Luttwak: "Serve un governo che tagli le tasse"

La ricetta dell'esperto Usa stasera ospite di Rete4: "Bisogna liberare l'economia per ripartire. Monti? Una delusione"

Come viene vista l'Italia negli Usa?
«A Washington tutti si ricordano che l'Italia è fra i sette/otto principali Paesi del mondo. La buona gestione o la cattiva gestione dell'economia italiana ha un impatto globale. Non è la Grecia, non è la Spagna. Quando c'è un problema in Italia sono problemi globali».
Il Fondo monetario internazionale dice che forse c'è qualcosa di sbagliato nella politica che la Merkel sta imponendo all'Europa.
«Non è questione della Merkel. Da quando l'Italia è entrata nell'euro l'economia italiana ha cessato di crescere. La ragione è ovvia, perché l'export italiano è legato a una valuta molto costosa. Quando hai una valuta molto costosa devi essere molto produttivo. Se hai cose non riformate nel Paese: costi, notai, farmacisti, tassisti, tutti questi medievalismi, regole a non finire, tutti questi ostacoli al lavoro devi compensarli».
E la soluzione qual è? Uscire dall'euro ?
«L'Italia può essere benissimo nell'Euro. L'Italia potrebbe essere nel franco svizzero, dove vuole essere. Però bisogna fare le riforme commisurate. E l'enorme delusione di Mario Monti è questa: lui come tecnico arrivava lì in un momento di crisi. Poteva andare al Parlamento e dire: “Non ho ambizioni politiche. Domani voi in Parlamento mi abolite notai, farmacisti, tassisti, regole, tariffe e ostacoli, monopoli, orari e tutte queste regole medievali... O me ne vado a casa”. Invece di fare le riforme, lui ha aumentato le tasse. Tagliare la spesa pubblica era evidentemente impopolare, perciò ci voleva il tecnico... Mario Monti, l'uomo che non ha ambizione politica, che non sarà mai in politica, che doveva fare queste cose... E invece ha fatto il contrario per entrare in politica. Queste cose qui a Washington non sono dimenticate».
Non è forse che dobbiamo rinegoziare con la Merkel la linea di politica economica?
«Io credo che la cancelliera Merkel e il governo tedesco non hanno mai chiesto a nessun governo italiano di aumentare le tasse di un centesimo. Quello che hanno chiesto è di ridurre il deficit. E come si riduce il deficit? Tagliando la spesa pubblica. Guarda che in Italia il presidente della Provincia di Bolzano guadagna il doppio della Merkel, ci sono un numero di funzionari statali che guadagnano il doppio della Merkel e ce ne sono a centinaia».
Quindi qualsiasi governo in Italia dovrebbe affrontare questo tema: tagliare la spesa pubblica.
«Esatto. Se tagli la spesa pubblica hai poco impatto sull'occupazione, il lavoro e la vita economica del Paese. Se tu invece aumenti le tasse hai un impatto notevole. Quando sei già in recessione, quando l'economia globale sta già tentennando e tu aumenti le tasse allora butti giù l'economia e tu metti le famiglie a disagio, le famiglie spendono molto di meno. Quelli che vendono, vendono molto di meno. Chi produce, produce di meno. E questo è quello che è successo. E, nota bene, durante tutta questa crisi, non c'è stata nessuna riforma strutturale e, naturalmente, tutti i comportamenti fiscali hanno avuto l'effetto di tenere l'euro molto alto, quindi poco competitivo. L'esportatore italiano che vende in euro deve continuamente nuotare controcorrente. L'imprenditore italiano che guadagna trenta lire deve fare il doppio dello sforzo di un imprenditore tedesco che guadagna trenta lire».
Che speranza c'è per l'Italia?
«La speranza per l'Italia è che arrivi un governo che finalmente fa quello che ogni convegno, ogni conferenza, ogni studio ha stabilito già più di vent'anni fa e lo ripetono da vent'anni. Cioè bisogna liberalizzare l'economia italiana, bisogna svincolarla. Se tu hai un albergo a Roma e vuoi affittare una camera doppia deve avere esattamente 14 metri quadri, non 13,9 perché così decreta la Regione Lazio. Scusa se tu hai una piccola stanza e io sono poveraccio voglio affittare una piccola stanza la Regione Lazio si interpone. Questo è uno dei centomila regolamenti che ingessano l'economia italiana. Quindi svincolare l'economia è la cosa che si deve fare. Se arriva un governo e lo fa, già ci sarà una spinta. E due, naturalmente, tagliare la spesa pubblica e tagliare le tasse. L'Italia è fortunatissima, è l'unico Paese che io conosco che può tagliare la spesa pubblica senza ridurre né l'educazione, né la sicurezza, né la sanità, può farlo semplicemente togliendo questi eccessi governativi spaventosi».

