58

Lun, 01/07/2013 - 17:11

Certo che la Germania è incavolata. Il diktat che Monti aveva ricevuto da Frau Merkel era chiarissimo: tenere a posto i conti tagliando le spese inutili. Ma i tedeschi non avevano tenuto in considerazione il fattore k, ovvero la maggioranza che sosteneva Monti era komunista, quindi niente tagli alla spesa pubblica ma aumento delle tasse a beneficio della casta. Italia alla fame, consumi ed export tedesco a picco ed ecco che tornano alla carica. Ma sbagliano ancora una volta, la maggioranza è sempre quella komunista del 2012 e Monti conta zero.

apostata

Lun, 01/07/2013 - 18:03

marcello marchesi diceva: "anche le formiche nel loro piccolo s'incazzano". In quasto caso fanno finta d'incazzarsi.

Ritratto di apasque

apasque

Lun, 01/07/2013 - 18:03

Ma perché l'Italia deve essere governata da questi piccoli e miserabili esseri? Monti, per esempio, ha un nome sbagliato, si doveva chiamare che so: Callo, Porro, Escrescenza, Pisello. Sono coì piccoli che si divertono a pungere i piedi dei grossi......Così giusto per fare casino. Certo che è facile pensare che dietro ci sia la solita Merkel, dopoché Letta si è portato a casa due miliarduzzi per il lavoro.....

Ritratto di apasque

apasque

Lun, 01/07/2013 - 18:18

Ma perché l'Italia deve essere governata da questi piccoli e miserabili esseri? Monti, per esempio, ha un nome sbagliato, si doveva chiamare che so: Callo, Porro, Escrescenza, Pisello. Sono coì piccoli che si divertono a pungere i piedi dei grossi......Così giusto per fare casino. Certo che è facile pensare che dietro ci sia la solita Merkel, dopoché Letta si è portato a casa due miliarduzzi per il lavoro.....

Ritratto di il politicante..

il politicante..

Lun, 01/07/2013 - 18:28

solo in un paese di pulcinella è possibile per certi individui che tanti e tali danni hanno arrecato alla nazione di avere ancora voce in capitolo su qualsivoglia questione che vada oltre una riunione ordinaria di condominio

Maxforliberty

Lun, 01/07/2013 - 18:52

Monti? Mai fidarsi, mai. Se il PDL ci casca, Monti gli scava la fossa. Meglio Letta di Monti.

Maxforliberty

Lun, 01/07/2013 - 19:13

Monti, il soldatino del quarto reich spara colpi. Ha ricevuto una telefonata DALLA SUA PADRONA TEUTONICA????

Ritratto di MARINA58

MARINA58

Lun, 01/07/2013 - 19:16

@MEMPHIS35...è da tempo che vado dicendo, che questo Signore...scrive, cose realmente sensate e degne d'attenzione!! anche se ormai..."commentare" mi pesa e non poco...preferisco il cartaceo!! Un grazie come sempre...al "mio" IL GIORNALE!! BESO, BESO!!

coccolino

Lun, 01/07/2013 - 19:32

monti non è necessario al governo letta, se ne vada, dopo aver dato le dimissioni da senatore a vita, visti i danni che ha fatto all'Italia!

cicero08

Lun, 01/07/2013 - 19:37

Non mi sembra avesse voglia di ridere: ha solo detto che le parole del prof. MONTI VOLEVANO AVERE SOLO UNA FUNZIONE DI STIMOLO

Ritratto di limick

limick

Lun, 01/07/2013 - 20:08

Dopo avergli regalato la pensione da senatore a vita non mi meraviglia che lo soccorra ad ogni occasione, Monti e' il nulla piu' assoluto in formato sobrieta'. Napolitano e' manovrato dalla germania e a sprazzi esce a ripetere il compitino che gli fa la culona.