La sfida di Renzi ai tecnici del Senato: "Se arrivano gli 80 euro, chiedano scusa"

L'ex sindaco va all'attaco del Movimento 5 Stelle: "Fino a ora i grillini non hanno fatto nulla"

S'infiamma la polemica sul Senato. Matteo Renzi, nel corso di un'intervista che andrà in onda questa sera a Virus su Raidue, torna sulla polemica con i tecnici di Palazzo Madama. Il premier, che già ieri sera ad Announo aveva detto di non fidarsi delle stime fatte sulle coperture, non lascia ma anzi raddoppia: "Se arrivano gli 80 euro in busta paga mi aspetto le scuse dei tecnici del Senato". Una frase che arriva dopodopo il battibecco a distanza tra il premier e il presidente del Senato che oggi ha liquidato le sue critiche come "falsità". Ma il Rottamatore non retrocede: "Non mi si dica che non ci sono coperture. Il presidente Grasso tende a difendere l’istituzione che presiede, lo comprendo, capisco il suo ruolo. Io non sto attaccando il Senato, dico che il Senato va superato, che il bicameralismo perfetto ha combinato danni all’Italia. Io sono per ridurre i posti e i costi dei politici, poi i manager, le strutture pubbliche, i sindacati, tutti devono fare un pò di lavoro di cinghia. Tanti mi dicono giusto, però inizia tu. Io inizio, dai politici. Io ho ridotto, dimezzato le spese di Palazzo Chigi".

Il presidente del Consiglio, rispondendo alle domande di Nicola Porro, è anche tornato a parlare dello scandalo tangenti che sta facendo traballare Expo 2015, esprimendo una posizione garantista nei confronti degli accusati. L'ex sindaco non ha risparmiato bordate al Movimento 5 Stelle e ai suoi deputati che "non hanno fatto nulla", mettendo anche le mani avanti sulle ormai vicinissime elezioni europee. Una consultazione, secondo Renzi, che non andrà letta come un referendum sui primi mesi del suo governo. "Mi sarebbe piaciuto che questo voto fosse stato un referendum sulle cose che ho fatto - ha spiegato il premier -. Ma non è un voto per dare una legittimità costituzionale. Non puoi pretendere di utilizzare la bacchetta magica, ma l’unica strada per l’Italia è cambiare radicalmente e lo sanno i cittadini di qualsiasi colore, anche quelli che non votano. Se c’è una possibilità di cambiare è legata al destino di questo governo. Altro che mediazione, si va dritti".

Commenti

scipione

Ven, 09/05/2014 - 19:38

" Se arrivano gli 80 euro, chidano scusa " .E Grasso si dimetta e vada via.

gibuizza

Ven, 09/05/2014 - 19:43

Va bene che chiedano scusa, però il debito deve rimanere quello al 31/12/2013 altrimenti sono capaci tutti a dare soldi aumentando di pari importo il debito.

michetta

Ven, 09/05/2014 - 19:48

A me, questa tigna, dimostrata da Renzi, piace! Deve mantenere la parola data a Berlusconi e Forza Italia! Deve rispondere a tutti gli Italiani, che desiderano ELIMINARE IN TOTO il Senato! Deve mantenere il principio per il quale si e' messo in mezzo al Governo diventandone il Presidente del Consiglio! Sono certo che chi dovra' avere i famosi 80 euro, li avra'! I soloni dell'onnipotente Grasso, se la prenderanno in quel posto! Ed attenzione, io con il Pd e con Renzi, non ho nulla di che spartire. Scommetto, che se ci fosse stato lui, al posto di Letta, le navi della Marina Militare, NON sarebbero mai andate a SALVARE chicchessia! Ed avremmo meno disgraziatissimi disgraziati nordafricani, che gozzovigliano e giocano solamente alle slot machines, foraggiati dalle nostre tasse, senza fare alcunche' d'altro in Italia! AUGURI ITALIA. FORZA ITALIA.

Ritratto di Vinciamo.NOI..

Vinciamo.NOI..

Ven, 09/05/2014 - 19:54

ATTENTI AI CIARLATANI, AI TRECCARTARI, AI VENDITORI DI PENTOLAME DIFETTATO ED OCCHIO AL PORTAFOGLI perchè per ogni euro che la CASTA LADRA VI DA CON UNA MANO VI PRENDERA' ALMENO IL TRIPLO CON L'ALTRA

sdicesare

Ven, 09/05/2014 - 20:15

"Il senato lo voglio cancellare", questa la cifra di questo ducetto. Lo dice uno che gli ha creduto, ma mi sono accordo che e' un colossale bluff in mano ai poteri forti. Nella frase parla in prima persona, se ne frega del suo partito, delle opposizioni, delle istituzioni (il senato esiste da 2000 anni), del popolo italiano. La sua e' una pseudo riforma fatta male, anzi malissimo. Molto meglio ridurre i parlamentari ad un terzo nelle due camere e suddividere le competenze.

bob82

Ven, 09/05/2014 - 20:16

l'importanza della scomparsa del senato è fondamentale visto che se Renzi riuscirà nell'intento avrà la strada spianata per eliminare l'esercito infinito di milioni di dipendenti pubblici parassiti che da decenni arraffano tutto ciò possibile dissanguando il paese, quindi radere al suolo tutto ciò che è inutile! questo è un obbiettivo strepitoso che Renzi non può mancare l'eliminazione totale dei parassiti!! almeno sapremo perchè la disoccupazione andra al 30%, mentre adesso i disoccupati sono quelli che hanno perso il lavoro a causa di chi appunto non fà nulla divorando le risorse del paese! per ciò che riguarda l'altro fenomeno Grasso che è stato scelto proprio per il suo cognome, la sua difesa della poltrona è di un patetico incredibile..come se lui avesse fatto qualcosa di utile per l'Italia!! l'unica cosa che vorrei sapere se veramente Renzi rimetterà il mandato se i tormentosi 80€ non arriveranno, ma non facciamo che arrivano 2/3 volte poi basta se no è uguale!!

magnum357

Ven, 09/05/2014 - 23:28

I grillini non hanno fatto niente ? strano, ma il Pd con Renzi, Letta e Monti hanno fatto un vero DISASTRO !!! a casa subito, ladri !!!

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Sab, 10/05/2014 - 07:48

A onore di Renzi va detto che non ha nominato nessun gruppo di cretini (pardon...saggi) a "menar" consigli, come era successo negli ultimi due governi. A chi glieli proponeva avrà sicuramente risposto: "Grazie, ma riesco a sbagliare da solo!"