Commenti

m.m.f

Mar, 19/02/2013 - 08:53

MONTI HA INSEGNATO ALLA BOCCINI FISCAL DRUG PER 50 ANNI E POI QUANDO HA DOVUTO APPLICARLO HA FATTO L'OPPOSTO ESATTO! ESSENDO L'ITALIA UN PAESE A SFONDO MAFIOSO,PROBABILE CHE MONTI SIA STATO OGGETTO DI RICATTI E PESANTI MINACCE. MA TUTTO QUESTO ORAMAI E' STORIA ,IL PAESE SI STA SPOPOLANDO E A BREVE FALLIRA' COL SUO DEBITO ISOLATO DAL MONDO.

Luigi Farinelli

Mar, 19/02/2013 - 08:57

E doveva scomodarsi Luttwak dagli USA per dirci questo? Riprendiamoci la nostra sovranità nazionale dall'Europa (è QUESTA Europa marcia che deve cambiare perchè è un obbrobrio economico, politico e in campo etico): i mercati non li ha eletti nessuno a nostri giudici, nè i "tecnici" massoni che dell'Italia vogliono lo sfascio economico per accaparrarsi a prezzi di saldo i gioielli delle nostre industrie affossandoci a suon di tasse per globalizzarci meglio. E basta con il massone in loden inviato dal Birdelberg per lavare il cervello della gente con panzane sui "baratri" economici e lo spauracchio degli "spread" e fare gli interessi degli speculatori e dei Paesi del nord. Che la BCE funzioni come sostegno o ritorniamo alle banche commerciali a sostegno della nostra produttività. Insomma, sta sempre più estendendosi la coscienza del fatto che ci stanno scippando della nostra indipendenza strozzandoci lentamente come con la garrota e che ci stiamo avviando all'estinzione del sistema Italia.

m.m.f

Mar, 19/02/2013 - 08:59

serve un governo di persone capaci . qui abbiamo solo persone incapaci . di dubbia etica e morale. persone che non hanno la minima cognizione di cosa vuol dire governare un paese guadagnarsi l'emolumento. ad oggi solo persone inutili cialtrone biechi personaggi tutti,che hanno distrutto un paese intero.

Ritratto di CaptainHaddock

CaptainHaddock

Mar, 19/02/2013 - 09:27

ma che novità...speriamo almeno che la sortita sia spontanea e non l'abbia partorita dopo un faticoso master a Chicago...

Ritratto di danie

danie

Mar, 19/02/2013 - 09:37

Non ci servono grandi uomini, ci servono uomini ONESTI! Confido nei nuovi volti del M5S

enzo1944

Mar, 19/02/2013 - 09:40

il monti,anche se appoggiato dai cardinali"massoni"Bagnasco e Bertone,è solo un servo stupido dei Poteri Forti(Banche USA,CEE)e dei Gruppi Finanziari/Industriali mondiali massonici(Trilaterale,Bilderberg,Aspen Institute)!!.....Da sempre è sui loro libri paga ed è per loro che lavora!...a lui dell'Italia e degli Italiani,NON IMPORTA NULLA!.....lui serve solo i Potentati e le sue AMICHE BANCHE(ultima in ordine di tempo,il MONTE DEI PASCHI DI SIENA)!!...Andrebbe processato per alto tradimento ed espulso per sempre dall'Italia!!

