Tabaccai in rivolta:"La Rai vuole il canoneper i monitor del Lotto"

La categoria si trova a pagare il balzello per un apparecchio non dedicato alla ricezione di canali televisivi e soprattutto non di proprietà. La Fit: "Basta un monitor abilitato a ricevere il segnale per far scattare l'imposizione del pagamento"

La spada di Damocle del canone speciale Rai (quello per gli esercizi commerciali) pende sulla testa dei tabaccai. Anzi, più che pendere, si abbatte proprio sui portafogli degli esercenti. Da più di un anno.

Il che non sarebbe una novità, visto che il balzello deve essere pagato da "chiunque detenga uno o più apparecchi atti o adattabili alla ricezione dei programmi televisivi".

Il punto però è un altro. E riguarda i monitor utilizzati dalle società concessionarie dei giochi nazionali per promuovere e raccogliere i giochi, peraltro dello Stato. Un monitor su tutti: quello del 10 e Lotto. 

Quando, più di un anno fa appunto, nelle ricevitorie sono stati installati i monitor per il nuovo gioco, Assotabaccai aveva chiesto a Lottomatica e AAMS di incontrare il Ministero competente per avere delucidazioni in merito all'esigibilità del canone RAI.

Da quel momento, poco è cambiato. Se non che alcuni ispettori hanno fatto visita a diverse tabaccherie, notificando il mancato versamento del canone per tali apparecchi, e che all'interno della manovra predisposta dal governo Monti si prevede l'obbligo per le imprese di indicare in fase di dichiarazione dei redditi il numero di abbonamento speciale.

Le lamentele della categoria hanno cominciato a farsi sentire già a quel tempo ed erano incentrate sulla richiesta di esonerare questi strumenti di lavoro dall’obbligo di pagamento del canone.

La situazione è a dir poco paradossale: i tabaccai si trovano a dover pagare un balzello per un apparecchio non dedicato alla ricezione di canali televisivi e soprattutto non di proprietà, ma in comodato d'uso e in concessione dalla Lottomatica e col fine di promuovere un nuovo gioco dello Stato.

"Noi ricevitori non possiamo rifiutare l'installazione delle stesse e oltre tutto non sono collegate a nessuna antenna, ma il funzionario ci ha detto che basta collegare un decoder e diventerebbe una tv, quindi deve pagare il canone", è una delle lamentele più ricorrenti espresse dai tabaccai. 

Insomma, anche volendo, i tabaccai potrebbero far poco, dal momento che sono obbligati contrattualmente ad avere il video per svolgere il servizio.

Entrando più nel dettaglio, dalla Fit (Federazione Italiana Tabaccai) ci spiegano che il problema riguarda i monitor da 22", dotati di ricezione del segnale audiovisivo, anche se privi di antenna. "Secondo alcune interpretazioni, solo il fatto che lo schermo sia abilitato a ricevere il segnale fa sì che scatti l'imposizione del balzello", dicono dalla Fit, aggiungendo che comunque "anche se non è giusto, noi consigliamo di pagare, perché fare ricorso è complicato".

Per il direttore nazionale di Assotabaccai, Flavio Romeli, in tempi di crisi, pagare circa 200 euro di canone è un problema sentito dalla categoria.

"Dopo vari incontri con Lottomatica, Agenzia delle Entrate e Monopoli di Stato, siamo in attesa di capire come si possa risolvere la situazione. Noi chiediamo almeno a Lottomatica di intervenire, contribuendo al pagamento del Canone", spiega Romeli.

Sul tema, qualche settimana fa, è intervenuto il deputato del Pdl Bruno Murgia che ha invitato "una volta per tutte a fare chiarezza sulle fattispecie tassabili e su quelle esenti, come ho spiegato nella relazione di una mia proposta di legge per limitare il pagamento del canone ai soli possessori di tv e radio, il legislatore del 1938 non poteva conoscere le evoluzioni della tecnica. Il regio decreto è datato e bisognoso di un correttivo. Senza una decisa riforma della normativa continueremo a brancolare nella più totale incertezza. Cercare di fare cassa sulle spalle dei commercianti non è responsabile. Mi auguro che l'azienda di viale Mazzini ed il ministero dello Sviluppo economico chiariscano immediatamente la loro posizione".

