Tagli Irpef, 80 euro già a rischio: un'altra promessa rimangiata

Dubbi sulle coperture, il governo starebbe pensando di abbassare la soglia di reddito per accedere al bonus: da 25mila euro all'anno si passa a 20mila

Roma - «Per il primo aprile non je la famo», disse il premier Matteo Renzi annunciando il taglio fiscale da 80 euro al mese. Un mini rinvio a maggio, spiegò, dovuto a ragioni concrete: per fare partire il taglio Irpef «non ci sono i tempi tecnici da punto di vista della strumentazione dei Ced (centri elaborazione dati, ndr) per adeguare le buste paga». Un favore alle imprese, insomma. Ragionamento credibile, si pensò. Meglio lasciare ai datori il tempo di adeguare le buste paga al taglio delle tasse, le cui modalità - si pensò allora - arriveranno a breve.
Era il 12 marzo. Ora, a pochi giorni da aprile non c'è traccia del decreto. Non si sa come saranno realizzati i tagli, cresce l'incertezza sulla platea degli interessati. Nemmeno sulle coperture, che sono la premessa di tutto, si è diradata la nebbia.
Unica certezza, i centri elaborazione dati delle aziende, i consulenti del lavoro o gli uffici del personale - se e quando arriverà la legge - dovranno fare una corsa contro il tempo, simile a quella che il premier disse di volere evitare un mese fa.
«Per ridurre il cuneo fiscale a partire maggio siamo già in ritardo. Per pagare lo stipendio il 27, il consulente del lavoro o gli uffici del personale delle aziende iniziano a lavorare» giorni prima, spiega Marina Calderone, presidente nazionale dell'Ordine dei consulenti del lavoro. Ma possono lavorare solo se hanno chiare le regole del gioco e non è il caso della fatidica busta paga del maggio 2014.
«Il problema più grande consiste proprio nel necessario adeguamento dei programmi gestionali per lo sviluppo delle buste paga. Le softwarehouse dovranno avere il tempo necessario per la rielaborazione, il rilascio e la consegna della release contenente le novità che saranno introdotte. Più tardi vengono ufficializzate le modalità, più è alta la possibilità che non si arrivi in tempo».
Il rischio è che il bonus in busta paga arrivi d'estate. «Normalmente per le modifiche dei programmi gestionali occorrono da uno a due mesi in funzione delle difficoltà interpretative da superare. Questo significa che con il varo del decreto nei primi giorni di aprile già saremmo in ritardo».
D'accordo Stefano Mazzocchi, presidente di Cna Servizi. Alle aziende che curano le buste paga di altre società «servono tempi ragionevoli per adeguarsi». Un problema soprattutto per le aziende medie e piccole. L'esternalizzazione degli stipendi, spiega Mazzocchi, è molto diffusa tra le Pmi. A rendere più preoccupante la prospettiva dei tagli in maggio, aggiunge l'esponente di Cna, il fatto che «ancora non c'è certezza su come saranno realizzati. Si parla di sgravi, bonus, tagli dei contributi».
Incertezza destinata a durare. Prima del decreto, il governo deve varare il Def, il documento di programmazione che indicherà anche le coperture da sottoporre a Bruxelles. Il governo continua ad assicurare che «ci sono» (ieri il sottosegretario all'Economia Baretta), ma i conti della spending review non tornano. Dai cinque miliardi per il 2014, siamo passati a quattro. E tutta l'operazione di tagli Irpef, da dieci miliardi, sta passando a sette miliardi all'anno. La platea degli interessati potrebbe essere ristretta (da 25 a 20mila euro di reddito), magari solo per il 2014.
Ieri il viceministro dell'Economia Enrico Morando ha incluso tra le coperture anche un contributo di solidarietà per le pensioni superiori a 10mila euro al mese. Misura simbolica. I pensionati con redditi lordi da 120mila euro in su sono meno di 76mila. E intanto il tempo passa.

Commenti

Salvatore1950

Sab, 29/03/2014 - 08:45

e com'e' adesso non arrivano piu' gli 80 euri il 27 maggio prossimo per ringraziare chi vota PD? il venditore di pentole e' rimasto senza pentole...ma non lo dite in giro e continuate a ripetere all'infinito che a maggio avrete 80 euri ......col cannocchiale li vedrete e ce ne vuole pure uno ad altissimo potere di risoluzione.....