Duka

Mar, 19/02/2013 - 09:42

Tutto vero Luttwak ma ora i danni chi li ripara? e chi li paga? Noi cittadini italiani siamo stati imbrogliati o raggirati se si preferisce. Ci è stato presentato un gruppo di tecnici senza i quali saremmo finiti in chissà quale burrone. Ora nel burrone ci siamo ma grazie ai "TECNICI". Il presidente che cosa dice?

bastadestrasinistra

Mar, 19/02/2013 - 09:56

Monti non aveva nessuna possibilità di fare quel tipo di riforme dato che doveva mediare tutto con PDL, Pd e Lega. E non poteva semplicemente dire 'o fare ciò che chiedo o cade il governo' perché eravamo sull orlo del baratro e senza interventi rapidi saremmo falliti. A volte mi stupisco della finta ingenuità di certi commentatori. Il PDL ed il Pd non faranno mai le riforme necessarie perché sono esatta espressione delle caste. Come mai secondo voi il PDL non ha mai introdotto una patrimoniale? Perché negli anni di governo non sono stati aboliti i Monopoli quali energia, trasporti? Perché non sono stati riformati gli ordini professionali? Idem per gli anni di governo del Pd...

Ritratto di 02121940

02121940

Mar, 19/02/2013 - 10:22

Il vero problema è che per tagliare le tasse, come dice Luttwak, occorre prima tagliare le spese, mentre la casta padrona e la marea di accoliti non ne vogliono proprio sentir parlare.

cast49

Mar, 19/02/2013 - 10:37

m.m.f, le persone capaci ci sono, sicuramente non sono tantissime, l'importante è volere il bene dell'italia, e la persona che conosco e che voto è molto capace, ama l'italia, non fotte la gente...

buri

Mar, 19/02/2013 - 10:43

parole sante| ma saranno mai ascoltate? ci sarà mai un governo che avrà il coraggio di smantellare tutte quelle sovrastrutture medievali? ci sarà mai un opposizione ragionevole e responsabile disposta a non mobilitare la piazza per contrastare qualsiasi proposta legislativa? o anche indire un referendum per abrogare le leggi votate dal parlamento come si è già visto in passato? personalmente ho dei forti dubbi in merito, credo che sfortunatamente andremo avanti con una perpetua atmosfera di guerra civile

Oldserver

Mar, 19/02/2013 - 10:47

@cast49, ma voti per Zorro?

Ritratto di Cinghiale

Cinghiale

Mar, 19/02/2013 - 10:52

Se serve un governo che tagli le tasse, siamo già fregati prima di cominciare.

bastadestrasinistra

Mar, 19/02/2013 - 10:54

@cast49, immagino tu voti per berlu. se è così, secondo me sbagli nel dire che non f..e la gente. perchè parlare di condoni, per me che pago le tasse dal primo all'ultimo euro, e che rispetto le leggi italiane, significa essere fregato. quindi berlu vuole fregarmi. poi l'importante non è volere il bene dell'italia, perchè tutti vogliamo il bene dell'italia. l'importante è saper fare in politica per il bene della nazione e, finora, ne la destra ne la sinistra hanno dimostrato un gran chè. fra l'altro mi meraviglia tantissimo berlu che, nel privato, ha dimostrato di saper essere un grande imprenditore, ma in politica si è dimostrato totalmente incapace.