Insomma, se per quest'anno la Rai e l'Agenzia delle Entrate non hanno preteso il pagamento dai proprietari di computer e tablet, fancedo retromarcia dopo le furiose polemiche scatenatesi, la sorte dei tabaccai ancora non è segnata. Ma sicuramente è in attesa. Nel frattempo, gli esercenti continuano a pagare. Anche quelli che posseggono solo un monitor che visualizza i numeri del 10 e lotto.

Commenti

motomec74

Mar, 05/06/2012 - 13:17

si si, certo. questo deve essere il problema principale che abbiamo in italia,già dimenticato il terremoto? e mario monti non ne parliamo più? scarsi veramente scarsi....

simonetta della...

Mar, 05/06/2012 - 14:00

motomec74 di terremoto si parla, si scrive e soprattutto si agisce. Mario monti si dice di tutto e di più.......Perchè lei ha da scuotere il capino ed il ditino su questo articolo? Non è forse importante far sapere l'ennesima vessazione? Ma mi faccia il piacere, vorrei vedere se non si in.........be anche lei se dovesse pagare un canone sul pc e o tablet.

ilPavo

Mar, 05/06/2012 - 14:41

Siamo tutti in rivolta per il canone RAI... nessuno vuole pagare per la pessima qualità del prodotto televisivo offerto e per gli sperperi ben noti, come il compenso di Celentano per Sanremo. E' ora di privatizzare anche questa sanguisuga in modo che una sana politica aziendale ne snellisca drasticamente il personale e riproponga contenuti degni di nota. Negli anni è diventata peggio dei canali Mediaset e poi la spacciano per servizio pubblico. Ma va......

oranjeboven

Mar, 05/06/2012 - 14:44

Per quanto di mia conoscenza, tutti gli uffici/negozi/ officine ecc. che dispongono di un PC devono pagare una tasse. La RAI non c'entra nulla. E solo un'altra idea venuta al governo x spillarci dei soldini.

contro-corrente

Mar, 05/06/2012 - 14:48

Tabaccai in rivolta... ma la stessa categoria che dichiara un reddito medio di 17,560 € annui? Pagare.

gpl_srl@yahoo.it

Mar, 05/06/2012 - 14:56

il canone rai è un vero e proprio abuso tendente a alimentare un sistema perverso di nominme politiche ai vertici di un sistema di informazione sempre di parte: migliaia di giornalisti spesso incapaci in trasmissioni dove soldi pubblici vengono utilizzati per sc opi politici solo di parte:

gpl_srl@yahoo.it

Mar, 05/06/2012 - 14:52

povero monti: non sa piu dove arraffare ed annaspa oramai senza appigli: l' unco salvagente sarebbero le dimissioni ma ha troppo poco buon senso per darle : dall' ottavo piano della sua piccola torre di babele, rimasto quasi solo con la sua grande sorella, non si accorge nemmeno che sotto di lui tutto crolla con gente che non lo capisce più: sa oramai che di lui si dirà in futuro, purtroppo, solo la verità e cio gli annebbia ancor più la vista: La verità fa male , molto male e lui , solo oggi, vede il disastro alle sue spalle con scritte su tutti i muri d' italia : piu di lui poterono solo i terremoti

pietrom

Mar, 05/06/2012 - 15:06

Bella la foto: "Rai Way". Visto che siamo in Italia, siete pregati di scrivere "Rai Via". E visto il rapporto qualita'/prezzo del servizio offerto, ci starebbe meglio "Via Rai". Vogliamo che la RAI diventi una pay TV.

Kirch

Mar, 05/06/2012 - 15:07

Rendere a LOTTOMATICA gli apparecchi e disdire il contratto per i giochi.Se migliaia di esercenti lo faranno vedrete che subito trovano la soluzione.

Ritratto di fritz1996

fritz1996

Mar, 05/06/2012 - 15:24

#5 contro-corrente (350) Se i tabaccai sono evasori, certo che devono pagare, ma le tasse evase, non un ridicolo balzello che serve a mantenere un esercito di parassiti. Ci arrivi? Aggiungo che il suddetto balzello è regolato da un decreto ministeriale del 1938: trattandosi, quindi, di una normativa di origine amministrativa, non c'è nessun bisogno di una legge per modificarla e/o chiarirla, basta un altro decreto del ministero competente. Se finora nessun governo, di destra, di sinistra o tecnico, si è degnato di agire in questo senso, è perché a nessuno conveniva farlo: tutti, in altre parole, avevano i loro parassiti da piazzare e da mantenere.

vince50_19

Mar, 05/06/2012 - 15:25

Il monitor è stato imposto per via delle estreazioni ogni 5 minuti, se non sbaglio. Da qui a imporre un canone mi pare proprio un'assurdità. Basta mettere dei siglli e il problema lo si risolve facilmente. Oramai sti strozzini sono alla frutta, mentre le società con reddito da capitale et similia continuano tranquillamente ad evadere. Ovviamente le legalizzate (che non pagano l'Imu ad es.) dallo stato come le fondazioni bancarie, se ne fottono altissimamente: hanno il loro "padrino" nel posto di comando..