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Sab, 29/03/2014 - 08:47

PAGLIACCI E POPOLO BUE

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Sab, 29/03/2014 - 08:51

ma credete allo sbarbatello?

gyxo

Sab, 29/03/2014 - 09:03

Attento Matteo che a furia di capriole ad altezze vertiginose per promuovere provvedimenti difficilmente attuabili,sei sempre a rischio di non trovare la fune.Quando fai queste capriole cerca di avere sempre un paracadute per non fracellarti.Bonjour

Raffi70

Sab, 29/03/2014 - 09:39

ma scusate un attimo io non ci capisco piu niente allora ad oggi non si riescono trovare soldi per abbassare le tasse per qualsiasi cifra e anche se ci si riuscisse la cosa sarebbe minima ma mi spiegate voi intellettuali di sinistra come cazzao si fa da quandro dovremmo pagare ulteriori 50 miliardi per il fiscal compact per 20 anni successivi? dove si recuperano quei soldi se non da altre tasse? berlusconi pensava hai cazzi suoi ? ma era ed e stato l unico a tenere testa alla germania e alla francia per i suoi interessi di mediaset? ma poi non sono anche i nostri? saluti e buona domenica

Ritratto di AlleXpert

AlleXpert

Sab, 29/03/2014 - 09:48

NOVITÀ? Si sapeva! Mr. Bean, le persone più silenziose sono di solito quelle che hanno la più alta opinione di sé.

Atlantico

Sab, 29/03/2014 - 10:05

Ma come, avete aspettato ( e ancora aspettate ... ) le promesse ventennali di qualcuno ed ora non volete attendere nemmeno 20 settimane ? Ahahahahahah ! Primo invio 10:05

Ritratto di Gigliese

Gigliese

Sab, 29/03/2014 - 10:05

Ah! adesso al PINOCCHIETO inizia ad accrescere il nasino; Soldi agli stipendi:nada; aerei da ridurre:nada; legge elettorale fra due anni, cioè dopo la cancellazione del senato dalla costituzione.Però sta facendo una belle cosa: ridurre lo stipendio e gli organici alle FF.OO.cosi ci troveremo la delinquenza che la fa da padrone, e gli immigrati( clandestini) che pretendono stipendi e case (lo stanno già facendo). B R A V O!!! ALTRE NOVITA' IN ARRIVO??????

Ritratto di Gigliese

Gigliese

Sab, 29/03/2014 - 10:07

@ Raffi70 CONFERMO, E PURTROPPO SARANNO CAXXI PER TUTTI.

Mr Blonde

Sab, 29/03/2014 - 10:15

Sinceramente degli 80 euro ai dipendenti non mi toccano, ma leggo con stupore quanti sperano di non prenderli pur di denigrare l'avversario. E pensare che io se avesse rispettato la promessa dell'abolizione dell'irap nel 2008 sarei stato tutto contento!

Ritratto di laky

laky

Sab, 29/03/2014 - 10:21

Spero di sbagliare .. ma sembra tanto pinocchio che non guarda mai negli occhi l'interlocutore ... e se fosse un bluff?!! Il linguaggio del corpo non promette niente di buono ...

abocca55

Sab, 29/03/2014 - 10:24

FI si può crescere se riassume la politica della Le Pen (ma non in chiave anti EU, ma per una Europa diversa) ed anche in chiave Grillo per la lotta alla casta. E poi dire basta agli zingari che stanno devastando il Paese, e una legge per il rimpatrio veloce e urgente di tutti gli immigrati che delinquono. Siete capaci di operare questa svolta? I vostri falchi sono prontissimi, ma i moderati no. Dateci un segnale!!! Se non vi riciclate, gli Italiani vi rottameranno. Ma ho i miei dubbi che pubblicherete questo commento.

Ritratto di il..politicante

il..politicante

Sab, 29/03/2014 - 10:26

sarebbe meglio non riceverli, tutto quello che la casta ladra ti da con una mano se la riprende raddoppiata con l'altra

bruna.amorosi

Sab, 29/03/2014 - 10:31

NO Atlantico NON VOGLIO ASPETTARE PIù adesso quello promesso deve esere fatto a meno che il bambinello RENZI non voglia sparire già prima di entrare in parlamento vogliamo mettere ?i kompagni mantengono le promesse .