CiaoPepp

Mar, 19/02/2013 - 11:05

Con parole molto chiare Luttwak ha detto verità sacrosante, tra cui,tra le righe,quella che il bocconiano monti è un politico codardo e come esperto economico un millantatore.

cast49

Mar, 19/02/2013 - 11:17

bastadestrasinistra, non avevamo bisogno dei tecnici, il baratro non c'era, perchè il governo Berlusconi aveva già pensato a come evitare il baratro che non c'era; aveva fatto già tre manovre e portato in europa 265 miliardi e indicato quali sarebbero state le riforme; aveva anche preparato le risposte alla ue e le altre riforme. Quante riforme sono state boicottate dall'opposizione? Dovresti saperlo, invece di sparare nel mucchio. Pensi veramente che il pd poteva abolire i monopoli quali energia e trasporti? o riformare gli ordini professionali? Ora bersani vorrebbe tagliare il numero dei parlamentari: perchè col referendum glielo ha negato a Berlusconi? e che dire di tante riforme presentate da Berlusconi che sono state respinte sia dall'opposizione sia da altre istituzioni? per quale scopo? per sputtanare Berlusconi facendo credere che non aveva fatto niente. La sinistra che fa i referendum li fa per tornaconto, mai per interesse generale. Ha in mano tutte le istituzioni, scuola,università,inps, ecc...può mai abolirle?

Ritratto di gianni1950

gianni1950

Mar, 19/02/2013 - 11:18

Luttwak è un apersona seria e che capisce alla perfezioni le situazioni di ogni nazione. Ha ragione, Monti è stato un cane non un economista, di economia non ne sa nulla, quando uno vuole governare un paese distrutto economicamente e con il pil sotto lo zero da anni Mettere nuove tassse oltre essere un utopia è la distruzione del paese che non potr mai piu rissollevarsi. Se Monti non fosse sato schiavo dei poteri forti e della Merkel proveniente dalla Germania dell'Est, doveva capire che l'unica strada era il taglio delle tasse e liberare l'econolia per farla ripartire.La liquidita che Draghi gli ha dato oltre 130 miliardi( regalati alla Banche per affari loro) doveva metterla nelle mani delle piccole e medie imprese per fare ripartire l'economia con la produzione, evitare COSI IL FALLIMENTO DI CENTINAIA DI MIGLIAIA DI IMPRESE CHE HANNO DISTRUTTO L'iTALIA. mONTI OOLTRE UN MENTITORE è UN PORCO PERCHè SAPEVA CHE STAVA DISTRUGGENDO IL PAESE. ORA HA IL CORAGGIO DI CHIEDERE UN FACCIA A FACCIA A TRE, MA CHI SI METTE CON QUELLA LURIDA FACCIA A PALARE, non è una mammoletta, ma un distruttore malevolo scientemente di un paese.

gpl_srl@yahoo.it

Mar, 19/02/2013 - 11:27

si rende necessario un governo capace di azzerare le assurde decisioni ed ingerenze della signora merkel e del signor sarkozy nella politica italiana: tali decisioni hanno condizionato la vita politica italiana dal novembre del 2011 fino ad oggi e di fatto hanno determinato cinquecento mila disoccupati e la perdita di almeno 250 miliardi di euro: si impone oggi un processo che condanni l' europa e di fatto la germania e la francia a pagarci per quest perdite che non sono affatto giustificate dalla situazione economica dell' italia che il professorino ha preteso gestire da novembre 2011 ad oggi con metodi ingiustificati ed assurdi: chi rompe paga ed i cocci siano suoi

blues188

Mar, 19/02/2013 - 11:33

danie, ciò che lei dice è vero solo in parte. Onesti va benissimo ed è la condizione essenziale, ma ci vogliono anche uomini capaci (& onesti). Il problema è che qui in Italia gli onesti sono tutti a reddito inesistente e i capaci sono troppo rari. Ci vorrebbe un altro Olivetti, uomo anche superiore a Steve Jobs. Lei ne vede qualcuno in giro?

