La sfida milionaria fra i colossi dell'alta velocità

Il gruppo che ha sfidato le Fs si aspettava 1,5 milioni di passeggeri in più

diI l confronto tra Fs e Ntv appare un po' come quello tra Gulliver e un lillipuziano. Le Ferrovie guidate da Mauro Moretti sono un colosso da 72mila dipendenti, 6.300 milioni di ricavi e 2.300 locomotive; Nuovo Trasporto Viaggiatori (tra i cui soci Montezemolo, Della Valle e Punzo hanno il 35%, Intesa il 20% al pari delle Ferrovie francesi) ha poco più di mille lavoratori, nel 2012 ha fatturato 103 milioni e la sua flotta è di 25 treni. Ma la competizione tra le due società si svolge su un piano ben delimitato: i circa 700 chilometri di linea ad «alta velocità» tra Torino, Milano, Bologna, Roma e Salerno, a cui si aggiungono le tratte tradizionali da Milano e Bologna fino a Venezia a nord-est, e da Bologna ad Ancona sull'Adriatico, dove entrambe le società vendono il servizio (effettuato dagli stessi treni).
Su questo limitato bacino d'utenza l'Italia è l'unico Paese d'Europa dove una società privata (Ntv), nel 2006, ha deciso di venire a fare concorrenza alle Ferrovie pubbliche (Trenitalia) sul trasporto passeggeri a lunga percorrenza. La sfida è partita esattamente due anni fa. Con quali risultati?
Le differenze dimensionali restano importanti: i treni Frecciarossa sono 60, contro i 25 di Italo; i passeggeri trasportati da Trenitalia nel 2013 sono stati 27 milioni (che salgono a 42 milioni contando anche le Freccebianche) contro i 6,2 milioni che hanno scelto Italo, comunque in forte crescita (nei primi 8 mesi di attività del 2012 erano stati oltre 2 milioni). Dal lato della redditività, l'alta velocità è stato il settore che ha permesso a Moretti di portare le Fs all'utile: grazie al ricco traffico generato sulle tratte di cui sopra (a partire dal Milano-Roma, ormai considerato alla stregua dell'aereo), le Fs chiudono il 2013 con 450 milioni di profitti, in utile per il sesto anno consecutivo. Nel 2005, ultimo anno prima dell'arrivo di Moretti, le ferrovie bruciavano 2 miliardi di euro.
Non altrettanto sicuro è, almeno per ora, il successo di Ntv. La società sconta naturalmente la fase di avvio, con il forte peso degli investimenti da ammortizzare. Ma dopo aver perso 39 milioni nel 2011 e 77 nel 2012, ha dovuto rimandare di due anni la previsione del pareggio, originariamente previsto già in questo 2014, e ha appena siglato con i sindacati un contratto di solidarietà per i suoi dipendenti, che prevede una riduzione di 1,5 giorni di lavoro (e stipendio) al mese.
Nel 2013 Italo si aspettava 1,5 milioni di passeggeri in più. Ma la concorrenza si sta rivelando meno semplice del previsto: se Della Valle e Montezemolo puntavano, nel 2006, a un facile successo di un servizio da offrire alla fascia più alta dei consumatori/viaggiatori italiani sull'asse Milano-Roma, in realtà le cose sono più complesse e soprattutto non avevano fatto i conti con Moretti: le Fs del 2005 sembravano vicine al default, ma è stato proprio il nuovo ad a invertire la tendenza, scaricando sull'alta velocità una potenza di fuoco (in termini di numero di mezzi, frequenze e collegamenti) impressionante. Avendo, tra l'altro, dalla sua anche la leva del pedaggio che le Ferrovie, proprietarie della rete, chiedono a Ntv per correre sui suoi binari. Ora l'Antitrust ha appena imposto a Fs di abbassare quel «pedaggio» del 15%. Per Ntv vale qualche decina di milioni di costi in meno. Basterà?

Commenti
Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Lun, 24/03/2014 - 12:03

Montezemolo vuol fare come il pericoloso De Benedetti che finge di fare l'industriale, ma in pratica è un parassita. Infatti i treni sono niente in confronto agli impianti fissi: rotaie, linea aerea, impianti di sicurezza. Moretti avrebbe lo skill per governare l'Italia, naturalmente sotto Berlusconi Presidente della Repubblica.

giovanni PERINCIOLO

Lun, 24/03/2014 - 17:00

Caro scarparo, un vecchio detto recita che " la lingua batte là dove il dente duole" vero???

Cacciari_forpre...

Lun, 24/03/2014 - 17:02

...berlusconi presidente della repubblica....siiiii quella delle banane...a GIANFRA'...cambia pusher!!

Cacciari_forpre...

Lun, 24/03/2014 - 17:07

prima di attaccare Della Valle sciacquatevi le dita! Questo è uno dei pochi veri imprenditori che assegna l'1% degli utili per iniziative sociali. L'ultima l'ha fatta al suo paesello regalando nella sua vecchia scuola di infanzia un CAG centro di aggregazione giovanile per offrire ai ragazzi opportunità di svago culturale e sociale!!

elalca

Lun, 24/03/2014 - 17:24

#cacciarifor......: grottesco da parte sua difendere quel ciabattaro arrogante e presuntuoso che ha delocalizzato la produzione all'estero. quell'uno per cento che sbandiera urbi et orbi è solo carità pelosa. è solo un parvenu ignorante.

