Che strano, sul negazionista Odifreddi tutti gli Indignati Speciali stanno zitti...

Solo Twitter e pochi giornali si sono scandalizzati per le folli dichiarazioni dell'"intellettuale" di Repubblica

Piergiorgio Odifreddi

«Finché Odifreddi diceva fregnacce storiche su Gesù e la chiesa tutti ad applaudirlo come eroe della libertà e della verità»... È uno dei tweet girati ieri sul matematico Piergiorgio Odifreddi, che intervenendo il giorno prima sul proprio blog, su Repubblica.it, a proposito del caso Priebke, ha scritto che ciò che conosciamo sulle camere a gas è quello che ci ha fornito «il ministero della propaganda alleato nel dopoguerra», sfiorando così il negazionismo. Purtroppo però ieri solo Twitter e pochi giornali si sono scandalizzati per le folli dichiarazioni dell'«intellettuale» di Repubblica. E tutti gli Indignati Speciali che quotidianamente ci fanno la morale sulla grande stampa, stranamente, si sono occupati d'altro... Dov'erano ieri i Gramellini, i Severgnini, i Michele Serra, i Corrado Augias, sempre pronti a darci lezioni di correttezza politica, morale e intellettuale? Se l'affermazione di Odifreddi fosse uscita dalla penna di un giornalista o uno scrittore o un politico di «altra area», chissà cosa sarebbe successo... Però è uscita da un intellettuale di Repubblica, e se Repubblica non ha detto niente, forse significa che ha ragione. Le camere a gas sono un'opinione.

Commenti

profpietromelis...

Ven, 18/10/2013 - 09:32

pietromelis.blogspot.com lunedì 14 ottobre 2013 SONO UN DUBITAZIONISTA. ATTENDO ANCORA, NON DICO LA VERITA', MA LA RICERCA DELLA VERITA' LA CAGNARA INDECENTE DEI DISONESTI E/O IGNORANTI SU PRIEBKE mercoledì 16 ottobre 2013 QUESTA VOLTA SONO COSTRETTO AD ESSERE VOLGARE. MA CHE COSA ANCORA PRETENDONO QUESTI EBREI DELLE SINAGOGHE? ADESSO VOGLIONO IL REATO DI NEGAZIONISMO QUESTI INDUSTRIALI DELL'OLOCAUSTO

Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Ven, 18/10/2013 - 10:21

Buongiorno signori, che l'olocausto sia esistito non lo nega nessuno (solo un folle forse). Le modalità ed i numeri dell'olocausto sono invece ancora causa di dibattito. Come ha pubblicato un ebreo sul suo libro 'L'industria dell'olocausto' c'è molto da dubitare ancora sulla verità come ci viene proposta a scuola. Si sa che, ad esempio, che lo Zyklon B (prodotto dalla IG Farben) era un pesticida a base di cianuro e sembra servisse per la disinfestazione dei vestiti. Verità da accertare anche questa, ma sta di fatto che nel solo mese di Agosto 1943 ad Auschwitz morirono quasi 500 persone al giorno per TIFO (fate i vostri calcoli) che si sarebbero aggiunte alle 2000 che la storia ci impone di credere (pena la galera?) che sarebbero difficili da smaltire anche per forni crematori moderni. Ad Auschwitz avevano 15 forni crematori e ogni cadavere impiega oltre un'ora per incenerirsi. I conti semplicemente non tornano. Comunque sono molte le verità storiche che non ci dicono e, come sappiamo, la storia la scrive chi vince e non i vinti. Se aggiungiamo quanti media sono nelle mani di ebrei (soprattutto ad Hollywood dove i film sull'olocausto non si contano più) si fa presto a capire che quello che denuncia Norman G. Finkelstein sul suo libro (leggetelo!) fa più danno agli ebrei che altro e alla memoria dell'olocausto di coloro i quali vogliono vederci chiaro e chiedono di fare luce sui fatti a prescindere dalla propaganda impostaci fino ad ora.

Ritratto di GiovanniBagheria

GiovanniBagheria

Ven, 18/10/2013 - 11:14

Odifreddi imparerà a sue spese che negare l'esistenza di Dio porta fama e diritti d'autore, grazie alle lobby anticristiane, mentre toccare il dogma dell'olocausto può essere molto pesante: demonizzazione, perdita di cattedre, aggressioni, carcere, ecc. Cose già accadute ad intellettuali dissidenti dalla verità di Stato. Ringrazi Odifreddi che ancora non è stato introdotto il reato di negazionismo o revisionismo olocaustico. Il massacro è già iniziato. Oggi qualcuno sulle pagine di un grande quotidiano l'ha implicitamente chiamato "fascista" e sulle stesse posizioni di Casa Paund....

Riunificazione

Ven, 18/10/2013 - 12:04

In questi giorni abbiamo ripetuto piú volte in queste pagine e altrove la nostra solidarietá al soldato Priebke e al revisionismo storico. Ovviamente mi riferisco a quelli che la pensano come me. Una critica peró ai sedicenti uomini di Destra va fatta ugualmente. Molti di noi nei vari blog scrivono cose apprezzabili e coraggiose ma cio nonostante pochissimi di noi si sono presentati ai funerali del personaggio in questione. Mi chiedo dunque che razza di "camerati" siamo se prima lanciamo il sasso e poi nascondiamo la mano... Insomma l´italiano fa proprio ridere, da qualunque parte lo si vede.

Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Ven, 18/10/2013 - 12:12

Se viviamo in una società dove certe affermazioni portano al carcere (giuste o errate che siano) allora siamo già vittime di un terrorismo culturale ed un nazismo all'incontrario. Non si può essere tacciati per anti-semiti non appena uno si permette di muovere delle obiezioni o fare domande sulla 'verità ufficiale', soprattutto quando i conti non tornano e si fanno delle affermazioni che sfidano la logica del possibile. Se siamo arrivati a tanto, allora siamo vittime di una dittatura 'culturale' impostaci il che non è democratico né rispettoso dei diritti fondamentali dell'uomo ossia la libertà di opinione.