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Mar, 19/02/2013 - 11:38

Come facciamo a fidarci del PD che parte vincitore e arriva perdente? Come facciamo a fidarci di un partito che ha solo saputo dissipare, completamente, totalmente, irrimediabilmente l'eredità morale di Enrico Berlinguer? Aveva in mano un tesoro e lo ha massacrato. Ve la immaginate, questa grossa cavalletta, a gestire i vostri soldi? Contenti voi! (Dico i vostri, perché io di soldi, per fortuna, non ne ho.)

xawdoo

Mar, 19/02/2013 - 11:39

@danie saranno anche onesti ma secondo me non ci capiscono molto di economia, politica e compagnia bella...

blues188

Mar, 19/02/2013 - 11:39

02121940, concordo. Ma chi trova il coraggio di mandare a casa 50,000 forestali che non fanno altro che accendere i boschi? E chi manda a casa tutta la pletora di parassiti che lavorano sotto lo Stato? E un Napolitano che guadagna come e più dell'Aga Kan? Come vede ci dobbiamo tenere, per colpa del Sudde, tutto questo marciume di sfaticati che fuggono alla prima frase che comprenda la parola lavoro.

furetto78

Mar, 19/02/2013 - 11:55

Ancora taxi e farmacie? Luttwak commentava dai salotti televisivi della sinistra. Dice cose vecchie di cent'anni. La sola cosa giusta è che Monti è indecente. Ma lui lo ha sponsorizzato parecchio prima di criticarlo. Evidentemente non gli è piaciuto il fatto che il Professore non sia riuscito a distruggere completamente i ceti medi. Anche se li ha messi in ginocchio. Luttwak vai a casa !!!!!!

guidode.zolt

Mar, 19/02/2013 - 12:21

danie ..provenienti dai NO TAV e dai centri sociali..?

guidode.zolt

Mar, 19/02/2013 - 12:29

Reagan non ha graffiato la storia come attore, ma come Presidente ed economista sì ed ha visto e applicato tutto ciò ben prima di Luttwak..

Ritratto di pisistrato

pisistrato

Mar, 19/02/2013 - 12:31

@cast49 - vai a votare il Berlusca mi raccomando, se la pensione la percepirai in datteri da mangiare tanto potrai sempre incolpare i comunisti, il Bilderberg e le altre menate del repertorio...

wotan58

Mar, 19/02/2013 - 12:32

Luigi Farinelli, siamo noi che abbiamo voluto lo sfascio. Dobbiamo prendercela solo con noi stessi se perdiamo la nostra autonomia, esattamente come succede a qualsiasi persona che vive per anni al di sopra dei propri mezzi, accumula debiti e inevitabilmente finisce nelle mani degli strozzini, e siamo fortunati ad essere all'interno di un sistema, appunto l'Europa, che ha tutto l'interesse a non abbandonarci al nostro destino, altrimenti non ci avrebbe salvato nessuno dalla bancarotta se fossimo stati da soli. Luttwak ha ragione, ma la fa semplice. La sua ricetta è quella di un paese civile, con una classe politica adeguata, Ma l'anomalia italiana, rispetto ai paesi civili, è che la politica negli anni è diventata casta che mira esclusivamente alla gestione del potere da parte dei propri esponenti, e per di più manca completamente un'area liberale di destra, presente in tutti i paesi europei, che faccia da contraltare alla sinistra che sia in grado ed abbia la volontà di effettuare gli indispensabili tagli alla spesa pubblica che, invece, continua a galoppare da 30 anni.

Ritratto di Carlo_Rovelli

Carlo_Rovelli

Mar, 19/02/2013 - 13:20

Bravo Luttwak!, ma precisiamo: tagli alla spesa pubblica significa tagli agli stipendi e al numero dei funzionari addetti al governo ed amministrazione del Paese su tutte le scale. Dal Governo centrale alle piu' piccole amministrazioni comunali. Tutti si sono dati stipendi faraonici, come dice Luttwak, e sono un esercito (spesso di incompetenti). Questo va sotto il nome di clientelismo, partitocrazia, nepotismo ed e' un fenomeno da baraccone medievale che va avanti da decenni. Basta, ci vuole un Governo che fermi tutto cio'. Monti ha fatto esattamente il contrario, quindi se ne vada, scompaia invece di presentarsi vergognosamente alle elezioni. Non sa fare le riforme, cos'altro vuole? Invece di far uscire il Paese dal Medioevo lo terra' li' ancora per 5 anni per potersi godere il suo scranno e i suoi privilegi da senatore, premier, ministro e forse anche presidente. Se questo e' cio' che esce dalla Bocconi, CHIUDETE QUELLA MALEDETTA PARA-UNIVERSITA'! I suoi allievi sono in tutte le amministrazioni e non fanno altro che danni!