Ritratto di Gian Lore

Gian Lore

Mar, 05/06/2012 - 15:37

Anche se pagano UN canone Rai non moriranno certo di fame. Vale per il canone che non pagano a casa

Ritratto di unLuca

unLuca

Mar, 05/06/2012 - 15:38

Scandaloso, ridicolo, assurdo, vessatorio, iniquo, ingiusto, inutile, parassitario, oppressivo, anacronistico, medioevale, odioso, ingiustificato, vergognoso, carissimo, stupido, retrogrado, superato .............. indovinate a cosa mi riferisco ............

Ritratto di ramon

ramon

Mar, 05/06/2012 - 15:46

Governanti pazzi e scatenati. La misura è colma. sguinzagliate tasse senza nessuna percezione del mondo che vi gira intorno mentre le vostre fosse comuni ormai sono pronte. Oltretutto la Rai, forse molti non sanno, che da quando è sul digitale terrestre il 30% della popolazione non riesce a vederla per carenza di segnale. Senza considerare che lo spot, PROCURATI UN DECODER O UN TELEVISORE ADEGUATO, non te lo ha regalato nessuno antennista compreso. Già il canone è tra le tasse più odiose in relazione alle migliaia di offerte gratis che il mercato ti offre, ma pagare il conto senza avere un servizio è addirittura un estorsione di stampo mafioso.

Ritratto di thewall

thewall

Mar, 05/06/2012 - 15:52

Il canone RAI è illegale perchè è obbligatorio anche se non guardo la RAI. Già 6 mesi fa sono stati spesi migliaia di euro a inviare lettere per il canone RAI sui PC, soldi buttati via visto che 2 settimane dopo il governo ha fatto subito retromarcia. Quando chi ha preso queste decisioni risarcirà il danno i tabaccai pagheranno.

Ritratto di mistereaster

mistereaster

Mar, 05/06/2012 - 16:03

lo paghi la lottomatica e chi altri???? siamo impazziti... sti koglionissimi una al giorno se ne inventano

Ritratto di norman55

norman55

Mar, 05/06/2012 - 16:10

Porto la mia testimonianza riguardo questo balzello. Avevo pensato, un anno fa, di mettere un monitor in vetrina per illustrare alcune cose riguardanti la mia attività, così da attrarre le persone che passano sotto il portico su cui si affaccia il mio studio. Avrei collegato il monitor ad un lettore dvd dove avevo memorizzato una serie di filmatini fai da te molto attraenti e spiritosi, concernenti la mia attività. La notizia dei 200 euro richiesti per pagare il canone mi ha fatto cambiare idea e ho stoppato il tutto. Chi ci ha guadagnato ? Nessuno. Dovrò rinunciare a qualche cliente che, sicuramente, sarebbe entrato a chiedermi informazioni,la mia attività produrrà di meno, gireranno meno soldi e lo Stato incasserà meno tasse.Moltiplicate per le migliaia e migliaia di imprenditori e liberi professionisti che ci sono in Italia,cui si dovrebbe lasciare la briglia sciolta per lascia loro fare ciò che sanno far meglio(ossia produrre e vendere) e saprete il perchè l'economia va a ******e.

THINKDIFFERENT

Mar, 05/06/2012 - 16:07

..siamo noi cittadini che dovremmo rivoltarci contro i tabaccai, titolari di una licenza illegittima da ex-URSS. E le tanto decantate liberalizzazioni?! Pertanto i tabaccai dovrebbe soltanto TACERE. Muti.

pasqual0ne

Mar, 05/06/2012 - 16:14

#7 gpl_srl@yahoo.it (719) Piuttosto direi che più di lui poterono solo i governi che lo precedettero

nevenko

Mar, 05/06/2012 - 16:26

La RAI rimane uno dei grandi misteri italiani.Di questo,presumo costoso baraccone,non si sà nulla.Quante persone dipendenti ci sono?Che mansioni hanno?Che stipendi percepiscono?L'unica cosa certa è che esigono un canone che una buona parte dei cittadini non paga(vedi il sud).