Ritratto di stenos

stenos

Sab, 29/03/2014 - 10:51

Dragon lord in due parole ha azzeccato il problema. Gli ottanta euro sono come la tassa sul medico che mortadella disse che avrebbe restituito. Sto ancora aspettando......

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Sab, 29/03/2014 - 11:10

Con Renzi, prima erano cento, poi son diventati ottanta. Morale: "Casa mia pareva quasi il Parlamento: erano quindici, ma mi parevan cento".

mauralombardia

Sab, 29/03/2014 - 11:22

Ma almeno lui ci crede alle sue sconcertanti menzogne che ci racconta?

abocca55

Sab, 29/03/2014 - 11:24

Silvio, noi Italiani ne abbiamo le scatole piene dei moderati, ma tu insisti, non vuoi ascoltare il grido di ribellione che si eleva dalla gente.

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Sab, 29/03/2014 - 11:24

stenos con gli amenti già legiferati sulle addizionali regionali e comunali altro che 80 euro, VI PRENDONO IN GIRO PER FARVI STARE CALMI MENTRE LORO (NUOVO ORDINE MONDIALE) VI STRINGONO LE MANETTE AI POLSI E CAVIGLIE. SIETE COME LE VACCHE NEI RANCH AMERICANI, SONO TANTO GRANDI LE LE VACCHE SI CREDONO DI ESSERE LIBERE, MA INVECE VI SONO LE RECINZIONI ELETTRIFICATE, VI MARCHIANO CON IL CODICE FISCALE E PROSSIMAMENTE DNA, SANNO DOVE SIETE GRAZIE AI LOCALIZZATORI (GPS) ORMAI IN TUTTI I CELLULARI CHE SIETE FELICI DI COMPRARE ED USARE. PER QUESTO VI DEFINISCO POPOLO BUE

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Sab, 29/03/2014 - 11:25

A rischio chiusura la fabbrica di aria fritta. Inscatolata sotto vuoto spinto.

biricc

Sab, 29/03/2014 - 11:28

Gioco al ribasso quando c'è da dare, gioco al rialzo quando c'è da prendere. Il venditore di pentole sa fare bene il suo mestiere.

unosolo

Sab, 29/03/2014 - 11:32

La lingua , gli è rimasta solo la lingua , senza rompere l'impero dei parassiti e dello spreco politico istituzionale non ci sono soldi , quindi senza tagli solo la lingua , forse è stata solo propaganda elettorale , per uscirne senza danni deve solo abbassare la prima ritenuta IRPEF per tutti i cittadini senza rompere l'armonia tra i poveri.

Agostinob

Sab, 29/03/2014 - 11:37

Ma qualcuno riesce a spiegare perché, indipendentemente dalla cifra percepita, un pensionato che ha versato contributi debba vederseli tagliare d'ufficio? Non rientro in questa categoria ma ciò non toglie che quando leggo queste notizie, sento che davvero i cittadini che Napolitano mette sempre al primo posto, sono schiavi da gestire e da spremere come si vuole. Se vi sono persone che hanno una pensione alta significa che nella loro vita hanno versato in proporzione. Ed allora perché oggi, per risolvere i problemi degli altri deve rinunciare (non volontariamente) a qualcosa che deve avere di diritto? Perché deve arrivare qualcuno che dice: ora aiuto 10 milioni di persone. Do loro un tot in più e, senza dirlo, lo tolgo ad altri. Perché? Perché devi togliere ad uno per dare ad un altro? Se proprio vuole, quell'altro, donerà ciò che vuole se lo dovesse ritenere, ma non che qualcuno si faccia bello con quanto hanno sudato e guadagnato altri. Viviamo in un mondo tutto rovesciato e ci sta anche questo. Cittadini controllati che devono stare attenti anche a respirare perché potrebbe esser chiesto loro come mai respirano così tanto; classe dirigente che decide che i cittadini debbano vivere in un certo modo (male), debbano spendere ciò che dice lo stato; debbano usare carte di credito perché in questo modo i danari rimangono in banca e lo Stato ci lucra sopra assieme alle banche; debbano dire come e quando e cosa puoi spendere in vacanza. Ed oggi vogliono anche ancor più di prima derubare qualcuno per, non far felici altri, ma per ottenere voti. Una schifezza in cui si continua a dire che il popolo è sovrano. Ma sovrano di cosa? Deve sempre e solo dire signorsì. Oggi voglio dedicarmi a verificare quanti e chi daranno notizia che probabilmente il tetto dei 25.000 euro per ottenere i famosi 80 euro al mese, si abbasserà a 20.000. La prima notizia era stata gonfiata come se la promessa fosse già realizzata. Oggi probabilmente nessuno accennerà a questo "piccolo" fatto. E' così che si manovrano le notizie. Ampio risalto quando fa comodo e poco o nulla quando sono contrarie. Personalmente credo che Renzi, a questo punto, caverà soldi di tasca a chiunque pur di mantenere la parola data (anche perché aveva detto: "se non la mantengono datemi del coglione") e questo porta ad una costatazione. Quando si arriva lì si possono fare tutte le promesse che si vuole. Se poi non si possono realizzare, pagheranno i cittadini. E prima che qualche comunista si attacchi a questo per dar contro alla destra, va detto che Berlusconi quando ha promesso di dare soldi lo ha fatto e se non è riuscito è perché gli è stato impedito proprio da coloro che hanno poi usato quest'arma per dargli contro. Ora, discutete.