Ritratto di Carlo_Rovelli

Carlo_Rovelli

Mar, 19/02/2013 - 13:28

Ma possibile che solo in Italia ci voglia il notaio per il passaggio di proprieta' d'automobile? Solo per lasciare il doppio o triplo lavoro a dei privilegiati (i notai)? O che gli avvocati ti spillino 100, 200 Euro per dirti quello che puoi anche leggere tu sul Codice Civile, o Penale, o su Internet ... per 5 minuti di consulenza? O che ci voglia l'architetto per tirar su un muro in giardino? Muro che ti costruisci tu? Caste, caste e nient'altro che caste e privilegi, questo Paese e' fermo al Medioevo!

vince50_19

Mar, 19/02/2013 - 14:27

Luttwak: basta conoscere gli effetti deleteri della curva di Laffer. Monti fa finta di non saperne un bel niente - perfetto scolaretto in salsa teutonca, figurarsi se Giggi da Bettola & l'ometto delle puglie sono al corrente di cotante "intuizioni".. M.p.c.!!!

killkoms

Mar, 19/02/2013 - 14:51

@carlo rovelli,ma il bello è che non solo tocca pagare gli strapagati notai(che lavorano e incassano per conto dello stato!)ma nemmeno è sicuro quel che fanno!c'è gente che ha comprato ummobili,con rogito notarile,e stà in causa con lo stato per vizi di edicaficabilità ed altro!ma a che serve il notaio,allora?

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Mar, 19/02/2013 - 16:26

Se, L,Italia deve essere condotta bene, la prima cosa fa fare é la riforma della Giustizia, senza una Giustizia funzionante non ci sará mai il progresso del nostro Paese, Luttwak é quell,esperto che ha detto chi in America i Giudici E PM Italiani andrebbero in galera per 20 anni, se farebbero le porcherie che loro hanno fatto con Berlusconi, la chiave del benessere in Italia é in mano alla Giustizia, é la Giustizia che dá i permessi di fondare ditte e Imprese é che fá durare i Processi fino a 20 anni e passa!, la Germania ha una Giustizia che funziona molto bene é questo si vede da dove stá la Germania economicamente, senza questa riforma L,Italia non potrá mai migliorare!.

cast49

Mar, 19/02/2013 - 18:14

pisistrato, e tu vaffanculo, comunista di merda e coglione...rosica, stronzo

Fulvio Mase

Mar, 19/02/2013 - 19:06

Carlo Rovelli, sono anni che per comprare un auto non serve più il notaio, il mercato dell'auto è stato liberato da quel balzello medioevale, non te ne sei accorto? notai, farmacisti, commercialisti, avvocati, architetti, ingegneri ... aboliamoli tutti, teniamoci il pastore-stratega Luttwak e le sue mirabili teorie socio-economiche, vedrai che bel quadretto, tu ed il gregge dei lamentosi avrete finalmente fondate ragioni per lamentarvi

pajoe

Mar, 19/02/2013 - 21:45

Fulvio Mase,Luttwak,conosce bene il sistema socio economico Italiano, allude ai monopoli del petrolio , agli sprechi, agli ordini professionali che non esistono in nessun Paese del mondo, ai sindacati ed ai 12.000 politici da Nord a Sud che gestiscono, con poca parsimonia e forme clientelari le amministrazioni con stipendi favolosi, rispetto alle medie Occidentali.

fisis

Mar, 19/02/2013 - 23:21

Sono controcorrente, lo so. Ma lo diceva in qualche anche Benedetto Croce. In politica servono uomini capaci, prima che onesti. Chi si farebbe operare da un chirurgo incapace ma onestissimo? E' un concetto elementare, ma con il concorso del circo mediatico-giudiziario che mira a instaurare un regime di sinistra giacobino alla Ingroia, è stata propagata una tesi sbagliata.