Ritratto di 02121940

02121940

Mar, 05/06/2012 - 16:34

Certo che i tabaccai debbono pagare la RAI. Tutti debbono pagare la RAI, anche i terremotati emiliani, se hanno una casa mezza diroccata ma con un televisore dentro, a gennaio dovranno pagare il pizzo alla Rai, altrimenti come faranno quei signori a pagare ed a pagarsi i loro compensi milionari, magari per l’inguine tatuato di Belen?

Ritratto di 02121940

02121940

Mar, 05/06/2012 - 16:38

#13 unLuca. aggiungo: sciocco e penoso. Cordialità

grandeoceano

Mar, 05/06/2012 - 16:35

Io mi sono visto recapitare il pagamento del canone Rai nel mio negozio che è una Sanitaria Ortopedia. Televisori neanche uno. La radio l'ho tolta. Cosa diavolo volete? E' finita la trippa...

paci.augusto

Mar, 05/06/2012 - 16:46

Un'altra delle più vergognose prepotenze di questo Stato e di questo governicchio di disonesti! Pretendere il pesante balzello del canone RAI, senza ricevere alcun programma ma semplicemente perché, come dice il disonesto funzionario ' basta collegare un monitor e si può ricevere ' è veramente il massimo dell'assurdità! Allora, basta acquistare un televisore o anche farselo prestare e chiunque, in questa ipostesi, diventa un potenziale abbonato e alloora tassiamo tutta l'Italia ! E la mummia del Presidente, cosa aspetta a dire qualcosa di elementare, logico e giusto? Se i tabaccai non hanno impianti con i quali ricevono trasmissioni televisive, come tutti, NON DEVONO PAGARE ALCUN CANONE! In casi assurdi come questo, il canone diventa un pizzo mafioso! Spiegatemi che differenza c'è! Almeno, la richiesta di pizzo può essere denunciata alle autorità mentre in questo caso sono i tabaccai che vengono denunciati dalle autorità mafiose!

Ritratto di Situation

Situation

Mar, 05/06/2012 - 16:53

per quanto sia davvero una cosa ingiusta e ripugnante (come i programmi RAI), il cosiddetto CANONE RAI non è un canone ma una Tassa di possesso di un apparecchio atto a trasmettere anche la RAI indipendentemente che sia connesso all'antenna o meno. Purtroppo è così. Chi non paga è ritenuto evasore fiscale a tutti gli effetti

Ritratto di marco piccardi

marco piccardi

Mar, 05/06/2012 - 17:18

sembra che in ambito radiofonico, RTL102.5 sia la radio piu' ascoltata in Italia con piu' di 6 milioni di ascoltatori. Gratis.

nevenko

Mar, 05/06/2012 - 17:20

La RAI sembra,sottolineo sembra,una cosca inacessibile.Impressionante.

Tany

Mar, 05/06/2012 - 17:32

Proporrei di sopprimere l'inutile, prepotente e vergognoso canone Rai e di versare la medesima quota (112 euro annui) in un fondo ad uso delle popolazioni colpite da catastrofi naturali (terremoti, alluvioni etc.). Il fondo andrebbe però gestito da cittadini "semplici" e sottratto alle mani avide dei politici.

xawdoo

Mar, 05/06/2012 - 17:37

io ho un negozio di videogiochi e console e poiche' ho un monitor/tv per mostrare a rotazione le console accese devo pagare la rai... non e' che guardo la televisione, cosi' come pago io paghino anche i tabbaccai.

CONDOR

Mar, 05/06/2012 - 17:29

Gente Qui Non Si Arriva A Fine Anno. Altro Che Canone, Questi Debosciati Ci Faranno Fallire Prima!

obbiettivo

Mar, 05/06/2012 - 17:56

La RAI invece di cercare soldi in maniera assurda potrebbe anche impegnarsi a fare programmi un po piu' di qualità invece di obbligare gli utenti ad abbonarsi a canali con ulteriore pagamento per poter vedere qualcosa di decente in televisione.

