Stabilità, sindaci in rivolta: "Ora dimissioni di massa"

La Camera conferma le fiducie poste dal governo. Manifestazione dell'Anci contro l'esecutivo: "Siamo pronti a lasciare". Vertice con maroni, Bersani e Alfano

La manifestazione dell'Anci contro la legge di stabilità

Mentre la Camera conferma la fiducia al governo sui tre articoli della legge di stabilità, aumentano le barricate per fermare la legge di stabilità. I sindaci sono, infatti, pronti a dare le dimissioni in massa se la legge non verrà cambiata. Una delegazione dell’Associazione dei Comuni lo ha detto oggi al ministro dei Rapporti con il parlamento Piero Giarda, in un faccia a faccia alla Prefettura di Milano.

Secondo il presidente dell'Anci Graziano Delrio, Giarda avrebbe compreso la gravità della situazione. "Non era autorizzato a dare risposte - ha spiegato il sindaco di Reggio Emilia - ma noi gli abbiamo detto che se la legge di stabilità uscirà così com’è dal Senato siamo pronti a dare le dimissioni in massa". A questo punto il pressing dei sindaci si sposterà sui leader dei principali partiti che siedono in parlamento: "O ci danno risposte subito o si troveranno con un pezzo di Repubblica che non riesce a svolgere le proprie funzioni". Dopo la manifestazionee l’incontro con Piero Giarda, l'Anci ha voluto confrontarsi anche con il leader della Lega Roberto Maroni (oggi) e i segretari del Pdl Angelino Alfano e del Pd Pier Luigi Bersani (domani). "Crediamo - ha sottolineato il presidente Anci - che si debba render conto della gravità della situazione". L’ultimatum ha una scadenza precisa: "Il termine è la legge di stabilità". Se non ci saranno cambiamenti, una volta approvata, i sindaci sono appunto pronti a lasciare.

Commenti

GUIDO FABIO

Mer, 21/11/2012 - 14:33

e dai su fatelo per diana! Fate vedere chi siete! Io sono convinto che se pur approvata la legge voi non avete il coraggio di dimettermi! In caso contrario significherebbe che questo paese potrebbe cambiare davvero! Ne dubito!

Ritratto di uomoliana

uomoliana

Mer, 21/11/2012 - 14:33

Una cosa è chiedere ai comuni di tagliare gli sprechi , altro è tagliare scandalosamente i trasferimenti dello Stato di più del 60%!!!!

antiquark

Mer, 21/11/2012 - 14:53

Dai tutti dimissionari, sai quanto risparmiano le casse dei comuni? magari danno qualche posto letto in più negli ospedali

GUIDO FABIO

Mer, 21/11/2012 - 15:02

si è vero uomoliana! ma tu pensi che loro possano avere davvero il coraggio di dimettersi????

Acquila della notte

Mer, 21/11/2012 - 15:12

finalmente qualcuno protesta! ed alfano che prometteva battaglia dov'è?

idleproc

Mer, 21/11/2012 - 15:25

A pochi glie ne frega effettivamente dei cittadini. Il problema che hanno è che non riescono più a soddisfare le clientele e a dar cadreghe ai tirapiedi di partito. Mi dispiaci per i pochi buoni che ci sono e questo costituisce un immeritato insulto ma purtroppo tutto il sistema dal centro alla periferia è marcio. Talmente marcio sia nell'apparato burocratico che politico che diventa quasi impossibile fare dei distinguo selettivi. Come nella gestione economica si è mescolato il buono col putrefatto per garantire il putrefatto.

Ritratto di unLuca

unLuca

Mer, 21/11/2012 - 15:41

Non si dimetteranno mai, sono troppo affezionati alle loro poltrone.

Ritratto di scandalo

scandalo

Mer, 21/11/2012 - 16:04

CI SONO COMUNI E COMUNI QUELLI DEL NORD E QUELLI DEL SUD !! E' DI OGGI LA NOTIZIA CHE L'80% DEL DIPENDENTI DI MODICA , IN PROVINCIA DI TRIPOLI , SONO STATI RINVIATI A GIUDIZIO PER TRUFFA !! SI FACEVANO TIMBRARE I CARTELLINI , BEN 106 DIPENDENTI SU 126 !! ROBA DA GUINNESS DEL PRIMATO DI ASSENTEISMO DI MASSA !!