Boxster65

Lun, 24/03/2014 - 17:24

Direi che fino ad ora FS ha fatto concorrenza sleale anche a colpi di assurdi dispetti. Non dimentichiamo poi che quel fenomeno di Moretti gli utili li fa sì sull'alta velocità, però lo zoccolo duro gli proviene dai poveri pendolari sulla cui rete il "fenomeno" ha totalmente drenato risorse per convogliarlo sulla suddetta alta velocità. Provate a fare un passaggio in una qualsiasi stazione e date un occhio alla qualità dei treni pendolari che circolano. A parte lo stato di fatiscenza in cui versano, buona parte del suddetto materiale ferrabile è sicuramente pericoloso. A quando una bella strage con una nuova dichiarazione del fenomeno che dice "si è trattato di uno spiacevole episodio", così come fece in occasione della strage del treno merci di Viareggio??

vince50_19

Lun, 24/03/2014 - 17:45

Fossi al posto del delocalizzatore "cinese" Mr. Tod's, sarei un po' meno spregiudicato nell'aprir bocca in questa faccenda, sperando che l'amichetto Renzi gli dia una mano..

Mario-64

Lun, 24/03/2014 - 17:46

Pur non avendo grandi simpatie per Della Valle ,l'iniziativa NTV rimane lodevole ,direi rivoluzionaria in Europa. I prezzi dei treni veloci sono quasi dimezzati con la concorrenza e il servizio e' migliorato. Le FS hanno rifatto gli interni dei frecciarossa e quest'inverno debuttera' l'ETR1000 ,nuovo supertreno da 400 kmh. Tutto questo grazie ,appunto ,alla concorrenza. Credo pero' che i km fra Torino e Salerno siano piu' di mille ,non 700.

Ritratto di WjnnEx

WjnnEx

Lun, 24/03/2014 - 17:59

elalca se facessimo la gara dei parvenù cafoni ho una mezza idea sul vincitore... Cordiali saluti

elalca

Lun, 24/03/2014 - 18:36

#wjnnex: per me il premio dovrebbe essere assegnato a parimerito ad entrambi i contendenti. grotteschi entrambi

celuk

Lun, 24/03/2014 - 18:37

come ex ingegnere delle fs devo testimoniare a favore (mio malgrado visto che politicamente sono all'opposto)dell'ing. moretti: è entrato in fs con concorso pubblico da ingegnere, ha fatto tutta la carriera come ferroviere sul campo al Servizio Trazione e quindi conosce benissimo l'esercizio ferroviario (anche se con un aiutino dalla cgil come fondatore del sindacato dei funzionari cgil) Quale altro manager pubblico può dire altrettanto? la gran parte è stata catapultata ai vertici per appartenenza politica magari senza la minima esperienza del settore. Nonostante tutto i risultati fs sono migliorati con moretti ed la riprova è l'attacco di della valle in quanto una ferrovia statale funzionante ed efficiente non fa comodo alla sua società che stenta a raggiungere gli obbiettivi prefissati

Ritratto di Adriano Romaldi

Adriano Romaldi

Lun, 24/03/2014 - 18:48

Caro Gianfranco sono concorde con la tua posizione e mi compiaccio veramente che ci siano persone che ragionano; ancora. Shalom

pietrom

Lun, 24/03/2014 - 19:02

Hanno entrambi le loro ragioni. Moretti per l'ottimo lavoro svolto (purtroppo limitato all'alta velocita'). Ntv per il fatto che la rete dovrebbe essere a tutti gli effetti separata da Trenitalia, in modo che le due compagnie siano nelle stesse condizioni per quanto riguarda costi e disponibilita' della rete.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Lun, 24/03/2014 - 19:21

vogliamo Della Valle come presidente del Consiglio al posto dello sbarbatello toscano.

Ritratto di arcistufa

arcistufa

Lun, 24/03/2014 - 19:41

che persona squallida

frabelli1

Lun, 24/03/2014 - 21:30

Mi pare che in questo frangente i Della Valle abbiano un conflitto d'interessi nei treni. Ora che le FFSS vanno bene e loro meno, farebbe comodo che Moretti lasciasse per avere campo libero, vero?!

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mar, 25/03/2014 - 00:17

Le Ferrovie di Stato ostacolano l'alta velocità dei treni NTV. Perciò si tratta di una battaglia personale tra Della Valle e Moretti. CHI CI VA DI MEZZO SONO I PENDOLARI DELLE LINEE NORMALI LASCIATI A CONVIVERE CON PULCI, ZECCHE, RITARDI E SOVRAFFOLLAMENTI INACCETTABILI. Due boss di cui è difficile stabilire chi fa più schifo.

Luigi.Luciano.N...

Mar, 25/03/2014 - 07:29

Quando e' stata strombazzata a piena pagina la risposta di Moretti in merito al taglio dei stipendi e' facile immaginare il mio commento, come certamente quello di molti altri, oggi leggo sempre sul Giornale le condizioni in cui erano le ferrovie italiane quando le ha pese in mano e come sono ora; 850mila euro sono certamente una cifra enorme ma visti i risultati da lui ottenuti direi certamente meritati a pieno titolo, ci sono politici o manager pubblici che pur guadagnando meno anche se si riducesse loro lo stipendio del 90% sarebbe sempre sproporzionato in eccesso relativamente i risultati da loro ottenuti; sarebbe stato bello che almeno il Giornale quando ha pubblicato la reazione di Moretti pubblicasse in abbinamento l'articolo pubblicato oggi e penso anche che qualche scusa gliela si debba