mitmar

Mar, 05/06/2012 - 18:15

I tabaccai sono una categoria di pecore e la federazione Tabaccai è il loro pastore. Si lamentano tutto il giorno poi qualsiasi scemenza gli venga rifilata da Lottomatica, Sisal o Monopoli se la mettono in negozio anche quando non è affatto obbligatoria e non rende niente. Anzi: ci vai sottocosto. Per esempio il pagamento dei bolli auto che non ti copre neppure i costi e ti espone a rischio rapina di soldi non tuoi. Noi il TV del lotto istantaneo non lo abbiamo voluto e se lo sono riportati indietro. Una mia amica la macchinetta delle marche da bollo gliel'ha tirata per strada. Facessimo tutti così... Se tutti i tabaccai domattina spegnessero i monitor del 10 e Lotto e li staccassero dal muro, state tranquilli che tempo due giorni i Monopoli si presentano in RAI e la cosa si risolve ma ci sarà sempre il pecorone di turno che accettano le giocate a debito o di fare il centro servizi per parare il didietro allo stato. Se lo meritano.

CiroBZ

Mar, 05/06/2012 - 18:31

La RAI deve trovare i soldi per pagare Celentano.......e come al solito pagano i più deboli

giovanni piovano

Mar, 05/06/2012 - 18:44

quante suocere deve pagare la rai? gianni roma

mizar

Mar, 05/06/2012 - 19:02

che coraggio....dopo tutte le super tasse che dobbiamo pagare sarebbe il caso di ELIMINARE IL CANONE RAI !!!!

ritardo53

Mar, 05/06/2012 - 19:04

Da premettere che effettivamente non é un canone RAI, ma bensì si tratterebbe di una tassa governativa per tutti coloro che possiedono un monitor, che esso sia per pc o per videocitofonia, oppure anche un modem, un cellulare, un telefono, sarebbe la medesima cosa. perché quando é stata imposta tale tassa esistevano solo tv e radio, da qui il nome canone RAI usato in modo scorretto, peró entra in gioco la politica, perché tutte le poste e le banche ed anche tutti gli uffici dovrebbero anch´essi pagare per ogni monitore e via di seguito che possiedono. Ma la politica si appoggia come sempre sui muri bassi, perché sono proprio i politici dei livelli superiori che si sono garantiti la poltrona vitae natural durante ad essere grandi azionisti di queste societá, per cui si autotasserebbero, ma la legge esiste e di deve ristettare che comincino loro a pagare anche per il passato.

Gi_v

Mar, 05/06/2012 - 19:39

Ma i laboratori in cui ci sono apparati in cui sono installati degli schermi devono pagare il canone?

marcomasiero

Mar, 05/06/2012 - 19:55

e quelli delle stazioni delle fermate dell' autobus e dei nostri telefonini ??? tra un pò pure quelli vedrete ! ma cosa aspettano a svendere sto colosso magna soldi ???

cluster

Mar, 05/06/2012 - 20:07

Privatizzare la rai 1 2 3 via!!! Via il canone !!! Via la sx dalla rai!!!!

Ritratto di unLuca

unLuca

Mar, 05/06/2012 - 20:13

Non è un canone è una T A S S A.

duxducis

Mar, 05/06/2012 - 20:44

Lo Stato e' doppiamente ridicolo: 1. perche' gestisce il giro di scommesse, chiamatelo come volete, ma il lotto e' un gioco d'azzardo. 2. perche' tassa pure il materiale o i servizi adibiti all'espletamente della bisca statale. Comunque quello che non si capisce e' perche' Prostitute e Spacciatori possano ancora avere reddito e non pagare neppure un centesimo in tasse.

MauxWarp

Mar, 05/06/2012 - 20:56

Ma .... vah !!!! Si sono accorti pure loro...... IMBECILLI...!!!!!! e vi sta bene !!!!!

antiquark

Mar, 05/06/2012 - 21:16

Ma toglietela la RAI, ma chi la vuole, che vada in concorrenza con le TV private, ci togliamo gli stipendi di un esercito di fannulloni raccomandati

cgf

Mar, 05/06/2012 - 21:58

Se non ricordo male vi sono sentenze passate in giudicato nelle quali era ribadito che l'onere del canone spetta in prima persona al proprietario e non chi effettivamente usa l'apparato atto a ricevere trasmissioni radiotelevisive. Che differenza vi è fra in noleggio oneroso o un comodato gratuito al fine di determinare chi deve assolvere la tassa? nessuna, quindi Lottomatica dovrebbe pagare il canone salvo poi far rivalsa sul committente, Stato stesso.