Ritratto di paola29yes

paola29yes

Mer, 21/11/2012 - 16:19

Tanto non si dimettono. I tagli li fanno sulla pelle dei cittadini, non certo sulla loro. Anzi hanno anche la scusa: la colpa è del (s)governo. Cmq. monti ha proprio la faccia come il .... ha tagliato a tutti, ma non a deputati e senatori o all'okkupante del colle.

linoalo1

Mer, 21/11/2012 - 17:01

Chissà che se ne vadano tutti!Ma perchè,fino ad ieri,non hanno mai protestato?Noi cittadini,non li abbiamo sempre ed abbondantemente foraggiati?Certo,si erano abituati troppo bene ed ora,che le vacche grasse sono dimagrite,vorrebbero tornare ai vecchi tempi,come se ,nel frattempo,non sia successo niente!Tutti a casa!Lino.

Ritratto di Limapapa02

Limapapa02

Mer, 21/11/2012 - 17:57

Se sono così uomini di parola, che si dimettano tutti, senza distinzione di partito: tutti! L'effetto sarebbe dirompente, ma per lo meno la parola tornerebbe agli elettori...e allora quanti sassolini dovuti a malagestione salterebbero fuori! CORAGGIO, oltre che alla fascia tricolore (usata solo quando devono fare gli arrabbiati) fate vedere che avete gli attributi, altrimenti zitti e LAVORARE! Qui prima si parla e poi, se c'è tempo, si fanno i fatti (quelli più semplici, ovvio!)

Gioortu

Mer, 21/11/2012 - 18:57

Non solo alle loro poltrone,ma anche ai loro stipendi.

sagittario47

Mer, 21/11/2012 - 19:01

Magari si dimettono tutti, forse avremo sindaci meno spreconi. Ma non si vergognano per niente? Poi come faranno a foraggiare gli amici e gli amici degli amici? Avete rotto tutti quanti.

FRANCO1

Mer, 21/11/2012 - 19:29

magari se ne andassero tutti a casa!!! non servono a niente ma purtroppo non succederà perchè hanno legami con le solite parapartecipate legate ai servizi che fanno soldi a palate sulla pelle dei cittadini senza se e senza ma.

MMARTILA

Mer, 21/11/2012 - 20:42

Splendido...meno sindaci meno ruberie! Speriamo bene.

ferna

Mer, 21/11/2012 - 21:24

anche loro fanno parte della Casta, quanti non sanno amministrare e sono in combutta con imprenditori, enti, società per appalti etc etc... non se ne può più.... Basta via tutti Regioni, Province, Comuni quante aliquote IRPEF dobbiamo pagare e quanti sprechi anche a livello locale...purtroppo abbiamo uno Stato inefficiente che dovrebbe accentrare e controllare anzichè delegare e duplicare consiglieri, giunte, assessori, impiegati altro che decentramento visto la scarsa capacità di tutti nell'amministrare, anche a livello locale....

Ritratto di pacioccone

pacioccone

Mer, 21/11/2012 - 21:52

magari lo facessero,ma non in massa lo faranno, i cojoncini di sinistra alla cadrega ci tengono

dare 54

Mer, 21/11/2012 - 23:23

Perchè quelle fasce tricolori? Rappresentano forse lo Stato?

Ritratto di giorgio.peire

giorgio.peire

Gio, 22/11/2012 - 05:31

FUSSE CHE FUSSE LA VOLTA BUONA (DICEVA IL GRANDE MANFREDI) POI COSA FATE? VI RICANDIDATE???

Claudio53

Gio, 22/11/2012 - 07:55

Scusate : ma restano senza stipendio se danno le dimissioni ? Magari così calano le tasse e diventiamo più competitivi. Io non vedo l'utilità di questa gente che non fa nulla per il paase e pagata profumatamente. Dai fate un bel gesto : dimettetevi !!!