Triatec

Sab, 29/03/2014 - 11:44

Volete 80 euro al mese? Volete la riduzione dell'irap? Volete l'abolizione delle province? Volete eliminare il Senato? Volete tagliare gli stipendi ai manager statali? Avvicinatevi signori, chiedete!! Non limitatevi a così poco... chiedete e vi sarà dato!! Ultimi giorni, non perdete questa occasone!!!

Agostinob

Sab, 29/03/2014 - 12:11

Ma qualcuno riesce a spiegare perché, indipendentemente dalla cifra percepita, un pensionato che ha versato contributi debba vederseli tagliare d'ufficio? Non rientro in questa categoria ma ciò non toglie che quando leggo queste notizie, sento che davvero i cittadini che Napolitano mette sempre al primo posto, sono schiavi da gestire e da spremere come si vuole. Se vi sono persone che hanno una pensione alta significa che nella loro vita hanno versato in proporzione. Ed allora perché oggi, per risolvere i problemi degli altri deve rinunciare (non volontariamente) a qualcosa che deve avere di diritto? Perché deve arrivare qualcuno che dice: ora aiuto 10 milioni di persone. Do loro un tot in più e, senza dirlo, lo tolgo ad altri. Perché? Perché devi togliere ad uno per dare ad un altro? Se proprio vuole, quell'altro, donerà ciò che vuole se lo dovesse ritenere, ma non che qualcuno si faccia bello con quanto hanno sudato e guadagnato altri. Viviamo in un mondo tutto rovesciato e ci sta anche questo. Cittadini controllati che devono stare attenti anche a respirare perché potrebbe esser chiesto loro come mai respirano così tanto; classe dirigente che decide che i cittadini debbano vivere in un certo modo (male), debbano spendere ciò che dice lo stato; debbano usare carte di credito perché in questo modo i danari rimangono in banca e lo Stato ci lucra sopra assieme alle banche; debbano dire come e quando e cosa puoi spendere in vacanza. Ed oggi vogliono anche ancor più di prima derubare qualcuno per, non far felici altri, ma per ottenere voti. Una schifezza in cui si continua a dire che il popolo è sovrano. Ma sovrano di cosa? Deve sempre e solo dire signorsì. Oggi voglio dedicarmi a verificare quanti e chi daranno notizia che probabilmente il tetto dei 25.000 euro per ottenere i famosi 80 euro al mese, si abbasserà a 20.000. La prima notizia era stata gonfiata come se la promessa fosse già realizzata. Oggi probabilmente nessuno accennerà a questo "piccolo" fatto. E' così che si manovrano le notizie. Ampio risalto quando fa comodo e poco o nulla quando sono contrarie. Personalmente credo che Renzi, a questo punto, caverà soldi di tasca a chiunque pur di mantenere la parola data (anche perché aveva detto: "se non la mantengono datemi del coglione") e questo porta ad una costatazione. Quando si arriva lì si possono fare tutte le promesse che si vuole. Se poi non si possono realizzare, pagheranno i cittadini. E prima che qualche comunista si attacchi a questo per dar contro alla destra, va detto che Berlusconi quando ha promesso di dare soldi lo ha fatto e se non è riuscito è perché gli è stato impedito proprio da coloro che hanno poi usato quest'arma per dargli contro. Ora, discutete.