claudiocodecasa

Mar, 05/06/2012 - 21:59

si presenta il solito problema parassitario.....in quanti mangiano con la rai, è chiaro che più sono le bocche da sfamare e più devono succhiare, senza dare servizzi particolari, devono solo incassare per tenere in piedi un carrozzone traboccante di parassiti felici di essere pagati dagli italiani ed anche da tutti gli stranieri che imperversano sul territorio e che non pagano nulla....l'italia paese dei furbi, tra zingari e clandestini, presto non saremo più padroni della nostra terra..........ringraziamo la sinistra e i papponi del vaticano arroccati nelle loro residenze, dalle quali elargiscono la benevolenza al volgo ignorante e plebeo.........w l'italia, schiava, succube e mentalmente poco sviluppata, aspettiamo le ultime generazioni, sperando in meglio.......ma è difficile

roberto67

Mar, 05/06/2012 - 23:54

Ai tabaccai basterebbe fare per un solo giorno lo sciopero dei giochi d'azzardo di Stato per vedere accolta qualsiasi loro richiesta. Si organizzino!

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mer, 06/06/2012 - 01:57

Viene da chiedersi che razza di servizio pubblico sia la RAI. Si avvicina sempre di più, come immagine, a quei tizi che solo perché tu hai un negozio vengono a chiederti il pizzo. Si sono impadroniti dell'etere come fosse cosa loro. La legge degli anni '30, che stabiliva il pagamento di un canone per le radiotrasmissioni in onde corte, medie e lunghe, è stata furbescamente "addizionata" di tutte i progressi tecnologici delle telecomunicazioni. E' come se Edison rivendicasse un diritto sui televisori odierni solo per il fatto di aver inventato il condensatore variabile che permise la nascita delle radiotrasmissioni. E la politica continua a proteggere questa rapina.

Lucasartor

Mer, 06/06/2012 - 09:48

Ma una revisione di spesa per la rai?la tristezza del servizio pubblico e'conclamata,di livello alto ha solo gli stipeni che garantisce a spese dei cittadini!

Noidi

Mer, 06/06/2012 - 10:00

#43 antiquark: Quindi visto che ci sono i fannulloni raccomandati bisogna chiudere la RAI. Non sarebbe invece meglio eliminare i fannulloni raccomandati??. Della serie: il cane ha le pulci, bruciamo il cane. Complimenti pe l'acutezza.

corto lirazza

Mer, 06/06/2012 - 10:47

#49 Noidi: ho paura che se applichiamo la sua ricetta di eliminare tutti i fannulloni raccomandati alla RAI, questa rimanga un gruppetto di sei o sette persone...

antiquark

Mer, 06/06/2012 - 11:01

NOIDI.. io non guardo TV, ne pubblica ne privata, ma adoro i numeri. L'unica TV pubblica che ha senso è RAI3 poichè è a carattere locale. Ma perchè RAI deve pagare centinaia di migliaia di euro per riciclare Celentano e Morandi al Festival di San Remo. Sono già ricchi ed in pensione!!!!!! Sempre i soliti raccomandati milionari, dirigenti politici arricchiti a carico dei contribuenti. L'unico cosa che funziona e ha sempre funzionato è il settore privato. L'Urss è crollata sotto il peso del "centralizzato" e se non cambia crollerà anche l'Italia. Una TV come la RAI in mano al privato porta utili e lavoro retribuito senza oneri per i contribuenti, com'è giusto che sia. Quando hanno venduto Alfa Romeo ai privati, lo Stato ha risparmiato e l'azienda guadagna e da lavoro Prima di rispondere ai commenti assicuratevi di aver studiato economia

claudiocodecasa

Mer, 06/06/2012 - 12:38

per mantenere i parassiti le inventano tutte, levassero tutti quelli che nn servono la rai andrebbe neglio, nonostante i prgrammi da vomito

claudiocodecasa

Mer, 06/06/2012 - 14:21

la rai e tutti gli altri carrozzoni italiani, statali e para-statali sono il buco nero della nostra economia, mi vien da ridere quando parlano di crescita.....chi la dovrebbe attuare questa crescita? non si capisce, tutto fumo, cosa faranno? le infrastrutture? molti lavori sono inutili vengono promossi per accontentare, qualcuno lavora, mangia la minestra e qualcuno si arricchisce, appalti, appaltini, subappalti, exstraappalti, appalti super...qui vengono sprecati tanti soldi, nessuno ne parla, amche questo è un carrozzone.....quale crescita??, quella dei funghi?, una parola di uso quotidiano che non vuole dire nulla....mangiamo pane e crescita, vediamo dove si arriva