Ernestinho

Sab, 29/03/2014 - 12:17

Com'è facile fare le promesse. Il difficile è mantenerle! E poi quei miseri €. 80 dati a pochi eletti, secondo qualcuno possono risollevare l'economia? Ma non diciamo ca..te! E' soltanto una pia illusione fatta, secondo me, per chiari motivi elettorali!

Ritratto di volpedeldeserto

volpedeldeserto

Sab, 29/03/2014 - 12:18

Tanta tanta confusione, inconcludenza massima, stron..te a catena solo frappe (dolcetti di carnevale chiamate anche chiacchiere).SOLO DEGLI ILLUSI POTEVANO PENSARE DI ESSERE GOVERNATI DA UNO CHE, è stato un BAMBINO VESTITO DA CREtiNO GUIDATO DA UN CRETINO VESTITO DA BAMBINO "Definizione dei Boy Scout"

Ritratto di volpedeldeserto

volpedeldeserto

Sab, 29/03/2014 - 12:24

Fino al 1° aprile è tutto ammesso, al venditore di GRASSO di SERPENTE, per la cura dei reumatismi, venduto anche dai cantastorie alle fiere e sagre PAESANE.

Anonimo (non verificato)

Ritratto di pravda99

pravda99

Sab, 29/03/2014 - 12:33

Renzi, sono un tuo detrattore della prima ora (tutto registrato sul Giornale). Hai gia' finito il carburante e stai planando inesorabilmente. Sei desolatamente vuoto di contenuti e senza carisma, parli per slogan perche' non hai di meglio da dire, sei falso come un democristiano (StaiSerenoEnrico), sei un lacche' dei poteri piu' o meno forti, sei un piazzista di aspirapolveri (con rispetto per i piazzisti) ma neanche bravo quanto Berlusconi (che e' il tuo VERO modello, altro che Obama). Hai umiliato gli italiani onesti trattando con un pregiudicato il sistema elettorale, in cambio poi di chissa' cosa. Hai messo su una squadra di governo fatta di incompetenti, tanto per restare nel solco berlusconiano. Quelli come te (Gianni Schicchi) Dante li mise all'inferno, e anche Papa Francesco non scherza. Stai in campana Renzi, La Ruota della Fortuna sta girando, e non dalla tua parte.

Anonimo (non verificato)

mifra77

Sab, 29/03/2014 - 13:00

Se Renzi non ha copertura per i suoi provvedimenti, vuol dire che non sono stati fatti tagli al risparmio. Per coprire una nuova spesa delle due l'una: o non se ne fa un'altra superflua o si fa la guerra tra poveri; tanto i furbi non rinunceranno mai a niente.

Raffi70

Sab, 29/03/2014 - 13:17

Agostinob:concordo con te la sinistra continua a dire che berlusconi non ha fatto niente in 9 NOVE anni di governo ( non 20 come continuano a dire)ma vi siete chiesti il perche? provo a rispondere io SE SOLO BERLUSCONI PENSAVA AVETE CAPITO BENE PENSAVA (e non diceva) CHE BISOGNAVA FARE UNA QUALSIASI RIFORMA SINDACATI SINISTRA IN PIAZZA A PROTESTARE adesso che renzi dice che ci sono 85000 esuberi nelle pubblica amministrazione o che vuole modificare l articolo 18 voi avete visto qualcuno in piazza? NO, bersani andava a rivendicando che l unica riforma in 20anni l ha fatta lui togliendo i 5 euro di tassa sulla ricarica sui cellulari pero ad esempio nessuno dice dei milioni di euro risparmiati con la PEC (posta elettronica certificata)fatta da berlusconi, perche padallaro (lui e l amico travaglio) in una trasmissione su la 7 ascoltando renzi di quello che lui vuole fare padallaro risponde "tante belle cose ma bisogna vedere se gli lo fanno fare"perche questa frase va bene per renzi ma non va bene per berlusconi visto che gli hanno messo ostacoli ogni volta? potrei continuare con questi tipi di esempi ma poi scriverei un poema e badate bene non voglio difendere berlusconi e abbastanza grande per poterlo fare da solo sto solo constatando che renzi vuole fare quello che berlusconi voleva fare nei suoi NOVE anni di governo ma gli e stato impedito e adesso sembra che si puo fare ma prima no si e solo perso 20 anni (adesso 20 anni perche sono 20 gli anni che berlusconi e sceso in politicameglio precisare per i sinistroidi) facendo cosi l italia non e cresciuta o sbaglio aggiungo per quelli che dicono che si e fatto leggi ad personam cose peggio la legge mammi che salva rete4 e lui diventa piu ricco MA MANTIENE 4000 POSTI DI LAVORO DI PERSONE E FAMIGLIE ITALIANE CHE COMPRANO SPENDONO E PAGANO LE TASSE IN ITALIA O o aiutare la fiat debenetdetti e altri con soldi pubblici e poi vedere fiat andare all estero e le ditte di debenedetti fallite e lui diventare piu ricco ? saluti e buona domenica

Ernestinho

Sab, 29/03/2014 - 13:41

A me, da dipendente statale (onesto lavoratore), Sua Altezza Brunetta bloccò sia il contratto che la carriera, per cinque anni, con gravi ripercussioni sia sullo stipendio che sulla buonuscita e la pensione. Adesso, da pensionato, mi hanno bloccato gli aumenti da Gennaio per due anni e adesso non mi danno neanche le misere €. 80-85 che,eventualmente, ma molto eventualmente, daranno a pochi eletti! Quindi sono stato colpito non una ma due volte e figuratevi quanto io ami i politici!

titina

Sab, 29/03/2014 - 14:08

ma non è meglio usare quei soldi per far sì che i disoccupati possano trovare lavoro?

Ritratto di ohm

ohm

Sab, 29/03/2014 - 14:24

''Confermiamo per l’ennesima volta che nei prossimi 100 giorni faremo una lotta molto dura per cambiare ad aprile la P.A. a maggio il fisco e a giugno la giustizia". Poi aumenta la tassazione sulle rendite finanziarie dal 20 al 26% (chissenefrega), stanno aumentando i prezzi nei supermercati (oggi 28/07/2014) chissenefrega, sulla busta paga di Marzo è aumentata l'irpef ( alemeno a Torino) machissenefrega. Politica1~Disfattismo0 ?????????? Caro Renzi al 31 Marzo 2014 avremo Politica1~Disfattismo5 !!!!!!

Ritratto di ohm

ohm

Sab, 29/03/2014 - 14:30

@AGOSTINOB : ottimo commento, semplice veritiero...quoto!

billyserrano

Sab, 29/03/2014 - 14:30

negli ultimi anni, le spese per lo stato è aumentato di circa 200 miliardi, e non sono stati spesi per i servizi ai cittadini. Quindi i soldi ci sono, basta tagliare gli sprechi inutili. Ma anche nel suo partito gli faranno delle resistenze micidiali per non fargli fare nulla, presidente della repubblica in testa.

Ernestinho

Sab, 29/03/2014 - 15:09

X Agostinob Con la tua lunga lettera hai centrato veramente il problema! Solo che per me i politici, sia di destra che di sinistra (ma lo fanno a seconda della convenienza non per mentalità), tutti uguali sono!

Ritratto di 02121940

02121940

Sab, 29/03/2014 - 17:13

Con riguardo al duo egemone del momento, Napolitano - Renzi, appare sempre più chiaro che alle fantasiose chiacchiere al vento del secondo fa riscontro una rigida volontà conservatrice promanante dal Colle, che esprime con fermezza una linea che in fondo arriva a collidere con le aspettative del popolo bue, che vorrebbe più giustizia, più equità, meno tasse. Intanto il titolare pro tempore del Colle (che certamente in altri tempi avrebbe affermato che è fuori dal dettato costituzionale la ripetizione della massima carica alla stessa persona) non solo sembra intenzionato a rimanere a tempo indeterminato su una poltrona che non dovrebbe essere più sua, ma da l’impressione di voler dirigere l'azione del governo, a mio modesto avviso andando oltre i compiti di "garanzia" che la costituzione, brutta ed invecchiata, gli attribuisce. È poi molto triste constare che fra i responsabili della situazione attuale brilla la presenza del Cavaliere, che alla sequela degli errori antichi ha aggiunto quello di aver caldeggiato e reso possibile la rielezione del presidente della Repubblica, in chiaro contrasto se non con la lettera certamente con lo spirito della costituzione, che giudico “brutta” anche in questa particolare “troppo rispettosa dimenticanza”.